Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Destrage
The Chosen One
Demo

E.G.O
Everything Goes On
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

26/06/19
BLOODY HAMMERS
The Summoning

26/06/19
H.E.A.T
Live at Sweden Rock Festival

26/06/19
ROB MORATTI
Renaissance

27/06/19
ORDER OF THE EBON HAND
VII: The Chariot

28/06/19
HOLY TIDE
Aquila

28/06/19
TURILLI/LIONE RHAPSODY
Zero Gravity (Rebirth And Evolution)

28/06/19
HE IS LEGEND
White Bat

28/06/19
DREAMS IN FRAGMENTS
Reflections Of A Nightmare

28/06/19
DENIAL OF GOD
The Shapeless Mass

28/06/19
VICTIMS
The Horse And Sparrow Theory

CONCERTI

25/06/19
LACUNA COIL + DAWN OF MEMORIES
PARK NORD STADIO EUGANEO - PADOVA

25/06/19
FLOGGING MOLLY + DESCENDENTS
CARROPONTE - SESTO SAN GIOVANNI (MI)

25/06/19
CANNIBAL CORPSE + SADIST
Parma Music Park c/o Villa del Fulcino - Parma

27/06/19
SLIPKNOT + AMON AMARTH + TESTAMENT + TRIVIUM + LACUNA COIL + ELUVEITIE + GUESTS TBA
ARENA PARCO NORD - BOLOGNA

27/06/19
ELUVEITIE
SONIC PARK - BOLOGNA

27/06/19
KADAVAR (GER) + THE OBSESSED + GUESTS TBA
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

29/06/19
GODS OF MEL
LOCALITA' PIAN DEL TORO - MEL (BL)

02/07/19
KISS
IPPODROMO SNAI SAN SIRO - MILANO

04/07/19
CROWBAR + GUESTS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

05/07/19
ROCK THE CASTLE (day 1)
CASTELLO SCALIGERO - VILLAFRANCA (VR)

Death Angel - The Evil Divide
04/06/2016
( 5536 letture )
Nel cuore di ogni vero thrasher, c'è un angolo dalla capienza apparentemente illimitata nel quale custodire la passione per gruppi non di enorme successo, ma di grande valore. Chi è davvero appassionato di musica, infatti, non si limita certo ad accettare le poche band proposte dal mainstream, ma si immerge in profondità nel mare magnum del settore musicale che più gli interessa e scende sempre più nei suoi abissi, pur di trovare gruppi interessanti. Nel caso dei Death Angel, tuttavia, non c'è bisogno di portarsi a profondità eccessive, dato che il gruppo di San Francisco è certamente tra i punti fermi degli ascolti, o perlomeno delle conoscenze di chiunque sia cresciuto negli anni 80 o si sia appassionato al thrash in epoca successiva. Quanto fatto da Mark Osegueda & C. a partire da The Ultra-Violence in poi, pur non sempre di primissimo livello ed anche considerando i periodi di "fermo biologico" del gruppo, li ha resi certamente molto importanti per la scena thrash internazionale. A distanza di circa tre anni dal precedente The Dream Calls for Blood, i Death Angel si ripresentano adesso con un nuovo CD intitolato The Evil Divide.

Prodotto e mixato da Rob Cavestany -autore di tutte le musiche e del testo di The Moth- e ancora una volta da Jason Suecof (Trivium, Deicide) presso gli Hammer Studios di Sanford, Florida, The Evil Divide è, molto semplicemente, un prodotto assolutamente thrash, concepito, prodotto e realizzato in ogni sua parte per essere tale. Tradotto il suono dagli anni 80 agli anni dieci del terzo millennio, i Death Angel colpiscono nel segno senza strafare, restando fedeli al loro verbo e senza contaminazioni esterne a stravolgere, anche in misura molto contenuta, il loro sound. Inaugurato dalla già citata The Moth, canzone che richiama la copertina dell'album, The Evil Divide parte subito in quarta con un pezzo che si lega alla storia del gruppo e invita alla fratellanza, mostrando come i Death Angel siano ancora in grado di distribuire mazzate a destra ed a manca in modo perfettamente coerente con la loro storia. Un altro tipico inno da concerto completo di coretti che faranno da "gancio" per il pubblico, capace di dimostrare quanto i nostri siano ancora incazzati, desiderosi di comunicarlo a tutti e idonei a farlo passando da ritmi contenuti a quelli più elevati. Cause for Alarm non è da meno, evidenziando anche più violenza del brano d'apertura. Da notare qui la presenza come guest di Jason Suecof, autore di un assolo di chitarra. Col pezzo successivo -Lost- si ha il primo e sostanzialmente unico momento di relax dell'album, ma si tratta del classico singolo più amichevole che serve a non spaventare troppo potenziali acquirenti provenienti da altre aree musicali e da considerare come tale. Pratica risolta con una certa classe, con un brano simpatico e bene interpretato da un Mark Osegueda che spiega come a tutti capiti, ad un certo punto, di sentirsi persi. Le bordate di thrash classico, pur sempre all'insegna di una certa classe, ripartono con Father of Lies, brano molto deciso e quadrato, "aperto" da alcuni arpeggi che ne smussano le asperità e, soprattutto, da un break semi-acustico di sapore settantiano che, comunque, serve solo a creare pathos prima del ritorno a BPM sostenuti, ma con chiusura acustica. Hell to Pay non fa che ribadire le coordinate principali del disco in termini di aggressività, poi It Can't Be This introduce una nota sinistra a base di ritmi più lenti, ma decisamente efficaci. Con Hatred United/United Hate, dopo un inizio marziale, riesplode la tipica furia thrash dei Death Angel, ingentilita da arrangiamenti che lasciano spazio a momenti di "raccordo" più eleganti, con la radice anni 80 che viene fuori ancora più del solito e con l'assolo fornito da tale Andreas Kisser. Quasi isterica Breakaway, mentre The Electric Cell, spinge su un'atmosfera ossessiva per colpire di più, anche se a tratti risulta un po' involuta. Let the Pieces Fall chiude il lavoro all'insegna della ricerca di un equilibrio tra la parte più melodica della proposta targata Death Angel e quella più aggressiva, facendolo mediante il brano più lungo ed articolato dell'album -con la bonus track Wasteland, cover dei The Mission compresa nell'edizione CD+DVD che le rimane solo leggermente dietro- ma in modo non perfettamente riuscito.

The Evil Divide non è un lavoro sconvolgente ed essendo concepito in pieno stile anni 80, non introduce certo elementi di novità sulla scena. Tuttavia, non è su queste basi che è giusto valutare nel modo più corretto il ritorno di questa band. Quello che abbiamo davanti è, verosimilmente, il massimo ottenibile dai Death Angel edizione 2016. Thrash d'annata fatto col cuore e con rabbia, ben scritto e ben suonato da chi sa esattamente come farlo e, pur sapendolo, non si lascia sopraffare dal puro manierismo, riuscendo a trasmettere il proprio amore per la musica e per un certo tipo di vita. Inoltre, gli strumenti risultano ora più compatti ed amalgamati rispetto al predecessore del 2013. Un disco molto fisico, come ogni realizzazione di questo ambito deve essere, fresco nonostante contenga musica di tipo non certo moderno e fatto da gente che sa perfettamente chi è e cosa vuole fare: thrash metal!
Così è, se vi pare.



VOTO RECENSORE
78
VOTO LETTORI
83.03 su 28 voti [ VOTA]
Aceshigh
Giovedì 26 Luglio 2018, 17.16.22
73
Appena finito di riascoltarlo. Gran bell'album. Io dei Death Angel proprio non ci riesco a non farmene piacere uno, per me sono uno di quei gruppi con cui vado sul sicuro. Quando più, quando meno non mi hanno mai deluso. Voto 83
Raven
Lunedì 12 Febbraio 2018, 18.16.39
72
Ti dirò che se dovessi ri-recensirlo, alzerei anche io il voto fin lì
Mic
Lunedì 12 Febbraio 2018, 18.10.11
71
preso da una settimana. A mio avviso a livello musicale merita anche un 85. Ho qualche problema con le linee vocali, quasi sempre uguali e con quell'inflessione che non mi piace tanto. Lost all'inizio mi ha ricordato Only degli Anthrax
asimov
Domenica 5 Novembre 2017, 18.53.23
70
frolic e act3 li ho divorati in passato e mi disperavo x il fatto che si fossero sciolti...poi wacken 2004 riesco a vederli live e addirittura riesco ad aggiudicarmi sgomitando nella polvere e nel fango un plettro di cavestany che custodisco nn ricordo dove purtroppo, in una qualche soffitta, gelosamente . aggiungo che brotherhood of the snake è un album di tutto rispetto, mi piace, e i testament si possono discutere davvero poco ma questa è roba di classe, la classe dei death angel alla quale sono molto affezionato.
Shadowplay72
Domenica 5 Novembre 2017, 11.51.08
69
A me piu' che the ultra violence,piacevano di piu' i death angel di frolic through the park e act Iii.quelli piu' "sperimentali".capolavori.ma anche questo e' un grandissimo album!!
ObscureSolstice
Domenica 5 Novembre 2017, 11.43.05
68
Non puoi sempre fare thrash coi mezzi degli anni '80, in quegli anni era la normalità perché c'era quello e nient'altro..che piaceva buon per noi..ne ripagava. E se non piaceva? Moriva li. Dopo sono uscite tante band, tante linee stlistiche diverse e l'albero genealogico si è allargato coi suddetti sottogeneri..tutti vorrebbero The Ultra Violence, anche il mio cane, (troppo facile..) ma all'ormai vicino duemiladiciotto i mezzi e le stilistiche sono anche queste, sono cambiati e la casa discografica difficilmente te lo pubblicherebbe un disco diverso dai parametri non di questi anni coi mezzi di adesso che ci sono...ma finché le sonorità sono queste sono ben accette da parte mia.
lisablack
Domenica 5 Novembre 2017, 11.03.52
67
Questo è uno dei migliori album del 2016, che riascolto sempre volentieri..A me è piaciuto molto anche quello dei Testament, io credo ad entrambe le band che rimangono tra le mie preferite in ambito thrash. Sia Demonic che The ritual sono stati discussi in passato, a me Demonic non mi deluse così tanto..Su Megadeth e Metallica..mah..per me sono le band che hanno fatto piu errori nella loro carriera. Mustaine secondo me doveva rimanere nel suo stile, senza questa mania che ha di rincorrere sempre i "rivali"..Rimane un parere mio.
asimov
Domenica 5 Novembre 2017, 10.22.41
66
i death angel non sono facili da digerire per il thrasher più oltranzista. in alcuni episodi hanno mostrato di avere una certa attitudine alla sperimentazione anche perchè osegueda rispetto a molti altri(non tutti) cantanti thrash può permettersi di interpretare nei modi più svariati ogni parte di un pezzo dei death angel(sin dai tempi di pezzi come voracious souls). alla fine xò la qualità non è mai mancata a mio avviso, mai sotto il 75 secondo me in qualsiasi episodio della carriera. ed è una cosa molto rara. prendendo i testament come esempio(non metallica e megadeth) , nella loro discografia si trovano degli episodi oggettivamente scarsi tipo demonic o the ritual. e se confrontiamo questo the evil divide con brotherhood of the snake secondo me una father of lies vale mezzo disco dei testament. oggi come oggi, personalmente, credo più a cavestany che a skolnick o peterson.
rik bay area thrash
Giovedì 6 Luglio 2017, 20.52.42
65
@Lambruscore, negli anni 80 il thrash metal non aveva grosse 'produzioni' e riascoltando i vinili dell' epoca ci si rende conto subito della differenza. Altro aspetto da non sottovalutare e la qualità dei prodotti rilasciati dai gruppi 'storici' tra cui proprio i death angel. Pensa che dopo il 2° album, frolic ... non li ho più seguiti, proprio perché come dici Tu, quello proposto successivamente, per me non era thrash. Altro aspetto è cambiato proprio il thrash metal. Mi spiego : negli anni 80 aveva dei 'dogmi' tipici di quella decade, produzione, suoni, e soprattutto qualità. I death angel, di cui avevo acquistato avventatamente alcuni cd nel nuovo millennio, li ho prontamente ri venduti perché di pessima qualità e per una produzione che a me non piace. Ci sono band storiche che nonostante tutto sono riuscite a mantenersi su livelli alti, altre che non sono più riuscite a realizzare uno straccio di album decente. Questo album non è certo the ultraviolence, ma rispetto a prove poco 'onorevoli' sono riusciti perlomeno a realizzare un 'buon' disco.
LAMBRUSCORE
Giovedì 6 Luglio 2017, 20.27.03
64
Per me il THRASH è un'altra cosa, il loro primo capolavoro è un disco thrash, loro sanno suonare, non c'è dubbio ma per me da troppi anni sono anonimi e appena sufficienti, mi dicono veramente poco, non voto perché da ragazzo erano dei miei idoli e li rispetto...
rik bay area thrash
Domenica 13 Novembre 2016, 17.48.57
63
Mi ha sorpreso positivamente questo nuovo lavoro dei death angel. Considerato che mi avevano mooolto deluso in passato, questa nuova prova li assesta su livelli veramente di alto livello (imho). C'è tiro, c'è potenza e c'è quella varietà che li ha resi famosi. Questo 2016 sicuramente è un anno da ricordare in ambito thrash. Bene così.
lisablack
Domenica 13 Novembre 2016, 17.15.31
62
Tra i migliori album dell'anno...non esce dal mio stereo!
Mulo
Domenica 13 Novembre 2016, 17.11.45
61
Me lo sono procurato e ci ho dato dentro con gli ascolti.Ottimo album,spacca di brutto! X me 80/100,grande anno il 2016 x il metal,ha riacceso in me la fiamma x questa musica che si era spenta da qualche anno,spero continui su questa falsariga anche il 2017
jek
Mercoledì 2 Novembre 2016, 20.45.00
60
L'ho ripreso oggi musicalmente lo preferisco ai Testament ma l'unica cosa che mi manca quando li ascolto sono gli assoli mi scivolano addossa senza graffiarmi, ecco in questo sono meglio i Testament (pre citare una band di pari blasone o quasi)
rik bay area thrash
Mercoledì 2 Novembre 2016, 19.54.24
59
Metal Shock si è vero !! Ma considerato che questo non succederà, devo solo avere un po di pazienza diciamo solo tre quattro vite ... comunque la lista è a livelli esagerati !! Anno fantastico per il thrash il 2016 e l'inizio del 2017 è già beneagurante ...... thrash 'til death
Mulo
Mercoledì 2 Novembre 2016, 19.26.22
58
Visti i commenti entusiasti me lo procurerò e dirò la mia. Con loro sono fermo ad Act.III
Vecchiothrasher
Domenica 30 Ottobre 2016, 19.14.31
57
Non male...
Metal Shock
Venerdì 28 Ottobre 2016, 22.01.54
56
@Rikbay: sono contento che ti sia piaciuto, non avevo quasi dubbi. Ora basta vincere al Superenalotto per comprare tutto quello che c`e` in lista!!!
rik bay area thrash
Venerdì 28 Ottobre 2016, 17.34.49
55
Bisogna dare a Metal Shock quello che è di Metal Shock parafrasando un vecchio detto. Mi spiego. Mi sono avventurato nell' ascolto (in rete) di questo nuovo album. Ebbene si. È un grandissimo disco di thrash metal. Punto. Avevi ragione tu e anche Lisa e Doomale . Averne di dischi cosi al giorno d'oggi !!! .... thrash 'till death
Vitadathrasher
Domenica 23 Ottobre 2016, 21.26.41
54
Tra i migliori album thrash del 2016. Loro non sbagliano mai......
Raven
Domenica 23 Ottobre 2016, 20.59.28
53
Se non ricordo male è già stato assegnato
jek
Domenica 23 Ottobre 2016, 20.35.20
52
Parafrasando il commento #17 @Raven che critica un suo voto troppo basso..... mi mancava. Premio Pupo
ULTRA-VIOLENCE
Domenica 23 Ottobre 2016, 15.47.12
51
Voto 90 punto e basta. Ne uscissero piu' spesso di album cosi', saremmo tutti piu' felici. GRANDI per non dire IMMENSI. Amen.
Raven
Domenica 23 Ottobre 2016, 14.46.23
50
Lo ammetto: uno dei rari, rarissimi dischi ai quali alzerei il voto a distanza di mesi.
AL
Domenica 23 Ottobre 2016, 14.42.26
49
bravi davvero. bell'album. mi sembrava senza ne capo ne coda all'inizio e invece ha il suo perchè. e mi fa venir voglia di ascoltarlo spesso. buon segno. a parte Lost che non sopporto e sono allineato al buon Jek come sempre! invece Father of lies e Let the pieces fall sono veramente belle, le migliori. Grandi DA. un bel 80 se lo merita.
ivano vailati
Sabato 24 Settembre 2016, 4.59.48
48
Grandissimo album, secondo il mio modestissimo parere, ben superiore a the dream call for blood, tipico thrash anni 80, grandissimo album. Sono solo al quarto ascolto ma' mi sta' facendo letteralmente impazzire............ W IL THRASH
Doomale
Lunedì 29 Agosto 2016, 18.34.56
47
Dopo qualche mese di ascolti, e' davvero un gran bell'album. Premesso che dei vecchi mi faceva impazzire solo il mitico The ultra violence, dalla reunion in poi questo mi sembra assolutamente il migliore. Voto lo stesso di Raven.
Rejection
Sabato 13 Agosto 2016, 17.08.23
46
Dopo due mesi di ulteriori ascolti alzo il voto di 5 punti: 85. Quest album non stanca mai, anzi migliora col tempo. Davvero una gran sorpresa
Psychosys
Martedì 2 Agosto 2016, 23.13.14
45
Una bella mazzata vecchio stile. Praticamente un disco uscito direttamente dagli anni 80 pubblicato nel 2016, che poi è quello che ogni disco Thrash dovrebbe essere. D'accordo con recensione e voto.
Raven
Martedì 2 Agosto 2016, 21.16.16
44
Guarda, proprio oggi ho riascoltato il disco per la centesima volta o giù di lì e non accenna a calare. Quasi come pupo
jek
Martedì 2 Agosto 2016, 20.59.50
43
Ho ripreso e riascoltato bene il disco e mi devo ricredere, sono stato troppo frettoloso nel giudizio, a parte l'osceno "lost" il resto e decisamente cazzuto, restituisco il disco di Pupo e mi allineo al voto
lisablack
Domenica 10 Luglio 2016, 15.51.01
42
Una bomba di album, che meraviglia...quest'anno si va alla grande e aspetto Sodom e Testament... Thrash till death!!! Voto 85 e forse più!
paolo
Martedì 28 Giugno 2016, 23.39.20
41
Ci crediate o meno questo album è un pezzo da 100. Riffoni pazzeschi, melodie, ritmiche spacca teschi.
Metal Shock
Domenica 19 Giugno 2016, 10.55.39
40
@Agnostico: a me sembra invece che piaccia un pò a tutti. A me piace tantissimo, l'ho detto, lo metto al pari di Frolic, solo dopo Act III
Agnostico
Domenica 19 Giugno 2016, 2.18.21
39
Stasera ho ascoltato per la prima volta quest'album,mi sembra stupendo,niente da invidiare ai primi tre capolavori.Pero' sembra che nessuno sia d'accordo con me,cos'è che non vi convince?
Stefano
Sabato 11 Giugno 2016, 21.16.24
38
Con act III i death angel avrebbero meritato un successo pari se non superiore a quello ottenuto dai metallica. Ed invece sappiamo benissimo come siano andate le cose. Personalmente, ho acquistato l'album appena uscito.letteralmente divorato. Ancora oggi lo ascolto come se il tempo non fosse mai passato. Il capolavoro assoluto dei death angel. Uno dei capolavori del thrash metal \m/
Fly 74
Sabato 11 Giugno 2016, 19.18.28
37
Non vedo l'ora di ascoltare queste canzoni dal vivo. Li ho visti 7 volte da quando si sono riuniti. Suoni, tecnica e attitudine da paura. Imperdibili! Poi Osegueda ha una voce ď acciaio. Ti sotterra!
Raven
Sabato 11 Giugno 2016, 11.43.07
36
Ragazzi, scusate, ma trovo l'accostamento con i Vektor fuorviante. Non è tra questi due gruppi che si devono fare paragoni, l'approccio al thrash delle due realtà è completamente diverso.
terror 1967
Sabato 11 Giugno 2016, 11.32.43
35
Non sono d' accordo con il voto...... ho sentito di peggio con voti piu' alti, io quoto un bel 85 e con tutto il rispetto per i Vektor grande band, ma la premiatta ditta Cavenasty Osegueda sono la storia passata presente e futura e sono non una ma due spanna sopra.
Galilee
Giovedì 9 Giugno 2016, 17.49.07
34
X Jek, volevo arrivare a 40 ma non ce l'ho fatta...
Metal Shock
Giovedì 9 Giugno 2016, 8.08.51
33
X Galilee: Act III quando usci suscito` pareri discordanti. Per alcuni dopo due album come The ultra violence e Frolic fu una delusione, e pezzi come Veil of deception e Room with a view hanno certamente contribuito non poco a quest`opinione. Per me invece fu fin dall`inizio amore a prima vista, perche` rappresenta un passo avanti in qualita` di songwriting eccezzionale, mio parere, mai piu` raggiunto. Le due canzoni citate sono poi pezzi di una malinconia incredibile, altro che Nothing else matters, che elevano ancor di piu` il livello del disco. Per chi ha una apertura mentale maggiore, consiglio anche l`album omonimo dei The organisation, praticamente. Death Angel senza Mark.
jek
Mercoledì 8 Giugno 2016, 21.04.55
32
@Galilee hai resistito 30 commenti prima di dire Antrax stai migliorando
Galilee
Mercoledì 8 Giugno 2016, 16.59.08
31
X metal shock, Act 3 è un grandissimo disco, eppure ai tempi lo bocciarono quasi tutti. Io lo ascoltai molto in differita quindi non ho colpa. Questo per sottolineare che molti grandi album si scoprono col tempo. E che il metallaro non è sempre molto sveglio a captare l'estro artistico di un certo disco.
Galilee
Mercoledì 8 Giugno 2016, 16.56.48
30
Yeah! Stessa cosa che è capitata a me e a molti altri con L'ultimo degli Anthrax. Erano anni che volevo un disco metal cosi, e finalmente qualcuno me l'ha fatto.
roby
Mercoledì 8 Giugno 2016, 15.44.39
29
Si infatti è un parere mio, probabilmente non riesco ad essere obiettivo. Mi ha letteralmente rapito. E' esattamente quello che volevo da un album thrash. Per rispondere a @mario, sicuramente quello che dici tu è giusto, suona contraddittorio, ma di fatto io ho sentito influenze dei Testament in alcuni pezzi che però suonano 100% Death Angel. Ci sono certi passaggi dove ci sono idee dei Testament, ad esempio in The Electric Cell , il riff portante che parte al minuto 0:40, nella prima strofa suona in modo, in quella immediatamente successiva in un altro ma è lo stesso riff. Però la struttura ritmica sia delle linee di chitarra che di batteria cambia. A me stà cosa fà impazzì . Sicuramente non posso dare un giudizio obiettivo, ma vorrei sottolineare che non lo considero un album che cambia i connotati del thrash, ma (almeno per me) è un disco che rappresenta il thrash oggi. C'è il giusto mix tra idee del passato e idee del presente. E io volevo esattamente questo.
Metal Shock
Mercoledì 8 Giugno 2016, 6.21.19
28
Magari @Roby avra` esagerato un po`, ma e` la sua opinione e la rispetto, ma questo album e` veramente bello, poi aver fatto meglio di tanti gruppi citati e` facile. Quando usci` The ultraviolence avevano 18 anni ed il batterista 16 se non mi sbaglio, un po` acerbi lo erano per forza, ma per me il loro apice resta Act III. Questo se la gioca con Frolic. La differenza con i Flotsam, quoto @Rikbay, e` solo che Mark ha ancora una voce spaventosa, mentre Eric ha perso un po`, ma rimane un grande.
Rejection
Martedì 7 Giugno 2016, 22.32.29
27
Gran bel disco! Canzoni molto ispirate e un Osegueda davvero in forma, voto 80
terzo menati
Martedì 7 Giugno 2016, 21.38.28
26
Non siamo tanto ot perché si parla di due band old school che hanno partorito un nuovo album contemporaneamente e hanno tirato fuori le palle quadrate. Poi hanno entrambe due cantanti veri, non semplici screamers, che fanno la differenza. Sono prodotti simili pur con le loro differenze...il vero ot qua sono i vektor
rik bay area thrash
Martedì 7 Giugno 2016, 21.32.15
25
Grandissimi i flotsam !! Lo so sono OT ma dato che sono citati spesso desideravo, se posso, esprimere un mio parere. Tutto li.
terzo menati
Martedì 7 Giugno 2016, 21.24.09
24
Secondo me ascoltando i singoli di questo album e quelli dei flotsam sono due album da prendere a scatola chiusa
mario
Martedì 7 Giugno 2016, 21.19.36
23
Volevo comprarlo dopo quello dei Testament, mi ha incuriosito e colpityo il commento di @Roby,molto sentito e appasionante, però volevo chiedere a Roby se nel suo commento non sia un po contradditorio , dice infatti che questo lavoro è meglio di Metallica, Slayer, Exodus, Anthrax,Overkill, Testament, come se fosse un disco rivoluzionario che cambiasse i connotati del thrash, ecco appunto i Testament, vengono citati ben 2 volte come influenza, dici che sono meglio di loro però dici che in alcune tracce sembrano i Testament, un po contradditoriamente strano mi sembra, chi è meglio di altri fa qualcosa di nuovo non riprende altri gruppi, solo questo volevo capire.
Galilee
Martedì 7 Giugno 2016, 20.50.40
22
X Roby, bello leggere tanto entusiasmo, a prescindere dal fatto che venga condiviso.
ObeYM86
Martedì 7 Giugno 2016, 19.34.30
21
@roby eh la madonna....esagerato un pochino,no?
Raven
Martedì 7 Giugno 2016, 19.03.46
20
Il nuovo album gay di Pupo. Te lo recapiterà lui stesso stanotte
jek
Martedì 7 Giugno 2016, 19.00.05
19
@raven ho vinto qualcosa
roby
Martedì 7 Giugno 2016, 17.52.27
18
Per me è un disco da 100. Pochi cazzi. Suonano old school ma moderni, hanno influenze anni 80 ma anche post 2000. Ad esempio Breakaway ricorda i primi Testament (soprattutto i cori). The Electric Cell i Testament post 2000. Hatred Unite...che pezzo. Cause for Alarm, Father of Lies! Mamma mia, Eargasm. La chiusura dell'album l'hanno affidata ad una song molto Exodus, per non parlare di The Moth, probabilmente il brano più cazzuto che hanno mai fatto, la mia preferita in assoluto di tutti gli album che hanno fatto dall'87 ad oggi. Suona veloce, fresco ma con un pizzico di nostalgia, cattivo, riffoni ignoranti e thrasharoli, ma soprattutto la voce di Mark...Porca troia che voce!!! Una bomba! 47 anni, minchia veramente incredibile. Se dovessi giudicare il disco senza fare paragoni, gli darei 100. Se dovessi giudicare il disco facendo paragoni....niente gli darei comunque 100. A parer mio è quanto di meglio il thrash ha tirato fuori negli ultimi 20 anni, meglio dei vari Metallica, Slayer, Exodus, Anthrax, Testament, Overkill etc. In ogni album delle band sopracitate c'era sempre qualcosa che secondo me non funzionava a dovere (lungi dal dire che hanno solo fatto dischi brutti, assolutamente il contrario) ma quel riff con poco mordente, la voce non azzecata, virtuosismi fine a se stessi, brani scialbi qua e là. In questo album invece, suona tutto bene. L'avrò ascoltato 15 volte da quando è uscito. Il tempo ci saprà dire se è un disco che rimarrà nella storia Mi lincerete lo so. Ma lo preferisco anche all'album di debutto. Bellissimi The Ultra Violence, non direi mai il contrario, ma converrete con me che è un disco acerbo. Questo invece, è frutto di passione ed esperienza, e si sente. Tutto spudoratamente imho.
Raven
Martedì 7 Giugno 2016, 9.16.11
17
Una critica per un voto troppo alto... non credevo di vivere abbastanza per vedere questo giorno
jek
Lunedì 6 Giugno 2016, 20.48.29
16
Ho iniziato l'ascolto oggi, molti pezzi sono decisamente cazzuti alcuni un po' meno ma tutto sommato un bel disco una pecca è "lost" per me inascoltabile ma come detto il resto è buono. Voto sta volta più basso di @Raven 75
Galilee
Lunedì 6 Giugno 2016, 11.41.20
15
Il nome Vektor qua non si può sentire. Fanno tutt'altro proprio, parlando d'intenti sono l'opposto.
rik bay area thrash
Lunedì 6 Giugno 2016, 11.23.42
14
@ Metal Shock : intanto grazie anche a te. Si è vero, i death angel mi sono alquanto scaduti. Ti dico, al momento aspetto di vedere le prossime uscite discografiche in ambito thrash. Veramente non ho ascoltato neanche una nota, però da come mi descrivi questo album non deve essere troppo male, anche perché abbiamo gusti musicali simili in ambito thrash ... comunque più ascolto il nuovo flotsam più mi piace. È veramente un grandissimo album di thrash, imho.
matt2
Lunedì 6 Giugno 2016, 10.54.25
13
2016 che oltre ai qui presenti immensi death angel , presenta tanta buona musica: katatonia, destruction ,flotsam and jetsam (piacevolissima sorpresa) . certo , gli ultra(pompati) citati vektor si dimostrano un valido appiglio per il futuro ,ma , -sarò strano -in attesa di overkill , testament e di altri ben blasonati aspetterei a metterli in cima alla lista. anche a sto giro infatti di gruppi come death angel i vektor devono accontentarsi di vedere la schiena. per the evil divide vale quanto detto da chi lo ritiene sul livello dell'ultimo dream calls er me escludendo act 3 questo è il punto piu alto della loro carriera. voto 85/87
Metal Shock
Lunedì 6 Giugno 2016, 8.20.46
12
@Rikbay: innanzitutto grazie per i complimenti che ritorno ben volentieri. Secondo ti do` un consiglio: anche se penso non sia nelle tue preferenze prova ad scoltare questo disco. Non sono di certi i Death Angel dei primi due dischi, ma l`album e` veramente notevole, un thrash degli anni 2000, con molte influenze heavy metal. Per me The moth e` una delle migliori canzoni thrash dell`anno, con quel basso pulsante e quel riff di chitarra a meta` canzone che mi ha sballato non poco. E ci sono tante canzoni piu` "lente", metal appunto veramente valide. @Graziano: magari non avevo capito bene io, ma ovviamente non era una critica la mia, solo un`opinione. Comunque anche il disco dei Flotsam mi prende parecchio, anche loro non saranno piu` quelli degli anni 80 ma ne uscissero album cosi`. Per i Testament vedremo, gli ultimi due erano buoni album ma non straordinari per me (e comunque la definizione di Peterson mi lasciano un po` perplesso)
Graziano
Domenica 5 Giugno 2016, 23.05.39
11
A me questo album dei Death Angel sta piacendo parecchio. Non era un tentativo di lesa maestà, bensì una constatazione. E non ho fatto paragoni. Dicevo solo che Vektor e Ripper han sfornato dischi mostruosi e al contempo agli antipodi come stile. Flotsam stupendo, anche se ormai son più sui lidi del metal classico. Band che non delude mai.....
Fly 74
Domenica 5 Giugno 2016, 19.09.23
10
Il disco in questione è sullo stesso livello del precedente. Poi dal vivo sono sempre potentissimi. Grandissima band!
terzo menati
Domenica 5 Giugno 2016, 19.05.27
9
I due singoli sono ottimi, e' un thrash molto melodico che fa leva sui fuoriclasse osegueda e il maestro cavestany che non è un chitarrista qualunque. Assieme ai flotsam um gradito ritorno
AL
Domenica 5 Giugno 2016, 18.50.37
8
ennesimo album che devo assolutamente procurarmi. Di solito qui si va sul sicuro. Certo che quest'anno le mie finanze stanno chiedendo pietà.... tra album e concerti è un vero devasto thrash. Leggo i commenti dove vengono tirati in ballo i Vektor ma direi che orma i loro fanno gara a parte. invece sui Destruction dico che non è affatto male, sulle dichiarazioni di Peterson invece ho tanta paura.. di solito a certe sparate iniziali escono poi mezze ciofeche... e poi io resto in attesa di Bobby Blitz e DD Verni. e poi si che son cazzi per tutti! ahahahhah!!!
rik bay area thrash
Domenica 5 Giugno 2016, 13.21.47
7
Premetto : non ho ascoltato neanche una nota di questo nuovo album. Mi sia consentito di quotare i post di @ Metal Shock, sempre molto obiettivi e con i giusti paragoni. Il nuovo Destruction lo devo assimilare con calma mentre per i flotsam posso solo dire : grandi ! Veramente un bellissimo album. ...aah i testament che siano tornati a fare i bambini terribili del thrash? ....sperem ...
ObeYM86
Domenica 5 Giugno 2016, 12.46.43
6
@Metal Shock Io non volevo fare paragoni...è semplicemente un dato di fatto,non riesco a non trovare banale e un pò noioso un disco come Under Attack....e questo disco dei Death Angel,che mi piace,se non avessi ascoltato i Vektor mi avrebbe suscitato sicuramente qualcosa in più...ma sono proposte musicali molto diverse,ed è leggittimo poter preferire qualcosa di più diretto e semplice a pezzi più complessi e strutturati...per questo dico che mi ha "rovinato il thrash",che per antonomasia dovrebbe essere diretto e senza fronzoli.. @Graziano Eric Peterson ha definito il nuovo album come il "loro Reign In Blood",alzando l'asticella delle aspettative...non di poco...
entropy
Domenica 5 Giugno 2016, 2.44.03
5
Io sono d accordo con @ metalshock. Non riesco a vedere un paragone con i vektor. Qui siamo davanti a un disco di thrash canonico e tradizionale, con tutti i limiti e pregi che questo può significare, nel caso dei vektor ad un album iper tecnico e molto più ostico ( ed ambizioso). Voglio sottolineare come i death angel anche secondo me abbiano tirato fuori il miglior album post reunion, e rispetto agli ultimi due album abbiano perso un po di impatto a vantaggio di una maggiore fantasia e melodia. In definitiva concordò con la disamina della recensione
jek
Sabato 4 Giugno 2016, 20.53.33
4
Io invece concordo con @Graziano i Vektor hanno alzato l'asticella di un bel po'. Certo che tra Destruction Paradox e Death Angel stanno diventando un po' troppe le uscite per poterle ascoltare bene. Il voto di Raven e la recensione mi porta a spostare la mia attenzione sui Death. I Flotsam & Jetsam dopo le tre anteprime li ho cassati mi deprimono.
Metal Shock
Sabato 4 Giugno 2016, 19.34.26
3
Personalmente penso che il paragone con i Vektor c'entri poco o niente con gli altri gruppi citati da @ObeYM86 e @Graziano. I Vektor fanno tecno thrash, ben diverso dal thrash più canonico di Destruction, Flotsam, Paradox o Death Angel (i Ripper non li conosco quindi non faccio paragoni); è un pò come paragonare Ac/dc ed Aerosmith: tutti e due fanno hard rock, ma ognuno in modo diverso. Poi per quanto mi riguarda i Vektor non mi piacciono, quindi magari sono di parte, ma tutti gli ultimi album di Destruction, Paradox, Flotsam & Jetsam e non ultimo questo dei Death Angel mi sono piaciuti parecchio, tutti ottimi album che da anni non si sentivano in un unico ottimo anno di thrash metal (devo dire che i Destruction raccolgono voti contrastanti, ma ci stà). Per quanto riguarda questo album per me è il migliore dalla reunion dei Death Angel, più centrato, cattivo ma anche melodico con Cavestany e Osegueda sugli scudi come al solito. Certo non saranno più la band dei primi due album, ma si sono sempre evoluti e cercato di proporre un loro suono personale. Ottima la recensione e d'accordo sul voto, anzi io gli darei anche 85
Graziano
Sabato 4 Giugno 2016, 16.10.53
2
Per me quest'anno i Vektor e i Ripper hanno sfornato due album da paura, in effetti alzando l'asticella del Thrash metal di qualità (ipertecnico i primi, grezzo e violento i secondi). Restiamo in attesa delle loro maestà Testament per il rilancio.....
ObeYM86
Sabato 4 Giugno 2016, 15.35.27
1
Un buon disco,che però non ha avuto in me lo stesso impatto che ebbe il precedente....mi è sembrato un more of the same.Tirato e aggressivo si,ma senza grossi spunti o riff memorabili...Dato che gli ultimi dischi usciti,dai DA che adoro ai Destruction passando per i greci Suicidal Angels,mi hanno fatto tutto lo stesso effetto "tiepido",mi chiedo a questo punto se Terminal Redux non mi abbia "rovinato il thrash"...?!?!?!?!
INFORMAZIONI
2016
Nuclear Blast Records
Thrash
Tracklist
1. The Moth
2. Cause For Alarm
3. Lost
4. Father Of Lies
5. Hell To Pay
6. It Cant Be This
7. Hatred United, United Hate
8. Breakaway
9. The Electric Cell
10. Let The Pieces Fall

Bonus Track:
Wasteland
+ Making Of DVD
Line Up
Mark Osegueda (Voce)
Rob Cavestany (Chitarra)
Ted Aguilar (Chitarra)
Damien Sisson (Basso)
Will Carroll (Batteria)

MUSICISTI OSPITI
Jason Suecof (Chitarra in traccia 2)
Andreas Kisser (Chitarra in traccia 7)
 
RECENSIONI
78
77
65
89
75
95
80
90
ARTICOLI
19/12/2018
Live Report
EXODUS + SODOM + DEATH ANGEL + SUICIDAL ANGELS
MTV HEADBANGERS BALL TOUR 2018 - Phenomenon, Fontaneto d'Agogna (NO), 14/12/2018
09/12/2017
Live Report
TESTAMENT + ANNIHILATOR + DEATH ANGEL
Live Club, Trezzo sull'Adda (MI), 1/12/2017
17/12/2013
Intervista
DEATH ANGEL
Intervista a Rob Cavestany
03/12/2013
Live Report
DEATH ANGEL + EXTREMA + DEW-SCENTED + ADIMIRON
Tempo Rock, Gualtieri (RE), 30/11/2013
18/12/2010
Live Report
KREATOR + EXODUS + DEATH ANGEL + SUICIDAL ANGELS
Estragon, Bologna, 15/12/2010
27/04/2004
Intervista
DEATH ANGEL
Parla Rob Cavestany
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]