Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Premiata Forneria Marconi
Emotional Tattoos
Demo

Cortex Complex
Memoirs of an Apocalypse
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
WILDNESS
Wildness

24/11/17
DEGIAL
Predator Reign

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

CONCERTI

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

24/11/17
INDACO + MOUNTAINS OF THE SUN
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

25/11/17
COUNCIL OF RATS + NIDO DI VESPE + MALLOY
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

25/11/17
PROSPECTIVE + UNDERTHEBED + OBSCURAE DIMENSION
CENTRO GIOVANILE CA' VAINA - IMOLA

Canaan - Il Giorno dei Campanelli
02/02/2017
( 718 letture )
Sono giunta ai Canaan in modo indiretto, tramite Neronoia, il loro side-project con Gianni Pedretti dei Colloquio del quale ho recensito due tappe, le più recenti. Ed è proprio grazie a questo insolito iter “à rebours” che mi sono immersa con grande curiosità nel sound del gruppo madre. Certo, la naturalezza con la quale ho potuto rintracciare affinità e divergenze tra Il Giorno dei Campanelli e le pubblicazione del progetto parallelo appena menzionato si è rivelata da una parte un vantaggio, ma dall’altra un limite. Un vantaggio per la familiarità acquisita con lo stile, un limite per la difficoltà ad elaborare un giudizio non troppo condizionato dal confronto.

Il Giorno dei Campanelli è un lavoro che, pur nell’alveo dell’audace sperimentalismo che caratterizza la band, mantiene un sano ancoraggio alla melodia, più evidente in alcuni passaggi piuttosto che in altri, la cui rarefazione ne allenta ma non ne annulla il vincolo sempre salvifico.
Questo dimostra una volontà espressiva autentica e mirata, nella quale la tensione alla ricerca non è mai autoreferenziale, fine a sé stessa.
Il linguaggio è in comune con Neronoia: un darkwave/ambient fondato su un tessuto sonoro in cui l’elettronica, pur nella commistione con gli strumenti tradizionali, resta predominante. Anche in esso osserviamo una meticolosa cura della selezione e della qualità dei suoni, sia analogici che digitali. A questo si aggiunge il cantato pulito/recitato del singer Mauro Berchi, che sostanzia ed enfatizza in sommo grado il pathos esistenziale che ne costituisce la trama unificante.
Pari attenzione all’apparato testuale che in italiano descrive senza mai calmierarlo il dolore di un’anima lacerata dalla vita. Più la sofferenza spirituale è forte, più anche il corpo ne patisce i danni fisici, in un circolo di afflizione che pare eterno, impossibile da interrompere.

Un lavoro complesso, al quale le parole difficilmente rendono giustizia, certamente riservato a chi ama le dimensioni musicali rarefatte, dove ciascun suono, melodia e canto si dilatano, dotati di un’intensità che si espande e si enfatizza nell’ampiezza dello spazio sonoro. Un’opera riuscita che prosegue la sperimentazione dei Canaan, segnando l’ottava tappa di un percorso di ricerca musicale teso alla descrizione degli stati più sofferti dell’essere umano, che via via diventa più profondo ed intimo.



VOTO RECENSORE
76
VOTO LETTORI
99 su 1 voti [ VOTA]
Giorgio
Giovedì 9 Febbraio 2017, 14.04.06
3
Infatti, non potrebbe rifare la recensione articolandola un po' meglio?!
Jo-lunch
Sabato 4 Febbraio 2017, 19.52.29
2
@rubicon 999 : Concordo. Quattro parole messe in croce che non dicono assolutamente nulla. Peccato....Il gruppo avrebbe meritato qualcosa in più.
rubicon 999
Giovedì 2 Febbraio 2017, 20.08.12
1
Che recensione mediocre e inutile. Un gruppo storico come i Canaan liquidato con 2 righe senza contenuti.
INFORMAZIONI
2016
Eibon Records
Dark Ambient
Tracklist
1. Canzone per il nemico
2. Se un giorno
3. Libero?
4. Dimmi
5. Un mosaico in bianco e nero
6. Il sogno di un'anima
7. Esistere
8. Resa delle Condizioni
9. L'assenza di Pace
10. Soltanto Paura
11. Dentro la scatola
12. Scegliendo il solco sbagliato
13.La lunga strada
14. Due Specchi
Line Up
Mauro (Chitarra, Basso, Campioni, Tastiera, Voci)
Nico (Chitarra, Basso, Campioni)
Alberto (Basso, Campioni)
 
RECENSIONI
77
85
ARTICOLI
01/10/2012
Intervista
CANAAN
Un mondo insidioso e pericoloso, popolato da entità malevole
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]