Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Ayreon
Electric Castle Live and Other Tales
Demo

Morningviews
You Are Not the Places You Live In
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

27/05/20
HELIKON
Myth & Legend

29/05/20
PALAYE ROYALE
The Bastards

29/05/20
OUR POND
Paraphernalia

29/05/20
GRAVE DIGGER
Fields Of Blood

29/05/20
VIOLENT HAMMER
Riders of the Wasteland

29/05/20
MORBID ANGELS
Altars of Madness – Ultimate Edition

29/05/20
XIBALBA
Anos En Infierno

29/05/20
SORCERER
Lamenting Of The Innocent

29/05/20
CENTINEX
Death In Pieces

29/05/20
DEF LEPPARD
London to Vegas

CONCERTI

29/05/20
RAIN + GUESTS (ANNULLATO)
BLACK DEVILS SPRING PARTY - S. GIOVANNI IN PERSICETO (BO)

29/05/20
NECRODEATH (ANNULLATO)
LEGEND CLUB - MILANO

30/05/20
MARK LANEGAN BAND (ANNULLATO)
TEATRO MANZONI - BOLOGNA

09/06/20
PERIPHERY (ANNULLATO)
ORION - CIAMPINO (ROMA)

10/06/20
IN.FEST
CIRCOLO MAGNOLIA - MILANO

12/06/20
SYSTEM OF A DOWN + KORN + GUESTS TBA (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

12/06/20
GUNS N` ROSES + GUESTS TBA (ANNULLATO)
FIRENZE ROCKS - VISARNO ARENA (FIRENZE)

13/06/20
AEROSMITH + GUESTS (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

16/06/20
STEEL PANTHER + THE WILD (SOSPESO)
ALCATRAZ - MILANO

16/06/20
DEATHLESS LEGACY
CRAZY BULL - GENOVA

Orphaned Land/Amaseffer - Kna’an
26/08/2016
( 1844 letture )
Kna'an è quella parte di mondo che viene identificata come la Terra Promessa, la terra che Dio aveva promesso ad Abramo come luogo in cui stabilire la sua discendenza, il popolo eletto. Kna'an però è anche un disco in cui prendono vita i personaggi della storia biblica di Abramo, nel susseguirsi delle tredici tracce si delineano attraverso la musica e i testi la figura di Abramo e di sua moglie Sarah, della sua schiava Hagar, scacciata insieme al figlio, Ismaele, per gelosia della moglie di Abramo, e di Isacco e Ismaele, fratelli ma generati da due madri diverse e contrapposti nonché capostipiti di popoli diversi, echi di un mitico passato di cui si può trovare traccia ancora oggi.
Ma facciamo un passo indietro, Kna'an è un disco che nasce come side-project degli Orphaned Land e dal batterista degli Amaseffer, due gruppi che condividono la propria patria e la raccontano attraverso la musica in modi simili eppure diversi. Tuttavia, Kna'an non è solo un semplice album destinato all'ascolto, ma è anche la colonna sonora per la rappresentazione teatrale ideata dal tedesco Walter Wayers. È proprio grazie all'autore/drammaturgo tedesco che Kobi Farhi e Erez Yohanan collaborano per dare vita a questo particolare disco che sarebbe riduttivo definire semplicemente come metal: Kna'an è infatti un mélange di ballad e di momenti più aggressivi (in cui viene fatto anche ricorso al metal), seguendo i sentimenti che animano i personaggi della vicenda.

La prima traccia del disco, The Holy Land Of Kna'an, ci trasporta fin da subito con il suo ritmo cadenzato e la voce di Kobi in un paesaggio sonoro mediorientale, creando attesa e carica emotiva per la traccia successiva, The Angel Of The Lord, la quale sembra però allontanarsi da quell'atmosfera esotica per avvicinarsi invece in territori metal, come anche l'inquieta The Burning Garden – Sarah And Hagar, in cui, come suggerisce il titolo, fa la sua comparsa un'intensa e drammatica voce femminile.
Anche quando però queste incursioni più aggressive sembrano prendere il sopravvento vengono smorzate da frammenti acustici come in Naked – Abraham, o dalle numerose tracce in cui è proprio la chitarra acustica a predominare la scena come nella malinconica Naked – Sarah And Abraham o nella stupenda e classicheggiante A Tree Without No Fruit, in cui una melodia di mandolino ci immerge ancora di più nel contesto mediterraneo.
Oltre a qualche sporadico passaggio in ebraico, i rimandi musicali al Vicino Oriente vengono costantemente riportati all'attenzione dell'ascoltatore non solo con le trame intessute dalla chitarra o dall'avvolgente cantato di Kobi Farhi, ma anche dalle morbide ma penetranti melodie degli archi che compaiono qua e là all'interno dell'album (Akeda) o ancora dai ritmi esotici -per le orecchie occidentali- di Fruits From Different Trees – Ishma'el And Itzhak.
L'ultima canzone di Kna'an sembra racchiudere il senso dell'album e della storia:

Will we ever learn at last
Eternal prisonners of the past
[…]
Tragic circles of hate
Two hands with guns and books and faith
To overcome we must
Redeem the prisonners of the past


una ballad che termina dolcemente il disco con un semplice strumming di chitarra e l'avvicendarsi delle voci, in una chiusura corale e quasi speranzosa.

Dunque è difficile etichettare Kna'an in modo preciso e definitivo: si avverte qualche spunto prog e per spingersi fino al metal più ortodosso, ma trattandosi di una colonna sonora, il sound segue le vicende della storia. Anche la produzione si adegua evidentemente questa necessità: vengono infatti messe in luce le voci che si avvicendano nei circa quaranta minuti di musica, è infatti la storia ad essere al centro dell'attenzione, sono inoltre messe in risalto le partiture di chitarra acustica, a discapito di una batteria che viene confinata sullo sfondo soltanto come scheletro ritmico.
Le canzoni sono brevi e sembrano quasi dei capitoli a parte, come una vera e propria colonna sonora, lavoro non estraneo ad Erez Yohanan, il quale si era già misurato con Slaves For Life in un tentativo (pienamente realizzato) simile, in cui per altro aveva partecipato anche Kobi Farhi come “attore”.
Insomma un progetto decisamente audace che sarà sicuramente apprezzato sia dai fan degli Orphaned Land e egli Amaseffer, ma lontano dal metal a cui si è abituati e che approfondisce una storia da una prospettiva non abituale.



VOTO RECENSORE
76
VOTO LETTORI
85 su 6 voti [ VOTA]
Mister C
Giovedì 1 Settembre 2016, 15.31.38
6
Adoro gli Orphaned Land, ma questo disco è noioso, a tratti fastidioso.
il luminare
Mercoledì 31 Agosto 2016, 22.51.14
5
fantastici!!!
Prometheus
Martedì 30 Agosto 2016, 13.16.16
4
Amo gli OL, per cui metto subito quest'album in wishlist!
Mikael Akerfeldt
Domenica 28 Agosto 2016, 23.18.13
3
grandissimo gruppo gli Orphaned Land!!!finalmente un gruppo originale nelllo stantio metallo..ce ne fossero di band cosi...+unici che rari!
Deris
Sabato 27 Agosto 2016, 8.01.08
2
Grande progetto...gli Orphaned ormai sono una realta mondiale
Dorian Gray
Venerdì 26 Agosto 2016, 21.07.19
1
da ascoltare.lo prenderò.però sto benedetto nuovo album degli amaseffer quando esce,con la voce piu bella del metal tutto,il magnifico MATS LEVEN?
INFORMAZIONI
2016
Century Media
Prog Metal
Tracklist
1. The Holy Land Of Kna'an
2. The Angel Of The Lord
3. Naked - Sarah And Abraham
4. The Burning Garden - Sarah And Hagar
5. Naked - Abraham
6. A Tree Without No Fruit - Sarah
7. There Is No God For Ishma'el
8. The Vision
9. A Dove Without Her Wings - Hagar
10. The Loneliness Of Itzhak
11. Akeda
12. Fruits From Different Trees - Ishma'el And Itzhak
13. Prisoners Of The Past
Line Up
Kobi Farhi (Voce)
Chen Balbus (Chitarra)
Idan Amsalem (Chitarra)
Uri Zelcha (Basso)
Matan Shmuely (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]