Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Turilli / Lione Rhapsody
Zero Gravity (Rebirth And Evolution)
Demo

Wraith (USA)
Absolute Power
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

20/09/19
KURGAN
Yggdrasil Burns

20/09/19
LEE AARON
Power, Soul, Rock N Roll

20/09/19
EXHORDER
Mourn the Southern Skies

20/09/19
AS I LAY DYING
Shaped by Fire

20/09/19
BRETUS
Aion Tetra

20/09/19
SNOW BURIAL
Ostrava

20/09/19
MONOLORD
No Comfort

20/09/19
URN
Iron Will of Power

20/09/19
AWAKE THE DREAMER
Damaged Souls

20/09/19
BULLRING
Break Down the Gate

CONCERTI

19/09/19
DER WEG EINER FREIHEIT + DOWNFALL OF GAIA
LEGEND CLUB - MILANO

19/09/19
NILE + HATE ETERNAL + VITRIOL + OMOPHAGIA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

20/09/19
LIGHT THIS CITY
DAGDA - RETORBIDO (PV)

20/09/19
SOTO + GUEST TBA
LEGEND CLUB - MILANO

20/09/19
RAM + VULTURE + INDIAN NIGHTMARE
DEDOLOR MUSIC HQ - ROVELLASCA (CO)

20/09/19
NILE + HATE ETERNAL + VITRIOL + OMOPHAGIA
LARGO VENUE - ROMA

20/09/19
S.R.L. + VIOLENT INNER PROTEST + ORGANIC ILLUSION
SAXA BEACH - PORTO S. ELPIDIO (FM)

20/09/19
HORRID + STIGE
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

20/09/19
TMA FEST (day 1)
PADIGLIONE 14 - COLLEGNO (TO)

21/09/19
NILE + HATE ETERNAL + VITRIOL + OMOPHAGIA
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

Draconian - The Burning Halo
( 6862 letture )
Nuovo album, e terza fatica discografica per i Draconian, oramai affermata band dedita ad un gothic/doom corposo e vario.
Di sicuro il combo svedese in questi anni è riuscito ad attirare l'attenzione tanto della critica quanto del pubblico, raccogliendo in linea di massima consensi e in particolare l'eredità di gruppi storici, su tutti Tristania e Theatre of Tragedy, oggi palesemente non più in grado di esprimere i livelli degli esordi.
Ma a discapito dell'ottimo riscontro ottenuto, per chi scrive, la line-up proveniente da Saffle è sempre stata oltremodo sopravvalutata; difatti, non nascondo certo che quanto fatto fino ad oggi da Jacobsson e soci, mi ha sempre lasciato piuttosto indifferente, causa un sound fortemente condizionato e derivato, decisamente privo di intuizioni e di quella carica emotiva che il genere stesso dovrebbe esprimere.
Sensazioni che cedono troppo spesso il passo alla noia: disperazione, depressione, intime riflessioni che vengono eclissate da sbadigli.
Con ciò non voglio bollara questo neonato The Burning Halo come un prodotto scadente: difatti i Draconian conoscono il fatto loro, ed evidentemente non faticano a rilasciare un disco apparentemente accattivante, pompato da una sapiente orchestrazione e buona produzione, appetibile per una vasta gamma di consumatori propensi a stravedere per procaci fanciulle dietro il microfono che duettano con la "bestia" di turno.
Ma questi a conti fatti sono clichè, che la swedish-band non tenta mai di superare con acuti che potrebbero elevare la proposta. Se a tutto ciò aggiungete un album costituito solo da tre inediti (i primi tre brani), e riempito dalla ri-edizione del demo The Closed Eyes of Paradise (i tre pezzi seguenti, che oltrettutto risultano essere i più interessanti) e infine decorato da due cover On Sunday They Will Kill The World(Ekseption) e Forever My Queen (Pentagram), allora il cerchio si chiude mostrando una realtà assolutamente povera di contenuti.
A questo punto credo sia tanto inutile quanto scontato, concludere, consigliando esclusivamente l'acquisto agli amanti del genere in crisi di astinenza e ai fan del gruppo, soprattutto considerando, come già detto, che i Draconian godono di una discreta leggibilità; ma del resto non posso che sottolineare la sostanziale irrilevanza di questa uscita.



VOTO RECENSORE
60
VOTO LETTORI
69.73 su 71 voti [ VOTA]
Father Picard
Domenica 4 Agosto 2019, 15.17.56
12
Album mediocre di una band totalmente superflua. Sufficienza regalata.
Giasse
Sabato 22 Gennaio 2011, 18.50.57
11
Rino, i Draconian non sono solo "bravi". Sono addirittura fenomenali nei primi dischi... poi, con TBA e TSW si sono un po' persi abbassando la qualità dei loro lavori. Detto questo WTLM e ARF sono davvero eccezionali!
rino
Sabato 22 Gennaio 2011, 18.48.47
10
a mio avviso sono molto bravi anche se questo genere l.ho scoperto solo ora
rino
Sabato 22 Gennaio 2011, 18.48.45
9
a mio avviso sono molto bravi anche se questo genere l.ho scoperto solo ora
taipan
Sabato 13 Settembre 2008, 23.41.15
8
laura,sono speciale anche io allora perchè questo disco mi piace parecchio,soprattutto il cantato di lisa,voce superba e ben impostata, su un tappeto sonoro di melodie belle e sognanti.voto bassino del recensore
laura
Sabato 1 Dicembre 2007, 17.39.03
7
Sarò "speciale" ma a me piace tantissimo, li ho scoperti solo ora, peccato cosa ho perso fin' ora
Paladino
Venerdì 31 Agosto 2007, 15.36.45
6
E questo sarebbe un album mediocre? Ma quante volte l'avete sentito prima di dire una cosa del genere? E' semplicemente fantastico e assolutamente degno dei predecessori. E' vero non sono un gruppo innovativo, ma tra i pochi che riesce a fondere bene Gothic e Doom senza risultare monotono. Poi il genere può piacere o no, è evidente. Voto personale: 80\100 e sono stretto con i voti.
Arakness
Lunedì 6 Novembre 2006, 15.05.04
5
Ciao Giuseppe...non credo di aver liquidato la band: piuttosto ho tenuto sin dal principio a sottolineare la buona considerazione che il panorama nutre per la band svedese (mi sembrava doveroso sia verso i lettori che gli stessi DRACONIAN); ma ciò non condiziona certo il mio giudizio a favore di considerazioni standardizzate. Il mio giudizio verso il gruppo resta tale, e in modo particolare per quest'ultima fatica. Considerare "Arcane Rain Fell" o "Where Lovers Mourn" due gemme del genere ritengo sia esagerato (ovviamente parere personale ): personalmente li considero come due album discreti...ma nulla di più!!! Se poi si considera che questo "The Burning Halo" è palesemente inferiore ai suoi predecessori...bhè...la valutazione è venuta da se
Il Mentalista
Domenica 5 Novembre 2006, 14.18.55
4
L'album di certo non arriva ai livelli dei due predecessori, ma una band che produce una perla come Arcane Rain Fell non può essere liquidata con l'aggettivo "sopravvalutata". IMHO naturalmente
Tristania
Domenica 5 Novembre 2006, 13.43.59
3
Assolutamente d'accordo con il bravo redattore (sempre tra i migliori dello staff). L'Ottima recensione centra in pieno il nocciolo del discorso: band sopravvalutata e album deludente. Anche a mio avviso stentata sufficienza.
.ilsegugio.
Sabato 4 Novembre 2006, 0.06.32
2
mena ragnetto, MENA.
master444
Mercoledì 1 Novembre 2006, 15.43.39
1
certo nn è il migliore...ma nn è male...e poi in certi momenti i tipi provano anche a sperimentare...a mio avviso il secondo dei tre lavori di questi cazzuti ragazzi!!! Voto troppo basso...io avrei dato un 73
INFORMAZIONI
2006
Napalm Records
Doom
Tracklist
1 - She Dies
2 - Through Infectious Waters (A Sickness Elegy)
3 - The Dying
4 - Serenade Of Sorrow
5 - The Morningstar
6 - The Gothic Embrace
7 - On Sunday They Will Kill The World
8 - Forever My Queen
Line Up
Johan Ericson: guitar
Andreas Karlsson: kbds
Lisa Johansson: vocals
Anders Jacobsson: vocals
Daniel Arvidsson: guitars
Fredrik Johansson: bass
Jerry Torstensson: drums

http://www.draconian.se/
 
RECENSIONI
70
65
60
88
83
ARTICOLI
06/02/2019
Live Report
DRACONIAN + HARAKIRI FOR THE SKY + SOJOURNER
Dagda Live Club – Retorbido (PV) – 31/01/2019
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]