Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Progenie Terrestre Pura
starCross
Demo

Dead Like Juliet
Stranger Shores
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/07/18
ATAVISMA
The Chthonic Rituals

25/07/18
MANTICORA
To Kill To Live To Kill

27/07/18
MICHAEL ROMEO
War Of The Worlds / Pt. 1

27/07/18
REDEMPTION
Long Nights Journey Into Day

27/07/18
TARJA
Act II

27/07/18
HALESTORM
Vicious

27/07/18
MOTOROWL
Atlas

27/07/18
DRAWN AND QUARTERED
The One Who Lurks

27/07/18
SHED THE SKIN
We of Scorn

27/07/18
DEE SNIDER
For The Love Of Metal

CONCERTI

21/07/18
COLONY SUMMER FEST (Day 1)
CENTRO FIERA - MONTICHIARI (BS)

21/07/18
MYLES KENNEDY + DORIAN SORRIAUX
CASTELLO - UDINE

21/07/18
DIVINE METAL FEST
ALTERNATIVE MUSIC CLUB - MONTENERO DI BISACCIA (CB)

21/07/18
MALESSERE FEST
DAGDA LIVE CLUB - RETORBIDO (PV)

22/07/18
RICHIE KOTZEN
ESTATE IN FORTEZZA SANTA BARBARA - PISTOIA

22/07/18
COLONY SUMMER FEST (Day 2)
CENTRO FIERA - MONTICHIARI (BS)

22/07/18
DOYLE
TRAFFIC CLUB - ROMA

22/07/18
VIRVUM + COEXISTENCE + EGO THE ENEMY + GUEST
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

22/07/18
CARPATHIAN FOREST
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

23/07/18
SCORPIONS
ARENA DI VERONA

Hardcore Superstar - No Regrets
19/08/2017
( 651 letture )
No Regrets è il quarto album degli Hardcore Superstar e l'ultimo rilasciato sotto l'etichetta Music For Nations, che pubblicò nel 2003 anche un'edizione limitata destinata al mercato giapponese, contenente una cover degli Who.
Gli svedesi si riconfermano paladini di un rock stradaiolo e adolescenziale con un prodotto che imperversa con la sua spontaneità e spensieratezza, senza cercare chissà quali prodezze tecniche. Non che le due cose debbano escludersi a vicenda, ma No Regrets calca decisamente la mano su un'atmosfera vivace e senza ricami.
In realtà, tuttavia, se queste premesse fanno ben sperare, c'è da dire che la verve schietta e naive che distingue la godibilità del loro sound stavolta non ha grande successo. La formula è quella inconfondibile degli Hardcore Superstar, ma meno brillante, tendente purtroppo alla ripetitività e poco ispirata. Le prestazioni dei quattro sono buone, ma perdono in valore se raffrontate con altre produzioni del combo, che negli anni ha dimostrato di poter fare molto meglio.

I tredici brani condividono una struttura ripetitiva, fatta di riff e linee di chitarra semplici, con la voce strillante e frequentemente doppiata dallo stesso Jocke, specialmente durante i ritornelli. La batteria non disdegna il controtempo e rifiuta d'essere relegata in secondo piano, cosa che si può dire anche delle semplici -ma sentite- ritmiche di basso. Ogni canzone di No Regrets sembra quella perfetta da ascoltare durante una corsa verso il tramonto, o ad una festa sulla spiaggia. I testi, che raccontano di alcune esperienze della formazione scandinava, sono inoltre coerenti all'intero lavoro e senza pretese letterarie. Se dobbiamo ricavarne un insegnamento, il full-length potrebbe dirci che è necessario cadere e sbagliare per costruire sé stessi. Ed è proprio così, banale come sembra.
Il disco scivola però via frizzantino e leggero, nonostante un corpus non indifferente di tredici brani che altalenano impronte hard rock e passaggi punk rock, pur tendendo ad assomigliarsi un po' tutti. Ciascuno di questi è di breve durata, cosicché l'ascolto non ne soffre e tutto scorre fluido. Il bagaglio melodico, una manciata di gioiellini a parte, non presenta molto di incredibilmente originale, di conseguenza il disco se da una parte è di facile ascolto, dall'altra si fa altrettanto facilmente dimenticare quasi del tutto. Honey Tongue e Still I'm Glad, i due singoli estratti, surclassano però non di poco tutti gli altri pezzi, con il primo che peraltro raggiunse la terza posizione nelle classifiche svedesi. Il sound qui si appesantisce e la sostanza appare meno annacquata con birra da discount, e più rifinita dall'impatto di ritmiche e ritornelli che fanno -loro davvero- saltellare sulla sedia.

No Regrets è un album senza dubbio rallegrante, un buon lavoro che si colloca però un passo indietro alle emozioni pungenti a cui gli Hardcore Superstar ci hanno saputo abituare prima e dopo. Un prodotto comunque soddisfacente se si chiudono gli occhi e si dimenticano pezzi da novanta storici come We Don't Celebrate Sundays o Hello-Goodbye, apprezzando comunque quelle numerose tracce che in questa sede rimangono semplicemente a guardarti, suonano e se ne vanno come sono arrivate, senza lasciare un segno indelebile sull’ascoltatore, senza sbarellarti.



VOTO RECENSORE
71
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
klostridiumtetani
Sabato 19 Agosto 2017, 15.38.01
3
Band fantastica in sede live, sempre e comunque, ma discograficamente mi piacciono solo Hardcore Superstar – Dreamin' in a Casket – Beg for It. Altre release tipo Split, Bad sneaker e questo, li trovo un po' senza mordente.
lux chaos
Sabato 19 Agosto 2017, 15.28.39
2
Il punto più basso della loro carriera, un dischetto moscio ed eccessivamente leggerino...per fortuna, accortisi di non essere ne carne ne pesce, due anni dopo tirarono fuori il miglior disco street degli ultimi 15 anni, il capolavoro omonimo
galilee
Sabato 19 Agosto 2017, 12.35.06
1
Disco un po troppo easy e altalenante. La cosa più fastidiosa è il battimani che compare in quasi tutte le Song. Almeno così ricordo. Non sono d'accordo che non ci siano pezzi belli come WDCS, anzi ce ne sono ben più di uno, ma il disco nella sua totalità è un po ripetitivo e ha dei cali vistosi. 75/100
INFORMAZIONI
2003
Music for Nations
Glam Rock
Tracklist
1. Wall of Complaint
2. No Regrets
3. Breakout
4. Soul of Sweetness
5. Honey Tongue
6. Still I'm Glad
7. Bring Me Back
8. Pathetic Way of Life
9. It's So True
10. Why Can't You Love Me Like Before?
11. The Last Great Day
12. I Can't Change
13. You Know Where We All Belong
Line Up
Jocke Berg (Voce)
Thomas "Silver" Silver (Chitarra)
Martin Sandvik (Basso)
Magnus "Adde" Andreasson (Batteria)
 
RECENSIONI
75
s.v.
82
75
74
85
71
80
ARTICOLI
09/11/2017
Intervista
HARDCORE SUPERSTAR
100% Hardcore Superstar!
16/09/2016
Live Report
HARDCORE SUPERSTAR + JUNKIE DILDOZ + HANGARVAIN + QUINTACOLONNA + LOST & FOUND
Circolo acsi a.s.d. Supernova, Tuoro sul Trasimeno (PG), 10/9/2016
16/07/2016
Live Report
WHITESNAKE + HARDCORE SUPERSTAR
Pistoia Blues, Piazza Duomo (PT), 15/07/2016
26/11/2014
Live Report
HARDCORE SUPERSTAR + SPEED STROKE
Rock Planet, Pinarella di Cervia (RA), 22/11/2014
25/05/2013
Intervista
HARDCORE SUPERSTAR
InarrestabilI e completi: parla Jocke!!!
20/11/2010
Intervista
HARDCORE SUPERSTAR
Godersi la notorieta'...
11/01/2008
Intervista
HARDCORE SUPERSTAR
Parla Silver Silver
13/11/2006
Live Report
HARDCORE SUPERSTAR
La data di Roma
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]