Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Metallica
S&M²
Demo

Black Spirit Crown
Gravity
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

29/09/20
SECOND TO SUN
Leviathan

30/09/20
ALEX MELE
Alien Doppelganger

01/10/20
THE ERKONAUTS
I Want It to End

02/10/20
ION OF CHIOS
_reHUManize_

02/10/20
GOREPHILIA
In the Eye of Nothing

02/10/20
NACHTBLUT
Vanitas

02/10/20
SIX FEET UNDER
Nightmares of the Decomposed

02/10/20
ANAAL NATHRAKH
Endarkenment

02/10/20
SCHWARZER ENGEL
Kreuziget Mich

02/10/20
ISENGARD
Varjevndögn

CONCERTI

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

09/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) (ANNULLATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

09/10/20
MORTADO
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

09/10/20
BULLO FEST
LEGEND CLUB - MILANO

10/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) + AFRAID OF DESTINY (ANNULLATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

11/10/20
TWILIGHT FORCE + GUESTS (RINVIATO)
LEGEND CLUB - MILANO

Annihilator - Metal
( 10308 letture )
I canadesi Annihilator si ripresentano al grande pubblico con Metal, loro dodicesimo full-length, per il quale il mastermind della band Jeff Waters ha reclutato intorno a sè vari nomi illustri dell’attuale panorama heavy, i quali hanno accompagnato il trio in questa nuova avventura senza togliere il meritato plauso ed i giusti meriti al singer Dave Padden e al batterista Mike Mangini, i quali si prodigano in un’ottima performance, adeguatamente sorretta dall’eccellente produzione. Un titolo esplicito quanto banale, una copertina semplice e le molteplici collaborazioni sono tutti fattori che di primo acchito farebbero storcere il naso a chiunque, ma fortunatamente il discorso cambia non appena il disco viene inserito nel lettore, ed infatti già ai primi ascolti non sarà difficile giungere alla conclusione di trovarsi in presenza di un album ricco di inventiva, freschezza, potenza e tecnica, un lavoro quindi vario ed eterogeneo ma al tempo stesso compatto, nonostante il diverso contributo dato dai diversi ospiti ad ogni singolo brano, fin dall’opener Clown Parade, aggressiva ed oscura, in cui Jeff Loomis dei Nevermore affianca Jeff Waters lanciandosi in un veloce ed irrefrenabile assolo, come efficaci risultano le vocals di Padden ed il bel refrain. Si prosegue in maniera brillante con Couple Suicide, in possesso di azzeccate melodie e dell’apporto canoro di Danko Jones, oltre che del growl eseguito da Angela Gossow degli Arch Enemy in prossimità dei grintosi refrain, mentre un inizio rock n’roll-oriented, un po' alla Motorhead, introduce alla veloce Army Of One, che però prende poi una direzione più moderna, grazie al groove pesante, ai riff potenti e staccati e alla sezione ritmica incalzante e devastante, un concentrato di violenza ed aggressività, che si ripete nella seguente e cupa Downright Dominate, pezzo in cui ancora una volta i thrasher canadesi pestano duro, usufruendo dell’apporto di Alexi Lahio dei Children Of Bodom. Melodica ma sempre incalzante, Smothered ha il merito principale di spezzare un po’ il ritmo, prima dell’arrivo di Operation Annihilation: non che i tempi siano qui particolarmente veloci, ma il pezzo è ugualmente molto duro e pesante, interpretato dallo stesso Waters in collaborazione con l’altro Arch Enemy, il chitarrista Michael Amott; il ritmo cadenzato lascia posto alla sfuriata finale, lasciando seguire la lunga Haunted, veloce ed incalzante, violenta e sorprendentemente epica nel suo intermezzo strumentale, davvero bello e ben eseguito, precisazione quest’ultima superflua, dato che per tutta la durata del lavoro il guitar-work di Waters è vario, potente e perfettamente limato, così come il drumming di Mangini non è mai statico, ma anzi anch’esso si mostra vario e fantasioso. Altro calo di tensione con Kicked, uno fra i brani che personalmente più colpisce per la sua imprevedibilità, alternando ad una prima parte molto pesante e violenta una seconda più melodica, in cui far risaltare le eccelse doti dell’axe-man. Particolarmente cupa ed inquietante Detonation, altro bel pezzo dalle strofe più cadenzate e dal refrain urlato e scandito, mentre la closer Chasing The High, che sembra riprendere un po’ lo stile da Alice In Hell, ancora una volta gode di un bellissimo intermezzo strumentale e melodico. Metal, oltre ad essere un buon concentrato di potenza, aggressività e tecnica, riesce anche a coniugare un buon gusto melodico, ovviamente senza aspettarsi melodie immediate o chorus orecchiabili, e senza neanche ricorrere a ballate o pezzi lenti come avvenuto ad esempio nell’ottimo Set The World On Fire o in alcuni dei capitoli successivi. Sarebbe esagerato parlare di capolavoro, ma di certo si tratta di un bel dischetto in grado di farsi facilmente apprezzare, e non solo dai thrasher.


VOTO RECENSORE
79
VOTO LETTORI
50.61 su 55 voti [ VOTA]
Christian death rivinus
Lunedì 28 Marzo 2016, 23.49.59
18
Non un capolavoro ma sicuramente un buon discone....il lavoro di mancini e' da 10,l'unica pecca la voce.....se c,era comeau...con la sua voce graffiante l'avrebbe reso un album immortale,perche' i riff e le parti soliste sono belle.....e anche la produzione e' buona,menomale che padden non c'e' piu....
AL
Domenica 15 Febbraio 2015, 17.44.55
17
Non male. Alcuni buoni pezzi. X me un 75.
Steelminded
Lunedì 23 Settembre 2013, 17.21.49
16
Devo dire che mi sono presto ricreduto (come con l'album eponimo), molto ben suonato ma non mi è piaciuto - rivenduto
Zagor
Martedì 9 Luglio 2013, 14.40.51
15
degno disco annihilator! superba downright dominate! grande come sempre jeff!
Steelminded
Giovedì 14 Febbraio 2013, 22.50.13
14
Gran bel pezzo di disco thrash secondo me con parti solistiche da shredder: da paura. 90 di cuore.
angar18
Lunedì 16 Aprile 2012, 12.50.22
13
una parola: PALLOSO!
Metallico
Martedì 22 Giugno 2010, 0.00.23
12
Con omonimo album intendevo il loro ultimo album "Annihilator"!
Metallico
Lunedì 21 Giugno 2010, 23.59.11
11
Vi prego togliete quel 79!!!! sto album non merita più di 60!!!! se questo è da 79 l'omonimo album è da 90 e Alice in hell da 120!!
Metalmania
Giovedì 10 Giugno 2010, 18.26.09
10
In effetti l'album non è da buttare...ma 79 è troppo si meritava qualche punto in meno!!! Ora sto aspettando con ansia la vostra recensione del loro ultimo omonimo disco che sicuramente è migliore di questo!!
tribal axis
Giovedì 18 Marzo 2010, 12.56.34
9
orripilante.
Emanuele
Domenica 14 Marzo 2010, 12.24.44
8
Davvero un album brutto e piatto come se ne sentono pochi in giro e dagli Annihilator mi aspetto invece album belli potenti, melodici e divertenti. Questo è piatto e noioso.
Nikolas
Venerdì 27 Giugno 2008, 14.07.57
7
E io concordo col mentalista... proprio un disco che a mio avviso sta a malapena sulla sufficienza.
ironhawk
Venerdì 2 Novembre 2007, 13.05.58
6
Credo di capire perchè gli Annihilator hanno chiamato semplicemente "Metal" questo loro ultimo disco: tutti gli ospiti che ci sono lo rendono un vero e proprio bignami del metal attuale e del recente passato.
jappy
Sabato 28 Aprile 2007, 12.22.11
5
Ohh gli annihilator nel bene o nel male si sono evoluti jeff cerca di evolvere costantemente il suo trash, ci riesce sempre? a volte no, ma cazzo questo è un disco veramente Antemico, da avere perchè è il migliore della discografia dei suoi ultimi 6 anni
Il Mentalista
Giovedì 26 Aprile 2007, 17.45.19
4
finalmente l'ho ascoltato anch'io...che dire, andrò in controtendenza ma questo disco non mi è piaciuto proprio. L'ho trovato piuttosto piatto e inconcludente, con una marea di ospiti che non aggiungono assolutamente nulla. Un paio di pezzi carini ci sono, ma non bastano a risollevare le sorti di un Waters che da "all for you" non ne azzecca una.
Broken Dream
Lunedì 23 Aprile 2007, 19.49.42
3
molto buono, non un capolavoro ma merita molti e molti ascolti...
master444
Lunedì 23 Aprile 2007, 14.13.06
2
ho dato 85 xkè è bello proprio come cd...però ritengo ke a differenza di ciò che è stato detto nella rece, nn lo ritengo poi così potente e così thrash...cmq complimenti...rimane cmq una gran bella rece!!!
[...]
Martedì 17 Aprile 2007, 23.25.04
1
bella recensione e sono anche d'accordo con tutto... l'ho ascoltato poco se non per niente perche' l'ho trovato in un negozio di berlino, dato che ora mi trovo a berlino ma comunque sia gli Annihilator restano un gruppo coi contro cazzi!!!
INFORMAZIONI
2007
SPV/Audioglobe
Thrash
Tracklist
1. Clown Parade (f. Jeff Loomis, Nevermore)
2. Couple Suicide (f. Danko Jones and Angela Gossow, Arch Enemy)
3. Army Of One (f. Steve “Lips” Kudlow, Anvil)
4. Downright Dominate (f. Alexi Lahio, Children Of Bodom)
5. Smothered (f. Anders Bjorler, The Haunted)
6. Operation Annihilation (f. Michael Amott, Arch Enemy)
7. Haunted (f. Jesper Stromblad, In Flames)
8. Kicked (f. Corey Beaulieu, Trivium)
9. Detonation (f. Jacob Lynam, Lynam)
10. Chasing the High (f. Willie Adler, Lamb Of God)
Line Up
Dave Padden (lead & backing vocals)
Jeff Waters (lead & rhythm guitars, bass guitar, vocals on Operation Annihilation)
Mike Mangini (drums)
 
RECENSIONI
55
70
45
84
70
72
79
75
75
76
62
70
75
90
89
ARTICOLI
09/12/2017
Live Report
TESTAMENT + ANNIHILATOR + DEATH ANGEL
Live Club, Trezzo sull'Adda (MI), 1/12/2017
16/12/2016
Intervista
ANNIHILATOR
Non abbiamo mai smesso di crederci
15/09/2015
Intervista
ANNIHILATOR
Ho vinto io!
18/08/2013
Intervista
ANNIHILATOR
A tu per tu con Jeff Waters
22/11/2011
Articolo
ANNIHILATOR
La biografia
11/11/2010
Live Report
ANNIHILATOR
Live Club, Trezzo Sull'Adda (MI), 03/11/2010
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]