Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Accept
Too Mean to Die
Demo

Profanity (GER)
Fragments Of Solace
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

26/02/21
STEVE LUKATHER
I Found the Sun Again

26/02/21
INFERNALIZER
The Ugly Truth

26/02/21
MOS GENERATOR
The Lanter (EP)

26/02/21
RICHARD BARBIERI
Under A Spell

26/02/21
WALK THE WALK
Walk the Walk

26/02/21
MELVINS
Working with God

26/02/21
SISTER
Vengeance Ignited

26/02/21
TIMELOST
Gushing Interest

26/02/21
AMON ACID
Paradigm Shift

26/02/21
JOURS PALES
Eclosion

CONCERTI

26/02/21
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

27/02/21
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
TRAFFIC CLUB - ROMA

28/02/21
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

13/03/21
MICHALE GRAVES + NIM VIND
LEGEND CLUB - MILANO

14/03/21
MARK LANEGAN BAND
TEATRO MANZONI - BOLOGNA

18/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
DEMODE CLUB - MODUGNO (BA)

19/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
ORION - CIAMPINO (ROMA)

20/03/21
MAYHEM + MORTIIS + GUESTS TBA (POSTICIPATO!)
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

23/03/21
THE SISTERS OF MERCY
ORION - ROMA

23/03/21
SWANS + NORMAN WESTBERG
ALCATRAZ - MILANO

Threshold - Dead Reckoning
( 8398 letture )
Dead Reckoning rappresenta l’ottavo tassello che i progster inglesi Threshold hanno aggiunto alla loro già ricca e soddisfacente discografia, ma soprattutto è la prima release che segna il cambio di label, visto che i britannici sono passati dalla Inside Out alla Nuclear Blast, quest’ultima solitamente più orientata a raccogliere nel proprio rooster band dedite a sonorità metal, spesso e volentieri, anche estreme. Il cambio di label è accompagnato anche da un leggero cambio stilistico, infatti in ossequio agli standard della nuova etichetta sarà possibile imbattersi anche in parti estremamente tirate ed influenzate da sonorità heavy e power, e persino accenni di growl, affidati a Dan Swalo, sono presenti in alcuni brani, come nell’opener Slipstream che presenta anche riff più cattivi ed aggressivi che in passato ma pure un chorus arioso ed avvolgente, che mostra come Karl Groom e Richard West, principali compositori del gruppo, non abbiano affatto perso l’amore per la cura delle melodie, riuscendo così a costruire un brano che scorre via con estrema fluidità, ed anche la terza traccia Elusive prevede la presenza del growl di Swano e mantiene un andamento heavy ed aggressivo, alternando parti tirate ad aperture melodiche, spesso coincidenti col ritornello ma anche con notevoli parti strumentali, perfettamente inserite nella struttura del brano.
Ritmiche potenti e cadenzate ed atmosfere oscure caratterizzano l’inizio di This Is Your Life, ma queste lasciano poi spazio ad un refrain più dinamico e grintoso, Hollow è un altro grandioso pezzo impreziosito da ottimi innesti elettronici e soprattutto dal lavoro alle tastiere di West, tutte cose che lo rendono uno dei pezzi meno heavy-oriented del platter e maggiormente legato alla precedente connotazione prog metal del quintetto inglese, mentre non si può fare a meno di parlare anche dell’ottima interpretazione che Mac ci regala per tutta la durata del disco, e che si fa intensa e profonda in Pilot In The Sky Of Dreams, brano di chiara impostazione progressive che inizia come una ballad per proseguire poi in maniera più complessa ed articolata tra innesti d’elettronica, cambi di tempo e mutazioni melodiche, alle volte un po’ avventato ma comunque sempre piacevole e ricco di spunti interessanti, tanto da essere stato scelto come singolo. Un andamento heavy misto ad innesti elettronici, ma il tutto sfocia in un risultato poco convincente, fanno di Fighting For Breath l’unico punto debole del presente platter, presto riabilitato fortunatamente dalla stupenda Disappear, trascinante e melodica, ricca di aperture ariose e coinvolgenti e di notevoli quanto piacevoli parti strumentali, particolarmente cupo l’avvio di Save To Fly, mid-tempo in possesso di una favolosa linea melodica che lo permea interamente, rendendolo tra le song più piacevoli del lotto, mentre la closer One Degree Down presenta un taglio più moderno ed al contempo riprende quell’andamento heavy che caratterizza gran parte dell’ultimo lavoro dei Threshold.
Nonostante la matrice progressive che sta alla base di Dead Reckoning, esso ha la capacità di farsi ascoltare con immenso piacere e di essere assimilato già ai primi ascolti, forse per merito anche di strutture mai troppo complesse, ma al tempo stesso non stanca neanche dopo vari ascolti, mentre le varie novità apportate, dal suo incedere più heavy all’uso dell’elettronica ed a quello più limitato del growl, condiscono ed arricchiscono di sfumature un lavoro in cui protagonisti principali sono l’ottima cura di melodie avvolgenti ed azzeccate e di ritmiche spesso potenti.



VOTO RECENSORE
82
VOTO LETTORI
57.05 su 38 voti [ VOTA]
Aceshigh
Martedì 6 Marzo 2018, 18.24.01
9
Lavoro veramente molto ispirato e di alto livello! Uno dei migliori della loro discografia. Voto 86
Macca
Venerdì 15 Settembre 2017, 13.47.04
8
Bellissimo, non volevo ascoltarlo ma dopo aver sentito 2 canzoni l'ho scaricato da amazon in attesa che mi arrivi in vinile. Potente, carico di melodia e molto scorrevole: solitamente non sono troppo avvezzo alle sonorità tendendi all'heavy/power, ma questo album merita davvero. Voto 80
Fabio
Venerdì 30 Dicembre 2011, 11.23.21
7
Ho comprato il Cd io
fabio II
Venerdì 28 Ottobre 2011, 16.25.55
6
Che peccato che sto cd, almeno stando ai pochi commenti, non abbia riscosso il meritato riconoscimento. Davvero poche bands prog/metal possono vantare una carica rock'n'rollistica così pregna; addiruttura i cori ( vedi la bellissima opener 'Slipstream' ) sembrano avere contatti evidenti con lo street/glam e la voce stessa del buon Andrew in molti punti ricorda quella di Robin McAuley all'epoca dei Grand Prix
Rapanui
Mercoledì 2 Marzo 2011, 20.46.32
5
Amo questo gruppo. Questo è un'ottimo album, ma Critical Mass e Hypothetical sono insuperabili.
Breath of the Sun
Lunedì 7 Maggio 2007, 22.18.59
4
Disco S-T-U-P-E-N-D-O Buona recensione. Vi prego però di correggere quel "SwaLo" in "SwaNo". Il grandissimo Dan potrebbe offendersi
jappy
Venerdì 6 Aprile 2007, 19.31.49
3
Grandioso disco, un platter da avere. sto consumando questo disco che associa il miglior prog con passaggi piu' chatcy probabilmente il loro disco migliore da Critical Mass, inoltre stoascoltando un altro platter sta volta tutto italiano dei riminesi empyrios ASCOLTATELO se amate il prog metal estremo!
Shadow
Lunedì 2 Aprile 2007, 14.00.01
2
Un CD dannatamente magnetico!!! un saggio mix di potenza, tecnica, melodia...i migliori threshold di sempre!!! Unico pezzo non esaltante "Safe to fly", ma per il resto fila via che è un piacere.
Broken Dream
Sabato 24 Marzo 2007, 14.05.55
1
Non posso che promuovere questo disco disco a pieni voti!! Da avere assolutamente!!
INFORMAZIONI
2007
Nuclear Blast/Audioglobe
Prog Metal
Tracklist
1. Slipstream
2. This is your Life
3. Elusive
4. Hollow
5. Pilot in the Sky of Dreams
6. Fighting for Breath
7. Disappear
8. Safe to Fly
9. One Degree Down
Line Up
Andrew ‘Mac’ McDermott (vocal)
Karl Groom (guitar)
Richard West (keyboard)
Steve Anderson (bass)
Johanne James (drums)
 
RECENSIONI
60
83
82
87
78
79
86
90
ARTICOLI
04/10/2017
Intervista
THRESHOLD
Progressive metal tra Brexit e acronimi.
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]