Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Ayreon
Electric Castle Live and Other Tales
Demo

Morningviews
You Are Not the Places You Live In
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

25/05/20
SINISTER DOWNFALL
A Dark Shining Light

25/05/20
TILL DIE
Ruthless

27/05/20
HELIKON
Myth & Legend

29/05/20
PARALYSIS
Mob Justice

29/05/20
BEHEMOTH
A Forest (EP)

29/05/20
GRAVE DIGGER
Fields Of Blood

29/05/20
CENTINEX
Death In Pieces

29/05/20
PALAYE ROYALE
The Bastards

29/05/20
SORCERER
Lamenting Of The Innocent

29/05/20
XIBALBA
Anos En Infierno

CONCERTI

29/05/20
RAIN + GUESTS (ANNULLATO)
BLACK DEVILS SPRING PARTY - S. GIOVANNI IN PERSICETO (BO)

29/05/20
NECRODEATH (ANNULLATO)
LEGEND CLUB - MILANO

30/05/20
MARK LANEGAN BAND (ANNULLATO)
TEATRO MANZONI - BOLOGNA

09/06/20
PERIPHERY (ANNULLATO)
ORION - CIAMPINO (ROMA)

10/06/20
IN.FEST
CIRCOLO MAGNOLIA - MILANO

12/06/20
SYSTEM OF A DOWN + KORN + GUESTS TBA (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

12/06/20
GUNS N` ROSES + GUESTS TBA (ANNULLATO)
FIRENZE ROCKS - VISARNO ARENA (FIRENZE)

13/06/20
AEROSMITH + GUESTS (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

16/06/20
STEEL PANTHER + THE WILD (SOSPESO)
ALCATRAZ - MILANO

16/06/20
DEATHLESS LEGACY
CRAZY BULL - GENOVA

Alan Sorrenti - Aria
( 9713 letture )
So bene di avervi procurato un forte spavento in tempi molto recenti rendendovi edotti dei trascorsi prog dell’ineffabile Michele Zarrillo e che quindi dovrei lasciarvi un certo margine di tempo per potervi riprendere, ma non resisto. Voglio proprio stendervi, ed allora vi racconto la storia di un altro alfiere del glorioso movimento prog italico.
C’era una volta un raffinato compositore italo-gallese che nel 72, -tra i primi quindi– fece uscire, tra l’altro per la Harvest, un importante lavoro di impronta psichedelico-prog intitolato Aria, composto da una lunga suite più tre pezzi più normali come durata. Il chitarrista, innamorato dei Van Der Graaf Generator, (ed in quei giorni Pawn Hearts spopolava anche da noi), rispondeva al nome –tenetevi forte– di Alan Sorrenti. Esatto, il cantore di Figli delle Stelle e Tu sei l’Unica Donna per Me, canzonette dance che monopolizzarono le charts ufficiali sul finire dei 70’s solo pochi anni prima aveva scritto pagine importantissime, prima con questo Aria, e poi con Come un Vecchio Incensiere all’Alba di un Villaggio del Deserto.

La sua voce, di impronta hammilliana, risultava molto adatta a certe atmosfere, ma manifestò rapidamente dei cedimenti nelle performance live e ciò, unitamente al richiamo del grano, fece mutare rotta (anche) a lui. Per dare un’idea del riscontro qualitativo che ebbe Aria basti pensare che Alan fece un tour di supporto con i Pink Floyd, per poi approdare in tempi recenti ad esibizioni con I cugini di Campagna (e qui, solo a scriverlo, ho avuto un mancamento).
I musicisti presenti su questo vinile sono di livello assoluto, basti segnalare l’intervento del violino di Jean Luc Ponty, presente nella suite d’apertura, e che ha lavorato lungamente con Zappa e la Mahavishnu Orchestra. La suite, incentrata sul dualismo Aria/Donna, e su tematiche molto prog nei testi, fra allucinazioni fantasy ed ambientazioni quasi Gothic, si sviluppa reggendosi tra raffinatissimi arpeggi, un violino isterico, le percussioni avviluppanti (Tony Esposito, altro grande musicista che poi ci regalerà una perla come Kalimba de Luna, sigh), ed una prestazione vocale di livello assoluto, con vocali “allungatissime”, che trasporta in atmosfere oniriche prima e decisamente erotiche sul finire, in accordo col testo, tanto da risultare molto moderna ancora oggi.
Il secondo lato, più canonico, riporta a certe cose di Tim Buckley, che era comunque più dotato vocalmente (Starsailor), anche nel cantato che a mio parere può anche essere ricondotto in una certa misura alla scuola classica napoletana, tanto che in seguito Alan si avventurerà, con relativa fortuna, a riproporre un classico del settore stravolto a suo modo suo: Dicintencello Vujie.

Purtroppo certi gioielli sono misconosciuti dal pubblico moderno, ed alla fine il vendersi non sempre paga, dato che la sua carriera da figlio delle stelle fu intensa (alcuni dicono da figlio di un’altra cosa, ma non ho mai capito di cosa...), ma breve.
Chissà, magari con un po’ di fortuna un domani potrebbe sempre tornare, magari con un disco prog assieme ai Cugini di Campagna… che ne dite?



VOTO RECENSORE
82
VOTO LETTORI
63.32 su 65 voti [ VOTA]
Raven
Mercoledì 14 Marzo 2018, 19.56.07
61
Lapsus. E' un disco che conosco benissimo ed ho anche assegnato in data base. Farò correggere, grazie per la segnalazione.
gionniboi
Mercoledì 14 Marzo 2018, 17.54.31
60
Al recensore: occhio che quello di Starsailor non era Jeff Buckley, ma suo padre Tim!
Rob Fleming
Sabato 16 Gennaio 2016, 13.35.36
59
Coraggioso
simo
Giovedì 7 Maggio 2015, 15.31.32
58
Ma alla fine é quasi sempre stato così...la musica fatta con le palle e con credibilità non é mai oggetto mediatico,difficilmente ascoltando una qualsiasi radio mainstream si può ascoltare,é tutta roba che vai a cercarti tu ora che c'è internet é anche più facile mentre un tempo spopolavano le riviste di settore.Secondo me sta anche qui il bello della musica,una ricerca continua...
Galilee
Giovedì 7 Maggio 2015, 14.16.03
57
I gruppi che spaccano come dico io, passano poco in radio, al massimo senti qualcosa su radio due, ma godono dello stesso disinteresse che hanno i gruppi Metal. Insomma sono cose che devi andarti a cercare.
Dostoevskij
Giovedì 7 Maggio 2015, 13.06.22
56
Tutti grandi cantanti senz'altro,ma il fatto è che ormai quella risicata fette di mercato rimasta ormai ( a parte i nomi storici) è terra solo di quei raccomandati dei talent show che poi a livello tecnico saran anche bravi ma a persolaità stiamo a zero, perchè adesso non venitemi a dire che Mengoni oppure che so Emma Marrone sono dei grandi! E' gente che sicuramente saprà cantare ma artisticamente non valgono un cazzo. E i gruppi che spaccano come dice Galilee ci sono sicuramente,ma vengono travolti da sto mare di merda mediatica.
Galilee
Giovedì 7 Maggio 2015, 12.48.32
55
Vabbeh, adesso la situazione è insostenibile, però ci sono anche molte più band e gruppi indipendenti che spaccano il culo che prima non c'erano. Personalmente adoro tutto il cantautorato italiano. Ecco si, non cose alla baglioni, Cocciante, ma vado fuori per gente come Fossati, De andrè, Gaetano, Tenco, Mina, La Martini Etc etc. Ovviamente non è la musica di adesso...
Dostoevskij
Giovedì 7 Maggio 2015, 12.24.13
54
A parte i mostri sacri(per me) De Andrè e Battiato, devo ammettere che Gazzè non mi dispiace, pure Caparezza e Elio, però di base da noi vai bene se fai le canzonette sceme, meglio ancora se fai dance e ripeti alla cazzo due o tre frasi in inglese. Chi ha suonato nei '70 '80 sicuramente ha avuto più possibilità e non si è magari sputtanato fino all'osso, ma oggigiorno vai avanti solo a colpi di talent-show di sta cippa, che forse è ancora peggio che ad un certo punto della carriera mettersi a fare come Alan Sorrenti....
raven
Giovedì 7 Maggio 2015, 12.11.07
53
Comunque in db trovi anche la recensione del BVC
Galilee
Giovedì 7 Maggio 2015, 11.55.37
52
Mah, secondo me le cose non stanno proprio cosi. A molti piace davvero la merda che propongono. Alex Britti è improponibile. Prendete un Max gazzè, o un Nicolò fabi, potranno farvi cacare, ma hanno scelto una strada decisamente più credibile. Non c'è bisogno di sputtanarsi come Alex Britti per sopravvivere. La maggior parte dei cantautori italiani nati negli anni 70/80 le loro grandi cose se le sono sparate. Alan Sorrenti, dopo un paio di singoli pop azzeccati, che sinceramente piacciono pure a me, non è nemmeno più riuscito a fare un cazzo in quel senso. Quindi vuol dire che le risorse erano finite.
Dostoevskij
Giovedì 7 Maggio 2015, 11.30.10
51
Niente di più esemplificativo di questa storia di Alan Sorrenti raccontata da Raven per descrivere la realtà di una scena musicale italiana dedita alle canzonette, unica fonte di reddito sicuro anche per musicisti dotati che avrebbero potuto vivere di Arte e non scrivendo cacchiate da balera di terza categoria.....l'elenco sarebbe lunghissimo, a me così su due piedi viene in mente un ottimo chitarrista quale è Alex Britti che scrive canzoni da cerebroleso per portar a casa la pagnotta.....ma tant'è....tra l'altro anche l'ormai disastrato Richard Benson all'epoca fu un buon chitarrista che milito nel gruppo progressive Buon Vecchio Charlie, e poi orrore finale anche ehm scusate....dunque....vediamo se riesco a dirlo....Gigi D'Alessio è diplomato al conservatorio, così come se non erro Gianni Morandi.
Elluis
Giovedì 7 Maggio 2015, 11.04.25
50
Ad onor del vero quella serata è stata anche piacevole, si sono sentiti degli evergreen che non sentivo da un po': Camerini e' stato sicuramente il migliore, con una fintissima crestona punk rosso fuoco, haha !! che fuori di testa !! Sul palco non c'era uno strumento musicale che uno, cioè tutti quanti avevano le basi registrate, andavano sul palco e cantavano (qualcuno forse anche in playback) ma nell'insieme e' stato carino, molto vintage
Galilee
Giovedì 7 Maggio 2015, 10.12.11
49
Camerini fino a Rockmantico è stato un Dio. Poi vabbeh la droga pesante presa in quantità smodata e per lungo tempo ha i suoi effetti... Ora è qualcosa di abominevole.
simo
Giovedì 7 Maggio 2015, 10.06.21
48
Camerini fu un grande assieme a Finardi e altri poi bhe...i tempi cambiano
raven
Giovedì 7 Maggio 2015, 7.27.07
47
Anche camerini fece del buono, a suo tempo.
Elluis
Giovedì 7 Maggio 2015, 0.40.06
46
Ommadonnasantissima !! Pure questo c'è nel ricco archivio di Metallized !! E chi l'avrebbe mai immaginato?? Per quanto ne so fa delle serate in giro un po dove lo chiamano, dalle comparsate in Rai come diceva prima @raven a concerti, del tipo attrazione della serata del Festival della Salamella di Castel San Giovanni. Io l'ho visto una serata di una decina di anni fa su un palco in una spiaggia in Abruzzo, con i Righeira e Alberto Camerini, un roba davvero trash.....
simo
Mercoledì 6 Maggio 2015, 23.41.59
45
É da un tot che non sento parlare di lui...é ancora in giro?
raven
Mercoledì 6 Maggio 2015, 18.37.20
44
Domenica era su Rai Uno con un Medley delle sue cose peggiori. Tutto rifatto ;Penoso.
simo
Mercoledì 6 Maggio 2015, 18.33.56
43
Non ci sono pareri personali che tengano:il pathos qua é a livelli assurdi.Non può certamente essere preso come riferimento per la tecnica vocale ma su questo lavoro Alan ha davvero fatto una magia.90
klostridiumtetani
Sabato 2 Maggio 2015, 22.11.00
42
A questo punto chiedo (umilmente) una rece di Concerto Grosso dei New Trolls, che a mio avviso merita di entrare nell' Olimpo del Prog Internazionale!
klostridiumtetani
Sabato 2 Maggio 2015, 22.05.47
41
Dico solo che mi fa piacere vedere recensiti e tenuti in considerazione anche opere come questa in una webzine metal. Se non altro denota apertura mentale, come dovrebbe sempre essere. Bei ricordi ed è stato un grande artista anche lui!
raven
Sabato 2 Maggio 2015, 7.10.03
40
Pietro, se non conosci, documentati.
Galilee
Sabato 2 Maggio 2015, 1.10.14
39
Disco eccellente e devastante. Uno dei capolavori del prog italiano. Sicuramente uno dei dischi più difficili e personali di quel magnifico periodo.
Pietro
Sabato 2 Maggio 2015, 0.09.37
38
Tra le tante, quella sul "secondo lato, più canonico" che "riporta a certe cose di Jeff, che" a tuo parere "era comunque più dotato vocalmente", è la più divertente. A quando una recensione di un disco dei Cugini di Campagna… che ne dici? Comunque, è sempre un piacere.
Bobby
Sabato 2 Marzo 2013, 17.38.02
37
@Fabio, Jeff Buckley è morto nel '97 e non si può dire che facesse musica commerciale. Era un cantautore, come il padre
Raven
Venerdì 13 Aprile 2012, 16.11.25
36
Si, Come UN vecchio Incensiere.... era un ottimo album. Continua a cercare le vecchie rece progressive italiche
Le Marquis de Fremont
Venerdì 13 Aprile 2012, 13.40.09
35
Ho visto la recensione solo adesso e scusate il ritardo. Grande disco e grandi canzoni. Consiglio anche Come un Vecchio Incensiere con addirittura Dave Jackson dei Van der Graaf Generator al flauto e Francis Monkman dei Curved Air alle tastiere... Aggiungo anche i Saint Just della sorella Jane (o Jenny, a seconda dei casi) Sorrenti. Ascoltate "Nella Vita Un Pianto" da "La Casa Del Lago" per farvi un'idea. Poi, questo coglione è diventato il "figlio delle stelle" ma probabilmente non ne aveva più (si veda il terzo album "Alan Sorrenti").
riccardo
Domenica 27 Giugno 2010, 18.29.44
34
disse una volta un mio amico al quale proposi : domani ti porto un disco eccezionale che non conosci rispose: se e' roba fatta dopo il 72 - non lo sento neppure... aveva ragione - quegli anni hanno avuto una creativita' eccezionale troppo avanguardistica per la cultura media - uno come Peter Hammill sara' capito ed apprezzato fra 300 anni,,,a parte tutto qui Alan Sorrenti e' eccezionale... peccato ....
Raven
Sabato 13 Febbraio 2010, 10.47.39
33
può essere, non è certo il miglior cantante della storia.........
Stefano
Sabato 13 Febbraio 2010, 9.58.40
32
Devo dire che è un bel CD progressive,"Aria", molto personale e ricco di fantasia. Molto ricco di particolari interessanti. Solo che il mio orecchio mi dice che volendo fare molti passaggi difficili a volte Alan stona un pò. Ragazzi per essere sincero non è che voglio criticare: ma nello stile ci sta anche... Stupenda, capolavoro, "Vorrei incontrarti"... Anche se a 3:13 anche li, non è sicuro nella modulazione.
pincheloco
Martedì 16 Giugno 2009, 8.44.29
31
Per gli amanti come me del vecchio prog. italiano anni 70; ho visto in giro la ritampa recente su CD di questo album grandioso a 7,90 euro. Per chi non ce l'ha mi sembra una buona occasione.
dagobert
Venerdì 25 Aprile 2008, 19.46.33
30
Affascinante Le contorsioni vocali di AS ed il violino di JLPonty danno una grande atmosfera Un grande album
raven
Venerdì 18 Aprile 2008, 17.09.00
29
Dai...un pò di ironia.....
lovemetal
Lunedì 31 Marzo 2008, 1.25.51
28
ad ogni modo non capisco perché tanta gente, fra cui Raven, ma anche lo stesso Scaruffi, ritengano opportuno gloriarsi del fatto che abbiano avuto il conato di vomito ascoltando i Cugini; ammesso che sia vero. Capirei se avessi detto nel vederli, ma nel sentirli...si potrà mica vomitare per un falsetto. e non condivido neanche la necessità di dare un voto al disco. se avessi dato 3 punti in meno cosa voleva dire, che c'era un errore in più nel testo o nella voce?
Raven
Venerdì 18 Gennaio 2008, 17.54.13
27
Era già stato segnalato nei commenti precedenti.
fabio
Giovedì 17 Gennaio 2008, 23.05.28
26
tim buckley... jeff è il figlio e fa musica commerciale , ciao
francesco gallina
Martedì 30 Ottobre 2007, 20.59.10
25
lieto di averti aperto un piccolo orizzonte
love metal
Mercoledì 10 Ottobre 2007, 0.10.01
24
l'ho appena preso, capolavoro inaspettato da parte di questo autore che probabilmente si è reso famoso con album più banali e scontati - questo qui' è fantastico, a partire dalla copertina. come voce mi ricorda un po' jeff buckley.
anonimo
Mercoledì 10 Ottobre 2007, 0.06.43
23
l'ho appena preso, capolavoro inaspettato da parte di questo autore che probabilmente si è reso famoso con album più banali e scontati - questo qui' è fantastico, a partire dalla copertina. come voce mi ricorda un po' jeff buckley.
ale
Venerdì 27 Aprile 2007, 12.49.23
22
La media 70 la dice lunga sul livello degli utenti che hanno votato. Bambini a nanna, lavori così ricercati non fanno per voi. voto: 90/100
CONTE MASCETTI
Sabato 21 Aprile 2007, 15.49.27
21
CAPOLAVORO???? MA TERAPIA TAPIOCO O SCHERZIAMO?
notagus
Mercoledì 11 Aprile 2007, 20.31.28
20
semplicemente un capolavoro insieme a numerosi altri grandi gruppi/cantanti italiani del periodo progressive degli anni settanta.
Francesco gallina
Lunedì 2 Aprile 2007, 7.57.31
19
Lo era, se intendi spacciare per musica di qualità "tu sei l'unica donna x me".....
luxana
Venerdì 30 Marzo 2007, 23.55.32
18
MI DISPIACE X TANTI DI VOI MA,IN FATTO DI MUSICA DI QUALITà NN CAPITE NULLA....ALAN è UNICO, ASPETTO IL SUO SITO
francesco gallina
Mercoledì 7 Marzo 2007, 18.19.23
17
Magari con Pupo come special guest....un sogno...
maynard
Mercoledì 7 Marzo 2007, 17.39.30
16
Lo conosco e lo trovo eccellente...ed ho cercato con un 99 (magari eccessivo) di rendere giustizia...non fosse mai che il buon alan passando da queste parti e vedendo un riscontro positivo ritorni sui suoi passi regalandoci una versione prog della durata di 28 minuti di anima mia...che bellezza
Francesco gallina
Mercoledì 7 Marzo 2007, 11.02.34
15
certo che deve dare proprio una grossa soddisfazione votare 1 tanto x rompere i marroni eh?
Francesco gallina
Mercoledì 7 Marzo 2007, 8.00.22
14
Conte Mascetti, posso solo aggiungere: Antani.
Francesco gallina
Mercoledì 7 Marzo 2007, 7.58.04
13
a proposito di voti..... solo commenti da gente che o non lo conosce o lo giudica eccellente. e allora come mai 49? qualcuno si diverte sempre a dare fastidio con queste stupidaggini, gente che ha molto tempo da perdere a quanto pare...
Francesco Gallina
Mercoledì 7 Marzo 2007, 7.56.31
12
Minchia, sbagghiaj. E' vero: Tim. Chiedo venia, errore di sufficienza, mi compiaccio di essere seguito da intenditori. Il voto? bè, è un fatto soggettivo, forse quello che ha fatto in seguito del gran figlio d....elle stelle mi ha influenzato in negativo, ma i voti lasciano comunque il tempo che trovano.
Conte Mascetti
Mercoledì 7 Marzo 2007, 7.18.26
11
Ma la supercazzola prematurata con scappellamento a destra o cosa?
BlackAndBlue
Mercoledì 7 Marzo 2007, 0.38.12
10
scusami un ultimo appuntino 82 come voto?? questo e' un capolavoro del prog italiano e non solo. il voto minimo e' 99!!
BlackAndBlue
Mercoledì 7 Marzo 2007, 0.32.31
9
Che dire grandissimo disco!!misconosciuto in Italia!! Da comprare al volo!!non 100 ma 1000!! Buona recensione pero' devo farti un appunto non Jeff Buckley ma il padre Tim Buckley, due grandissimi, era l'autore di Starsailor.Mentre andate a comprarvi Aria compratevi anche Starsailor e Lorca di Tim Buckley per capire cosa si puo' arrivare a fare con la voce!!Altro che growling!
francesco gallina
Martedì 6 Marzo 2007, 17.16.09
8
Capita, vedo che la storia del prog interessa, bene bene, dovrò scrivere dell'altro.
Roberto
Martedì 6 Marzo 2007, 17.09.38
7
in realtà sono rimasto più basito dalla forma del mio italiano nel msg precedente....
Roberto Tirelli
Martedì 6 Marzo 2007, 17.07.22
6
Io che mi definisco un grande amante del prog, rimango basito dinanzi a tale conoscenza.... Sono sempre rimasto ai soliti noti (Banco, PFM)... devo studiare ancora parecchio....
francesco gallina
Martedì 6 Marzo 2007, 11.33.40
5
come altro rispondere al conte Mascetti?
marco
Martedì 6 Marzo 2007, 10.02.14
4
.... o questa?
Francesco Gallina
Martedì 6 Marzo 2007, 8.08.55
3
Non scherziamo mai con la supercazzola prematurata, (con scappellamento a destra, si capisce). Roberto, cerca di riprenderti.
Roberto Tirelli
Lunedì 5 Marzo 2007, 22.24.59
2
Francè mi stai a tramortì co ste notizie!
Conte Mascetti
Lunedì 5 Marzo 2007, 15.51.38
1
Ma terapia tapioco o scherziamo?
INFORMAZIONI
1972
Harvest/EMI
Prog Rock
Tracklist
1. Aria
2. Vorrei Incontrarti
3. La mia Mente
4. Un Fiume Tranquillo
Line Up
Alan Sorrenti - Voce e Chitarra
Vittorio Nazzaro - Basso e Chitarra Classica
Albert Prince - Tastiere Hammond
Jean Luc Ponty - Violino
Tony Esposito - Batteria e Percussioni
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]