Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Ayreon
Electric Castle Live and Other Tales
Demo

Morningviews
You Are Not the Places You Live In
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

30/05/20
OCTOBER FALLS
A Fall of an Epoch

30/05/20
CONCEIVED BY HATE
Putrid Realms of the Occult

30/05/20
KRYPTAMOK
Verisaarna

01/06/20
INSTIGATE
Echoes of a Dying World

05/06/20
THE GHOST INSIDE
The Ghost Inside

05/06/20
DEVIN TOWNSEND
Empath - The Ultimate Edition

05/06/20
HAKEN
Virus

05/06/20
GRUESOME/EXHUMED
Twisted Horror (split)

05/06/20
FROST*
Others

05/06/20
MAKE THEM SUFFER
How To Survive A Funeral

CONCERTI

30/05/20
MARK LANEGAN BAND (ANNULLATO)
TEATRO MANZONI - BOLOGNA

09/06/20
PERIPHERY (ANNULLATO)
ORION - CIAMPINO (ROMA)

10/06/20
IN.FEST
CIRCOLO MAGNOLIA - MILANO

12/06/20
SYSTEM OF A DOWN + KORN + GUESTS TBA (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

12/06/20
GUNS N` ROSES + GUESTS TBA (ANNULLATO)
FIRENZE ROCKS - VISARNO ARENA (FIRENZE)

13/06/20
AEROSMITH + GUESTS (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

16/06/20
STEEL PANTHER + THE WILD (SOSPESO)
ALCATRAZ - MILANO

16/06/20
DEATHLESS LEGACY
CRAZY BULL - GENOVA

17/06/20
SOCIAL DISTORTION + GUEST TBA
CARROPONTE - SESTO SAN GIOVANNI (MI)

18/06/20
GLORYHAMMER
ALPEN FLAIR - BOLZANO

Zed - Trouble in Eden
15/09/2016
( 1475 letture )
Come suonerebbero oggi i Led Zeppelin 2.0? Probabilmente con un sound molto vicino alla modalità di questi californiani provenienti dalla Bay Area di ‘Cisco, resa celebre dallo scoccare del thrash negli eighties. Ma andiamo per ordine, visto che non stiamo parlando di pivellini ma di lupi grigi di lungo corso. La band, con questo monicker, sale agli onori della ribalta nel 2007 sulla scena della baia di San Francisco e incendia i live act con performance di risalto e potenza ruvida a iosa; bisogna aggiungere che i tre quarti del gruppo (il guitar player e vocalist Peter Sattari, il drummer Rich Harris e il bassista Mark Aceves) suonavano già assieme nei Stitch for Prosthetic e che avevano pubblicato un CD patrocinato dalla Metal Blade Records. Al terzetto viene aggiunto il mago delle sei corde Greg Lopez e così prendono vita gli Zed, combo che basa moltissimo il proprio coacervo musicale su riff assassini e hook.lines derivate dal gusto vigente sul terminare degli anni sessanta- inizio settanta. Il quartetto suona cosa più lo aggrada senza badare a etichette o mode, e dopo aver incessantemente ricercato un contratto che non arriva, decide di pubblicare in maniera autoprodotta il primo capitolo, Desperation Blues, partorito nel Maggio del 2013.

Oggi, tre anni dopo, giunge il secondo mattone della loro carriera, finalmente con una company alle spalle, la Ripple Music, e il qui presente Trouble In Eden, sfreccia fino a noi. Copertina che accenna all’idea musicale, poi si parte subito con sventole elettriche e chitarre fumanti in stile Jimmy Page e soci, inutile girarci attorno, i Led Zeppelin hanno influenzato pesantemente la crescita musicale di questi musicisti e la loro evoluzione. Royale apre le danze con un’esplosione di riff pesanti e cadenzati in chiave moderna, ma che si abbeverano ai tempi andati, il cantante non sfoggia tonalità alla Plant ma si avvicina più ad un Chris Cornell dei tempi  degli Audioslave e bisogna dire che il risultato è molto molto convincente, tutti gli strumenti “escono fuori” da una produzione volutamente sporca ma mai rozza o renitente. Una bella botta come partenza, con un solismo di Greg Lopez lisergico e assai psichedelico. Il disco prosegue per la stessa strada, Save You From Yourself gronda chitarre e groove con un cantato cattivo ed aderente ai gusti della band, Save You From Yourself spinge in direzione più modernista e snocciola un flavour che sa di Linkin’Park sulle tracce del singing, mentre le asce vanno inanellando una serie di riff ipnotici che arrivano come bastonate secche sulla zona lombare. Ci ha impressionato, oltre alle stesure, una definizione coniata dalla label, che, a parer nostro si attaglia perfettamente allo stile di questi americani: “body-shaking blues-driven rock”. The Only True Thing sfugge dai fulmini del Olimpo e spara mitragliate, con cambi di tempo molto apprezzabili, la song che dà il titolo all’intero ellepì si presenta con una veste nera e fuligginosa con sprazzi sulfurei, poi Blood Of The Fallen semina granulosità e soluzioni melodiche interessanti che decisamente staccano questi ragazzi dal carrozzone degli epigoni veri e copiatori degli Zeppelin. High Indeed fa il paio con un basso muscoloso e in grande evidenza, blues energizzato in High Indeed che diventa una lunga traccia di hard rock con tempi dilatati, Across The Sea vive di impatti sonori e strumenti che tirano la volata, ancora un basso maestoso e guitar indomabili come il ballo di San Vito; So Low sfodera la dodici corde acustica per poi mutare in un hard saltellante, nerboruto, spietato e atletico, mentre la finale The Mountain scodella una power ballad con arrangiamenti di lusso e sonorità brillanti e magniloquenti.

Una gran bella sorpresa gli Zed, se amate gli Zeppelin ma soprattutto l’hard dei seventies riverniciato con sonorità moderne, inoltre se apprezzate la musica non copiata di sana pianta ma che pesca ad autorevoli fonti d’ispirazione suprema, beh questo Problema in Paradiso è un disco fatto lucidamente per voi. Feeling trasudante, groove che tracima, line-up coesa e preparata, chitarre cazzutissime, una sezione ritmica tetragona con un basso pericoloso come un anaconda affamata e una voce perfetta per il genere, insomma non abbiate timori di affacciarvi su questa ridente realtà californiana. Tutto si eleva, tutto è perfettibile, ma questa nuova release degli Zed è una delle proposte meglio confezionate di questo 2016. No ai miracoli, sì ai dischi con attributi zigrinati in acciaio temperato.



VOTO RECENSORE
81
VOTO LETTORI
90 su 1 voti [ VOTA]
Salvatore
Venerdì 19 Maggio 2017, 16.13.05
3
Non sono molto daccordo sul definire i trouble , somiglianti agli zeppelin o ai sound garden, per me ,sono i diretti eredi dei Black Sabbath: heavy sulfureo ,visionario,doom spezzato da accelerazioni e doppie chitarre di stampo quasi 'maideniano',voce a metastrada frail primo ozzy e gli acuti di Robert plant:io me li ricordavo così! .....possono fare di meglio!....visto che sono una band storica del hard & heavy americano!.....
Metal Shock
Lunedì 19 Settembre 2016, 18.05.07
2
Li sto` ascoltando adesso e sono una piacevole sorpresa. Hard rock con influenze blues notevole, voce, come scritto, che ricorda Cornell e riff torridi a go go. Quello che non capisco e` l`accostamento agli Zeppelin, per me qui si sente piu` odore di desert rock, addirittura qualcosa grunge, sara` la voce, ma gli Zep...boh, trovo molto piu` Zeppeliniani band come Rival sons (ma la recensione di Holliw ground?) o Scorpion child. Comunque il voto mi sembra giusto.
Graziano
Venerdì 16 Settembre 2016, 21.11.59
1
Proverò questi Zed (leppelin)... Un'ottima recensione che mi ha invogliato.
INFORMAZIONI
2016
Ripple Music
Hard Rock
Tracklist
1. Royale
2. Save You From Yourself
3. The Only True Thing
4. Today Not Tomorrow
5. Trouble In Eden
6. Blood Of The Fallen
7. High Indeed
8. So Low
9. Across The Sea
10. The Mountain
Line Up
Pete Sattari (Voce, Chitarra)
Greg Lopez (Chitarra)
Mark Aceves (Basso)
Rich Harris (Batteria)
 
RECENSIONI
ARTICOLI
13/01/2020
Articolo
METALLIZED CHARTS 2019
Death, Brutal, Grind
13/01/2020
Articolo
METALLIZED CHARTS 2019
Folk, Viking Metal
10/01/2020
Articolo
METALLIZED CHARTS 2019
Post, Core, Experimental
11/01/2020
Articolo
METALLIZED CHARTS 2019
Sludge e Stoner
12/01/2020
Articolo
METALLIZED CHARTS 2019
Doom e dintorni...
08/01/2020
Articolo
METALLIZED CHARTS 2019
Hard Rock/AOR/Sleaze
07/01/2020
Articolo
METALLIZED CHARTS 2019
Progressive Rock/Metal
05/01/2020
Articolo
METALLIZED CHARTS 2019
Heavy, Power
04/01/2020
Articolo
METALLIZED CHARTS 2019
Black Metal
02/01/2020
Articolo
METALLIZED CHARTS 2019
Thrash, Hardcore
19/02/2019
Articolo
METALLIZED CHARTS 2018
Redazione A "Alternative"
14/02/2019
Articolo
METALLIZED CHARTS 2018
Redazione A "Thrash, Hardcore"
12/02/2019
Articolo
METALLIZED CHARTS 2018
Redazione A ''Hard Rock''
10/02/2019
Articolo
METALLIZED CHARTS 2018
Redazione A "Heavy, Power"
02/02/2019
Articolo
METALLIZED CHARTS 2018
Redazione B ''Death Metal, Grind, Brutal''
31/01/2019
Articolo
METALLIZED CHARTS 2018
Redazione B ''Progressive Rock, Progressive Metal, Metalcore''
25/01/2019
Articolo
METALLIZED CHARTS 2018
Redazione C "Black, Pagan, Folk e Goth"
23/01/2019
Articolo
METALLIZED CHARTS 2018
Redazione C “Death/Doom Metal”
21/01/2019
Articolo
METALLIZED CHARTS 2018
Redazione C “Sludge & Post Metal”
19/01/2019
Articolo
METALLIZED CHARTS 2018
Redazione C “Doom, Stoner e Sludge”
31/03/2015
Articolo
SPECIALE METALLIZED
La svolta
30/12/2014
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 22 - L'occhio della webzine
30/10/2014
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 21 - L'occhio della webzine
01/09/2014
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 20 - L'occhio della webzine
30/07/2014
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
#19 - L'occhio della webzine
06/07/2014
Articolo
SPECIALE METALLIZED
Avanti con orgoglio
02/06/2014
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 18 - L'occhio della webzine
28/04/2014
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 17 - L'occhio della webzine
01/04/2014
Articolo
SPECIALE METALLIZED
Anno Zero?
30/03/2014
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 16 - L’occhio della webzine
27/02/2014
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 15 - L'occhio della webzine
30/01/2014
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 14 - L'occhio della webzine
02/01/2014
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 13 - L'occhio della webzine, Speciale 2013
29/12/2013
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 12 - L'occhio della webzine
29/11/2013
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 11 - L'occhio della webzine
29/10/2013
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 10 - L'occhio della webzine
28/09/2013
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 9 - L'occhio della webzine
30/08/2013
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 8 - L'occhio della webzine
29/07/2013
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 7 - L'occhio della webzine
30/06/2013
Articolo
SPECIALE METALLIZED
A caccia di nuovi orizzonti
28/06/2013
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 6 - L'occhio della webzine
30/05/2013
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 5 - L'occhio della webzine
29/04/2013
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 4 - L'occhio della webzine
30/03/2013
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 3 - L'occhio della webzine
27/02/2013
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 2 - L'occhio della webzine
29/01/2013
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 1 - L'occhio della webzine
29/12/2012
Articolo
THE METALLIZED OBSERVER
# 0 - L'occhio della webzine
18/10/2012
Live Report
METALLIZED PARTY
The Theatre Club, Rozzano (MI), 13/10/2012
01/07/2012
Articolo
SPECIALE METALLIZED
Di traguardi e nuovi inizi....
01/07/2011
Articolo
SPECIALE METALLIZED
Buon compleanno, webzine!
30/06/2010
Articolo
SPECIALE METALLIZED
Ad un anno dal nuovo inizio
14/09/2009
Articolo
METALLIZED IN MYSPACE
Alla conquista della rete!
03/07/2009
Articolo
UN NUOVO INIZIO PER METALLIZED
Note di servizio
11/01/07
Articolo
METALLIZED
Poll 2006 - Il resoconto di un grande anno
30/09/2002
Articolo
PHLEBOTOMIZED
La biografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]