Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Progenie Terrestre Pura
starCross
Demo

Dead Like Juliet
Stranger Shores
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/07/18
ATAVISMA
The Chthonic Rituals

25/07/18
MANTICORA
To Kill To Live To Kill

27/07/18
MOTOROWL
Atlas

27/07/18
REDEMPTION
Long Nights Journey Into Day

27/07/18
INVOCATION SPELLS
Spread Cruelty in the Abyss

27/07/18
DEE SNIDER
For The Love Of Metal

27/07/18
SALTATIO MORTIS
Brot Und Spiele

27/07/18
HELLISH
The Spectre Of Lonely Souls

27/07/18
MICHAEL ROMEO
War Of The Worlds / Pt. 1

27/07/18
SHED THE SKIN
We of Scorn

CONCERTI

23/07/18
SCORPIONS
ARENA DI VERONA

23/07/18
DOYLE
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

24/07/18
STEVEN TYLER
ARENA CONCERTI - BAROLO

24/07/18
DOYLE
PADIGLIONE 14 - COLLEGNO (TO)

27/07/18
MALPAGA FOLK-METAL FEST (day 1)
CASTELLO DI MALPAGA - BERGAMO

27/07/18
STEVEN TYLER
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA - ROMA

27/07/18
BONES PARTY
NEW SEA LEGEND - POZZUOLI (NA)

27/07/18
SEKHMET + GUESTS
L'ISOLA RISTO BAR - PARMA

28/07/18
MALPAGA FOLK-METAL FEST (day 2)
CASTELLO DI MALPAGA - BERGAMO

28/07/18
NECRODEATH + ABORYM + ABYSMAL GRIEF + OTHER
VILLA LYDIA - VINCHIATURO (CB)

Resurrect the Machine - Uncover the Truth (Reissue)
05/09/2017
( 288 letture )
Uscito originariamente nel 2014 sotto l’etichetta High Impact Recordings, Uncover the Truth della band americana Resurrect the Machine viene oggi ristampato dalla casa discografica italiana Minotauro Records e si arricchisce con ulteriori contenuti informativi racchiusi in un colorato booklet. La band originaria di Los Angeles, seppur saldamente ancorata a composizioni tipicamente heavy old-school, è difficilmente catalogabile in schemi predefiniti. La variegata proposta musicale dei Resurrect the Machine ha infatti il merito di saper mixare in modo efficace diverse sfaccettature heavy in composizioni di stampo classico che tendono però anche a smorzarsi in venature più hard rock e, allo stesso tempo, mostrano importanti virate che rimandano al progressive.

Che il quartetto americano sia dotato di notevole tecnica esecutiva è più che evidente fin dalle prime battute del disco, ma allo stesso tempo non possiamo non rilevare che questa dote pare in alcuni frangenti essere eccessivamente esibita a discapito di una resa più diretta ed immediata dei pezzi. Ad ogni modo, al netto di queste sfaccettature più per addetti ai lavori che altro, il disco dei Resurrect the Machine suona decisamente interessante e scoppiettante di idee. Fin dai primissimi brani, ossia l’opener Rush e la successiva Kaos, emergono cavalcate arrembanti che mostrano le ottime doti alle sei corde di Andre Makina e la precisa struttura ritmica costruita dalla coppia formata da Joey Cotero alla batteria e Kurt Barabas al basso per un risultato ben assortito e di notevole impatto. Le successive Meet Your Maker, Creeper e Cannibal, seppur ripercorrendo a grandi linee l’impostazione dei primi pezzi, come detto in apertura di recensione, pagano un po’ troppo l’eccessiva ricerca di virtuosismi e velocità esecutiva abbastanza fine a se stessa. Meritevole di menzione è sicuramente il mid-tempo di Headed for the Sun e, soprattutto, l’omonima Resurrect the Machine, da considerarsi probabilmente il picco compositivo dell’album. Il brano in questione, posto in chiusura della setlist, torna infatti a mostrare il meglio dei Resurrect the Machine: si tratta di un pezzo diretto, decisamente ispirato e travolgente, in cui l’aggressiva timbrica di Dean Ortega riesce ad esprimersi nel migliore dei modi, sorretta da un riffing intenso e tagliente.

Nonostante la breve durata -poco più che mezz’ora- Uncover the Truth è un disco ricco di spunti interessanti che farà sicuramente la gioia degli appassionati più legati alla tradizione dell’heavy classico, ma che non disdegnano le composizioni multiformi e articolate, nonché di tutti quelli che sanno apprezzare un prodotto certamente di stampo classico, ma non del tutto convenzionale.



VOTO RECENSORE
72
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2017
Minotauro Records
Heavy
Tracklist
1. Rush
2. Kaos
3. Meet Your Maker
4. Creeper
5. No Reason, Pt. 1
6. No Reason, Pt. 2
7. Cannibal
8. Headed for the Sun
9. Resurrect the Machine
Line Up
Dean Ortega (Voce)
Andre Makina (Chitarra)
Kurt Barabas (Basso)
Joey Cotero (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]