Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Primal Fear
Apocalypse
Demo

Talbot
Magnetism
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/08/18
HOPELEZZ
Stories Of A War Long Forgotten

24/08/18
ANCESTORS
Suspended In Reflection

24/08/18
PAUL FERGUSON
Remote Viewing

24/08/18
DIABOLOS DUST
The Reaper Returns

24/08/18
FOSCOR
Les Irreals Versions

24/08/18
THE AMITY AFFLICTION
Misery

24/08/18
DIABOLOS DUST
The Reaper Returns

24/08/18
SEPTEKH
Pilgrim

24/08/18
DARK MILLENNIUM
Where Oceans Collide

27/08/18
EMINENCE
Minds Apart

CONCERTI

20/08/18
THE BLACK DAHLIA MURDER + INGESTED + ELECTROCUTION
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

20/08/18
COUNTERPARTS + GUESTS
ARGO 16 - VENEZIA

21/08/18
ORIGIN + GUEST
CIRCOLO SVOLTA - MILANO

22/08/18
DYING FETUS + TOXIC HOLOCAUST + GOATWHORE
DAGDA LIVE CLUB - RETORBIDO (PV)

22/08/18
ORIGIN + GUEST
FREAKOUT CLUB - BOLOGNA

23/08/18
PICTURE + SØNDAG
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

24/08/18
BLAZE BAYLEY + WHITE SKULL + I AM LETHE
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

24/08/18
SEXPERIENCE + STONEDRIFT
I MERCENARI BIRRERIA - VIADANA (MN)

25/08/18
ANGEL WITCH + METHEDRAS + ANGUISH FORCE
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

25/08/18
METAL REDENTOR FEST
SPAZIO LUPARDINE - REGGIO CALABRIA

Kamelot - One Cold Winter’s Night
( 3380 letture )
Tornano i Kamelot sul mercato e lo fanno in grande stile, con un live dalla duplice funzione: in quanto live, esso testimonia (grossomodo) le qualità della band sul palco; ma soprattutto, considerata la qualità audio eccellente (fin troppo?) e la buona scelta dei brani proposti, fa anche le veci di greatest hits.
Dopo lo sconvolgente (in termini negativi) Tokyo Showdown degli In Flames, un live album incredibilmente finto e lontano dalle effettive prestazioni del gruppo (basti ascoltare l’ottimo bootleg del tour di Colony, uscito poco prima), viene da chiedersi se anche nel caso dei Kamelot i ritocchi in studio non siano stati eccessivi.

La prima cosa che salta all’orecchio è la perfezione del cantato. Avendoli visti dal vivo qualche anno fa, e avendo constatato personalmente la pochezza delle qualità live di Khan, il cerchio di possibilità si restringe: o il cantante si è migliorato vistosamente negli ultimi tempi, oppure la post produzione fa miracoli. Il resto è routine: batteria e chitarre pompatissime, tastiere magniloquenti - ma forse anche in questo caso eccessive, considerato che fino a prova contraria Palotei è provvisto di due sole mani, e spesso gli strumenti sovrapposti sono troppi. Possono aver aiutato delle basi campionate, certo, ma fino a che punto? Come accennato prima, la scelta dei brani è piuttosto valida, in quanto sono presenti la maggior parte delle hit della band: Center Of The Universe, Nights Of Arabia, Forever, Karma… L’unico appunto che mi sento di muovere in questo caso è la mancanza quasi assoluta di brani tratti dall’ottimo The Fourth Legacy, ma sono dettagli di poco conto: il disco è doppio e quindi si possono trovare canzoni adatte un po’ a tutti i gusti.

In contemporanea all’uscita di questo cd, troverete nei negozi anche il dvd legato al medesimo concerto, filmato alla Rockefeller Musichall di Oslo. Certamente sarà molto utile studiare anche il video, in modo tale da comprendere meglio sia le effettive capacità musicali della band, sia la presenza scenica in grado di vantare.
In definitiva quindi, consiglio direttamente il DVD, piuttosto che il cd, sia ai fan di Youngblood, sia ai curiosi ed amanti del power in generale. Certamente non resteranno delusi dalle indiscusse qualità audio di questa nuova release.



VOTO RECENSORE
75
VOTO LETTORI
43.8 su 30 voti [ VOTA]
JasonTheReaper
Lunedì 13 Novembre 2006, 17.22.04
4
Il loro unico successo...
Renaz
Lunedì 13 Novembre 2006, 13.15.55
3
Pò esse.
Thomas
Lunedì 13 Novembre 2006, 12.34.51
2
Forse i Kamelot odiano the fourth legacy, non sarebbero il primo gruppo a sentirsi vittima di un loro vecchio successo.
Zagor76
Domenica 12 Novembre 2006, 14.55.21
1
Scelta effettivamente strana quella di non inserire brani tratti da The Fourth Legacy, e poi anche la scarsa presenza di power ballad, di cui i Kamelot mi sembrano buoni compositori, solo Abandoned e manca Don't You Cry. Prodotto cmq interessante e piacevole
INFORMAZIONI
2006
SPV
Power
Tracklist
CD 1
1. Intro: Un Assasino Molto Silenzioso
2. The Black Halo
3. Soul Society
4. The Edge of Paradise
5. Center of the Universe
6. Nights of Arabia
7. Abandoned
8. Forever
9. Keyboard Solo
10. The Haunting
11. Moonlight

CD 2
1. When The Lights Are Down
2. Elizabeth (Part I, II & III)
3. March of Mephisto
4. Karma
5. Drum Solo
6. Farewell
7. Outro
Line Up
Thomas Youngblood - Guitars
Khan - Vocals
Glenn Barry - Bass
Casey Grillo - Drums
Oliver Palotei - Keyboards
 
RECENSIONI
73
69
78
74
75
75
79
83
85
78
68
65
65
ARTICOLI
25/10/2016
Live Report
KAMELOT + AEVERIUM + WITHEM
Phenomenon, Fontaneto d’Agogna (NO), 19/10/2016
01/11/2015
Intervista
KAMELOT
La parola a Oliver Palotai
13/10/2015
Live Report
KAMELOT + GUS G.
Live Club, Trezzo sull'Adda (MI), 08/10/2015
17/11/2012
Live Report
KAMELOT + XANDRIA ed altri
Estragon, Bologna, 13/11/2012
19/07/2007
Intervista
KAMELOT
Parla Roy Khan
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]