Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Premiata Forneria Marconi
Emotional Tattoos
Demo

Cortex Complex
Memoirs of an Apocalypse
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
DEGIAL
Predator Reign

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

CONCERTI

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS ----> ANNULLATO!
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

24/11/17
INDACO + MOUNTAINS OF THE SUN
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

24/11/17
SHAMELESS + TUFF
DEDOLOR - ROVELLASCA (CO)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

25/11/17
COUNCIL OF RATS + NIDO DI VESPE + MALLOY
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

25/11/17
PROSPECTIVE + UNDERTHEBED + OBSCURAE DIMENSION
CENTRO GIOVANILE CA' VAINA - IMOLA

Def Leppard - High 'n' Dry
( 6032 letture )
Dopo il bell’esordio del 1980 con On Through The Night, duro e grintoso, i Def Leppard mettono in mostra il meglio del loro repertorio nel successivo High 'n’ Dry, un album potente, melodico e dal sicuro impatto, uno di quei classici esempi di hard n’heavy, in cui è difficile tracciare con certezza la linea di confine tra hard rock ed heavy metal. Leggenda racconta che gli Iron Maiden decisero di stampare Soundhouse Tape proprio dopo il successo dell’EP autointitolato, che donò a quelli del “leopardo sordo” visibilità e apprezzamenti, tanto che i cinque giovani ragazzi di Sheffield divennero presto noti e discussi nel Regno Unito, e non solo per i meriti musicali dimostrati dalle prime uscite discografiche, ma anche per i loro atteggiamenti spesso sopra le righe che li vedevano coinvolti in risse, incidenti e situazioni poco lodevoli di vario tipo.
Il loro sound risentiva dell’influenza dei grandi che li avevano preceduti, loro stessi infatti avevano ammesso l’ascendente che su di loro esercitavano Led Zeppelin (con cui hanno in comune anche la storpiatura nel nome), Judas Priest e AC/DC, ma alle sonorità pesanti e grezze di questi gruppi essi univano quel gusto melodico tipicamente glam di Slade, Queen e David Bowie, e fu proprio questa miscela di ingredienti a decretare il loro ampio successo dapprima in madre patria, e subito dopo oltreoceano dove i Def Leppard possono considerarsi i maggiori esportatori del metal europeo. Un grande contributo alla buona riuscita della loro proposta era data dal guitar-work della coppia Willis-Clark, quest’ultimo definito da Jimmy Page in persona uno dei migliori chitarristi presenti sulla scena del rock pesante, dalla voce graffiante e ruggente di Joe Elliott e da una sezione ritmica potente e talvolta veloce al limite del punk.
L’opener Let It Go viene introdotta da un riff tagliente e potente, con strofe che partono piano ma che poi in un continuo crescendo sfociano in un ritornello potente e rabbioso, pieno ed orecchiabile, con l’interpretazione di Elliott che ricorda un po’ quella del miglior Bon Scott, segue Another Hit And Run, incalzante e potente, tra i pezzi più heavy del lotto, ma sempre in possesso di quel chorus esplosivo, pieno e grintoso, che fa della loro musica un concentrato di melodica rabbia e raffinata potenza, mentre il grezzo hard n’roll della title-track è diretto discendente del sound degli AC/DC, non a caso la produzione era affidata a Robert “Mutt” Lange, anche se il brano alla fine risulta fin troppo derivato, al limite della copia.
Arriva adesso quello che considero uno dei migliori brani mai composto dal combo di Sheffield, vale a dire la ballad Bringin’ On The Heartbreak, in cui strofe lente e melodiche portano ad un pre-chorus in crescendo fino all’esplosione adrenalinica e grintosa del refrain, ammirevole la strumentale Switch 625 dove Clark chiarisce a tutti di essere un genio della sei corde, ed ancora l’hard n’heavy di You Got Me Runnin’ con un lavoro di basso davvero incisivo e straordinario che dona alle strofe un incidere tipicamente heavy metal per lasciare spazio ad un chorus leggero ed orecchiabile, che sa essere al tempo stesso brioso ed incazzato, e caratteristiche simili presenta anche Lady Strange, il cui potente intermezzo strumentale è una vera e propria cavalcata heavy che sembra una sorta d’antipasto della successiva On Through The Night, che come si intuisce facilmente dal titolo era stata concepita per l’album d’esordio, si giunge così alla conclusione con Mirror, Mirror, pezzo che ha strofe più rilassate e preparatorie all’esplosivo chorus, e con la veloce e potente No No No.
In seguito l’act inglese cambiò direzione stilistica, adagiandosi su sonorità più morbide ed ancor più melodiche, che trovarono in Hysteria la loro maggior espressione, influenzando l’intera scena glam metal ed hard rock della seconda metà degli ’80, quindi i vari Cinderella, Poison e tanti altri, e soprattutto i Bon Jovi. Peccato solo che quasi un decennio dopo le influenze si sarebbero invertite, con i Def Leppard che cercheranno invano di imitare il rock dal facile successo commerciale e con poche pretese artistiche degli ultimi Bon Jovi.



VOTO RECENSORE
85
VOTO LETTORI
56.78 su 50 voti [ VOTA]
jaw
Giovedì 16 Novembre 2017, 23.38.31
19
Runnin not tw Guglielmo del cazzo
venom
Venerdì 27 Maggio 2016, 7.17.17
18
bellissimo disco un po troppo ac/dc pero molto godibile,
Alex
Domenica 8 Novembre 2015, 15.22.06
17
E' il loro album che preferisco. Più raffinato e studiato rispetto al precedente, a mio parere è quello con le sonorità hard più marcate, e un susseguirsi di ritmicità che nei pur validi lavori seguenti, non ho riscontrato. Voto 80 con grande piacere.
InvictuSteele
Venerdì 23 Ottobre 2015, 0.11.57
16
Il miglior disco dei Def Leppard, un capolavoro così come il successivo Pyromania. Con Hysteria si alleggeriscono troppo per i mei gusti, anche se quell'album è magnifico, ma secondo me inferiore a questo.
Walterock
Sabato 31 Gennaio 2015, 16.43.28
15
@Mulo: "a scopiazzare ciò che va di moda"..semmai vorrai dire che imporranno agli altri una nuova moda visto che furono tra i prime movers del genere poi definito negli States come pop-metal. A me questo è l' album dei DL degli 80s che piace di meno perchè è l'unico veramente poco personale. On through the night, Pyromania e Hysteria 3 capolavori
Mulo
Sabato 27 Dicembre 2014, 16.46.42
14
Dopo un gran bell'esordio arriva questo High,n'dry.Elliott scimmiotta Brian Johnson x tutta la durata (ricordo che gli ac/dc erano la band più famosa al mondo nel 1981)e il disco è uno scopiazzamento dello stile ac/dc (back in black).Per carità,pezzi buoni (anche ottimi vedi "let it go")ma alla lunga stufa.Da qui in poi (questo compreso)iniziano a scopiazzare ciò che va di moda (specialmente in USA)x poter sfondare (come faranno con pyromania).Io avrei proseguito cercando un evoluzione del sound dello splendido debutto.
polosud
Venerdì 25 Aprile 2014, 0.15.32
13
troppo stereotipato su stilemi ac/dc, però non male 75/80 per me
blackie
Domenica 16 Febbraio 2014, 3.22.44
12
lo stile un po troppo ac dc pero si tratta di un grande album stupendo
blackie
Domenica 16 Febbraio 2014, 3.22.36
11
lo stile un po troppo ac dc pero si tratta di un grande album stupendo
roberto
Sabato 25 Gennaio 2014, 22.16.03
10
@Francesco: nè uno nè l'altro. Hair metal è un termine che non ha alcun significato storico musicale, èsolo un immenso scatolone in cui negli anni 2000 sono stati messi assieme senza differenziazione i vari sottogeneri glam/street/pop metal ecc in un unico termine "hair metal". Questo High'ndry dal mio punto di vista è nettamente un disco hard rock con influenze Ac/Dc ma con spunti melodici accentuati che sarà il preludio di quanto farannno i Def leppard da Pyromania in poi. Bel disco, non tra i miei preferiti però dei DL, preferisco piuttosto o la grezzezza metal di On through..(quello si è un disco di NWOBHM) o i capitoli successivi come Pyromania e Hysteria. Comunque voto 80
Philosopher3185
Sabato 25 Gennaio 2014, 21.18.08
9
Azzo,sto disco è un compendio di riff rubati agli AC\DC,la title track è talmente acdc che solo la voce di elliot mi fa ricordare che sono i Def Leppard! cio' non toglie che comunque ci sono pezzi che sono in puro stile Leppard e che poi verrano perfezionati nei dischi successivi...un ottimo album,anche se meno esplosivo del debutto...un 80 ci sta tutto
Francesco
Sabato 6 Aprile 2013, 12.48.08
8
La recensione di On through the night arriva o no?
Francesco
Giovedì 13 Settembre 2012, 1.11.40
7
Quest'album è da considerarsi NWOBHM o hair metal?
lux chaos
Domenica 6 Maggio 2012, 16.17.09
6
strepitoso insieme ai successivi due i mogliori del leopardo
MAIDEN 65
Mercoledì 3 Agosto 2011, 16.51.42
5
Giusto !
fabio II
Mercoledì 3 Agosto 2011, 16.47.08
4
Hai ragione Maiden 65! canzoni come 'You got me runnin' sono già mature come il leopardo che verrà ( e senza i sintetizzatori!!)
MAIDEN 65
Mercoledì 3 Agosto 2011, 16.43.43
3
Gran disco uno dei miei preferiti voto 80
Alex Metalheart
Sabato 25 Giugno 2011, 1.27.04
2
niente On Through the night?
Frank93
Venerdì 21 Maggio 2010, 22.37.25
1
Con questo album già si avvertono le prime influenze hair metal che raggiungono il loro massimo vertice nei successivi dischi come Pyromania, Hysteria ed Adrenalize. Bringin' on the heartbreak è una delle più grandi ballad in ambito metal. A quando la recensione di On through the night?
INFORMAZIONI
1981
Mercury
Hard Rock
Tracklist
1. Let it Go
2. Another Hit and Run
3. High 'n’ Dry (Saturday Night)
4. Bringin’ on the Heartbreak
5. Switch 625
6. You Got Me Runnin’
7. Lady Strange
8. On Through the Night
9. Mirror, Mirror (Look into My Eyes)
10. No No No
Line Up
Joe Elliott (vocals)
Steve Clark (guitars)
Pete Willis (guitars)
Rick Savage (bass)
Rick Allen (drums)
 
RECENSIONI
86
69
70
61
70
87
88
88
85
82
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]