Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Immolation
Atonement
Demo

Mindlane
Unspoken Silence
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/02/17
STEEL PANTHER
Lower The Bar

24/02/17
SUICIDE SILENCE
Suicide Silence

24/02/17
FJOERGYN
Lvciferes

24/02/17
BATHSHEBA
Servus

24/02/17
STRIKER
Striker

24/02/17
BORN OF OSIRIS
The Eternal Reign

24/02/17
TOKYO MOTOR FIST
Tokyo Motor Fist

24/02/17
MIKE TRAMP
Maybe Tomorrow

24/02/17
LETHE
The First Corpse On The Moon

24/02/17
KING WOMAN
Created In The Image Of Suffering

CONCERTI

23/02/17
MALIGNANCY + CARNIVOR DIPROSOPUS + NADER SADEK + GUEST
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

23/02/17
TEMPERANCE + OVERTURES + AFTERLIFE SYMPHONY
CENTRO GIOVANI - GORIZIA

24/02/17
NODE
ROCK LEGEND PUB - SAN VITTORE OLONA (VA)

24/02/17
NOCTIFER + URNAA + GRIMWALD
JEM MUSIC CLUB - TORINO

24/02/17
STONEDRIFT + PRIMITIVE MULE
GGIOVANE CORTE LIVE - SABBIONETA (MN)

24/02/17
ESSENZA + MACARIA
BARRAOTTANTAQUATTRO - NOCIGLIA (LE)

24/02/17
RUSSELL ALLEN
GARAGESOUND - BARI

24/02/17
DECLAPIDE + JOHN PALMUTE
SHABBA CLUB - CANTU' (CO)

25/02/17
DEATHLESS LEGACY + REGARDLESS OF ME + BEYOND THE FALLEN
TRAFFIC CLUB - ROMA

25/02/17
MORTUARY DRAPE + ABYSMAL GRIEF + MACABRO GENOCIDIO + DAEMONIAC + DI AUL
ELYON CLUB - ROZZANO (MI)

Hobbs` Angel of Death - Heaven Bled
30/12/2016
( 477 letture )
Esistono band praticamente sconosciute ma che comunque sono riuscite a lasciare un segno indelebile nella storia della musica con la propria carriera, a volte non esclusivamente per meriti artistici, come nel caso degli Hobbs' Angel of Death. Nati dalla mente di Peter Hobbs nel lontano 1987, possono infatti vantarsi di essere una delle primissime band australiane a suonare thrash metal insieme ai Mortal Sin; la band inizialmente era un progetto in qualche modo solista, ma il buon vecchio Peter Hobbs reclutò dei compagni di viaggio e l'anno successivo pubblicò il primo album omonimo. Il thrash metal degli Hobbs' Angel of Death era potente con influenze più classiche d'ispirazione europea e schiacciava il pedale dell'acceleratore con stacchi e ripartenze sempre efficaci; l'album uscì sotto la tedesca Steamhammer Records (SPV GbmH) ottenendo ottimi riscontri che permisero alla band di farsi conoscere in Europa. Passarono diversi anni prima della pubblicazione di un nuovo album, che vide la luce solamente nel 1995 e, visto il periodo storico, non ottenne il seguito dovuto, decretando in qualche modo la fine della band che infatti l'anno seguente si sciolse, facendo perdere le proprie tracce per riaffacciarsi sulla scena solo nel nuovo millennio. La band nel 2014 è stata in Italia di supporto all'ultimo tour dei Venom (quelli con Cronos) ed oggi torna con un disco nuovo di zecca e con la presenza ormai consolidata di Alessio ''Cane'' Medici e Iago Bruchi dei nostrani Violentor rispettivamente al basso e alla batteria, una sezione ritmica tutta italiana, Heaven Bled è il titolo della nuova fatica in studio degli Hobbs Angel of Death ed è un disco cattivo, veloce e sporco come si addice al buon nome della band con un tasso tecnico decisamente alto.

Il disco si apre con la rabbiosa Il Mostro Di Firenze, veloce e cattiva con le chitarre assassine sostenute dal potente drumming di Iago Bruchi, il brano si avvicina molto al death metal ed è una vera mazzata, compatta come un macigno; nella seconda metà raggiunge velocità pazzesche con il blast beat che introduce il buon solo; un inizio al cardiopalma che prosegue con Walk My Path, anch'essa parte violentissima ma i cui break sono intrisi di melodia che possono ricordare gli Arch Enemy: gli Hobbs' Angel of Death propongono un thrash molto veloce con atmosfere che riportano al death e lo fanno dannatamente bene, la prova dei due ragazzi dei Violentor è eccellente e Alessio ''Cane'' Medici se la cava molto bene con il basso visto che nella propria band è il chitarrista e la voce. L'album si mantiene su ottimi livelli, veloce e potente con spruzzate melodiche che rendono il tutto molto accattivante come in Drawn And Quartered, che inizia con un buon riff denso di melodia per sfociare in un pezzo molto speed con le chitarre sempre sugli scudi mentre la sezione ritmica offre un lavoro potente, la voce di Peter Hobbs risulta cattiva e sguaiata al punto giusto e gli stacchi sono sempre puntuali e mai forzati. Con questo disco si può tranquillamente parlare di una rinascita della band di origini australiane vista la qualità della proposta, la produzione è più che buona e conferisce a tutto il platter un'estrema compattezza sonora senza risultare artefatta nonostante la buona pulizia dei suoni; la band appare coesa ed il lavoro di tutti i musicisti è davvero pazzesco. Ascoltando a sua volta Final Feast invece si possono ascoltare addirittura echi dei Judas Priest di Painkiller per la potenza espressa e per il riff che rimembra il brano stesso della band inglese mantenendo però quel marciume degno degli Hobbs' Angel of Death, Simon Wizen offre un gran lavoro nel solo e il brano è sicuramente uno dei migliori del disco anche se è difficile poter estrarre dal cilindro un brano piuttosto che un altro. Con Depopulation la band offre un'altra parte del bagaglio musicale, il brano in questione ha un incipit iniziale che sconfina nel doom per partire poi a tutta velocità con una cattiveria inaudita, ottimo il lavoro delle chitarre che fanno esplodere il brano grazie ai riff veramente ben congegnati e ottimamente articolati, Peter Hobbs scarica tutta la sua rabbia nel cantato mentre la sezione ritmica regala una prova eccellente.

Heaven Bled è un disco davvero ben suonato e composto altrettanto bene, thrash metal con contaminazioni death senza perdere il filo conduttore con divagazioni non attinenti al genere. La band riesce ad offrire un ottimo lavoro senza apportare modifiche a ciò che è sempre stata, ma indubbiamente abbiamo a che fare con il loro disco più maturo.



VOTO RECENSORE
76
VOTO LETTORI
70 su 1 voti [ VOTA]
Massimiliano
Mercoledì 11 Gennaio 2017, 12.11.03
4
Non fosse altre che per la sua simpatia, testata dopo il concerto di Cascina dell'anno scorso, quando acquistai il suo cd e scambiai qualche parola, acquisterò anche questo cd . Secondo me questi personaggi vanno supportati, sempre. Ne ammiro il coraggio di partire dall'Australia per continuare a proporre la sua musica, ovviamente senza arricchirsi. Un grande!!!!
Vitadathrasher
Sabato 31 Dicembre 2016, 13.37.28
3
La sessione ritmica è ottima, sono sempre sullo stile violentor, per ovvie ragioni, thrash grezzo e sparato. Però qui ci sono più ricami, un buon album, forse il migliore di hobbs.
rik bay area thrash
Venerdì 30 Dicembre 2016, 14.16.52
2
Come fine 2016 non ci può proprio lamentare a livello di thrash. Tutto il 2016 è stato portatore di eccellenti dischi di thrash. Anche gli hobbs angel of death tornano a farsi sentire con un pregevole album. Peccato solo che non ristampano il loro debutto. Aggiunto nella wishlist.
Doom
Venerdì 30 Dicembre 2016, 14.14.53
1
Questo dovrei riascoltarlo...lo avevo ascoltato in anteprima qualche mese fa, ma non mi aveva convinto al 100%. Ci riproverò...Lui rimane comunque un personaggio "simpatico" a pelle. Dovrei avere anche l'album d'esordio ancora, se e' sopravvissuto alle mie "purghe".
INFORMAZIONI
2016
Hells Headbangers Records
Thrash
Tracklist
1. Il Mostro Di Firenze
2. Walk My Path
3. Final Feast
4. Suicide
5. Drawn And Quartered
6. Heaven Bled
7. Sadistic Domination
8. Son Of God
9. Depopulation
10. TFMF
11. Hypocrites
12. Abomination
Line Up
Peter Hobbs (Voce, Chitarra)
Simon Wizen (Chitarra)
Alessio ''Cane'' Medici (Basso)
Iago Bruchi (Batteria)
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]