Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Rome in Monochrome
Away from Light
Demo

Arch Echo
Arch Echo
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/04/18
NO FUN AT ALL
Grit

23/04/18
SHRINE OF THE SERPENT
Entropic Disillusion

26/04/18
AETRANOK
Kingdoms Of The Black Sepulcher

27/04/18
TOTALSELFHATRED
Solitude

27/04/18
SPITEFUEL
Dreamworld Collapse

27/04/18
DRAKKAR
Cold Winters Night

27/04/18
BLOOD TSUNAMI
Grave Condition

27/04/18
FACING THE ORACLE
Haunted One

27/04/18
MIDAS FALL
Evaporate

27/04/18
FOREIGNER
Foreigner With The 21st Century Symphony Orchestra & Chorus

CONCERTI

22/04/18
ROSS THE BOSS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

22/04/18
NE OBLIVISCARIS + ALLEGAEON + VIRVUM
DAGDA LIVE CLUB - RETORBIDO (PV)

24/04/18
ROGER WATERS
UNIPOL ARENA - BOLOGNA

24/04/18
DARK TRANQUILLITY + EQUILIBRIUM + BLACK THERAPY + MIRACLE FLAIR
LARGO VENUE - ROMA

25/04/18
DARK TRANQUILLITY + EQUILIBRIUM + BLACK THERAPY + MIRACLE FLAIR
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

25/04/18
CRASHDIET
LEGEND CLUB - MILANO

26/04/18
DARK TRANQUILLITY + EQUILIBRIUM + BLACK THERAPY + MIRACLE FLAIR
ZONA ROVERI - BOLOGNA

26/04/18
ENSIFERUM + EX DEO
LIVE CLUB - TREZZO SULL’ADDA (MI)

26/04/18
SPOIL ENGINE + LOSTAIR
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

26/04/18
DEE CALHOUN + LOUIS STRACHAN
BLUE ROSE CLUB - BRESSO (MI)

Jess and the Ancient Ones - The Horse and the Other Weird Tales
08/01/2018
( 585 letture )
Se siete amanti delle sonorità psych, di quella musica che fece epoca alla fine degli anni 60 per poi sopravvivere fino ai nostri giorni, pur tra frequenti alti e bassi, avete certamente sentito parlare di Jess and the Ancient Ones. Autori di due precedenti album che li hanno segnalati come una delle più interessanti ed efficaci realtà di settore, i Nordeuropei tornano adesso alla ribalta con The Horse and the Other Weird Tales. Un lavoro che mostra una band che conserva le stigmate musicali precedenti, ma presenta nel contempo alcune novità nelle stesura delle canzoni e negli arrangiamenti. I pezzi, adesso, presentano una struttura notevolmente e volontariamente semplificata.

Sotto una copertina composta da ritagli a forbice su fondo nero, ottenuti da libri appositamente acquistati al mercato delle pulci dal mastermind Thomas Corpse e da lui stessa assemblata, The Horse and the Other Weird Tales mostra, come detto, numerose novità. Partorito al termine di un processo che ha sostanzialmente preso avvio già dopo le registrazioni del precedente, il CD mostra arrangiamenti più snelli e canzoni più brevi, che portano ad una durata complessiva da vecchio LP su vinile. Inoltre, anche gli strumenti impiegati sono stati ridotti all'essenziale. Il tutto porta ad un album più lineare, ed un lavoro più esteso si nota anche sui testi. Questi, pur conservando essenzialmente le stesse caratteristiche di sempre, si presentano ora in forma più raffinata. Anche la produzione, infine, è volutamente molto più "umana", con alcune piccole imprecisioni che sono state volutamente lasciate in bella mostra. The Horse and the Other Weird Tales, quindi, si presta presumibilmente molto bene alle esecuzioni dal vivo, dato che è concepito a monte con atteggiamento da live. Jess and the Ancient One continuano allora a condurci nel loro viaggio psichedelico e magico nel lato oscuro degli anni 60, riproposti con moderno taglio occult-rock. Una scaletta compatta ed elegante che non presenta canzoni che si ergano sulle altre, cattura comunque in particolare quando a partire sono le note ipnotiche e sciamaniche di Death Is the Doors; l'irruenza di Return to Hallucinate e Minotaure, ispirata a Salvador Dalì. In ogni caso, non si notano momenti di stanca, anche per merito di un minutaggio che, come accennato, con meno di trentacinque minuti di durata rimanda a tempi ormai passati. Come del resto la band stessa.

Chi ha apprezzato Jess and the Ancient Ones per quanto fin qui fatto dai ragazzi di Kuopio, probabilmente continuerà a farlo anche ascoltandoli in questa versione "light". Chi li dovesse approcciare per la prima volta, invece, sarà altrettanto probabilmente messo nelle condizioni migliori per farlo proprio in virtù di questa loro scelta, che li rende fruibili in modo più immediato. Visionario, rituale e lisergico come atteso, The Horse and the Other Weird Tales è una conferma. Dai contorni ridefiniti nel modo che avete letto, ma una conferma. Perché Radio Acquarius non ha mai cessato di trasmettere alla nostra mente.



VOTO RECENSORE
78
VOTO LETTORI
96.66 su 6 voti [ VOTA]
LORIN
Sabato 13 Gennaio 2018, 15.56.27
3
A me piace tantissimo
Pink Christ
Venerdì 12 Gennaio 2018, 9.22.17
2
Album meraviglioso...85
Graziano
Martedì 9 Gennaio 2018, 12.53.18
1
Primo album davvero un fulmine a ciel sereno, a mio parere poi non suffragato da un secondo disco all'alttezza. Son curioso di ascolare questo terzo lavoro che sembra tornato ai minimalismi degli esordi.
INFORMAZIONI
2017
Svart Records
Psychedelic Rock
Tracklist
1. Death Is the Doors
2. Shining
3. Your Exploding Heads
4. You And Eyes
5. Radio Aquarius
6. Return to Hallucinate
7. (Here Comes) The Rainbow Mouth
8. Minotaure
9. Anyway The Minds Flow
Line Up
Jess (Voce)
Thomas Corpse (Chitarre)
Fast Jake (Basso)
Abrahammond (Tastiere)
 
RECENSIONI
77
76
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]