Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Ghost
Prequelle
Demo

SpellBlast
Of Gold and Guns
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

20/06/18
HAENESY
Katrusza

22/06/18
KHEMMIS
Desolation

22/06/18
WOLFEN RELOADED
Chaiging Time

22/06/18
HAKEN
L-1VE

22/06/18
IMPENDING ROOM
The Sin And Doom Vol. II

22/06/18
ART OF DECEPTION
Path of Trees

22/06/18
ARSTIDIR
Nivalis

22/06/18
THE HERETIC ORDER
Evil Rising

22/06/18
MARTYR LUCIFER
Gazing at the Flocks

22/06/18
THE SEA WITHIN
The Sea Within

CONCERTI

20/06/18
MESHUGGAH + DESTRAGE
ESTRAGON - BOLOGNA

20/06/18
UNDEROATH + CROSSFAITH
MAGAZZINI GENERALI - MILANO

21/06/18
ANAL VOMIT + FINGERNAILS + ASPHALTATOR
TRAFFIC CLUB - ROMA

22/06/18
PEARL JAM
I-DAYS FESTIVAL - RHO (MI)

22/06/18
ANAL VOMIT + LECTERN + GUEST
CIRCUS - SCANDICCI (FI)

22/06/18
17 CRASH + LET ME KILL THE MISTER + STINS
EXENZIA - PRATO

23/06/18
ANAL VOMIT + DAEMUSINEM + LECTERN
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

23/06/18
RHAPSODY OF FIRE
PIAZZA MATTEOTTI - GENOVA

23/06/18
BELPHEGOR + MELECHESH + GUESTS
REVOLVER - SAN DONA DI PIAVE (VE)

23/06/18
VIRGIN STEEL FEST
GASOLINE ROAD BAR - LENTIGIONE (RE)

Overdoze - Supreme Dosage
15/03/2016
( 503 letture )
Credo sia noto a tutti che in Finlandia faccia molto freddo e che, in barba alla legge di Boyle, per scaldarsi il più in fretta possibile si sbevazzi parecchio.Questa brevissima premessa per presentare adeguatamente gli Overdoze, che attraverso la scarna biografia pervenuta si presentano come un iniziale duo nato nel 2009 e composto dal chitarrista e cantante Valtteri Vuollekoski e dal batterista Markus Talka, i quali a tempo perso tra una bevuta e l’altra hanno registrato due demo nel 2011 (dagli emblematici titoli The Great Northern Alcoholculture e Dosed Back To Reality e un terzo demo, The Last, nel 2012 dopo l’entrata in formazione del bassista Aleksi Apostolakis. Probabilmente ripresisi dalle sbornie continue i tre ragazzi di Helsinki a dicembre 2015, dopo essersi ulteriormente amalgamati in qualche live in città, danno alle stampe il loro primo album, Supreme Dosage: nove tracce che recuperano i brani dei demo precedenti con l’aggiunta di qualche altra traccia per arrivare a poco più di mezz’ora di thrash semplice e tirato ma sporcato da venature rock e punk. Ovviamente i testi non sono per nulla permeati di intelligenza o pensieri profondi, ma anzi richiamano alla mente le tematiche di una band tipo i Wehrmacht di Shark Attack (senza ovviamente avvicinarsi nemmeno lontanamente all’ondata culturale che stava dietro quell’album), ma con il tocco da sbornia triste e depressa tipico degli abitanti dei paesi nordici.

Quindi si parte con Dosed Back to Reality, un up tempo bello carico di marciume sia nei suoni sia nel mood generale, con un basso grasso e invadente al punto giusto da non risultare mai sguaiato e giri di chitarra decisamente scontati ma altrettanto semplici ed efficaci, con un cantato che però in più di un’occasione lascia abbastanza a desiderare. Gli stessi pregi e difetti si denotano nelle successive Way Of The North e Abyssus, anche se quest’ultima presenta dei primordiali spunti interessanti grazie a rallentamenti molto groove e a repentine accelerazioni che ne diversificano il songwriting, rendendola decisamente più varia a e gradevole senza ovviamente far mai gridare al miracolo. Asylum Of Madness invece sembra quasi presentarci degli Overdoze nuovi, trasformati o forse semplicemente sobri, e grintosi a tal punto da partire con un super assalto frontale davvero ben eseguito e carico di influenze tipiche degli Slayer ma anche di ensemble scandinavi dediti a partiture death ‘n’ roll quali Entombed e Dismember, con tutte le dovute proporzioni del caso. Se con The Great Northern Alcoholculture si mantengono le stesse coordinate del brano precedente ma con decisamente meno convinzione, con Night After Tomorrow si manifesta una malignità di fondo di tipica matrice slayeriana inframezzata però da moderni “stop and go” e da rullate sulfuree che donano al brano una dinamicità variabile ed accattivante. The Last è una poderosa accozzaglia di più influenze, tanto che poco prima di metà brano il rallentamento depressivo abbatte inesorabilmente la sfuriata thrash con cui il brano era partito, promettendo peraltro molto bene, e anche se dopo questo momento riflessivo la sfuriata thrash riaffiora l’effetto che ne risulta sembra molto forzato e costruito malamente. Concludono l’album una poderosa Weakend, alcolica da far schifo tanto che a un certo punto fanno capolino “supereffetti speciali” quali rantoli e conati di vomito peraltro ben inglobati nella metrica del brano, quasi fossero stati registrati in presa diretta, rendendo il tutto molto realistico, e un pistolotto strumentale di quasi sei minuti intitolato, con estrema fantasia, And Beer For All, che oltre a scimmiottare riff già sentiti in ambito thrash e groove alla lunga infastidisce pure per il il piattume generale e perchè non se ne intravede la fine.

La noia ha serpeggiato più volte nell’ascolto attento dei brani di questo Supreme Dosage, e di certo questa nota non depone a favore degli Overdoze, che nonostante tutta la buona volontà, e un paio di spunti in due o tre brani meglio riusciti di altri, sono lontani anni luce dalla maturazione artistica, sia si parli di ricerca del suono (qui davvero grezzo e raffazzonato) sia ci si riferisca propriamente alla struttura dei brani, scolastica e assolutamente prevedibile. La strada è lunga,meglio appoggiare le bottiglie e aprire le menti.



VOTO RECENSORE
55
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
GHOST RIDER
Domenica 20 Marzo 2016, 20.52.00
2
Ahahahah!!! Chissà come mi è uscito questo "deposita"...Ovviamente è "depone"... prego il caro Monky di correggere appena possibile
andrea
Domenica 20 Marzo 2016, 20.41.15
1
ohibò.... non 'deposita' a favore ?
INFORMAZIONI
2015
Cabin Blade Records
Thrash
Tracklist
1. Dosed Back to Reality
2. Way of the North
3. Abyssus
4. Asylum of Madness
5. The Great Northern Alcoholculture
6. Night After Tomorrow
7. The Last
8. WeakEnd
9. And Beer for All (Instrumental)
Line Up
Valtteri Vuollekoski (Voce, Chitarra)
Aleksi Apostolakis (Basso)
Markus Talka (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]