Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Selvans
Faunalia
Demo

Bullet Ride
The Choice
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

13/11/18
NODE
Propheta

16/11/18
THE TANGENT
Proxy

16/11/18
SKULL PIT
Skull Pit

16/11/18
AFIRE
On The Road From Nowhere

16/11/18
SACRIFICIUM CARMEN
Hermetica

16/11/18
ARTILLERY
The Face Of Fear

16/11/18
ESBEN AND THE WITCH
Nowhere

16/11/18
THE SMASHING PUMPKINS
Shiny and Oh So Bright Vol. 1 / LP: No Past. No Future. No Sun.

16/11/18
DIVINE ASCENSION
The Uncovering

16/11/18
OF GRACE AND HATRED
Toxic Vows

CONCERTI

13/11/18
BRING ME THE HORIZON
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

13/11/18
IGORRR
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

14/11/18
IGORRR
ORION CLUB - CIAMPINO (RM)

15/11/18
BRANT BJORK
SPAZIO 211 - TORINO

15/11/18
LACUNA COIL + AMBERIAN DAWN
SANTERIA - MILANO (MI)

15/11/18
IGORRR
LOCOMOTIV CLUB - BOLOGNA

16/11/18
MYSTIFIER + CRAVEN IDOL
CENTRALE ROCK PUB - ERBA

16/11/18
SIRENIA + TRIOSPHERE + GUEST TBA
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

16/11/18
SHINING (NOR) + ALITHIA
LEGEND CLUB - MILANO

16/11/18
SISKA
BIRRERIA TRENTI - POVE DEL GRAPPA (VI)

Hello Black Hole - In No Good Hand
19/06/2017
( 470 letture )
Impermeabile giallo e occhiali da sole.
Così si presentano gli Hello Black Hole al loro debutto. In No Good Hand è infatti l'EP con cui esordisce il terzetto finlandese e, proprio come il coloratissimo artwork, la band sembra tenderci la mano per offrirci una manciata di canzoni come il pugno di caramelle gommose rappresentate nella copertina appunto. Sebbene ad un primo ascolto sembra possibile poter divorare in poco tempo queste quattro canzoni all'apparenza spensierate e giocose, queste mostrano invece ben presto un sound sporco e graffiante, unito a testi dissacranti, proprio come quelle caramelle così attraenti e scintillanti che si rivelano invece avere la forma di vermi e teschi.
In effetti il post rock a metà strada tra punk e indie degli Hello Black Hole prende forma nelle quattro canzoni che compongono questo album e delineano il percorso musicale imboccato dal gruppo.
Le tracce si susseguono incalzanti e se appunto ad un primo ascolto sembrano facilmente assimilabili, è poi premendo play le successive volte che si rivelano all'ascoltatore dettagli prima passati inosservati. Perché se è vero che il rock dagli Hello Black Hole è decisamente ruvido, non è comunque privo di arrangiamenti interessanti inseriti nei punti giusti, che rivelano un gusto musicale non del tutto privo di ricercatezza.
E se il primo brano -Tight Rope Tightens- ci mostra il lato più post rock, che sfocia nell'indie, è invece nelle successive tracce che l'anima punk del gruppo si palesa chiaramente, soprattutto in Crude Awakening, canzone trascinante al limite del disturbante, un pezzo perfetto per animare un po' di pogo spensierato durante un concerto.
Il riffing insieme alla voce, quasi disarmonica, di Johan diventano la parte portante delle composizioni, sostenute dalla sezione ritmica in modo semplice, ma efficace. Insomma In No Good Hand è un piccolo assaggio di neanche un quarto d'ora che potrà soddisfare la voracità di chi ama i sound più spensierati, ma che nascondono una buona dose di disillusione e ruvidezza: sarà dunque interessante ascoltare le future uscite della band.



VOTO RECENSORE
72
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2017
Svart Records
Post Rock
Tracklist
1. Tight Rope Tightens
2. Five Hundred Rocks To Throw
3. Crude Awakening
4. Hero Libido
Line Up
Johan (Voce, Chitarra)
Pontus (Basso)
Titus (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]