Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Esoteric
A Pyrrhic Existence
Demo

Prysma
Closer To Utopia
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

07/12/19
CARONTE
Wolves of Thelema

11/12/19
THE RIVER
Vessels into White Tides

12/12/19
ALASTOR
Šumava

13/12/19
ARKONA (PL)
Age Of Capricorn

13/12/19
HORRIFIED
Sentinel

13/12/19
VOLTUMNA
Ciclope

13/12/19
SATYRICON
Rebel Extravaganza (rimasterizzato)

13/12/19
MOSAIC
Secret Ambrosian Fire

13/12/19
COMANDO PRAETORIO
Ignee Sacertà Ctonie

13/12/19
EREGION
Age Of Heroes

CONCERTI

07/12/19
AGENT STEEL + CRISALIDE + INNERLOAD
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

07/12/19
NAZARETH
LEGEND CLUB - MILANO

07/12/19
KADINJA + GUESTS
LA TENDA - MODENA

07/12/19
SCALA MERCALLI
BANDIT BIKERS PUB - PARMA

07/12/19
JUGGERNAUT + SUDOKU KILLER
NUOVO CINEMA PALAZZO - ROMA

07/12/19
ESSENZA + GUESTS
GALTOR CAFFE' - MORROVALLE (MC)

07/12/19
ANTIDEMON + GUESTS
CASTELLO INCANTATO - SCIACCA (AG)

07/12/19
WRETCHED CONCEPTION FEST
STELLA NERA - MODENA

07/12/19
JUMPSCARE + ASPHALTATOR
EQUINOX PUB - VEROLI (FR)

07/12/19
NATIONAL SUICIDE + GUESTS
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

Bullet for My Valentine - Venom
13/03/2016
( 3301 letture )
Eccoli qui, i cari vecchi Bullet. Forti di una carriera che li vede sulle scene dal 1999, il gruppo pubblica nel 2015 la sua ultima fatica, Venom. I fan sono rimasti piuttosto delusi dal disco precedente, il tanto discusso Temper Temper del 2013 e sperano in una riscossa da parte dei loro beniamini. Riusciranno i nostri eroi a trionfare o la loro spedizione sarà un fallimento?

Fuor di metafora, sfido chiunque di voi ad aver apprezzato fino in fondo tracce come P.O.W. o Riot, brani scialbi e privi di mordente per chi nelle orecchie ha ancora il sound potente e rabbioso di The Poison, esordio vincente dei nostri. È normale che un gruppo cerchi di evolversi e sperimentare, ma l’impressione era che i Bullet For My Valentine si fossero addormentati sugli allori, paghi del loro successo. D’altronde sono tra le band di metal leggero più celebri ed acclamate al mondo, pur avendo un grande numero di detrattori.
Dopo una breve intro, No Way Out sembra un ciclone furioso che spazza via senza pietà le critiche degli anni passati. Sembra un inno alla riscossa, la furibonda risposta a chi li credeva morti e sepolti. Un inizio veloce e d’impatto, un ritornello orecchiabile ma non mieloso ed una breve durata che impedisce di annoiarsi. Questa traccia poteva benissimo figurare in Scream Aim Fire, il che è un bene. Qualcuno di voi penserà che è facile esaltarsi per la track d’apertura, potrebbe essere la punta di diamante messa davanti ad una sfilza di pietre comuni, come le succose pelli piene di grasso con cui Prometeo nasconde le ossa delle bestie da lui sacrificate, cercando di imbrogliare gli dei.
E invece no.
La successiva Army of Noise è una mazzata nei denti, una celebrazione veloce e carica dei fan più sfegatati presenti ai concerti, l’esercito del rumore per l’appunto. I riff sono granitici, con venature quasi speed metal. La voce graffiata è ottima per il tiro del pezzo e l’assolo è spettacolare (ricorda quello di Waking the Demon e di Dead to the World). Se siete sorpresi quanto me, tranquilli; un inizio così era difficilmente immaginabile. Con le tracce successive, il disco inizia a prendersi le sue pause, a respirare dopo l’apnea per le sfuriate in apertura.
You Want a Battle (Here’s a War) è trascurabile, quasi un filler. Il ritornello ripetuto all’infinito è una cantilena adolescenziale senza mordente, una filastrocca da recitare tutti insieme ai live. Il tasso di scream e growl inizia a scemare, e con esso la qualità dei brani. Un aspetto non indifferente sono i testi; se le parti chitarristiche e di batteria sono spesso ben studiate ed interessanti, il lavoro fatto per le lyrics da sempre l’idea del minimo sforzo, del lassismo compositivo. Prendiamo >Harder the Heart; le canzoni sentimentali non sono mai facili da scrivere, il rischio di incappare in luoghi comuni è altissimo, ma farne volontariamente un collage e chiamarlo testo è troppo. Vedasi questo breve esempio:

No, I'm not ready to let you go, you need to hear this all you know
These are our times, never forget, No looking back, no more regrets
One thing we've learned from our mistakes
The harder the heart, the harder it breaks


Ora, lungi da me pretendere che un gruppo metalcore punti alla ricercatezza lessicale e semantica tipica del cantautorato, ma troppo spesso questo genere considera le lyrics come un mero accessorio al lavoro svolto dagli strumenti (per quanto non possa negare che nel caso specifico la marcata vena romantica faccia il suo effetto, se presa con lo spirito giusto e poche pretese). Ed un punto a favore dei Bullet For My Valentine è che almeno dal punto di vista solistico ci sanno fare, anche i riff sono piuttosto elaborati rispetto alle corde suonate a vuoto di molti altri gruppi metalcore, vedasi gli All That Remains piuttosto che i For Today.
La vena più sperimentale e intraprendente dei nostri emerge per esempio nei cambi di ritmo e nelle accelerazioni di Raising Hell, una bonus track che poteva benissimo rientrare nei brani principali, oppure nel riffing stile thrash metal di Pariah. Piuttosto banale e piatta invece Run for Your Life, con molti ritornelli a dare la nausea ed un bridge melodico poco ispirato, con un assolo imbarazzante.

In conclusione, questo disco dona nuova linfa vitale ad un sound che si era perso e generalizzato a dismisura, seguendo i trend modaioli del metalcore moderno. Purtroppo però i difetti già evidenziati portano a degli alti e bassi piuttosto marcati ed è un vero peccato; è come vedere una ragazza carina ma mal vestita e trasandata, intuendo perfettamente le potenzialità ma innervosendosi per lo spreco. Con qualche sforzo in più nel songwriting, i Bullet potrebbero mettere a tacere molti dei detrattori più terribili e migliorarsi molto.



VOTO RECENSORE
72
VOTO LETTORI
78.81 su 16 voti [ VOTA]
EADGBE
Mercoledì 17 Agosto 2016, 1.34.48
9
Venom mi sembra un ritorno ai suoni di Poison e devo dire dopo gli ultimi due album deludenti, ho affrontato l'ascolto di questo quasi sconsolato.. E invece megasorpresa!Piaciuto moltissimo!Poi voglio dire Playing God, In Loving memory e Raising Hell sono bonus track?!Facessero tutti i gruppi delle bonus track del genere! Mi ricordo che anche Scream Aim Fire avesse delle perle del genere con le 4 bonus track: Road to Nowhere, Watching Us Die Tonight, One Good Reason Why e soprattutto Ashes of the Innocent (MERAVIGLIOSA, forse la più bella dei BFMV)..
Sentenza
Mercoledì 17 Agosto 2016, 0.53.06
8
Va beh ma i detrattori sono solo i nazimetallari che odiano il metalcore. Tranne temper temper sotto tono gli altri 4 sono chi più chi meno (penso a fever) validi album metalcore. I detrattori dicono che è merda a prescindere perché c'è la parte melodica ma non capiscono che è proprio per quello che il metalcore piace , per l'alternanza delle vocalità
Sentenza
Mercoledì 17 Agosto 2016, 0.53.06
7
Va beh ma i detrattori sono solo i nazimetallari che odiano il metalcore. Tranne temper temper sotto tono gli altri 4 sono chi più chi meno (penso a fever) validi album metalcore. I detrattori dicono che è merda a prescindere perché c'è la parte melodica ma non capiscono che è proprio per quello che il metalcore piace , per l'alternanza delle vocalità
Andrrr
Lunedì 18 Luglio 2016, 10.49.04
6
A me sinceramente è piaciuto... 85 se lo merita per me
Antonio
Mercoledì 18 Maggio 2016, 20.35.32
5
Mi sembra davvero assurdo, in un modo o nell'altro, questa band viene sempre e comunque criticata. Io credo che con Venom abbiano fatto davvero un buon lavoro. E' un album davvero tosto. Grandi BFMV!!
caciocavallo
Sabato 19 Marzo 2016, 12.48.24
4
L' ep hand of blood e il successivo the poison sono gli unici due dischi buoni che hanno fatto. Questo è una tacca superiore rispetto agli ultimi due aborti, ma 72 mi sembra anche troppo. 60 mi sembra già un voto giusto, anche se tirato.
evrginella superporcella
Martedì 15 Marzo 2016, 18.30.22
3
gruppo di merda era, e' e sara'. sempre.
BlackSoul
Lunedì 14 Marzo 2016, 13.29.27
2
I primi tre erano ottimi, il quarto così così, questo è un aborto. 45.
Metal Schock
Lunedì 14 Marzo 2016, 10.40.23
1
I primi due album mi erano piaciuti, soprattutto The poison, ma poi sono diventati una band troppo commerciale e "pop".I brani, pochi, che ho ascoltato di questo album non mi entusiasmano piu` di tanto, anche quando spingono sull`accelleratore... mi sa` di artefatto. Magari lo riascoltero` meglio.
INFORMAZIONI
2015
RCA
Metal Core
Tracklist
1. V
2. No Way out
3. Army of Noise
4. Worthless
5. You Want a Battle (Here’s a War)
6. Broken
7. Venom
8. Harder the Heart
9. Skin
10. Hell or High Water
11. Pariah
12. Playing God (Bonus track)
13. Run for Your Life (Bonus track)
14. In Loving Memory (Bonus track)
15. Raising Hell (Bonus track)
Line Up
Matthew Tuck (Voce, Chitarra)
Michael Padget (Chitarra)
Jamie Mathias (Basso)
Michael Thomas (Batteria)
 
RECENSIONI
56
70
75
75
ARTICOLI
30/06/2013
Live Report
KORN + BULLET FOR MY VALENTINE + LOVE AND DEATH
Ippodromo delle Capannelle, Roma, 25/06/2013
29/07/2011
Live Report
BULLET FOR MY VALENTINE
Magazzini Generali, Milano, 25/07/2011
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]