Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Therion
Beloved Antichrist
Demo

Millennium
Awakening
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

21/02/18
REACH
The Great Divine

21/02/18
CANDLE
The Keeper/s Curse

23/02/18
TENGGER CAVALRY
Cian Bi

23/02/18
REVERTIGO
ReVertigo

23/02/18
DESTROYER 666
Call of the Wild

23/02/18
OBLIVION (FRA)
Resilience

23/02/18
TWILIGHT`S EMBRACE
Penance

23/02/18
NEW HORIZONS
Inner Dislocation

23/02/18
USURPRESS
Interregnum

23/02/18
UNRULY CHILD
Unhinged: Live In Milan

CONCERTI

19/02/18
RHAPSODY + BEAST IN BLACK
ORION LIVE - CIAMPINO (RM)

20/02/18
RHAPSODY + BEAST IN BLACK
ALCATRAZ - MILANO

21/02/18
TURBOCHARGED + VIOLENTOR
BLUE ROSE SALOON - BRESSO (MI)

21/02/18
HIGHLY SUSPECT
ALCATRAZ - MILANO

22/02/18
ANGEL WITCH + ANGEL MARTYR + SØNDAG
TRAFFIC CLUB - ROMA

22/02/18
TURBOCHARGED + VIOLENTOR
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

23/02/18
ANGEL WITCH + ANGEL MARTYR + FORGED IN BLOOD + URAL
ALCHEMICA CLUB - BOLOGNA

23/02/18
NILE + TERRORIZER + GUESTS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

23/02/18
HIEROPHANT
NOVAK - SCORZE' (VE)

23/02/18
TURBOCHARGED + VIOLENTOR + THE RADSTER
CELLAR THEORY - NAPOLI

Tainted Lady - How the Mighty Have Fallen
14/08/2017
( 424 letture )
I danesi Tainted Lady sprizzano rock'n'roll da tutti i pori. How The Mighty Have Fallen è un concentrato di energia sprigionato nell'aria tramite tracks appassionanti, potenti, talvolta gustosamente blues, in altre occasioni squisitamente eighties. Il debutto di questi ragazzi possiede tutto quello che un appassionato di hard rock vuole sentire: non vengono mai meno le distorsioni operate dalla chitarra solista di Anders Frank, gli accordi e gli arpeggi del compagno d'asce Jonatan Shoshan, la gradevole sezione ritmica (Daniel Bach al basso e Fred Over alla batteria) impostata su connotati decisamente heavy rock e gli acuti del singer inglese Michael Catton, perfetto per tale genere, seppur non sempre convincente sulle prove di forza imposte alle proprie corde vocali. Le dieci songs che compongono il disco fanno esprimere nel migliore dei modi il quintetto danese. Esso spinge fortemente quando il pezzo lo richiede, capendo sempre quando è il momento giusto per rallentare, denotando in queste fasi un gusto musicale ricercato, sottile e per nulla semplicistico.

Stupisce l'intro armoniosa The Witness: una sorta di cantilena, di ninna nanna che si ricollega all'inizio del singolo di punta Song of Reckoning. Con Set Us Free i Tainted Lady annunciano al mondo intero il loro odio per il music business e lo fanno con una verve sincera ed infantile, somministrando dosi adrenaliniche di rock settantiano sulle scatenate strofe, rilassandosi invece sul ritornello e sul finale particolarmente spensierato. Ampburner certifica la proposta hard rock di stampo scandinavo della band, la quale esplode definitivamente nei ritmi incalzanti della sopraccitata Song of Reckoning: i rintocchi della batteria sono gli autentici protagonisti del brano, i bei giri di chitarra e la prova decisa del singer fanno il resto. La seguente Loverman è la ruffianata blues/rock che non può assolutamente mancare; discorso valido pure per la ballad The Best Days, altro innesto obbligato. La prevedibilità nella scelta dell'impostazione dei pezzi non deve far pensare ad un livello qualitativo scarso, tutt'altro. Con Open Minded si torna a correre in una splendida combinazione fra Inghilterra e Stati Uniti, fra brillantezza ed eleganza "purpleiana" e glam sporco, brutto e cattivo di fine anni 80. On the Loose è il miglior brano del lotto, spicca per completezza: i ritmi sono leggermente più bassi del solito e forse anche per questo la struttura della song è impeccabile. Come spesso accade durante l'LP gli stacchi attendisti (qui esclusivamente voce e schiocco di dita) sono i momenti fatidici; in questo caso introducono all'ottimo ritornello. In conclusione i refrain e gli assolo eseguiti sullo sfondo non fanno altro che abbellire il chorus. Sons of Guns ribadisce il motto ribelle della band, riassumibile con un "vogliamo fare rock'n'roll, del resto ce ne freghiamo!". La traccia risulta ripetitiva, casinista e malata, ma ancora una volta i Tainted Lady non deludono le aspettative. La conclusiva Last of Our Kind si basa esclusivamente sul rilassante gioco a due delle chitarre, le quali costruiscono un bel tappeto sonoro facendo sentire il singer a casa.

Potenza, divertimento, dinamismo e un'acuta nota riottosa. Cosa chiedere di meglio? La personalità profusa da questo gruppo fa ben sperare per l'avvenire, inoltre il fatto di aver scelto solo 10 tracks delle 35 realizzate al fine di confezionare How the Mighty Have Fallen dimostra la capacità di giudizio della band. Una scelta minuziosa che ha positivamente influito sul risultato finale.



VOTO RECENSORE
79
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2017
Mighty Music Records
Hard Rock
Tracklist
1. The Witness
2. Set Us Free
3. Ampburner
4. Song of Reckoning
5. Loverman
6. The Best Days
7. Open Minded
8. On the Loose
9. Sons of Guns
10. Last of Our Kind
Line Up
Michael Catton (Voce)
Anders Frank (Chitarra)
Jonatan Shoshan (Chitarra)
Daniel Bach (Basso)
Fred Over (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]