Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Phil Campbell
Old Lions Still Roar
Demo

Pinewalker
Migration
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

21/11/19
SIGNUM REGIS
The Seal Of A New World

21/11/19
DUST
Breaking The Silence

22/11/19
LINDEMANN
F & M

22/11/19
CRYPTIC BROOD
Outcome of Obnoxious Science

22/11/19
BLOOD INCANTATION
Hidden HIstory of the Human Race

22/11/19
LORD MANTIS
Universal Death Church

22/11/19
AVATARIUM
The Fire I Long For

22/11/19
BLOOD EAGLE
To Ride In Blood & Bathe In Greed - Part III

22/11/19
BLOOD INCANTATION
Hidden History Of The Human Race

22/11/19
CRYSTAL VIPER
Tales of Fire and Ice

CONCERTI

20/11/19
AMON AMARTH + ARCH ENEMY + HYPOCRISY
ALCATRAZ - MILANO

21/11/19
SKID ROW + HOLLOWSTAR
PHENOMENON - FONTANETO D/AGOGNA (NO)

22/11/19
EARTH + GUEST
BLOOM - MEZZAGO (MB)

22/11/19
SKID ROW + HOLLOWSTAR
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

22/11/19
HEIDEVOLK + GUESTS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

22/11/19
STRANA OFFICINA + COLONNELLI
THE CAGE THEATRE - LIVORNO

22/11/19
HADDAH + GUESTS
OFFICINE SONORE - VERCELLI

22/11/19
SAKEM + GUESTS
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

23/11/19
EARTH
TPO - BOLOGNA

23/11/19
HELLUCINATION + JUMPSCARE
PHOENIX FEST - CAMERINO (MC)

AC/DC - Live
26/03/2016
( 3076 letture )
Ottobre 1992: gli AC/DC pubblicano il loro secondo album dal vivo, intitolato molto semplicemente Live o, per esteso, AC/DC Live. Ben quattordici anni sono trascorsi da If You Want Blood You’ve Got It e sette nuovi album in studio si sono aggiunti ad un repertorio già allora molto importante. Ultimo di questi The Razors Edge, pubblicato nel 1990 e in grado di riportare in auge la band australiana che arrivava da un periodo non propriamente eccezionale di forma, con due album molto sottotono quali Flick of the Switch e Fly on the Wall, solo parzialmente riscattati da Blow Up Your Video. Il nuovo decennio, grazie proprio all’ottimo The Razors Edge, iniziava così nel migliore dei modi, nonostante un piccolo cambiamento in line-up, con l’arrivo di Chris Slade in sostituzione del defezionario Simon Wright, passato al soldo di Ronnie James Dio per le registrazioni del suo nuovo album Lock Up the Wolves. Brian Johnson, ormai di casa al pari di Angus Young, il fratello di quest’ultimo Malcolm alla seconda chitarra e Cliff Williams al basso completavano la formazione d’inizio anni Novanta della band australiana. Live uscì sia come CD singolo che come doppio album (col titolo AC/DC Live: 2 CD Collector’s Edition) e comprendeva interamente brani registrati l’anno precedente durante il tour mondiale di The Razors Edge, con le date inglesi di Birmingham e Donington, quella canadese di Edmonton, quella scozzese di Glasgow e quella di Mosca in Russia. La versione qui recensita è quella più completa della Collector’s Edition. Il lavoro svolto in studio dal produttore Bruce Fairbairn, all’opera anche nel disco del 1990, è stato importante per rendere al meglio l’atmosfera elettrizzante che solo un concerto degli AC/DC può dare, anche compromettendo in parte, ma per una buona causa, la fedeltà della registrazione originale.

Trattandosi di oltre due ore di musica, è facile leggere questo album nell’ottica di un best of, comprendente il meglio della produzione della band australiana con l’aggiunta di cinque nuovi brani (che sarebbero diventati anch’essi in breve tempo dei classici) provenienti dal recente The Razors Edge oltre a qualche perla meno conosciuta. Dall’immancabile Thunderstruck, che apre il primo CD lanciandoci subito nel vivo del concerto (ma sarebbe più corretto dire “dei concerti”, al plurale), con la chitarra di Angus Young già in fiamme fin dalle prime note, alle eccezionali versioni di Moneytalks e The Razors Edge, passando per Fire Your Guns e arrivando ad Are You Ready, una delle canzoni più adatte alla riproposizione in sede live. La sfilata di brani che invece già potevano essere considerati dei classici all’epoca vede in prima fila i pezzi del masterpiece Back in Black, ovvero la titletrack e Shoot to Thrill nel primo disco, Hells Bells e You Shook Me All Night Long nel secondo. Assente ingiustificata tra i superclassici è It’s a Long Way to the Top (If You Wanna Rock ’n’ Roll), ma sono presenti altri brani storici quali The Jack, T.N.T. e High Voltage, con quest’ultima allungata fino a farle raggiungere i dieci minuti grazie alle evoluzioni di Angus Young alla chitarra. Dal meno fortunato album Dirty Deeds Done Dirt Cheap sono state prese invece la titletrack e Jailbreak, mentre Whole Lotta Rosie e Let There Be Rock sono le hit estratte dal terzo album in studio (tenendo conto delle pubblicazioni riconosciute a livello internazionale). Poco conto è stato dato ad un disco di grande caratura come Highway to Hell, da cui è stata scelta la sola titletrack (qui preceduta dalla breve strumentale Bonny), ma va detto che viste le alternative di alto livello nel repertorio la scelta non può essere più di tanto criticabile: la movimentata That’s the Way I Wanna Rock n’ Roll, Sin City, Heatseeker, la sempre piacevole b-side Who Made Who e l’immancabile chiusura con For Those About to Rock (We Salute You) completano infatti questo doppio album dal vivo che tanto bene riassume i primi vent’anni e più della carriera degli AC/DC.

In seguito la band australiana tornò in studio per dare vita a Ballbreaker, album pubblicato nel 1995, che vide il ritorno del batterista storico Phil Rudd. Nonostante i dati di vendita abbiano sempre sorriso agli AC/DC, Ballbreaker e il successivo Stiff Upper Lip non sono mai stati tra i lavori più amati dal pubblico. Un motivo in più per considerare il live del 1992 alla stregua di una vera e propria antologia, un best of in grado di farci capire la dimensione più adatta a questa band: il palcoscenico. Questi sono gli AC/DC, questa è la loro essenza e nessun album in studio potrà mai essere in grado di farcelo capire fino in fondo.



VOTO RECENSORE
84
VOTO LETTORI
91.56 su 16 voti [ VOTA]
Fabio Rasta
Martedì 5 Dicembre 2017, 9.20.33
50
rik bay area thrash: stretta di mano!
rik bay area thrash
Lunedì 4 Dicembre 2017, 17.30.03
49
@Fabio Rasta, guarda che non è un problema di essere 'fissati' con un gruppo. Questa è passione (grande passione) per un gruppo (gli ac/dc) che hanno contribuito a rendere grande il movimento hard&heavy. Ognuni di noi ha le proprie 'fisse' per alcuni ( o molti ) gruppi, non dirlo a me con mio nick .
Fabio Rasta
Lunedì 4 Dicembre 2017, 15.56.09
48
Lodevole tempestività. Vabbè, Jailbreak allora ci può stare, però Who Made Who da B-side dovrebbe essere promosso almeno a singolo. Comunque sono dettagli di poco conto ai fini della recensione. E' stato + forte di me. Ripeto: sono fissato. Un saluto!
Flight 666
Giovedì 30 Novembre 2017, 18.14.05
47
@Fabio Rasta: che io sappia Jailbreak è originariamente uscita nel '76, nella versione australiana di Dirty Deeds Done Dirt Cheap. Ok, non è la versione europea dell'album, ma è comunque stata pubblicata per la prima volta in quel disco. Da noi arrivò nel 1984 e più precisamente nella raccolta '74 Jailbreak. E Who Made Who è sì una titletrack, ma di un album che non viene comunemente contato nella classica discografia del gruppo, essendo classificato come colonna sonora del film Maximum Overdrive.
Fabio Rasta
Giovedì 30 Novembre 2017, 16.10.10
46
Immenso Live. Tecnicamente qui, ANGUS era al massimo, come ricorda molto bene Philosopher3185 qui sotto. La Band stava bene ed era affiatata. SLADE ben inserito. Show oceanici, uno dei palchi + impressionanti della storia, tecnici e produttori con i coglioni, soldi a manetta. Il momento era quello. Si sapeva che facevano il Live e si sapeva anche che non avrebbero fallito. A Modena c'era lo studio mobile, e vi dico che, anche se non indicato, qualche pezzo c'è finito sul disco, xchè il Sound era praticamente perfetto. Chi c'era e rimase lucido, lo ricorderà. Ma il vero motivo x cui ne sono così sicuro non lo dico xchè non mi credereste mai e mi prendereste x pazzo. Credo (CREDO!!!) poi che la scelta (discutibile) di mettere i fade in/out fra un pezzo e l'altro, sia stata fatta proprio x rimarcare il fatto che non si trattava di un unico concerto, ma del meglio del meglio dell'intera Tournee. Sono daccordo anche con rik bay area thrash al 7, quando dice che col loro repertorio, non avrebbero accontentato tutti neanche con un quadruplo, aggiungo io. Infine, x chi volesse fare il paragone col recente Live At River Plate, questi tenga conto che, finalmente x BRIAN, i fratelli decisero di abbassare tutto di 1/2 tono. Ultima cosa x il sito; odio fare il saccente ma sono un maledettissimo fissato: Jailbreak non è su Dirty Deeds e Who Made Who non è una B-Side, bensì una title track. Perdonatemi x la fastidiosa precisazione.
Philosopher3185
Sabato 25 Novembre 2017, 23.38.30
45
Ma come si fa a dire,che la produzione di questo album sembra plastica?!è fantastica! non ho mai goduto tanto nel sentire la ritmica di Malcom(dio lo abbia in gloria in eterno..);il sound era adeguato all'epoca-il periodo piu' duro dei canguri-chitarre sempre dal sound caldo ma piu' distorto,è vero che sicuramente ci sara' stata anche del lavoro di pre produzione ma anche in If you want blood ci sara' stato! solo nel made in japan non cè stata pre produzione(forse..)ma il sound a me sembra fantastico,corposo,duro e caldo...per non parlare della prestazione della band..Brian aveva riacquistato tutta la sua voce,visto che nei live del periodo fly on the wall fino a blow up,sembrava piu' spompato e meno graffiante..Angus ci regala i suoi migliori assoli e improvvisazioni di tutta la sua carriera..ha suonato in modo divino in questo live,non che negli altri,abbia suonato male,ma in questo tour sembrava indemoniato,ha suonato la chitarra con la cravatta,con un accendino e con la lingua(guardate il dvd di donington per credere!),in modo piu' veloce del solito..aveva raggiunto il massimo delle sue potenzialita' secondo me
Philosopher3185
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 15.24.36
44
Eppure,per quanto apprezzi Slade che è un batterista molto piu' adatto al sound degli ac\dc rispetto a Wright,con Phill Rudd cè un energia che in certi pezzi me lo fanno rimpiangere nel live in questione.Per quanto lo stile di Rudd sia essenziale-ma tremendamente preciso-lui ha un modo particolare di usare i piatti e conferire un certo swing ai pezzi,e questo lo si puo' notare in pezzi come Back in Black,the Jack e Highway to hell con quella cassa bella presente;cè da dire che nei pezzi piu' vicini al metal,slade è perfetto in quanto ha un sound molto compatto,duro e metallico appunto!
cosa?
Venerdì 2 Settembre 2016, 11.18.07
43
@angus71 sono felice di non essere l'unico ad avere tale opinione!
Uno
Venerdì 2 Settembre 2016, 11.01.29
42
MALCOLM porca troia, MALCOLM!!!!!
Philosopher3185
Giovedì 12 Maggio 2016, 23.14.02
41
Un live stupendo stracarico di energia! non lo dico solo perchè sono una delle mie band del cuore,ma qui' erano in forma straordinaria e nel loro periodo piu' duro,quasi vicino al metal come attesta Razors edges che ha una cupezza sconosciuta agli ac\dc,la chitarra di Angus è molto piu' distorta del solito e la produzione mette bene in evidenza la batteria e la ritmica di Malcom che non ho mai apprezzato come qui' prima d'ora.La versione di Jailbreak è da tramandare ai posteri..per quanto possa essere un ottimo sostituto stevie,non potra' mai eguagliare il sound nervoso,tagliente ma anche elegante di Malcom..
rik bay area thrash
Venerdì 1 Aprile 2016, 21.13.46
40
..... si è vero, ci sono parecchi gruppi, sia nuovi che old, se mi lasciate passare il termine, es. Exumer, accuser, che sono sicuramente più sinceri, almeno per me. Forse gli ac / dc non si rendono conto o forse non vogliono mettere la parola fine a una carriera che è stata incredibile, piena di soddisfazioni, dischi soldi notorietà. Li posso anche comprendere, non li biasimo. Non sarà un vecchio fan a dirgli cosa devono fare, però fermarsi giusto un' attimo prima, forse non è così sbagliato ....forse .....
mario
Venerdì 1 Aprile 2016, 20.50.26
39
Un gruppo storico a mio modesto parere dovrebbe capire quando e' ora di mettere la parola fine alla loro carriera, Jonson ha problemi vocali ed e' diventato quasi sordo, sono nella storia lsloto splendida carriera e li a testimoniarlo, basta ora, mollate la presa e finitela una volta per tutte, di soldi ne avete fatti tanti e avete avuto grandi soddisfazioni , ora basta, sareste ridicoli come i Queen, o come i Guns se la loro reunion e' dolo ed fare date tour milionarie senza fare album e senza passione.Gli AC/DC con sta storia rischiano il ridicolo, oi vs ne tutto giusto domanda-offerta,mercato ecc, ma dovrebbero capire quando smettere.
Metal shock
Venerdì 1 Aprile 2016, 20.44.21
38
@Francese899: a parte che adoro i Cinderella, non ho detto che sono al di fuori del music business, ho detto che com altre band come Motorhead hanno sempre suonato cosa volevano, e volendo farsi piu` soldi avrebbero fatto piu` album negli ultimi venti anni ma non lo hanno fatto, ma sono milionari, e allora?? Questa operazione con Axel Roses e` invece quanto di piu` commerciale possibile, ma se vuoi saperlo per me sono morti tanti fa (come tante altre band). E aggiungo che il mercato discografico fa schifo, per questo adoro tante band quasi sconosciute, almeno in Italia, perche` sono piu` genuine.
ilfrancese899
Venerdì 1 Aprile 2016, 20.31.31
37
@Metalschoccato. Non capisco come tu possa definire gli Ac Dc una band al di fuori del music business !! Adesso ti fanno pena ? Non hai capito niente né degli Ac Dc ne del mercato discografico. Scendi dalle nuvole ,Cinderella .
angus71
Venerdì 1 Aprile 2016, 18.47.22
36
@cosa? concordo. Non lo butto via, ci mancherebbe ma 92,5 ,forse, è eccessivo. If you want blood è di un altro pianeta, trasuda rock da tutti i pori, questo disco bello, spettacolo della madonna (io ero a donnington) ma produzione troppo "tirata". per dire, preferisco molto di più live at plaza de toros (no bull). Comunque preferisco anche io fly on the wall a flick.
terzo menati
Giovedì 31 Marzo 2016, 23.19.49
35
Flick of the Switch album pazzesco, fly on the wall ottimo album. Ho il vinile, il lato a e' stratosferico, il lato b meno convincente ms con pezzi notevoli come playin with girls e send gor the man...
Testamatta ride
Giovedì 31 Marzo 2016, 23.10.06
34
Errata corrige: Flick of The switch è un BELL'album.....
Testamatta ride
Giovedì 31 Marzo 2016, 23.08.45
33
Flick of The switch è un nell'album, Fly on The Wall è un brutto album: questa la mia opinione. Personalmente Flick of The switch lo preferisco anche a For those about to rock che trovo nel complesso, titletrack e spellbound escluse, piuttosto noioso e poco ispirato
mario
Giovedì 31 Marzo 2016, 20.26.57
32
Per me Flick of The Switch e Fly on The Wall non sono album sottotono,semplicemente un pochino diversi dai loro soliti standard, soprattutto Flick of The Switch che ha quellavsua venatura metallosa che ne lo fa ascoltare dall'inizio alla fine senza intoppi.Per me questo album e' veramente molto bello.Per me vale un 91meritato sul campo con energia e sudore.Album storico e di valore.
Andrea
Giovedì 31 Marzo 2016, 13.59.09
31
Per quanto riguarda la mia storia personale è un disco al quale sono legatissimo. Comprai prima la doppia musicassetta e subito dopo la VHS. Lacrime.
Galilee
Mercoledì 30 Marzo 2016, 21.37.53
30
Il disco è bellissimo, Come il senso di party rock che si respira, ma si festeggiava il trionfo di The razor's edge e la cosa era alquanto dovuta.
Fox
Mercoledì 30 Marzo 2016, 12.10.10
29
Semplicemente un live che ogni metallaro/rocker che si definisce tale dovrebbe avere. L'energia sprigionata è tale da raddoppiare la potenza di ogni canzone rispetto alla sua versione in studio.
P2K!
Martedì 29 Marzo 2016, 8.30.22
28
Questo live lo consumai sia in versione singola che soprattutto in quella doppia. DUe cose non mi andarono troppo giù, il fatto che tra ogni brano ci fosse il fade-out e che essendo il tour di "The Razor's Edge" esclusero dalla tracklist la spettacolare title-track (che a mio avviso è degna succeditrice della storica "Hell's Bells").
Steelminded
Lunedì 28 Marzo 2016, 22.12.38
27
Axl non ggliela fa però...
Testamatta ride
Lunedì 28 Marzo 2016, 21.39.41
26
Be ormai si trova anche la foto che li ritrae che escono dalla stessa sala prove ad Atlanta
Steelminded
Lunedì 28 Marzo 2016, 17.01.16
25
Ma alla fine, Axl Roses fa il tour con gli AC/DC?
LAMBRUSCORE
Lunedì 28 Marzo 2016, 12.36.19
24
Tranquilli, Metal Shock e Lux Chaos, ho detto la mia come voi avete detto la vostra, certo non mi offendo se qualcuno li critica, ahah, come certi che appena gli tocchi i cocchini preferiti, mmmhh ...le parole mi sono beccato a volte...
Metal Shock
Lunedì 28 Marzo 2016, 11.22.02
23
@Lambru: per me gli AC/DC sono stati la prima band che mi ha introdotto nel magico mondo del metal e la prima band cui ho comprato tutta la discografia, primi album australiani compresi, quindi per me sono stati tutto, ma adesso sono profondamente deluso dal loro comportamento. Primo con Malcom e poi adesso con Brian, Angus si è comportato male (secondo me ovvio), e tutta sta questione magari di soldi e contratti è una stronzata, perchè se voleva poteva chiudere baracca quando voleva e adesso questa pagliacciata del nuovo cantante non la sopporto. Massima delusione da una delle band che ritenevo indifferenti al music businness e per me quindi squallore ci stà tutto.
lux chaos
Domenica 27 Marzo 2016, 20.29.08
22
Ma si infatti Lambru, ho usato un termine un po forte perchè per me gli ultimi due album risultano molto deludenti, ma sono piaciuti a tanti....e poi sono un istituzione, cazzo, un baluardo, "squallore" misembrava un termine poco "rispettoso", tutto qui...
LAMBRUSCORE
Domenica 27 Marzo 2016, 13.35.08
21
AC /DC, volevo dire ,ho scritto CD...colpa del pranzo pasquanale, pardon...
LAMBRUSCORE
Domenica 27 Marzo 2016, 13.33.31
20
Mo no, mo noo...dai, squallore..palla al piede, ..un po' come ho letto troppo spesso anche per i Motorhead, per me queste 2 band qua non si toccano -parere personale, ovvio- gli AC/CD esisteranno fin quando Angusso Giovane sarà in grado di suonare, certo anche per me è difficile immaginarli senza Briano Gionsoni, però per adesso non può cantare e sentiremo il sostituto, dai...al massimo rideremo del panzone -da che pulpito..- di Axl...
cosa?
Domenica 27 Marzo 2016, 13.17.45
19
Altra pinione personale: a me Fly On The Wall piace molto nel complesso, Flick Of The Switch decisamente meno
cosa?
Domenica 27 Marzo 2016, 13.14.50
18
who made who sarebbe una b-side??? A questo disco non potrei mai dare più di 69, la produzione sembra quasi plastica, riesce ad ammosciare quasi tutti i pezzi quando invece in If You Want Blood i suoni erano quanto di più naturale, live e coinvolgente si potesse chiedere. Ho sempre percepito una grande distanza tra me e l'esibizione nei numerosi ascolti, una certa freddezza quasi fosse un ascolto in sordina. Penso sia molto migliore il recente Live At River Plate nonostante mantenga anch'esso (chiaramente) una produzione dalle caratteristiche relativamente moderne. Avendo avuto la di vederli live posso dire che un disco di questo genere non rispecchia assolutamente le caratteristiche che rendono irresistibile il loro sound
Testamatta ride
Domenica 27 Marzo 2016, 10.02.44
17
Be sì, squallore è un po' esagerato. Però, per quanto mi riguarda, ho già avuto difficoltà ad accettare una nuova pubblicazione e tour senza Malcolm, ma se non vi fossero stati sicuri vincoli contrattuali credo che lo stesso Angus si sarebbe tirato indietro. Su Axl al posto di Brian, fa senz'altro strano ma sfido io a non provare quantomeno curiosità nel sentirlo.
lux chaos
Domenica 27 Marzo 2016, 9.38.57
16
Metal Shock: uno squallore per quale motivo, di grazia? Se parli degli album in studio, si, ormai sono una palla al cazzo inutile, ma addirittura "squallore"???? Bah...
Metal Shock
Domenica 27 Marzo 2016, 8.31.16
15
Che dire.... album meraviglioso e fortuna mia che li vidi la prima volta proprio durante questa turné. Si fossero sciolti subito dopo sarebbe stato meglio, soprattutto a vedere come sono finiti adesso, uno squallore!!!!!
LAMBRUSCORE
Domenica 27 Marzo 2016, 6.47.50
14
Ho pensato la stessa cosa del Mulo, per me la maggior parte di chi ha già il biglietto, vedrà volentieri Axl "Raviolose",mentre con un altro cantante più bravo, ma meno famoso, avrebbero sicuramente avuto perdite in termini economici, sia per il tour, che per i futuri cd /dvd/, ecc..
Simo
Sabato 26 Marzo 2016, 23.40.13
13
storace si è offerto ancora nell'80 per sostituire Scott, se non lo presero allora perchè dovrebbero prenderlo ora? Avranno i loro motivi o meglio avrà perchè è di Angus che stiamo parlando
Mulo
Sabato 26 Marzo 2016, 22.43.49
12
È tutto marketing,crea tantissimo clamore ( e quindi interesse) 2 superstar come Axl insieme agli Ac/Dc... Ci saranno sold out più veloci e sicuramente faranno un doppio cd (+ dvd) live che vendera'milioni di copie... Businessssss
terzo menati
Sabato 26 Marzo 2016, 22.39.20
11
Come ho scritto da altre parti uno scandalo axl al posto di Brian,quando un cavallo di razza come Storace si e' offerto volontario. Angus ha sbagliato, sui social c'è una rivolta dei fans
Testamatta ride
Sabato 26 Marzo 2016, 22.22.46
10
Be sull'album credo sia superfluo fare commenti, giusto una menzione speciale per Slade ecco. Piuttosto butto lì un off topic (si dice così?) circa la notizia - non ufficiale ma pare ormai abbastanza certa - che Axl Rose sostituirà Brian Johnson (immagino sappiate del gravissimo problema all'udito che gli e' stato diagnisticato) per il prosieguo del tour americano.
LAMBRUSCORE
Sabato 26 Marzo 2016, 20.04.07
9
Li ho visti proprio in quel tour lì -credo- , avevo anche la doppia cassetta originale, che mi è stata rubata da quel lambruschino di mio fratello...veramente l'ha voluta indietro dopo che me ne ero -giustamente- appropriato, a cosa servono i fratelli, se non a comprare dischi e a "regalarli" ai propri consanguinei??? Fa niente, comunque ,anche se è un po' ritoccato, per me rimane 1 dei più bei live di tutti i tempi. Voto anche basso, a mio parere.
lux chaos
Sabato 26 Marzo 2016, 16.10.01
8
Disco comprato alle medie, che tempi, le prime scoperte dei giganti dell' hard rock e del metal....grandissimo live e grandissimi ricordi!!!!!
rik bay area thrash
Sabato 26 Marzo 2016, 15.03.05
7
Bellissimo live !! Indubbiamente grandi in studio version, grandissimi e anche di più, in live version. Gli ac / dc con il repertorio che hanno avrebbero potuto fare anche un boxset di 3 cd e forse non sarebbero riusciti ad accontentare tutti i fan ( ognuno di noi ha la propria playlist personale). Album live da avere. Questa è storia, anzi una bellissima storia .....
hard`N`heavy
Sabato 26 Marzo 2016, 14.03.36
6
capolavoro preso a suo tempo in doppia cassetta e poi in dvd & cd, voto: 90/100.
entropy
Sabato 26 Marzo 2016, 13.17.40
5
Anche io li ascoltati con questo live la prima volta. Bellissimo, personalmente lo preferisco a quasi tutti gli album in studio ( non sono un superfan, ne conosco solo 5/6)
M0RPHE01978
Sabato 26 Marzo 2016, 12.05.40
4
Li scoprii proprio grazie a questo live, vidi su Mtv il video di Highway to Hell e fu amore alla prima nota! Il giorno dopo ero al negozio di musica a comprare la doppia cassetta
Doomale
Sabato 26 Marzo 2016, 12.03.30
3
Beh...poco da dire..uno degli album live che più mi piace. Un tributo doveroso, dopo l'altro storico If you want blood con Bon Scott. Esagero 90.
Mic
Sabato 26 Marzo 2016, 10.20.07
2
Disco immenso degno successore del disco più metallizzato della band. Al tempo nella confezione del CD era incluso un dollaro con la faccia di Angus. Consumai anche la videocassetta. Continuo a non capire chi non apprezza Flick of the switch e Fly on The Wall. A me gasavano e gasano ancora molto più dei vari stiff up per lip e in particolare dell'ultimo rock or bust. Non capisco poi perchè indicare come grande esclusa it'a Long Way To The top. Sono potenzialmente grandi esclusi tutti pezzi dell'era Scott
Alex Cavani
Sabato 26 Marzo 2016, 10.07.11
1
Il mio primo disco degli AC/DC! Ci sono particolarmente legato e da ragazzino lo ascoltavo compulsivamente (preso nella sezione dischi della biblioteca del mio paese, dove lo riprendevo ciclicamente almeno ogni due mesi). Ora invece non lo ascolto più, ma rimane una delle copertine più belle - personalmente - della band, assieme a quella di Flick of the switch.
INFORMAZIONI
1992
ATCO Records
Hard Rock
Tracklist
CD 1:
1. Thunderstruck
2. Shoot to Thrill
3. Back in Black
4. Sin City
5. Who Made Who
6. Heatseeker
7. Fire Your Guns
8. Jailbreak
9. The Jack
10. The Razors Edge
11. Dirty Deeds Done Dirt Cheap
12. Moneytalks

CD 2:
1. Hells Bells
2. Are You Ready
3. That’s the Way I Wanna Rock ’n’ Roll
4. High Voltage
5. You Shook Me All Night Long
6. Whole Lotta Rosie
7. Let There Be Rock
8. Bonny
9. Highway to Hell
10. T.N.T.
11. For Those About to Rock (We Salute You)
Line Up
Brian Johnson (Voce)
Angus Young (Chitarra solista)
Malcolm Young (Chitarra ritmica, Voce)
Cliff Williams (Basso, Voce)
Chris Slade (Batteria)
 
RECENSIONI
82
73
50
56
84
90
60
68
76
79
100
96
90
97
96
87
91
79
ARTICOLI
14/07/2015
Live Report
AC/DC + VINTAGE TROUBLE
Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari, Imola (BO), 09/07/2015
25/05/2010
Live Report
AC/DC
Stadio Friuli, Udine, 19 maggio 2010
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]