Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Premiata Forneria Marconi
Emotional Tattoos
Demo

Cortex Complex
Memoirs of an Apocalypse
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
WILDNESS
Wildness

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
DEGIAL
Predator Reign

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

CONCERTI

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

24/11/17
INDACO + MOUNTAINS OF THE SUN
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

25/11/17
COUNCIL OF RATS + NIDO DI VESPE + MALLOY
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

25/11/17
PROSPECTIVE + UNDERTHEBED + OBSCURAE DIMENSION
CENTRO GIOVANILE CA' VAINA - IMOLA

Trivium - The Crusade
( 9869 letture )
Dopo due dischi come Embers to Inferno e Ascendancy in pochi si aspettavano un album del genere. E' pur vero che nel marasma metalcore i Trivium (assieme ai Chimaira) erano quelli che più di tutti facevano uso di riff thrash al 100%, rifacendosi alle sonorità della bay area degli anni 80-90, ma pubblicare un disco appartenente a quel periodo ha spiazzato un pò tutti. Non si tratta di un passo indietro ma di un vero e proprio ritorno al passato con il quale furbescamente il gruppo americano cerca di accaparrarsi la simpatia dei "vecchi metallari" dopo aver fatto furore tra quelli giovani.

Gli aspetti moderni dell'opera sono confinati all'approccio esecutivo e alla solita produzione stellare di Colin Richardson, unitamente a qualche coro melodico che tanto sa ancora di "core" e che in qualche episodio spezza l'impeto delle canzoni (un esempio è l'iniziale Ignition). Per il resto si tratta di un enorme calderone ribollente di thrash metal dei tempi che furono condito da assoli e sporadiche cavalcate alla Iron Maiden. Quasi tutta la musica presente su questo album è stata già scritta tra il 1983 e il 1990: giusto per darne un'idea posso citare Becoming the Dragon, che sembra un incrocio tra i Testament di Souls of Black (la canzone) e gli ultimi Annihilator; oppure To the Rats, che riassume un pò tutto lo Slayer-pensiero con tanto di testo violento in dotazione; ancora ci sarebbe Unrepentant col suo inizio letteralmente rubato a Through the Never dei Metallica, e la lista potrebbe andare avanti di molto. La ciliegina sulla torta poi è la voce di Matt Heafy, che per la maggior parte del tempo si sforza di assomigliare (riuscendoci molto bene) a quella di James Hetfield. La fortuna dei Trivium è che indubbiamente sanno suonare e le loro buone doti tecniche li aiutano a togliere le castagne dal forno. Formalmente infatti il platter sarebbe perfetto: passaggi notevoli, assoli eseguiti con precisione e gusto ed un paio di ottimi pezzi come Detonation e soprattutto la bellissima Entrance of the Conflagration riescono a salvare la situazione da uno scenario potenzialmente inconcludente.

La lacuna incolmabile che affligge un disco del genere è il fatto di non poter contare su una genuina ispirazione e la mancanza di quella scintilla che infiammava gli animi dei musicisti che i nostri oggi prendono a modello. Disco di plastica quindi? In parte sì, anche se bisogna riconoscere che potrebbe portare parecchie nuove leve ad interessarsi di Testament, Anthrax, Forbidden e compagnia bella. L'album penso possa piacere soprattutto ai più giovani e la copertina a metà tra quella di un manga e una dei Manowar mette la band sulla buona strada in questo senso. E per tutti gli altri? Può essere una piacevole operazione nostalgia (la strumentale The Crusade per esempio non può non riportare alla memoria Orion o The Ultra Violence) oppure un disco del tutto pleonastico. Sta a voi decidere se il bicchiere è mezzo pieno o mezzo vuoto.



VOTO RECENSORE
64
VOTO LETTORI
62.85 su 135 voti [ VOTA]
gianmetal
Lunedì 13 Giugno 2016, 21.51.17
66
questo disco mi s molto di testamenttanto è che heafy mi pare chuck haha9,alla fine è molto ben fatto con pezzo coinvolgenti
Marco 75
Domenica 22 Giugno 2014, 11.33.11
65
E' l'unico disco dei Trivium che ho ascoltato e quindi non posso dire di conoscerli a fondo. Di questo disco posso dire che è senz'altro ben suonato e ottimamente prodotto, le canzoni sono formalmente impeccabili, ma spesso mancano di personalità. Come sottolinea "il mentalista" tutto l'album suona di già sentito, nonostante le indiscutibili qualità tecniche dei Trivium. Un disco piacevole, con ritornelli che rimangono in testa e qualche riff entusiasmante, ma nessuna canzone che lasci veramente il segno. Comunque merita almeno un ascolto.
AL
Venerdì 28 Febbraio 2014, 10.38.19
64
un album discreto. preferisco shogun, però ci sono alcuni pezzi qui che rendono. direi un 75. Tread the floods è stupenda. effettivamente per originalità meritano 30. invece And Sadness will sear è una delle più brutte canzoni che abbia mai ascoltato.. una tortura..
Vitadathrasher
Domenica 24 Marzo 2013, 13.27.40
63
Mi chiedo come si può dare un voto così.....nonostante i ritornelli ruffiani è un signor album.
Rippo
Domenica 5 Febbraio 2012, 0.21.37
62
Macca,ahahah quoto assolutamente,è una domanda che mi ero posto anche io su questa cosa della contraddizione...ma una soluzione esiste e quella si chiama Progressive metal
Macca
Domenica 29 Gennaio 2012, 19.39.29
61
Nessun genere come il metal (nella più vasta accezione del termine) è tanto contraddittorio, sia dal punto di vista di chi crea (i musicisti) e di chi fruisce di tali creazioni (fans e critica): i capolavori del passato sono inarrivabili e i nuovi lavori rigorosamente merda, i cambi di stile e sonorità malvisti in quanto tradimento (vedi i Metallica), la conservazione del proprio stile è ugualmente malvista in quanto interpretata come staticità (vedi i Lamb Of God). E vabbè.... Detto questo, conosco poco i Trivium ma li trovo tecnicamente validissimi e non più ruffiani di tante altre band che passano per più originali. The Crusade l'ho ascoltato una volta, ma quoto Michele dicendo che un album così da parte degli Horsemen (e non è necessariamente un complimento) sono anni che non si vede. E' solo la mia opinione ovviamente, con buona pace degli eterni scontenti.
Michele
Domenica 30 Ottobre 2011, 17.12.44
60
Dai Trivium non sai mai cosa aspettarti. Questo The Crusade è in fondo un ottimo disco, neanche troppo pieno di plagi. Diciamo che è stato un disco necessario per arrivare poi a quel capolavoro di Shogun. Per me rimane un buon 85 dato soprattutto da pezzi come Entrance Of The Conflagration e To The Rats che mi fanno scuotere ancora oggi la testa (e questo quindi significa che l'obbiettivo della band è stato centrato). P.S. Visto che si parla tanto dei vecchi gruppi thrash degli anni '80 e dei Metallica in particolare, mi sapreste dire da quanto i Quattro cavalieri non sfornano un disco così? :3
Lookaway
Venerdì 7 Ottobre 2011, 10.11.12
59
Volevo scrivere "cattivo" non "cattico", scusate
Lookaway
Venerdì 7 Ottobre 2011, 10.09.59
58
Sarò sincero, a me questo disco piace molto, tantissimo. Li ho conosciuti con i loro primi due CD Metalcore e sentire questo album mi ha spiazzato, ma lo trovo molto genuino. Musicalmente più vario, la formula delle canzoni non è la solita "growl,ritornello" che poteva affliggere i primi due album(anche se d'altronde, si tratta del tipico Metalcore), la voce di Matt è decisamente più thrash, ma non credo il suo intento era quello di Plagiare i Metallica, la differenza di timbro si sente. Sostanzialmente credo sia l'album più ispirato, più cattico, e i ritornelli i più ragionati. Questo per lo meno è il mio punto di vista, poi ognuno è libero di apprezzare o meno ^^
RootSic
Lunedì 12 Settembre 2011, 10.43.16
57
Se dicessi che non avevo mai ascoltato questo disco prima d'ora e dopo averlo sentito credo che sia completamente diverso dal sound dei trivium dico una bestemmia? (Non vuol dire che non mi piaccia questo sound)
Master of Reality
Domenica 31 Luglio 2011, 21.10.56
56
Ignition = 6.5; Detonation = 6.5; Entrance of the Conflagration = 6.5; Anthem (We Are the Fire) = 6.5; Unrepentant = 5; And Sadness Will Sear = 5; Becoming the Dragon = 5; To the Rats = 5; This World Can't Tear Us Apart = 7; Tread the Floods = 7; Contempt Breeds Contamination = 5; The Rising = 5.5; The Crusade = 7; Voto album = 6.5
pigiokazama
Lunedì 25 Aprile 2011, 11.50.46
55
quest'album non è thrash,è TRASH! da buttar via!
Michele
Venerdì 7 Gennaio 2011, 16.29.07
54
Ascoltato pochissimo,preferisco di gran Lunga Scream Aim Fire dei Bullet For My Valentine,che si mette sulla stessa lunghezza d'onda,risultando,però,più fresco e scorrevole. Dei Trivium preferisco di gran lunga il precedente The Ascendency e il sucessivo Shogun! Comunque un 60 se lo merita tutto.
Nikolas
Venerdì 17 Dicembre 2010, 20.27.37
53
Secondo me all'inizio erano abbastanza validi, per quanto non originali, poi han preso una piega che non mi convince molto.
hellvis
Venerdì 17 Dicembre 2010, 20.21.56
52
Ma queste sarebbero le nuove speranze del metal?
DevizKK(1991)
Domenica 3 Ottobre 2010, 18.43.32
51
30?Giocano a fare i grandi ma la sostanza è pochissima??marduk puoi motivare il tuo punto di vista per favore??
marduk
Sabato 20 Marzo 2010, 0.31.19
50
ennesimo disco di merda per un gruppetto da quattro soldi....uno dei peggiori della scena modern metal a mio avviso...giocano a fare i grandi ma la sostanza è pochissima....64 è un voto troppo alto...quest5o disco non va sopra un 30
tribal axis
Venerdì 19 Marzo 2010, 20.55.13
49
disco piacevole
DevizKK(1991)
Giovedì 25 Giugno 2009, 19.21.03
48
Per chi dice che è puro thrash allora non ha mai sentito dischi come rust in peace e master of puppets o reign in blood..è un buon disco thrash ma non puro comunque shogun è 10 spanne sopra secondo me!!!!
Electric Warrior
Sabato 30 Maggio 2009, 20.04.44
47
Migliore di Shogun,ma comunque monotono e ripetitivo
vale master metal
Sabato 18 Aprile 2009, 19.47.26
46
ottima la recensione... centra il punto della questione... tuttavia la tecnica dei trivium è notevole, quindi l'album ha ancora un notevole pregio... indubbio certamente l'eccessivo "citazionismo" da altre famose band...
KaloS
Mercoledì 8 Aprile 2009, 23.50.59
45
Valar... Come fai a dire che The Crusade è migliore di Shogun! Shogun è la fusione fra Ascendancy e Crusade... Growl che si mischia perfettamente al clean... Shogun è un capolavoro!
AL
Lunedì 2 Febbraio 2009, 10.05.24
44
album discreto e nulla più.. han fatto meglio con Shogun.. secondo me non è proprio "puro thrash"... è un album di "thrash moderno" se mi consentite il termine... io con puro thrash intendo Rust in Piece e Master of Puppets tanto per citarne un paio. alcune canzoni di questo lavoro sono noiosette! invece Tread the floods è mondiale!!!
Nikolas
Domenica 1 Febbraio 2009, 22.53.08
43
Oltre ai Gorgoroth hai insultato i Marduk, i Mayhem e TUTTO il black (e sai benissimo che è vero)... è il fatto che basta che tu dica una cosa perchè sia quella.... beh allora sei dio in terra... i miei applausi
angelsdontkill
Domenica 1 Febbraio 2009, 20.36.04
42
senti NIKOLAS ho insultato i gorgoroth maggiormente perchè sono dei pagliacci satanisti, nazisti che durante i loro concerti mettono in mostra verginelle crocifisse. Ti sembra una cosa da nn insultare? E poi se dico che THE CRUSADE è puro thrash è puro thrash.
Nikolas
Sabato 31 Gennaio 2009, 19.29.26
41
Mi chiedevo perchè andassi in giro a insultare i gruppi black dimostrando ben poca cognizione di causa... poi ti trovo a definire puro TRASH un disco deboluccio come questo... si spiegano tante cose...
angelsdontkill
Sabato 31 Gennaio 2009, 19.08.44
40
Puro Trash!!!!! Grandi
Devizkk
Martedì 30 Dicembre 2008, 18.11.05
39
Maurillio io c'è l'ho il nuovo cd dei trivium e non è la stessa zuppa.A me piace molto di più shogun che the crusade per vari motivi poi il ritorno al growl è una cosa fantastica.
Maurilio
Giovedì 18 Dicembre 2008, 20.32.15
38
Premetto che sono uno della vecchia guardia anni 80 e ho comprato il cd per curiositá e per ascoltare un gruppo nuovo incuriosito dai loro video. Il cd mi é piaciuto molto subito, mentre con il passare degli ascolti le canzoni hanno cominciato a stancarmi, forse perché alla lunga sono un pó ripetitive. Comunque un buon cd, chiaramente ispirato al passato, suonato bene e con la giusta potenza, fosse un pó meno monotematico sarebbe meglio.Ho sentito due canzoni del nuovo e sembrano la stessa zuppa,giá finite le idee?
devizkk
Domenica 30 Novembre 2008, 15.56.59
37
scusate ho commesso un errore grave volevo scriver Thrash
Nikolas
Domenica 30 Novembre 2008, 11.13.56
36
trash....
devizkk
Domenica 30 Novembre 2008, 2.29.03
35
dai non dite che copiano i metallica o gli iron maiden fanno solo trash molto tecnico e bello nel 2006 ci voleva un gruppo giovane come i trivium che faceva un disco cosi quindi io gli darei 90
Valar morghulis
Domenica 5 Ottobre 2008, 22.47.50
34
Disco molto bello che mi ha avvicinato a carti aspetti del metal... Non sono certo la mia band preferita, ma hanno talento!! Sono migliorati molto dai tempi di ember to inferno, anche se adesso con shogun temo siano ricaduti in un baratro... ma queste sono congetture!! per quanto riguarda the crusade, questo e un bel cd, che consiglierei vivamente a tutti!! Matt heafy è un grande!!
Ace High
Mercoledì 17 Settembre 2008, 18.32.28
33
Davvero un ottimo lavoro...si sono evoluti rispetto al già buon metalcore dei dischi precedenti (gli unici album metalcore da me digeriti, forse perchè con riffs thrash)...i pezzi che ho sentito del nuovo disco invece mi paiono abbastanza fiacchi...spero di ricredermi....
Renaz
Giovedì 10 Luglio 2008, 15.53.39
32
Tuttavia il voto dei lettori rispecchia il pensiero del redattore...
Rip
Mercoledì 9 Luglio 2008, 12.35.59
31
Questo è un vero capolavoro altrochè............grandi Trivium spero che il prossimo sia ancora migliore...
metalheart
Sabato 17 Novembre 2007, 21.18.38
30
il bicchiere non e mezzo pieno...E TUTTO PIENO!!!! CAPOLAVORO
Leather Rebel
Mercoledì 3 Ottobre 2007, 17.58.37
29
Non mi trovo d'accordo sulla recensione data e secondo mè avrebbero potuto valutarlo diversamete..infatti è vero ke lo stile è una ripetizione di uno stile ke ha fatto storia e su cui molti gruppi honno detto tanto in termini musicali ma quello ke non capite è ke i trivium volevano fare ciò ke hanno fatto riproporre loro influenze secondo la loro visione mischiando anke il metal core e il risultato è meno disastroso di quanto si volgia dare a vedere vista la tecnica e la potenza di molte canzoni..è un disco di transizione verso un altro modo di fare e penso ke si dovrebbe aspettare il prossimo disco per giudicare appieno questa band
Mekanix
Domenica 21 Gennaio 2007, 4.25.45
28
Io proprio non capirò mai una cosa... Sembrerà il solito commento ma: Una band sperimenta: "che merda" Una band "torna alle origini": "che merda" Io personalmente, dopo aver ascoltato una marea di dischi thrash (anni 80 e nuovi) ritengo semplicemente che tutte le canzoni ed i riff più belli di questo genere siano già stati scritti! Un album come questo lo ho ascoltato e lo ascolto volentieri, non mi metto ad urlare al miracolo, non reputo la traccia finale la nuova Orion (come ho sentito dire... ed un brivido mi è corso sulla schiena... devo ammetterlo! Che cavolo hanno a che fare queste due canzoni??? mah...), ritengo comunque, come gusto personale, che i Trivium abbiano fatto un bel discuccio (ah una cosa, io gli altri non li ho ancora sentiti).
Strat
Domenica 14 Gennaio 2007, 14.27.14
27
BELLA! un "DIO CANE" c voleva proprio! cmq caro segugio kn tutto ke non sono assolutissimamente daccordo kon te qst "PORCHERIA IMMONDA" m è piaciuta un kasino! da dove t è uscita?!?!?!?! ahahahahaha!!!! CIOA GENTE!!!!!!!!!!!
.ilsegugio.
Venerdì 12 Gennaio 2007, 16.16.40
26
A distanza di un po' di tempo, ed avendo ascoltato attentamente il disco e visto diversi video, sono costretto a correggermi, questo disco è una porcheria immonda, ed i Trivium sono solo dei cialtroni.
Strat
Venerdì 15 Dicembre 2006, 23.23.39
25
bel lavoro. forse io lo sento meno grande di quello ke è perchè mi capita di ascoltarlo subito dopo ASCENDANCY che è nettamente superiore! cmq grande disco e grandi Trivium. DETONATION e THIS WORLD CAN'T TEAR US APART sono tra i pezzi più belli. speriamo che i Trivium continuino su questa strada! sono stramitici!
.ilsegugio.
Sabato 21 Ottobre 2006, 22.51.50
24
Mi sembra che i Trivium abbiano fatto dischi migliori, ma non mi ritengo affatto un esperto, quindi non do un giudizio netto su The Crusade. per quanto riguarda il dibattito Europa-America può facilmente portarci fuori strada, basti pensare che la sovracitata "NWOAHM" è nata in parte dai dischi migliori di gruppi che hanno fornito una rilettura dell'heavy ...il problema è che erano proprio gruppi europei... Nel modo in cui la cosa è stata "confezionata", lì si vede maggiormente l'influsso USA, credo
Dirty Harry
Giovedì 19 Ottobre 2006, 21.51.59
23
che di Nu Metal non hanno nulla... se poi non piacciono, questione di gusti, ad ognuno il suo. Io trovo più interessanti questi gruppi. E' dunque una precezione sbagliata che in America ci sia solo Nu Metal, c'è tanto roba bella che semplicemente qua da noi si conosce poco, perchè i media del metal danno più risalto ad altre cose.
Dirty Harry
Giovedì 19 Ottobre 2006, 21.50.06
22
In verità li stanno un pò mollando i suoni nu-metal da quelel parti. C'è gente pazza come i Mastodon e si stanno riscoprendo certe sonorità con gli Avenged Sevenfold. Ci sono tantissimi gruppi validissimi che non fanno nu metal....e ribadisco, in Europa abbiamo tonnellata di gruppi veramente inutili, loro hanno il nu-metal noi questi gruppi power o classici tutti uguali, non vedo differenze. In America ci sono i Mastodon, gli Avenged Sevenfold, i Neurosism, Dillinger Escape Plan, Nile. Poi ci sono ottimi gruppi come Chimaira, Lamb of God, HateBreed, Killswitch Engage, God Forbid, Devil Driver che propongono sonorità fortemente americane... tanto è vero che si parla anche di NWOAHM, appunto per via di questi gruppi che mischiano il suono classico della bay area con l'hardcore. Insomma, cose belle in America ci sono anche adesso, dipende dai gusti. Io oggi come oggi ascolta più roba americana che europea. E' inutile associare sempre gli Usa al Nu Metal, ti ho citato parecchi gruppi
Vincenzo
Giovedì 19 Ottobre 2006, 20.59.02
21
E' innegabile, secondo me, che attualmente i migliori gruppi del genere siano europei. Togliendo, ovviamente, i gruppi americani che ho citato (i type, ad esempio, li adoro) e quelli importanti come i Tool o i Dream Theater (che a me non piacciono), il metal americano sta attraversando una crisi senza precedenti, e la colpa è in maggior parte dovuta agli odiosi suoni numetal, tanto in voga nel continente e tra i ragazzini di oggi.
Vincenzo
Giovedì 19 Ottobre 2006, 20.55.17
20
Non è affatto così, visto che il metal è tutt'altro che uno dei generi che ascolto più frequentemente. Sia chiaro, io rispetto il tuo pensiero ed è chiaro che un gruppo come i Tool (che a me non piacciono) è stato altamente innovativo, ma, secondo me, affermare che gli americani hanno occhio lungo non corrisponde a verità, visto le quintalate di feccia che ci propinano costantemente. Occhio lungo per il business, quello si.
Dirty Harry
Giovedì 19 Ottobre 2006, 16.38.20
19
Vincenzo, quei gruppi hanno evoluto il loro personale sound, non hanno evoluto la musica. Se consideri i Tool come una band che ha fatto solo un paio di buoni album... certe cose che rompono troppo gli schemi e che non sono prettamente metal ipotizzo che non facciano per te. Io sto facendo un discorso che verte non solo sulla qualità, ma sul rompere certi schemi, e come ho detto, i gruppi più originali per me arrivano dagli USA. Altro nome che mi è venuto in mente, i Nile. Ribadisco, abbiamo gusti e ascolti molto differenti, non citiamo mai gli stessi gruppi. Se devo citare gruppi Europei... cito Meshuggah o Napalm Death, non quelli che citi te, questo mi fa pensare che abbiamo gusti molto differenti ed un modo differente di vedere le cose.
Vincenzo
Giovedì 19 Ottobre 2006, 16.00.19
18
Ma vuoi scherzare? Ma i gruppi che ho citato li conosci oppure no? Gente come Tiamat, Gathering, Katatonia e tutti gli altri non hanno sperimentato niente? Ma la conosci la loro discografia oppure parli per sentito dire? Hai ben presente i loro esordi e la loro evoluzione? Ma sa di no, se affermi quelle cose che non stanno nè in cielo nè in terra. I mastodon, non li conosco musicalmente, gli Avanged non li sooprto, i Tool hanno fatto un paio di buoni albums.... e gli altri? Possibile che ci siano soltanto loro? poi, indipendentemente dalle sperimentazioni, io parlo in generale di buoni gruppi. E -ripeto per l'ennesima volta- a mio parere l'america di oggi ha ben poco da insegnare agli europei in fatto di buona musica ed, in particolare, di buon metal.
Dirty Harry
Giovedì 19 Ottobre 2006, 15.22.42
17
è ovvio che si tenderanno ad ascoltare certi gruppi... ma le cose che osano di più arrivano dagli USA, a volte sono buone, a volte no. L'Europa è molto più ancorata a schemi classici, poi è questione di gusti cosa ascoltare. Sugli Avenged Sevenfold, è assurdo come City of Evil non sia apprezzatto da certi estimatori di sonorità classiche. Ipotizzo pregiudizi, un look della band che non piace, un passato metal-core.... eppure City of Evil è uno dei più grandi alnum metal degli ultimi anni, che spavva via un sacco di cose, compreso questo disco dei Trivium. Non posso che consigliare di ascoltare City of Evil senza pregiudizi.
Anonymous
Giovedì 19 Ottobre 2006, 15.19.00
16
Mi sa che abbiamo gusti differenti, non vedo come The Gathering o Nightwish possano essere degni di nota dal punto di vista delle freschezza o della sperimentazione.. I Cathedral, bravissimi, li ho visti anche dal vivo, ma oggettivamente non propongono nulla di nuovo... stoner rock e Sabbath. Idem Paradise Lost... o anche Tiamat, non è che abbiano molto da dire, non riescono certo a sorprendere. Con gli Opeth già il discorso è differente. Penso che un grande gruppo Europeo che cerca di uscire fuori dagli schemi siano i Meshuggah, per esempio. Io ad esempio trovo che uno degli ultimi gruppi più validi e originali siano i Mastodon, che si stanno confermando ancora una volta ( su metallized deve ancora essere recensito il loro ultimo album, Blood Mountain, spettacolare ). In America non mischiano solo rap e metal. Mastodon o Dillinger Escape Plan sono a dimostralo, non ho citato gruppi che mischiano metal e rap. Basta pensare anche ai Tool. Ripeto, se si hanno determinati gusti e ovvio c
Vincenzo
Giovedì 19 Ottobre 2006, 13.28.49
15
In altre parole gente come Katatonia, Opeth, Paradise Lost, Anathema, My Dying Bride, Therion, Tiamat, Moonspell, The Gathering, Nightwish, Lacrimas Profundere, Cathedral, Amorphis, Therion, ecc. ecc. ecc., in America se li sognano. E questo nonostante i Type o Negative e gli Agalloch siano tra i miei gruppi metal preferiti.
Vincenzo
Giovedì 19 Ottobre 2006, 13.23.24
14
Dirty, io sto parlando esclusivamente del metal di adesso. E' chiaro che gruppi come Pantera, i vecchi Metallica, gli Slayer, Megadeth e chi più ne ha più ne metta sono seminali. Così come è chiaro che ci sno centinaia di gruppi power europei che andrebbero esiliati in Siberia. Poi, io amo le sperimentazioni, ho smesso di ascoltare heavy classico da molto tempo. Ma a tutto c'è un limite. Se per te sperimentare significa mischiare il rap o l'hip pop col metal, bè, allora non ci troviamo assolutamente d'accordo. Il metal europeo attuale è molto più genuino, mentre quello americano, ripeto, è una puttanata.
Dity Harry
Giovedì 19 Ottobre 2006, 13.10.00
13
Opss... prima ho dimenticato di mettere il nick. Cmq sia, sono d'accordo con quanto espresso nella recensione.
Anonymous
Giovedì 19 Ottobre 2006, 12.09.41
12
Sbagliate. L'america non è solo Manson o l'ultimo disco dei Korn. I Mastodon, come si può dimenticarsi di un gruppo cosi' importante, sono loro il futuro. Gruppi originali come i Dillinger Escape Plan arrivano dall'America. I Tool, nonostante l'ultimo album non mi piaccia, sono unici. I Neurosis, anche loro dall'America. Pensiamo ai primi anni 90, alla nuova linfa che gruppi come Pantera o Machine Head hanno portato in una scena ormai stanca. Inoltre, i primissimi lavori di Korn o Deftones sono ottimi e freschi, non possono essere criticati perchè non è musica "true". C'è poco da fare, in America si sperimenta e si osa di più. Riguardo a cose schifose noi siamo afflitti da gruppi power metal tutti uguali degni di San Remo. Poi.. è una questione di gusti, si possono preferire cose più classiche, ma è innegabile che i rinnovamenti da molto tempo in misura maggiore arrivano dall'America, anche se l'Europa può vantare gruppi originalo come Meshuggah o Opeth. Lo schifo c'è
Vincenzo
Giovedì 19 Ottobre 2006, 7.47.41
11
Stendiamo un velo pietoso, inoltre, sui vari Marylin Manson, i Metallica di adesso, gli Evanescence e tutti i quintali di fuffa che ci propinano da oltreoceano. Altro che occhio lungo!
Vincenzo
Giovedì 19 Ottobre 2006, 7.21.47
10
Dirty, secondo me il pubblico americano non ha affatto l'occhio più lungo. A mio avviso il metal americano di adesso è oggettivamente una puttanata (slipknot, i korn di adesso, system of a down, gli stessi avanged e tutto l'inutile e pacchiano marasma nu metal ) Pensa che molti ritengono che anche i Limp Bizkit e i Linkin Park siano metal. Non regge assolutamente il confronto con i gruppi europei. DAgli Stati Uniti togli i Type o Negative, i Fear Factory, i Kamelot, gli Agalloch e qualcun'altro, il resto, per me, è pura feccia.
Dirty Harry
Mercoledì 18 Ottobre 2006, 17.38.18
9
Come si può glorificare un disco del genere? Che due palle, è tutto tranne che fresco. C'è in giro un disco come City of Evil degli Avenged Sevenfold, dove vengono riproposte certe sonorità classiche in maniera veramente ottima, quello si che è un gran disco.. ma vedo in Italia ed in Europa se lo cagano in pochi ( sempre detto che il pubblico Americano ha l'occhio più lungo ) Un disco del genere, alla luce dei grandi dischi degli anni 80, è di una inutilità pazzesca.
Il Mentalista
Martedì 17 Ottobre 2006, 10.49.04
8
Nessuno si sta accanendo contro i Trivium, e 64 non è certo un voto negativo...guarda poi la media dei votanti...
Vincenzo
Martedì 17 Ottobre 2006, 7.08.01
7
Cro Broken, personalmente non sopporto i Dream Theater, figuriamoci quelli che li copiano. Altro che tessere le lodi!
Broken Dream
Lunedì 16 Ottobre 2006, 23.20.04
6
Come 64? direi almeno 85!! perchè poi tutto questo accanimento nei loro confronti mentre di tutti i pseudo gruppi che scopiazzano i Dream Theater ne tessete le lodi? Un pò di coerenza per favore!!
Il Mentalista
Venerdì 13 Ottobre 2006, 9.13.14
5
bè, il bello della musica è anche questo, no?
Stefano
Giovedì 12 Ottobre 2006, 18.17.40
4
Insomma, fatemi capire... praticamente riprendono i Metallica degli anni '80, i true Metallica, e li ripropongono con una superproduzione, e non quella merdosa dei Metallica anni '80, e una tecnica decisamente superiore a quella che ai tempi avevano Hetfield e soci... Ma questo potrebbe essere un album definitivo!!! Alzi la mano chi non avrebbe voluto risentire il Metallica sound riproposto in chiave superpompata... io la mano la tengo ben abbassata, cazzo! Vuoi vedere che questi Trivium riescono a farmi felice? Dovrò proprio ascoltare quest'album. E la personalità, direte voi? ME NE SBATTO!!!!
Thomas
Giovedì 12 Ottobre 2006, 10.18.43
3
Quest'album è una citazione continua. Davvero strano per un gruppo al terzo album sfornare una cosa del genere, nemmeno fossero una coverband. Qualcuno ha visto il video di Anthem? Guardatelo su youtube.com... è una cosa tamarrissima, beh, anche la canzone lo è.
Vincenzo
Giovedì 12 Ottobre 2006, 9.04.29
2
Ho ascoltato Anthem ed è una spudorata copia di Two Minutes dei Maiden. Vergognosi.
Daniele
Mercoledì 11 Ottobre 2006, 17.31.20
1
I Maiden non ci beccano nulla in questo disco! 64??? Questo disco non puo andare sotto l'80!!!!! Finalmente un disco che mi riporta ai vecchi tempi (che non ho vissuto): la nascita del Trash Metal!!!!!
INFORMAZIONI
2006
Roadrunner Records
Thrash
Tracklist
1. Ignition
2. Detonation
3. Entrance Of The Conflagration
4. Anthem (We Are The Fire)
5. Unrepentant
6. And Sadness Will Sear
7. Becoming The Dragon
8. To The Rats
9. This World Can't Tear Us Apart
10. Tread The Floods
11. Contempt Breeds Contamination
12. The Rising
13. The Crusade
Line Up
Matt Heafy - guitars, vocals
Corey Beaulieu - guitars
Paolo Gregoletto - bass
Travis Smith - drums
 
RECENSIONI
69
68
78
64
80
77
ARTICOLI
25/01/2008
Intervista
TRIVIUM
Parla Travis Smith
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]