Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

10/07/20
MERIDIAN DAWN
The Fever Syndrome

10/07/20
MICHAEL GRANT & THE ASSASSINS
Always the Villain

10/07/20
ENUFF Z`NUFF
Brainwashed Generation

10/07/20
SHINING BLACK
Shining Black

10/07/20
TOKYO MOTOR FIST
Lions

10/07/20
EXECUTIONERS MASK
Despair Anthems

10/07/20
INTER ARMA
Garber Days Revisited

10/07/20
ROAD SYNDICATE
Smoke

10/07/20
DAWN OF A DARK AGE
La Tavola Osca

10/07/20
BATTLE DAGORATH
Abyss Horizons

CONCERTI

13/07/20
KISS (SOSPESO)
ARENA - VERONA

17/07/20
GIACOMO VOLI + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

Rain - Spacepirates
11/06/2016
( 1175 letture )
I Rain tornano a sfornare un disco hard & heavy dopo l'interessante esperimento Mexican Way, che ha permesso di inquadrarli sotto una nuova luce, fatta di brani acustici in stile spaghetti western. La loro lunga carriera, iniziata nel 1980, si è contraddistinta per i continui cambi di line up e anche stavolta, rispetto all'ultima uscita, la formazione ha subito un nuovo rimpasto, rimanendo come unico sopravvissuto il chitarrista Alessio "AMOS" Amorati, presente nella band sin dal 1998 e leader incontrastato del gruppo, oltre che autore delle composizioni. Se vi capitasse di trovarvi in un buon negozio di musica, verreste ammaliati dalla copertina di Spacepirates da una distanza considerevole, perché la cover è particolarmente accattivante. I maschietti noteranno immediatamente l'animazione raffigurante la posa provocante di una bellissima e prosperosa ragazza dai capelli e dai vestiti rossi. Il colore rosso ha l'obiettivo di catturare l'attenzione: è centrale nell'elemento principale del disegno (la ragazza appunto), ma anche nello sfondo infuocato e nei caratteri del titolo.

Il disco scorre piacevolmente per chi apprezza le chitarre distorte ed i riff veloci che ne seguono, coadiuvati dalla batteria martellante sullo sfondo, sempre e comunque pestata a dovere. A tutto ciò va aggiunto il buon songwriting, connotato da un retrogusto scherzoso, caratterizzante i momenti più divertenti dell'LP. Le tracce degne di nota, utili a riassumere lo scenario appena descritto, sono diverse, a partire dall'iniziale titletrack: l'ideale per aprire le danze e suonare la carica. Spacepirates è infatti un buon mix fra hard rock e punk, che concede qualche rallentamento e variazione solo per eseguire il bridge ed il successivo assolo. Per qualcosa di più valido sotto il profilo tecnico bisogna attendere Hellfire, la quale pone in risalto la sezione ritmica: il basso è roboante in puro stile heavy, Amorati detta la linea da seguire sui cambi di tempo improvvisi, mentre la batteria piazza colpi duri e ben distinti. Ad uscire dagli schemi consolidati ci pensa Billion Dollar Song: il classico brano melodico anni 90, che qualsiasi adolescente, cresciuto in quella decade, ha ascoltato e forse anche canticchiato. L'atmosfera è serena e spensierata, in perfetta sintonia con l'accompagnamento pacato delle chitarre, senza andare a violare il giusto momento di relax concesso dalla ballad. Con la seguente 86 si torna a spingere sull'acceleratore tramite un sound robusto e particolarmente aggressivo: i ritmi incalzanti sono gradevoli e mai banali; l'assolo è eseguito in maniera ottimale ed è ben amalgamato al resto del pezzo. Il capitolo più interessante del lotto è la simpatica We Don't Call The Cops (W.D.C.T.C.), resa ancor più divertente dall'interpretazione canzonatoria del singer. Sul minuto e mezzo si assiste ad uno stupefacente cambio di direzione, dato dall'accelerazione improvvisa delle chitarre, che producono riff fulminanti e intrecciati fra loro, rendendo la canzone ossessivamente intensa. Kite'n'Roll procede sui binari irriverenti tracciati dal brano precedente, omaggiando la vita da rockers on the road, attraverso alcuni passaggi in lingua spagnola ed un sound che renderebbe orgoglioso il compianto Lemmy Kilmister.

Spacepirates sancisce un ritorno a sonorità più consone al passato del gruppo, caratterizzandosi per una forte e decisiva dose di energia espressa dai nuovi componenti, ma anche per la tanta esperienza in fase di registrazione di Alessio Amorati. I Rain del 2016 conoscono i propri limiti e tale consapevolezza dona forza al full length. Una grande prova di umiltà per una band che nel corso degli anni ha subito accuse di superbia, anche in maniera fin troppo ingenerosa. Un disco solido e compatto, ma soprattutto autoironico, dove l'intento principale è quello di divertirsi e far divertire con del dannatissimo rock'n'roll e tutto sommato, cosa si può chiedere di meglio?



VOTO RECENSORE
74
VOTO LETTORI
73 su 3 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2016
Aural Music
Heavy Rock
Tracklist
1. Spacepirates
2. Not Dead Yet
3. Hellfire
4. Black Ford Rising
5. Billion Dollar Song
6. 86
7. Forever Bitch
8. We Don't Call the Cops
9. Kite'n'Roll
Line Up
Mantis Le Sin (Voce)
Alessio "AMOS" Amorati (Chitarra e cori)
Amedeo Mongiorgi (Chitarra e cori)
Gabriele Ravaglia (Basso)
Andrea Fedrezzoni (Batteria)
 
RECENSIONI
70
71
s.v.
ARTICOLI
28/07/2015
Intervista
BLACK RAINBOWS
Lysergic Acid (he)art
11/03/2015
Live Report
BLACK RAINBOWS + WEDGE + ELECTRIC SUPERFUZZ
Init, Roma, 06/03/2015
04/03/2015
Live Report
GENTLE STORM + RAIN
Locomotiv, Bologna - 26/02/15
04/07/2014
Live Report
KALIDIA + CRAZY RAIN + TEREBRA
28/06/2014 Circus Club, Scandicci (FI)
17/03/2014
Intervista
BLACK RAINBOWS
Fuzz Nation
09/02/2014
Live Report
CHURCH OF MISERY + BLACK RAINBOWS
Init, Roma, 05/02/2014
04/12/2012
Live Report
MARK LANEGAN BAND + CREATURES WITH THE ATOM BRAIN + BRUCE GARWOOD + LYENN
Viper Theatre, Firenze, 30/11/2012
23/02/2011
Live Report
TYGERS OF PAN TANG + RAIN + DEVIL'S MOJITO
Viper Theatre, Firenze, 20/02/2011
08/07/2010
Intervista
ENGRAINED
Il rock non deve morire!
13/05/2010
Intervista
BLACK RAINBOWS
Rock inglese d'Italia
14/03/2010
Live Report
AIRBOURNE + BLACK RAINBOWS
Una serata all'insegna dell'Hard Rock
10/11/2002
Live Report
NICKO MCBRAIN
Centro Turistico Integrato, Atri, 06/11/2002
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]