Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Nile
Vile Nilotic Rites
Demo

Prysma
Closer To Utopia
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

17/12/19
HAXANDRAOK
KI SI KIL UD DA KAR RA

19/12/19
DAEMONIAC
Dwellers of Apocalypse

20/12/19
EMBRYO
Misguided Legacy

20/12/19
NEUROSPHERE
Anthem of the Lost - part I Nightwars

20/12/19
SUN OF THE ENDLESS NIGHT
Symbols of Hate and Deceitful Faith

24/12/19
THE BASTARD WITHIN
Better Dead Than Friends

27/12/19
CIANIDE
Unhumanized (EP)

09/01/20
WAR DOGS
Die By My Sword

10/01/20
APOCALYPTICA
Cell-0

10/01/20
RAGE
WIngs Of Rage

CONCERTI

14/12/19
JINJER + GUESTS (SOLD OUT!)
MAGAZZINI GENERALI - MILANO

14/12/19
KNOCKED LOOSE + GUESTS
CS RIVOLTA - MARGHERA (VE)

14/12/19
LEAVES` EYES + SIRENIA + FOREVER STILL + GUESTS
REVOLVER - SAN DONA DI PIAVE (VE)

14/12/19
FOLKSTONE
DRUSO - RANICA (BG)

14/12/19
SAIL AWAY + ALLUME
ROCK HEAT - AREZZO

15/12/19
LEAVES` EYES + SIRENIA + FOREVER STILL + GUESTS
DAGDA LIVE CLUB - RETORBIDO (PV)

15/12/19
FOLKSTONE
DRUSO - RANICA (BG)

17/12/19
THE TREAD MANICS + GUESTS
KILLJOY - ROMA

18/12/19
SPECTRAL VOICE + EKPYROSIS
CIRCOLO SVOLTA - MILANO

19/12/19
BENEDICTION + DISTRUZIONE + BLOODSHED + NECROFILI
TRAFFIC CLUB - ROMA

Danko Jones - Fire Music
( 2062 letture )
Fire Music, un titolo quanto mai azzeccato per l'ultima fatica del power trio canadese dei Danko Jones, che dopo vent'anni di carriera non sembra perdere un solo colpo e che, anzi, ci propone uno dei capitoli più potenti e straight to face della loro intera produzione. Il carismatico Danko alla chitarra e il fraterno/storico bassista John Calabrese trovano il supporto del nuovo batterista Rich Knox, che da questo album sostituisce il più celebre Dan Cornelius, il quale diede la propria impronta in varie pubblicazioni della band fin dal 2006; in primis Never Too Loud o Below the Belt, vere icone del sound della band, da sempre prevalentemente hard rock intriso di n'roll, e dai tratti punk e garage, che in questa ultima fatica si pongono prepotentemente da protagonisti, regalandoci quella che potrebbe tranquillamente essere una delle migliori uscite rock dell’anno.

Apre le danze Wild Woman che col suo groove fin da subito ci fa capire la direzione dell'intero album: un viaggio dal mood ribelle, amante delle donne ed abbandonato alla strada, che con una lunga coda di finale spara subito dopo una killer track come The Twisting Knife: pochi accordi pregni di punk vecchia scuola, la giusta rabbia e un "coltello che continuerà a girare" che pongono la canzone, in meno di un minuto, nella top 3 di quest’album. Continuano sulla stessa falsa riga di uptempo le grezze e pogo-approved Gonna Be A Fight Tonight, arricchita da un finale da puri cori punk rock e Body Bags per levarci il poco fiato rimasto, con il suo inizio travolgente, sia per il ritmo serrato che per i ritornelli super catchy, che fanno desiderare di essere a cantare e scapocciare nella bolgia sottopalco.
Non pensiate ora che la proposta musicale dell’opera si limiti a questo, una buona dose di humour e di tematiche più easy e spensierate non possono certo mancare, e qui si palesano al momento giusto, quando il campanaccio ostinato di Do You Wanna Rock fa venir voglia di scuotere i fianchi anche ai più scettici e la spassosa Getting Into Drugs ci lascia col sorriso, raccontandoci delle sensazioni e dei pensieri di un "narratore" che fuma erba per la prima volta! L'acceleratore preme poi al massimo e non ci fa mancare due proiettili come Watch You Slide, una vera e propria scazzottata da saloon per chitarra western e Piranha, che con ridondanza sul ritornello mette in guardia i più sprovveduti da una femmina particolarmente famelica, superando, come la prima, a malapena i due minuti e mezzo di corsa spericolata, assoli compresi.

Ai palati più fini che in queste righe hanno trovato qualcosa per cui accaldarsi e rimanere senza respiro, non si fanno desiderare brani più cadenzati e ben posizionati per farci riprendere e battere il piede: Live Forever prima, ottimo pezzo dai passaggi tipici delle sonorità dei precedenti album della formazione, che rivela il lato più amoroso dell'opera, e I Will Break Your Heart che già dal titolo ci lascia intuire quanto poco quella vena sentimentale sia durata; parole dure e crudeli che contrastano con una melodia vocale da ballata, sostenuta da un super groove terzinato alla batteria ed un arrangiamento di quattro e sei corde così solido e convincente da garantire il repeat. Per chiudere in bellezza troviamo una top track chiamata She Ain't Coming Home, più garage e spedita, che senza alcuna malizia strizza l'occhio a formazioni storiche come Misfits e Danzig, lasciandoci con un filo di nostalgia che ci rimanda ai tempi d'oro del genere, ma assolutamente gasati da un prodotto che sarebbe un peccato essersi persi e che a molte delle nuove leve avrebbe molto da insegnare.

Per coloro che reputano troppo breve il giro in sella appena terminato (36 minuti circa) esiste una deluxe version con ulteriori due tracce, ovvero The Night She Walked Into My Life, mid-tempo più leggero dal gustosissimo assolo finale, e la groovy Woman I'm Here, che probabilmente dovremmo prendere come due tracce bonus e nulla più, visto che dopo un pezzo come She Ain't Coming Home non dovrebbe sentirsi più nulla, se non il rumore del piede che batte ancora contro il pavimento.
A conti fatti non si può certo rimanere delusi, ne tantomeno indifferenti, dopo queste sudate undici tracce che valgono ogni minuto d’ascolto; se donne, botte, droghe, alcool, ribellione e tutto ciò che comporta, funzionano ANCORA in una canzone rock nel 2015, significa che è fatta dannatamente bene, ed è decisamente il caso di questo Fire Music, pura adrenalina e puro rock n'roll senza compromessi, proprio come dovrebbe essere.



VOTO RECENSORE
73
VOTO LETTORI
89.5 su 4 voti [ VOTA]
Togno89
Mercoledì 27 Gennaio 2016, 11.02.29
6
Non sbagliano un colpo. Grande Danko!!
Togno89
Mercoledì 27 Gennaio 2016, 11.02.23
5
Non sbagliano un colpo. Grande Danko!!
Giuseppe Scigliano
Sabato 12 Settembre 2015, 12.25.36
4
I calabresi lo fanno meglio! Go John e forza Cosenza! 99%
Mocci
Giovedì 10 Settembre 2015, 15.56.26
3
Grande danko !!!bella luke!!!!
Metal Shock
Mercoledì 2 Settembre 2015, 6.52.14
2
Ennesimo grande album di un grande artista. Voto 80
Lizard
Martedì 1 Settembre 2015, 9.43.46
1
Iniziamo il mese con la prima recensione del nostro nuovo redattore. Benvenuto in famiglia, Luca!!!
INFORMAZIONI
2015
Bad Taste Records
Hard Rock
Tracklist
1. Wild Woman
2. The Twisting Knife
3. Gonna Be A Fight Tonight
4. Body Bags
5. Live Forever
6. Do You Wanna Rock
7. Getting Into Drugs
8. Watch You Slide
9. I Will Break Your Heart
10. Piranha
11. She Ain't Coming Home
12. The Night She Walked Into My Life (deluxe version)
13. Woman I'm Here (deluxe version)
Line Up
Danko Jones (Voce, Chitarra)
John Calabrese (Basso)
Rich Knox (Batteria)
 
RECENSIONI
75
75
73
ARTICOLI
04/12/2018
Live Report
DANKO JONES + PRIMA DONNA
Orion Club, Ciampino (RM), 30/11/2018
27/11/2018
Intervista
DANKO JONES
Parla John Calabrese
23/02/2016
Intervista
DANKO JONES
Vent'anni di rock ad alto voltaggio!!!
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]