Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Primal Fear
Apocalypse
Demo

Talbot
Magnetism
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

17/08/18
CEMETERY URN
Barbaric Retribution

17/08/18
DORO
Forever Warriors, Forever United

17/08/18
EXOCRINE
Molten Giant

17/08/18
FEUERSCHWANZ
Methämmer

17/08/18
CARNATION
Chapel of Abhorrence

24/08/18
HOPELEZZ
Stories Of A War Long Forgotten

24/08/18
DIABOLOS DUST
The Reaper Returns

24/08/18
PAUL FERGUSON
Remote Viewing

24/08/18
DARK MILLENNIUM
Where Oceans Collide

24/08/18
THE AMITY AFFLICTION
Misery

CONCERTI

16/08/18
FRANTIC FEST (DAY 1)
TIKITAKA VILLAGE - FRANCAVILLA (CH)

17/08/18
FRANTIC FEST (DAY 2)
TIKITAKA VILLAGE - FRANCAVILLA (CH)

17/08/18
NEREIS + GUESTS
CASTALDI FESTIVAL - SEDICO (BL)

17/08/18
NECRODEATH + GUESTS
ZONA INDUSTRIALE - PULSANO (TA)

17/08/18
RADUNOROCK FESTIVAL (day 1)
BAITA PENNA NERA - VALLE DI CEMBRA (TN)

17/08/18
HARD ROCKOLO FESTIVAL
PARCO ROCCOLO - PIEVE DI CADORE (BL)

18/08/18
FRANTIC FEST (DAY 3)
TIKITAKA VILLAGE - FRANCAVILLA (CH)

18/08/18
DESTRAGE + GUESTS
SUMMER CROCK FESTIVAL - BORGHETTO DI SAN MARTINO DI LUPARI (PD)

18/08/18
HIRAX + GUESTS
MU CLUB - PARMA

18/08/18
RADUNOROCK FESTIVAL (day 2)
BAITA PENNA NERA - VALLE DI CEMBRA (TN)

Republica - Brutal & Beautiful
14/11/2017
( 352 letture )
I Republica, come suggerisce il nome, sono una band di base sudamericana, più precisamente di San Paolo, Brasile. Formati da musicisti già attivi ben dal 1996 e con già tre album all’attivo (Republica, There’s No Electronic Modern Loop e Point of No Return). Brutal & Beautiful è quindi la loro quarta fatica in studio e, forti della produzione di Matt Wallace (Faith No More, Fightstar, Maroon 5 fra gli altri), di una discreta fama in terra natia e di molteplici tour di spalla a Deftones, Stone Sour ma anche Deep Purple e The Cult, si propongono di conquistare anche il mercato occidentale. La band si è infatti trasferita a Los Angeles per effettuare le registrazioni presso il Sound City Center, dove sono già stati prodotti album di nomi come Metallica, Nirvana e Nine Inch Nails.

La musica dei Republica è un alternative rock accessibile di matrice grunge che non disdegna passaggi più cupi, a volte quasi post-punk. Le undici tracce di Brutal & Beautiful sono omogenee, le composizioni sono semplici e costruite attorno a linee melodiche di forte presa. In alcuni casi i Republica alzano i ritmi e il livello dell’aggressività, come nell’efficace opener Black Wings. Come detto, la band si sposta raramente dalla propria maniera, ma quando lo fa il risultato è quantomeno singolare: Endless Pain è un rock-blues distorto e ballonzolante, condito con un assolo di LF Vieira che ricalca lo stile schizofrenico di chitarristi come Tom Morello o Vernon Reid. Ci sono anche pezzi più acustici che riprendono le grandi ballate delle rock band americane, una strizzata d’occhio al mercato statunitense che forse si poteva evitare. Infatti Everything e Tears Will Shine, pur essendo accettabili, sono gli episodi peggiori e più dimenticabili dell’album, soprattutto per colpa di una prova vocale di Leo Beling non sempre all’altezza dei cantanti che vorrebbe imitare e questo è un problema che i Republica si portano dietro per quasi tutto l’album. Alcune eccezioni sono le potenti One Left in the Chamber e Death for Life – dall’incedere quasi panteriano – e la più orecchiabile Beautiful Lie, in cui la voce del cantante si spossa alla perfezione con l’ottima prova solista di LF Vieira, che dimostra di essere un chitarrista dalle grandi capacità.

In conclusione, i Republica producono un album ad uso e consumo dell’ascoltatore moderno: un pugno di pezzi ottimamente costruiti ma niente che ci possa far gridare al miracolo e che ci permetta di distinguere la band brasiliana fra le centinaia di gruppi alternative rock/post-grunge che “infestano” il panorama mondiale, e questo è un peccato perché i Republica sembrano essere una band capace di grandi cose ma bloccata nel fare il grande passo verso la creazione di uno stile proprio e riconoscibile, forse anche a causa dall’eccessiva voglia di sfondare di fuori dai loro confini nazionali.



VOTO RECENSORE
65
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2017
Odyssey Music Network
Alternative Metal
Tracklist
1. Black Wings
2. Death for Life
3. One Left in the Chamber
4. Intimacy of Your Soul
5. The Maze
6. Beautiful Lie
7. Broken
8. Everything
9. Endless Pain
10. Stand Your Ground
11. Tears Will Shine
Line Up
Leo Beling (Voce)
LF Vieira (Chitarra)
Jorge Marihas (Chitarra)
Marco Vieira (Basso)
Mike Maeda (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]