Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La band
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

CONCERTI

18/11/17
EXTREME NOISE TERROR + GUESTS
CSO RICOMINCIO DAL FARO - ROMA

18/11/17
HELLOWEEN
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

18/11/17
BE THE WOLF + GUESTS
OFFICINE SONORE - VERCELLI

18/11/17
MORTUARY DRAPE + SULFUR + PRISON OF MIRRORS
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

18/11/17
CELESTIA + IMAGO MORTIS + BLAZE OF SORROW
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

18/11/17
HAVENLOST + DISEASE ILLUSION
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

18/11/17
ANIMAE SILENTES + VORTIKA
MOLIN DE PORTEGNACH - FAVER (TN)

18/11/17
DOMINANCE + CRISALIDE
BE MOVIE - SANT'ILARIO D'ENZA (RE)

18/11/17
UNMASK + KILLING A CLOUD
TEATRO LO SPAZIO - ROMA

19/11/17
CRIPPLED BLACK PHOENIX + EARTH ELECTRIC + JONATHAN HULTEN
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

Megadeth - Dystopia
20/01/2016
( 20162 letture )
Prima Recensione di: Davide Moncalero "Monky"

Il 22 gennaio sarà un giorno molto importante per gli amanti del thrash metal. Un giorno in cui si scoprirà se Dave Mustaine e la sua leggendaria creatura fondata nel lontano 1983, sono tornati in pompa magna o se, ancora una volta, sono scivolati nella fossa della vergogna, luogo in cui sono rotolati poco alla volta, anno per anno, vedendo la luce solo per qualche momento con Endgame, prima di inciampare su TH1RT3EN e di finire con la faccia nel fango con l’abominevole Super Collider. Mentre queste parole vengono scritte, l’album non è ancora stato ascoltato nemmeno una volta. Solo qualche sprazzo dei due singoli, nemmeno in modo adeguato, motivo per cui le opinioni lette nel primo paragrafo saranno quelle di un ascoltatore che non ha idea di cosa gli verrà offerto, mentre nel secondo e nel terzo spiccheranno le impressioni conseguenti a numerosi ascolti dell’album. Ebbene sì, perché Dystopia è un disco attesissimo, frutto di un ermetismo pressoché totale sino a quando non è stato rilasciato il primo singolo Fatal Illusion, concedendo con il contagocce le immagini ed i video dallo studio. Fallita la reunion storica (di cui francamente non si sentiva il bisogno, anche se avrebbe avuto il suo fascino), MegaDave si è rivolto a due musicisti di lusso per rimpiazzare gli uscenti Chris Broderick e Shawn Drover, fautori di un disco più che buono con i loro Act of Defiance. Ebbene, se l’arrivo di Chris Adler nei Megadeth sancisce un netto miglioramento sulla carta rispetto all’uscente Shawn, se non altro già a livello tecnico e di palmares, l’ingresso di Kiko Loureiro è maggiormente un’incognita. Parliamoci chiaramente, Chris Broderick è un mostro alla sei corde, probabilmente ancora adesso il più tecnico e strabiliante che la formazione di Dave Mustaine abbia mai potuto vantare, eppure l’alchimia tra il frontman e la sua ascia solista non è mai sembrata eccezionale. La prestazione migliore è stata udita in Endgame, un album più che discreto, in grado di acquisire molto più valore una volta visto lo scempio pubblicato in successione, ma ben lontano dai fasti degli anni ante-Countdown to Extinction. La domanda che tutti si pongono, quindi, è: riuscirà Kiko Loureiro (anch’egli chitarrista eccezionale sotto tutti i punti di vista, dotato anche di maggior controllo del suono e senso della melodia del suo predecessore) ad amalgamarsi maggiormente con le creazioni di Dave Mustaine? E, soprattutto, riuscirà il rosso-crinito thrasher della Bay Area a sfornare qualcosa di migliore, rispetto all’accozzaglia amorfa delle ultime produzioni? Ascoltiamoci l’album, molte volte, e poi torniamo ad esternare le nostre opinioni.

La Dystopia di Mustaine parte da The Threat Is Real, un brano rapido e dal riffing prettamente heavy/thrash. Lo stile richiama distintamente i fasti di Endgame, facendoci dimenticare gli svarioni degli ultimi due album, mentre la produzione è sporcata al punto giusto da offrire un buon tiro al sound, senza inficiare sul rendimento di ogni singolo strumento. Quel che colpisce è la voce di Dave Mustaine, sicuramente ritoccata ed aiutata in studio, ma che sfoggia una forma che in sede live non si sentiva da anni. Molto buona anche la prestazione del duo ritmico, Adler / Ellefson, con il primo che pesta come un forsennato ed è preciso come un orologio, senza tuttavia esagerare né uscire dagli stilemi thrashy della band. Menzione anche per Loureiro, capace di tirare giù dei riff solisti heavy/power che ben si adattano con la trama del pezzo, dimostrando le ottime qualità tecniche senza mai renderle fini a se stesse. Il problema di fondo di questo brano riguarda invece la longevità: almeno ad ora, non ci sono i presupposti perché un singolo come questo possa sopravvivere nelle setlist più di qualche stagione. Si passa quindi alla title-track, brano composto da un crescendo in pieno stile Hangar 18, anche se con rimandi a brani più moderni quali Black Swan e She-Wolf, che lascia presagire di come il buon Mustaine sia riuscito a tenere da parte qualche cartuccia da sparare dal momento del suo scisma con la Roadrunner Records. La parte migliore del pezzo arriva dopo il cambio di tempo, dove Kiko e Dave duettano con le loro asce in un batti e ribatti solista di alto livello che sfocia in un riff davvero ispirato e trascinante, da headbang puro. Il tecnicismo melodico dei Megadeth, almeno negli album più riusciti, è sempre stato l’elemento preponderante che li ha discostati da molte altre thrash metal band americane ed è comunque confortante vedere che questo imprinting non sembra averli abbandonati, sebbene siano presenti più che altro sprazzi di qualità, piuttosto che scorci interi, nella prima tripletta. Di quest’ultima, Fatal Illusion è stato il primo pezzo presentato ad ottobre dell’anno scorso ed è anche quello più debole, insapore, in cui il basso di Ellefson e la chitarra di Loureiro intessono linee piacevoli che salvano il salvabile, senza tuttavia regalarci nulla di memorabile; ci si aspettava molto di più dal brano di presentazione ma alla fine, più che singolone d’apertura, Fatal Illusion risulta uno scadente pezzo di transizione all’interno di Dystopia, il cui valore sembra essere giunto al punto di maggior fragilità. Per fortuna, la band riprende a pestare su un songwriting decente, con Death from Within che pare un pezzo uscito dritto da Endgame, a cui si aggiungono le telluriche capacità di Chris Adler ed il buongusto solista di Loureiro, qui davvero sugli scudi, ad incentivare il risultato finale di quel tanto che basta per rimanerne moderatamente soddisfatti. A ritmo di marcia si prosegue, seguendo il rullante e la rispolverata chitarra acustica che introduce Bullet to the Brain: anche qui, si rimane sui livelli della title-track, nonostante soluzioni mai troppo coraggiose ed aperture piuttosto prevedibili, dove la classe dei componenti salva più volte un songwriting discreto ma che non fa mai gridare al miracolo; il lavoro di Mustaine è, tutto sommato, buono e la voce sembra aver trovato nuova linfa vitale, supportata da cori efficaci e potenti. I solismi si sprecano, scivolando da velocità medio-basse sino allo shredding in stile Angra a cui ci ha abituato il buon Loureiro nel corso degli anni, dando un’imprinting da questo punto di vista molto più "avvicinabile" al caro e vecchio Marty Friedman, rispetto a quanto messo in mostra dallo stile di Chris Broderick. Post American World è una mid-tempo dove Chris Adler fa udire tutta la sua classe con la doppia cassa, inserendo alcuni fill che chiunque tra i batteristi delle vecchie formazioni dei Megadeth, può solamente sognarsi. Il pezzo funziona discretamente bene, andando a seguire una cadenza alla Symphony of Destruction, senza tuttavia possederne l’immediatezza e la longevità. L’intermezzo acustico rende il brano un po’ più caratteristico, aprendo le danze per l'ennesimo assolo azzeccato di Kiko Loureiro; malgrado questi elementi, ancora una volta il brano sembra ben infiocchettato ma si staglia su un songwriting un po’ troppo scialbo. In un disco che, fino a questo momento, è poco più che sufficiente, arriva il cambio di registro che non ci si aspetta: infatti, da qui in avanti -e sembra una barzelletta data la masochistica scelta di far uscire le prime tre tracce- il disco sale di livello. Poisonous Shadows sfoggia arrangiamenti classici ed un songwriting più solido rispetto alle tracce passate, con il tellurico Chris Adler e Kiko che ci mettono molto del loro per rendere il brano più caratteristico; le sdoppiate del drummer sono meravigliose e ben supportano la voce rugginosa e graffiante di un Mustaine in forma come non mai. Poi arrivano i due pezzi da novanta, i brani che ti fanno capire il motivo per cui tu, fanatico della band, sei rimasto in attesa, sperando che Super Collider fosse solo uno svarione in un palmares costellato di alti e bassi. Conquer... or Die! è una breve strumentale che, tuttavia, è anche la miglior presentazione dei Megadeth del 2016, con l’alternarsi di parti quiete e melodiche e riffing pesanti, su cui le chitarre soliste viaggiano a mo’ di montagne russe. Tra gli arpeggi acustici e le mazzate elettriche, la band tira fuor il miglior brano dai tempi di Endgame, se non ancora prima, con un Loureiro da cascata di mascella nell’assolo. Lying State è un altro pezzo thrashy un po’ più di transizione, per quanto discretamente riuscito e, come sempre, salvato da una prestazione di mestiere che ci introduce l’altra perla del disco, The Emperor. Posta a chiusura, prima della piacevole ma evitabile cover di Foreign Policy dei Fear, la canzone è un altro chiaro esempio di quell’heavy/thrash moderno di cui Mustaine e soci sembrano aver preso come stampo per l’ultima produzione. Il riff è pura energia, trascinante ed abbellito da una chitarra squillante in sottofondo che si alterna alla cazzutissima Dean accordata in RE di Mustaine. Solismo ancora una volta da paura che ci consegna l’altro brano top della setlist, per quanto anche uno dei più "radiofonici", almeno potenzialmente; se i Megadeth fossero rimasti su questo livello per tutti e dieci i brani, staremmo quasi gridando al capolavoro ed al ritorno ai fasti ante-Risk. Purtroppo, in questo mondo distopico, non è proprio tutto oro quel che luccica, anche se la calata del sipario strapperà più di qualche applauso tra i sudditi di Re Dave Mustaine primo del suo nome.

I Megadeth tornano su livelli più consoni rispetto agli ultimi due lavori in studio, recuperando la dignità di band storica e salvando la faccia grazie ad uno stravolgimento della line-up che fa del mestiere e dell’esperienza la caratteristica preponderante. Partendo da Chris Adler, appare evidente di come le sue capacità lo rendano un batterista solido, potente e preciso come un orologio; malgrado ciò, la sua prestazione non è stupefacente o esagerata, riuscendo ad infilare qua e là qualche passaggio davvero impressionante, senza tuttavia snaturare il sound classico della band. In fondo, chi avrebbe voluto sentire questi Megadeth con una linea di batteria in stile Lamb of God? Non Dave Mustaine. Kiko Loureiro si conferma perfezionista eccezionale, dotato di un raro senso della melodia e di una capacità di adattamento al di sopra della media: i suoi solismi sono sempre cuciti al pezzo, appropriati e mai esagerati, con quel retrogusto alla Friedman che non potrà non far scivolare a tratti una lacrimuccia a tutti i nostalgici. David Ellefson pesta molto più rispetto alle precedenti uscite, anche se è quello un po’ più nascosto dei quattro; in ogni caso, la sua prestazione è sempre solida, con alcuni sprazzi che purtroppo per lui vengono fuori nei brani più deboli del lotto. Infine lui, il mastermind, il capo, la testa dei Megadeth: Dave Mustaine tira fuori dal cappello ciò che tutti si aspettavano dopo le ultime due uscite, ovvero un songwriting pressoché heavy/thrash alla Youthanasia, anche se non mancano alcune linee scialbe e riempitive, che inficiano parzialmente sul risultato complessivo. Dal punto di vista vocale, invece, il frontman è pressoché inattaccabile da chiunque abbia assistito alle recenti esibizioni dal vivo: le corde vocali graffiano, catturano e lasciano un sentore positivo pressoché in ogni brano. Sarà ovviamente da testare l’efficacia di quell’ugola dal vivo, dove gli aiutini in studio non potranno sostenerlo. In conclusione, Dystopia accontenterà i fan irriducibili della band, quelli che volevano un bel passo indietro rispetto alle ultime due uscite discografiche e che chiedevano a gran voce quell’heavy/thrash tecnico esaltato dalla bravura tecnica dei quattro componenti, i quali si riservano qualche colpo di classe irraggiungibile ai musicisti "normali". Se c’era qualche folle che si attendeva i fasti ante-Countdown to Extinction, rimarrà deluso, anche se alcune delle soluzioni qui mostrate avrebbero potuto tranquillamente trovare spazio in dischi come il succitato o Youthanasia. Con ogni probabilità, i Megadeth hanno spremuto ogni riserva in questo album, tanto da farci esprimere una richiesta a gran voce: lasciacelo godere e, Dave, pondera seriamente il futuro. Perché dopo quello che hai tirato fuori negli ultimi anni, chiudere la tua carriera in studio con la seconda parte di questo disco, potrebbe essere una scelta molto più che oculata.

VOTO Prima Recensione: 70


Seconda Recensione di: Saverio Comellini "Lizard"

Il più grande torto che un musicista/autore possa fare ai propri fan è quello di invecchiare. La fine di una carriera, comunque essa arrivi, costringe a tornare indietro a godere di quello che c’è e magari a cercare perfino quello che non c’è, in una reiterazione del presente congelato in quell’istante e che si ripete all’infinito. L’invecchiamento e la prosecuzione della carriera rendono invece tutto più difficile: ti costringono a fare i conti con la decadenza, col venire meno dell’ispirazione, con l’incoerenza del presente rispetto al passato, perché le persone cambiano e pretendere che siano sempre uguali a se stesse e sempre capaci di rispondere alle aspettative degli altri, invece che alle proprie, è semplicemente ingiusto. Eppure, è esattamente quello che succede nella quasi totalità dei casi. Sono passati ventitre anni dal grande spartiacque della carriera dei Megadeth, quel Countdown to Exctinction che ruppe col passato della band in cerca di un maggiore successo commerciale, di un riconoscimento definitivo e anche di una scappatoia a quel thrash veloce, articolato, acido e contorto, che dopo il capolavoro Rust in Peace non avrebbe potuto più essere in crescita, ma solo in declino. Da allora David Mustaine, padre-padrone bizzoso, arrogante e ombroso, eppure vera e propria icona e artista di qualità superiore, ha cercato in tutti i modi di tenere a galla la sua band, con una continua altalena tra dischi più scopertamente commerciali e ritorni apparsi mai troppo sinceri a lidi thrash metal tout-court. Ritorni che hanno sempre coinciso con dischi più o meno apprezzati, ma almeno rispettati, mentre la valanga si abbatteva su quelli più dichiaratamente leggeri e che anticipavano l’ennesima rivoluzione nella formazione. L’ultima, dopo il doppio flop di TH1RT3EN e Super Collider (che comunque, a qualcuno era anche piaciuto), ha visto l’uscita di Chris Broderick e Shawn Drover, capri espiatori di una situazione che evidentemente non dipendeva da loro. L’arrivo di Kiko Loureiro (dagli Angra) e di Chris Adler (dai Lamb of God) non poteva che preannunciare l’ennesimo ritorno al thrash ultratecnico che puntualmente arriva con il quindicesimo album da studio, Dystopia.

Fatte le dovute premesse e incassate le prevedibili affermazioni del tipo “si respira un’aria che non sentivo da tempo”, piuttosto che i soliti rimandi a Rust in Peace, ci troviamo di fronte ad un disco che nel bene e nel male è davvero atteso e fondamentale, pur in una carriera che ormai non avrebbe da dimostrare niente a nessuno. Il risultato è per certi versi sorprendente e per molti altri invece del tutto consequenziale. Intanto, liberiamoci del fantasma: Dystopia non ha nulla a che spartire con Rust in Peace e chi ci sperava probabilmente non ha ancora smesso segretamente di credere a Babbo Natale. Anche se ovviamente la mela non cade poi molto lontano dall’albero. Piuttosto, è coerente affermare che il disco prosegue nella vena dei suoi predecessori da The System Has Failed a Endgame e, se passato deve essere, allora che sia quello di Peace Sells e So Far, So Good… So What!, con brani veloci e articolati, dominati dagli assoli ed altri cadenzati e dai riff stritolaossa alla Countdown to Exctinction/Youthanasia. Mustaine deve aver capito che con Dystopia doveva giocare pesante e si sente che ha dato fondo alla propria vena andando a creare un disco degno di questo nome e del monicker in copertina e coinvolgendo in esso due musicisti di caratura superiore, capaci di dare quel qualcosa in più indispensabile a condire la ricetta. Loureiro e Adler, come prevedibile, si rivelano due cavalli vincenti e, ciascuno nel suo ruolo, danno luogo ad una prestazione coi fiocchi. Ovviamente più sotto la lente d’ingrandimento il primo, che giganteggia in lungo e largo negli ampi spazi concessi dal vorace Mustaine ed il secondo con una prova potente e dinamica, decisamente aggressiva ma anche di spessore tecnico non indifferente. Adler si porta dietro anche il produttore dai Lamb of God e si sente: il suono è pieno e potente, ma anch’esso profondo e dinamico, ricco di reverberi e capace di esaltare tutti gli strumenti, rendendoli chiari e separati. Mustaine per la quasi totalità del disco canta su una tonalità decisamente più bassa del solito, sporcando e grattando la voce in modo sofferto e carico di tensione, offrendo tutto quello che può nelle condizioni attuali. E le canzoni? Le canzoni sono il meglio che oggi i Megadeth avrebbero potuto proporre nella loro incarnazione più veloce, tecnica ed aggressiva, né più né meno. Il che, purtroppo, finisce per velare con un poco di tristezza l’esito finale. Perché, con buona pace di chi griderà al miracolo, la verità è che i tempi del miracolo sono lontani da un pezzo e qua non c’è niente di più di quello che c’era in Endgame o The System Has Failed, se non degli interpreti diversi attorno a Mustaine e una ottima produzione. Non è poco e questo ci ricorda bene perché i Megadeth sono i Megadeth e tutti -proprio tutti- gli altri no. Ma proprio perché è dei Megadeth che parliamo e non di pallidi gregari, rilevare che Mustaine è appena capace di emulare i propri dischi secondari e non più di lasciare un segno tangibile e una via per il futuro, resta comunque una delusione (e sì, ammettiamolo, anche io credo a Babbo Natale). Così diciamo che i primi quattro brani del disco sono esattamente quanto i fan della band aspettavano per poter dire “sono tornati!!” Riff veloci e assassini, ritmiche intricate, piogge di assoli, spigolosità a iosa, e l’inconfondibile marchio Megadeth che giganteggia ovunque. Forma dieci, contenuto poco, se non proprio zero, anche se Fatal Illusion -autocitazioni a parte- picchia che è un piacere e Dystopia è l’ennesimo campo di battaglia per assoli e ritmiche. Decisamente meglio Bullet to the Brain che sembra giocare solo sull’alternanza strofa lenta/ritornello veloce e invece si rivela un brano articolato e decisamente complesso, degno finalmente di attenzione. Da qui il disco cresce: Post American World è un nuovo colpo a segno, un gran pezzo, e ancora meglio avrebbe potuto essere Poisonous Shadows che grazie al muro tirato su da Adler ed alla sua atmosfera bissava il meglio di Youthanasia, ma si perde su una linea melodica “clonata” da brani precedenti, che ne limita l’esito finale. Quello delle linee melodiche del cantato è in effetti un vero e proprio problema: decisamente anonime, ripetitive rispetto al passato e quasi mai realmente incisive. Conquer... or Die! è uno strumentale vetrina per Loureiro e complimenti a lui per il risultato finale, mentre Lying in State una vera mazzata nelle gengive. The Emperor offre il classic refrain cantabile stile Cryptic Writings e una nuova valangata di assoli senza incidere né in bene né in male e sul finale i Megadeth ci regalano la sorpresa di Foreign Policy, ovverosia un punk/hardcore/thrash sparato ed esaltato dalla tecnica superiore del gruppo, per una chiusura divertente e arrogante, che ci voleva tutta.

Tutti bene o male vogliamo bene allo Zio Dave. Come vogliamo bene a chi si è sempre preso carico dei trionfi come delle cadute ed ha ricominciato tutto da capo ogni volta, caparbiamente. La discografia dei Megadeth è ormai imponente e da Rust in Peace ci dividono la bellezza di undici album. Guardare indietro non serve a nessuno: quello che è fatto è fatto e un disco come quello è riuscito davvero solo ai Megadeth. Nel frattempo, il loro leader unico ha cercato di rimanere a galla e rivaleggiare con gli altri giganti, riuscendo più volte a prendersi la rivincita e onestà intellettuale vorrebbe che si riconoscesse che senza il successo commerciale di Countdown to Exctinction e Youthanasia, due grandi album, oggi sarebbero in pochi ad essere incuriositi da questo Dystopia che, forse, non sarebbe neanche mai esistito. Il vero problema è che Mustaine ha voluto comunque andare avanti e non si è arreso al tempo e alle critiche e ci ha costretti ad accettare che non sempre le cose vanno come vorremmo e non sempre si può uscire col disco del secolo, ma spesso servono anche dischi mediocri o diversi, pur di portare qualcosa a casa e andare avanti a fare tour su tour per mantenere una posizione. Così, quando è giusto, è giusto anche riconoscere che un buon disco resta un buon disco, anche se non è più il capolavoro che tanti vorrebbero. Dystopia è un buon disco, solido, sicuramente poco ambizioso e fin troppo giocato sul sicuro -ma infido- richiamo ad un passato che non tornerà più, con alcune belle idee e tanto tanto tanto mestiere. Questa incarnazione dei Megadeth è ottima e non fa rimpiangere il passato e anzi ha trovato in Adler un deciso passo avanti rispetto agli ultimi venti anni. Il resto dipende dalle aspettative di ciascuno: chi vorrà vederci il miglior disco dopo Rust in Peace lo farà comunque, chi lo giudicherà una catastrofe idem. In questo caso, la verità probabilmente sta nel mezzo. Un abbraccio, zio Dave, il tempo è ancora stato gentile, con te.

VOTO Seconda Recensione: 70



VOTO RECENSORE
70
VOTO LETTORI
84.99 su 423 voti [ VOTA]
Lizard
Sabato 30 Settembre 2017, 15.30.36
596
@Paolo: francamente interessa poco convincerti di quello che ho scritto, ed è più che giusto che tu, come altri, abbiate del disco una vsione e una valutazione diversa. Ma permettimi, anzitutto le recensioni sono due e ben diverse, anche se hanno lo stesso voto. In secondo luogo, come ti puoi permettere di dire che sono state fatte solo ascoltando i singoli? Essere fan di una band è una bellissima cosa, apprezzarne le uscite e trovarci qualcosa che ci tocca dentro, è il motivo per cui tutti siamo qua. Sparare affermazioni del tutto gratuite e false per difendere una tesi che deve per forza denigrarne un'altra per sostenersi, senza che ci sia una minima argomentazione, invece, è un modo pessimo per dare forza alle proprie idee.
Paolo
Sabato 30 Settembre 2017, 15.16.25
595
grande disco, almeno da 85-90, altro che; come ho scritto appena è uscita la recensione... ripeto che è una recensione ridicola, assurda, fatta in parte in base ai singoli usciti, senza avere ascoltato il disco in interezza. senza senso. mai vista una cosa simile; ottimo album, invece. I megadeth criticateli pure, tutti gli altri metalhead di parie età possono solo sognare di afre questi album e scrivere queste canzoni; gente così non ce n'è altra e quando smetteranno, non ne avremo piu'
Chaosgoat
Venerdì 19 Maggio 2017, 13.04.31
594
finalmente un bel lavoro! questo pero' doveva uscire nel 99 al posto di quella ciofeca di risk. la loro carriera avrebbe preso un altra piega
claudio62
Venerdì 31 Marzo 2017, 20.36.04
593
Davvero un gran bel album!!! 70 mi pare un pò pochino però.... 8/8/19 tutti a Sesto S.Giovanni!!!!
Salvatore82
Venerdì 31 Marzo 2017, 20.20.00
592
Un buon album finalmente!! Era da tempo che aspettavo un lavoro degno del loro nome. Ho scoperto i megadeth quando avevo12 anni e da allora sono stati la colonna sonora della mia vita.
ElManjo
Martedì 21 Marzo 2017, 23.39.03
591
Più lo ascolto più mi ipnotizza, datemi del pazzo, ma è il mio preferito insieme a rust in peace e peace sells. Non stanca mai, meraviglioso.
Rams
Giovedì 16 Marzo 2017, 0.03.24
590
Kiko da standing ovation il degno sostituto di Friedman
Suarez
Venerdì 3 Marzo 2017, 22.44.17
589
Grammy? Sta roba? Hai mai ascoltato Peace sells o rust in Peace?
Resenar
Venerdì 3 Marzo 2017, 22.32.51
588
un disco da Grammy, un ritorno pazzesco al thrash aggressivo dei megadeth, che si era rivisto un po' con endgame e prende solo 70? Questa volta il flop è nella recensione...
frank$
Mercoledì 15 Febbraio 2017, 16.12.25
587
rimaniamo in attesa di una Vostra terza recensione... Metallized...
SOM
Giovedì 9 Febbraio 2017, 10.19.55
586
Comunque 70 e' un voto abbastanza basso.
Mulo
Giovedì 9 Febbraio 2017, 9.47.32
585
The evil never dies! Never dies!
zano
Giovedì 9 Febbraio 2017, 9.19.03
584
alla fine però gli ho dato 80, canticchiando: "...it's a fatal illusioooooooooooon..!!!"
zano
Giovedì 9 Febbraio 2017, 9.05.18
583
Grandissimo lavoro. Gira da un bel po' in macchina ed è sempre fresco! 78
CliffB
Giovedì 5 Gennaio 2017, 0.16.31
582
Semplicemente GRANDIOSO non riesco a smettere di ascoltarlo...grazie zio DAVE
lux chaos
Lunedì 2 Gennaio 2017, 19.29.00
581
Risentito oggi in macchina...come quello dei Metallica non stufa, non stufa ancora dopo mesi, ad ogni ascolto si coglie qualcosa in più...fresco, un album fresco...confermo alla grande il mio 75!
Alessandro Bevivino
Domenica 27 Novembre 2016, 10.25.14
580
Album incredibile, aperta colossale, capolavoro.
Gian
Giovedì 24 Novembre 2016, 21.47.32
579
Il paragone con hardwired è impietoso...
Christian Death Rivinusa
Martedì 22 Novembre 2016, 23.26.00
578
per me miglior album del 2016… ..superiore in tutto a quello appena uscito dei metalllica che non arriva neanche alla sufficienza.Questo sia come creativita',coinvolgimento dei brani e tecnica e' superiore di tanto!
Psychosys
Sabato 19 Novembre 2016, 16.12.00
577
A distanza di qualche mese e dopo avere avuto l'occasione di sentire alcuni di questi pezzi live posso dire che una delle migliori sorprese del 2016. Almeno 5 grandi canzoni ed una band rigenerata. Se Dave deve produrre dischi simili, gli auguro altri 100 anni di vita. Leggermente inferiore a Endgame, 75\100 mi sembra un voto più che adeguato.
rik bay area thrash
Domenica 13 Novembre 2016, 17.40.57
576
Ho avuto modo di ascoltare questo nuovo lavoro dei megadeth e mi ha piacevolmente sorpreso. Veramente a livelli degni da essere definito tale (imho). Qui la matrice thrash c'è eccome e le song ( che sono effettivamente song) scorrono che è un piacere. Voto nettamente superiore a quello indicato dai recensori, ma nessun problema ...
Mulo
Domenica 13 Novembre 2016, 17.19.07
575
Si conferma mio disco preferito del 2016 nonchè miglior album dei Megadeth dal '92.
Mulo
Venerdì 28 Ottobre 2016, 18.12.45
574
Già sto disco è un miracolo,chi ci sperava più....
lux chaos
Venerdì 28 Ottobre 2016, 17.57.55
573
Dopo mesi di ascolto, questo album a mio parere merita anche un bel 75/80...un grande, grandissimo ritorno con 3/4 brani eccezionali e il resto cmq buono! Grandi!!!
Burning Eye
Venerdì 28 Ottobre 2016, 17.37.48
572
Si forse hai ragione, diciamo che forse per quello che ha fatto nei Megadeth lo percepisco come meno impressionante rispetto agli altri due.
Gian
Venerdì 28 Ottobre 2016, 17.06.36
571
Premettendo che apprezzo moltissimo sia Friedman che loureiro, ritenere poland un minore è assolutamente sbagliato, soprattutto considerando la provenienza musicale dello stesso: jazz
Mulo
Lunedì 17 Ottobre 2016, 21.12.28
570
Già infatti i solos dei primi 2 dei Megadeth li fa x un buon 70% Mustaine ( anche di So far so good....
Burning Eye
Domenica 16 Ottobre 2016, 11.12.07
569
Ah ok, sì è vero, è un gran chitarrista ma non un vero virtuoso come loro 2. Ma, ugualmente, neppure Poland è paragonabile a loro sul versante prettamente tecnico. Se si parla di Friedman e di Loureiro c'è effettivamente da rendere omaggio, due veri grandi. Anche in quel senso Dystopia ha davvero tenuto fede alle aspettative, Kiko ha offerto una prova assolutamente di livello.
Mulo
Sabato 15 Ottobre 2016, 18.45.06
568
Indendo dire che Mustaine paragonato a Friedman e Kiko (2 fenomeni) non è un buon solista... Nel senso che a livello di pura tecnica è inferiore.... Mustaine resta il mio preferito di sempre ( con Iommi e Blackmore),scrive pezzi fantastici ma a livello di pura tecnica chitarristica c'è di meglio.
Deathland
Sabato 15 Ottobre 2016, 16.11.02
567
Ottimo disco, per me alla pari con l'ultimo di Anthrax e Slayer
Burning Eye
Sabato 15 Ottobre 2016, 15.34.28
566
Ma sul serio Mulo pensi che Mustaine non sia un buon solista? Anche qui da delle prove assolutamente buone, per cosa piace a me in un solo. Anche il solo finale di PAW è decisamente al livello del pezzo. Sicuramente ha un modo di concepire il solo più grezzo e sporco di Kiko ma anche il solo di Holy Wars prima della sezione finale è spettacolare e uno dei miei preferiti nel metal.
Mulo
Sabato 15 Ottobre 2016, 14.24.16
565
X me disco dell'anno,lo sento con regolarità e mi piace un sacco,potente e con melodie vincenti. Davo questa band x morta (era da countdown che nn mi piaceva un loro album x intero)e invece c'è stato il miracolo.
SOM
Mercoledì 12 Ottobre 2016, 9.22.00
564
70 come voto e' troppo basso!
Crusader76
Sabato 23 Luglio 2016, 17.24.44
563
Un bel disco decisamente superiore all'ultimo degli Slayer. I tempi andati non ritorneranno, ma il marchi di fabbrica resta..ANCORA UN RIFERIMENTO ASSOLUTO!! GRANDE DAVE.
Ilgeniodellalampada
Venerdì 8 Luglio 2016, 18.48.47
562
Il voto lettori è quello giusto
Steelminded
Venerdì 8 Luglio 2016, 18.47.42
561
Quando tornerà con un altro nick ci metteremo cinque minuti a capire che é lui come sempre... the wheel of time...
terzo menati
Venerdì 8 Luglio 2016, 17.40.56
560
In effetti è scomparso. Mi é venuto in mente leggendo nuovamente post in questa recensione dove ce l'aveva con dave...ma forse è in repubblica Ceca,ci andava spesso
Steelminded
Venerdì 8 Luglio 2016, 17.36.56
559
Bella domanda terzo, mi sa che stavolta l'abbiamo perso per un altro po... me lo ricordo che minacciava di scomparire sotto una rece o una news, ma non saprei dire quale...
terzo menati
Venerdì 8 Luglio 2016, 17.08.00
558
Ma Mario spider metallo che fine ha fatto?
aletona
Venerdì 8 Luglio 2016, 15.55.08
557
Di ritorno da Atene con concerto...li vedo da vent'anni...e questa volta sono in forma STREPITOSA!!Pubblico Greco caldissimo che canta tutte le nuove canzoni di quest'album,che specie dal vivo,non sfigura di fronte ai classici(a tout le mond e trust escluse che da sempre mi fanno cagare)
Masterburner
Venerdì 24 Giugno 2016, 9.51.41
556
Miglior album dei Megadeth da un pò di tempo a questa parte. Le composizioni non fanno gridare al miracolo certo, ma sono tutte belle e quantomeno fruibili. Mi piace molto anche la cover finale. I suoni sono molto belli, a parte il fatto che vorrei sentire meno 'pelle' e più 'tamburo' sulla batteria. Inoltre il lavoro solistico di Louriero è cento passi avanti a quello del predecessore, che considero un freddo shredder e poco più. Qui invece si sente una bella mano veloce ma incisiva! Gli darei un 75
zano
Mercoledì 15 Giugno 2016, 17.28.25
555
Disco bello per quello che sono riuscito ad ascoltare (appena sufficiente per la performance live del GoM, ottima e divertente), mi sembra compatto e pieno di spunti validi! Ma il batterista viene dai Lamb of god (chris adler) no?
Christian Death Rivinusa
Mercoledì 15 Giugno 2016, 16.37.53
554
Disco capolavoro,ho avuto la fortuna di vedere dal vivo al gods of metal interpetrare alla perfezione parecchi brani di distopia,brani che non hanno per niente sfigurato,e che la gente presente ha accolto in maniera super positiva,dove ero io,il pogo era continuamente attivo, dalla prima all'ultima canzone che hanno proposto.Devo anche dire che il batterista dei soliwork non ha fatto rimpiangere per niente l'assenza di alder,un vero elicottero umano e' stato… .grandi megadeth
Paolo
Mercoledì 15 Giugno 2016, 11.50.22
553
Recensione sbagliata su cui risulta inutile ogni commento. Album migliore ad ogni ascolto... Se consideriamo che siamo nel 2016 e che in paragoni col passato non servono... Capolavoro
Psychosys
Lunedì 6 Giugno 2016, 11.01.18
552
@Dany71 Tri assicuro che anche al centro dell'estragon The Threat Is Real, Dystopia e Poisonous Shadows sono state accolte con clamore. Non come Peace Sells e Symphony Of Destruction, peró nemmeno come Trust!
Dany71
Lunedì 6 Giugno 2016, 3.08.39
551
A Bologna l'altra sera i nuovi brani non sono passati inosservati, anzi. Almeno nelle primissime file eh.....
mario
Lunedì 6 Giugno 2016, 0.02.17
550
Se lo dovessi vedere live e i pezzi di Dystopia non dovessero prendermi , e dovesse proseguire al prossimo su tali coordinate(gia' non mi convincono molto su disco) con me Dave ha chiuso, piu' chiaro di cosi'.
mario
Domenica 5 Giugno 2016, 23.56.38
549
Ah se e' per questo neanche io capisco i tuoi commenti, io sono chiaro ed esplicito, se non vuoi capire ma chissene, e se s me ma come ad altri livello non acchiappa/dovesse acchiappare lo diciamo in coro un gigantesco CHISSENEFREGA.
Mulo
Domenica 5 Giugno 2016, 23.46.54
548
Chisseneftega! Tutti quelli che pubblicano dischi lo fanno x vendere e vivere di musica,altrimenti starebbero a strimpellare in garage la domenica pomeriggio. mario impara a scrivere che non si capisce niente di quello che scrivi
mario
Domenica 5 Giugno 2016, 23.41.50
547
Anche io ragiono con la mia testa, ma non ho una band , e Mustaine non credo che si levi la sete col pprosciutto, già' ha detto che il responso di super collider fu disastroso e non fara' più' quell'errore, e se vede che live Dystopia non dovesse acchippare, ci penserà' su prima di fare unsltro album simile poi per mr personalmente l' impatto live dei pezzi conta eccome per mio modo personale di giudicare un lavoro di un gruppo.
Mulo
Domenica 5 Giugno 2016, 23.22.32
546
A me piacciono parecchio e se agli altri non piacciono cazzi loro. Mi piace ragionare con la mia testa senza farmi influenzare dalla massa
mario
Domenica 5 Giugno 2016, 23.21.57
545
#live, #Gods, sembra che gente continui aporezzare più' i classici che i nuovi, e i livello dono praticamente la prova del 9 , vediamo seanche il pubblico estero lli apprezza oppure no.
mario
Domenica 5 Giugno 2016, 23.17.31
544
Uhmm!Per il momento in sede livello almeno qua al Gode sembra che i nuovi pezzi tratti da Dystopia non mi sembra siano stati graditi molto, salti di gioca non se ne sono visti, vedremo con più' video livello anche esteri se I pezzi del nuovo album convinceranno veramente.
Monky
Domenica 5 Giugno 2016, 23.10.32
543
@Riccardo: Grazie. Diciamo però che "sparare a zero senza ragionare" mi sembra un commento un po' esagerato. Le opinioni evinte dal primo paragrafo sui dischi antecedenti a Dystopia sono piuttosto ragionate e supportate da numerosi ascolti. Insomma, non è che qua si scrive una propria opinione senza nemmeno ascoltare i dischi precedenti, perché fa figo insultare Super Collider (o St. Anger, o Re-Load, o Thirteen che dir si voglia). Ognuno giunge all'ascolto di un disco con i propri trascorsi e le proprie opinioni; come avrai letto, la mia recensione e divisa in due parti: il primo paragrafo antecedente a qualsiasi ascolto ed il resto dello scritto che è post-ascolto. Motivo per cui, ciò che è stato scritto su Super Collider è piuttosto ragionato e giustificato dai miei ascolti. E se vuol dire essere prevenuti, lo è allo stesso modo del "comprare il disco a scatola chiusa perché i Megadeth piacciono".
Mulo
Domenica 5 Giugno 2016, 22.52.13
542
Dopo 6 mesi che lo sento dico tranquillamente che questo disco è il migliore dai tempi di Countdown! Grandi grandi grandi!!
con
Domenica 5 Giugno 2016, 22.20.03
541
cordo
Riccardo
Mercoledì 1 Giugno 2016, 14.30.21
540
Scrivo queste righe dopo aver letto il primo paragrafo di Davide Monky, che ringrazio per aver dedicato del tempo per la recensione (a prescindere se poi sarò o meno d'accordo, il lavoro dei redattori di Metallized è veramente degno di lode e rispetto). Ho comprato il disco a scatola chiusa perché i Megadeth mi piacciono. Recensire artisti come Mustaine (o come i Sepultura, per fare un nome) con un grande passato ed un presente un pochettino più opaco, è di per se una cosa difficile. Partire prevenuti, come Davide fa nella sua recensione è un errore piuttosto grave. Nessuno degli ultimi lavori di Megadave può paragonarsi con i capolavori del passato, ma dischi come Thirteen e Super Collider non sono nemmeno da sbertucciare come si fa troppo sovente. Entrambi i dischi hanno delle fasi qualitativamente non all'altezza del marchio Megadeth, ma entrambi contengono degli ottimi momenti di musica. Super Collider in particolare ha il "difetto" di essere troppo orientato verso l'hard rock, ma entra spesso nel mio lettore di CD per uscire dopo un buon numero di ascolti. Io credo che chi recensisce un lavoro di Mustaine dovrebbe essere un po' meno preventuo, anche se sembra un gioco piuttosto diffuso quello di sparare a zero senza ragionare.
Dead Skies
Martedì 24 Maggio 2016, 21.56.30
539
Che dire...sicuramente bel disco...un 80 se lo merita tutto. Le prime 2 sono veramente ispirate. E poi secondo me Dave è uno coi contro coglioni a 360 gradi. Avrà fatto qualche passo falso musicale ma è uno genuino, istintivo, colto ed intelligente. E per niente leccaculo. E a me queste persone piaciono.
Rio
Martedì 17 Maggio 2016, 23.39.03
538
Quando ho letto che per il recensore la migliore traccia dell'album è Emperor non ci ho creduto, mi sono stropicciato gli occhi, li ho sgranati ma c'era scritto ancora! I Megadeth hanno già fatto album interi su quel registro, gli ultimi sono Thirteen e Collider. Ne mancava forse un altro?! Dystopia è un pochino diverso, per fortuna!
Rio
Martedì 17 Maggio 2016, 22.51.17
537
Credo che sia diventata un pò una moda tra i fan osannare Rust In Peace e darlo per scontato come l'apice della discografia. E' certo un ottimo album, ma già si intravedevano più o meno controluce le nefandezze che sarebbero poi emerse sempre più marcatamente fino alla catastrofe di Criptic writings(in cui va salvata solo la mitica Trust, da considerare però una power ballad), e gli immondi due album seguenti. Cowntdown, nonostante lo sputtanamento ormai piuttosto evidente, ha riff molto pesanti e un ottimo songwriting, quindi ci sta, ce ne fossero! Ma i veri vertici sono Peace Sells e Killing Is My Business. Dystopia ne scavalca un bel pò e si posiziona tra i migliori, il songwriting non è esaltante ma l'attitudine finalmente è quella giusta. Peccato, questi signori sanno ancora suonare e scrivere. Se avessero fatto un altro paio di album così quand'erano più giovani...!
Agnostico
Sabato 7 Maggio 2016, 0.10.18
536
Anch'io adoro countdown,ma youthanasia no,forse preferisco crypting,sicuramente i dischi post the world needs a hero
Vitadathrasher
Sabato 7 Maggio 2016, 0.05.52
535
Countdown secondo me è un album capolavoro, alcuni spunti gli trovo davvero originali. In alcuni tratti ci sento l'apice creativo di mustaine. Non parlo di esasperazione tecnica, ma di idee. La sola simofdestruction, che per molti è considerata una commercialata, per me è una genialata, quel pezzo, nella sua apparente semplicità, sembra che dondoli come una marionetta.
Agnostico
Sabato 7 Maggio 2016, 0.00.25
534
Certo che se quest'album fosse uscito dopo Countdown to extinction sarebbe stato accettato meglio.Io ho notato che i gruppi thrash ma anche di heavy classico hanno dato il meglio negli anni 80,poi nei 90 hanno sperimentato con risultati dal pessimo al discreto,dopo il 2000 hanno provato a tornare alle origini,ma ormai era tardi,anche perché sono stati album di mestiere.L'esempio più lampante sono i Black Sabbath : l'ultimo disco è la brutta copia del primo,ma non è credibile,gli ultimi di megadeth,metallica,judas priest,iron maiden sono un tentativo di tornare alle vecchie sonorità.Comunque da amante dell'heavy metal è sempre bello ascoltare questi fuoriclasse.Ascoltare rock fatto col cuore migliora la vita e ti fa sentire più fortunato rispetto a chi non riesce ad assorbire queste emozioni
mario
Venerdì 6 Maggio 2016, 23.41.53
533
In mia opinione, riascoltando tutti i duoi dischi,e sorvolando anche su alcune pecche, "kill" 95, "Peace Sell" 98, "So Far" 94,Rust in Peace 100.
mario
Venerdì 6 Maggio 2016, 23.28.09
532
Per me Countddown to Exitintion e davvero un bell'album, ma non supera il Range 87-89,che e', pur tanto, ma non un capolavoro, mia opinione personale, non c'è la carica vigorasa e la intensità' musicale e la perfezione artistica di un Rust in Peace.
Psychosys
Venerdì 6 Maggio 2016, 23.16.43
531
Secondo me Countdown To Exctincion è un capolavoro a tutti gli effetti
mario
Venerdì 6 Maggio 2016, 18.27.16
530
Mustaine e' da Rust in Peace che non produce più' capolavori, alcuni buoni dischi dopo, ma nulla piu, la sua genialita' e' un bel po di tempo che latita, questo per me rimane un disco di rodaggio, ma siamo ben lontani dai vecchi tempi ormai andati, e la sua voce purtroppo non aiuta di certo, qualcosa di buono si e' sentita, ma siamo solo agli inizi con Loureiro, aspetto il prossimo di Dave per fare un primo bilancio, questo non e' che mi abbia fatto una grande impressione.
Galilee
Venerdì 6 Maggio 2016, 17.59.45
529
Anche secondo me è meno piatto questo album di Endgame. Quel disco ha un bel tiro, ma dal punto di vista della fantasia e dell'estro è un pò tarpato. Comunque rimane un buon lavoro.
gian
Venerdì 6 Maggio 2016, 17.51.14
528
Si la vedo come te cinico. Infatti loureiro e' grandemente azz3ccato come musocista. Oggi ho riascoltato endgame e devo dire che dystopia e' davvero molto meno piatto... comunque per me musaine resta un genio al di la' delle cadute avute..
Il Cinico
Venerdì 6 Maggio 2016, 13.09.10
527
Ma figurati se lo declasso! Ha avuto assieme al povero Jason Becker il merito di portare il cosidetto shred neoclassico(dopo malmsteen) ad alti livelli e poi coi megadeth s'è giustamente ritagliato la sua fetta di gloria nella storia del metal, però sembra quasi che senza lui o menza per i megadeth non abbiano quasi ragione d'esistere. A me sembra eccessivo e pure tanto, anche perchè i Megadeth son la creatura di Mustaine e cmq tu la voglia vedere non esiste "la vera formazione dei megadeth" perchè il buon dave ha cambiato una camionata di musicisti nel corso della carriera...
gian
Venerdì 6 Maggio 2016, 12.58.58
526
Io adoro youthanasia ma il contesto compositivo di quell albumnera diverso. Youthanasia e' un album granitico ma meno del predecessore, heavy metal puro con grandi melodie. Su dystopia le pari melodiche sono meno visibili. Si avvicina maggiormente ai vecchi lavori.
gian
Venerdì 6 Maggio 2016, 12.54.50
525
Cinico, suoni chitarra? Conosci i cacophony? Friedman e' un grande chitarrista e compositore, non un mero esecutore. Cito un solo esempio: il solo di tornado of souls. Questo non e' che l ha scrit5o mustaine. Per me mustaine resta un eccellen5e compositore ed eccellente chitarrista sia ritmico che solista ma declassare un Friedman insomma...
Il Cinico
Venerdì 6 Maggio 2016, 12.41.13
524
Dirò un eresia, ma tutto questo idolatrare Friedman non lo capisco più di tanto, certo, ha scritto assoli bellissimi su album fondamentali dei megadeth, ma a comporre era sempre il solito dave mustaine, secondo me l'accoppiata friedman/menza è stata eccessivamente mitizzata.
Galilee
Venerdì 6 Maggio 2016, 12.14.38
523
Gusti, per me vale la metà di Youthanasya, ma nemmeno credo. Youthanasya è un capolavoro, questo è solo un buon disco. In my opinion of course.
gian
Venerdì 6 Maggio 2016, 12.13.17
522
Su questo album c e' più vita varieta' e sentimento di endgame. Il suono e' meno plasticoso rispetto ad endgame. I soli di loureiro sono piu' vicini come approccio compositivo a quelli dell inarrivabile Friedman ed al quasi inarivabile poland, entrambi solisti ce musicalmente meglio si sono approcciati al mondo megadeth determinandone in parte anche il sound. Un mee e' poco. Conviene ascoltarlo di piu' . E' uno dei pochi album post 2000 dei megadeth senza averli buttati nel dimenticatoio. Anche la voce non e' male. Più bassa anche PE questioni anagrafiche e sicuramente un po' aggiustata ma ci sta.
gian
Venerdì 6 Maggio 2016, 12.05.33
521
Nel senso che e' meglio. Youthanasya non e' un brutto album comunque. Anzi.
Il Cinico
Venerdì 6 Maggio 2016, 8.44.57
520
Comprato cd 1 mese fa, per me è un disco da 70, a parte the emperor che non c'entra na mazza e mi fa un po cacare, Mustaine se ne esce con un buon disco che mi rammenta come mood generale endgame. Per me non è certo finito come musicista e compositore,di certo è su un altro pianeta rispetto ai suoi amici/nemici metallica,ha fatto anche lui tante cagate ma la sua media compositiva e di inventiva è decisamente migliore.
Charleston11
Venerdì 6 Maggio 2016, 7.20.56
519
Nel senso che è meglio?
gian
Mercoledì 4 Maggio 2016, 17.59.06
518
Sono 4 mesi che lo ascolto. 90. Non paragonabile a yuthanasia.
Decatron
Mercoledì 4 Maggio 2016, 7.15.52
517
Un bel 99 per alzare la media ci vuole. Voto dei recensori troppo troppo basso
Lardo
Sabato 30 Aprile 2016, 22.01.01
516
Si contaci, il loro album uscirà nel 2087
gianmetal
Mercoledì 27 Aprile 2016, 15.34.36
515
vedremo se i cugini metallica saranno capaci di fare almeno un album decente,anche se ho perso le speranze
metalist
Mercoledì 27 Aprile 2016, 15.29.48
514
70?Qui dave ha dato il 110%,la sun vena compositiva ha trovato spazio come sempre del resto.Kiko ha aggiunto e impostato un sound diverso rispetto ai precedenti album,e amando il prog degli angra,secondo me dave ha fatto una scelta giustissima.Pezzi che ti prendono gia al primo ascolto,strutturalmente perfetti.A me piace da morire.Voto 90
Argo
Domenica 24 Aprile 2016, 11.20.02
513
Io sinceramente non ho mai pensato a Mustaine come ad un cantante, potrebbero suonare le canzoni anche senza inserire le parti cantate.
Darth_Ale
Domenica 24 Aprile 2016, 11.11.40
512
Lavoro migliore rispetto agli ultimi. Apprezzabile, ma non entusiasmante. A me piacerebbe proporre una provocazione. Ho deciso, purtroppo, di non andare a Monza al gods of metal, semplicemente perchè Mustaine live è diventato imbarazzante. Ma perchè non assumere un cantante per i live? In my darkest hour live è ridicola...davvero, accetterei un altro cantante rispetto a Mustaine per i live...e mi dispiace molto.
Steelminded
Lunedì 11 Aprile 2016, 20.57.31
511
Al quinto ascolto mi sono ricreduto anche qui e mi ha decisamente convinto. Ho apprezzato molto anche la seconda metà che di primo acchitto non mi aveva preso. Bella sorpresa. Come dice Electric Warrior, la nuova formazione è una bomba e si sente. Acquisto obbligato! Evviva!
Electric Warrior
Domenica 10 Aprile 2016, 11.24.44
510
Con i Megadeth ho lasciato perdere dal poco riuscito Th1rt3en (o come si scrive). Super Collider (a parte l'irresistibile title track) non l'ho ascoltato. Ammetto di essermi avvicinato a Dystopia con un certo timore. E sono rimasto piacevolmente stupito dalla freschezza di questi Megadeth del 2016. L'ispirazione c'è, la cattiveria c'è, non tutti i pezzi sono ispiratissimi ma ci siamo. Non è scattata la scintilla come con altri lavori della band, ma se questo è un nuovo inizio, speriamo che duri il più possibile! No comment sulla nuova formazione, veramente una bomba!
Gino
Sabato 2 Aprile 2016, 21.19.52
509
Il voto lettori è giusto, quello dei recensori no
Dani3121
Giovedì 31 Marzo 2016, 22.55.19
508
Bel disco,cattivo,con buone linee melodiche nelle vocals e nei soli,un pò ruffiano nel richiamare atmosfere classiche dela band. Al momento non mi sembra gli si possa chiedere di più,85.
Metal Shock
Martedì 29 Marzo 2016, 18.14.16
507
Oh, magari mentre aspettate date un ascolto all`album dei Product of Hate, l`ho gia` scritto e` una bomba
Metal Shock
Martedì 29 Marzo 2016, 18.09.22
506
Io piu` che i Testament aspetto i Death Angel che dopo la reunion non hanno sbagliato un disco!!
terzo menati
Martedì 29 Marzo 2016, 18.05.07
505
In effetti il confronto con i Maiden e' fuorviante. L'ho scritto spesso, io ho avuto e ho diversi amici che ascoltano metal classico ma che non ascoltano, anzi schifano il thrash, senza poi arrivare a Death Black. Sono d'accordo quindi con mario
mario
Martedì 29 Marzo 2016, 17.54.30
504
Io invece aspetto i Testament soprattutto per fare un confronto serio con questo, rimanendo su gruppi thrash, perche' per me Maiden e Megadeth c' entrano come i cavoli a merenda, per il momento rimango a quota 68, l'anno 2016 per il thrash e' ancora lungo.
tpr
Martedì 29 Marzo 2016, 17.37.44
503
simo, spiace che tu dia del ridicolo agli altri, non è educato, ma si sa in questi tempi l'educazione è un optional, c'è chi ce l'ha e chi no. nel merito ritengo che la vita sia perfettamente una continua sintesi tra cose diverse . il confronto tra gruppi è il sale delle discussioni, come quello tra generi (se non addirittura la loro fusione). non vedo perché non si debbano confrontare album tra loro. questo finto purismo settario ed ideologico è la fine dei sentimenti (e delle vendite). forse qualcuno ascolta e ama un album per come è costruito sul rigo? o forse perché gli dà emozioni ? amen.
simo
Lunedì 28 Marzo 2016, 6.33.17
502
Probabilmente, ma rimane ridicolo
Dany71
Lunedì 28 Marzo 2016, 2.52.44
501
Meriti conquistati sul campo. Evidentemente.
Monky
Lunedì 28 Marzo 2016, 1.21.11
500
@simo: se guardi la classifica delle recensioni più commentate che abbiamo in database, troverai solo tre nomi. La risposta è semplice, si parla tanto sempre e solo delle solite band. Anche quando non è necessario.
simo
Lunedì 28 Marzo 2016, 0.53.45
499
Non riesco proprio a capire il motivo di citare i Maiden anche qui
tpr
Domenica 27 Marzo 2016, 23.55.05
498
anche dopo tanti ascolti TBOS sempre più giù e Dystopia sempre più su.
80d
Venerdì 25 Marzo 2016, 19.40.47
497
70 è troppo poco. Io gli do un 85
max
Mercoledì 23 Marzo 2016, 21.01.20
496
Solo una parola: FANTASTICO!!
Charleston11
Lunedì 14 Marzo 2016, 18.58.55
495
Esatto!
Mulo
Domenica 13 Marzo 2016, 23.00.34
494
A quanto pare alcuni pensano che dopo più di 30 anni di carriera (e a 55 anni suonati,passati a bere,drogarsi e suonara in giro x il mondo) uno ( o una band) possa ripetere in un disco nuovo la qualità dei capolavori degli anni d'oro. Purtroppo non è così, i dischi nuovi delle band "storiche"vanno ascoltati essendo consapevoli che il meglio è già stato dato... Se equivale ad "accontentarsi "c'è sempre altro da sentire. Detto questo Dystopia è un buonissimo disco
Charleston11
Domenica 13 Marzo 2016, 22.25.03
493
Sono assolutamente d accordo con Paolo
Paolo
Domenica 13 Marzo 2016, 16.00.04
492
Gran album e le critiche sono assurde. Recensione senza senso e scritta in parte prima di averlo ascoltato. Da rifare
mario
Sabato 12 Marzo 2016, 15.08.38
491
@Berto, chi e' che rompe il c...o!?.Qui si esprimono pensieri, sensazioni, opinioni.Poi non ho capito, che vuol dire che Dave ha 55 anni?.Perche' uno a 55 anni e' vecchio!?.Non mi sembra che Dave faccia il contadino o il muratore o peggio abbia lavorato in miniera.Conta lo spirito, la voglia di dare forti ed emozionanti sensazioni, l'ispirazione, la verve compositiva, e queste cose non hanno eta', a meno che lui a 55 anni , si consideri vecchio per fare thrash, ma questo lo escludo, almeno spero.
Berto
Sabato 12 Marzo 2016, 14.47.13
490
Questo è un signor album. Per quelli che rompono il cazzo, vorrei ricordarvi che megadave ha 55 anni. Voto 80
Christian Death Rivinusa
Sabato 12 Marzo 2016, 14.14.39
489
mario@ho capito…… e' solo una questione di gusti,chiamalo rodaggio…… dopo super colider che e' stato un flop immenso,questo è oro
mario
Sabato 12 Marzo 2016, 12.48.05
488
Purtroppo l'ho ascaltato pure troppo, e la parola ottimo per me e' una chimera, per me solo ancora lavoro da fase di rodaggio, sono abbastanza fiducioso pero' per il prossimo.Parlo per me ovviamente.
Christian Death Rivinusa
Sabato 12 Marzo 2016, 12.32.28
487
mario@ kiko e alder ci sono gia' riusciti a fare un ottimo disco…perche' sono musicisti fantastici, .ascoltatelo bene,e' molto ben fatto… .. per me e' il disco dell'anno… .
mario
Sabato 12 Marzo 2016, 11.28.10
486
I veri Megadeth, i loro anni migliori e indimenticabili, e penso inarrivabili, erano quelli con Poland e Friedman. Quello che e' venuto dopo a mio avviso e per mio gusto e visione musicale, e' solo un vano tentativo di arrampicarsi sugli specchi con l'acqua saponata, ora sono arrivati Kiko e Adler, come nei vecchi cartoon dico:Riusciranno i nostri eroi nei prossimi anni a creare qualcosa di piu' convincente efficscia e a far brillare intensamente i Megadeth!?. Boh!
Fabio78
Venerdì 11 Marzo 2016, 23.46.28
485
Insieme ad endgame si piazza tra i primi cinque album più belli dei megadeth!bravo mustaine alla fine non ci deludi mai! Voto 85..
LAMBRUSCORE
Venerdì 11 Marzo 2016, 7.24.13
484
@Dope, a me invece sembra che siano stati trattati bene anche album che a tante persone non sono piaciuti, tipo Youthanasia o United Abominations...poi non capisco perché ci si debba accontentare per forza, tipo un mio amico anni fa che mi diceva: i Metallica adesso sono cambiati, quindi bisogna adattarsi...certo, allora devo comprare i loro dischi anche se è da 25 anni che non li sopporto? Parlo dei Metallica in questo caso.
Dope
Venerdì 11 Marzo 2016, 6.50.38
483
Porca puttana hai ragione! Questo sito è spesso ingiusto e riguardo ai megadeth c è gente che non si accontenta MAI. Il mio voto è 86
vretz
Giovedì 10 Marzo 2016, 20.59.55
482
MA 70 è poco!!
mavaiacagare
Giovedì 3 Marzo 2016, 8.21.35
481
infatti mi riferivo ad altre stronzate, quanto sei brutter
Brutter
Mercoledì 2 Marzo 2016, 21.55.49
480
Vai a cagare "mavaiacagare" adler regna
mavaiacagare
Mercoledì 2 Marzo 2016, 8.51.56
479
quante stronzate
Monky
Martedì 1 Marzo 2016, 23.41.56
478
Secondo me Adler è nettamente il migliore della formazione, per quanto fatto vedere in questo disco. Macchinoso è macchinoso, ma quando serve è di un'efficacia bestiale, tipo nella seconda parte della title-track.
mario
Martedì 1 Marzo 2016, 22.04.51
477
A me sinceramente Adler qui non mi ha impressionato per nulla è un motore a tutta birra, ma lo trovo macchinoso , potente si, ma quasi robotico, poca fantasia e poche variazioni rimarchevoli, Menza aveva più classe, sapeva fare fill giusti al momento giusto, il suono sapeva essere allostesso tempo quadrato, fantasioso e preciso, un buon gusto nei piatti, fill ben fatti , e rullanti precisi , il tutto con buon gusto sapendo egli suonare 3 strumenti chitarra, basso e saxofono, lo aiutava molto nei controtempi e negli assoli, e nelle ben coordinate sezioni ritmiche col basso di Ellefson, e poi ha suonato nel capolavoro Rust in Peace, Adler in cosa ha suonato di veramente rimarchevole da lasciare ai posteri, si è famoso per la sua tecnica ben oliata di Heel Toe, ma poi?. Inoltre a chi stravede per lui lo vedrà mai live coi Megadeth!?.O dovrà accontentarsi di turnisti riserva?.In futuro(se futuro ci sarà mai) Mustain collaborerà con lui nella stesura delle sezioni ritmiche o Adler dovrà adeguarsi e arrangiarsi di conseguenza ai suoi diktat?.Stesso discorso per Loureiro.Per me il lupo rossocrinito, può perdere il pelo, ma non il vizio.Felice di essere smentito al prossimo lavoro, se le cose andranno diversamente, voglio dargli l'ennesima attenuante di disco di rodaggio, ma se ne fa un altro simile o peggio, le scuse son finite.Confermo il mio 68, proprio perchè voglio ancora credere in lui.
lux chaos
Martedì 1 Marzo 2016, 19.40.23
476
Eh si, poco da dire, Chris fa la differenza, è anche per questi "particolari" che l'album funziona, certe "manate" di doppia cassa ci stanno a pennello, senza nulla togliere alla classe di Menza
Charleston11
Martedì 1 Marzo 2016, 6.59.54
475
E poi vogliamo parlare di Chris Adler? Chiaramente coi megadeth non suona come nei lamb of god, ma è sicuramente il miglior batterista che i megadeth abbiano mai avuto. E non venitemi a dire che Menza è migliore solo perchè ha suonato rust in peace.
lux chaos
Lunedì 29 Febbraio 2016, 18.52.33
474
@Doomale: concordo al 100%, album fresco come non sis entiva da tempo, il mestiere si sente tutto ma altrettanto bene si sente la classe assoluta di questo vecchio leone...grande! Anche io ora vorrei dedicarmi al nuovo degli Anthrax, avendo molto apprezzato il precedente
Charleston11
Lunedì 29 Febbraio 2016, 18.30.02
473
Merita ALMENO 80 mi dispiace dirlo, ma quelli che denigrano quest'album non capiscono proprio un cazzo. Mi fa incazzare il fatto che c è gente che non è MAI contenta.
Mulo
Domenica 28 Febbraio 2016, 20.51.36
472
A me invece piaciono proprio le canzoni e ritengo i chorus azzeccati. Invece gli assoli non mi dicono nulla,proprio non mi piacciono.... Quelli di Friedman erano di un altro livello ( anche se il pezzo nn era granché il suo assolo era grande)
Galilee
Domenica 28 Febbraio 2016, 20.48.53
471
X Edohard, in effetti è un po una cazzata. Che la forma sia superiori ai contenuti è tangibile, ma un 10 a zero è una esagerazione bella e buona, anche perchè di ingredienti nuovi, tra riffs, chorus e assoli c'è n'è un bel po'. Soprattutto nelle parti strumentali, e soprattutto non vivono nel passato. Certo molte cose sono in pieno stile Megadeth, ma molte cose sono proprio inedite.
Galilee
Domenica 28 Febbraio 2016, 20.43.12
470
Ho preso e ascoltato il disco per bene, finalmente. Bello, non troppo immediato, abbastanza ntrospettivo parlando di melodie. Grande Kiko, fa proprio la differenza. Sicuramente il meglio da Endgame, poi si vedrà, ma per il momento sono soddisfatto. Forse l'unica vera pecca è qualche chorus non troppo azzeccato, ma nel complesso ci siamo, per metà sono abbastanza vincenti, ma mai banali e già sentiti.
edohard
Domenica 28 Febbraio 2016, 20.37.15
469
"forma 10 contenuto poco se non proprio zero" non si può proprio leggere...
Doomale
Domenica 28 Febbraio 2016, 10.14.47
468
@Lux, ti do' ragione anzi diro' che a sorpresa a me ha preso da subito...Lo ritengo un album fresco e coinvolgente come non si sentiva da tempo. Ci sono tanti buoni pezzi e qualcuno più debole...Mi sta dando soddisfazione insomma come nn succedeva da parecchio. Il Roscio ha dato dimostrazione che se e' in forma ancora può dare la biada a qualche suo collega...7,5 anche per me come avevo detto all'inizio. Ora voglio dedicarmi un po' all'ultimo Anthrax anche se su di loro avevi riposto ogni speranza da tempo....pero' non si sa mai, magari un colpo di coda.
lux chaos
Domenica 28 Febbraio 2016, 9.00.10
467
Dopo 3 settimane di ascolto, devo dire che l'album (che all'inizio ho giudicato come mediocre), mi sta colpendo e stupendo sempre di più. Lontano dal capoalvoro, ci mancherebbe, ma le canzoni CI SONO....e sono anche molto molto buone, almeno 4/5 sono ottime....incredibile Mustaine...confermo il voto delle recensioni, tra il 7 e il 7,5, per me ovviamente superiore agli ultimi due aborti e a livello di endgame e the system has failed....complimenti zio dave, non ti avrei dato un centesimo e invece....sono felic di non aver SPRECATO fiato prima di aver ascoltato e assimilato il disco, liquidarlo con 2 o 3 ascolti, come avranno fatto molti, ci scommetto la mano, sarebbe veramente riduttivo...
entropy
Venerdì 26 Febbraio 2016, 18.43.32
466
dopo un mese di ascolti devo ammettere che quest'album mi sta stupendo. Mi era piaciuto come primo impatto, ma non pensavo che a questo punto loa vrei acnora ascoltato, e sarebbe cresicuto con gli ascolti. Davvero una super sopresa. Faccio salire la mia valutazione ad un 80 pieno!
Maverick22
Mercoledì 24 Febbraio 2016, 11.57.22
465
A me l'album piace, è come una ventata d'aria fresca. Non mi aspettavo un ritorno del genere, specialmente dopo Super Collider. Personalmente lo classificherei come una via di mezzo tra un album eccellente (come SFSGSW) e uno nella media (come Cryptic Writings). La mia valutazione è 80!
Steelminded
Martedì 23 Febbraio 2016, 20.54.43
464
... i morti di sonno dei DT... eheheheheh
mario
Martedì 23 Febbraio 2016, 19.19.59
463
I Maiden ripeto come ha già' fatto Vitadathrasher non c'entrano un ficosecco, io comunque a TBOS ho dato mi pare 75 o 76 non ricordo , comunque quello il punteggio, e ripeto poi tra voci non c'è confronto tra Dave, ho dato 66 a Dystopia scontandogli la voce che fa assolutamente pena, sotto i palchi lo ribadiscono ad essere più' cantate sono e saranno quelle dei mitici Maiden( comprese quel le dell'ultimo lavoro), e Bruce nonostante l'età e ciò' che ha passato fara' strage, anche sui numeri di pubblico non c'è paragone, ne con quei morti de sonno dei DT ne col rosciocrinito, non c'è proprio paragone di nessun tipo.
Vitadathrasher
Lunedì 22 Febbraio 2016, 0.11.08
462
Il paragone tra le due band, non ci incastra per nulla, anzi zero. Se vogliamo rimanere in un contesto di fantametal, trovo più similitudini degli iron con i dream theater: si bravi ma logorroici. A me pare che molte vecchie band diventino davvero vecchie, perchè come succede ai vecchi, ci si dilunga e si biacica perdendo il dono dell'immediatezza. Ecco, Metallica, iron e dream theater, tanto per citare le prime che mi vengono in mente, sanno di vecchio. Bisogna ammettere che il gatto rosso nonostante numerevoli passi falsi e il carattere di m...da. Ha ancora qualche colpo di coda.
tpr
Domenica 21 Febbraio 2016, 23.49.37
461
non so se capisco male, e nel caso faccio anticipata ammenda, ma attribuire un 68 al disco significa, al momento attribuire un giudizio migliore rispetto sia al 62 del recensore di tbos che al 64 dei quasi mille votanti. Ergo , trovo ulteriori conferme alla mia convinzione e cioè che tbos non sia un opera in sé valutata migliore di dystopia . Poi se giudicassimo le storie dei due gruppi, per me che andai a vederli a Padova ai tempi i Killer, fresco di stampa , con ancora in uso la malefica (e punkettara)abitudine del lancio delle lattine, dico che non c'è storia. Sul tema Dickinson invece non sono d'accordo e sulla recensione di tbos ho riscontrato valutazioni estremamente chiare sul punto.
marios
Domenica 21 Febbraio 2016, 12.00.37
460
Comunque non vorrei si pensasse che ho bocciato l'album, perché' comunque qualcosa di buono si e' sentito, diciamo per me che si colloca tra 66-68, lo sfogo era per spronare il roscio a fare meglio, ma questo dipende tutto da lui, più' umilta' caro Cave, più' umiltà'.
Dany71
Domenica 21 Febbraio 2016, 11.30.35
459
Dei Maiden
mario
Domenica 21 Febbraio 2016, 11.14.43
458
P.S. vediamo quale canzoni saranno più' cantate sotto i palchi, quelle dei Maiden o quelle di Megadsve!?.Io la risposta già' la so.
mario
Domenica 21 Febbraio 2016, 11.11.02
457
A proposito di "stitici" mentali, ripeto se non fosse per 3 canzoni, altro che stitichezza, l'effetto euchessina sarebbe, quello di corsa immediata al bagno..
Dany71
Domenica 21 Febbraio 2016, 11.01.11
456
Parlo per me, con l'ultimo Maiden ho rischato seriamente di dormire con questo no.
tpr
Domenica 21 Febbraio 2016, 10.35.14
455
non credo si debba essere stitici mentali . La buona musica è buona musica , la schiuma è schiuma. Gli occhi del biologo distinguono tra le varie specie aninali , ma non vedono mai e non riescono a cogliere la bellezza presente nelle varie forme della vita. Prima di essere tecnici del suono bisogna imparare ad amare la musica.
mario
Domenica 21 Febbraio 2016, 10.04.47
454
P.S.Almeno dei Maiden 6 canzoni dell'ultimo album mi son stampate in testa, qui a malapena 2, 2 e 1/2 -3 __proprio in forzatura va, ripeto se non collabora attivamente con Kiko, non rilascerà' niente di buono, anzi si stancherà' pure di lui e si reinventera' qualche scusa o frottola per msndatlo via.Per inciso poi, Dickinson alla sua eta' e con un cancro ancora passato di fresco, spicca culi a tuuto spiano, e attira numeri di pubblico che il buon Dava può' solo sognarsi..
mario
Domenica 21 Febbraio 2016, 9.50.58
453
Cosa c'entrano i Maiden?.fanno tutt'altro genere, poi Dystopia completamente thrash!?.completamente innovativo!?.Completamente non autocitativo!?.Voci uguali!?.Ma per piacere non facciamo paragoni assurdi.
tpr
Domenica 21 Febbraio 2016, 9.35.49
452
Se TBOS vale 60 qu isiamo almeno a 85 , non paragonabile la freschezza di dystopia con lo stantio che si respira nei maiden.
AdeL
Mercoledì 17 Febbraio 2016, 10.56.34
451
Grande coerenza stilistica: una scelta difficile e reiterata nel tempo! Bel lavoro. Alzerò la media.
Argo
Domenica 14 Febbraio 2016, 16.57.18
450
Dopo essere riuscito a vendere l'ultimo cd dei Dream Theater il giorno dopo l'acquisto andando in perdita di soli 2€, mi sono deciso di prendere questo nuovo Megadeth. Di sicuro è più coinvolgente delle ultime opere, io sono rimasto fermo a Endgame, gli ultimi 2 li avevo venduti subito, questo invece resiste per ora, e mi sa che lo terrò. Per il voto, ancora non mi pronuncio.
Darkfrancy
Mercoledì 10 Febbraio 2016, 19.01.39
449
Un grande ritorno! Finalmente un album in cui si respira l'aria dei Megadeth dei bei tempi!! Continuate così!!...voto 85.
Dany71
Martedì 9 Febbraio 2016, 9.32.32
448
@mario: hai argomentato secondo una tua percezione personale. A me sembra tu focalizzi il mezzo bicchiere vuoto. L'album è più che buono, nonostante qualche autocitazione, e fila via liscio. Dopo 13 e SC direi che va più che bene.
Jag
Martedì 9 Febbraio 2016, 1.26.02
447
Voto... 77 Io credo che l'innovazione ora se ci deve essere, debba arrivare da nuove band...non da chi a suo tempo ha già dato tantissimo. Pretendere sempre il massimo da Band storiche, senza più la "foga" giovanile a volte è eccessivo, ....le idee/cambiamenti come a suo tempo, arrivano da "fermento" di movimenti "giovani", come è quasi sempre stato. Questo è un buonissimo disco.... fosse stato proposto da qualcuno di sconosciuto, avrebbe avuto recensioni ottime, ma purtroppo porta il nome dei Megadeth, e si pretende la perfezione, il massimo, e cose nuove. E' palese che in alcuni pezzi riprendano gli schemi sonori di alcuni pezzi storici...quasi la loro struttura, tentando di ricreare la stessa atmosfera, basta ascoltare -bullet...brain- o -post american- , Personalmente all'ascolto lo ritendo un lavoro molto valido, è indubbiamente suonato benissimo, ma anche i pezzi effettivamente sono bei pezzi ascoltandoli in maniera "neutra". Non creano certamente la sorpresa o l'esaltazione come fu per esempio in Rust in Peace, però è un disco molto valido da ascoltare. La voce personalmente la trovo un pochetto sotto tono, ma è giustificabile.
mario
Lunedì 8 Febbraio 2016, 15.13.51
446
Concordo con Al, tra autocitazioni dei bellissimi tempi che furono che pero' naufragano in strofe mal costruite e a tratti fastidiose, tentativo di cavalcate msideniani che naufragano in un mare ordinaria scontatezza,, di assoli belli e funambolici ma faticano ad entrare nel cuore, rimanendo distanti e a volte scoscanti, che mettono solo in evidenza la troppa didtanza tra voce e tecnica strumentale, qualche sprazzo e guizzo c'è ma isolato, poco coordinato, non aiutato da un effettistica camuffante e una produzione poco incisisiva e potente che non fa risaltare e ricordare picchi di che sa che sorta di ragguardevole e degno di lode, pochibtratti lasciando nel complesso segnali non di certo esaltanti, poi qualche rimembranza ed echi Mercyful Fate, NWBHM, Maiden, Avenged Sevenfold e maldestramenti tentativi di innesti sonori stile Annhilator in alcune forme canzoni che non riescono a decollare pero'.Inoltre come al solito troppo poca collaborazione tra lui , Adler e Kiko, di Kiko, c'è la riprova in sue stesse interviste nel quale dice chiaramente che in più' di qualche occasione ha dovuto correggere la fantasia esuberante di Kiko per riportarla su canoni più' metal, e infatti si e'visto no!?. caro Cave credo tutti ti si voglia bene, me compreso, per tuttocio' che ci hai donato, pero' se non metti da parte il tuo smisurato ego e non cementizi bene il sodalizio con KiKo, rischi il naufragio completo, Kiko e' una persino per bene non puoi accampare scusanti, o fai lega compositiva con lui, e allora udciranno cose belle, o rischi il prepensionamento, ovviamente e' solo un mio pensiero, tanto che rivedono in giro recensioni lusinghiere, ma state battenti adularlo troppo, io preferisco bastonarlo(in sendo buono FI pressione), la sua mente può' fare molto di più' di sta roba, dove al massimo rimarranno nei ricordi 2 canzoni, davvero poco per uno come lui, che nel giro di 2 ore e' capace di crearti un capolavoro, se solo lo vuole e ci si impegna anima e cuore.
AL
Lunedì 8 Febbraio 2016, 14.37.04
445
album che non decolla mai. è una via di mezzo tra Endgame e SHF ma meno ispirato. mi piace la tripletta conquer,lying e emperor. salvo threat is real , qualche assolo qua e là e la copertina. bonus track e le due cover veramente inutili. Megadave fa fatica con la voce e si sente, mi risulta fastidiosa. purtroppo è una band che non mi esalta più da anni e dal vivo è anche peggio. voto 55
jek
Domenica 7 Febbraio 2016, 17.35.24
444
I primi tre pezzi sono decisamente tosti poi tranne qualche sprazzo il reso per me è molto piatto per fortuna che Kiko illumina coi suoi assoli.
Dany71
Domenica 7 Febbraio 2016, 15.17.36
443
Forse sto giro i recensori hanno preso mezza cantonata.
Philosopher3185
Domenica 7 Febbraio 2016, 12.54.36
442
Dopo le parentesi poco felici di Thyrteen e super collider,album mediocri,mi sembra che questo disco sia una piacevole sorpresa.Non solo i Megadeth son tornati a fare quello che noi tutti vogliamo,quella miscela di Thrash e tecnical metal che tanta fortuna ha garantito alla band di Mustaine,ma personalmente sento propio una band in forma.Death from whitin',bullet to the brain,per fare due esempi sono davvero ottimi brani..speriamo che questa formazione sia stabile,in modo che i membri possano amalgamarsi al meglio,perchè se il primo disco di questa formazione è di questa caratura,credo propio che i prossimi potrebbero' essere davvero sorprendenti..speriamo Mustaine non faccia come il suo solito.
Death
Sabato 6 Febbraio 2016, 17.13.37
441
Dopo vari ascolti devo dire che questo disco mi piace molto. Non è' questione di tecnica, di pesantezza, di soli, è' solo il piacere di sentire un nuovo disco dei Megadeth. Ottima la produzione. Alcune canzoni eccellenti, dystopia su tutte. Grazie dave!!
Rejection
Venerdì 5 Febbraio 2016, 18.15.42
440
*assoli, ovviamente.
Rejection
Venerdì 5 Febbraio 2016, 18.14.55
439
Album molto bello secondo me, non me l'aspettavo e mi ha stupito in positivo. Ha un buon tiro, bei riff, buoni ritonelli e tanto gusto negli asosoli. 78
BlackSoul
Venerdì 5 Febbraio 2016, 9.50.28
438
Ascoltato a sufficienza, devo dire che non me l'aspettavo. Bravissimo Adler per me è il vero motore e secondo me anche Kiko ci ha messo del suo. Molto, molto meglio la seconda parte rispetto alla prima. Non sentivo un album così dei Megadeth da Cryptic Writings. Voto 75
SOM
Venerdì 5 Febbraio 2016, 9.21.57
437
SEMPLICEMENTE GRANDI!!!!!
TPR
Giovedì 4 Febbraio 2016, 23.17.42
436
il cantato di fatal illusion è uguale ad I'm a man di Macho.
mario
Giovedì 4 Febbraio 2016, 20.01.34
435
La ritmica di Lying State somiglia a quella della stupenda canzone dei Manowar The Down Battle, inoltre in alcuni assoli di Kiko c'è una certa non velata somiglianza con quelli di Synyster Gates degli Avenged Sevenfold in Conquer or Die.
terzo menati
Giovedì 4 Febbraio 2016, 19.16.01
434
In effetti c'è la somiglianza. A dire il vero in quel ritornello dave canta come chuck Billy...tale e quale. Il solo di chitarra poi sembra qualcosa di la rocque preso da them o Conspiracy. Comunque bel pezzo
MIC
Giovedì 4 Febbraio 2016, 16.51.25
433
arrivato da un paio di giorni. per ora mi trovo in linea con i recensori. Ma solo a me ascoltanto '''Bullet to the Brain''' quel "know, know, know" viene in mente "this love" dei Pantera?
tino ebe
Giovedì 4 Febbraio 2016, 16.11.04
432
Secondo me non si ha capito il senso del discorso “classifica”, si ha voluto porre l’attenzione sul fatto che il disco è piaciuto ed è stata riconosciuto il lavoro di mustaine nel cercare di riattirare a se buona parte del suo pubblico più anziano, che come me magari li aveva abbandonati da almeno vent’anni. Un suono svecchiato e fresco, misto a un songwriting vincente può aver attirato una parte di pubblico, magari più giovane, che non ha mai ascoltato la band. Il fatto del pensionamento poi è una sciocchezza. In pensione un musicista ce lo mandano gli ascoltatori che possono decidere in maniera libera di non ascoltare, non comprare, non cliccare e soprattutto non presenziare ai concerti, cosa lontanamente (per fortuna) lontana dalla realta. Inoltre il commento 405 è una fesseria, a me non sembra che mustaine voglia fare il giovincello (il vecchio che vuole scopare), anzi ha fatto un album dove gli eccessi sono tenuti bene a freno. Il problema è l’antipatia verso mustaine, perché se il vecchio che vuole scopare lo faceva il povero Lemmy, o joe de maio nessun fiato perché loro sono simpatici e sono dei simboli intoccabili (e ci mancherebbe), ma due pesi due misure
Monky
Giovedì 4 Febbraio 2016, 15.23.16
431
Se è per questo, nella Billboard è stato primo anche Immortalized dei Disturbed, che è tutt'altro che un discone. Valutare un album da quanto vende, è come valutare uno scritto dal numerino posto in fondo.
AL
Giovedì 4 Febbraio 2016, 15.18.03
430
sottoscrivo il commento nr. 405. band da pensionare al più presto.
gian
Giovedì 4 Febbraio 2016, 15.14.20
429
ora non esageriamo... ai primi due posti di billboard ci sono adele e justin pipì... forse ti riferiesci alla billboard rock and hard. comunque è davvero un grande risultato un 3 posto così.. sarà anche per i testi un po' conservatori e giustizialisti.... una volta, nel 92, mustaine era democratico... poi è diventato repubblicano e successivamente religioso. la politica americana è comunque diversa alquanto dalla nostra... anche clint è un repubblicano ma i suoi film sono molto critici s alcuni specifici temi, quali ad esempio il razziosmo (chiedo venia per la digressione)
Mulo
Giovedì 4 Febbraio 2016, 15.04.29
428
Ma cosa vuoi che gli freghi a Ultich se i Megadeth sono primi o decimi .... È dal black album che piazzano al numero 1 i loro dischi ( dal black a death tt al num 1).... Hanno venduto più di 100 milioni di dischi i Metallica ( a mio avviso immeritatamente ma così è ).. Comunque bel disco Dystopia,il migliore da Countdown...
Dany71
Giovedì 4 Febbraio 2016, 3.27.41
427
Num.1??? Ora in casa Ulrich se ne parlerà sicuramente. farà molto discutere questo num.1. Si potrebbe anche azzardare che alla lunga Megadeth è meglio di Metallica.
Malleus
Mercoledì 3 Febbraio 2016, 23.33.13
426
Comunque quest'album è, appena arrivato al numero 1 della classifica americana, la famosa Billboard, così, a titolo informativo.. nessun album dei Megadeth era mai arrivato così in alto, solo Countdown to extinction era arrivato al secondo posto, ovvio la classifica c'entra relativamente con la qualità dell'album, ma per me, anche dopo due settimane di ascolti, direi proprio che non si tratta di un disco da 70 ma ben di più.. rimango su un 85 quasi politicamente corretto, ma di pancia azzarderei pure un 90.
Gabriele
Mercoledì 3 Febbraio 2016, 14.00.04
425
@Lambruscore, io, per esempio, Supercollider lo ascoltavo a basso volume... Spesso lo levavo proprio, il volume. Classici dischi da ascoltare a basso volume
Mulo
Mercoledì 3 Febbraio 2016, 12.11.12
424
Veramente un gran bel disco altro che balle! Trovatemene altri di ultracinquantenni con 30 anni di carriera sulla gobba fare un disco del genere.... Se la gioca con For all kings ( altro disco che sto rivalutando alla grande) come miglior disco tra matusa. In attesa dei Testament....
LAMBRUSCORE
Mercoledì 3 Febbraio 2016, 12.10.00
423
@Gabriele, rispetto i tuoi gusti, comunque dimmi se conosci qualcuno che ascolta metal a volume basso...fosse quello il problema, i dischi rock in generale sarebbero tutti capolavori....
Gabriele
Mercoledì 3 Febbraio 2016, 12.02.09
422
Sono passate quasi due settimane da quando sono in possesso di Dystopia. L'ho ascoltato così tante volte che ho perso il conto. E' un disco da ascoltare ad alto volume, sparato nelle orecchie. Il riffing di Mustaine è allucinante, brillantissimo, con soluzioni già note, perché PROPRIO alla Mustaine, senza per questo, risultare MAI scontate. Kiko Louriero, una cazzo di sorpresa! Gran contributo, e gran colpo di Mustaine nel capirne il potenziale nei Megadeth. Dopo Broderick e Drover (dotatissimi tecnicamente, per carità), finalmente un chitarrista da Megadeth, che non faccia rimpiangere i vari Friedman, Young e Poland. Drumming potente, preciso, giustissimo per la proposta, ma questa non è una sorpresa, visto chi siede dietro il kit. Linee di basso da Ellefson, intriganti e mai fuori posto. Da ultimo il cantato di Mustaine: non tornera mai più quello di 10, 15 anni fa, ma in Dystopia ha sfornato linee vocali perfette, risultando graffiante come non si sentiva da tantissimo: Mustaine, vocalmente, ha un massimo e il massimo ha dato. Per me Dystopia, conferma e, anzi, accresce quella che è stata la mia prima impressione: è il miglior album dei Megadeth, come minimo, dai tempi di Youthanasia [e dico come minimo perché più passano i giorni e gli ascolti, più mi viene da accostarlo, a livello qualitativo, nientemeno che a Countdown to Extinction (altro che Endgame). Se vi sembra poco.]. Dopo la bellezza di 8 (OTTO), chi cazzo se l'aspettava una resurrezione del genere???
Dany71
Mercoledì 3 Febbraio 2016, 2.35.41
421
Terzo posto in classifica u.s.a.? Ottimo direi. Chissà se in casa Ulrich se ne parla.....
JC
Mercoledì 3 Febbraio 2016, 0.13.16
420
Disco ottimo nella discografia dei Megadeth. C'è la tecnica, c'è la melodia, c'è l'incazzatura. Ok, i capolavori del passato sono irrepetibili. Ma vi sembra che in giro nel genere ci sia di meglio? A me, no. Già in corsa per il disco dell'anno.
Fabio78
Martedì 2 Febbraio 2016, 22.32.30
419
Qualcuno sa' con chi ce l ha mustaine su emperor?..a me sembra che sia una canzone dedicata a se stesso, una specie di victory..magari mi sbaglio..
andreadominus
Martedì 2 Febbraio 2016, 16.47.04
418
disco nettamente superiore alle ultime due release... per me 80
tino ebe
Martedì 2 Febbraio 2016, 13.54.45
417
Dopo numerosi ascolti devo comunque ridimensionare le mie valutazioni. Il disco è ben suonato, sembra non esserci una virgola fuori posto, le canzoni funzionano e sono facilmente assimilabili, c’è un buon equilibrio tra potenza e tecnica, e siamo sostanzialmente sulle stesse coordinate stilistiche di countdown, però manca quella cattiveria in più, manca la zampata decisiva, è un album che non fa male, come quei film thriller ben fatti ma che non spaventano, che non ti lasciano quella sensazione di disagio, non scatenano l’adrenalina. Mustaine si è autocitato diverse volte, ma niente di grave come ad esempio un album degli strato. Paradossalmente il brano secondo me più incisivo è la cover conclusiva, alla prong, veramente ben fatta, praticamente una anarchy in the uk 2.0. Il mio voto si assesta su un 70 quindi in linea con il corvo.
gian
Martedì 2 Febbraio 2016, 7.43.33
416
Al terzo posto negli USA. Se non sbaglio la posizione più alta l ha avuta con countdown nel 92 al 2 posto...24 anni fa...
gian
Lunedì 1 Febbraio 2016, 13.46.07
415
le prime possizioni di questo album: se si fa un paragone con le ultime vendite dei megadeth, si può notare che non si posixionavano così in alto almeno dai primi 2000. sono curioso di vedere come si posiziona negli usa. Belgio (Fiandre)[3] 19 Belgio (Vallonia)[3] 25 Francia[3] 39 Italia[4] 21 Paesi Bassi[3] 25 Regno Unito[5] 11 Regno Unito (download)[6] 19 Regno Unito (physical)[7] 11 Regno Unito (rock & metal)[8] 1 Regno Unito (vinyl)[9] 14 Scozia[10] 6 Svezia[3] 19
machecazzodici
Domenica 31 Gennaio 2016, 15.40.15
414
posso capire se qualcuno mi viene a parlare ad esempio dell'ultimo degli overkill, ma tirare in causa death magnetic x carità è davvero offensivo, cha schifo.
Steelminded
Domenica 31 Gennaio 2016, 15.25.01
413
Bella recensione Lizard, complimenti! Mi piace l'analisi a 360 gradi della carriera di Mustaine.
machecazzodici
Domenica 31 Gennaio 2016, 10.47.02
412
@Steelminded: death magnetic è la più grande paraculata mai esistita x me, il disco più falso della storia del metal. dai x favore death magnetic no, nooooooo!!!!!!!
Christian death rivinus
Sabato 30 Gennaio 2016, 23.53.38
411
Dopo tanti ascolti confermo che megadave ha fatto un bel album,e alcune canzoni diventeranno dei classicii....kiko per me e' superiore a chris...broderick...ha qualcosa in piu' ,chris minsembrava piu' un esecutore di turno,invece kiko a portato qualcosa di nuovo,e si sente.Sempre rispettando chris che e' bravissimo,ma tra i due scelgo kiko...poi promuovo anche la produzione....il disco e' registrato bene.....non paragonerei un lavoro di dave con quelli dei metallica post black album....in quanto i megadeth se prima quasi li eguagliavano adesso li hanno strapazzati.....death magnetic e' un album che non riesco mai finire di quanto e' fatto male....e ve lo dice uno che i metallica li ha amati e acclamati fino al black album...poi solo delusione...si salvano solo nei live....per quello che ha fatto dave nella sua carriera,nei numeri e qualitativamente' per i dischi prodotti, li ha superati,anche se la loro immensa popolarita che li ha resi celebri negli anni d'oro li fa apparire come i migliori....
andrea
Sabato 30 Gennaio 2016, 21.39.03
410
al primo ascolto sono rimasto spiazzato..dopo molti ascolti lo trovo davvero bello..mi ha provocato la stessa sensazione di so far so good le prime volte che lo ascoltavo..un album "strano"...un album megadeth
Steelminded
Sabato 30 Gennaio 2016, 20.57.28
409
No comunque a parte i modi di esprimersi e interloquire, sono d'accordo con mario. L'album è obbiettivamente niente di che. Vi sono alcuni bei pezzi e basta tipo le prime quattro e la strumentale. A me questi Megadeth radio-friendly non piacciono molto, mi dispiace -- allora molto meglio Death Magnetic. Evviva!
mario
Sabato 30 Gennaio 2016, 18.57.22
408
Ci tengo a precisare a scanso di equivoci che non porto odio a nessuno ne tantomeno a Dave, per dimodtrare che non gli voglio del male mi auguro che lo dpettacolo live al Gods e s Boligna gli vada bene, ed anzi e' proprio perche' lo stimo, che gli ho data questa energica sferzata, per spronarlo a fare cose belle cavolo, Ma la pazienza ha un limite, questi non lo capiscono von le buone maniere, gli fai discorsi di incoraggiamento, e niente, gli usi tatto diplomatico e niente, e scuse di scuse, r' un discorso che farei ugualmente ai Metallica ecc ecc,non ho nulla contro i fans, ma per quanto mi riguarda, e preciso per me, hanno veramente scassato. Bastaaa.
Argo
Sabato 30 Gennaio 2016, 16.33.51
407
Io con i Megadeth ho qualche anno fa ho fatto una cernita dei cd, ho venduto quelli che proprio non mi piacevano, e alla fine dopo Endgame li ho mollati. Sarei tentato di dare un tentativo a questo cd, e non so nemmeno perchè... tenderei a dare ragione a chi considera questo cd la solita ciofeca... boh, l'ho visto ieri in bottega e avrei voluto prenderlo, aspetterò che cali di prezzo.
freedom
Sabato 30 Gennaio 2016, 16.16.20
406
Io non sono un fan a tutti costi anzi, ho abbandonato i Megadeth un bel po' di tempo fa', però "zero" qui mi pare esagerato.
VomitSelf
Sabato 30 Gennaio 2016, 15.54.19
405
Sto ascoltando da ieri sera...non se la prendano i fan a tutti i costi ma..ZERO. "Sembra di vedere un vecchio che cerca di scopare" [*cit]. Torno ad ascoltarmi Miles Davis. E quando ne avrò voglia, ci saranno sempre "Killing Is My Business", "Peace Sells", "So Far" e "Rust In Peace". Goodbye Davey.
Dany71
Sabato 30 Gennaio 2016, 15.03.18
404
©steelminded: "melodia facile, infarcito di assoli...." questa frase la potremmo riciclare per il 90%dei dischi qui recensiti. Questo è un buon disco. Se poi i metallari con la Bentley ci stanno in culo è un altro paio di maniche.
freedom
Sabato 30 Gennaio 2016, 13.34.40
403
Sono d'accordo con @terzo menati. Alla fine mi sembra un disco più compatto e con meno cali di ispirazione rispetto ad Endgame. Mi sto convincendo sempre più che si tratti del loro album più convincente dai tempi di CTE, che supera in quanto ad aggressività ma non in termini di songwriting. C'è da considerare che tempi e mezzi sono profondamente cambiati, CTE è figlio di un'altra epoca, e Dystopia può contare sul contributo di uno dei batteristi più innovativi degli ultimi 15 anni, cosa che fa la differenza. Devo dire che ho trovate le bonus tracks veramente buone, soprattutto Melt The Ice Away e Me Hate You, che hanno un tiro ed un groove pazzesco. A questo punto il voto tende a crescere. Il bello di questo lavoro è che riesce ad essere orecchiabile senza scadere nel banale, virtù un tempo abbondantemente sfoggiata da Dave ma che sembrava aver perso ultimamente, producendo dischi o troppo banali o troppo di mestiere. Mi pare sia riuscito a trovare un certo equilibrio questa volta. Di sicuro c'è che di scapocciate me ne sta facendo fare veramente tante...mi è partita pure la cervicale...
terzo menati
Sabato 30 Gennaio 2016, 13.10.22
402
Endgame era sicuramente più aggressivo e aveva delle vere e proprie killer song tipo la strumentale iniziale, this day we fight e headcrusher, il problema è che quei pezzi sono talmente buoni che il resto del disco sfuma. Questo è più omogeneo e sicuramente più credibile perché è fatto da un cinquantenne con esperienza che non ha più quella rabbia adolescenziale da tempo.
Steelminded
Sabato 30 Gennaio 2016, 12.32.47
401
Terzo non avevo letto tutto il commento di Mario ex spider. Beh sì in effetti siamo alle solite. Incredibile. Comunque lo riascolto di nuovo. Non è una cagata, ma endgame mi sembra superiore e forse anche united. Dystopia è fantastica.
terzo menati
Sabato 30 Gennaio 2016, 12.21.12
400
Dopo l'ennesima lite sul ueb, qualche mese fa sui my dying bride ora sul gods, il buon spider mario minaccia nuovamente di lasciarci. Mario ripensaci, ti vogliamo bene anche se dici che questo bellissimo disco è la corazzata potionchi...na cagata pazzesca
gian
Sabato 30 Gennaio 2016, 12.18.03
399
Confermo i pensa menti di dany71: non eccessivo apprezzamento per un gruppo come questo. Dystopia e' molto apprezzabile nel suo incedere, se si escludono a mio personale avviso un paio di pezzi sottotono. Complimenti a questo genio rossocrinito di oramai 55 anni. Perché nessuno ricorda quanti anni ha quest'duomo... c'e' qualcuno qui che spera ancora che davide mustaino scriva di nuovo trust in peace. La gente cambia, per fortuna, a volte sbagliando, altre volte, come in questo caso, direi proprio di no.
Steelminded
Sabato 30 Gennaio 2016, 11.41.35
398
Neanche a me piace Mario. Sono in linea di principio d'accordo con le tue osservazioni. Commerciale, alla ricerca della melodia facile, infarcito di assoli per colmare qualche lacuna di fondo e piatto. Paradossalmente, mi sembra in linea di continuità con Supercollider. Ma si mettessero a pestare di brutto cavolo e a fare del thrash se se lo ricordano. A me ha stancato abbastanza subito. Peccato perché le prime due mi avevano fatto troppo ben sperare, specie Dystopia che è un gran pezzo stile Rust in Peace. Va bebe, un pochino meglio di Supercollider. Ma non darei più di un 65. Evviva!
mario
Sabato 30 Gennaio 2016, 9.31.02
397
Più' lo ascolto e più' mi cala, tecnica sbirulinante con qualche guizzo azzecato soprattutto da parte di Kiko che non riesce mai a toccare vette ragguardevoli e chevrendsno i brani ricordabili, batteria nell'ordinario, troppo per i miei gusti, basso lo dice la parola, niente di memorabile anche da parte di Ellefson, la voce meglio che non mi esprimo, pezzi già confezionati prima dell'arrivo di Adler, e lui logicamente si e' dovuto adattare s quei canoni predefiniti, e codi' prr kiko trsnnr in alcuni casi ,e di sentono, e produzione che non lascia segnali positivi nel sound in grnerale, disco che passera' nel dimenticatoio, tranne forse due brani, ma troppo poco davvero troppo poco, metti tua figlia alla voce(e porta le tue cotde vocsli slla rettigica)Dave, e mi racccomsndo alza la parcella a quanti ti pagano per vedere le tue porcate di session fi studio, basta scuse, se non riesce a fare un gruppo neanche con kiko, datti all'ippica, o vai a sudare a zappare a mano la tua vigna , che forse il vino non ti viene piscio, basta non ne posso più' di queste troiate, i giovani non mi attirano i vecchi vanno in pensione , seguiti altri 3o4 concerti con questo mondo chiudo per sempre. Mi ascoltero' classici del metal dei cari vecchi tempi gloriosi che furono, la musica classica e poco altro, questo mondo sta diventando peggio del pop per alcune cose.A Dave! te lo dico col cuore, se non hai più' voglia di fare trash, dillo chiaramente, vedi di fare le cose come Cristo comanda, altrimenti pure tu vedi de annattene aff.....o.Giuro che mi tolgo dalle palle e non voglio far girare i maroni a nessuno. Ne rompere il giocattoletto Megadeth si suoi patiti, e' un discordo generale sul metal in generale, un mondo in cui no mi ci riconosco più',e che può' andare a farsi fottere, bsdta con queste fottute cazzate, diplomaxia archivistaata e sassolini dalla scarpa tolti, vi lascio a Megadave e alla sua "entudiadmante" musica e voce.Ma arivaffa...
Dany71
Venerdì 29 Gennaio 2016, 21.25.24
396
Ri-confermo la sensazione che in questa 'zine i Megadeth siano sottostimati. Ciò non toglie la mia assoluta stima. Questo Dystopia mi piace forse anche più di Youthanasia. Forse.
klostridiumtetani
Venerdì 29 Gennaio 2016, 20.51.25
395
Per me il migliore da Youthanasia
metallo
Venerdì 29 Gennaio 2016, 20.43.38
394
Mi è rimasta in mente solo Conquer or Die, la produzione non mi entusiama , tecnica di entrambi buona, e la voce gliela sconto, un passo in avanti, ma nulla di eccellente.70 anche per me.
Tatore77
Venerdì 29 Gennaio 2016, 20.32.29
393
Premesso che non sono mai impazzito per i Megadeth, devo dire che questo album mi piace. Mi sento di quotare quasi in toto il commento 390, aggiungendo che 'Conquer or Die' è stupenda. Mi ha praticamente folgorato, avrò ascoltato quell'assolo splendidamente melodico almeno 50 volte finora. Voto 77
terzo menati
Venerdì 29 Gennaio 2016, 17.25.54
392
...continua...2.0, la Title track dove le somiglianze con wake up dead nella parte strumentale ci sono, e il pezzo successivo dove esistono forti richiami da Killing the skull beneath...plauso alla cover finale, proto thrash punk futuristico alla sepoltura. Ottimo disco. Il voto è un 80 tondo motivato dal voto agli altri dischi. 99 peace, 95 rust, 90 so far, 90 countdown, 85 Killing, 70 Youth, 75 endgame, gli altri ancora in attesa di ascolti ma visto i consigli mi concentrerò solo su united System
Doomale
Venerdì 29 Gennaio 2016, 17.25.31
391
Anche io dopo diversi ascolti posso dire che l'abum mi è piaciuto finalmente. Giusto qualche giro a vuoto tra la metà e il finale...ma tirando le somme lo definirei un lavoro molto positivo. Bentornati
terzo menati
Venerdì 29 Gennaio 2016, 17.20.06
390
Dopo diversi ascolti sul cd fisico originale provo ad abbozzare un giudizio. Dave e' resuscitato e ci ha restituito una band credibile e vincente. Il disco e' sicuramente riuscito e la sensazione generale e' quella di tanta qualità e cura dei dettagli. Il suono e' piacevolmente rotondo, caldo, pulsante ma anche tagliente quando serve. La voce del dave e' matura, aspra, una buona prova che sicuramente non sarà replicata live. I pezzi del disco sono tutti riusciti in quanto sono canzoni, che si assimilano abbastanza facilmente, non annoiano grazie ad un chilometraggio ragionevole e la tecnica a profusione arricchisce, non riempie i buchi e non è fine a se stessa. I pezzi ovviamente non sono thrash, sono un metal energizzato dove la cattiveria non e' ostentata e la velocità imbrigliata. Gli innesti sono efficaci specialmente Kiko che dà quel tono power prog, il batterista mi sembra sprecato e ha già una band che viaggia a 150 all'ora in terza corsia, forse sarebbe stato più adatto un portnoy o un mikkey dee, speriamo il matrimonio regga la prova del tempo. Pezzi più riusciti, presto per dirlo, sono tutti validi, a parte qualche citazione di troppo di post american che è praticamente symphoni 2.0,
terzo menati
Venerdì 29 Gennaio 2016, 17.20.00
389
Dopo diversi ascolti sul cd fisico originale provo ad abbozzare un giudizio. Dave e' resuscitato e ci ha restituito una band credibile e vincente. Il disco e' sicuramente riuscito e la sensazione generale e' quella di tanta qualità e cura dei dettagli. Il suono e' piacevolmente rotondo, caldo, pulsante ma anche tagliente quando serve. La voce del dave e' matura, aspra, una buona prova che sicuramente non sarà replicata live. I pezzi del disco sono tutti riusciti in quanto sono canzoni, che si assimilano abbastanza facilmente, non annoiano grazie ad un chilometraggio ragionevole e la tecnica a profusione arricchisce, non riempie i buchi e non è fine a se stessa. I pezzi ovviamente non sono thrash, sono un metal energizzato dove la cattiveria non e' ostentata e la velocità imbrigliata. Gli innesti sono efficaci specialmente Kiko che dà quel tono power prog, il batterista mi sembra sprecato e ha già una band che viaggia a 150 all'ora in terza corsia, forse sarebbe stato più adatto un portnoy o un mikkey dee, speriamo il matrimonio regga la prova del tempo. Pezzi più riusciti, presto per dirlo, sono tutti validi, a parte qualche citazione di troppo di post american che è praticamente symphoni 2.0,
K1LleRxINstincT
Venerdì 29 Gennaio 2016, 16.40.03
388
ascolta Endgame, poi ne riparliamo. evidentemente su questo sito i megadeth sono proprio odiati, basta vedere la media voto dei lettori, come al solito ci saranno i tipici 3-4 simpaticoni che per abbassarla continuano a votare 30...
VomitSelf
Venerdì 29 Gennaio 2016, 15.39.40
387
E la Megadeth SPA va avanti...Una band che ho amato con tutto me stesso, in pratica sono cresciuto con loro, a cavallo tra gli anni '80 e i primissimi '90. Fino ad abbandonarli al loro destino dopo gli abominevoli 'Crypting Writings' e peggio ancora 'Risk'...ho ascoltato 'The World Needs a Hero', 'TH1RTH3N' e 'Super Collider' e ho solo provato pena. Sperando che Dave tornasse al più presto all'eroina. Ascolterò...le recensioni mi hanno parzialmente rincuorato.
Marco B.
Venerdì 29 Gennaio 2016, 15.37.54
386
Ennesima cavolata. Per piacere...ricordiamoci i megadeth come erano...non sense...mo' fa cantare pure alla figlia le song coverizzate. basta, w i megadeth, morte ai megadeth
gian
Venerdì 29 Gennaio 2016, 14.05.52
385
Wuoto tutti coloro si quali non piace endgame. Troppo plasticoso. Dystopia al 6 posto in nuova Zelanda.
Vitadathrasher
Venerdì 29 Gennaio 2016, 12.43.46
384
A molti di voi piace endgame, a me non piace affatto. Mi sembra un'accozzaglia di assoli, copiati e incollati insieme, con qualche buona idea. Questo lavoro mi riporta invece, al sound del vecchio Mustaine, del periodo countdown e ciò è molto positivo direi. Sicuramente i due innesti c'hanno messo del suo, ma questo album ha lo stampo del gatto rosso.
Fabio78
Venerdì 29 Gennaio 2016, 12.41.34
383
Secondo me questo album dovrebbe essere stato il seguito di TWNAH perché dopo quel album (sottovalutato) e risk che nonostante sia un buon disco ma non c entra nulla con i megadeth si sono persi, degli altri lavori si salvano un decina di canzoni nelle migliori delle ipotesi.purtroppo djstopia non ha il pezzo veramente memorabile alla simphony of descrution ma nel complesso suona molto bene a parte gli anelli deboli di death from within e bullet to the brain tutto il resto mi riporta agli anni 85' 95' con ottimi brani suonati da Dio e anche la voce tutto sommato si salva.fra tutte le piu belle sono la title track e poisonus shadow mentre lyng in state e the threat is real spaccano di brutto,conquer or die sembra un pezzo dei metallica(quelli veri),pesantissima post American world una delle mie preferite, da pogo the emperor che ha un orecchiabilità da singolo,fatal illusion e' un mix tra un pezzo di peace sells e the thing that should not be dei metallica.anche se djstopia fa rima con nostalgia un bel 80 pieno il buon Dave se l è meritato!
Hangar18
Venerdì 29 Gennaio 2016, 12.21.51
382
concordo al 100% con Screamforme77. Lavoro di ottima fattura e che sa di megadeth fino all' osso pur non mancando di qualche novità nelle sonorità grazie alla freschezza conferita dai due nuovi innesti! A mio parere il miglior lavoro del post youthanasia. Un ' uscita cosi', dopo le due precedenti cagate è sicuramente tanta roba.
Screamforme77
Giovedì 28 Gennaio 2016, 19.05.39
381
Pochi si alzano dopo le cadute. Lo fanno solo i grandissimi e i Megadeth sono tra questi. Non è passato poi così molto tempo dall'uscita dell'ottimo Endgame(premetto che tutti gli album che del periodo post-Youthanasia e ante-Endgame li trovo cmq piu che discreti con l'eccezione di Risk), perciò sapevo che avevano ancora qualche cartuccia in canna, per questo ho continuato a crederci anche dopo i nefasti Th1rt3en e SC. Gli arrivi dei pezzi pregiati Adler e Loureiro sono stati la speranza, le anteprime dei primi tre brani l'indizio, i primi ascolti dell'album la conferma. Quello che mi piace in particolare di questo album è che suona tremendamente "MegadetH". Non siamo ai livelli un RIP un PSBWB o un SFSGSW, ma riesce a ricordarmeli e questo in tempi d'oggi mi basta e mi avanza.
Dany71
Giovedì 28 Gennaio 2016, 13.13.08
380
Il mondo è bello perché è vario. Si riferivano ai paesaggi naturali non al genere umano......
AL
Giovedì 28 Gennaio 2016, 11.11.22
379
l'ho ascoltato un paio di volte. meglio degli ultimi lavori ma un pò piatto e inferiore a endgame e non faccio confronti con i primi Megadeth perchè non ha senso. mi aspettavo di più da Adler mentre la voce è mediocre.
K1LleRxINstincT
Giovedì 28 Gennaio 2016, 1.36.33
378
l'unica cagata qui è il tuo commento
l'Accademico
Giovedì 28 Gennaio 2016, 1.30.01
377
ma che è sta cagata
MetalxSempre
Giovedì 28 Gennaio 2016, 0.38.37
376
Album molto bello. Me l'aspettavo un po' più vivo però molto bello e ben fatto. Approvato!
Osvaldo
Mercoledì 27 Gennaio 2016, 22.47.13
375
Album davvero ben riuscito, niente di nuovo sicuramente, anzi lo stile è lo stesso di qualche anno a questa parte, ma sono presenti finalmente melodie e riff davvero ben ispirati.
Pig god
Mercoledì 27 Gennaio 2016, 22.24.38
374
ma che è sta cagata
Charleston11
Mercoledì 27 Gennaio 2016, 20.42.27
373
Vi rendete conto che anche cryptic writings ha preso 70?! Questo merita 85!
verginella superporcella
Mercoledì 27 Gennaio 2016, 17.56.20
372
raga ho una notizia bomba: dave rossocrinito verra' intervistato da dipre'. dipre' per il sociale. e no cagnara
fan
Mercoledì 27 Gennaio 2016, 16.51.52
371
Primo basta rompere il ca..o coi metallica. Questo è un disco dei megadeth parlate dei megadeth. Secondo questo è tutto sommato un buon disco, tra contdown e youthansia come sonorità, a mio parere. Idee un po' riciclate, ma ci sta'. Tecnicamente valido, visto che megadave sa scegliersi bene i vari session-men. Manca un po' di mordente, meglio comunque delle ultime uscite. Voto più che giusto.
Therocker77
Mercoledì 27 Gennaio 2016, 10.13.36
370
Decisamente un buon Album, per quanto riguarda la questione dei numeri/voti delle recensioni devo dire che personalmente non me ne può fregar di meno, nel senso che sono abituato ad ascoltare la musica con le mie orecchie e il mio cuore..rispetto le idee e le opinioni altrui, anzi credo che tra i recensori ed utenti ci siano davvero persone avvero competenti di critica musicale, e cmq capaci sempre di dare quantomeno una idea generale del lavoro... ma non ne faccio un dramma se ad esempio io e il recensore abbiamo un'idea diversa su Load , che tra l'altro io reputo l'ultimo vero disco dei Metallica ed è quello che girà di più nel lettore insieme ad And justice...
terzo menati
Martedì 26 Gennaio 2016, 21.39.55
369
Assolutamente. E' un nome come un altro. Si sono riunite in un unico evento le band di maggior successo commerciale e di importanza storica americane. Poteva chiamarsi the big 3 o the big 8. Le altre band o sono venute dopo o ne hanno ricalcato la via spianata o semplicemente avevano meno seguito. Che poi le successive edizioni siano state discutibili non lo so non c'ero e non le ho viste ma la data bulgara e' stata trionfale e tutte e 4 hanno spaccato di brutto
lisablack
Martedì 26 Gennaio 2016, 21.31.12
368
Il concerto di Sofia sarà stato un grande evento, ma chiamandolo Big 4 è come dimenticare che nella scena thrash sono esistite band come Nuclear Assault , Coroner, Dark Angel , Death Angel , la scena tedesca fondamentale..tutte band che hanno dato vita ad album leggendari nella storia del genere..il thrash non è solo Master, Rust in peace, dischi che adoro, ma anche altro. Mi è sembrato come mancare di rispetto a band che si sono fatte il mazzo, e pubblicato capolavori.
sconforto
Martedì 26 Gennaio 2016, 20.57.07
367
volevo dire solo 'inveisce' anzichè 'si inveisce', pardon
sconforto
Martedì 26 Gennaio 2016, 20.55.21
366
the system has failed ha una delle più belle tracce mai scritte da mustaine che x me sarebbe the scorpion ma alla fine su quell'album ad esempio il pezzo subito dopo una ottima opener come blackmail the universe è quella died dead enough che ad un certo punto ha una parte scandalosa x me che la rovina tutta e che fa tipo 'I am more driven than before I live just to settle score...' ...mentre su dystopia dopo una ottima opener come the threat is real abbiamo uno dei migliori pezzi del disco,la title track, e comunque il livello su dystopia rimane sempre alto a mio avviso anzi va quasi in crescendo x concludersi con 2 pezzi molto belli come lying in state che è davvero molto thrash e molto dal sapore so far so good so what in particolare mi ricorda into the lungs of hell x qualche motivo e poi dulcis in fundo, the emperor, che è una figata quando mustaine si inveisce contro qualcuno in un pezzo perchè è una cosa tipicamente mustaine o tipicamente megadeth.
klostridiumtetani
Martedì 26 Gennaio 2016, 19.35.17
365
Quoto @lisablack... molto meglio il CLASH of the TITANS
terzo menati
Martedì 26 Gennaio 2016, 19.17.56
364
Il big 4 non è altro che il nome di un mega concerto che molti fortunati a sofia si sono goduti...diluvio universale con megadeth a parte. Il dvd dello show e' fantastico, bellissimo. Il problema e' che non va mai bene niente mentre negli anni 80 era tutto rosa e fiori. Il clash of the titans non è altro che lo zio del big 4.
lisablack
Martedì 26 Gennaio 2016, 19.01.56
363
I big 4 non sarebbero mai dovuti esistere, una montatura della stampa che a volte fa più danni della grandine..
ObeYM86
Martedì 26 Gennaio 2016, 18.50.09
362
@Painkiller tutto giusto,ma anche Overkill ed Exodus esistevano già e si esibivano molto prima, per problemi di etichetta hanno pubblicato i loro debutti solo nel 1985.Comunque non volgio togliere nulla agli Anthrax,alla fine questa storia dei Big 4 è fuffa mediatica,a noi interessa la Musica
Christian death rivinus
Martedì 26 Gennaio 2016, 17.52.28
361
Si sono pienamente daccordo con @painkiller....
Painkiller
Martedì 26 Gennaio 2016, 17.42.43
360
Sì, forse mi aspettavo di più dal drumming, in ogni caso mi sembra decisamente superior a the system has failed, sarà che questo è ben prodotto mentre system è impastato....
Christian Death Rivinusa
Martedì 26 Gennaio 2016, 17.38.25
359
l'ho ascoltato più volte e devo dire che il disco mi piace tantissimo,non facevano un disco cosi'bello dai tempi di system as failed,la tecnica di kiko si sente,ed ha dato un tocco di unicità ai brani,la batteria me l'aspettavo più complessa e martellante conoscendo il valido drummer… ..per me 88 voto che sicuramente andra'crescendo con gli ascolti.La voce purtroppo ha fatto un cambiamento,che sembra essere comunque adatta ai brani,anche dovuta all'età non più da giovincello di dave… complimenti megadeth per me promossi
Painkiller
Martedì 26 Gennaio 2016, 17.37.06
358
@ObeYM86: fistful of metal è un debut che ha fatto la storia, e fu pubblicato nel 1984 in ordine cronologico immediatamente dopo Kill'em All e show no mercy, album usciti nel 1983. I 'deth erano già in tour da tempo e il fatto che killing...sia uscito nel 1985 non intacca il fatto che (anche per estrazione, essendo Mustaine un ex) costituiscano il primo nucleo di band thrash con un largo seguito underground. Tutti gli altri, Exodus (bonded by blood 1985), Overkill (feel the fire 1985), Dark Angel (we have arrived 1985), Testament (the legacy 1987) arrivarono comunque dopo. Il fatto poi che la storia successiva dica che anche queste ultime band debbano essere considerate parte dei BIG-"X" per qualità e importanza dei relative debut è comprensibile, ma non coerente col concetto di cui sopra. Nel tempo ho letto diversi articoli al riguardo, così come tanti commenti di fans che vorrebbero includere ad esempio i Kreator. Va' però detto che il concetto stesso di BIG-4 nasce intorno al movimento thrash nato in America, e si circoscrive storicamente alle band statunitensi. Per me che ho vissuto quell'epoca, l'importanza storica degli album degli Anthrax è enorme, perchè la loro miscela di stili, il singolo I'm the man, il cantata pulito e rock di Belladonna costituivano un qualcosa di completamente diverso dale voci delle altre band. Among the living è una pietra miliare, un disco incredibile. Gli Anthrax con tre album + un ep avevano creato un sottogenere originale ma comunque legato, per I riffs serrate, al thrash primigenio.
klostridiumtetani
Martedì 26 Gennaio 2016, 17.22.21
357
L'ho appena ascoltato e a me piace!
mario
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.52.20
356
Ha ragione Al quest'anno e' molto interessante per il thrash, se non altro per fare confronti e bilanci tra i vari gruppi, e il lorobrelstibo stato di vitalità' .Si vedrà'.
ObeYM86
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.52.04
355
@mario non ne sapevo nulla,speriamo bene.. @Al sugli Overkill ho paura,sono in striscia positiva ma forse esagerano,un disco ogni due anni,puntuali come una tassa...vedremo se riusciranno a mantenere questa freschezza
mario
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.49.03
354
@Obe, l'album per me i Dark Angel l'hanno già' pronto, tranne forse qualche nuova traccia e riticco finale, ordini di management dall'alto ancora non gli permettono di farlo uscire, ma sicuramente quest'anno esce, e stando appunto alle loro dichiarazioni...
AL
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.47.24
353
dovrebbero uscire anche gli Overkill quest'anno. e per gli amanti del thrash italiano pure gli Insidia!
ObeYM86
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.41.20
352
@mario ma perchè i Dark Angel devono incidere qualcosa?credevo facessoro solo tour nostalgici.... i Death Angel invece,che hanno già completato registrazione e mixaggio,dovrebbero pubblicare ad aprile.Grande anno si prospetta
AL
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.36.18
351
Slayer Testament e Carcass tour dell'anno cazzo! peccato niente Europa...
mario
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.35.56
350
@painkiller e @freedom, sempre in tema di discorsi scherzosi, ma non lo sapete perche' i Metallica tardano ancora?.Semplice hanno paura di Anthrax e Testament, ma si stanno cagando dotto soprattutto per i Dark Angel, che s loro detta, hanno intenzione di distruggere tutti, capito Megadave, capito Metallica?.Scherzano i Dark Angel?.Vedremo dai
freedom
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.33.50
349
@ObeYM86: Fai bene per i Metallica. Dei Testament invece non dubito minimamente...con loro le possibilità vanno da un disco da 7 al capolavoro inaspettato stile The Gathering. Grande band.
ObeYM86
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.31.24
348
@Al sul serio?Immagino poi Slayer di prepotenza dopo Hell awaits ci sono entrati,a quel punto escludevano gli Anthrax ed aveva tutto più senso...
ObeYM86
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.27.30
347
@Mulo si ovviamente i 'Deth mi ero scordato,comunque forse se avessi vissuto l'epoca 80's avrei avuto una visione diversa..... @freedom Riguardo ai Metallica aspettative 0,molto più hype per i Testament,di cui già si conosce qualche dettaglio(pezzi più veloci,Di Giorgio e Hoglan in formazione) e un singolo in arrivo tra qualche settimana,in attesa delle registrazioni ad Aprile dopo il Tour con Slayer e Carcass
AL
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.26.48
346
@obey (commento 336): la risposta è semplice: sono amici dei Metallica e ti dirò di più: il big4 in origine era formato da Metallica Megadeth Exodus e Anthrax.
freedom
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.21.09
345
@Painkiller: Ma si si scherza...un po' pesante ma si scherza. Comunque come sai io sto qui ad aspettare i Metallica, anche se a dire il vero mi sono un po' rotto le scatole. Certo che, da quello che ho capito, questa sarà probabilmente la loro ultima possibilità di riscatto, visto che ci mettono 8 anni a fare un disco, quindi in teoria si staranno impegnando al massimo. Non nutro molta fiducia nel risultato finale in ogni caso, mi aspetto al massimo un album da 70...75 se sarà proprio una bomba. Lo dico perché il medley di Dio fa ben sperare in quanto a suoni e prova dei singoli, però sul songwriting cominciano i problemi veri. Che devo dire? L'annata pare essere buona per il thrash vecchia scuola, Anthrax compresi, anche se non mi fa impazzire l'ultimo, quindi magari i Metallica ci regaleranno l'ultimo album degno della loro carriera, chi lo sa? Basterebbe "poco" per così dire: una buona produzione, brani di 5 minuti al massimo e un po' di cattiveria nei riff...un minimo di mestiere insomma. Consiglio comunque di tenere basse le aspettative, altrimenti poi ci si incavola.
Mulo
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.21.00
344
X i Megadeth ( countdown doppio platino in USA , Youtanasia platino in USA) e Slayer (hanno avuto ottime vendite x tutto i '90s) no... Son proprio gli Anthrax ( tra i big4) che son caduti a picco nei '90
ObeYM86
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.16.18
343
@Mulo il discorso 90's dovrebbe valere per tutti(tranne che per i Metallica)la scena thrash era in declino
ObeYM86
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.14.38
342
Per dire il disco degli Anthrax è stato "leaked" da un mese e non se lo caga nessuno,e non è neanche tanto male eh
Mulo
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.13.42
341
Hanno perso un sacco di seguito negli anni '90
Mulo
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.13.06
340
Negli anni '80 dopo i Metallica erano la band thrash più famosa con i Megadeth
ObeYM86
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.10.32
339
@Mulo lungi da me voler ridimensionare i due dischi in questione,ho la sensazione che gli Anthrax,almeno qui in Europa ma anche forse negli States,siano seguiti meno ed abbiano una fama minore non tanto rispetto al resto dei Big 4 ma anche ad altre realtà thrash dell epoca,per quello non mi capacito....magari sbaglio...poi cha a me non piacciano è un altro discorso
ObeYM86
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.07.09
338
Proiezione di quasi 50.000 copie vendute negli States per Dystopia la prima settimana,contro le 29.000 di SuperColera....segno che rincorrere la hit radiofonica non serve a un cazzo e la qualità alla lunga paga
Mulo
Martedì 26 Gennaio 2016, 16.06.41
337
I metallica finche'avranno quelle palle al piede di kirk e lars faranno ben poco... ( sempre se avranno voglia di fare un disco nuovo... In teoria sarebbero dovute uscire le ristampe di Kill... E Ride... Ma manco quello fanno...)Spreading e Among vi sembrano poco? Due capolavori assoluti.... Anche se The legacy e New order non hanno nulla di meno... Anzi..
ObeYM86
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.59.57
336
Dato che qualcuno ha tirato in ballo gli Anthrax vorrei chiedere per quale oscuro motivo sono considerati membro dei Big 4(a parte la molto relativa importanza che questo può avere).Mi vengono in mente almeno 3 gruppi americani molto più validi degli Anthrax,a prescindere dai gusti personali anche come portata storica.Spreading ed Among direte voi...ok...ma Bonded by Blood dove lo mettiamo?e The Legacy?mah...
Painkiller
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.57.41
335
@freedom: suvvia, da uno col tuo nick mi aspetto una maggiore tolleranza . Piuttosto, non sei anche tu curioso di vedere ora che faranno i 'Tallica? Credo che alla fine il cerchio si stia chiudendo come segue: gli Anthrax si sono riuniti con Belladonna, hanno tirato fuori un disco discreto (scritto con Bush e per Bush) e fatto "rodaggio". Gli Slayer e i Megadeth hanno a loro volta fatto un disco di "rodaggio". Ora mi sembra che il nuovo disco degli Anthrax (primi ascolti, nulla di definitivo) sia un passo deciso in avanti rispetto a worship music, e con qualche spunto diverso dale solite cavalcate da 4/5 minuti, e con maggiore attenzione alla forma canzone, ottime melodie, e del quale il singolo evil twins non è assolutamente rappresentativo. Ecco, ora spero che gli album di Slayer e Megadeth possano essere un nuovo inizio, un po' come mi pare sia avvenuto agli Anthrax. La speranza, al di là delle battute sui 'tallica, è che anche per i four horsemen death magnetic costituisca l'album della "riconciliazione" col thrash, e che il nuovo album sia un passo Avanti. Che dici?
Mulo
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.53.53
334
Se sei un bell'uomo meglio x te... A me nn piace chi usa toni tipo cazzo vuoi o altro dietro una tastiera. Siamo qua x dire le nostre opionioni sulla musica dei nostri idoli. Io rispetto i pareri di tutti e nn mi permetto di dire " non capisci un cazzo"a chi non la pensa come me. Io 1.87 83 kg fidanzato 😉
freedom
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.50.12
333
Ok facciamo pace. Comunque non sono sovrappeso e non ho i capelli lunghi da diverso tempo. Sono 1.78 x 75 Kg, sono felicemente fidanzato e "mi sfogo" quando e quanto mi pare ringraziando dio. Spero anche tu.
Mulo
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.44.30
332
Scuse accettate
freedom
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.43.52
331
Hai cominciato tu Mulo. Io ho risposto.
freedom
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.42.14
330
Avete ragione, chiedo scusa per gli insulti. Ma non prendetela troppo sul serio...mi scuso comunque.
Mulo
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.41.54
329
Cazzo vuoi lo scrivi a qualcun altro...
jo-lunch
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.41.14
328
@freedom e Mulo : Embè? Non è che faccia molto piacere leggere insulti di questo tipo quando si può discutere pacatamene , i commenti devono riferirsi all'album in questione e non ad insulti personali. Mi stupisco ogni volta quando leggo di persone adulte che si apostrofano con epiteti così volgari, mica siamo al mercato! Per quel che mi riguarda questo album lo colloco dove deve stare : tra il 67 e il 70. Non è un capolavoro ma va aldilà della piena sufficienza. Arrivederci.
freedom
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.40.33
327
Lo stesso io. Ho solo risposto al tuo "sai leggere" che io prendo come un insulto.
Mulo
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.39.51
326
Uno che mi insulta su un forum (x il niente tra l'altro) è solo un caso umano... Io nn ho mai insultato nessuno via tastiera ( ma se mi provacano rispondo)
freedom
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.37.41
325
Non hai azzeccato manco una virgola giuro. Ma se ti senti meno sfigato a pensarmi in quel modo fai pure, lo capisco.
Mulo
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.36.47
324
Ancora a insultare... Ho proprio azzeccato la descrizione...
freedom
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.34.56
323
Ah giusto, quindi tu e tuo padre non ne avete visto proprio, infatti fossi in te mi chiederei di chi sono figlio
Mulo
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.33.39
322
Ah i siti porno non valgono
freedom
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.30.53
321
ahahaha non c'hai azzeccato per niente proprio. E figa ne ho vista più di te e tuo padre
Mulo
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.29.30
320
Freedom dev'essere il classico mezzo pelato con la coda fatta di 4 capelli unti,sovrappeso,bianco come la morte che non ha mai visto la figa ,che non capendo un cazzo di nulla insulta chi non conosce in un forum.
Painkiller
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.26.58
319
@freedom: il nuovodisco degli Anthrax mi sembra davvero ottimo, non l'ho ancora ascoltato bene bene, però mi sembra notevole. Anthrax al 100% ma con qualche bella divagazione, Dystopia mi pare un po' più canonico, un po' più prevedibile semi passi il termine. Comunque ci vorrà ancora qualche ascolto approfondito di entrambi, ed in ogni caso mi viene da dire che Slayer Megadeth e Anthrax siano in forma, poi a seconda dei gusti qualcuno dirà che è meglio l'uno dell'altro. Ora la curiosità va' ai 600/800 riffs sbandierati dai Metallica, ed al loro album...
freedom
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.26.57
318
Sfigato sarai tu Mulo testa di culo
Mulo
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.25.34
317
Idioda tienitelo x te sfigato...
freedom
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.23.55
316
Ma dattela tu idiota
Mulo
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.23.04
315
Datti una calmata vala'
freedom
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.21.45
314
@Mulo: ma chi ti dice che mi riferivo al tuo commento??? Cazzo vuoi?
Mulo
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.14.07
313
Infatti è quello che ho scritto io... Sai leggere?
freedom
Martedì 26 Gennaio 2016, 15.07.33
312
Dystopia il nuovo degli Anthrax lo surclassa di brutto.
Mulo
Martedì 26 Gennaio 2016, 14.56.50
311
Ishgral ti consiglio il nuovo Anthrax! Infinitamente peggio di questo,che resta un bel disco di mestiere....
freedom
Martedì 26 Gennaio 2016, 14.55.06
310
Esagerato...è un buon album.
Ishgral
Martedì 26 Gennaio 2016, 14.49.11
309
Ma come fate a dire che sia bello quest'album? I gusti sono gusti ok, ma non mi potete dire che suoni Megadeth una release del genere! I Megadeth così come praticamente la maggior parte dei gruppi che hanno fatto la storia, hanno chiuso i battenti da un pezzo.
sconforto
Martedì 26 Gennaio 2016, 14.14.22
308
minchia quante puttanate che si leggono in giro ultimamente
Mulo
Martedì 26 Gennaio 2016, 13.19.42
307
Son sempre stati "ibridi" ( escludendo il primo) i megadeth... Anche rust in prace ha pezzi in mis tempos ( hangar 18, lucretia)
tino ebe
Martedì 26 Gennaio 2016, 12.42.57
306
Mulo capisco la battuta facile tipo goal a porta vuota, ma vedi io sono una di quelle mosche bianche che ha apprezzato death magnetic e lo trova tutt’ora un buon disco di “t-acca-rasc”, e il paragone è perché si tratta dell’ultima release del gruppo rivale. T-acca-rasc perché l’album in questione, nonostante faccia schifo a tutti, è comunque zeppo di cavalcate tupa-tupa-tupa tipiche del genere e quindi si colloca in maniera ben definita. L’album di mustaine è lontano da queste coordinate e si muove su un genere ibrido
Mulo
Martedì 26 Gennaio 2016, 11.53.44
305
Death magnetic e'trash ( senza l'h)... I Megadeth son sempre stati particolari,non son mai stati un band thrash "ordinaria "
tino ebe
Martedì 26 Gennaio 2016, 10.48.29
304
Beh che non suoni thrash come ad esempio death magnetic è abbastanza chiaro, ma questo non ne intacca comunque la qualità, basta solo avere la pazienza necessaria per ascoltarlo a dovere perché non è un album immediato, è un prodotto complesso. Io sono ancora ai primi ascolti e quindi mi astengo ancora dal voto e da un giudizio complessivo. Se devo azzardare un ardito confronto, io ci sento molto il songwriting, le sonorità borderline fra thrash tecnico e heavy classico, e i tecnicismi del king diamond di conspiracy, ma è più che altro una sensazione da approfondire con gli ascolti.
Pink Christ
Martedì 26 Gennaio 2016, 10.32.38
303
Mmmmm un pò meglio degli ultimi ma siamo moooolto distanti dal thrash ...65
erosionofsanity
Lunedì 25 Gennaio 2016, 22.50.33
302
@L'adoratore del cespuglietto muliebre: ci avrei scommesso
Fabio78
Lunedì 25 Gennaio 2016, 22.13.40
301
..eccolo li, è arrivato il genio..
ilfrancese899
Lunedì 25 Gennaio 2016, 22.01.55
300
Mamma mia quanti commenti di sfigati !! Ho letto i primi 16 e mi veniva voglia di cagarvi in bocca . Ma si puo' giudicare un disco dopo un paio di ascolti? O meglio , ma si puo' sentenziare su un gusto personale ? parliamone quando la cosa è assimilta ..
L'adoratore del cespuglietto muliebre
Lunedì 25 Gennaio 2016, 20.08.04
299
@erosionofsanity: È la storia di Dave con un trans giamaicano di nome Nikita Mandingo.
ObeYM86
Lunedì 25 Gennaio 2016, 19.13.53
298
Intanto è online il nuovo singolo dei miei vikingoni ignorantoni preferiti!quanta ignoranza!!!
erosionofsanity
Lunedì 25 Gennaio 2016, 18.27.29
297
qualcuno di voi sa x caso a cosa è ispirato il testo di bullet to the brain? l
ObeYM86
Lunedì 25 Gennaio 2016, 17.41.10
296
@freedom Io l'ho trovato su ebay(seller Theconcorde15) in preordine a 18 euro spedizioni comprese,versione deluxe con bonus tracks e VR....affarone!(sempre se mi arriva e non mi hanno fatto il pacco)ora è esaurito,hanno solo standard e vinile.
Trendkill
Lunedì 25 Gennaio 2016, 17.12.03
295
oh ma l'inizio di fatal illusion non vi sembra un po' djent?
terzo menati
Lunedì 25 Gennaio 2016, 16.08.56
294
No scusa non ho seguito la discussione. Ovviamente l'oggetto che cercate e' qualcosa di più estremo...tecnologicamente parlando
freedom
Lunedì 25 Gennaio 2016, 15.58.27
293
Eh ma infatti non ci sto capendo granché...lo aspettavo il 22 e niente fino a oggi, altri dicono dal 29, altri ancora da febbraio. Booh...non ho fatto l'ordine online perché per i Megadeth non vale la pena spendere i soldi della spedizione, i loro cd si trovano ovunque.
Dany71
Lunedì 25 Gennaio 2016, 15.55.31
292
Alla Feltrinelli hanno detto che loro hanno in programma l'arrivo al 5 febbraio!?!?!?
freedom
Lunedì 25 Gennaio 2016, 15.47.30
291
@terzo menati: Quello con la realtà virtuale di cui parlavamo sotto?? Caspita...il Mediaworld che c'è qui ancora niente. A questo punto aspetto, questione di giorni credo.
terzo menati
Lunedì 25 Gennaio 2016, 15.01.05
290
Freedom@ 14.99 da MediaWorld. Preso ieri ma ancora da ascoltare
Obzen
Lunedì 25 Gennaio 2016, 14.59.20
289
Un lavoro molto discreto e un ritorno a sonorità più estreme e nettamente thrash. Non faccio paragoni con i dischi storici, perché personalmente non ritengo corretto porre questo lavoro con i dischi incisi 20, 30 anni fa che erano sicuramente nati da un modo più naturale ed ispirato di comporre i pezzi e meno a tavolino (e non lo intendo nel modo negativo). Ai pezzi do un 65 pieno, a Dave do 80 per la scelta dei membri sostituti alla chitarra e batteria, e all'artwork do un 80.
dario
Lunedì 25 Gennaio 2016, 14.58.41
288
Anche 80....
dario
Lunedì 25 Gennaio 2016, 14.55.40
287
Un bell 'album a mio parere. Le parti di chitarra tecnicamente sono da paura e anche i brani sono orecchiabili e restano impressi. Mi piace, non meno di 75.
Vitadathrasher
Lunedì 25 Gennaio 2016, 14.25.45
286
A me pare un album partorito bene, senza guizzi eclatanti, ma suona compatto, con un ottimo sound, una sinestesia tra cover e canzoni. Il meglio dopo 20 anni di MEDIOcrità. Si pone subito dopo youthanasia, a mio avviso.
freedom
Lunedì 25 Gennaio 2016, 14.10.11
285
@ObeYM86: L'ho visto a 22 euro. Però solo online, e le spese di spedizione incidono troppo...aspetto ancora un po' sperando che lo porti qualche negozio vicino casa mia.
Led Purple
Lunedì 25 Gennaio 2016, 14.09.34
284
Allora buon ritorno dei Megadeth a sto giro con un buon disco sulla linea di The system Has failed e Endgame e in alcuni passaggi SUPERIORE a questi 2 album citati.Poi vabbé c'è chi ha detto che è anche meglio di Rust in Peace...ma purtroppo si sbaglia di grosso perchè Rust è un discone capolavoro senza precedenti che fa impallidire tanti ma dico TANTI dischi Thrash attuali e dell'epoca. quindi mi accingo a definire questo Dystopia un buon ritorno alle sonorità Thrash con nuovi spunti e idee. Forse e anche meglio di Youthanasia e Countdown to Extintion ma fatto sta che è piacevole da ascoltare rispetto alle ultime 2 ciofeche. voto 77
Metal4ever
Lunedì 25 Gennaio 2016, 14.02.32
283
Ok, dopo un po' di ascolti sento di poter la mia. Mi aspettavo proprio un album di questo tipo: riffs veloci e graffianti, assolo mozzafiato e un drumming bello cattivo (sempre bravo Adler). Che dire, promossi, ma nient'altro. Per quanto apprezzi quest'album, non lo reputo memorabile o degno di nota nel panorama musicale generale. Ma levando queste considerazioni, sono contento che MegaDave sia ritornato a lidi più congeniali a lui e che Louireiro abbia detto la sua in fase di composizione; non a caso "Poisonous Shadows" è tra le mie preferite dell'album e anche "Conquer or Die" è deliziosa. "Dystopia" la ritengo proprio una signor traccia, poco me ne frega dei richiami a "Holy Wars" ed "Hangar 18", è un pezzo spaccaculi e basta. "Fatal Illusion" e "Post American World" evitabili, e se avessero scritto due pezzi un po' più coinvolgenti il livello dell'album sarebbe cresciuto pure di un bel po'. Album più che discreto e ascoltabile ancora per qualche settimana.
ObeYM86
Lunedì 25 Gennaio 2016, 13.49.17
282
@freedom se lo trovi a 20 euro fai un affare,il solo visore costa sui 15 euro(e questo l'ho visto,sembra di ottima fattura)
freedom
Lunedì 25 Gennaio 2016, 13.35.04
281
@ObeYM86: Grazie della spiegazione. Si sembra una stronzata però mi sa che lo prendo!
ObeYM86
Lunedì 25 Gennaio 2016, 13.27.09
280
@freedom si tratta di visore cardboard per la realtà virtuale.E' fatto di cartone,ci inserisci lo smartphone(di buon livello ma non necessariamente di ultima generazione),e lo indossi.In pratica sfrutta i sensori del cellulare e ti permette di vedere a "360 gradi",cioè girando la testa cambi angolo di visione.Simula perfettamente la realtà e dovresti sentirti immerso completamente.Ovviamente è una tecnologia tutta in divenire,e questa è solo la versione economica(ci sono visori che costano 500-600 euro)Può sembrare una cretinata ma sono molto curioso,inoltre col la Deluxe ti danno un codice per accedere ad un mini concerto con 5 pezzi da Dystopia suonati live,in un ambiente simulato simile a quello visto nei video dei singoli.
freedom
Lunedì 25 Gennaio 2016, 13.13.48
279
@ObeYM86: Per piacere mi spieghi cos'è sta roba del visore VR? Vorrei prendere quella versione per avere anche le bonus tracks ma non ho capito che roba è quella. Grazie.
ObeYM86
Lunedì 25 Gennaio 2016, 12.57.00
278
Pure la bonus track giapponese hanno azzeccato,molto carina(Me Hate You)Un Mustaine davvero ispirato a sto giro,il cambio di lineup gli ha giovato....speriamo che in futuro non se ne esca con un "16".Voto finale 82 con buona pace dei detrattori. Non vedo l'ora che mi arrivi inisieme a quella pacchianata del visore VR per vedere il mini live e altre minchiate
Togno89
Lunedì 25 Gennaio 2016, 11.41.41
277
Il finale di The Emperor è da orgasmo
s1lv10
Lunedì 25 Gennaio 2016, 2.44.01
276
Mi piace moltissimo Lo sto ascoltando di continuo... Mitico Megadave.
Matteo
Lunedì 25 Gennaio 2016, 2.39.16
275
Bellissimo disco , il vero successore di endgame, il buon dave rinasce alla grande anche questa volta
K1LleRxINstincT
Lunedì 25 Gennaio 2016, 1.40.41
274
l'80 ci stava tutto
Fabio78
Domenica 24 Gennaio 2016, 23.01.14
273
Ottimo LP un pelo sotto youthanasia solo per una questione di voce,sono d'accordo anche con le recensioni ma non con il voto..praticamente ha preso70 come load..e questo non è giusto..l 80 ci sarebbe stato meglio.
Monky
Domenica 24 Gennaio 2016, 22.57.49
272
@tpr: Loureiro ha contribuito alla composizione dei tre pezzi centrali, il resto tutto Mustaine.
tpr
Domenica 24 Gennaio 2016, 22.53.27
271
qualcuno sa precisare meglio qual'è stato l'apporto compositivo o altro delle new entry?
Mix
Domenica 24 Gennaio 2016, 17.54.34
270
Grazie Dave, lo sapevo che non mi avresti deluso. I pezzi sono tutti ottimi con un paio di perle che non sfigureranno anche nelle future set list dal vivo. Erano anni che un disco dei 'deth non sprigionava questa energia e non proponeva tante belle idee tutte insieme. In ogni caso io sono uno di quelli che non ha dimenticato i buoni dischi citati da Punto Omega, anzi sono lavori che ogni tanto ascolto ancora con piacere, qui comunque siamo una spanna sopra. Bentornati Megadeth!
erosionofsanity
Domenica 24 Gennaio 2016, 17.26.16
269
come here...closer...
Punto Omega
Domenica 24 Gennaio 2016, 15.43.59
268
Per me molti dimenticano che The system has failed, United Abominations e Endgame erano tutto fuorché dischi brutti. Si tende invece a ricordare la catastrofe Super Collider ed un disco fatto in fretta e furia (Thirteen) per terminare un contratto. E' vero che Mustaine non sforna più capolavori, ma dischi dignitosi sì. Dystopia si colloca proprio in questa categoria.
BlackAlbum90
Domenica 24 Gennaio 2016, 11.22.21
267
Più lo ascolto, più mi convince. Tutto sommato è un disco di mestiere, ma che si mantiene su buoni livelli per gran parte della sua durata. Ogni paragone è superfluo, e in più non capisco cosa ci si aspetti da un uomo che suona questo genere da più di 30 anni. Per me zio Dave è promosso, 70.
Salvo
Domenica 24 Gennaio 2016, 9.42.34
266
Cavolo, io non ci speravo più. L'album è molto bello. Era da tempo che non ascoltavo un album dei Megadeth che mi prendeva così. per me è da 80.
Dany71
Domenica 24 Gennaio 2016, 1.41.58
265
@vitadathrasher: non vorrei sbagliare, mi sembra mesi fa non so in che zona della "zine" avevamo convenuto che i cambi di line-up fanno bene a Mustaine.......
Galilee
Sabato 23 Gennaio 2016, 23.56.42
264
Magari... Youthanasia è imbattibile nel suo stile.
Alexi Laiho
Sabato 23 Gennaio 2016, 23.12.26
263
Mi piace ogni giorno di più. Superiore anche a Youthanasia. 80
Vitadathrasher
Sabato 23 Gennaio 2016, 20.33.52
262
L'ho ascoltato una volta, ma mi pare un album ben riuscito, dopo tanto tempo. Mi da la sensazione che abbia un suo concept a partire dalla copertina. Alcuni passaggi stilosi, non banale, anche su quei pezzi che possono sembrare easy. Tutto sembra scorrere bene senza inutili copia incolla per allungare il brodo. Se devossi dare un voto gli darei 86.
Dany71
Sabato 23 Gennaio 2016, 19.45.34
261
Cazzo che disco il buon Dave ha "partorito".....sono al 7^ ascolto ma va che è un piacere. Emperor la si canticchia il che non so se sia un bene o un male! Non voto ancora ma x ora mi piace propio....@freedom: dai non è propio un dischetto, mestiere moltissimo ma anche qualche bella idea.
Metal Shock
Sabato 23 Gennaio 2016, 19.24.03
260
E' ormai da giorni che non ascolto altro. Devo dire che il mio giudizio è migliorato, non solo è il miglior loro album da Youthanasia, ma per me gli è addirittura superiore. Certo non saranno i vecchi Megadeth ma qui Dave ha dato il meglio che oggi può dare, e ripeto The Emperor è fra i loro migliori brani da Rust in Peace ad oggi. @ L'adoratore del ... mai detto che le recensioni non servano, anzi, ma sembra che tanti guardano solo il voto finale e magari la recensione non la leggono o forse la leggono alla leggera. La questione del voto è, ripeto, molto oggettiva, e come ogni persona il recensore ha il proprio gusto e le proprie opinioni. Secondo me ci si fascia solo troppo la testa per i voti. (e poi non sono così vecchio, ho solo 42 anni!!!!)
Paskus
Sabato 23 Gennaio 2016, 18.29.38
259
Per me questo lavoro dei Megadeth merita un bel voto credo minimo 80 perchè sprizza di freschezza musicale da tutti i pori! Davvero un gran bel disco! Complimenti a Dave che ha saputo mettere su una squadra vincente piena di idee e di talento. Sopratutto la doppia cassa di Adler mi sconfinfera non poco. Anzi più lo ascolto e più mi convinco che merita 85 perchè si tratta di trash metal puro e limpido come non se ne ascoltava da tempo!
ObeYM86
Sabato 23 Gennaio 2016, 18.02.00
258
@Paolo concordo,gran disco,ma siamo a Gennaio...aspettiamo un attimino...che ci sono i Testament che hanno qualcosa in cantiere,con quella formazione poi...
Paolo
Sabato 23 Gennaio 2016, 17.09.50
257
disco eccellente, molto ben suonato e con idee che mi fa sperare in un grande futuro per i Megadeth. Nel 2016 nessuno può fare di meglio, mi dispiace per tutti gli altri. Non privatevi dei Megadeth finchè ci sono
Charleston11
Sabato 23 Gennaio 2016, 16.49.07
256
Quelli che si lamentano (e non sono pochi) non capiscono un c****. Ma cosa vi aspettavate? Voto 85!
Riccardo
Sabato 23 Gennaio 2016, 16.07.01
255
Spero che questa formazione duri tanto, in quanto é veramente un album spettacolare, a mio parere. Voto 85
Riccardo
Sabato 23 Gennaio 2016, 16.07.01
254
Spero che questa formazione duri tanto, in quanto é veramente un album spettacolare, a mio parere. Voto 85
Alberto Fuser
Sabato 23 Gennaio 2016, 16.04.38
253
Non mi dice nulla...
erosionofsanity
Sabato 23 Gennaio 2016, 15.48.39
252
the emperor è una figata
lisablack
Sabato 23 Gennaio 2016, 15.13.48
251
Io sono una dei fan storici ma è dal 91 che non li seguo più..non mi hanno trasmesso più nulla, sinceramente. Invece i Megadeth almeno fino a Youthnasia li ho ascoltati, e ammetto malgrado il sound alleggerito, rimane un album valido.
freedom
Sabato 23 Gennaio 2016, 14.51.41
250
@terzo menati: D'accordo sul black album, grande disco. A me personalmente Load piace molto, però non ti nego che al primo ascolto rimasi alquanto scioccato. Poi il problema non è che hanno perso la scommessa, anche perché il successo commerciale sono riusciti a mantenerlo anche con ST. Anger renditi conto, la questione è che si sono persi completamente. Magari col prossimo mi faranno cambiare idea (ne dubito) ma sarà dura eguagliare o addirittura superare Slayer e Megadeth, e parlo di qualità non di vendite. Tornando a Dystopia devo ammettere che per il momento non riesco a toglierlo dallo stereo, i brani più deboli credo siano Death from Within, Poisonous Shadows e la title-track che però nella parte finale è troppo una figata. Niente di scandaloso in ogni caso. A questo punto devo riascoltare Endgame, perché mi vengono dei dubbi su quale dei due possa dimostrarsi più longevo...
Mulo
Sabato 23 Gennaio 2016, 14.36.14
249
Io li ho visti nel 1987 a milano con i metal church e poi a settembre 1988 al palatrussardi... Be'mi hanno demolito!!!! Quando li ho visti con i megadeth non sono stato così "dominanti"come i quelle date precedenti
terzo menati
Sabato 23 Gennaio 2016, 14.24.27
248
Che si siano smarriti con load é un dato di fatto. Che il Black album sia l'album dello sputtanamento non sono d'accordo. Con il Black album avevano rallentato e semplificato al massimo la proposta ma hanno irrobustito il sound. Hanno costretto tutti a corrergli dietro e specialmente dal vivo, non so chi li ha visti in quel tour io 3 volte a Modena Milano e torino, erano una band che intimidiva e si era tenuta tutta l'audience storica. Nel 93 la cosa era diversa, dovevano gestire il risultato ed erano stretti fra il successo dei figliocci pantera e gente come i Pearl Jam o soundgarden che facevano strage tra metallari e gente comune. Hanno scelto la seconda strada e perso la scommessa, ma i fan storici secondo me non li hanno mai abbandonati del tutto, sempre in attesa di un exploit come quando correvi dietro a quella ragazza che te la faceva nasare ma non te la dava mai...sorry lisa
erosionofsanity
Sabato 23 Gennaio 2016, 13.42.56
247
poisonous shadows mi sta piacendo molto adesso, a una settimana di distanza che ascolto fisso solo questo album.
Mulo
Sabato 23 Gennaio 2016, 13.38.29
246
Sono americani,la il successo e i soldi sono un ossessione. Normale visto il successo del black album un'ulteriore ammorbidimento del suond... Black albumuono più soft rispetto a justice= Moltissime copie vendute in piu' Load: suond piu'soft rispetto a snake= Vendite più alte Hanno ragionato così. Poi secondo me l'electra non avrebbe permesso la pubblicazione di un loro disco thrash vista la situazione del genere in USA
lisablack
Sabato 23 Gennaio 2016, 13.25.29
245
Se James avesse preso le distanze, magari le cose sarebbero andate in maniera diversa..il fatto che all'epoca erano esaltati dall'enorme successo del Black album, dal conto in banca alle stelle e hanno deciso di continuare quella strada, col lavaggio del cervello coadiuvato da Bob Rock. Cosi sono nati album Hard rock che col nome Metallica, ci sta' come i cavoli a merenda, ed e' per questo che da quasi 30 anni non riescono a comporre un classico, hanno buttato via la loro evoluzione musicale.
windowpane
Sabato 23 Gennaio 2016, 13.23.09
244
Quoto il commento 243 i Metallica hanno scelto di diventare cover band di sè stessi... Decisamente i peggiori tra i c.d. Big Four almeno al momento.
freedom
Sabato 23 Gennaio 2016, 13.10.30
243
@terzo menati: Eppure proprio James è stato quello che più di tutti ha preso le distanze dal periodo Load/Reload. Anch'io la pensavo come te ma poi leggendo certe interviste ho dovuto ricredermi. I gruppi che tu hai citato, come ho già detto, hanno fatto della roba che suonano sin dagli inizi il loro mestiere, senza stravolgersi mai così tanto come invece hanno fatto Metallica e Megadeth. Non è solo l'età...quello magari è un fattore che incide adesso, visto che ogni persona invecchia meglio o peggio rispetto ad un'altra, come il caso di Lars, che secondo me ha qualche problema fisico oltre ad una incredibile pigrizia. Però in questo caso ad esempio Dave è riuscito a riscattarsi, segno che comunque andare avanti, anche pubblicando qualche ciofeca di troppo, rimane il solo ed unico modo per sperare di incidere qualcosa di decente ogni tanto. Fermarsi come hanno fatto i Metallica, serve solo a fare di una band un carrozzone nostalgico che esegue successi vecchi di 30 anni dal vivo. Otto anni buttati nel cesso per quanto mi riguarda, da DM a ora, tempo prezioso, che nessuno potrà mai ridarci, buttato via a suon di film discutibili e collaborazioni strambe. Avrei preferito due o tre album discreti, tanto da fan della band me li sarei goduti in ogni caso.
windowpane
Sabato 23 Gennaio 2016, 13.02.02
242
La seconda parte della title track è la cosa più megadethiana che ci sia. Non riesco a togliermi un sorriso ebete ma soddisfatto quando la sento.
Togno89
Sabato 23 Gennaio 2016, 12.14.43
241
L'ho ascoltato 3-4 volte per ora. Mi sembra un ottimo album, però continuo ad ascoltarlo per dare un giudizio finale
terzo menati
Sabato 23 Gennaio 2016, 12.09.34
240
La voce di mustaine e' di chiara ispirazione alice Cooper al quale il rosso ha pure pagato tributo con una cover, e, come per un altro cooperiano doc come diamond, o la ami o la odi, le vie di mezzo sono un po' strette. La voce di James è più trasversale, sa essere aggressiva senza eccedere ma anche calda e sensuale. Gli altri tipo araya secondo me sono fuori contesto. Il successo dei metallica ruotano attorno alla voce e al carisma di James e di conseguenza la svolta gli e' stata disegnata addosso anche secondo i gusti del biondo che sono quel vetero rock americano di stampo country blues. Load e' nato così in un epoca dove i ceffi avevano circa 30 anni...parlare di età in questo caso mi sembra sbagliato altrimenti i cannibal corpse, obituary, napalm Death, abbath, marduk...cioè un esercito di personaggi che viaggiano dai 40 ai 50 anni dovrebbero suonare come gli ac dc.
gian
Sabato 23 Gennaio 2016, 11.10.54
239
@freedom si sono d' accordo. Dopo il black album hanno scelto altre strade mancando di reale consapevolezza. La loro a mio avviso e' stata una scelta di cambiamento molto radicale, per certi versi: basta vedere il booklet di load. A me personalmente il loro cambio stilistico di quel periodo non ha mai convinto. Ho provato in vari nome ti della mia esistenza a riascoltare load, per esempio, ma ad un certo punto inizio un po' ad andare avanti con le tracce o addirittura a spegnere. Alcuni brani sono molto belli ma nel complesso e' un cambio stilistico che secondo me non ha rappresentato dei reali bisogni artistici, per usare un eufemismo.
freedom
Sabato 23 Gennaio 2016, 10.46.37
238
@gian: Giusto il discorso su Endorama, ma parliamo di tutt'altra situazione...questi nomi: Metallica, Megadeth, stavano a rotazione fissa su MTV negli anni '90, nella merda ci si sono ficcati fino al collo. I Kreator son sempre rimasti più o meno "underground", cosa che giova tantissimo a mantenere i coglioni a quanto pare. Si sono potuti permettere la parentesi sperimentale per poi ritornare ad essere comunque convincenti. I Metallica si sono messi pure il trucco e poco ci mancava che si vestissero da donne...tutt'altro discorso, una crisi d'identità in piena regola. Credo siano irrecuperabili.
gian
Sabato 23 Gennaio 2016, 7.44.23
237
La voce di hetfield e' cambiata dal black album. Tra l' altro lui stesso dice in un'intervista di essersela rovinata a furia di cantare sud bit true in studio. Quando canta adesso i pezzi vecchi e' un po' strano. Mustaine ha un timbro molto personalizzato, certo ora la sua voce e' cambiata rispetto a vent'anni fa, considerando anche che ha quasi 55 anni. Questo discorso delle voci e dei confronti mi suona un po' strano: e' difficile paragonare la voce di petrozza a quella di belladonna o a quella di araya etc etc... come i kreator non hanno mai sperimentato? Ed endorama allora cos'e'?
s1lv10
Sabato 23 Gennaio 2016, 3.30.54
236
Che album... Grande dave
ObeYM86
Sabato 23 Gennaio 2016, 1.52.08
235
@freedom analisi interessante e condivisibile.Ma credo che anche i Kreator abbiano a loro modo sperimentato e il loro sound è molto diverso da quello di decadi fà....sono molto più intransigenti gli Slayer da questo punto di vista...sugli Overkill ok,c'è mestiere...ma Petrozza continua a sfornare riff originali ed ora ha un approccio più melodico,che a molti può risultare indigesto...triste il destino dei 'Tallica Ci tengo a ribadire e confermare che trovo Dystopia la migliore produzione dai big 4 degli ultimi 20 anni...vedremo come supererà l'esame longevità,ma in questi giorni mi sto divertendo...
freedom
Sabato 23 Gennaio 2016, 1.30.05
234
Parlando di voci: Dave non è mai stato un cantante vero e mai lo sarà, però ha uno stile caratteristico che comunque, per il genere che suonano, va bene. Hetfield è stato un grande interprete a livello vocale ed è sicuramente più dotato di Mustaine, ma ora come ora, pur restando un grande professionista, la voce l'ha persa al 70%. Poi quoto il discorso di @metalanto sul fattore età. Tutto verissimo. Le band che molti citano di continuo tipo Overkill o Kreator, hanno fatto di quello stile rabbioso il loro mestiere, e si sente che è mestiere, mentre altri come Megadeth o Metallica si sono smarriti sperimentando prima, ed in parte ritrovati adesso che però il testosterone è drasticamente calato. Con le dovute differenze: il buon Dave di mestiere e tecnica ne ha da vendere, per cui bene o male riesce a mascherare la cosa, i Metallica invece si sono rincoglioniti per l'età mentre il loro sound andava sempre più verso un involuzione tecnica che nei '90 pagava (Lars dal '91 al '99 ha ridotto la sua batteria drasticamente, alcuni pezzi li ha pure buttati nella spazzatura tipo il ride), mentre adesso li fa sfigurare se confrontati ad altri loro coetanei. Strano destino è toccato a questa band.
metalanto
Sabato 23 Gennaio 2016, 0.16.04
233
Cari ragazzi, cercare di paragonare un album dei Megadeth del 2016 a un album degli anni 80, specialmente i primi, non mi sembra una cosa giusta. Ora (Se mi riesece) vi spiego il perché. Gli abum in generale sono figli dei tempi . Fateci caso, i primi tre album dei Megadeth e anche dei Metallica, erano suonati a doppia cassa, cosa che via via va scemando, cosa che hanno fatto gruppi come, Exodus, Anthrax, e via dicendo. Tutti questi gruppi i primi tempi erano veloci poi dopo il terzo hanno rallentato, per poi riaccellerare in seguito. All'epoca di Pace sels il buon Dave andava sui 20 anni ora credo che vada sui 50, fatevelo dire da uno che ha quasi la sua età. La rabbia (muisicalmente parlando)che hai in età giovanile, non è la stessa che hai in età vintage. Sono convinto che se questo nuovo album fosse uscito dopo So far ... avremmo gridato al miracolo. Io di solito quando esce un nuovo disco di un gruppo famoso, cerco di non farmi coinvolgere dalla sua storia, cerco di non fare paragoni con dischi fatti nel passato per il motivo che vi ho accenato all'inizio del commento. Bene o male i Megadeth dischi da buttare a parte Risk che non ho capito che cosa volesse fare il buon Dave, non ne vedo. Hanno sempre fatto canzoni con dei bei riff e dei belli assoli. Ammettiamolo, chi non ha mai sognato di suonare la chitarra come lui circondato da musicisti stravalidi ? Cercare di capire un loro album al primo ascolto secondo me non è cosa facile, certo è vero ci sono album che ti prendono subito altri no, io questo devo ammettere che al primo ascolto non mi è dispiaciutio. Un ultima cosa. Anch'io come parecchi di voi comprava i dischi dalla copertina e dalle foto del gruppo. Oppure grazie a delle trasmissioni radiofoniche che all'epoca le radio libere specialmente quelle cittadine mandavano. Io il primo dei Metallica l'ho comprato nel dicembre del 1983 in cassetta grazie a una di queste Ciao e ricordatevi che la vita è tutto un rock n roll
mic
Venerdì 22 Gennaio 2016, 21.07.49
232
no dai anselmo rapper no
Alexi Laiho
Venerdì 22 Gennaio 2016, 20.58.18
231
Io non concordo con chi elogia la voce di Hetfield. L'ho sempre ritenuta la migliore voce Thrash su disco insieme a Belladonna e Araya (ma anche Anselmo), ma Live è veramente bruttina. Parere mio eh.
Pacino
Venerdì 22 Gennaio 2016, 20.50.44
230
il non é malaccio, l'ascolto fila abbastanza liscio, ma la voce di Dave non mi piace granchè, ma sono già diversi dischi che é così, secondo me il migliore degli anni 2000 resta The Sistem Has Failed! voto 68
DORIAN GRAY
Venerdì 22 Gennaio 2016, 18.23.50
229
Zio Dave di piu non poteva davvero fare,gli anni passano........album delizioso,grandi intrecci di chitarra,canzoni eccezionali e la paghetta la dà a tutti i detrattori.album immenso!!
L'adoratore del cespuglietto muliebre
Venerdì 22 Gennaio 2016, 18.20.07
228
@Metal Shock (204): secondo il tuo ragionamento non servirebbero nemmeno le recensioni perché basterebbe andare sul tubo per farsi un'idea. A proposito, se è così, tu qui che ci stai a fare? La recensione ed il voto invece servono anche come strumento per i neofiti attraverso il quale acculturarsi adeguatamente. Se un ragazzino o un jazzista sono incuriositi dal thrash, tu, grande vecchio del metal, gli consiglieresti Tension At The Seems (86) o Peace Sells (84)? Non è una questione di numerini, ma di gerarchie. Infatti io proponevo anche di toglierlo il voto. E comunque i miei interventi erano anche e soprattutto sulla strana abitudine del sito di avere 2 pesi e 2 misure, cosa su cui non ho avuto risposte. Da utente do degli input che forse potrebbero migliorare queste pagine. Pazienza se si vuol vedere solo un intento polemico. Ma parliamo dell'album. A me sembra più che discreto e mi ritengo soddisfatto. E lo sono soprattutto dalla prestazione solista di Kiko. Adler è un ottimo batterista, anche se non così eccezionale come sostengono alcuni, che qui svolge il suo lavoro in modo ineccepibile e professionale. Se Dave arruolasse un cantante ne gioverebbe non poco la band, ma non ci spererei troppo visto il soggettone, eh eh. Comunque il migliore album da parecchio tempo.
lisablack
Venerdì 22 Gennaio 2016, 17.53.02
227
Quoto commento 222
death
Venerdì 22 Gennaio 2016, 15.47.04
226
I megadeth sono tornati,certo non ai fasti di rusti in peace o youthanasia,ma megadave ha dimostrato ancora la sua pasta.KIko loureiro,si sente fin dalle prime tracce,come il mitico elfeson e il martellante adlerchen io ritengo uno dei migliori batteristi.NIente da dire mi è piaciuto sin dal primo ascolto.Voto: 80
BlackMamba
Venerdì 22 Gennaio 2016, 15.44.24
225
Che album ragazzi, mooolto meglio di Youthanasia. Qui si ritorna a riff killer e assoli da paura. La seconda metà del disco, da Poisonous Shadows per interderci, è una bomba ! Un 80 pieno se lo merita tutto !
zio
Venerdì 22 Gennaio 2016, 15.38.19
224
@Mulo sará che io ho sempre ritenuto la voce di Hetfield perfetta, dal vivo riesce ancora a rendere grande qualunque canzone (vedere St.Anger live nei vari by request nel 2014), de gustibus
Bloody Karma
Venerdì 22 Gennaio 2016, 15.34.20
223
ascoltato oggi per la prima volta, ma non mi ha dato grosse sensazioni...niente di osceno per carità, però nemmeno nulla per cui strapparsi i capelli. Ricordo che Endgame mi colpi subito al primo colpo...cmq voglio riascoltarlo ancora per bene prima di dare giudizi definitivi
Mulo
Venerdì 22 Gennaio 2016, 15.33.30
222
X me è il contrario,ho adorato la voce di Hetfield nel periodo '88 '93, adesso è troppo cambiata e non adatta x il thrash.... I metallica x provare a tornare grandi dovrebbero cacciare quei 2 ex musicisti di Kirk ( pazzesca la sua involuzione da Justice a oggi) e Lars ( lui musicista nn lo è mai stato,solo un grande affarista). Ovviamente non accadrà mai
zio
Venerdì 22 Gennaio 2016, 15.28.13
221
La butto lá, il disco è bello, ma per me Death Magnetic batte sia questo sia Repentless, la voce di James sta sempre una spanna sopra
boh
Venerdì 22 Gennaio 2016, 15.26.28
220
Preso oggi, disco clamoroso. Finalmente sono tornati i veri Megadeth. Concordo con chi lo ritiene il loro migliore dopo youthanasia
InvictuSteele
Venerdì 22 Gennaio 2016, 15.10.41
219
Allora, diciamo che i Megadeth non tirano fuori colpi di classe da una vita ormai. Non si sono mai sputtanati, sia chiaro, nonostante album deboli e mediocri come Risk, The wold needs a hero, Supercollider, Thirteen. Questo Dystopia è un album discreto, sulla scia di The System has failed o EndGame o United Abominations. Non è brutto ma nemmeno brillante. Il 70 credo sia un voto giusto, è il massimo che si può chiedere oggi al nostro Dave. Per me è positivo, mi aspettavo un cagata e invece è piacevole...
Dani3121
Venerdì 22 Gennaio 2016, 15.09.29
218
Buon disco,che non sfigura nella loro discografia. I tempi di RIP e Peace sells sono lontani,ma questo Dystopia si lascia ascoltare con piacere,soprattutto per il lavoro e lo spazio lasciato a Louriero.
Pikkio
Venerdì 22 Gennaio 2016, 15.09.05
217
@Red Rainbow: Penso che la libertà d'opione quando è motivata e argomentata va benissimo. Le recensioni sono motivate e argomentate, scritte bene, etc, ma non mi sembrano affatto premiare un disco revivalistico quanto si vuole ma molto valido. L'inaffidabilità l'ho notata dato che ultimamente spesso noto che alcune recensioni sono per i miei gusti poco focalizzate e centrate (forse troppi ascolti e troppo poco per capire bene tutto? può darsi...). Nulla di male, eh, solo che mi pare di essere in buona compagnia.
Mulo
Venerdì 22 Gennaio 2016, 15.00.43
216
I Maiden oramai non fanno un disco che mi aggrada dai tempi di Seventh son... Li abbiamo persi.... Mustaine invece alterna sprazzi di genialità a momenti di mediocrità assoluta.... Se prendesse più tempo x scrivere il prossimo disco,chissà.....
gian
Venerdì 22 Gennaio 2016, 14.18.05
215
Anche ilfattoquotidiano.it recensisce dystopia
tpr
Venerdì 22 Gennaio 2016, 14.13.01
214
confermo il mio 166 : questo è molto, ma molto meglio dell'ingiustamente osannato the book of soul dei dickinson's. Impensabile quanto sia migliore dei precedenti. Forse è merito della new entry.... Gli Iron invece continuano asfitticamente a clonare se stessi (purtroppo).
Red Rainbow
Venerdì 22 Gennaio 2016, 14.05.26
213
@ Pikkio : ovviamente sei liberissimo di ritenere o meno il sito "affidabile", spero solo che l'affidabilità di cui parli non debba essere sinonimo di uniformità di vedute. Non mi pare che nelle due rece ci sia alcunchè di "vomitato", costa davvero così tanta fatica accettare che altri possano avere altrettante valide argomentazioni per sostenere tesi diverse dalle proprie (tenuto conto che si parla di musica e non di scienze esatte) ??? Sarà (forse) per affinità anagrafica ma sposo in pieno il commento 204 di Metal Shock, a parte il fatto che Russian Roulette batte davvero Master....
Mulo
Venerdì 22 Gennaio 2016, 13.00.04
212
Pure io come renzo mattei.. Ops terzo menati compravo gli lp in base alle copertine... Comfermo buon disco questo dystopia... A questo punto non riesco a capacitatmi della pubblicazione di 2 ciofeche come 13 e supercollider
Pikkio
Venerdì 22 Gennaio 2016, 12.49.03
211
Miglior disco dai tempi di Youthanasia. Questo sito si conferma inaffidabile per le recensioni. Meno male che in questi giorni in cui tutti pensano di essere esperti di musica solo perché vomitano le loro opinioni sul web c'è il modo per ascoltare e giudicare senza precondizionamenti.
lisablack
Venerdì 22 Gennaio 2016, 12.40.12
210
Ishgral, le grandi band ormai sono (quasi) tutte in declino, in rete si possono trovare davvero cose molto valide. Io ho scoperto band black da urlo, di cui non sapevo nemmeno l'esistenza.Anch'io compravo dischi dalla copertina, perché non c'era nulla, si prendeva tutto a scatola chiusa, senza ne voti ne streaming, forse una recensione su HM, quando lo trovavo in edicola..ma era davvero più bello rispetto ad oggi.
terzo menati
Venerdì 22 Gennaio 2016, 12.32.01
209
Tra l'altro quando presi ride non capivo perché nelle firme dei pezzi ci fosse costui mustaine che non suonava nel gruppo. Non sapevo chi fosse, e ignoravo ovviamente l'esistenza di Killing se non per la copertina che al contrario non mi attirò all'acquisto...ero proprio un marmocchio
terzo menati
Venerdì 22 Gennaio 2016, 12.28.37
208
Lo stesso peace sells l'ho comprato all'epoca a 16 anni per la copertina e perché ho visto dietro il nome mustaine che campeggiava nelle firme dietro i pezzi di ride the lightning. Lo stesso ride l'ho comprato appena uscito per l'emozione che mi dava la copertina e ancor di più le foto del retro...idem con patate per killers e hell awaits.
Ishgral
Venerdì 22 Gennaio 2016, 11.57.33
207
La minestra riscaldata non è mai buona. @LisaBlack_Concordo con te, pure io da adolescente avevo come "idolo", fra gli altri, pure Mustaine, per questo mi spiace ascoltare un album del genere e con la voce che non è quella di Dave, non ce n'è! Ma si sa che non lo fanno solo per la nostra gioia, quindi può anche starci un ritorno per un fatto economico, ma uscire con delle schifezze tipo questa...scusate ma per me tutti i gruppi storici, ultimamente hanno sparato fuori delle ciofeche immense.
freedom
Venerdì 22 Gennaio 2016, 11.48.23
206
@terzo menati: Pure io un tempo compravo per le copertine...ti capisco, ma come ha detto @Metal Shock, oggi abbiamo la grande opportunità di farci un'idea ben più concreta dell'album grazie a internet, spesso anche in maniera del tutto legale, visto che molti artisti mettono a disposizione lo streaming gratuito. Devo dire che ho risparmiato un sacco di soldi grazie a questo, quindi credo sia un bene. Se poi uno ne abusa e non compra più niente, allora si entra in una spirale di decadenza che coinvolge non solo gli artisti ma anche l'ascoltatore che, preso da centinaia di uscite differenti, finisce col non approfondire più questo o quel disco. Inoltre la rete mi ha fatto scoprire una marea di band incredibili.
terzo menati
Venerdì 22 Gennaio 2016, 11.29.08
205
Beati voi che compravate per il voto...io compravo spesso i dischi per le copertine e le foto dietro...e ovviamente per i videoclip su heavy con kleever o rete a
Metal Shock
Venerdì 22 Gennaio 2016, 11.17.09
204
Sinceramente non capisco tutte queste discussione sui voti agli album. Anch'io dò un'occhiata a quel numero in fondo alla recensione, ma non gli dò tutta questa importanza. Quando avevo vent'anni e non esisteva internet, mi dovevo fidare di più dei voti, e a volte compravo un disco solo in base al voto dato, ma oggi con tutta questa tecnologia a cosa serve? Ognuno può ascoltare un disco da internet e farsi un giudizio proprio. Poi ogni recensore ha le sue opinioni, le sue preferenze e il suo modo di dare voti, come ogni persona. Mi ricordo quando Beppe Riva (i più anziani se lo ricorderanno) diede due spade e mezzo su cinque a Slave to the grind degli Skid Row, senz'ombra di dubbio il loro miglior album, o quando su HM fu recensito come album del mese Russian Roulette e Master of puppets fu definito solo come un album "interessante". Cosa serve a discutere se un'album prenda 90 80 o 100, basta che piaccia e non venga stroncato senza senso, solo allora si può dire qualcosa al recensore, sempre considerando le sue opinioni. Ci sono già troppi stronzi su questo sito che insultano senza senso la gente solo perchè dà opinioni negative ad un disco che non gli piace, non mettiamoci a discutere pure i recensori.
Gabriele
Venerdì 22 Gennaio 2016, 11.06.31
203
Confermo l'opinione che ho dato in precedenza, signori. Questo a mio parere è senz'ombra di dubbio il miglior album targato Megadeth sin da Youthanasia. Il cantato di Mustaine è finalmente calibrato e riconoscibile: non so come, ma è perfetto per le musiche, graffiante, aggressivo (cosa che invece non accadeva da The World Needs a Hero. Endgame, per me era un'enorme paraculata, uscita male). L'introduzione di Louriero è azzeccatissima: è il perfetto compagno di Mustaine, come solo Friedman e Poland sono riusciti ad essere. Senza nulla togliere a Broderick: mostruoso tecnicamente, ma coi Megadeth c'entrava veramente poco. Personalmente sono felice e non poco sorpreso, perché in un lavoro del genere non ci speravo nemmeno. Sono molto indeciso su quale canzone sia la mia preferita. E questo mi capita solo coi grandi album.
erosionofsanity
Venerdì 22 Gennaio 2016, 10.41.39
202
questo album 75 se lo merita. non 80, ma 75. chi dice nei commenti, usando parole tipo "stretti di culo", che in certi casi il vostro giudizio non è imparziale secondo me ha pienamente ragione.
Markus
Venerdì 22 Gennaio 2016, 10.00.42
201
Poche chiacchiere,per me è un gran ritorno..inaspettato...un fulmine a ciel sereno...un 75 ci sta tutto.
entropy
Venerdì 22 Gennaio 2016, 9.53.43
200
Direi che le due recensioni sono pienamente condivisibili. L'album è piacevole, è un ritorno a quello che vorremo i megadeth facessero, ma ovviamente non può essere un capolavoro e neanche un grandissimo album. Detto questo me piace, e sarà perchè i due dischi precedenti erano delle vere ciofeche, mi ha esaltato moltissimo riascoltare certe sonorità che un pò riecheggiano i vecchi tempi. La voce di dave ne esce bene, la potenza di adler da grande vitalità al sound, ci sono molti riff azzecati. Ora la vera prova sarà capire come l'album regge alla distanza, per ora sono a soli 4 ascolti. PEr me un bel 75 ci sta tutto!
L'adoratore del cespuglietto muliebre
Venerdì 22 Gennaio 2016, 9.50.08
199
Scusate l'ennesimo OT, ma io questa la devo proprio dire. A me sta benissimo che voi recensori siate stretti di culo, per carità, ma siatelo in modo equanime. Se ci deve essere il numero deve valere lo stesso per tutti, anche perché poi i neofiti non ci potranno mai capire un cazzo su cosa vale e quanto vale. Prima (171) comunque facevo riferimento alla rece di Worship Music degli Anthrax. Il paradosso di cui dicevo non è nell'84 in sè dato a Peace Sells, album a cui Raven oggi darebbe di più, ma nei voti alti a band che... boh... Third Moon dei Fire Trails e Tension At The Seems degli Extrema 86, Choir Of The Desperation dei Nuclear Simphony 85, Meridies dei Legion Of Darkness 81 -e la lista potrebbe essere molto lunga- a me paiono strani, ma diciamo pure che so' io quello strano e che Tension At The Seems è più valido di Peace Sells. Oppure diciamo, come in pratica sostiene Raven, che ieri 84 valeva tanto mentre oggi vale meno e quindi, se non avete letto il commento numero vattelappesca che sta sotto la recensione di PSBWB, non potete certo pretendere di capire il valore dei voti di tutto il sito, perciò evitate di scocciare. Beh, per me sta cosa non ha nessun senso. Se si vuole essere equi ci sono diverse opzioni: o si tolgono i numeri o si cambiano i vecchi voti o si cambiano i nuovi o si usa una votazione da 0 a 5. Io sceglierei tra le ultime 2. Grazie di questo spazio, grazie dell'attenzione e buona patata a tutti.
terzo menati
Venerdì 22 Gennaio 2016, 9.32.35
198
Sono tutte canzoni stratosferiche capiamoci ma le prime due sono la.perfezione assoluta
Alexi Laiho
Venerdì 22 Gennaio 2016, 9.29.46
197
Solo io preferisco RIP...Polaris a Hangar 18? Tralasciando questo particolare, Rust in Peace sarà stato meno innovativo, meno "genuino", non so, fate voi ma per me è l'album Thrash perfetto. Io lo metto un paio di punti sopra Master of puppets, anche perché nonostante siano entrambi album di Thrash "tecnico" (anche se ovviamente MOP non ha un tasso tecnico equiparabile a RIP) sono due dischi non paragonabili più di tanto. Per quanto riguarda il Thrash io darei 100 a RIP (e a molti sembrerà un'affermazione molto azzardata, perché come ha detto qualcuno, RIP non ha avuto l'influenza di album come Peace Sells, Ride/Master e soprattutto Reign in Blood), 99 a RIB, 98 a MOP e poi probabilmente Vulgar, Ride, Among etc.
freedom
Venerdì 22 Gennaio 2016, 9.19.33
196
@terzo menati: Solo le prime due?? E Lucretia, Tornado of Souls e Rust In Peace...Polaris dove le mettiamo?
terzo menati
Venerdì 22 Gennaio 2016, 8.56.54
195
Anche per me è più importante e preferisco peace sells. Ammetto tranquillamente che i primi due pezzi di rust sono inarrivabili da chiunque ma nel suo insieme peace dice già tutto ed ha il giusto equilibrio tra tecnica, cattiveria, freschezza, lo stesso per master. Rust e' un esperimento vinto dal musta che all'epoca prese un guitar hero in una band thrash, un matrimonio contro natura che si rivelò decisivo, ma ripeto se dovessi salvare un album dalla fine del mondo sceglierei peace
Crimson
Venerdì 22 Gennaio 2016, 8.41.03
194
Peace sells è più importante di RIP, dato che ha introdotto - in realtà iniziato da killing ma questo ancora troppo ancorato al passato e poco perfezionato - un approccio inusuale al thrash per l'epoca. RIP è solo un compendio ed un approdo maturo dello stile dei primi tre album. tutte e due i dischi sono capolavori assoluti del metal tutto, ma se si deve scegliere per mera importanza, le novità introdotte da Peace sells sono decisamente maggiori; altro che chi chi sceglie Peace sells lo fa per gusto personale, semmai è il contrario per RIP.
lisablack
Venerdì 22 Gennaio 2016, 8.34.49
193
....sarà che io "innamorata persa" del thrash old school, considero tutti quei dischi leggendari, per me tutti capolavori! Riguardo Ajfa, album immenso.
Dany71
Venerdì 22 Gennaio 2016, 2.56.53
192
@freedom: concordo con te riguardo AJFA
freedom
Venerdì 22 Gennaio 2016, 0.48.39
191
@lisablack: Non sono d'accordo. RIP e MOP stanno su un altro pianeta rispetto a Peace Sells (che comunque adoro), e non di poco. Non parlo di gusti, parlo di maturità compositiva, esecuzione, produzione, impatto sulla scena e tutto il resto. Non sono paragonabili. Poi i gusti possono farci dire qualsiasi cosa, ovvio. Ad esempio per me il capolavoro assoluto dei Metallica è AJFA, non MOP, pur riconoscendo che si presenti con più difetti rispetto a quest'ultimo, non posso farci niente, per me è il meglio del meglio, non mi stancherò mai di sentire quel disco. Tornando a Dystopia, mi rimangio quello che ho detto sul voto che cala con gli ascolti. Calmi, non cresce nemmeno, però il 70 pieno glielo posso concedere. E bravo Dave...era ora.
lisablack
Venerdì 22 Gennaio 2016, 0.35.20
190
Peace Sells è un capolavoro altroche'!! È allo stesso livello di Master e Rust in peace e tutti quei classici anni 85/ 90..album davvero irripetibili, ce ne fossero!!
Alexi Laiho
Giovedì 21 Gennaio 2016, 23.20.05
189
"Solita cagata" e Megadeth non ci stanno bene per niente nella stessa frase.
roberta
Giovedì 21 Gennaio 2016, 23.15.45
188
la solita cagata dei megadeth. 4 pieno!
ObeYM86
Giovedì 21 Gennaio 2016, 23.11.04
187
Se non fosse per Bullet to the brain e quello schifo di ritornello...
ObeYM86
Giovedì 21 Gennaio 2016, 23.09.27
186
Come immaginavo,avendo appagato il mio desiderio maniacale di "completezza" con le bonus tracks,il disco é cresciuto di livello.Complici i ripetuti ascolti e la qualitá di questi pezzi,sopratutto"Last dying Wish",che forse é addirittura la migliore del disco.Con Endgame ebbi un coinvolgimento immediato al primo impatto,Dystopia é più sfaccettato e "complesso"(pur non essendo proprio progressive oriented)e sará sicuramente più longevo.80ello pieno pieno con margini per qualche puntocino in più.Personalmente lo preferisco a Youthanasia,ma questione di gusti
Arrraya
Giovedì 21 Gennaio 2016, 21.35.50
185
Per me un buon album e son d'accordo con le recensioni. Dopo l'inspiegabile monnezza precedente non poteva che andare meglio. Tralasciando il fatto che Mustaine ha abilmente usato i capri espiatori della precedente formazione, quando l'unico vero responsabile di Supercollider è stato lui e basta, forse alla ricerca di quell' audience di massa che ha sempre cercato di raggiungere invano, mi chiedo come l'abbia presa Broderick dopo aver ascoltato quest'album (ammesso l'abbia fatto). In alcuni casi Kiko è fin troppo presente, e presente su tappeti che il buon Broderick non ha mai avuto. Altra cosa particolare è il cercare di seguire il sentiero di Rust in Peace, e lo si capisce da alcune soluzioni che i più attenti avranno notato, evidentemente Mustaine ha capito che bisognava ritornare all' ovile, quell' ovile. Se il tutto è spontaneo o meno a questo punto poco importa. L'album per me è di buonissima fattura, e alla fine conta solo questo.
Alexi Laiho
Giovedì 21 Gennaio 2016, 21.34.03
184
Continuo a credere che il disco migliori con gli ascolti. La strumentale e Post- sono grandi pezzi. Concordo con chi ritiene Youthanasia molto sooravvalutato comunque, perché secondo me è solo di qualche punto superiore a questo Dystopia. Mustaine non cantava così bene (anche se forza un sacco, lo ammetto) da molti anni. Sono sul 76
freedom
Giovedì 21 Gennaio 2016, 20.48.41
183
@Lambru: Peace Sells è uno dei miei dischi thrash preferiti ma non lo ritengo un capolavoro come un Rust in Peace o Master of Puppets. @Kappa: due o tre brani che restano in testa ci sono secondo me: The Emperor, Lying in State, Post American World e la strumentale (molto bella, stupendo l'intro). Il resto è un po' tirato per i capelli forse, ma l'ottima produzione, la magnifica esecuzione e lo snellimento dell'intero lavoro (tutti brani sotto i 5 minuti tranne uno) aiutano l'album a cavarsela bene dopotutto.
ObeYM86
Giovedì 21 Gennaio 2016, 20.12.24
182
Il mio discorso esula da quello sul voto di Peace Sells,è un discorso in generale che vale sopratutto per le ultime,bistrattate,produzioni dei veterani
ObeYM86
Giovedì 21 Gennaio 2016, 20.07.58
181
Quoto L'adoratore del cespuglietto muliebre(bel nick),il problema non è il numero in sè,ma le proporzioni sbagliate...è chiaro che dai gruppi storici è lecito attendersi di pù,ma se il disco vale tot non bisogna ridimensionarlo perchè "possono fare di più",non è al livello dei capolavori,ecc..mentre i primi arrivati che scopiazzano i classici vengono esaltati(anche io a volte eccedo negli entusiasmi da questo punto di vista,sopratutto quando si tratta di effetto nostaliga quindi faccio mea culpa)Sul disco ancora non mi esprimo,ma potrebbe rivelarsi tranquillamente la migliore produzione da un membro dei "big 4" degli ultimi vent anni,e questo anche perchè ormai il vero Thrash Metal,ormai,alberga su altri lidi
Kappa
Giovedì 21 Gennaio 2016, 20.06.47
180
Ma davvero, gente che dice che questo è meglio di So Far...che So far è mediocre! No dai ragazzi. I primi 4 sono tutti bellli, So far è un fottuto capolavoro, geniale in ogni riff, con la voce di Mustaine al top. Questo Dystopia, ripeto che vale 65/100. E davvero, credetemi, quello vale ase raffrontato un po' a tutta la loro discografia. E ripeto che i pezzi non sono neanche malissimo, ma trovatemi una sola canzone che vi rimanga in testa, una Hangar 18, una Set the world on fire, una Rattlehead, una Countdown to extinction...Dai, mettiamoci anche una trust o una train of consequences! Dove sono le linee vocali vincenti? Senza quelle i brani durano poco, non parliamo di brutal death...
LAMBRUSCORE
Giovedì 21 Gennaio 2016, 20.01.36
179
@Raven, io ho capito da un po' il tuo punta di vista, però adesso vorrei continuare OT e contestare @Freedom quando dice che Peace sells.. non è un capolavoro..mo no, mo no...per me quel disco lì è una droga, ok adesso smetto con i miei OT, ahah...
klostridiumtetani
Giovedì 21 Gennaio 2016, 19.53.41
178
Io invece sono d'accordo co @L'adoratore...
Raven
Giovedì 21 Gennaio 2016, 19.52.17
177
Fermo restando che siamo OT ancora una nvolta, eviodentemente non avete nemmeno perso il tempo di leggere il commento che vi avevo indicato come esplicativo della situazione. Lo faccio io sperando che serva a chiudere una discussione stucchevole. Se non fosse sufficiente, bè, pazienza. commento 78 rece PSBWB: ."Vedete.. questa recensione è una delle prime che ho scritto per questo sito, e rispecchia perfettamente l'educazione che ho avuto. Dato che il sottoscritto ha alcune primavere sulle spalle, ha avuto la ventura, o se preferite la sfortuna, di crescere in un'epoca in cui i voti venivano concepiti in un certo modo. Quando frequentavo le medie prima, ed il liceo classico dopo, il 6 era recepito come un ottimo voto; il 7 era riservato ai più bravi; il 7,5 agli exploit dei più bravi. Per quanto riguarda il voti superiori a 7,5 , bè... nessuno era certo che esistessero veramente, si vociferava di alunni che in anni che si perdevano nella memoria avessero sfondato la soglia dell'8, ed alcuni sostenevano che oltre l'8 esistessero anche voti superiori, ma lì si entrava nel mondo della religione, dell'atto di fede nell'esistenza del trascendentale. Tutto ciò per dire che quando davo certi voti, per me erano veramente altissimi, quasi il massimo possibile, data la mia educazione. Andando avanti mi sono reso conto che alcune cose erano cambiate negli ultimi trent'anni, ed oggi come oggi mi adeguerei ad una votazione più alta, ma senza mutare il giudizio di merito. Spero che tutto questo serva una volta per tutte, (anche perchè non ho alcuna intenzione di tornare sull'argomento), a chiarire il perchè di certi voti, come ad esempio quello su "Peace Sells..",
freedom
Giovedì 21 Gennaio 2016, 19.36.04
176
Quoto @Lambruscore.
freedom
Giovedì 21 Gennaio 2016, 19.34.23
175
Incredibile che si stia cercando di far cambiare i voti alle recensioni con tutta questa pressione. Ammetto di aver visto voti un po' strani pure io ma, a parte pochi casi veramente allucinanti, non credo ci sia tutto sto grande scandalo. Parlando dei Megadeth, Peace Sells ha un voto più che giusto. Grande disco ma non un capolavoro. Rust in Peace pure, voto meritato e non credo sia album da 100 come molti dicono. Youthanasia ha un voto esagerato invece, visto che appare come una perla solo alla luce delle porcate venute dopo e non per effettivi meriti, anzi per me il declino dei 'deth inizia lì. Questo Dystopia...mamma mia addirittura chi dice un nuovo RIP, non credo proprio. 70 è anche un pelo troppo generoso.
LAMBRUSCORE
Giovedì 21 Gennaio 2016, 19.33.42
174
@ L'adoratore, no dai, togliere i numeri no, il voto rende l'idea del recensore, per me serve anche giustamente ad alimentare polemiche. Io che ad esempio sono sempre polemico, qui come nella vita di tutti i giorni, -peccato non si possa bestemmiare- sarei uno di quelli a cui toglierebbero il gusto di contestare magari un voto basso a un disco che ritengo ottimo...e viceversa...
Il cardinale
Giovedì 21 Gennaio 2016, 19.32.51
173
Grande album mi ha convinto a pieno e ad ogni ascolto mi piace sempre più.