Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Five Finger Death Punch
F8
Demo

Conception
State Of Deception
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

03/04/20
BLAZE BAYLEY
Live in Czech

03/04/20
AUGUST BURNS RED
Guardians

03/04/20
AARA
En Ergô Einai

03/04/20
TESTAMENT
Titans of Creation

03/04/20
AD INFINITUM
Chapter I: Monarchy

03/04/20
LOVIATAR
Lightless

03/04/20
WITCHES OF DOOM
Funeral Radio

03/04/20
P.O.E. (PHILOSOPHY OF EVIL)
Of Humanity And Other Odd Things

03/04/20
MANAM
Ouroboros

03/04/20
BONFIRE
Fistful Of Fire

CONCERTI

03/04/20
TYGERS OF PAN TANG + GUESTS TBA (ANNULLATO)
SANTOMATO LIVE CLUB - PISTOIA

03/04/20
NECRODEATH (ANNULLATO)
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

04/04/20
GUTALAX + GUESTS TBA
CIRCOLO EKIDNA - CARPI (MO)

04/04/20
FULL OF HELL + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

04/04/20
ANCIENT + NECRODEATH + GUESTS
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

04/04/20
TYGERS OF PAN TANG + GUESTS TBA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

04/04/20
DEATHLESS LEGACY
GRINDHOUSE CLUB - PADOVA

04/04/20
IMAGO MORTIS + GUESTS
KRACH CLUB - MONASTIER (TV)

04/04/20
NECRODEATH
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

05/04/20
VAN DER GRAAF GENERATOR (POSTICIPATO)
POLITEAMA GENOVESE - GENOVA

Dimino - Old Habits Die Hard
( 1451 letture )
Il ritorno di un singer super storico è sempre il benvenuto. Frank Dimino è diventato uomo di culto per i suoi trascorsi come frontman degli Angel, leggendaria hard rock band americana che sbocciò nei seventies, grazie all’etichetta Casablanca, storica label dei Kiss. E fu proprio il linguacciuto Gene Simmons a scoprire “il gruppo in bianco look”, portandoli a firmare un contratto discografico. Dal ‘75, anno del debutto degli “angeli”, di schitarrate nelle arene ne sono passate, e dopo collaborazioni varie e colonne sonore per il cinema, solo oggi il nostro ha deciso di rimettersi sul mercato con il suo primo album da solista, titolato Old Habits Die Hard.

La sua voce rappresenta, innegabilmente, l’asse portante di questo lavoro, ma non terminano qui le sorprese, infatti si è avvalso della collaborazione di uno stuolo di nomi importanti, pensate che alle chitarre compaiono pezzi grossi quali Paul Crook (Meat Loaf), Oz Fox (Stryper), Eddie Ojeda (Twisted Sister), Rickey Medlocke (Blackfoot, Lynyrd Skynyrd), Jeff Labansky, e last but not least, il suo compagno negli Angel, Punky Meadows. Ne esce fuori un platter di rock duro senza fronzoli, con la classica formazione quadrangolare più un organo a riempire, colorare e talvolta a veleggiare a prua senza mai apparire debordante. Risultato? La mistura è davvero scarna e “in your face”, senza compromessi, mentre le corde vocali di Frank continuano a pistonare di brutto, senza mai una caduta di tono. Bella e sintomatica la copertina, un titolo azzeccato e 11 song che vanno in circolo senza additivi. L’opener Never Again spara uno scampolo hard ottimale per scaldare le orecchie con un giro di chitarra impetuoso (che ha in se microbi evidenti a la Rock N’ Roll All Nite di kissiana memoria), un ritmo carico e pestato e un chorus caliente, Rocking The City parte da un riff terroso della sei corde, poi è tutto un coro anthemico, con le tastiere che svisano e la voce del singer che diventa irresistibile per pastosità e acuti. Se I Can’t Stop Loving You è una bordata di classic american hard rock con chitarre stoppate, The Rain’s About To Fall si veste con campanaccio e ritmiche sudate, organo alla Deep Purple e un bel solismo a metà canzone; Even Now traspare invece come la classica ballad appassionata, fatta da chitarra e voce: buona ma non indimenticabile a dirla tutta, a parte le aperture vocali sugli alti che danno brividi. La tracklist torna a sgommare forte con Tears Will Fall, infestatata di miasmi cinerei e dark, ma soprattutto con la scocca lucidata di Mad As Hell, staffilata heavy metal tiratissima che svela l’altra parte dell’anima di Frank Dimino. Sweet Sensation è solare e molto catchy con Frank che mette pepe nella sua performance in modo da controbilanciare chitarre spezzate e intriganti, Tonight’s The Night è una party song di chiara matrice, mi viene in mente uno strampalato miscuglio fatto di Hanoi Rocks e Poison, bella da canticchiare e ballare per far colpo su una gnocca procace che ammicca e si muove sinuosa in pista. Una doppietta chiude il platter, se The Quest è smaccatamente seventies con un hammond che più Deep Purple non si può, compresa l’intonazione Gillaniana, la title-track, Stones By The River, si trasforma in un rock blues di somma allegria e grandi cori rhythm and blues, marchiati da una bella musicalità incarnata dalla voce spinosa e superiore di Dimino.

In definitiva, Old Habits Die Hard risulta un album pregevole, composto di tante schegge multiformi, con grandi chitarre, synth ottimali e soprattutto la grande espressività vocale di un big come Dimino. Solo ascoltando queste tracce si può capire quanto sia mancato nel panorama della nostra musica. Nessun miracolo su questi solchi, per carità, ma un vero full lenght profondamente segnato dall’ugola graffiante e tostissima di questo cantante, undici tracce assai soddisfacenti e catramate, olezzanti borchie è jeans sdruciti. Welcome back Mr. Frank Dimino. Here to stay!



VOTO RECENSORE
81
VOTO LETTORI
90 su 1 voti [ VOTA]
The Tower
Lunedì 6 Luglio 2015, 12.53.40
2
Grandi Angel e grande Frank Dimino, colui che canta 'The music from heaven' come si diceva nella presentazione live, sicuramente sarà mio. Poi il recensore ha lo stesso cognome del produttore di Sinful, Eddie
andy usurper
Lunedì 6 Luglio 2015, 7.45.11
1
Finalmente è tornato,una delle più belle voci del panorama Hard melodico Pomp/aor,con glio Angel scrisse pagine memorabili,ora ,e ne sentivamo la mancanza e come Noi adoratori degli Angeli,lo ritroviamo in perfetta forma,con un ugola strepitosa in base all'età ormai non proprio più giovane,ed un 'disco pregno di puro HR melodico,ma bello tosto fine '70,inizio'80,bentornato Frank,io sentivo la tua mancanza,rece ottima e voto giusto,io avrei azzardato un 85,cmq concettualmente ci siamo!
INFORMAZIONI
2015
Frontiers Records
Hard Rock
Tracklist
1. Never Again
2. Rocking In The City
3. I Can’t Stop Loving You
4. The Rain’s About To Fall
5. Even Now
6. Tears Will Fall
7. Mad As Hell
8. Sweet Sensation
9. Tonight’s The Night
10. The Quest
11. Stones By The River
Line Up
Frank Dimino (Voce)

Musicisti Ospiti
Oz Fox (Chitarra)
Paul Crook (Chitarra)
Jeff Labansky (Chitarra)
Pat Thrall (Chitarra)
Punky Meadows (Chitarra)
Jeff Duncan (Chitarra)
Eddie Ojeda (Chitarra)
Dylan Dimino (Chitarra)
Rickey Medlocke (Chitarra)
Justin Avery (Organo, Cori)
Danny Miranda (Basso)
Paul Crook (Basso)
John Miceli (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]