Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Iamthemorning
The Bell
Demo

Break Me Down
The Pond
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/10/19
PLATEAU SIGMA
Symbols - The Sleeping Harmony of the World Below

25/10/19
CIRITH UNGOL
I’m Alive

25/10/19
VISION DIVINE
When All Heroes Are Dead

25/10/19
RINGS OF SATURN
Gidim

25/10/19
NOVERIA
Aequilibrium

25/10/19
CREST OF DARKNESS
The God Of Flesh

25/10/19
MELTDOWN (NOR)
Deadringer

25/10/19
CLOAK
The Burning Dawn

25/10/19
DAWN RAY`D
Behold Sedition Plainsong

25/10/19
VELVET VIPER
The Pale Man Is Holding A Broken Heart

CONCERTI

23/10/19
FOLKSTONE
ORION - ROMA

23/10/19
PINO SCOTTO
MOB CLUB - PALERMO

25/10/19
MACHINE HEAD
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

25/10/19
INTER ARMA
LIGERA - MILANO

25/10/19
ARBORES AUTUMNALES FESTIVAL
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

25/10/19
FOLKSTONE
VIPER THEATRE - FIRENZE

25/10/19
HELLRETIC + BRVMAK
500CAFFE' - PIEDIMONTE S. GERMANO (FR)

26/10/19
DESTROYER 666 + ABIGAIL + DEAD CONGREGATION + GUESTS
MU CLUB - PARMA

26/10/19
MACHINE HEAD
HALL - PADOVA

26/10/19
INTER ARMA
FREAKOUT - BOLOGNA

Handful of Hate - Gruesome Splendour
( 3626 letture )
Nel panorama estremo nazionale -ma se è per questo anche internazionale- è sicuramente molto difficile trovare qualcosa di meno autentico dei nostrani Handful of Hate e del loro quarto album Gruesome Splendour. Pochi riffs sporchi e malevoli riversati di forza nei padiglioni auricolari dei malcapitati che inseriscono il cd nel loro lettore, testi malvagi riguardanti malsani argomenti che ben difficilmente troverebbero spazio in altri ambiti (per fortuna), ma che risultano maledettamente credibili se vomitati dal vocalist Nicola Bianchi, ed una malevola cattiveria esecutiva con pochi termini di paragone. Questi gli ingredienti che bollono nel torbido e maleodorante calderone in cui gli Handful Of Hate rimestano con i loro ustionanti strumenti.

Certamente il genere confina gli esecutori all’interno di schemi rigidi che non consentono spunti di particolare originalità, ma i numerosi stops e le ripartenze di cui il disco è disseminato "aprono" all’ascolto di un album certamente monolitico nelle composizioni, ma esaltato da quell’attitudine totalmente priva di compromessi che gli Handful indubbiamente possiedono. Da segnalare a mio parere su tutte Reproach and Blame per il rasoiante e davvero efficace riff di base che porta all'headbanging obbligato. Niente sconti dunque, Livid, Theory of Perfection, Used to Discipline, Tied, Whipped…Educated e via via le altre si susseguono senza soluzione di continuità per concedere, forse, un momento leggermente più rilassato (?) solo nella conclusiva Ejaculation Dementiae, che spezza leggermente una situazione di tensione insopportabile per chi non è totalmente adepto del genere, rallentando effettivamente i ritmi, ma inserendo una nota ulteriore di malignità che contribuisce ad aumentare al parossismo il tasso complessivo di nera aggressività di Gruesome Splendour.

L’annichilazione totale dell’ascoltatore è l’obiettivo che gli Handful Of Hate cercano e raggiungono in pieno, con un lavoro che, per quello che mi risulta, è stato bene accolto anche all’estero, risultato questo sempre tristemente difficile da ottenere per i gruppi nostrani, estremi e non. Se amate lavori privi di mezze misure con testi ben oltre i canoni normali, velocità esasperata e violenza sonora pura, la band toscana è quello che fa per voi.



VOTO RECENSORE
75
VOTO LETTORI
69.09 su 63 voti [ VOTA]
grindio
Sabato 10 Marzo 2012, 1.52.35
2
Un album spettacolare di uan band essenziale in italia. Grandissimi come pochi altri in questo pseudo paese.
SNEITNAM
Lunedì 7 Marzo 2011, 20.53.22
1
Un grande album con grandi canzoni che spaccano il culo di brutto. Merita alla grande!
INFORMAZIONI
2006
Cruz del Sur/Audioglobe
Black
Tracklist
1. Livid
2. Theory Of Perfection
3. Used to Discipline
4. Tied, Whipped … Educated
5. Grotesque in Pleasure, Rotten in Vice
6. Reproach and Blame
7. Spawn Of Decadence
8. Whiplaw
9. Ejaculation Dementiae
Line Up
Matteo F. – Bass
Nicola B. – Vocals/Guitars
Gionata P. – Drums
Geny A. – Guitars
 
RECENSIONI
90
75
ARTICOLI
07/02/2014
Intervista
HANDFUL OF HATE
La musica è un'arma letale
17/09/2010
Intervista
HANDFUL OF HATE
La voce del black metal nazionale
09/04/2006
Intervista
HANDFUL OF HATE
Parla la band
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]