Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Metallica
S&M²
Demo

Black Spirit Crown
Gravity
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/09/20
MYSTHICON
Silva-Oculis-Corvi

25/09/20
SKELETOON
Nemesis

25/09/20
REPENTANCE
God for a Day

25/09/20
BLAZON RITE
Dulce Bellum Inexpertis E.P. (Ristampa)

25/09/20
NEFESH CORE
Getaway

25/09/20
SPELLBOOK
Magick & Mischief

25/09/20
WHITE DOG
White Dog

25/09/20
SAPIENCY
For Those Who Never Rest

25/09/20
LONEWOLF
Division Hades

25/09/20
TRANSCENDENCE
Towards Obscurities Beyond

CONCERTI

23/09/20
STEVEN WILSON (ANNULLATO)
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

26/09/20
STAY STEEL FEST
SKULLS CLUB - SERRAVALLE (SAN MARINO)

27/09/20
VISIONS OF ATLANTIS + YE BANISHED PRIVATEERS + AD INFINITUM
LEGEND CLUB - MILANO

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

09/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) (ANNULLATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

Faithsedge - Restoration
29/09/2016
( 696 letture )
Restoration, uscito sotto le effigia dell’etichetta Scarlet Records, è il terzo lavoro dei Faithsedge, gruppo italo-americano molto interessante che propone un avvincente mix di hard rock infarcito da influenze AOR in cui ovviamente la melodia la fa da padrona. La band, ricordiamo, si è formata nel 2004 grazie al cantante e chitarrista, Giancarlo Floridia, di nazionalità statunitense ma di chiare origini nostrane, e tra le sue file annovera nomi noti della scena metal, ovvero Timothy Gaines degli Stryper, Alex De Rosso ex chitarrista di Dokken e Matt Starr impegnato alla batteria anche nei Burning Rain. Completa la formazione Alessandro Del Vecchio alle tastiere.
Dopo due buoni dischi, il debutto Faithsedge del 2001 seguito da The Answer of Insanity del 2011, i Faithsedge, tornano sulle scene con questo Restoration e, visto le premesse, non nascondiamo una certa curiosità per questo nuovo album.

Restoration racchiude dieci buoni pezzi catalogabili come un interessante hard rock melodico ricco di venature AOR e con delle spolverate di progressive metal. Nel nuovo disco dei Faithsedge, come detto la melodia è parte fondamentale delle composizioni e pezzi come Never a Day, Jennifer, Regret at All spiccano per la loro immediatezza e per le orecchiabili melodie, grazie agli ottimi fraseggi di chitarra impreziositi da un delicato e mai invadente tappeto di tastiere ben inquadrato in un drumming fermo e preciso.
Nell’attacco di This War - uno dei pezzi più convincenti del disco - la band inoltre mostra di possedere anche un’anima più dura e aggressiva grazie a riff e ritmiche più robuste e chitarre leggermente più distorte subito smorzate da un bridge e dal successivo ritornello che vira su binari più morbidi, congeniali al quintetto italo-americano. Decisamente ma altrettanto valida la successiva Taking Our Lives che strizza gli occhi a composizioni più glam oriented grazie alla spensieratezza e all’immediatezza dei cori e che lo rendono molto probabilmente trascinante nella sede live. In Restoration, posto quasi a chiusura dell’album, trova spazio anche un pezzo lento, la cosiddetta ballad: Let You Breathe che nella parte iniziale prettamente acustica richiama alcuni lavori dei primi Bon Jovi mentre il vigore che acquisisce con l’assolo in chiusura vira ad un carattere più solido robusto. L’allegra This Is Everything conclude il disco esaltando ulteriormente il lavoro alle testiere di Alessandro Del Vecchio nonché l’abilità di Alex De Rosso alle sei corde.

Seppur non esprimendo nulla di nuovo Restoration supera comodamente la sufficienza e sicuramente sarà più che apprezzato da chi ama un hard rock ricco di tecnica e melodia. Senza toccare particolari picchi innovativi nel genere questo terzo disco convince complessivamente per la scorrevolezza e varietà dei pezzi, per il notevole tasso tecnico espresso da tutti i cinque componenti e, in ultimo, per una produzione buona e ben bilanciata. Allo stesso tempo rimane però purtroppo il sentore che il potenziale della band non si sia completamente espresso e non possiamo negare il fatto che ci aspettavamo qualcosa di più. Veramente un peccato perché i cinque musicisti dimostrano di saperci fare e potenzialmente, visto anche il pregresso, in grado realmente di stupire ed emergere.



VOTO RECENSORE
65
VOTO LETTORI
55 su 1 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2016
Scarlet Records
Hard Rock
Tracklist
1. Never a Day
2. Jennifer
3. You Cannot Give Up
4. Faith and Chris
5. Her Way Back
6. Regret at All
7. This War
8. Taking Our Lives
9. Let You Breathe
10. This Is Everything
Line Up
Giancarlo Floridia (Voce, Chitarra)
Alex De Rosso (Chitarra)
Alessandro Del Vecchio (Tastiera)
Timothy Gaines (Basso)
Matt Starr (Batteria)
 
RECENSIONI
67
82
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]