Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Black Country Communion
BCCIV
Demo

Wicked Machine
Chapter II
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

28/09/17
DROPSHARD
Paper Man

29/09/17
VANISH
The Insanity Abstract

29/09/17
CITIES OF MARS
Temporal Rifts

29/09/17
NARBELETH
Indomitvs

29/09/17
HORRIFIED
Allure of the Fallen

29/09/17
ACT OF DEFIANCE
Old Scars, New Wounds

29/09/17
RADIO MOSCOW
New Beginnings

29/09/17
PRIMUS
The Desaturating Seven

29/09/17
NOCTURNAL RITES
Phoenix

29/09/17
KADAVAR (GER)
Rough Times

CONCERTI

24/09/17
PAPA ROACH + FRANK CARTER & THE RATTLESNAKES
ALCATRAZ - MILANO

24/09/17
EVERGREY + NEED + SUBLIMINAL FEAR
LEGEND CLUB - MILANO

24/09/17
ALAZKA + IMMINENCE + ACROSS THE ATLANTIC
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

29/09/17
ARCHGOAT + BOLZER + SVARTIDAUDI
ARCI TITTY TWISTER - PARMA

30/09/17
ARCANE ROOTS + TOSKA
LEGEND CLUB - MILANO

30/09/17
CANDLEMASS + GUESTS
CROSSROADS LIVE CLUB - ROMA

30/09/17
HAUNTED + NECROSPELL
ZOOM MUSIC CLUB - MARCELLINARA (CZ)

30/09/17
ONELEGMAN + SEXPERIENCE
GASOLINE ROAD BAR - LENTIGIONE (RE)

30/09/17
DEATH METAL NIGHT
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

01/10/17
WINTERSUN + WHISPERED + BLACK THERAPY
ZONA ROVERI - BOLOGNA

Straight Opposition - The Fury from the Coast
14/08/2017
( 545 letture )
La muscolare e combattiva copertina di The Fury from the Coast, terzo full lenght degli Straight Opposition, introduce nel migliore dei modi il contenuto dell’album, condensato in una decina di mazzate sui denti dell’hardcore metal più nerboruto ed incazzato in circolazione. La band di Pescara, fondatasi nell’ormai lontano 2004, si riaffaccia sul mercato discografico tre anni dopo la pubblicazione dell’EP Pescara Hardcore. La traiettoria musicale degli Abruzzesi segue la linea della coerenza e della continuità: fedeli agli stilemi del genere, gli Straight Opposition non si scostano di una virgola da quanto fatto in passato, tuttavia, pur restando all’interno di un solco musicale precisamente codificato, affinano la qualità generale della loro proposta.

In bilico fra la vecchia e la nuova generazione hardcore, The Fury from the Coast contiene tutti gli elementi chiave del genere. L’album si compone di una decina di brevissime tracce, nessuna delle quali supera il simbolico scoglio dei tre minuti di durata. Generalmente tiratissimi, i brani sono talvolta spezzati da violenti momenti cadenzati. L’album è condito da gang vocals in quantità, talvolta da cori oi!, mentre la voce di Ivan suona molto aggressiva e decisamente “metal“, elemento che contribuisce alla brutalità generale del lavoro. Quest’ultima è anche enfatizzata dall’ottima produzione che, seppur bilanciata, mette parecchio in risalto la batteria e valorizza la prestazione maiuscola del drummer, Guglielmo. I chiari riferimenti al classico NYHC sono uniti ad una massiccia dose di metal: il suono è infatti molto pesante e rasenta il metalcore più brutale, per un risultato che ricorda band quali Terror e Hatebreed. A ciò si aggiunge un’attitudine stradaiola e hip hop, che emerge in diversi punti del lavoro, senza però influenzarne troppo il lato prettamente musicale. A questo proposito si notino l’intro e l’outro: la prima una vera e propria skit -piccola traccia che apre sovente gli album rap e che ne dichiara il concept e gli intenti-, mentre la seconda ne riprende il messaggio centrale, declamato sopra un beat hip hop. Come da tradizione poi, i testi veicolano rabbia, energia e attitudine, oltre che una ferma posizione antifascista che avvicina gli Straight Opposition all’ambiente antifa (la band ha anche condiviso il palco con gli storici 99 Posse). Il lavoro è davvero compatto e unitario: il fil rouge che lega i brani è molto presente, e benché quanto proposto non brilli per originalità, il contenuto possiede una sua logica interna. Tra i brani, distinguono in particolare la title track e Old Fascism – Hew Habits, ma tutti gli episodi si mantengono su di un livello generalmente omogeneo. Gravity is my God sfoggia il lato più leggero e oi! degli Straight Opposition, mentre in 3 Verse of Anger fanno capolino delle curiose reminiscenze quasi black metal.

L’album si fa ascoltare davvero volentieri, con forse il solo difetto di risultare troppo poco variegato. Questa lacuna, che tra l’altro trova poco spazio di manovra in un genere come questo, è compensata dalla passione e dall’attitudine che fuoriescono copiosamente dai solchi dell’album. Si tratta quindi di un lavoro che esalterà senza dubbio i fan della band e tutti coloro che amano l’hardcore punk più muscolare, ma che soprattutto spicca all’interno di una nicchia di mercato discografico – quella dell’hardcore – oggi enormemente affollata e satura.



VOTO RECENSORE
71
VOTO LETTORI
91 su 1 voti [ VOTA]
VomitSelf
Mercoledì 16 Agosto 2017, 13.22.32
4
Miei (ex) concittadini. Li vidi molti anni orsono quando bazzicavo Pescara, in un tribunale (momentaneamente) occupato. Una delle poche band della zona che ritenevo valide. Forse l'unica del Pescarese. Non sapevo fossero ancora attivi...Lo ascolterò.
Alex Cavani
Lunedì 14 Agosto 2017, 17.20.25
3
Ha dei suoni e una rabbia questo disco che fanno venire la pelle d'oca! Di tutta la loro produzione questo "The Fury From The Coast" mi sembra il platter più mirato che abbiano mai sfornato. Puro hardcore senza compromessi e una voce da rissa immediata. Voto 80.
caronte
Lunedì 14 Agosto 2017, 11.45.17
2
grande band altra realta hardcore italiana ormai storica che non molla attitude in your face
LAMBRUSCORE
Lunedì 14 Agosto 2017, 0.52.56
1
Grande band
INFORMAZIONI
2017
Indelirium Records
Hardcore
Tracklist
1. 2017
2. Waiting for the Big Wednesday
3. Get Ready for Action
4. Old Fascism – New Habits
5. The Fury from the Coast
6. So Cynic – Last Winter
7. Nature Has No Principles
8. Angel Face Strikes Again
9. Not Even a Man
10. 3 Verse of Anger
11. Gravity is my God
12. Non c’è Spazio
Line Up
Ivan (Voce)
Vinx (Chitarra)
Matteo (Chitarra)
Giacomo (Basso)
Guglielmo (Batteria)
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]