Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Esoteric
A Pyrrhic Existence
Demo

Prysma
Closer To Utopia
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/12/19
THE RIVER
Vessels into White Tides

11/12/19
ETERNAL SILENCE
Renegades

12/12/19
ALASTOR
Šumava

13/12/19
NIGHTBEARER
Tales of Sorcery and Death

13/12/19
HORRIFIED
Sentinel

13/12/19
VOLTUMNA
Ciclope

13/12/19
SATYRICON
Rebel Extravaganza (rimasterizzato)

13/12/19
STONE SOUR
Hello, You Bastards

13/12/19
DEEP AS OCEAN
Crossing Parallels

13/12/19
COMANDO PRAETORIO
Ignee Sacertà Ctonie

CONCERTI

11/12/19
MUNICIPAL WASTE + TOXIC HOLOCAUST + ENFORCER + SKELETAL REMAINS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

11/12/19
LAST IN LINE
CAMPUS INDUSTRY MUSIC - PARMA

12/12/19
SKINDRED + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

12/12/19
MARILLION
AUDITORIUM DELLA CONCILIAZIONE - ROMA

12/12/19
MONKEY3 + GUESTS TBA
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

13/12/19
MARILLION
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

13/12/19
GWAR + VOIVOD + CHILDRAIN
ROCK PLANET - PINARELLA DI CERVIA (RA)

13/12/19
SCALA MERCALLI
BUFFALO GRILL - CIVITANOVA MARCHE (MC)

13/12/19
GLI ATROCI
ALCHEMICA MUCIS CLUB - BOLOGNA

13/12/19
NATIONAL SUICIDE + TERBIOCIDE
UFO ROCK PUB - MOZZO (BG)

Aborted - Termination Redux
27/01/2016
( 1790 letture )
Rilasciato in vinile e in digitale per celebrare i 20 anni di attività, e molto probabilmente per preparare gli ascoltatori ad un nuovo album, Termination Redux è il nuovo EP degli Aborted. Il disco è composto da quattro nuovi pezzi (tre escludendo l’intro) più la ri-registrazione di The Holocaust Re-Incarnate (Engineering the Dead, 2001) e mette in chiaro le intenzioni del gruppo per quanto riguarda il prossimo full.

L’intenzione ovviamente, è quella di non cambiare di una virgola un approccio ormai funzionante e su cui i musicisti si trovano a proprio agio. Il sound, quindi, è sulla linea degli ultimi lavori, mescolando groove, tecnica e soprattutto violenza. Pur essendo dei brani composti da riff molto tecnici ad opera di Mendel infatti, i pezzi scorrono facilmente e arrivano dritti in faccia. Menzione d’onore anche per il batterista Ken Bedene, vera e propria piovra umana che con il suo ecletticismo rende i passaggi più pesanti e groove davvero interessanti e ricchi di dettagli. È anche merito suo se Vestal Disfigurement Upon the Sacred Chantry, il pezzo più groove dei tre presenti, gode di un dinamismo non indifferente. La title-track e Bound in Acrimony mettono in mostra l’aspetto più diretto e a tratti funambolico dei ragazzi, con continui stop n’go, cambi di tempo e valanghe di blast beat. Nell’insieme colpisce anche il leader Sven, mai così tanto dinamico al microfono; con un continuo alternarsi di growl, scream e harsh vocal varie, dimostra come non abbia la benché minima intenzione di limitarsi a svolgere il classico “compitino”.

Sfortunatamente si tratta di soli 10 minuti scarsi di nuova musica (escludendo la brevissima intro e la traccia ri-registrata) e per dare una valutazione completa aspetteremo il full. Quest’ultimo, a giudicare da questa ottima anteprima, si appresta a lasciare più che soddisfatti i seguaci del gruppo, che all’alba dei 20 anni di carriera dimostra di essere ancora affiatato.



VOTO RECENSORE
s.v.
VOTO LETTORI
64.5 su 4 voti [ VOTA]
Reek
Mercoledì 10 Febbraio 2016, 11.01.35
4
Quoto Bassi. Oltretutto quei cambi di voce a cazzo di Sven sono di una bruttezza indescrivibile, per non parlare di riff accostati in modo da far assumere ancor meno senso a tutto. Niente di strano comunque, credo che alla fine riusciranno a campare di quei 5 o 6 pezzi buoni che hanno fatto nell'intera discografia, di cui alcuni al limite del plagio.
Doomale
Giovedì 28 Gennaio 2016, 17.26.43
3
Loro sono una garanzia in questo genere...e nonostante i vari cambi di line up, non ne risentono. Mi aspetto un altro bel calcio in faccia sullo stile dell'ultimo..e ascoltando il singolo di lancio sembra proprio cosi. Grande Svencho
Bassi
Giovedì 28 Gennaio 2016, 17.24.18
2
Più che della lunghezza avrei da ridire sulla mancanza di idee contenuta in questo EP.
tartu
Mercoledì 27 Gennaio 2016, 20.46.23
1
10 minuti...non ha senso
INFORMAZIONI
2016
Century Media Records
Death
Tracklist
1. Liberate Me Ex-Inferis
2. Termination Redux
3. Vestal Disfigurement Upon the Sacred Chantry
4. Bound in Acrimony
5. The Holocaust Re-Incarnate
Line Up
Sven "Svencho" de Caluwé (Voce)
Mendel bij de Leij (Chitarra)
Danny Tunker (Chitarra)
JB van der Wal (Basso)
Ken Bedene (Batteria)

Musicisti ospiti
Julien Truchan (Voce)
 
RECENSIONI
77
s.v.
82
80
80
100
90
85
76
ARTICOLI
26/02/2017
Live Report
KREATOR + SEPULTURA + SOILWORK + ABORTED
Live Club, Trezzo sull'Adda (MI) - 21/02/2017
01/02/2013
Live Report
VADER + ABORTED + BONDED BY BLOOD + FHOBI + BLOODSHOT DAWN
Colony Club, Brescia, 27/01/2013
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]