Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Uriah Heep
Living the Dream
Demo

Raum Kingdom
Everything & Nothing
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/09/18
AZAGHAL
Valo Pohjoisesta

24/09/18
HUMAN DECAY
Mefitico

25/09/18
TO END IT ALL
Scourge of Woman

25/09/18
SINATRAS
God Human Satan

26/09/18
OSSUARY ANEX
Holy Blasphemition

27/09/18
STELLAR DESCENT
The Future is Dark

28/09/18
BONEHUNTER
Children of the Atom

28/09/18
RUNNING WILD
Pieces Of Eight - The Singles, Live and Rare 1984 – 1994"

28/09/18
NAZARETH
Loud & Proud! The Box Set

28/09/18
EVILON
Leviathan

CONCERTI

28/09/18
HOUR OF PENANCE
ENJOY CLUB - VICENZA

28/09/18
GRAVEYARD + BOMBUS
ZONA BRONSON - BOLOGNA

28/09/18
THE SECRET + GUESTS
KRAKATOA FEST - TPO - BOLOGNA

28/09/18
EDU FALASCHI
DEFRAG - ROMA

28/09/18
SVLFVR + GUESTS
EXENZIA - PRATO

29/09/18
GRAVEYARD + BOMBUS
BLOOM - MEZZAGO (MI)

29/09/18
EDU FALASCHI + ACID TREE + GUESTS
ARCI TOM - MANTOVA

29/09/18
TORCHIA
KRACH CLUB - MONASTIER (TV)

29/09/18
NWOIBM FEST
GARAGESOUND - BARI

29/09/18
GO! FEST
CSOA SPARTACO - ROMA

Crazy Lixx - Ruff Justice
27/04/2017
( 1847 letture )
Toh chi si rivede, gli svedesoni dei Crazy Lixx da Malmö, che tornano con tante novità, dai mutamenti in line-up alla miscela musicale che potrebbe sorprendere molti fruitori. Ma andiamo per ordine: dopo la pubblicazione del buon disco dal vivo Sound Of The Live Minority del luglio dello scorso anno, i tre componenti centrali della band, Danny Rexon, voce, Joél Cirera, batteria e Jens Sjöholm, al basso, si trovano a dover fronteggiare la dipartita dei due chitarristi Edd Liam e Andy Zäta che vengono sostituiti con due nuovi innesti, ovvero Chrisse Olsson e Jens Lundgren. E già che la formazione è di nuovo compatta, i Crazy Lixx svoltano anche dal punto di vista musicale, lasciando per strada le componenti e le matrici chiare legate al glam/sleaze, per avvicinarsi sensibilmente al class metal in stile Dokken.

Il qui presente e luccicante Ruff Justice si presenta come un disco molto guitar-oriented, maturo ed ispirato da nuovi sentieri, anche grazie a penne compositive rodate, esaltate da una produzione potente ed evoluta. Il quinto CD da studio di questi ragazzi nordici, sfavilla sin da subito e fa sfoggio di dieci pezzi innescati da tante melodie, chitarre devastanti e soluzioni realmente di alto spessore, un vero botto. Ruff Justice include anche tre canzoni che compaiono sulla colonna sonora del videogame Venerdì 13, ovvero XIII, Killer e Live Before I Die, sviluppato da Gun Media e IllFonic, e a breve sul mercato per Microsoft Windows, Xbox e Playstation 4. Si sgomma subito con il primo singolo gettato sul mercato, quella Wild Child che sferra un calcio nel culo a chi ascolta, dall’alto di chitarre pungenti, cori anthemici e compressione di sound pazzesca, accompagnando il tutto con una prova vocale superba di Danny Rexon e melodie intriganti e ferree, solo delle asce penetrante: insomma un ottimo biglietto da visita per la nuova vita dei Lixx. XIII è altra song con adesivi metallici a contornarla, e le hook-lines di chitarra strizzano l’occhio a George Lynch, creando un vortice di grande impatto: ci sentiamo di promuovere in toto questa nuova versione della band, rispetto a quando si prodigava su generi glam e street, ma naturalmente questo è gusto strettamente soggettivo. Walk the Wire abbassa i regimi del motore, ma partorisce un chorus da brividi con intarsi corali di pregio indubbio e arrangiamenti a metà tra il broccato e le steccate metalliche, Shot With a Needle of Love è ennesima prova della bontà musicale di questi solchi, una band che smussa ogni angolo con qualità infusa. Killer invece, parte come una ballad, su un arpeggio delle sei corde, per poi trasmigrare in una sanissima hard rock song con acustiche e atmosfere mutevoli, una prova di Rexon dietro al microfono a dir poco magistrale, con cori tirati allo spasimo che ricorda il gran lavoro dei Def Leppard, del passato, in questa tipologia di cimento. L’aggressività del cacciatore la ritroviamo in Hunter of the Heart, brandello famelico, con riff scuri e un andamento sincopato e triviale della song, caricata a tritolo; Snakes in Paradise è il secondo singolo del album, una traccia, diciamo, commerciale, che scivola via benissimo, mentre If it's Love si abbiglia da lentone, con tonalità soffuse, spremute di cuore e sofferenze, capace di sfociare in un ritornello magico degno dei Kingdome Come del primo, fenomenale, esordio discografico: un nuovo, grande, brandello di questo lavoro. Si va verso l’epilogo con i ritmi accelerati di Kiss of Judas, che propongono ancora una traccia bella pompata con guitar a iosa, un impettito solismo e alcuni accenni armonici che mi ricordano Overnite Sensation dei Firehouse, poi Live Before I Die serra definitivamente i giochi, sfoderando melodia pura, calibrature di classe, l’ennesimo bridge che conduce, con artigli, a un ritornello aureo e impossibile da non ascoltare, con qualche scansione Bonjoviana. La release celebra, al meglio il quindicesimo anniversario della band, corroborata da grandi composizioni infarcite di cori, melodie e riff taglientissimi, soli granulosi e scintillanti di chitarra, una base ritmica agile e battagliera e una vocalità, quella di Danny Rexon, che ci riporta al “el dorado” anni ottanta del genere, un singer duttile, con doti interpretative eccellenti, con una voce davvero prodigiosa. Lo stesso vocalist spiega questo nuovo miracolo compositivo:
"Nell’album c’è un feeling che probabilmente manca dai tempi di New Religion del 2010, ancora una volta, tutta la band ha tirato nella stessa direzione e il risultato finale, credo, sarà molto ben accolto tra coloro che tengono proprio New Religion in alta considerazione".

Ruff Justice è un eccezionale lavoro che potrebbe sagomare i gusti delle giovani leve, assenti nel periodo d’oro del class metal e hard rock de luxe che spolpava le classifiche mondiali. I Crazy Lixx saranno in Italia sabato 29 aprile 2017 per suonare alla IV edizione del Frontiers Rock Festival al Live Music Club di Trezzo Sull’Adda (MI). Quale migliore occasione per scoprire i nuovi componimenti sulle assi di un palco. Crazy Lixx, che bomba questo nuovo disco.



VOTO RECENSORE
85
VOTO LETTORI
92 su 6 voti [ VOTA]
Andrea
Mercoledì 18 Aprile 2018, 16.03.09
20
@rik bay area thrash concordo su tutto
rik bay area thrash
Venerdì 5 Maggio 2017, 17.46.56
19
Queste sonorità sono sempre un piacere. Un po di spensieratezza ogni tanto ci vuole soprattutto quando arriva la bella stagione. Il class metal, l'hard rock cromato, quelle sonorità che mettono di buon umore. È veramente un signor disco e che ti porta a rivivere quelle sonorità tipicamente eighties.
lux chaos
Giovedì 4 Maggio 2017, 9.30.07
18
@galilee sisi, non era un commento oppositivo al tuo, no prob. Era solo per sottolineare quanto sia rimasto folgorato da quel debutto, perchè anche io il 99% delle volte prediligo un suono più sporco e potente! Buona gg
galilee
Mercoledì 3 Maggio 2017, 22.23.31
17
X Lux. Niente di originale non vuol dire male eh.. Mi sono sembrati subito bravissimi infatti, ma il suono un po sporco lo prediligo. Tutto qui.
Frankiss
Martedì 2 Maggio 2017, 17.11.11
16
Grazie Giaxomo x i tuoi complimenti
lux chaos
Lunedì 1 Maggio 2017, 17.00.37
15
Come sai dal forum @Galilee, adoro questo genere e possiedo centinaia di dischi inerenti, e questo fa si che rimanga stupito veramente da poche uscite AOR/melodic rock al giorno d'oggi, ma gli One Desire mi hanno veramente conquistato...certo non propongono nulla di nuovo, ma riescono a coniugare songwriting misurato ed efficacissimo, stile degli anni d'oro ed un gusto attuale che li differenzia da tutti gli altri gruppi e soprattutto da tutti gli altri progetti "a tavolino" della frontiers...una vera gioia per chi ama il genere, e un disco assolutamente da non liquidare, perchè ai primi ascolti sembra banale..poi de gustibus. Comunque sia, tornando IT, i crazy con questo disco hanno centrato l'obiettivo
HeroOfSand_14
Lunedì 1 Maggio 2017, 14.09.07
14
Visti al Frontiers Rock Fest e mi hanno scioccato: potenza, melodia e festa selvaggia, uno spettacolo pazzesco. Questo disco penso sia uno dei loro apici e, pur conoscendoli da poco, ormai considero questa band come una delle migliori realtà attuali. Walk The Wire, Wild Child, XIII, If It's Love, Live Before I Die..pezzi magistrali, chorus anthemici e voce di Danny Rexon eccellente, e lo dico considerando che non mi aspettavo cantasse cosi bene anche dal vivo. Non ha sbagliato nulla e ha mostrato anche di saper cantare su tonalità alte. Grandissimi e uno dei dischi più belli di questo anno
Galilee
Lunedì 1 Maggio 2017, 11.10.55
13
Preferisco nettamente questa proposta a quella degli One Desire, troppo AOR e patinata, che comunque non promuovono nulla di nuovo nemmeno loro. Anyway molto bravi anche loro.
lux chaos
Lunedì 1 Maggio 2017, 10.42.13
12
Concordo con te su una cosa: per ora gli One Desire sono imbattibili, hanno tirato fuori un disco PAZZESCO, perfetto...però questo disco non è affatto male dai, forse il loro migliore...de gustibus
Fabio
Lunedì 1 Maggio 2017, 10.27.40
11
Visti Sabato al Frontiers rock festival ...bravini, il cantante però è nella media e cmq...... i tempi del glam tamarro degli anni 80 sono finiti ! Una band poco utile visto che non propongono nulla di eccezionale......non c'è paragone con gli One Desire , che seppur di un genere un po' diverso sono di un'altra categoria.
lux chaos
Lunedì 1 Maggio 2017, 9.47.40
10
Per ora ho sentito solo le prime 6...effettivamente un ottimo filotto di canzoni di genere, calligrafiche al mitico dokken-metal style, ma nello stesso tempo fresche e moderne...che mi riconvincano all'acquisto che non avviene da New Religion??? Molto probabile
angus71
Lunedì 1 Maggio 2017, 9.44.27
9
bello bello, almeno al primo ascolto. effettivamente ti riporta in quelle atmosfere rock 80. bello
Giaxomo
Sabato 29 Aprile 2017, 21.59.32
8
Devo assolutamente ascoltarlo per due motivi: il primo è che adoro questa band (e queste sonorità), il secondo è Frankiss (e la sua recensione)
Maurizio 76
Venerdì 28 Aprile 2017, 18.21.43
7
ottimo, forse il loro migliore, voto 88
InvictuSteele
Venerdì 28 Aprile 2017, 10.55.30
6
Oh questi sono gli album da comprare. Una meraviglia. Che poi, alla fine, non è che ci voglia molto per creare un grande prodotto, non serve stravolgere i canoni di un genere, servono le belle canzoni, melodie stupende, ritornelli che ti entrano in testa, ottimi assoli. I Crazy Lixx hanno tutto ciò e dopo un paio di album buoni ma inferiori ai primi due stupendi (New Religion l'ho consumato all epoca) tornano con quello che potrebbe essere il loro miglior disco. Bellissimo voto 85
Metal Shock
Venerdì 28 Aprile 2017, 10.30.41
5
Disco meraviglioso, mi ha riportato indietro di trent'anni!!! Era da tanto tempo che non sentivo un disco con questo sound così anni 80' ma trasportato ai giorni nostri. Qui vengono in mente band come Firehouse, Cinderella, Icon, alcune canzoni sono class metal come da tanto non se ne sentono. Ed i cori ti si stampano in mente e non ti lasciano più. Uno dei migliori dischi dell'anno sicuro per me. Voto 90
galilee
Giovedì 27 Aprile 2017, 21.42.58
4
Ho ascoltato qualcosa, sembra davvero ottimo. Devo prenderlo sicuramente.
Franco73
Giovedì 27 Aprile 2017, 20.54.10
3
SORPRESA che bel disco !
Frankiss
Giovedì 27 Aprile 2017, 17.57.04
2
@keysersoze...dai magari presto lo recensiremo proprio qui...un buon album quello da te citato..
keysersoze
Giovedì 27 Aprile 2017, 17.36.09
1
@Frankiss: questo album è una bomba lo ascoltando da giorni invece cosa ne pensi del loro album omonimo del 2014 e quanto gli avresti dato? per me è un ottimo album che ha risollevato le sorti della band dopo Riot Avenue che è l'unico disco che non mi piace di loro
INFORMAZIONI
2017
Frontiers Records
Hard Rock
Tracklist
1. Wild Child
2. XIII
3. Walk the Wire
4. Shot With a Needle of Love
5. Killer
6. Hunter of the Heart
7. Snakes in Paradise
8. If it's Love
9. Kiss of Judas
10. Live Before I Die
Line Up
Danny Rexon (Voce)
Jens Lundgren (Chitarra)
Chrisse Olsson (Chitarra)
Jens Sjöholm (Basso)
Joél Cirera (Batteria)
 
RECENSIONI
70
72
90
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]