Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Paradise Lost
Obsidian
Demo

Black Pestilence
Hail the Flesh
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

08/06/20
DIVINE WEEP
The Omega Man

12/06/20
STINKY
Of Lost Things

12/06/20
LIVING GATE
Deathlust

12/06/20
ELECTRIC MOB
Discharge

12/06/20
THE OTHER
Haunted

12/06/20
VEGA
Grit Your Teeth

12/06/20
SMACKBOUND
20/20

12/06/20
AVERSIONS CROWN
Hell Will Come For Us All

12/06/20
MAGNUS KARLSSON FREE FALL
We Are The Night

12/06/20
MOONLIGHT HAZE
Lunaris

CONCERTI

09/06/20
PERIPHERY (ANNULLATO)
ORION - CIAMPINO (ROMA)

10/06/20
IN.FEST
CIRCOLO MAGNOLIA - MILANO

12/06/20
SYSTEM OF A DOWN + KORN + GUESTS TBA (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

12/06/20
GUNS N` ROSES + GUESTS TBA (ANNULLATO)
FIRENZE ROCKS - VISARNO ARENA (FIRENZE)

13/06/20
AEROSMITH + GUESTS (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

16/06/20
STEEL PANTHER + THE WILD (SOSPESO)
ALCATRAZ - MILANO

16/06/20
DEATHLESS LEGACY
CRAZY BULL - GENOVA

17/06/20
SOCIAL DISTORTION + GUEST TBA
CARROPONTE - SESTO SAN GIOVANNI (MI)

18/06/20
GLORYHAMMER
ALPEN FLAIR - BOLZANO

21/06/20
INFECTED RAIN + ANKOR + TBA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

Ulvedharr - Legion
18/10/2016
( 1759 letture )
Provenienti dalla provincia bergamasca, gli Ulvedharr, nati nel 2011 e con alle spalle un EP e due full-length, decidono di aggiungere alla loro discografia un secondo EP, che tuttavia è definibile piuttosto come una compilation di brani già presenti nelle pubblicazioni precedenti, registrati durante diversi concerti dell’ultimo anno e mezzo. Come in molti sanno, i nostri lombardi, per quanto logo e tematiche possano confondere, suonano un thrash grezzo irrobustito da una buona dose di death della vecchia scuola svedese, il tutto condito da riff e testi vicini al viking che danno alle composizioni un sapore epico. Nel corso della loro breve carriera, gli Ulvedharr hanno collaborato con diversi musicisti di molteplici altri noti gruppi italici, fra cui si possono annoverare Pagan dei Furor Gallico e Lore dei Folkstone presenti nel loro primo album, Swords Of Midgard, che ha visto la luce nel 2013 sotto la nostrana Moonlight Records, ma anche con Peter dei lettoni Skyforger, questa volta per la loro seconda fatica, Ragnarök pubblicato nel 2014 da parte dell’irlandese Nemeton Records.

A distanza di due anni dal loro ultimo lavoro, quindi, i nostri pubblicano questo Legion, un’uscita realizzata in modo del tutto indipendente e distribuita prima solo digitale ed in seguito anche come fisico, anche se esclusivamente in edizione limitata. L’EP in questione contiene in realtà un solo brano inedito, la titletrack, il quale non si distacca per nulla da ciò che la band di Clusone ha sempre saputo produrre: riff viking/thrash, voce sporca quanto basta, qualche accennato coro, assolo thrash con tanto di basso che emerge fra tutti gli strumenti. Insomma, un pezzo che sa davvero di Ulvedharr. Segue la prima delle tracce registrate dal vivo, Son Of The Mourning, cover degli svedesi Dissection, registrata al Centrale Rock Pub di Erba nel febbraio di quest’anno, così come la seguente The Last Winter estratta dal più recente album dei bergamaschi, Ragnarök. Sempre da Ragnarök è stata scelta la successiva Skjaldborg, che precede The Raven's Flag e War Is In The Eyes Of Berserker, entrambe contenute nel loro album di debutto. Nuovamente da Ragnarök è infine presa When The Fog Still Burn che, come Skjaldborg, è stata registrata al Metalitalia Fest dell’anno scorso, mentre le ultime due restanti, The Raven's Flag e War Is In The Eyes Of Berserker, vennero registrate al Circolo Colony di Brescia lo scorso aprile.

Tirando le somme di questa breve uscita, molti si domanderanno il senso di tale pubblicazione targata Ulvedharr: un EP celebrativo dei vari live della band, sempre più frequenti, oppure una semplice “compilation” di esibizioni dal vivo, arricchita da un inedito ed una cover? Difficile comprenderlo. Meglio rimanere in attesa che i lombardi portino alle stampe una loro prossima ed effettivamente nuova release.



VOTO RECENSORE
s.v.
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
tormentor67
Venerdì 21 Ottobre 2016, 9.01.28
1
Direi che si tratta soprattutto di un regalo ai sempre più numerosi fans della band bergamasca, una sorta di mini-live che contiene anche Legion, un inedito peraltro abbondantemente già proposto dal vivo.
INFORMAZIONI
2016
Autoprodotto
Thrash
Tracklist
1. Legion
2. Son Of The Mourning (live)
3. The Last Winter (live)
4. Skjaldborg (live)
5. The Raven's Flag (live)
6. War Is In The Eyes Of Berserker (live)
7. When The Fog Still Burn (live)
Line Up
Ark Nattlig Ulv (Voce, Chitarra)
Giuseppe "Jack" Ciurlia (Chitarra)
Markus Ener (Basso)
Mike (Batteria)
 
RECENSIONI
57
ARTICOLI
14/10/2017
Live Report
EXTREMA + IN.SI.DIA + ULVEDHARR
Dagda Live Club, Retorbido (PV), 07/10/2017
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]