Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Pain of Salvation
In the Passing Light of Day
Demo

Alessio Forlani
Alameda Gardens
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/03/17
DESECRATOR
To the Gallows

24/03/17
ALMS OF THE GIANT
Oracles

24/03/17
STEVE HACKETT
The Night Siren

24/03/17
EMERALD
Reckoning Day

24/03/17
HELIOSS
Antumbra

24/03/17
DEFICIENCY
The Dawn of Consciousness

24/03/17
ART OF ANARCHY
The Madness

24/03/17
MEMORIAM
For The Fallen

24/03/17
HEART ATTACK
The Resilience

27/03/17
FATE UNBURIED
Logos

CONCERTI

23/03/17
VOLCANO ROCK PARTY
KESTE' - NAPOLI

24/03/17
ASPHYXIATING DEVOTION FEST
TITTY TWISTER - PARMA

24/03/17
ROSS THE BOSS + ANCILLOTTI + ATHROX
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/03/17
DARK LUNACY + GUEST TBA [ANNULLATA!]
TIKITAKA VILLAGE - FRANCAVILLA (CH)

24/03/17
LONGOBARDEATH + TOTEM AND TABOO + SENTENTIA
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

25/03/17
DEATHLESS LEGACY + guest TBA
PADIGLIONE 14 - COLLEGNO (TO)

25/03/17
DEATH FEST
IL POSTACCIO - ROMA

25/03/17
ROSS THE BOSS + ROSAE CRUCIS + ATHROX
JAILBREAK LIVE CLUB - ROMA

25/03/17
DEW-SCENTED + IZEGRIM
TITTY TWISTER - PARMA

25/03/17
FLOTSAM AND JETSAM
FABRIK - CAGLIARI

Mindful of Pripyat/Stench of Profit - New Doomsday Orchestration
15/03/2017
( 183 letture )
Continua a bollire, sepolto in un sarcofago di cemento, il cuore del reattore n4 che nel 1986 trasformò l'intera Pripyat in una città fantasma. La stessa da cui prende il nome la band milanese che, con inaudita violenza, apre questo split EP realizzato assieme ai veneziani Stench of Profit. Di questi ultimi parleremo in seguito, quando verrà il momento delle tracce da loro suonate. Per ora limitiamoci all'ascolto dei primi nove pezzi, durante la decina di minuti dedicata ai Mindful of Pripyat.

Il quartetto non spreca nemmeno un secondo in inezie: subito lascia bene intendere che è qui per fare sul serio, e per sparare una fitta pioggia di proiettili radioattivi e altamente distruttivi, come recita il titolo della loro canzone Shrapnel Rain, sicuramente una tra le più rappresentative del loro stile. Stile questo, che vede al suo interno una commistione ben equiparata tra un arrabbiatissimo grindcore e un death metal di vecchia fattura. Il growl basso e potente del cantante Tya proviene dalla grande tradizione death, prendendo spunto dai toni brutali di gruppi quali Suffocation e Dying Fetus. A chiudere il quadro estremo ci pensano le raffiche di blast beats accompagnate da riff velocissimi. L'atmosfera radioattiva alla quale i Nostri fanno riferimento è assolutamente palpabile, grazie a titoli quali Exposure o all'ultima traccia a loro riservata: con il suo rallentamento di tempo, Mutant Genoma è in grado di creare un vero e proprio inferno apocalittico che si chiude con il suono di un contatore Geiger che rileva livelli di radiazioni sempre più intensi! Pazzeschi e distruttivi.
Viene ora la volta degli Stench of Profit, trio lagunare attivo dal 2014 con alle spalle un demo e la partecipazione a una compilation estrema. Fa da ponte, tra loro e i Mindful of Pripyat, il batterista Giovanni, che opera con le sue mazzate su entrambi i gruppi. Quello da loro proposto è un grindcore grezzo, diretto e molto arrabbiato. Le diciotto tracce su cui suonano si susseguono con impressionante rapidità una dopo l'altra, velocissime e lunghe solo pochi secondi come da tradizione grind. Il loro sound è crudo, denso di parti cantate sorprendentemente ricche di brutalità, che vedono il continuo intrecciarsi delle voci del cantante Maurizio e della chitarrista Lory. I due mettono a dura prova le loro ugole con raffiche infinite di insulti e insorgenze rabbiose, tanto che non si può far altro che inchinarsi di fronte a tanto impeto violento e nichilista. La performance dei veneziani alberga tra un intro strumentale che fungerà in seguito anche da outro (salvo qualche piccola modifica), e tocca le sue vette più alte con pezzi maggiormente strutturati quali The Small Minded e Torture Bliss.

Tirando le somme, New Doomsday Orchestration risulta essere un EP alquanto godibile per tutti quegli ascoltatori abituati a sonorità estreme. La coesistenza di due generi non del tutto uguali all'interno del medesimo lavoro, non fa che accrescere il valore di questa prova condivisa, in bilico tra death e grind. I due generi dimostrano di andare a braccetto e di far propria la causa della distruzione. Siete amanti del fracasso musicale più devastante? Accomodatevi...



VOTO RECENSORE
75
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
Bloody Karma
Mercoledì 15 Marzo 2017, 18.02.25
1
Il debut dei Mindful Of Pripyat spaccava, appena posso cerco di rimediare anche questo split. Da quanto ne so han cambiato chitarrista.
INFORMAZIONI
2017
Everlasting Spew Records
Grindcore
Tracklist
Mindful of Pripyat

1. Resigned
2. Statement of Dominion
3. Exposure
4. Shrapnel Rain
5. Behind the Judgement
6. Hostage
7. Specimen
8. Civilization Comes Civilization Goes (Assück cover)
9. Mutant Genoma

Stench of Profit:

10. Intro
11. Forced Control
12. Fuck You! You Are Nothing
13. Mental Depravation
14. Pathological Bastard
15. Daily Hatred
16. Know Your Shit Or Live In Ignorance
17. Calve Fast
18. Divine Education
19. The Small Minded
20. World's Human Rudeness
21. No Sense
22. Torture Bliss
23. How Will You Talk After I Cut Your Tongue?
24. The Dance of Deceit
25. Regression Index
26. Passive State
27. Outro
Line Up
Mindful of Pripyat

Tya (Voce)
Omar (Chitarra)
Gian (Basso, Voce)
Gio (Batteria, Voce)

Stench of Profit

Maurizio (Voce)
Lory (Chitarra, Voce)
Giovanni (Batteria)
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]