Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Grand Magus
Wolf God
Demo

The Core
Flesh and Bones
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/04/19
LUCE D`INVERNO
Ljetzan

26/04/19
IMMINENCE
Turn The Light On

26/04/19
JIM PETERIK & WORLD STAGE
Winds Of Change

26/04/19
DEEP SUN
Das Erbe Der Welt

26/04/19
LORD DYING
Mysterium Tremendum

26/04/19
DARK HERESY
Abstract Principles Taken To Their Logical Extremes

26/04/19
VAURA
Slabes

26/04/19
NIGHNACHT
Christophilia

26/04/19
ISTAPP
The Insidious Star

26/04/19
THE DAMNED THINGS
High Crimes

CONCERTI

22/04/19
DISTURBED + SKINDRED (SOLD OUT!)
ALCATRAZ - MILANO

22/04/19
WRONG (USA) + COILGUNS + GUEST TBA
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

23/04/19
WRONG (USA) + COILGUNS + GUEST TBA
LOCATION TBA

24/04/19
EKTOMORF + GUESTS TBA
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

24/04/19
WRONG (USA) + COILGUNS + GUEST TBA
TBA - PERUGIA

25/04/19
MARK BOALS + GUESTS
LET IT BEER - ROMA

26/04/19
NACHTMAHR + GUESTS TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

26/04/19
MARK BOALS + GUESTS
PIKA FUTURE CLUB - VERONA

27/04/19
FRONTIERS ROCK FESTIVAL
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

27/04/19
NACHTMAHR + GUESTS TBA
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

Chaos Magic - Chaos Magic
( 1582 letture )
Timo per favore basta! Abbi pietà di noi. Hai scritto così tante pagine di musica memorabile che bruciare in pochi (ormai neanche così pochi) anni il lavoro di una vita è ingiusto nei nostri e nei tuoi confronti. Se proprio vuoi restare nel mondo della musica puoi fare altro: limitarti alla produzione, dare lezioni di chitarra, scrivere jingles per la televisione, cantare nel coro della chiesa, quel che vuoi tu. Ma per favore smetti di devastare i nostri cuori nostalgici e i nostri poveri timpani con la nefandezza musicale che stai componendo negli ultimi anni.

Ed eccoci giunti a parlare del duecentomilionesimo progetto di Tolkki nostro. Potremmo chiudere il discorso con due semplici constatazioni: 1) i Chaos Magic sono dei Within Temptation imbastarditi, miscelati con la più turpe dance anni 2000 (gli orridi Cascada in testa); 2) di caos in questo disco ce n'è in quantità industriale, di magia meno che in un romanzo di Fabio Volo. Ma, dato che una recensione non può fermarsi alle sparate giornalistiche, ecco che ci apprestiamo con somma prontezza e motivazione (bah) a entrare più nel dettaglio. I Chaos Magic nascono sulla scia del recente interesse di Tolkki per il symponic metal e per la musica stracolma di orchestrazioni (citofonare Avalon); per l'occasione il chitarrista finnico ha arruolato dietro il microfono la supersexy Caterina Nix, cantante cilena presente come guest star nel recente Angels of the Apocalypse (uscito sempre sotto il moniker Avalon). Il risultato è questo debutto insipido, moscio, totalmente dedito al cattivo gusto e al pressapochismo compositivo. Di Chaos Magic è impossibile salvare qualcosa: le melodie sono fiacche, trite, pigre; la produzione è totalmente randomica e manca di registrarsi, nel solco di una linea anche solo vagamente uniforme, brano dopo brano; le parti chitarristiche di Tolkki sono prive di mordente, ripetitive, basilari, inoffensive, piatte e, in alcuni frangenti, dal retrogusto persino amatoriale; la Nix sarà anche sexy, ma ha la malizia di una pagina di Playboy degli anni 80, sia vocalmente che esteticamente (in questi casi anche l'occhio vuole la sua parte): le linee vocali sono quanto di più scontato, monotono, pressappochista e dozzinale ci sia capitato di sentire da una band di questa "caratura" negli ultimi anni. Per non parlare dei testi, che paiono scritti da un'adolescente in calore formatasi su One Direction, Justin Bieber e Lady Gaga. Chaos Magic, in sostanza, è un clamoroso buco nell'acqua. Della carrellata di orribili pezzi che compongono la tracklist, uno dei più inascoltabili – I'm Alive – è stato addirittura selezionato come singolo di lancio; dire che gli Evanescence in confronto sembrano i Tool, in quanto a complessità struttural-musicale, non è un'esagerazione. Analizzando ancor più nel dettaglio il, deficitario, comparto sonoro del disco, salta subito all'orecchio l'incapacità oggettiva (o la mancanza di voglia) del Tolkki attuale di comporre qualcosa di più complesso e strutturato di: intro vagamente dark strumental-orchestrale, power chords a randello, chorus post-gregoriano, ritornello synth-pop, effetti stile Eiffel 65 dei "grandi classici". La Nix se non altro ci prova: la cantante ha una voce piuttosto anonima dal punto di vista timbrico, ma decisamente affinata sotto il profilo tecnico; l'impegno della misconosciuta singer cilena però, è lungi dall'essere in grado di risollevare la sciagurata operazione messa in piedi dall'ancor più sciagurato Tolkki.

Siete fan degli Stratovarius del periodo d'oro? Negli anni 90 Timo Tolkki era uno dei vostri chitarristi preferiti? Perfetto, non vi resta che ritirare fuori Episode e Visions, in attesa della prossima turpe turpitudine musicale (che non ascolterete) di questo squallido sosia del vostro finnico e panciuto eroe.



VOTO RECENSORE
40
VOTO LETTORI
75 su 5 voti [ VOTA]
Galilee
Venerdì 18 Settembre 2015, 18.12.42
9
In questo caso un Adieux è più appropriato.
Le Marquis de Fremont
Venerdì 18 Settembre 2015, 18.04.10
8
Tolkki? Da non credere... Au revoir.
xXx
Domenica 13 Settembre 2015, 9.50.26
7
tolkki tolkki, dimmi perchè, perchè lo fai???
DaX
Sabato 12 Settembre 2015, 14.49.06
6
Dimenticavo i Revolution Renaissance, talmente rilevanti da averli rimossi dalla memoria
Radamanthis
Sabato 12 Settembre 2015, 14.15.00
5
Finito veramente male il povero Timo. E dire che era una mia leggenda quando ero ragazzino e lui sfornava capolavori come Paradise, Forever & c. Poi dopo gli Elements il nulla assoluto fatta eccezione per qualcosa di Avalon. Peccato, ennesima occasione persa. Unica nota lieta è la bella Caterina Nix ma....per certe cose uno non ha bisogno di ascoltare la musica, no?
HeroOfSand_14
Sabato 12 Settembre 2015, 13.54.36
4
Imbarazzante, ho ascoltato solo il singolo è un altro brano di cui non ricordo il nome (e già questa non ė una buona cosa) e ho fatico ad arrivare in fondo ai due pezzi. Timo ha smesso di comporre musica col cuore anni fa, adesso partorisce dischi solo per campare a quanto vedo, riciclando sempre le stesse idee, ma peggiorandole di volta in volta. Una carriera bruciata nel modo peggiore. Pensando a quello che stanno facendo invece i suoi ex colleghi Stratovarius...
DaX
Sabato 12 Settembre 2015, 8.36.05
3
Una fine davvero ingloriosa, dopo i due Elements solo il buio... L'album degli Stratovarius del 2005 (peggiore della loro carriera), quella cosa che ha definito "rock opera" di una noia indicibile, il progetto Symfonia - dal quale forse un paio di pezzi si salvavano pure, il progetto Avalon - non così male il primo (nonostante le scopiazzature dagli Avantasia) e tremendo il secondo e adesso sto schifo. Tralasciando quella trovata del raccogliere soldi per registrare un album con la vecchia line-up degli Strato che non ha mai visto la luce, e forse questo è stato solo un bene (mi pare che i donatori fossero stati rimborsati, ma non vorrei sbagliarmi). Ti prego Timo basta, datti alla produzione, hai il tuo studio, fai quello nella vita!
lux chaos
Sabato 12 Settembre 2015, 2.27.12
2
Che fine di merda, poraccio...un altro disco che si aggiunge alla collezione di schifezze partorite da Timo negli ultimi 15 anni
Metal Shock
Sabato 12 Settembre 2015, 1.11.14
1
Ma quand`e` che Timo Tolkki si ritira in una baita sperduta in Finlandia e non rompe piu` i c.......i???
INFORMAZIONI
2015
Frontiers Records
Symphonic Metal
Tracklist
1. I'm Alive
2. Dangerous Game
3. One Drop of Blood
4. Seraphim
5. From the Stars
6. A Little too Late
7. Passionflow
8. Dead Memories
9. Please Don't Tell Me
10. Right Now
11. The Point of No Return
Line Up
Caterina Nix (Voce)
Timo Tolkki (Chitarra, Basso e Tastiere)
Jami Huovinen (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]