Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Uriah Heep
Living the Dream
Demo

Raum Kingdom
Everything & Nothing
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/09/18
AZAGHAL
Valo Pohjoisesta

24/09/18
HUMAN DECAY
Mefitico

25/09/18
TO END IT ALL
Scourge of Woman

25/09/18
SINATRAS
God Human Satan

26/09/18
OSSUARY ANEX
Holy Blasphemition

27/09/18
STELLAR DESCENT
The Future is Dark

28/09/18
BONEHUNTER
Children of the Atom

28/09/18
RUNNING WILD
Pieces Of Eight - The Singles, Live and Rare 1984 – 1994"

28/09/18
NAZARETH
Loud & Proud! The Box Set

28/09/18
EVILON
Leviathan

CONCERTI

28/09/18
HOUR OF PENANCE
ENJOY CLUB - VICENZA

28/09/18
GRAVEYARD + BOMBUS
ZONA BRONSON - BOLOGNA

28/09/18
THE SECRET + GUESTS
KRAKATOA FEST - TPO - BOLOGNA

28/09/18
EDU FALASCHI
DEFRAG - ROMA

28/09/18
SVLFVR + GUESTS
EXENZIA - PRATO

29/09/18
GRAVEYARD + BOMBUS
BLOOM - MEZZAGO (MI)

29/09/18
EDU FALASCHI + ACID TREE + GUESTS
ARCI TOM - MANTOVA

29/09/18
TORCHIA
KRACH CLUB - MONASTIER (TV)

29/09/18
NWOIBM FEST
GARAGESOUND - BARI

29/09/18
GO! FEST
CSOA SPARTACO - ROMA

Necrodeath - Black As Pitch
30/07/2016
( 1206 letture )
Dopo il grandioso ritorno in pista nel 1999 con il superlativo Mater Of All Evil e con la conferma della nuova formazione, i genovesi Necrodeath, leggenda globale del black thrash più oltranzista, non perdono tempo e si mettono subito al lavoro per pubblicare un degno successore del più che positivo comeback discografico. Il sodalizio con Scarlet Records è più solido che mai e Peso e soci ripagano la fiducia con un album fin troppo sottovalutato come Black As Pitch, per niente un disco di passaggio o di sperimentazioni ma bensì una ennesima conferma del potenziale della band ligure, in grado di tritare tutto e tutti se in palla come in questo periodo.

Si comincia subito senza pietà alcuna con la slayeriana Red As Blood, una furia incontrollabile al cui interno, oltre al drumming furioso di Peso, si stagliano superlative le ritmiche e gli assoli acidi del riff-master Claudio, vero e proprio motore inarrestabile della band. Si prosegue senza rifiatare con Riot of Stars, dove la sezione ritmica non dà un attimo di tregua grazie anche all’apporto sempre preciso e mortale del basso di John e il mattatore Flegias al microfono sembra davvero essere nato per ricoprire il ruolo di cantante dei Necrodeath. Burn and Deny è un efficace alternarsi tra sfuriate black e ritmi groove, con una parte centrale assestata su ritmi cadenzati che trasudano malignità da ogni nota, mentre Mortal Consequence, se non per il ritornello rallentato, è se possibile ancora più malvagia e veloce della precedente, anche grazie agli ottimi fill-in di batteria di Peso e ai sermoni black del sempre più indiavolato Flegias. La produzione e i suoni del nuovo corso metallico blasfemo in casa Necrodeath sono decisamente più pulite rispetto al passato, merito anche delle registrazioni agli Underground Studios in Svezia, che però non fanno minimamente perdere la band in cattiveria e acidità sonora. Il risultato è ben udibile in due pezzi da novanta: Sacrifice 2K1, versione ri-registrata superveloce e superincazzosa della storica Eucharistical Sacrifice presente sull’immenso Fragments of Insanity, in cui la differenza acustica con l’originale è evidente ma risulta quasi indistinguibile la mefitica aria che si respira al solo ascolto a occhi chiusi, se non ovviamente per la diversa tonalità di voce vista la differenza tra l’attuale cantante e lo storico Ingo; tocca poi all’anomala Process of Violation, uno slow tempo sulfureo dal cantato aspro che fino a questo momento mai si era sentito nella discografia dei genovesi (brano per il quale è stato anche girrato un video). Le composizioni arrivano a fatica ai tre minuti di lunghezza, a dimostrazione di quanto i Necrodeath vogliano essere sempre e comunque ricordati come uno degli ensemble più estremi che il mondo ricordi e del quale l’Italia deva essere orgogliosa. Quindi via a rotta di collo con la travolgente Anagaton, con una parte di cantato in latino letteralmente da brividi, con l’ancora più veloce ed estrema Killing Time, dalle forti tinte black e con un Peso sugli scudi, con il malefico mid tempo cadenzato e soffocante di Saviours of Hate che a metà brano si tramuta in una carneficina di demoni indiavolati per attaccarsi perfettamente all’insostenibile leggerezza della violenza di Join the Pain, una vera e propria mitragliata black/thrash da premio Nobel. Chiude l’album la magnifica Church’s Black Book, un brano che in poco più di quattro minuti di sfuriate senza ripresa di fiato racchiude ciò che sono e sempre saranno considerati i liguri.

I Necrodeath con questo Black As Pitch confermano prima di tutto di essere tornati per restare, di non aver perso minimamente lo smalto più violento ed estremo della loro carriera iniziale, di avere una formazione solida e compatta in cui ognuno dei membri, siano essi fondatori o new entry, rappresentano l’essenza di ciò che la band vuole trasmettere, ma soprattutto di essere ancora uno degli invidiabili capisaldi del metal tricolore, estremo e non: un faro e un esempio da seguire ciecamente anche oltreoceano, dove sono sempre stati considerati, a ragione, dei precursori capaci di influenzare musicalmente decine e decine di band storiche. Inossidabili.



VOTO RECENSORE
84
VOTO LETTORI
90 su 3 voti [ VOTA]
Teevildo75
Giovedì 4 Agosto 2016, 9.46.19
2
c'è poco da dire, un grande album di una grande band!
Metal4ever
Lunedì 1 Agosto 2016, 17.03.03
1
Bello, bello, bello! Gli preferisco un pochino di più il precedente, ma anche questo è un vero e proprio martello pneumatico di gran thrash. "Church's Black Book" apice del disco!
INFORMAZIONI
2001
Scarlet Records
Thrash
Tracklist
1. Red As Blood
2. Riot of Stars
3. Burn and Deny
4. Mortal Consequence
5. Sacrifice 2K1
6. Process of Violation
7. Anagaton
8. Killing Time
9. Saviours of Hate
10. Join the Pain
11. Church’s Black Book
Line Up
Flegias (Voce)
Claudio (Chitarra)
John (Basso)
Peso (Batteria)
 
RECENSIONI
75
72
71
72
70
79
69
84
77
84
85
86
83
ARTICOLI
02/05/2018
Intervista
NECRODEATH
Gli anni di Cristo
20/04/2018
Live Report
NECRODEATH + LAPIDA + WHISKEY & FUNERAL
Defrag, Roma, 14/04/2018
29/05/2015
Live Report
NECRODEATH + PATH OF SORROW + SINPHOBIA + MOLOSSO
261, Genova, 22/05/2015
08/08/2014
Intervista
NECRODEATH
Peccati Capitali
30/03/2013
Intervista
NECRODEATH
The Rocky Road to Dublin
11/10/2012
Intervista
NECRODEATH
Tra passato e futuro
26/09/2012
Live Report
NECRODEATH + CO2 + UNTORY + ESCAPEINOUT
Insomnia - Scordia (CT) 15/09/2012
02/04/2012
Live Report
NECRODEATH + EXCRUCIATION + DEATH MECHANISM ed altri
Lo-Fi, Milano, 24/03/2012
04/03/2012
Intervista
NECRODEATH
Into The Macabre, 1987 - 2012
13/12/2011
Intervista
NECRODEATH
Quando il thrash si tinge di pulp...
10/03/2011
Live Report
NECRODEATH + RAZA DE ODIO + DATAKILL + SHAKE WELL BEFORE
Bulldog, Serra Riccò (GE), 05/03/2011
09/01/2010
Live Report
NECRODEATH + DEATH MECHANISM + SHINING FEAR
Resoconto di una grande serata
04/01/2010
Intervista
NECRODEATH
Venticinque anni di furia metallica
01/12/2007
Live Report
NECRODEATH + CRIPPLE BASTARDS
Target Club, Bari, 23/11/2007
29/07/2006
Intervista
NECRODEATH
Parlano Peso e Flegias
30/10/2004
Live Report
NECRODEATH + KISS OF DEATH + DISEASE
Alpheus, Roma, 10/10/2004
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]