Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Foto inedite dal Backstage - Archivio personale di Francesco Gallina
Clicca per ingrandire
Foto inedite dal Backstage - Archivio personale di Francesco Gallina
Clicca per ingrandire
Foto inedite dal Backstage - Archivio personale di Francesco Gallina
Clicca per ingrandire
World Slavery Tour
Clicca per ingrandire
L'artwork integrale ad opera di Derek Riggs
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
HOUSTON
III

CONCERTI

18/11/17
EXTREME NOISE TERROR + GUESTS
CSO RICOMINCIO DAL FARO - ROMA

18/11/17
HELLOWEEN
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

18/11/17
BE THE WOLF + GUESTS
OFFICINE SONORE - VERCELLI

18/11/17
MORTUARY DRAPE + SULFUR + PRISON OF MIRRORS
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

18/11/17
CELESTIA + IMAGO MORTIS + BLAZE OF SORROW
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

18/11/17
HAVENLOST + DISEASE ILLUSION
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

18/11/17
ANIMAE SILENTES + VORTIKA
MOLIN DE PORTEGNACH - FAVER (TN)

18/11/17
DOMINANCE + CRISALIDE
BE MOVIE - SANT'ILARIO D'ENZA (RE)

18/11/17
UNMASK + KILLING A CLOUD
TEATRO LO SPAZIO - ROMA

19/11/17
CRIPPLED BLACK PHOENIX + EARTH ELECTRIC + JONATHAN HULTEN
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

Iron Maiden - Live After Death
( 14960 letture )
“We shall go on to the end, we shall fight in France, we shall fight on the seas and oceans, we shall fight with growing confidence and growing strength in the air, we shall defend our Island, whatever the cost may be, we shall fight on the beaches, we shall fight on the landing grounds, we shall fight in the fields and in the streets, we shall fight in the hills; we shall never surrender...”

Era il 14 ottobre del 1985 quando questo monumentale lavoro irruppe sul mercato, piazzandosi da subito nelle posizioni di vertice dell’Olimpo dei migliori dischi dal vivo di tutti i tempi. Del resto, dopo il clamoroso e più che meritato successo di Powerslave, lo step successivo non poteva che essere un disco dal vivo e data la gran massa di canzoni che dovevano essere incluse nella tracklist, questo non poteva che essere un doppio. La registrazione fu effettuata durante quel World Slavery Tour che ebbi la fortuna e l’onore di poter seguire dal vivo (e vi assicuro che se non c’eravate vi siete realmente persi qualcosa), per la precisione alla Long Beach Arena, come si evince chiaramente dalle ripetute esortazioni di Bruce Dickinson allo scream per ciò che riguarda le prime tre facciate, mentre la quarta (non inclusa nell’edizione su CD del mese successivo, ma inclusa in quella rimasterizzata del 1998), fu registrata presso l’Hammersmith Odeon di Londra, oggi denominato Apollo. In questa versione inoltre, Running Free viene dilatata fino a durare ben 8:16 minuti, restituendo parte della carica e del coinvolgimento espressi da questa versione appositamente preparata.

Questo doppio, introdotto dal discorso con cui Winston Churchill riuscì a fare leva sull’orgoglio degli inglesi scatenando la reazione contro l’invasore germanico -che riporto in testa alla recensione- viene aperto dalla coppia Aces High/2 Minutes to Midnight, e non c’è niente per nessuno, a tutt’oggi due delle canzoni più heavy di tutti i tempi e biglietto da visita dell’intero settore musicale. Devo purtroppo ripetermi, ma vi assicuro che ascoltare l’intro Churchill’s Speech nel buio assoluto, ed alla fine, in un’esplosione di luci, colori e musica, essere poi investiti dall’attacco di Aces High a dieci metri dal megapalco con Steve Harris che ti puntava addosso la paletta del suo basso, era una esperienza quasi mistica che da sola ripagava delle trentaquattro ore di treno necessarie per assistere al concerto. La coppia è del resto inscindibile dall’intro, in quanto Aces High tratta dello scontro aereo tra R.A.F. e Luftwaffe nei cieli d’Albione, mentre 2 Minutes to Midnight si riferisce al problema delle armi nucleari. Gli incroci dei soli in esse contenute sono a tutt’oggi semplicemente inarrivabili per impeto ed espressività, restando cristallizzati nel tempo come esempio dello stato dell’arte della musica heavy all’epoca dell’incisione.

Il resto della scaletta meriterebbe un capitolo per ogni brano, ma si corre il rischio di produrre un tomo dell’Enciclopedia Britannica; come condensare tutto in poche parole? Sono tutte canzoni che, per un verso o per l’altro, hanno fatto la storia della musica moderna. Voglio citare almeno Rime of the Ancient Mariner, dal poema romantico di S.T. Coleridge, che in Inghilterra è considerato più o meno come noi siamo abituati a considerare Dante. Una suite lunghissima che tocca tutte le corde dell’animo umano: epica, violenta, struggente, poderosa, dolcissima. Un Bignami dei sentimenti che albergano nell’animo umano della durata di più di tredici minuti; fantastica. Anche Hallowed Be Thy Name va parimenti citata. Poche storie, è una delle più belle canzoni di sempre, e basta! Analizzare questa tracklist è comunque vano, tutto è stato detto (molto in questo sito, ed a questo proposito vi rimando alle recensioni per gli approfondimenti del caso) e poco vi è da aggiungere; è solo la migliore scaletta possibile. Niente cedimenti ed Iron Maiden al massimo della vigoria fisica ed esecutiva, con quarta facciata dedicata agli early days, un must per i fans della prima ora. Grandioso il lavoro grafico di Derek Riggs e piacevolissimo il collage di foto interno.

Da ciò che ho scritto qualcuno potrebbe pensare che il voto dovrebbe necessariamente essere 100, e invece no, un difetto questo doppio lo ha, e per me è anche relativamente grosso. Il fatto è che all’epoca i Maiden erano già una macchina da stage perfetta, persino troppo perfetta, tanto da fare sembrare Live After Death quasi un disco da studio. Anche il mixaggio asseconda questa sensazione, facendo restare gli effetti del pubblico sempre un po’ troppo smorzati, distanti. Un po’ di lavoro in post-produzione da parte di Martin Birch poi, elimina anche quelle minime pecche nell’esecuzione dei brani che sempre si possono riscontrare sul palco, specialmente nelle poche improvvisazioni. Paradossalmente quindi, un più contenuto intervento in questo senso avrebbe prodotto una incisione leggermente più sporca, più vera, che avrebbe reso meglio l’atmosfera da concerto che respirai all’epoca e di conseguenza più aderente alla realtà il disco. Forse però, è solo la nostalgia per quell’epoca che mi fa vedere le cose in questo modo, ed è altamente probabile che orecchie contemporanee abituate a suoni digitalizzati stentino a realizzare quanto voglio dire.

Assolutamente opportuno anche l’acquisto del DVD, per visionare -oltre che ascoltare- cosa fossero gli Iron Maiden all’epoca della produzione di questo doppio, sicuramente largamente superiore agli album dal vivo successivi, alcuni dei quali addirittura inutili. Ovviamente: UP THE IRONS!



VOTO RECENSORE
85
VOTO LETTORI
89.92 su 260 voti [ VOTA]
ilvinox
Venerdì 7 Luglio 2017, 21.50.46
130
Gran bella recensione, molto sentita, complimenti. Che disco grandioso, lo adoro! Nient'altro da aggiungere.
mikmar
Domenica 12 Giugno 2016, 1.15.03
129
85 ? 85 ?? 85 ??? 85 ???? NON SCERZIAMO SU' !!!! Al disco live più importante della storia dell'Heavy Metal diamo 85 ???? MINIMO 100, MA PROPRIO AD ESSERE SEVERI !!!! 100 100 100 100 100 100 100 100 100 100 !!!!
hermann 60
Venerdì 10 Giugno 2016, 18.10.51
128
Rappresenta il meglio della loro carriera con pezzi live 90
mario
Lunedì 9 Maggio 2016, 19.06.56
127
Non ti sbagli @Rik, è tutto un best of questo magnifico storico Live, merito del professionalissimo Birch, troppo perfettino?Embè, che male c'è, track list di brani da paura, grandissima Vergine di Ferro, allora facevano tremare il mondo, pura arte metalliche da insegnare alle nuove generazioni, e da tramandare ai posteri.
rik bay area thrash
Lunedì 9 Maggio 2016, 18.41.11
126
Apologia heavy metal !!! Iron maiden allo stato dell ' arte. Uno dei più bei live album di sempre (imho). Più che un live sembra un best of. La produzione è spettacolare. Certo qualcuno obietterà che è poco live, che il pubblico si sente poco, che è troppo perfetto. Può darsi. Nel mio piccolo resterà come un testamento musicale di un' epoca, gli anni 80, spettacolari, avendo avuto come colonna sonora l' heavy metal. Una Storia sempre emozionante, grandi iron maiden.
Rob Fleming
Mercoledì 27 Gennaio 2016, 8.56.36
125
Bellissimo. Ma quanto erano bravi i Maiden quando l'unico pezzo di lunga durata era ...ancient mariner?!? 85
peppe
Domenica 1 Novembre 2015, 9.02.54
124
non mi permetto di discutere il lavoro di raven, ma l 85 non è in mio nome, questo live è eternamente da 100 ..BEFORE AND AFTER DEATH!!!
Psychosys
Lunedì 14 Settembre 2015, 2.21.00
123
A parte l'incredibile scarica di adrenalina di Aces High (Headbanging assicurato, ogni volta!), il resto dei pezzi sembra suonato in studio. Non mi sento sotto al palco come succede altre volte con altri dischi. Peccato, perché la scaletta è buona, però mi sembra un live-studio.
lisablack
Domenica 13 Settembre 2015, 22.34.10
122
Forse il più bel disco Live della storia, una sfilza di classici e una produzione ottima. Per non parlare della copertina, per anni è stata appesa in camera mia, avevo il poster e lo veneravo come oggetto di culto, davvero bellissima. Qui gli Iron sono all'apice e per motivi personali io do 100 a questo capolavoro, per quello che ha significato per me.
Angelo
Giovedì 25 Giugno 2015, 9.42.11
121
Che nostalgia....la mia prima versione in cassetta negli anni ottanta. Ora acquistato prima in CD e poi anche in DVD e IMPARATO A MEMORIA!
Nosferatu_94
Mercoledì 10 Giugno 2015, 17.41.02
120
Ciao a tutti ... prendendo di riferimento solamente il live after death registrato a long beach vorrei fare prima una premessa e dire che la musica in studio di registrazione è, come si può dire ... "limitata""serrata" mentre la musica dal vivo è "illimitata" e appunto "viva" specialmente per una band come gli iron maiden che hanno incentrato tutta la loro carriera sulla performance sul palco. mi sono trovato in disaccordo con molti dei commenti che ho letto riguardo a questa produzione . ilprimo è la performance di Bruce.... è indiscutibile che alla prima song (aces high) SOLO DEL DVD !! bruce sia decisamente sottotono essendo una delle canzoni piu difficili a livello vocale ed è indiscutibile anche il fatto che la tracklist dello slavery tour non sarebbe potuto iniziare con un altra canzone.Gli basta però la canzone succesiva TMTM per scaldarsi a pieno e regalarci 86 minuti di puro divertimento. un concerto che rappresenta un evoluzione non solo per la band ma per l'intera scena musicale . il palcoscenico , le luci , le coerografie , il sound , la tracklist (90min) la forza del gruppo... sono strepitosi.. l'unica pecca del dvd secondo me è la qualità del video perche paradossalmente live a dortmound si vede meglio ... considero però il CD-ROM addirittura migliore del dvd (a livello sonoro ovviamente) e non mi dispiace affatto il lavoro di "post-pruduzione" gestito da quel grande di martin birch. era quello che avrei voluto da un disco live . per l'assenza della "presenza" del pubblico nelle registrazioni, pur se a stadio pieno (13000 persone) ho una mia teoria anche se non ne posso esserne certo. dal dvd è evidente il fatto che stanno quasi tutti a dormire!! solo pochi veri fan agitano le braccia qua e la... mentre gli altri, stanno tutti fatti marihuana!(non a caso stanno in california) altro che a live a dortmund dove ogni canzone è accompagnata dal coro del pubblico !! e paradossalmente il pubblico è piu presente nel cd che nel dvd in quanto è stato aumentato succesivamente. come dice birch in un'intervista per fare un buon live ci vuole molta fortuna perchè su 4 serate(come alla long beach arena) è difficile coordinare tutti i parametri musicali ed è difficile scegliere dove effeturare le registrazioni in quanto in un tuor come quello dei maiden che è immenso c'è sempre la possibilità che qualche piccola cosa che non vada ogni sera.in conclusione faccio un appunto sulle canzoni dei maiden dei primi anni (80'-81')con paul dianno interpretate da bruce dickinson . è chiaro che è un pò come mischiare il salato col dolce e questo ce lo fa capire anche lo stesso dickinson che non ci mette la stessa "verve" che mette nelle sue canzoni.. però è anche vero che traccie come iron maiden e running free le fà diventare molto simpatiche . detto ciò considero questo live stupendo!! amo gli iron maiden e alzerei il voto della recensione almeno a 95 . ciao a tutti UP THE IRON.
HMF LucaR16
Mercoledì 17 Dicembre 2014, 14.15.13
119
Giacopuglisi@gmail.com@ Concordo con te quando dici che Aces High è una canzone molto complessa quando non si ha la voce calda (ma anche per chi ha cantato un'oreta di fila il pezzo risulterebbe non troppo semplice). Secondo me invece Di 'Anno avrebbe retto eccome: anche grandi musicisti continuamente in tour come John Lennon, Ozzy, Mustaine, Hetfield e molti altri, che abusavano di sostanze non proprio leggere, continuavano a suonare e cantare senza molti problemi. Il disco a me piace, alcune canzoni raggiungono picchi indescrivibili (Aces High, The Trooper e Flight Of Icarus su tutte), ma complessivamente mi sembra una produzione molto fredda, non mi sento sotto il palco a pogare ed a fare headbanging. Molto meglio il Dvd. Voto Finale: 80
Giacopuglisi@gmail.com
Giovedì 4 Dicembre 2014, 17.06.07
118
Sono d'accordo con il commento di Davide! Le serate al long beach furone quattro di fila e martin seleziono' le versioni migliori e poi per quelli che sottolineano che bruce nella serata del dvd in aces high non ci "arrivava" voglio far presente che la canzone in questione è' di una difficoltà mostruosa soprattutto messa ad inizio concerto quando ancora la voce non è' calda, sentite infatti come canta rime(altra canzone mostruosamente difficile) a metà show quando la voce è' al top!, comunque quella fu una tournée con un numero folle di concerti che debilito' molto bruce al punto da costringerlo nel1989 ad operarsi alle corde vocali, PAUL di anno non sarebbe riuscito a completare neanche 1/3 del powerslave tour!
Sandro70
Martedì 2 Settembre 2014, 21.57.58
117
Live After Death è stato il mio primo live acquistato e quando lo ascolto mi da le stesse emozioni che mi dava nel 85,quando parte the trooper non ce ne per nessuno. Rimane un capolavoro ora come allora ( forse il migliore live album di tutti i tempi ). Voto 100.
Daniele 68
Martedì 2 Settembre 2014, 21.27.14
116
Comunque all'epoca i maiden erano veramente al loro apice e L.A.D e' specchio fedele di quel periodo.
klostridiumtetani
Martedì 2 Settembre 2014, 21.21.21
115
Era ovviamente IRONiko!
Daniele 68
Martedì 2 Settembre 2014, 21.19.20
114
Ahahah. Grazie x il boy
klostridiumtetani
Martedì 2 Settembre 2014, 21.13.29
113
E ti pareva che non si urtava la "sensibilità" di un Metallica fan boy!
klostridiumtetani
Martedì 2 Settembre 2014, 21.11.43
112
@Steelminded, che dire! Solo nei due pezzi che hai citato è racchiuso l'intero concetto non di Metal, ma di Musica! E quoto anche il resto... e anche nelle chitarre e nella batteria si sentono le "imperfezioni" da live. Il fatto è che erano Mostruosi!
Daniele 68
Martedì 2 Settembre 2014, 21.11.22
111
Non x fare l'ultras o x contraddire a vanvera,ma i "Beatles del metal" erano i Metallica. Quando iniziavano i concerti con Creeping ,Battery e Master e' game,set e match. Ciao
Steelminded
Martedì 2 Settembre 2014, 21.04.02
110
Secondo me gli Iron Maiden sono i Beatles del metal. Non ci so' caz Ho appena guardato un paio di pezzi dal DVD, tipo Powerslave e Aces High, mih che storia, che alchimia, che carica uniche... Una valanga di metallo!!! A proposito della troppa perfezione di cui parla la rece... Bruce il ritornello di Aces High non ci arriva mica... tant'è che ne abbassa la tonalità sulle parti più alte Devo dire quasi ovviamente...
Steelminded
Martedì 2 Settembre 2014, 21.04.02
109
Secondo me gli Iron Maiden sono i Beatles del metal. Non ci so' caz Ho appena guardato un paio di pezzi dal DVD, tipo Powerslave e Aces High, mih che storia, che alchimia, che carica uniche... Una valanga di metallo!!! A proposito della troppa perfezione di cui parla la rece... Bruce il ritornello di Aces High non ci arriva mica... tant'è che ne abbassa la tonalità sulle parti più alte Devo dire quasi ovviamente...
klostridiumtetani
Martedì 2 Settembre 2014, 17.26.17
108
Noto le differenze che rilevo tra un qualsiasi concerto vissuto in prima persona e relativo disco live! Ne più ne meno! Riguardo al discorso della "troppa perfezione" ricordo che la prima volta che li vidi dal vivo (e molte altre volte a venire) non potevo fare a meno di notare e pensare:"Questi sono così perfetti che sembra di ascoltarli dal disco!", cosa che per molti è un difetto, ma non per me. Fermo restando che comunque delle imperfezioni ci sono e si sentono! Non dimenticherei di rimarcare che comunque questo è un live tratto da quattro date differenti dalle quali è stato estrapolato il meglio...
Raven
Martedì 2 Settembre 2014, 17.12.28
107
Eri presente a quel tour come me e non noti le differenze? Non mi stupisce, visto che come notano altri la polemica è vecchia . Si badi che gli Iron erano la mia band preferita, degli autentici dei in terra per me, ma ciò non può esimermi dal rilevare delle (piccole) pecche, così come voi siete liberi di argomentare al contrario, ovvio. Anche io trovo deboli certe critiche, ma fa parte del gioco.
klostridiumtetani
Martedì 2 Settembre 2014, 16.59.24
106
No beh, non si tratta di fare polemica, ma qui sembra che solo gli Iron siano "colpevoli" di mixare gli album live! Cioè, non capisco di cosa stiamo parlando e dove si voglia andare a parare! Che poi gli Iron dal vivo erano quasi perfetti non è una novità
Steelminded
Martedì 2 Settembre 2014, 16.52.07
105
Ah, sbirciando i commenti qui sotto vedo che si tratta di vecchia polemica eheheh Beh mi pare abbastanza prevedibile che si scatenasso un vespaio
klostridiumtetani
Martedì 2 Settembre 2014, 16.32.11
104
A Milano! comunque non discuto le tue impressioni, semplicemente non sono per niente d'accordo e le trovo "deboli" come motivazioni. Lo trovo semplicemente un live fenomenale che mette in luce i pregi (tanti) e i difetti (pochi) di questa band. E la domanda più giusta sarebbe:"Eri presente alla Long beach Arena e all'Hammersmith da cui è tratto questo live?"
Raven
Martedì 2 Settembre 2014, 16.09.28
103
Eri presente durante quel tour a qualcuno dei concerti?
klostridiumtetani
Martedì 2 Settembre 2014, 15.50.52
102
Secondo me la motivazione di Raven fa acqua da tutte le parti. Se il difetto è che gli Iron erano una macchina "troppo" perfetta allora diamogli anche 0.
Steelminded
Martedì 2 Settembre 2014, 15.17.44
101
Grande Raven Come fare una recensione da 100 e mettere 85 No a parte gli scherzi, è motivato. Io sto iniziando una lista dei migliori live album ever e questo qui ce lo metto dentro: la migliore setlist possibile, se si escludono Seventh Son of a Seventh Son e almeno un paio da Somehwere in Time. Di voto darei un 97, anche se ora la conclusione di Raven mi fa un po' dubitare... avrà ragione lui??? Certo che no 97
Simon
Venerdì 8 Agosto 2014, 23.18.58
100
Questo album è indiscutibilmente bello ma preferisco dei dischi dal vivo con brani che non siano quasi-copie delle versioni in studio; sia chiaro, questo non è un difetto, è semplicemente una loro caratteristica.
DarkSide
Mercoledì 25 Giugno 2014, 12.16.14
99
Dimenticavo: voto 110 summa cum laude.
DarkSide
Mercoledì 25 Giugno 2014, 11.55.13
98
Semplicemente, il più bell'album della storia del Metal.
peppe
Giovedì 12 Giugno 2014, 21.28.42
97
è vero trucido, l ho trovato!
NihilisT
Giovedì 12 Giugno 2014, 15.02.27
96
85???ma dai...questo è un 100 senza se e senza ma..
Er Trucido
Giovedì 12 Giugno 2014, 14.55.37
95
In realtà ci sono tutte e tre
peppe
Giovedì 12 Giugno 2014, 14.50.33
94
cmnq il mio "personalissimo" podio è questo: D.P. MADE IN JAPAN- LED ZEP. THE SONG REMAINS THE SAME(q.cuno mi spieghi perchè nn ve n è qui recensione) e LIVE AFTER DEATH.
Immanuel Kant
Lunedì 5 Maggio 2014, 0.06.20
93
Il 21 gennaio dell'85 ero alla Radio City Hall di N.Y. per questo concerto. Non sono d'accordo con la motivazione dell'85: ovviamente un CD non è come aver sentito dal vivo una band che era al top top top (e lo stesso vale con gli altri concerti che ho sentito: nessun CD potrà mai replicare la magia del concerto Metallica/Guns il 18 luglio del '92 sempre a N.Y, quella di The Wall il 26 febbraio dell'80 al Nassau Coliseum, i Queen il 29 giugno dell'86 a Monaco ecc ecc), ma bisogna essere obbiettivi: non possiamo pretendere che un CD ci faccia rievocare quelle magiche ore. Quello che io sento qua è però un fantastico resoconto di un concerto memorabile e gli do un 95 come minimo. Fa il suo lavoro in maniera davvero egregia. Long live rock
venom
Domenica 4 Maggio 2014, 13.19.54
92
se il geniale leonardo da vinci avesse fatto un disco sarebbe stato live after death!semplicemente un opera ineguagliabile nella storia del meta lgrandioso in tutto.
Mark
Domenica 4 Maggio 2014, 0.02.54
91
Il miglior live dei Maiden (anche se, sia BBC Archives, sia Beast Over Hammersmith, riservano bombe notevoli), il loro secondo miglior album di sempre. Una potenza evocativa senza uguali. Piacere per i timpani.
davide
Mercoledì 16 Aprile 2014, 14.12.30
90
a tutti i fans dei maiden consiglio di reperire anche il live beast over hammersmith doppio cd del marzo 1982 che contiene numerosi pezzi dei primi due album iron maiden e killers cantati da bruce anche questo un live da 100
deedeesonic
Giovedì 27 Marzo 2014, 12.52.06
89
Per carità! Ho solo espresso il mio punto di vista, che non intende affatto delegittimare quello della recensione!
Raven
Giovedì 27 Marzo 2014, 11.39.23
88
Rispetto completamente le opinioni altrui, specialmente quelle che dissentono dalla mia. Solo una cosa: 85/100, arrivando a 15/100 dalla perfezione, non è un voto basso, tutt'altro.
deedeesonic
Mercoledì 26 Marzo 2014, 22.48.54
87
@davide ,io non posso che darti ragione, e per me meriterebbe un voto maggiore, anche perché non mi trovo d'accordo con le motivazioni della recensione per un voto così basso, perché ho assistito anch'io a quel tour, e quando uscì il VHS mi restituì le stesse emozioni; ben confezionate certo, ma le stesse emozioni e sensazioni! Semplicemente, a mio avviso, il top inarrivabile! Il giorno a cui assisterò a qualcosa di meglio sarò pronto al revisionismo (e ne ho visti tanti... ma tanti...) ma fino ad allora... UP THE IRONS!
davide
Mercoledì 26 Marzo 2014, 22.26.38
86
dico soltanto una cosa non cè e non ci sarà mai un live bello come questo veramente incredibile la prestazione dei musicisti tutti i pezzi sono da capogiro un live che non ha confronti
enzo
Martedì 11 Febbraio 2014, 0.48.46
85
epocale e basta cosa vogliamo parlare pero bruce canta meglio in rock in rio anche perche qui veniva da un tour de force grandissimi leggendari unici
Diego
Giovedì 26 Settembre 2013, 16.22.09
84
Come al solito mi impongo di non intervenire mai quando in mezzo ci sono i Maiden, ma quando sento parlare di tracce vocali registrate in studio mi parte l'embolo! Se ascoltate il vinile/CD e la versione in VHS (ora anche in DVD) noterete che suonano molto diverse (prendete la strofa iniziale di Aces high per esempio), questo perché sul disco sono finite le selezioni di quattro shows alla Long Beach Arena. Non toccatemi gli Iron, grazie ^_^
IOMESTESSO
Giovedì 26 Settembre 2013, 15.56.04
83
voto 100 questo è il disco metal dal vivo per eccellenza!
davide
Mercoledì 18 Settembre 2013, 23.14.10
82
questo secondo me il miglior live album di tutti i tempi in campo hard heavy al secondo posto metto quello dei judas del 79 e al terzo made in japan
Raven
Domenica 11 Agosto 2013, 19.01.23
81
Ti assicuro che dal vivo traspariva molto di più. Ovviamente la recensione fatta sul vinile.
stranger in a strange land
Domenica 11 Agosto 2013, 17.58.41
80
...anche per questo disco - come per Somewhere in time - la votazione a mio parere deve essere decisamente superiore. Questo live è uno dei monumenti vinilici dell'hard rock/heavy metal. Una band al top della forma, reduce dalla registrazione di un disco notevolissimo (Powerslave) e iper-rodata nell'esecuzione live dei brani da un tour mondiale di durata record. Insomma una macchina perfettamente oliata, eppure ancora capace di creare energia viva che traspare dai solchi di questo disco (sì, il ricordo è legato ancora al doppio vinile...che ci volete fare!). Per me un 98. Niente di meno, forse di più
iron
Mercoledì 7 Agosto 2013, 2.32.12
79
scusa ma 85?ma vale minimo 95
deedeesonic
Venerdì 21 Giugno 2013, 13.22.05
78
@Samba, figurati, anch'io non sono sicuro al 100%. Adesso cerco anch'io in mezzo ai miei "archivi", chissà che così salti fuori la verità
Raven
Giovedì 20 Giugno 2013, 21.07.19
77
Commento 69:I presupposti sono sbagliati a tuo parere, non a quello dello scrivente.
Sambalzalzal
Giovedì 20 Giugno 2013, 20.54.13
76
scusa Deedeesonic@ mi sa che ti ho detto una cazzata! Sto tentando di ritrovare il punto in cui pensavo che lo dicevano ma non lo ritrovo! Cmq di sicuro l'ho letto! Come ti dicevo non ho detto la cosa x denigrare questo live che x me rimane uno dei capisaldi ma sono sicuro che la cosa l'ho letta! appena la ritrovo o mi rendo conto di aver ricordato male ti rispondo!
deedeesonic
Giovedì 20 Giugno 2013, 19.50.28
75
Si ok, ma non ricordo parti nella biografia dove gli Iron stessi affermano che la voce fu interamente ri-registrata, mentre ho questo ricordo a un'intervista a Birch. Poi magari me lo sono sognato...
Sambalzalzal
Giovedì 20 Giugno 2013, 19.43.53
74
Bruce Dickinson arrivò a quella serie di concerti totalmente disintegrato e fu a "causa" sua che il tour di supporto al Live After Death fu in seguito cancellato. Da li in poi peraltro iniziò a soffrire di problemi alla laringe che terminarono a ridosso dell'album Seventh Son quando venne operato per la rimozione di alcuni noduli.
deedeesonic
Giovedì 20 Giugno 2013, 19.42.13
73
Quale "Le origini del mito"?
Sambalzalzal
Giovedì 20 Giugno 2013, 19.36.24
72
deedeesonic@ leggi la biografia!
deedeesonic
Giovedì 20 Giugno 2013, 19.23.18
71
Da quello che so io invece Martin Birch a tal proposito disse:"... la voce di Bruce fu ritoccata solo in quattro, cinque punti, più per una questione di volumi che di altro...", questo è quello che ricordo di un'intervista.
Sambalzalzal
Giovedì 20 Giugno 2013, 19.16.27
70
attenzione, anche a detta dei Maiden le tracce di voce di Dickinson furono INTERAMENTE riregistrate in studio. ciò non toglie che questo è stato ed ancora è uno dei Live migliori della storia del metal!
ilmetalèbello
Giovedì 20 Giugno 2013, 18.45.36
69
"Un po’ di lavoro in post-produzione da parte di Martin Birch poi, elimina anche quelle minime pecche nell’esecuzione dei brani che sempre si possono riscontrare sul palco, specialmente nelle poche improvvisazioni." in realtà pecche di esecuzione ce ne sono molte (imprecisioni sul tempo, sulle parti, sulle parti di chitarra...esattamente dove dovrebbero esserci in un disco live genuino... molte sono anche le improvvisazioni delle chitarre), e il disco sembra piuttosto registrato in presa diretta (anche se non è così). Running free sul cd è stata malamente tagliata per far rientrare l'audio nei 75 minuti, la capienza max per i cd dell'epoca, quella di 8 minuti è la versione che hanno suonato per tutto il tour, e che bene o male continuano a riproporre. Effettivamente il pubblico è un po' indietro, ma a mio avviso è solo dagli anni 90 che il pubblico "suona" così forte nei dischi live... insomma, un 85 ingiusto fondato su presupposti sbagliati.
iron
Giovedì 25 Aprile 2013, 14.02.27
68
dai su un 100 ci stà
Raven
Domenica 24 Marzo 2013, 18.38.37
67
lo so, l'ho visto
Philosopher3185
Domenica 24 Marzo 2013, 18.33.55
66
io gli avrei dato almeno 95! non è solo per il fatto che i nostri erano in forma straordinaria,ma anche per la scaletta e soprattutto le idee per il palco(nel 1985,non era cosa da tutti i giorni vedere uno stage come quello degli iron maiden di powerlsave).
Cujo
Venerdì 25 Gennaio 2013, 20.06.58
65
Aggiungerei Rust in peace live dei Megadeth .
Radamanthis
Venerdì 25 Gennaio 2013, 11.50.09
64
Di live di questo livello credo ci siano solo Live shit dei Metallica e Live in the UK (versione completa) degli Helloween...questa la mia top 3! Voto 95
Luke25
Venerdì 25 Gennaio 2013, 11.42.57
63
Ho seguito il consigli del recensore acquistando il DVD e non c'è molto da dire visto che Raven ha già detto tutto... veramente un gran live!!!
dario
Lunedì 17 Dicembre 2012, 20.35.00
62
A parimerito di questo immenso capolavoro live metto solo Made in japan, dei grandi maestri capofila, Deep Purple. Ma cosa ve lo dico a fare !!!!
Macca
Sabato 15 Dicembre 2012, 23.59.12
61
Uno dei più bei live di tutti i tempi.
ac
Martedì 30 Ottobre 2012, 13.52.02
60
Ogni volta che ascolto questo meraviglioso cd provo delle emozioni fortissima e ogni volta e' come se fosse la rpima volta voto 100 su 100!
Sambalzalzal
Giovedì 16 Agosto 2012, 9.32.34
59
Beato te, @Raven!!!!!!!!!Di sicuro uno dei Live più belli di tutti i tempi con tutti i Maiden in forma smagliantissima!!! Alla fine di quel concerto (ma mi chiedo alla fine di tutto il tour) quanti litri di sudore perse Bruce Dickinson!?!?!?!?!? Lessi da qualche parte che tutte le tracce vocali furono completamente reincise in studio perchè la qualità dell'audio in quell'occasione non fu delle migliori forse le "pecche" di perfezione di cui parli tu possono dipendere da quella cosa li... qualcuno mi sa dire se è vero? Giusto una curiosità la mia perchè su questo live album veramente non si discute!!!
Theo
Venerdì 27 Luglio 2012, 14.25.49
58
il mio live preferito in assoluto, per me è perfetto... Voto 99 sia ai cd che al dvd, preferisco le canzoni qui che in studio
NIKKOX
Giovedì 28 Giugno 2012, 18.10.24
57
Davvero un gran live, consiglio a tutti di comprare il DVD, che contiene degli extra davvero succosi. Voto: 90
Joker
Giovedì 28 Giugno 2012, 12.50.48
56
85 mi sembra davvero troppo penalizzante, capisco anch'io che quella sensazione di "rifinito meglio per non sentire le imperfezioni" farebbe storcere il naso, non sò, ai Deep Purple di Made In Japan per esempio, ma resta comunque il loro miglior album live (nonostante io preferisca vedere i fan impazziti di oggi nel DVD di Flight 666, che in un certo qual modo ne riprende le radici dal World Slavery Tour). Se si considera ciò, io direi che da 99 si passa a 90.
Celtic Warior ( fighters )
Lunedì 16 Gennaio 2012, 13.01.39
55
Grande Billo , buongustaio , up the irons !!! 3
BILLOROCK ( Vincitore del derby Milanese)
Lunedì 16 Gennaio 2012, 12.55.54
54
Nella rimasterizzazione del 98 (che posseggo) hanno fatto una ca..ta, ovvero fare 2 cd in cui nel secondo ci son solo 5 canzoni ( è vero che fa da dvd) però a livello musicale lo tendi a trascurare, preferendo ascoltare il cd 1 più completo!!
Finntrollfan
Venerdì 6 Gennaio 2012, 11.57.55
53
Ho acquistato in offerta pochi giorni fa il DVD del live alla Long beach arena: uno dei miei più grandi acquisti del 2011!! Lo amo alla follia! Ha una setlist che fa davvero paura (run to the hills, number of the beast, running free, iron maiden, hallowed be thy name, revelations, powerslave, sanctuary, rime of the ancient mariner, the trooper, flight of icarus, aces high e 2 minutes to midnight)... un 100 è d'obbligo
yargaglaw
Lunedì 12 Settembre 2011, 22.23.54
52
85??? ma dai. Live splendido uno dei migliori del metal, voto 96, e tra l'altro una copertina fantastica, per me la migliore dei maiden
BILLOROCK fci
Lunedì 1 Agosto 2011, 7.37.32
51
acquistato pochi mesi or sono, a repentinamente scalato la mia personale rock hit list, diventando uno dei miei cd preferiti di sempre !!! 90
metalhammer
Giovedì 14 Luglio 2011, 23.05.38
50
Ho acquistato il Dvd del concerto alla Long Beach Arena: magnifico, spettacolare. Ho letto su un altro sito (frs truemetal.it) che la scenografia egizia adottatata dagli Iron Maiden in relazione alla copertina di "Powerslave", generò un forte screzio con il grande Ronnie James Dio, all'epoca al suo secondo album da solista, perchè anche lui, x via della canzone "Egypt", utilizzò fondali in stile faraonico. Tornando al Dvd "Live Afther Death", ne consiglio l'acquisto xkè nel secondo disco compaiono delle gemme rarissime: il primo "Rock in Rio" del 1985 (50 min., cn: Aces Hight, 2 Minutes to Midnight, The Trooper, Revelation, Powerslave, Iron Maiden, Run to the Hills e Running Free) e un lungo documentario (57 min.) intitolato "Behind of Iron Curtains", inerente alla parte del World Slavery Tour "dietro la Cortina di Ferro" comunista. Interessantissimo e divertente. Vedrete come erano semplici i metallari d'oltrecortina, e i sacrifici fatti da questi x procurarsi i primi album degli Iron e di altre band inglesi o statunitensi, osteggiate dalle autorità socialiste.
Argo
Domenica 6 Marzo 2011, 21.00.16
49
Una capsula del tempo di un'epoca d'oro per il metal. L'unico mio rammarico per questo disco è che avrei voluto un live del genere per il Somewhere on tour...
blackie
Domenica 6 Marzo 2011, 20.50.00
48
UN MONUMENTO! il piu grande live della storia!capolavoro assoluto una band di belve con un dickinson stratosferico!la versione di rime ancient mariner e qualcosa di unico!
jek
Domenica 9 Gennaio 2011, 20.21.47
47
uh uh, io nella tappa a milano c'ero. Ottimo live per la nostalgia.
zoso
Giovedì 30 Dicembre 2010, 13.23.58
46
uno dei live più importanti della storia della musica rock e metal.
Ravrn
Sabato 11 Settembre 2010, 10.45.13
45
Minchia Hellvis, potevi urlare di più. Sono d'accordo con te, troppi aggiustamenti in studio, troppo patinato.
hellvis
Sabato 11 Settembre 2010, 10.19.33
44
Hey, lo sapete che in questo disco ci sono pure io? Vi lascio rosicare alla grande ma l'ultima facciata registrata all'Hammersnìmith Odeon di Londra vede la mia presenza quindi tra quelli che urlano c'è pure il sottoscritto. Peccato solo che in fase di mixaggio il pubblico sia stato scandalosamente abbassato, sembra di essere in mezzo a delle suore! Ad essere sincero anche lo show alla Long Beach Arena non mi entusiasma tanto. Ci sono decine di bootleg in giro di questo tour dove i Maiden (in special modo Bruce) sono senz'altrio in serate migliori e l'impatto sonico è da effetto Hiroshima. Qui è tutto bello pulito e patinato. Però alla fine il prdotto com'è presentato è bello e fa sognare ad occhi aperti. Però io preferisco Rock in Rio. P.S. Anch'io ero a Bologna. Come ricordo ho la carica della polizia che ci ha menato mentre non stavamo facendo assolutamente nulla. W l'Italia.....
leonardo
Venerdì 10 Settembre 2010, 15.52.44
43
ascoltando la versione rimasterizzata dickinson è grande ! a parte che nella prima traccia (forse troppo pretestuosa da esibire in live ma sempre bellissima),cavoli la differenza è abissale mi ha stregato soprattutto nel cd 2
leonardo
Lunedì 23 Agosto 2010, 14.05.46
42
personalmente mi piace più a real live dead one perchè le chitarre sono poco potenti e bruce non è più quello del beast over hammersmith a parte poche canzoni (non che nel sopracitato sia meglio, anzi.....
Franky1117
Sabato 21 Agosto 2010, 18.48.59
41
Comunque tra i migliori live metal citerei il live shit dei metallica, alive in athens degli iced earth e ready for boarding dei running wild
Franky1117
Sabato 21 Agosto 2010, 18.23.12
40
si certo, grande live, ottima produzione e scaletta pazzesca(sto parlando della versione su CD).... ma non sembra anche a voi che nel primo disco, dopo powerslave bruce comincia a cantar male (come se avesse il rafreddore), anche the trooper non mi sembra cantata benissimo.Quelle cantate meglio mi sembrano revelations e flight of icarus. Linciatemi pure ma scaletta a parte preferisco il rock in rio (si sente anche molto di più il pubblico)
Gemini
Sabato 17 Luglio 2010, 14.32.32
39
Grande band, grande scaletta, grande album, grande illustrazione Uno dei live più belli che abbia mai ascoltato, sicuramente il miglior live degli Iron: massimo dei voti per me
Frank93
Venerdì 21 Maggio 2010, 23.03.06
38
Grande album live... Eccellente scaletta, che presenta anche quattro pezzi dal nuovo Powerslave.
Raven
Mercoledì 8 Luglio 2009, 8.19.23
37
Io ero a Bologna
bmw69
Martedì 7 Luglio 2009, 15.04.45
36
Comunque gran disco e gran tour... con il vecchio palatenda a Milano gremitissimo. emozionante! ciao
Raven
Lunedì 6 Luglio 2009, 16.13.50
35
Nessuno stupore, ognuno la pensa come vuole, e poi neanche io considero questo tra i migliori 5 live di sempre.
bmw69
Lunedì 6 Luglio 2009, 15.45.38
34
So che scateno un putiferio ma il live più tosto in assoluto è Rock 'n Roll Animal di Lou Reed (con produzione Alice Cooper): suona meglio di LAD, più live. Ho il bootleg della serata di Londra all'Hammersmith, Powerslave tour e la differenza con il 4° lato di LAD si sente eccome!
Curte
Martedì 3 Marzo 2009, 16.44.00
33
Ma stiamo scherzando? Doppio vinile di qualità IMMENSA! Imperdibile, unico, meraviglioso!
Maurilio
Mercoledì 28 Gennaio 2009, 18.56.10
32
Live leggendario! Secondo me il piú bello nella storia del metal!
AL
Martedì 20 Gennaio 2009, 9.52.30
31
consiglio a tutti il doppio DVD!!! il secondo disco è da paura.. concordo con il voto di Raven... scaletta da paura ma troppi ritocchi in studio... sicuramente è il miglior live dei maiden (quelli successivi, soprattutto real live one e real dead one o il donington 92 sono registrati di merda...)
Raven
Giovedì 13 Novembre 2008, 8.18.48
30
No, è che ognuno è libero di pensare come vuole, io lo rapporto a tutta la carriera, e poi, come ho scritto, ho molte riserve sulla produzione.
sokiNikos
Giovedì 13 Novembre 2008, 3.10.59
29
Ma c'è qualcosa che mi sfugge? Voto recensore:85 Voto lettori:88 Forse alla fine non è uno degli album più importanti nella storia del metal...
Sephirock
Domenica 7 Settembre 2008, 15.20.09
28
Oddio, Vittorio, il miglior live di sempre non esageriamo... Ti ricordo che esiste un album live chiamato "Made in Japan"... Comunque anche LIve After Death ottimo, consiglio a tutti il DVD, anche se lì Aces High è cantata un po' da schifo, ma non fa niente in confronto a tutto il resto!
VITTORIO
Lunedì 30 Giugno 2008, 13.01.34
27
IL MIGLIOR LIVE DI SEMPRE!! UN PIETRA MILIARE DEL ROCK!! UP THE IRON
Raven
Lunedì 24 Marzo 2008, 14.40.02
26
Si, in effetti si dovrebbe tenere conto anche di queste cose
Daniele
Lunedì 10 Marzo 2008, 23.11.10
25
Ma ci rendiamo conto che questo live é cantato un centinaio di serate DOPO l'inizio del tour e che un cantante normale sarebbe già scoppiato? Guardate le date sul booklet del cd. Avrebbero dovuto farlo ad inizio tour, quello sì...ma dire che Bruce non avesse controllo vocale...effettivamente Beast Over Hammersmith é cantato grandiosamente. Ma ascoltate qualche canzone dell'87-88 dall'Eddie's archive e sentirete che anche lì Bruce non era al top. Purtroppo non si é mai risparmiato dal vivo ed é normale che la voce cali o che non riesca a tenere note prolungate, come capita ad ogni cantante che in un anno e mezzo si scoppia 322 date!
airraidsiren
Venerdì 15 Febbraio 2008, 22.08.30
24
beh ke dire...io ho sl il cd,è la recensione d questo concerto è proprio come la farei io...o anke meglio eh.....sxo ke anke il dvd sia bello...nn ho altro da aggiungere i pezzi e la performance della band sn descritti in maniera egregia!!sl una cosa..il voto..85 nn t pare un po bassino? ...UP THE IRONS
Raven
Venerdì 8 Febbraio 2008, 16.36.04
23
Io devo ancora provvedere
claudio
Lunedì 4 Febbraio 2008, 11.51.04
22
Acquistato il gg dell'uscita. Il doppio dvd e' uno spettacolo. Il dvd 2 con il documentario di quel periodo e' ancora piu' interessante soprattutto per chi non conosce bene gli Iron. Assolutamente da comprare.
Francesco Raven
Mercoledì 9 Gennaio 2008, 17.49.43
21
Up the Irons
theclansman
Sabato 5 Gennaio 2008, 21.26.38
20
Scusa Francesco , ma io mi riferivo al commento di marco( disco ricantato in studio) mi sebra a dir poco eccessivo... Alcune canzoni della seconda serata sono nel LAD, ho il bootleg di incredibile qualità , bruce canta uguale al LAD, Ma dove sono queste sovraincisioni?Comunque UP THE IRONS!
Yossarian
Domenica 30 Settembre 2007, 15.44.52
19
...infatti, the clansman....ma vai a cagare.....
Francesco Gallina
Martedì 24 Luglio 2007, 11.12.38
18
La versione vhs fu registrata nel secondo concerto alla LB arena. Ciò non toglie che ci siano overdubs in studio sia strumentali che vocali. Tutto sommato così rimbambiti non siamo.
theclansman
Domenica 3 Dicembre 2006, 23.34.16
17
Siete proprio rimbambiti , la VHS è semplicemente stata registrata una serata diversa da quella del disco ( hanno suonato 4 serate a long beach ) , informatevi prima di scrivere cavolate .
Frank-catch22
Sabato 11 Novembre 2006, 21.23.09
16
anche io ho notato che la vhs ed il disco sono cantati in maniera diversa,cmq che capolavoro!!!!!!
francesco Gallina
Sabato 11 Novembre 2006, 8.02.29
15
Quando scrivevo "lavoro in post-produzione di M.Birch" mi riferivo anche a questo. Ci sono anche parecchi overdubs strumentali.
Marco
Venerdì 10 Novembre 2006, 20.16.23
14
Non vorrei rovinare un monumento del genere, ma il disco è stato ricantato da Bruce in studio. Guardare la vhs "Live after Death" per sentire il cantato originale con le vostre orecchie.
Mick
Mercoledì 18 Ottobre 2006, 19.01.31
13
Il concerto è meraviglioso anche se, come molti di voi hanno notato, è cantato un po' maluccio. Il miglior live per me è e rimarrà "Beast over hammersmith"! Cmq nessuno può negare che Bruce sia un singer stratosferico però, canta come un cane le canzoni che in origine erano di Paul Di Anno. X me Paul, in fatto di spontaneità e espressività sarà sempre un passo avanti. Cmq, quest'album è storia e 67 non è un giusto voto!!!!!!!!!
Francesco gallina
Lunedì 16 Ottobre 2006, 8.16.37
12
Può darsi, può darsi, ma a giudicare da quanto si è abbassata la media voto sei stato ingeneroso
francesco
Sabato 14 Ottobre 2006, 23.07.19
11
assolutamente bruce non canta bene. su acess high. su run to the hills il ritornello è abbassato di un tono e non fa gli acuti, anche su altre canzoni ha problemi e rovina la prestazione complessiva. ha cantato molto meglio sui live che ho visto del 1982 "the beast on the road" li era strepitoso
Stefano
Venerdì 13 Ottobre 2006, 15.17.51
10
Vabbè, purtroppo ho 27 anni e all'epoca ero un po' troppo piccolo. Comunque buon per te, che li hai conosciuti al loro apogeo. Se quella di iniziare con "Aces High" era una loro scelta improrogabile, ok; prima, magari, avrebbero potuto far scaldare meglio Bruce. Nonostante ciò, come detto, l'album è fantastico.
francesco gallina
Venerdì 13 Ottobre 2006, 9.02.40
9
Grande chiusura, comunque se dai un'occhiata alle foto allegate forse potresti intuire di chi parlo quando dico "persona degna di fede".
Stefano
Mercoledì 11 Ottobre 2006, 18.58.33
8
Vabbè, in finale sti cazzi.
Francesco gallina
Mercoledì 11 Ottobre 2006, 17.14.17
7
E ti assicuro che chi me lo ha detto era degno di fede
Francesco gallina
Mercoledì 11 Ottobre 2006, 17.13.34
6
Non si poteva, perchè lo show e lo stage erano concepiti così, con una scaletta precisa x poi giungere all'acme con Powerslave
Stefano
Mercoledì 11 Ottobre 2006, 14.11.37
5
Lo so perfettamente, che tour era. Questo non vuol dire niente: se "Aces High" fatta subito lo metteva in difficoltà, potevano benissimo spostarla in scaletta. Nessuno li avrebbe arrestati, per questo.
francesco gallina
Lunedì 9 Ottobre 2006, 13.54.44
4
Era il world slavery tour, non si poteva che aprire così.
Stefano
Lunedì 9 Ottobre 2006, 13.49.44
3
In effetti, mi pare che Bruce lasci abbastanza a desiderare su alcuni pezzi, come "Phantom Of The Opera" e l'iniziale "Aces High". In questo secondo caso, credo sia stato sbagliato iniziare il concerto già con un pezzo così impegnativo a livello vocale. Ma a parte queste smagliature, l'album è letteralmente DA PAURA e per quanto mi riguarda viene dietro "Made In Japan" dei Purple nella mia classifica dei migliori live di sempre.
Francesco Gallina
Domenica 8 Ottobre 2006, 11.13.00
2
Sono d'accordo, in effetti lo ricordo cavarsela spesso più col mestiere che con la tecnica. Paradossalmente meglio in seguito.
Thomas
Sabato 7 Ottobre 2006, 14.21.04
1
Grandissima recensione. Esco un po' dal coro dicendo che questo live è suonato quasi perfettamente ma cantato in maniera discutibile. Nonostate Bruce fosse in possesso di una super voce all'epoca non aveva un grande controllo dal vivo; con gli anni è lentamente migliorato...
INFORMAZIONI
1985
EMI
Heavy
Tracklist
Disc 1
1. Intro: Churchill's Speech
2. Aces High
3. 2 Minutes to Midnight
4. The Trooper
5. Revelations
6. Flight of Icarus
7. Rime of the Ancient Mariner
8. Powerslave
9. The Number of the Beast

Disc 2
10. Hallowed Be Thy Name
11. Iron Maiden
12. Run to the Hills
13. Running Free
14. Wrathchild
15. 22 Acacia Avenue
16. Children of the Damned
17. Die with Your Boots On
18. Phantom of the Opera
Line Up
Bruce Dickinson (Voce)
Steve Harris (Basso, Voce)
Dave Murray (Chitarra)
Adrian Smith (Chitarra, Voce)
Nicko McBrain (Batteria)
 
RECENSIONI
72
80
81
81
90
s.v.
s.v.
69
53
90
69
81
75
71
99
86
85
99
80
90
95
83
85
92
96
ARTICOLI
27/07/2016
Live Report
IRON MAIDEN + THE RAVEN AGE
Lisbona/Assago (MI), 11-22/07/2016
24/01/2015
Articolo
IRON MAIDEN
757 Stranger in the... Maiden - La logistica della Bestia
14/03/2013
Articolo
IRON MAIDEN
Run to the Hills: In Memory of Clive Burr
11/05/2012
Articolo
IRON MAIDEN
Paul Di'Anno, la biografia
13/04/2012
Articolo
IRON MAIDEN
Nicko McBrain, la biografia
19/03/2012
Articolo
IRON MAIDEN
Janick Gers, la biografia
18/02/2012
Articolo
IRON MAIDEN
The Voice Of The Beast, # 4
11/02/2012
Articolo
IRON MAIDEN
Dave Murray, la biografia
01/02/2012
Articolo
IRON MAIDEN
The Voice Of The Beast, # 3
24/01/2012
Articolo
IRON MAIDEN
Adrian Smith, la biografia
14/01/2012
Articolo
IRON MAIDEN
The Voice Of The Beast, # 2
08/01/2012
Articolo
IRON MAIDEN
Steve Harris, la biografia
04/01/2012
Articolo
IRON MAIDEN
The Voice Of The Beast, # 1
23/10/2011
Articolo
IRON MAIDEN DALLA A ALLA Z
La recensione
06/10/2011
Articolo
IRON MAIDEN
Bruce Dickinson, la biografia
20/04/2011
Articolo
IRON MAIDEN
Nel nome di Eddie
07/01/2011
Articolo
IRON MAIDEN
Le Origini Del Mito - Lettura, analisi e critica
20/08/2010
Articolo
IRON MAIDEN
Sia santificato il loro nome
14/02/2008
Editoriale
IRON MAIDEN!
Vinci 2 t-shirt esclusive
03/07/2007
Live Report
IRON MAIDEN + MOTORHEAD + MACHINE HEAD
Stadio Olimpico, Roma, 20/06/2007
22/03/2003
Articolo
IRON MAIDEN
La biografia
10/10/2002
Articolo
IRON MAIDEN
Le interviste del Rock in Rio
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]