Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Deep Purple
Infinite
Demo

The Brain Washing Machine
Connections
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

01/05/17
BLEED AGAIN
Momentum

05/05/17
ECHOTIME
Side

05/05/17
SEVEN KINGDOMS
Decennium

05/05/17
HATE
Tremendum

05/05/17
SIDEBURN
#Eight

05/05/17
FROM OCEANS TO AUTUMN
Ether/Return to Earth

05/05/17
GLASS MIND
Dodecaedro

05/05/17
DOYLE
Doyle II: As We Die

05/05/17
EISREGEN
Fleischfilm

12/05/17
SABBATH ASSEMBLY
Rites of Passage

CONCERTI

29/04/17
TEMPERANCE
TEATRO SOCIALE - ALBA (CN)

29/04/17
ONSLAUGHT + HOUR OF PENANCE + THE FORESHADOWING + altri
BARBARA DISCO LAB - CATANIA

29/04/17
NEID + MACARIA + VILEMASS
ISTANBUL CAFE' - SQUINZANO (LE)

29/04/17
METALZONE
ART ROCK CAFE' - IMOLA

29/04/17
MACHETE FEST
ROCK PLANET - PINARELLA DI CERVIA (RA)

30/04/17
SUNDAY HARDCORE MASSACRE FEST
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

03/05/17
DREAM THEATER
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA - ROMA

04/05/17
HORNA + KURGAALL + VERATRUM + ETERNAL SAMHAIN
ORANGE TAVERNA ITALICA - PESCARA

05/05/17
DREAM THEATER
TEATRO VERDI - FIRENZE

05/05/17
HORNA + KURGAALL + VERATRUM + ETERNAL SAMHAIN
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

Enkoder - 2.0
19/03/2017
( 373 letture )
A distanza di ben quattro anni dall'ultima fatica, l'interessante Wise Demo 2013, tornano a farsi sentire i veneti Enkoder, ora un duo di musicisti formato dal frontman di lunga data Giuman e dal batterista Sbrogiò (anche se di recente hanno nuovamente arruolato un bassista, tornando ad essere un trio): la loro storia, come raccontammo già durante la nostra prima esperienza con la loro musica, non è stata semplice, dal momento che la prima incarnazione del gruppo risale addirittura al 1999 e suonava un thrash/groove fortemente debitore dei Pantera; scioltisi nel 2002 dopo la pubblicazione di un lavoro autoprodotto, si sono poi riformati nel 2012 per onorare la memoria di un amico scomparso, rispolverando però sonorità maggiormente legate ai padri indiscussi dell'heavy metal, i Black Sabbath.

Come nel caso del demo risalente al 2013, gli Enkoder ci regalano cinque tracce rigorosamente autoprodotte e registratee sostanzialmente in presa diretta, senza sovraincisioni ed orpelli particolari, in pieno ossequio alla loro genuina voglia di suonare per divertirsi. Le danze sono aperte da Dancing with my Ghost, il cui riffing vagamente debitore di Children of the Grave spazia con agilità fra hard rock ed heavy classico, con il basso suonato sempre da Giuman in bella evidenza; la voce dello stesso musicista, come anche nelle tracce che ascoltammo quattro anni fa, si mantiene su tonalità non eccessivamente graffianti e forse leggermente “contrastanti” con l'incisività del sottofondo musicale, ma ci sembra che stavolta ugola e strumenti interagiscano in maniera più efficace rispetto a quanto ascoltammo in alcuni casi su Wise Demo 2013. Buona la prima, dunque! Enkoder 2.0 conferma le buone impressioni suscitate dalla prima traccia e, anche in questa situazione, l'amalgama voce/strumenti (chitarre, in particolare) è costruita in maniera efficace: Giuman si rifà tanto al vecchio leone Ozzy Osbourne, in particolare sulle parti acute, quanto probabilmente addirittura al cantato di stampo new wave su quelle più basse; lo sappiamo, l'accostamento suona quantomeno strano e magari il diretto interessato sarà il primo a rimanere sorpreso (per non dire sconcertato!), ma il primo paragone venutoci in mente è esattamente quello che vi abbiamo riferito. Al di là della verosimiglianza o meno delle influenze new wave nelle linee vocali del gruppo, in ogni caso, l'aspetto da sottolineare è che ancora una volta la canzone funziona e convince pienamente. Il titolo Lola's Blues scelto per la terza traccia è per alcuni aspetti ingannevole, per altri rispondente in un qualche modo a verità: il brano, musicalmente parlando, ricorda infatti una sorta di versione “acida” e “sporca” di un pezzo dei ZZ Top (il riff portante rimembra non poco quello della storica LA Grange), con influenze piuttosto variegate miscelate con discreta abilità. Ad onor del vero, tuttavia, la nostra preferenza va ancora alle prime due tracce, per quanto ci faccia piacere constatare che i nostri abbiano lavorato molto dal 2013 ad oggi, costruendo brani sicuramente più diretti ed incisivi. La quarta canzone del prodotto è una sorpresa dal punto di vista musicale: costituisce infatti una lugubre ballad riservata a chitarra e voce, dedicata ancora una volta all'amico scomparso, il cui volto compare peraltro sulla cover del demo. Il sottofondo musicale di October -questo il titolo scelto- è alquanto seminale, ma l'intensità del brano è davvero notevole e cresce col passare dei minuti e degli ascolti, facendo segnare un altro punto a favore degli Enkoder. Si chiude infine questo 2.0 con una ulteriore, bizzarra ma tutt'altro che sgradita sorpresa: il quinto brano è infatti una cover di Quando Vedrai la Mia Ragazza di Little Tony e risulta decisamente ben fatta e riuscita; l'aspetto più interessante della canzone è il fatto che, pur presentando ovviamente una realizzazione in pieno stile hard 'n' heavy, risulta tuttavia perfettamente riconoscibile nella sua struttura originaria.

I miglioramenti conseguiti in questi anni dagli Enkoder sono evidenti: se all'epoca notammo idee e qualità interessanti, che però non risultavano sfruttate appieno, in questo nuovo prodotto siamo molto felici di constatare che le canzoni risultano maggiormente coese, compatte ed incisive, con una prova importante di Giuman tanto al microfono, quanto a chitarra e basso ed una buonissima performance da parte di Sbrogiò alla batteria; il suddetto, in particolare, ci ha colpito molto proprio nella riuscita cover di Little Tony. E poi dicono che la musica leggera italiana è banale...
Speriamo, in conclusione, che qualche label si accorga dei nostri amici e li lanci finalmente nel panorama musicale che meritano.



VOTO RECENSORE
72
VOTO LETTORI
89.66 su 3 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2017
Autoprodotto
Heavy
Tracklist
1. Dancing With My Ghost
2. Enkoder 2.0
3. Lola's Blues
4. October
5. Quando Vedrai la Mia Ragazza
Line Up
Giuman (Voce, Chitarra, Basso)
Sbrogiò (Batteria)
 
RECENSIONI
ARTICOLI
10/04/2017
Intervista
ENKODER
I nostri demoni interiori
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]