Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Esoteric
A Pyrrhic Existence
Demo

Prysma
Closer To Utopia
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/12/19
ETERNAL SILENCE
Renegades

11/12/19
THE RIVER
Vessels into White Tides

12/12/19
ALASTOR
Šumava

13/12/19
NIGHTBEARER
Tales of Sorcery and Death

13/12/19
VOLTUMNA
Ciclope

13/12/19
SATYRICON
Rebel Extravaganza (rimasterizzato)

13/12/19
STONE SOUR
Hello, You Bastards

13/12/19
COMANDO PRAETORIO
Ignee Sacertà Ctonie

13/12/19
ARKONA (PL)
Age Of Capricorn

13/12/19
GLI ATROCI
Metal Pussy

CONCERTI

08/12/19
CORELEONI
DRUSO - RANICA (BG)

08/12/19
AGENT STEEL + FINGERNAILS + MESSERSCHMITT
TRAFFIC LIVE - ROMA

11/12/19
MUNICIPAL WASTE + TOXIC HOLOCAUST + ENFORCER + SKELETAL REMAINS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

11/12/19
LAST IN LINE
CAMPUS INDUSTRY MUSIC - PARMA

12/12/19
SKINDRED + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

12/12/19
MARILLION
AUDITORIUM DELLA CONCILIAZIONE - ROMA

12/12/19
MONKEY3 + GUESTS TBA
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

13/12/19
MARILLION
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

13/12/19
GWAR + VOIVOD + CHILDRAIN
ROCK PLANET - PINARELLA DI CERVIA (RA)

13/12/19
SCALA MERCALLI
BUFFALO GRILL - CIVITANOVA MARCHE (MC)

Unexpect - In a Flesh Aquarium
( 6344 letture )
Ho aspettato molto prima di recensire questo disco.
In effetti, la musica degli Unexpect non può essere valutata sommariamente... magari potrebbe essere presa alla leggera se il genere proposto -decisamente ostico- non incontrasse i vostri favori, ma certamente non è possibile darne un rapido ascolto. L'analisi reiterata dei pezzi di In a Flesh Aquarium si è rivelata una mossa intelligente, in quanto mi ha permesso di comprendere fino in fondo il valore della band canadese, anzichè etichettarla come la classica band Prog-Death.

In realtà gli Unexpect svelano un mondo dalle infinite sfaccettature, mescolando assieme le influenze più disparate: Arcturus, Ihsahn, Tactile Gemma, in un concentrato di tempi dispari assolutamente folli, divagazioni Progressive e Jazz, sfuriate Death-Black al fulmicotone. Nulla da eccepire nè dal punto di vista tecnico (il batterista Landryx sfoggia davvero una tecnica invidiabile, la cantante Leilindel è completa e versatile, il bassista ChaotH è talmente preparato da essere in grado di sviluppare i suoi virtuosismi su un nove corde), nè da quello della varietà (clean vocals femminili alternate a growling maschili e momenti recitativi, canzoni che spaziano dal Prog Death all'elettronica sperimentale).
La produzione talvolta non riesce a stare al passo con i numerosissimi cambi di strumento ed atmosfera, rendendo certi passaggi un pò caotici e mettendo in risalto con difficoltà le giuste sfumature dei brani, ma basta del resto farci l'orecchio per comprendere fino in fondo lo sviluppo delle canzoni.
E a proposito di queste ultime, ammetto che è veramente difficile parlarne nel dettaglio: la musica degli Unexpect appare spesso come un'esplosione di caos che può essere recepito come ordinato, razionale, talvolta geniale, solo se visto da una debita distanza; così il particolare finisce per perdersi nella definizione dell'insieme ed un'analisi track by track risulta abbastanza inutile.

Resta il fatto, innegabile, che In a Flesh Aquarium rappresenta un disco per pochi, se consideriamo la notevole complessità -ai limiti della follia- delle sue composizioni e degli arrangiamenti. Ne consiglio comunque l'ascolto a tutti in quanto, a prescindere dalla produzione imperfetta e dallo sforzo richiesto per apprezzarne i brani, gli Unexpect rappresentano un grande tentativo targato 2006 di portare innovazione nel Death Metal.
Un'ultima nota: la versione in mio possesso comprende anche il mini CD We,Invaders, un piccolo gioiello se consideriamo la qualità estremamente alta delle sue composizioni e per di più il vanto di una produzione praticamente perfetta: questo bonus disc non può che far guadagnare alla band qualche punto extra.
Da promuovere senza riserve!



VOTO RECENSORE
92
VOTO LETTORI
52.85 su 40 voti [ VOTA]
Shadowplay72
Mercoledì 29 Novembre 2017, 17.02.01
11
grandissima band avantguarde non prog death!
opeth72
Sabato 18 Maggio 2013, 14.46.31
10
la fortuna di scoltarli al Progressive nation 2009 insieme ai Dream Theater ,Opeth e Bigelf,,,,, semplicemente "disordinati"..... HTEPO
MrFreddy
Venerdì 5 Aprile 2013, 18.27.24
9
Disco a dir poco eccezionale. Eppure riusciranno a superarsi con il seguente.
Taste Of Chaos
Lunedì 25 Marzo 2013, 12.45.44
8
Assolutamente privi di un qualsivoglia baricentro....temo mi serviranno dozzine di ascolti per capirli
J.M.L.Esperanto
Sabato 22 Dicembre 2012, 13.32.27
7
Divino
Sasso
Martedì 9 Marzo 2010, 14.21.27
6
Stupendo, stupendo, stupendo. 85 ci sta tutto.
Khaine
Domenica 8 Giugno 2008, 13.54.22
5
Disco complessissimo ma strapieno di spunti interessanti; l'uso del violino e della voce è strepitoso, i cambi di tempo e di tonalità (anche se a volte sono un po' "eccessivi") contribuiscono ad aumentare il numero di ascolti del disco. Tenere lontano dalla portata dei panozzi!
Renaz
Lunedì 15 Gennaio 2007, 16.09.27
4
Un pò come preferire i Nightwish ai Theory In Practice...
Dave
Sabato 13 Gennaio 2007, 18.29.39
3
molto difficile, ma stanca..preferisco i diablo swing orchestra
Renaz
Mercoledì 10 Gennaio 2007, 9.51.20
2
sì ascoltali che meritano!
francesco Gallina
Mercoledì 10 Gennaio 2007, 7.54.31
1
La curiosità mi divora, vedrò di procurarmeli.
INFORMAZIONI
2006
The End Records
Prog Death
Tracklist
1. Chromatic Chimera
2. Feasting Fools
3. Desert Urbania
4. Summoning Scenes
5. Silence_011010701
6. Megalomaniac Trees
7. The Shiver – Another dissonant chord
8. The Shiver – Meet me at the carrousel
9. The Shiver – A clown’s mindtrap
10. Psychic Jugglers
Line Up
Syriak - guitar, vocals
ChaotH - bass
ExoD - keyboards
Le Bateleur - violin
Artagoth - guitar, vocals
Leìlindel - vocals
Landryx - drums
 
RECENSIONI
88
ARTICOLI
03/11/2009
Live Report
DREAM THEATER + OPETH + BIGELF + UNEXPECT
Zoppas Arena, Conegliano Veneto (TV), 30/10/2009
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]