Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Iamthemorning
The Bell
Demo

Break Me Down
The Pond
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/10/19
PLATEAU SIGMA
Symbols - The Sleeping Harmony of the World Below

25/10/19
TURBOKILL
Vice World

25/10/19
SKINLAB
Venomous

25/10/19
STEVE HACKETT
Genesis Revisited Band & Orchestra: Live at the Royal Festival Hal

25/10/19
ZONAL
Wrecked

25/10/19
DICTATED
Phobos

25/10/19
CREST OF DARKNESS
The God Of Flesh

25/10/19
MAYHEM
Daemon

25/10/19
ENEMYNSIDE
Chaos Machine

25/10/19
METALITE
Biomechanicals

CONCERTI

22/10/19
CELLAR DARLING + FOREVER STILL + OCEANS
LEGEND CLUB - MILANO

23/10/19
FOLKSTONE
ORION - ROMA

23/10/19
PINO SCOTTO
MOB CLUB - PALERMO

25/10/19
MACHINE HEAD
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

25/10/19
INTER ARMA
LIGERA - MILANO

25/10/19
ARBORES AUTUMNALES FESTIVAL
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

25/10/19
FOLKSTONE
VIPER THEATRE - FIRENZE

25/10/19
HELLRETIC + BRVMAK
500CAFFE' - PIEDIMONTE S. GERMANO (FR)

26/10/19
DESTROYER 666 + ABIGAIL + DEAD CONGREGATION + GUESTS
MU CLUB - PARMA

26/10/19
MACHINE HEAD
HALL - PADOVA

Venom - Welcome to Hell
08/02/2016
( 5181 letture )
Scommetto un occhio della testa che molti di voi lettori, aperta la recensione in questione, avrà storto il naso e gridato allo scandalo per aver trovato la dicitura “heavy” metal in calce alla disamina del primo album dei seminali Venom, ossia quel Welcome To Hell datato 1981 che tanto scalpore destò all’epoca della sua pubblicazione, per i più svariati motivi: la musica heavy metal alla Judas Priest con suoni grezzi e un cantato acido ed estremo, la copertina altamente esplicita per i canoni dell’epoca, l’estetica stessa della band (e qui l’abito fa davvero il monaco). Tutti elementi che se analizzati con canoni moderni fanno quasi sorridere per il loro essere innocui (e qui sta l’errore madornale della società moderna), ma che se contestualizzati in quel periodo storico musicale risultano altamente provocatori, diretti ed espliciti come nessuno prima aveva osato, il tutto attraverso l’esasperazione metabolizzata e accelerata di quello che al tempo era considerato già “heavy” persino in una nazione musicalmente aperta e creativa come l’Inghilterra, patria di colossi a loro contemporanei quali Judas Priest, Iron Maiden e Motörhead. Da tutto ciò si arriva a definire i Venom come i precursori del thrash e del black, come coloro che tra i primi hanno osato andare “oltre” le barriere culturali dell’epoca, senza nemmeno pensarci troppo, e dando il là a due movimenti musicali che ancora oggi costituiscono l’ossatura impenetrabile del metal moderno. Tanto heavy roccioso nella musica di questo Welcome To Hell, tipico della scena inglese a cavallo tra ’70 e ’80, ma anche tante innovazioni che fecero sudare freddo chiunque all’epoca, soprattutto a livello testuale con tematiche esplicitamente rivolte al piacere sessuale, all’occultismo e a Satana.

L’onore di fare da apripista a questa pietra miliare spetta a Sons Of Satan e siamo già nella violenza totale, in cui il basso martellante e la voce abrasiva e malefica di Sua Maestà Cronos si sposano perfettamente con la chitarra indiavolata, letteralmente, di Mantas eil drumming furioso, punk ed heavy allo stesso tempo, di Abaddon. Estremizzare è il verbo cardine di ogni brano dell’album, dalla chiusura infinita in stile live dell’opener proseguendo immediatamente con il mid tempo rock ‘n’ roll di motörheadiana memoria della titletrack, in cui la voce nel ritornello è così sulfurea da far venire la pelle d’oca, per non parlare della blasfemia operata attraverso la sovrapposizione della voce di Cronos con la recita di parte del Salmo 23:4 della Bibbia da parte di un’innocente voce femminile. Non c’è tregua di nessun tipo e la doppia personalità del protagonista assassino di Schizo non fa altro che gettare benzina sul fuoco sul valore degli argomenti che la band inglese vuole toccare senza peli sulla lingua. La sognante seppur breve strumentale Mayhem With Mercy fa da perfetta anticamera d’inquietudine all’esplosione di una dei brani migliori dell’album, cioè una Poison letteralmente da urlo, con un incalzare continuo sparato senza pietà, assolo compreso, sopra tematiche esplicitamente sessuali e libidinose.La tavoletta dell’acceleratore aumenta ancora con la successiva Live Like An Angel (Die Like A Devil) e con il messaggio ben chiaro di non preoccuparsi di niente e nessuno e di godersi la vita sotto ogni sua forma al 100%, perchè comunque l’inferno è proprio il posto che si vuole raggiungere senza sosta alcuna. Le argomentazioni spiccatamente sataniche sono sempre più marcate e dirette, espresse pubblicamente con una semplicità disarmante ma ovviamente scandalosa per la società del tempo: con Witching Hour si estremizza musicalmente l’heavy attraverso una batteria martellante, un basso disturbante, riff di chitarra laceranti e voce straziata da posseduto dedito a invocazioni del maligno attraverso la stregoneria (oggi tutto ciò farebbe quasi ridere ma nel 1981 non rise nessuno, anzi); One Thousand Day In Sodom già dal titolo non lascia fraintendimenti di nessun tipo e mischia sapientemente rallentamenti e accelerazioni, il tutto su una base rock anni ’70, a tratti psichedelica grazie anche a una notevole esecuzione di basso del leader Cronos e da un assolo di chitarra di un ispiratissimo Mantas; Angel Dust è la sponsorizzazione senza se e senza ma, sempre a ritmi musicali elevati, della droga eccitante per eccellenza di quegli anni e non lascia di certo spazio a libere interpretazioni ne tantomeno fa calare l’attenzione sulla rivoluzione terminologica che brano dopo brano i Venom stanno mettendo in atto. Arriva quindi come una fucilata in pieno viso In League with Satan, già primo singolo della band e manifesto totale con il quale gli inglesi volevano essere subito ricordati: un disturbante parlato al contrario da possessione demoniaca fa da intro a un brano tutto sommato semplice e lineare, con i colpi di Abaddon sui fusti di batteria, basso e chitarra all’unisono con un riff tanto banale quanto efficace nel suo intento, cioè fare da musica perfetta al Male nella sua incarnazione terrena, striscinate e inesorabile ma soprattutto in affari con Satana stesso. La mattanza, nel vero senso della parola, di questo piccolo gioiello di inizio anni ’80 viene conclusa da Red Light Fever, il cui incipit da musichetta classica grottesca e dozzinale da bordello viene subito spazzata via da un urlo lacerante e da un brano solido e martellante dall’inizio alla fine e con un palese appoggio incondizionato della prostituzione come bisogno primario per ogni uomo devoto al Diavolo.

Grida, urla, voci roche, strozzate, sporche e cattive nelle strofe e acide e ancora più estreme nei ritornelli, suoni distorti oltre i canoni dell’epoca sempre e comunque, in ogni brano, da frequenze alte a frequenze basse senza soluzioni di continuità, ritmi e colpi di batteria e basso come mannaie e accette in imperterrito macello, fiero e sentito, al servizio di un’unica causa: con Welcome To Hell i Venom hanno fatto da uscieri del metal e hanno spalancato alle generazioni future le porte di un genere ancora tutto da esplorare e far evolvere, dando loro gli strumenti base per lastricare le strade che portano verso l’Inferno, o la gloria del metal, a seconda dei punti di vista. Un’indiscutibile pietra miliare, un punto di partenza per trent’anni di estremismi sonori, il vademecum del metal estremo come cardine e dottrina, inarrivabile e rivoluzionario, semplice con gli occhi di oggi ma ancora imitatissimo dai tempi moderni. Fulgido esempio dell’inutilità del 99% dei codici etici all’interno di un genere che ha fatto della ribellione e dell’unicità il suo albero genealogico, un concetto che oggi più che mai dovrebbe essere rinvigorito nella sua attualità. Eterno. Non importa quale etichetta gli si voglia dare, questo è Heavy Metal.



VOTO RECENSORE
95
VOTO LETTORI
48.07 su 66 voti [ VOTA]
Diego
Sabato 13 Luglio 2019, 0.22.33
89
Mooolto meglio del 99% dei gruppi estremi odierni.
Replica van pelt
Mercoledì 15 Maggio 2019, 15.12.50
88
@lisa ,mi sembra di aver letto qualcosa,forse qualcosa si potrebbe obiettare sui testi o sull'occultismo o sul machismo,ma resta un lavoro di un urgenza espressiva e di una potenza grezza e oscura che non cerca di piacere per forza o comunque di "compiacere" il suono come invece accade spesso oggi.E' arte.
lisablack
Martedì 14 Maggio 2019, 21.32.12
87
Album leggendario..i post a culo scritti di recente contro questa band sono aria fritta..
Galilee
Martedì 14 Maggio 2019, 21.18.22
86
L'ho rimesso su anch'io pochi giorni fa e mi sono esaltato un casino..
Replica Van Pelt
Martedì 14 Maggio 2019, 18.06.19
85
incredibile,suona più bello oggi di allora,in questo magma di mediocrità "artistica" brilla come una perla rara.Non so perchè e non lo voglio sapere.
lisablack
Lunedì 25 Marzo 2019, 19.19.49
84
Quoto Galilee post 77, per me superiore a Black Metal, che mi piace ovviamente..neanche a dirlo!
Rik bay area thrash
Lunedì 25 Marzo 2019, 9.47.04
83
Silvia, esatto, ma non solo. Indipendentemente dal trascorrere del tempo, è (e rimane) un grandissimo album. Effettivamente dire che è un greatest può essere una giusta chiave di lettura. Per me, ovviamente, è sempre entusiasmante ascoltare quest album. Allora come oggi. Certo, se ascoltato in raffronto all effereratezza di alcune band venute dopo, non sembra 'sta bomba' di disco, ma 'solo' un disco di (speed) heavy metal. Per me è (e resterà) sempre una bomba di album.
Silvia
Lunedì 25 Marzo 2019, 9.44.27
82
Si’ Gals non c’e’ dubbio 😅. Io mi riferivo piu’ all’effetto dirompente
Galilee
Lunedì 25 Marzo 2019, 9.37.09
81
Una bella canzone è sempre una bella canzone. E questo disco è pieno di belle canzoni. Yeah
Silvia
Lunedì 25 Marzo 2019, 9.31.13
80
@rik concordo, in particolare quando dici che ebbe un effetto dirompente. Oggi puo’ far sorridere ma allora era una bomba in tutti i sensi x riprendere il commento di Gals. Secondo me quando si valutano questi album di allora non si puo’ prescindere dal contesto
thrasher
Lunedì 25 Marzo 2019, 9.30.35
79
Ma proprio nulla
thrasher
Lunedì 25 Marzo 2019, 9.30.12
78
L ho riascoltato per curiosità.... È proprio perché non c'era nulla. A proprio nulla all epoca
Galilee
Lunedì 25 Marzo 2019, 8.40.37
77
Lo riascoltato ieri. Questo disco è un greatest hits. Ogni canzone è una bomba. Bellissimo.
Rik bay area thrash
Lunedì 25 Marzo 2019, 7.49.18
76
Ho già commentato questo album, ma fa sempre piacere leggere i vari post, di quelle persone che lo hanno anche loro già commentato 😂. Si rischia di ripetersi, di dire cose ovvie e scontatate. Però l effetto dirompente che ebbe questo album nel 1981, nel fare un certo heavy metal diretto, intransigente, senza tanti orpelli, ma tremendamente efficace, se lo ricorda sicuramente chi c'era in quell anno 😉, non ha eguali. Piaccia o non piaccia, un pezzo (piccolo o grande a seconda delle proprie convinzioni), di storia dell heavy metal, passa anche da questi solchi.
duke
Domenica 24 Marzo 2019, 21.13.43
75
...li ho sempre considerati la versione "nera" dei motorhead....ovvio che preferisco la band di lemmy....
duke
Domenica 24 Marzo 2019, 21.09.56
74
....meglio "black metal" piu' definito e meglio registrato....
lisablack
Domenica 24 Marzo 2019, 20.51.27
73
Grazie Mulo..quoto Dead again, grande verità il tuo post..
Aceshigh
Domenica 24 Marzo 2019, 20.25.06
72
Poison, Angel Dust, In League With Satan, Welcome To Hell, Live like an Angel, One Thousand Days in Sodom.... praticamente un classico dopo l'altro. Anno 1981 : nessuno violento ed estremo come loro. Album irrinunciabile.
Dead again
Domenica 24 Marzo 2019, 20.21.23
71
Quando ascolti quest' album a palla ti rendi conto il perché amiamo questo genere... Album Impressionante e fenomenale.
Silvia
Domenica 24 Marzo 2019, 19.32.52
70
Recensione spettacolare che rende perfettamente l'idea di ciò che è stato questo album. @Mulo verissimo, influenzarono tanti gruppi di musica estrema, non solo thrash
Mulo
Domenica 24 Marzo 2019, 19.17.21
69
Quoto Lisa e Obscure,siete GRANDI ragazzi!
lisablack
Domenica 24 Marzo 2019, 19.13.30
68
Grande commento di Mulo, straquoto. Un metallaro degno di essere tale, venera questo album, senza se e senza ma..per me è un 100 secco.
ObscureSolstice
Domenica 24 Marzo 2019, 16.08.45
67
Puoi dirlo forte Mulo. Ma loro sono heavy metal, è anche inutile fare confronti con band thrash metal, come loro nell'heavy metal non esiste nessuno
Mulo
Domenica 24 Marzo 2019, 15.34.56
66
Debutto fondamentale. Ha influenzato le più famose thrash band americane e tedesche. Il loro essere tecnicamente modesti li rende “invisi”ai molti musicisti falliti che infestano il web... Ma ciò non cambia ciò che i Venom sono: LEGGENDA.
lucignolo
Giovedì 22 Novembre 2018, 17.43.00
65
Aggiungo una cosa,molto umilmente perchè nessuno si offenda,spesso l'urgenza di raccontare qualcosa e di condividerla, per piacere personale e a dispetto di tutto e di tutti,ti porta a creare musica (o pittura o disegno o quello che volete),e poco importa che sia perfetta,poco importa che piaccia o meno.Ecco,è in questo momento che secondo me si tocca qualcosa che si può chiamare Arte,dopo,quando subentrano calcoli e virtuosismi l'opera è tecnicamente perfetta,ma si è persa la spontaneità e quell'istante in cui tutto è materia viva e plasmabile,come la vita stessa. A parte questo fuori tema,ma la fotografia dei venom con le asce e le spade se la potevano anche evitare,oltretutto mi sembra siano anche di plastica....vabbhè.nessuno è perfetto.
No Fun
Giovedì 22 Novembre 2018, 15.52.02
64
Applausi per @Lucignolo per quello che ha detto su Made in Japan. Anche se non sono d'accordo, ma mi capita lo stesso per altri album intoccabili, tipo The Wall. Comunque un conto è saper suonare un conto saper creare. Per creare è necessario saper suonare, certo, ma saper suonare quanto basta per creare quello che vuoi creare. Ma c'è chi sa suonare tantissimo ma non crea nulla. I Venom hanno creato un nuovo metal, non lo dico io lo dice Max Cavalera, lo dice Fenriz, lo dice Quorton etc. etc. Vale anche altrove, ad es in pittura. Leggetevi chi era Hans Van Meegeren. Un genio della pittura senza alcun dubbio. Ma non ha dato nessun contributo alla storia dell'arte pur avendo una tecnica incredibile. Era un falsario.
lisablack
Giovedì 22 Novembre 2018, 15.37.12
63
Proprio così Max, quoto Galilee
Max1
Giovedì 22 Novembre 2018, 15.28.29
62
"Fight, we will fight right Living low in a world of our own Destined to live right We're taking hell as our home Burning lives, burning Asking me for the mercy of god Ancient cries crying Acting fast upon the way of the dog Welcome to hell Welcome to hell Welcome to hell Welcome to hell " Tornate indietro di quasi 40 anni e immaginate ad un certo punto di vedere una copertina diabolica , di andare dal negoziante di fiducia locale (incredibile ma lo trovai in un negozietto di "paese" appena uscito) e di provare a sentire i primi solchi !!
Galilee
Giovedì 22 Novembre 2018, 15.22.12
61
Contasse solo la tecnica band come Rolling Stones, Sex Pistols , Ramones, AC/DC etc etc non varrebbero nulla, invece.... Mi sembra superfluo dire che il paragone con Made in Japan dei Purple sia utile e sensato come un buco di culo su un ginocchio. Ma d'altronde...
lucignolo
Giovedì 22 Novembre 2018, 15.13.23
60
ho dato 99 a questo,99 all'album "Iron Maiden" e 60 a Made in japan.Ogni album fa storia a se,e i parametri di giudizio sono estremamente soggettivi.Non mi basta il tenicismo,come non mi basta la velocità di esecuzione,Made in Japan per me è sopravvalutato,è tronfio,ha pezzi che durano più di quanto io possa resistere a farlo volare dalla finestra.In questo c'è l'essenzialità,la passione,ci sono idee,sopratutto quella di chiamarsi Venom e andare avanti alla faccia della bravura tecnica (che certo è un limite ma non necessariamente un ostacolo a fare le cose).
lisablack
Giovedì 22 Novembre 2018, 12.57.24
59
Quoto tino per la 100 esima volta!
tino
Giovedì 22 Novembre 2018, 12.08.59
58
Negli anni 80 quando passavano heavy con kleever alla fine della puntata ti sparavano spesso bloodlust e witching hours, per un adolescente di quell’epoca era un’esperienza estremamente eccitante un po’ come guardare i primi film porno di nascosto…scariche di adreanlina dovute ad eccitazione, scoperta di qualcosa di nuovo e paura di essere colti dai genitori. La musica estrema è anche questo non solo perizia tecnica e pentagramma altrimenti ascolteremmo solo mozart e rossini
lisablack
Giovedì 22 Novembre 2018, 12.03.21
57
Io rimango del parere che se hanno fatto questi dischi..di sicuro qualcosa con gli strumenti, lo sanno fare!! Poi se andiamo per forza a cercare il " pelo dell'uovo"nel senso che non sono tecnici o fuoriclasse come altri gruppi...questo è un'altro discorso. Ma sentenziare che i Venom non sanno suonare è una stronzata, scusa thrasher, ma è l'unico aggettivo adatto. Dire che sono un gruppo sopravvalutato..?? Per niente..la loro influenza su miriade di band è palese, cerchiamo almeno di non negare l'evidenza! Questo e il seguente sono album che hanno fatto storia..dove eravate negli anni 80? Boh!
tino
Giovedì 22 Novembre 2018, 11.32.34
56
Inutile continuare a rimuginare su ciò che erano nel 1980, erano oltraggiosi, facevano caciara con 2 accordi ma alla fine comunque i pezzi erano buoni, o almeno quelli che sono diventati classici che tutti conosciamo. Poi come tutti sono migliorati, hanno imparato anche se non sono diventati dei virtuosi perché ovviamente tutti possono imparare a dipingere qualcosa ma non tutti diventano van gogh o michelangelo. Lo stesso discorso potremmo farlo di tantissimi gruppi agli esordi che però sono stati dei detonatori, ad esempio è considerato un capolavoro reek dei carcass (che per me è monnezza) o from enslavement dei napalm death (idem), ma guardiamo la progressione successiva e consideriamo comunque l’impatto sulla scena. Il metro di giudizio (il voto) può essere assoluto ma comunque fuorviante perché altrimenti sembra ssurdo un 95 a questo e panzerfaust come don’t break the oath, moving pictures e the number of the beast, ma proprio perché vogliono valutati a se e non in confronto proprio perché differenti ma comunque fondamentali per l’evoluzione di uno scenario.
Mulo
Giovedì 22 Novembre 2018, 11.31.32
55
Io non l'ho detto....Se a loro piaciono lasciali discutere,che senso ha continuare?Nessuno.
thrasher
Giovedì 22 Novembre 2018, 11.29.05
54
Allora non dite che basta tenere uno strumento in mano persaper suonare
Mulo
Giovedì 22 Novembre 2018, 11.26.16
53
L'hanno capito tutti .Basta dirle una volta le cose,non serve ripeterle allo sfinimento...
thrasher
Giovedì 22 Novembre 2018, 11.22.01
52
Ma io non voglio convincere nessuno anzi, ho solo detto che è sempre stato un gruppo troppo sopravvalutato e non sapevano nemmeno suonare... Poi se piacciono buon ascolto😂
Mulo
Giovedì 22 Novembre 2018, 11.08.22
51
Ai tempi suonavano maluccio,ma se a qualcunol piaciono non vedo dove sta il problema.Continuare a ripetere che a te non piaciono (l'avrai scritto 20 volte)x convincere i loro fan a darti ragione non porta proprio a nulla.Loro non cambieranno idea.
thrasher
Giovedì 22 Novembre 2018, 11.05.26
50
Diciamo che intendo saper suonare uno strumento quando prima di tutto si va a tempo che è la cosa fondamentale e anche se fai due accordi che si capiscano... I venom erano toralmente fuori tempo il batterista sempre fuori tempo per me deve far qualcos altro. Tino l accordo di Do maggiore prevede tre note sulla tastiera se fatto in power chord ovvero la tonica e la quinta si possono fare anche con due note... Secondo voi i venom sapevano suonarle bene queste 2 note? Ho sempre sentito un pastone all epoca in sede live... Poi se basta tenere uno strumento in mano per saper suonare allora non ho capito nulla
Mulo
Giovedì 22 Novembre 2018, 10.34.44
49
Quel riff lo hanno fatto tanti basti pensare ailver and gold (tygers of pan tan),Flash rockinn man (Accept),Welcome to hell e ,mi lle altri ancora
tino
Giovedì 22 Novembre 2018, 10.28.48
48
intendevo re-sol
tino
Giovedì 22 Novembre 2018, 10.27.57
47
Comunque il riff di welcome to hell è praticamente identico a quello di 2 minutes to midnight, solo che è stato fatto 3 anni prima, domanda per chi suona (bene)…ma i venom da chi l’hanno copiato? Forse da smoke on the water perché mi sembra che i bicordi siano sul la-sol.
Rik bay area thrash
Giovedì 22 Novembre 2018, 10.17.55
46
Quoto, lisablack, @tino,@hagen, e @Rob Fleming parola per parola. @thrasher, il tuo metro di paragone è il seguente : chi sa suonare e tenere il tempo realizza dischi che a te piacciono. Ma ad persone interessa altro. Tipo che trasmetta emozione.
Area
Giovedì 22 Novembre 2018, 10.11.41
45
@Rob Fleming, certo, che sostanzialmente si scambia il "non essere tecnici ma diretti" con il "non sanno suonare".
Rob Fleming
Giovedì 22 Novembre 2018, 9.36.09
44
Certo @Area ci mancherebbe. Tutti i cantautori si circondavano e si circondano della crème dei musicisti. Ma penso che tu avessi capito il senso della provocazione.
Area
Giovedì 22 Novembre 2018, 9.31.07
43
@Rob Fleming, si però occhio a parlare di Battisti eh... nei suoi album la band che suonava era composta dalla PFM e da dei membri degli Area (tra cui proprio il buon Demetrio)
Rob Fleming
Giovedì 22 Novembre 2018, 8.50.57
42
Io non sono di certo un adepto dei Venom, ma questo è il successivo li ho pure io. Sul saper o non saper suonare occorre intendersi su cosa si intende (io per primo ho scritto che sono la bruttissima copia dei Motorhead i quali sapevano suonare). Senza toccare gli Dei supremi (quelli di Made in Japan per intenderci), ma rimanendo ai contemporanei è chiaro che Maiden, Diamond Head, Leppard e Girl (e ci metto pure gli Angel Witch) erano di tutta altra pasta. Ma anch'io penso che se non sai suonare non sai nemmeno mettere le dita sul manico (la stessa cosa la dicevano dei Sex Pistols, ma intanto Anarchy in UK l'hanno scritta e suonata loro e non i Milli Vanilli).E i Venom bene o male i loro pezzi li suonavano. Niente virtuosismi, per carità, ma il giro di Do e "La canzone del Sole" di Battisti li saprebbero suonare pure loro
Area
Giovedì 22 Novembre 2018, 8.37.17
41
@Philosopher3185, cioé ma veramente pensavi che sarebbe successo qualcosa ad ascoltare sto disco? Mamma mia... D'accordo sul discorso dell'autoironia, purtroppo fatalmente fraintesa da chi dicevi tu... @thrasher, non sono fan dei venom, ma il paragone con i Deep purple non lo comprendo, sono due epoche e due stili musicali completamente diversi.
tino
Giovedì 22 Novembre 2018, 8.06.24
40
Quotone per la lisa...chi non da suonare non riesce a fare neanche un accordo di do maggiore figuriamoci witching hour o bloodlust
lisablack
Giovedì 22 Novembre 2018, 7.54.17
39
Dire che i Venom non sanno suonare non ha senso. Chi non sa suonare, non suona, neanche è capace a tenere uno strumento in mano..dai non diciamo boiate! Poi il paragone con i Deep Purple c'entra come il cavolo a merenda..ti puoi incazzare perché Made in Japan non ha il voto che si merita cioè 100( e siamo d'accordo) ma anche quello il voto è un'opinione personale del recensore, affermare che un gruppo non sa suonare è molto azzardato!
Hagen
Mercoledì 21 Novembre 2018, 23.28.17
38
A volte la valutazione di un'opera deve andare oltre il semplice aspetto strumentale e compositivo: bisogna considerare l'impatto che ha avuto all'epoca, a livello di immagine, di testi, di evoluzione del genere. Sui Venom sopravvalutati o meno, mi sembra presuntuoso assumere il proprio punto di vista come oggettivo e perfetto quando non lo è mai: sarebbe più onesto dire che non piacciono e basta
thrasher
Mercoledì 21 Novembre 2018, 23.02.41
37
Tutto ciò sta a conferma di quanto ho detto e di che capisce la gente, i venom che non sapevano nemmeno suonare ed andare a tempo hanno preso un voto più alto di persone del calibro dei deep purple. Con questo confermo quanto già detto.... I venom sono sempre stati sopravvalutati
tino
Mercoledì 21 Novembre 2018, 22.10.21
36
Si ma non puoi paragonare due cose diverse. Panzerfaust dei darkthrone ha 94 che è fatto con tre note, under a funeral Moon addirittura 99... Cosa facciamo li paragoniamo a dont break the oath o the number of the beast o moving pictures? Ovviamente no
thrasher
Mercoledì 21 Novembre 2018, 22.00.18
35
Era solo una constatazione per dire ai recensori con che criterio valutano gli album.
tino
Mercoledì 21 Novembre 2018, 21.53.58
34
Più che altro si arrampica sugli specchi con ventose belle robuste per dire a tutti quanti che i venom fanno schifo. Insomma penso che l'abbiamo capito ce ne faremo una ragione
Hagen
Mercoledì 21 Novembre 2018, 21.51.30
33
Generi diversi, tipo di album diverso (live vs studio), insomma stai paragonando le mele con le pere
thrasher
Mercoledì 21 Novembre 2018, 21.41.32
32
Oggi si da 95 ad un album del genere e 92 a made in Japan dove ci sono musicisti eccelsi e credo e senza credo sia il disco rock per eccellenza della storia... Inchiniamoci davanti ai venom che avranno da insegnare anche ai deep purple allora
Lucignolo
Mercoledì 21 Novembre 2018, 18.49.13
31
Gmolto molto di più di un semplice album metal, eppure la dicitura heavy ci sta a pennello,e si sente.E' heavy , è metal e soprattutto è Musica,oggi non va dato per scontato.E oggi?
Philosopher3185
Lunedì 29 Ottobre 2018, 23.56.57
30
Un altro pregio della band-che molti idioti in Norvegia e paesi del nord non hanno capito-è la loro autoironia,il voler dare,spesso e volentieri,piu' importanza al messaggio che al contenuto musicale..poi,a parare mio,non bisogna sottovalutare il fatto che,nonostante le loro volgari e divertenti smargiassate,cè un che di poetico e di esistenziale nella loro musica,come per i mercyful fate,il loro ostentare la morte e l'oscurita' è un modo per esorcizzare la paura non dell'aldila' ma di questo mondo che appare molto piu' terrificante dell'inferno stesso.
Philosopher3185
Lunedì 29 Ottobre 2018, 23.52.56
29
Troppo basso il voto..è un album troppo importante per cio' che saebbe venuto dopo,e fa impressione pensare che è uscito nel1980! solo i Motorhead erano cosi' violenti ma non avevano l'immagine spaventosa,satanica,sadomaso dei Venom.Mi ricordo ancora quando mi recavo spesso dal mio vicino di casa a farmi .prestare qualche CD metal interessante,un giorno notai il disco in questione,era buttato in un angolo,pieno di polvere con plastica mezza rotta...avevo quasi paura a portare a casa quel cd..avevo 19 anni ed ero molto ingenuo,temevo che ascoltandolo sarebbe successo qualcosa di brutto,appena ho iniziato ad ascoltarlo sono rimasto scioccato;dentro di me pensavo che questi musicisti fossero' satanisti,che sgozzassero'suore e gatti neri,non avrei mai creduto che un album simile avesse tutta questa importanza..ora li adoro e sono fiero di poter affermare che ho avuto l'onore di vederli dal vivo! mi sono divertito come un pazzo! fuoco,fiamme,fumo a nebbia,pile di marshall,caprone satanico d'ordinanza!proprio uno spettacolo semplice e genuinamente anni 80!
ObscureSolstice
Mercoledì 6 Giugno 2018, 11.54.30
28
CRONOS, MANTAS, ABADDON. Inchinatevi alla potenza. Leggende!
Andrew Lloyd
Mercoledì 6 Giugno 2018, 9.49.20
27
Furono senz'altro dei precursori ma il loro maggior pregio è stato quello di essere capitati nel momento giusto e involontariamente di aver ispirato gran parte del metal estremo che verrà. La loro immagine, il sensazionalismo e gli altisonanti titoli non sono mai stati all'altezza della musica proposta. Il disco ha un'importanza storica innegabile ma quello che mancava era anche la padronanza base degli strumenti. E infatti dopo due-tre album hanno finito il carburante.
MetallaroRosso
Sabato 28 Ottobre 2017, 22.54.01
26
ho acquistato da poco la versione con varie bonus tracks, voto 100 il migliore album dei Venom e grande ispirazione per tutto il Metal estremo.
Max1
Martedì 30 Maggio 2017, 9.09.08
25
Ai tempi sicuramente propendevo per Black Metal..ma oggi mi sa che Welcome to hell la spunta: un magma metallico mai sentito fino ad allora , dove le carenze tecniche e compositive (poi evidenti e inevitabilmente vincolanti nel futuro della banda, da Possessed in poi) erano ampiamente perdonate e sorvolabili dal flusso musicale!! (la chiusura è da antologia, la follia tradotta in suoni). BM è più"puilito", suonato e prodotto meglio e con alcuni pezzi più "ragionati " e "complessi ", ma WTH è l'inizio del tutto !
AngelDemon
Martedì 30 Maggio 2017, 8.46.30
24
@lisablack onore alla musicassetta! comunque questo è Metal come ''Satana'' comanda date le tematiche trattate e lo stile con cui i pezzi vengono eseguiti. Straordinari i Venom!
AngelDemon
Martedì 30 Maggio 2017, 8.43.52
23
Bellissimo!!! Non potevano esordire nel modo migliore... E il bello doveva ancora venire...
paju
Martedì 11 Aprile 2017, 19.48.37
22
i primi e unici a cui calza la definizione di PUNK METAL. essenziali, primordiali strafottenti e cialtroni. grandi
rik bay area thrash
Sabato 1 Aprile 2017, 18.07.03
21
Forse erano quattro ragazzini da san francisco ... mai visti tanti ' chiodi' e borchie in una sola volta !!!! L' atmosfera era talmente elettrica che quasi si poteva afferrare. C'era frenesia, trepidazione, eccitazione un entusiasmo incredibile. C'erano fan da tutta italia. Un concerto pazzesco.Emozionante per dire poco. Torniamo a noi. Welcome to hell. Già il titolo e la copertina sono indicativi di cosa ci potrebbe aspettare. In realtà la musica che questi tre tizzoni d' inferno ci propinano è qualcosa di nuovo per l'epoca. Nessuno aveva osato tanto. Cattiveria, velocità, suoni impastati ma che creano un wall of sound incredibile. Per non dimenticare un certo cronos che con il suo rantolo ci porta negli abissi. Senza welcome molto black e death a venire non esisterebbe. (Imho). Anche questa è storia.
Philosopher3185
Sabato 1 Aprile 2017, 16.40.10
20
E' impossibile dare un voto a questo album.E' probabilmente uno dei piu' importanti di sempre.I Venom hanno dato luce alla strada che porta a tutti i generi estremi.Sono stati i padri di Thrash,black,grind e mai figli! non si sono mai inseriti in un filone,ma lo hanno creato essi stessi;non importa se avevano poca tecnica(per usare eufemismo),quello che conta è la foga,la cattiveria,il messaggio e l'immagine che essi volevano trasmettere.
AAMEN
Mercoledì 29 Marzo 2017, 21.47.10
19
ECCO LA PROVA!!! NERI ADORATORI DEL CAPRO DI MENDES!!!! LASCIATE IL SITO METALLIZZED E TROVATE LA LUCE SU AAMEN FINCHE SIETE IN TEMPO.
jek
Sabato 25 Marzo 2017, 13.51.44
18
@Negative Approach 67 minchia c'ero anch'io ma non mi ricordo una mazza. In calce ad un'altra recensione dei Venom pensavo di essere completamente rincoglionito perché un tale diceva che al tenda non avevano mai suonato. Mi fa piacere che non mi sono bevuto il cervello.
Max1
Martedì 20 Dicembre 2016, 15.35.13
17
@Negative: presente !!!!!!!!! E vi ricordate chi c'era come supporter? (e il giorno dopo avevo un esame all'università!!!)
Gilli97
Martedì 20 Dicembre 2016, 15.17.35
16
Che brutto che sarebbe il mondo senza i Venom TOTALI. 95
Doomale
Sabato 26 Novembre 2016, 18.48.50
15
@Negative Approach, sei un mito solo per aver partecipato a quell'evento! Io ogni tanto per capire quello che potevano essere stati all'epoca metto su il video del concerto all'Hammersmith Odean del 1984 " Seven dates of Hell"....Penso, a mio avviso, che nessuno può ricreare quell'atmosfera e quell'alchimia che avevano sti 3 in quel periodo...
lisablack
Sabato 26 Novembre 2016, 18.29.01
14
Bravo...ben detto!!
Negative Approach 67
Sabato 26 Novembre 2016, 18.22.32
13
Quando ho visto la locandina di welcome to hell, mi e' venuto un tonfo al cuore nel ricordare quel famoso 5 febbraio 1984 al teatro tenda di lampugnano primo concerto della mia vita...... sono passati tantissimi anni ma il rispetto per queste leggende rimarra' in eterno. Grandi VENOM and welcome to hell!!!!!!!!
lisablack
Sabato 26 Novembre 2016, 18.07.17
12
Ciao Rik, chi massacra questo album, massacra il Metal..vergogna ahahaha! Album eterno come le piramidi!
Mulo
Sabato 26 Novembre 2016, 17.48.44
11
Gran disco,ricordo che all'uscita venne massacrato dalle (pochissime)riviste presenti;però ai metaheads piaque molto visto che praticamente da questo e da altri (pochi)dischi sono nate 2 scene (thrash deutch e thrash bay area).
rik bay area thrash
Sabato 26 Novembre 2016, 17.44.10
10
Ciao Lisa !! Questo album all' epoca della sua uscita venne da molti snobbato in quanto inascoltabile. Diciamo che per chi era abituato a suoni puliti e classici poteva essere ostico per usare un eufemismo. Certo, ascoltato ai giorni nostri con quello che c'e di 'brutal' può non risultare così insidioso, ma all'epoca era al top a livello di cattiveria, velocità e potenza. Senza considerare le lirics non propriamente da educande. Album spettacolare e per sempre. (Imho).
lisablack
Sabato 26 Novembre 2016, 17.07.25
9
Questo per me è il metal come Dio comanda..( anche se nominare Dio qui..non è il caso ahahah!) Il mio amore per questo album non ha fine, ho la cassetta distrutta e il CD, per me è tra i primi 3 album di HM classico, di sempre..stupendo! Dire black metal per me qui, è ancora presto, anche se l'influenza per tutta la scena scandinava, è enorme. Brani storici, tra cui One thousand days in Sodom e In league with Satan che per me sono sublimi..voto 1000!!
MetallaroRosso
Mercoledì 31 Agosto 2016, 21.58.54
8
disco eccezzionale peccato solo per la brutta produzione , voto 100
mario
Mercoledì 17 Febbraio 2016, 20.32.18
7
Anche io quando lo riascolto l'entusismo e' massimo, disco incisivo e importante per il periodo in cui usci', le sue sonorità' sono state di bella e importante ispirazione e influenza, comunque a prescindere da ciò' e' un album di cui ogni tanto non posso proprio farne a meno.Immarcescibile.
jek
Mercoledì 17 Febbraio 2016, 20.30.06
6
Ollalà dov'è finita la vecchia recensione e i vecchi commenti, beh ottima rirecensione di @GHOST. @Rob Fleming appunto se avessi sentito questo disco e Black Metal alla loro uscita avresti capito la portata e la mazzata di questi dischi . Qua si entra di diritto nella storia dell'heavy metal voto 100 P.S. senza nulla togliere agli Angel Witch (band che adoro) ma confronto ai Venom erano delle dame di cartà
GHOST RIDER
Mercoledì 17 Febbraio 2016, 20.24.08
5
@rick bay area thrash: hai ragione, questa recensione è stata rifatta da poco, come tante altre sul sito e come tante altre ancora verranno rifatte, perché determinati album più o meno storici meritavano e meritano un'analisi più approfondita e un voto più adeguato...
rik bay area thrash
Mercoledì 17 Febbraio 2016, 20.16.06
4
Può darsi che io sia vecchio è rincitrullito, ma avevo salvato tempo fa proprio questa recensione a nome metallized, e in calce era indicato :black. Poco male, heavy va più che bene, per me. La portata storica di questo album è unica. Pensiamo a quali altri generi a contribuito alla loro nascita e sviluppo : in primis thrash e black. Per chi a vissuto in diretta quei anni, questo è un disco che ti segna a vita, ( beninteso che piaccia il genere). L' effetto del primo ascolto è stato dirompente. Ancora oggi lo ascolto con lo stesso entusiasmo di allora. Grandissimi.
Psychosys
Mercoledì 17 Febbraio 2016, 20.10.44
3
Non è esattamente il mio genere, ma questa è storia. Secondo gusti personali sono sull'8, ma per l'importanza merita molto di più.
Rob Fleming
Mercoledì 17 Febbraio 2016, 19.29.33
2
Musicalmente sono una bruttissima copia dei Motorhead (i quali sapevano suonare. Eccome). A livello di liriche, i Black Widow scrivevano di certe cose dieci anni prima. Tra i conteporanei, direi che gli Angel Witch (e poco dopo i Marcyful Fate) erano molto più credibili sotto tutti i punti di vista. Però Schizo, One Thousand Days in Sodom e In League With Satan piacciono pure a me. Forse avrei dovuto avere 15-20 anni nell'80, forse l'avrei apprezzato di più. 70 per l'importanza storica
lisablack
Lunedì 15 Febbraio 2016, 10.48.11
1
Album da 100 per me di un'importanza come pochi. Capolavoro.
INFORMAZIONI
1981
Neat Records
Heavy
Tracklist
1. Sons Of Satan
2. Welcome To Hell
3. Schizo
4. Mayhem With Mercy
5. Poison
6. Live Like An Angel (Die Like A Devil)
7. Witching Hour
8. One Thousand Days In Sodom
9. Angel Dust
10. In League With Satan
11. Red Light Fever
Line Up
Cronos (Voce, Basso)
Mantas (Chitarra)
Abaddon (Batteria)
 
RECENSIONI
67
73
63
76
82
86
95
ARTICOLI
29/10/2016
Live Report
VENOM INC. + VITAL REMAINS + MORTUARY DRAPE
Brancaleone, Roma, 22/10/2016
07/10/2015
Live Report
VENOM INC.
Traffic Club, Roma (RM) , 01/10/2015
16/08/2014
Live Report
VENOM + ARCHGOAT + GUEST
The Jungle, Cascina di Pisa (PI), 09/08/2014
17/03/2003
Articolo
VENOM
La biografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]