Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Therion
Beloved Antichrist
Demo

Millennium
Awakening
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

17/02/18
REVENGER
The New Mythology Vol. 1

21/02/18
REACH
The Great Divine

21/02/18
CANDLE
The Keeper/s Curse

23/02/18
DEATHWHITE
For a Black Tomorrow

23/02/18
NECROPANTHER
Eyes of Blue Light

23/02/18
CHRONIC HATE
The Worst Form of Life

23/02/18
OBLIVION (FRA)
Resilience

23/02/18
TENGGER CAVALRY
Cian Bi

23/02/18
DRIVE BY WIRE
Spellbound

23/02/18
REVERTIGO
ReVertigo

CONCERTI

17/02/18
RHAPSODY + BEAST IN BLACK
ZONA ROVERI - BOLOGNA

17/02/18
DESPISED ICON + ARCHSPIRE + MALEVOLENCE + VULVODYNIA
VIDIA CLUB - CESENA

17/02/18
AERODYNE + STRAY BULLETS
GRINDHOUSE - PADOVA

17/02/18
INFERNAL ANGELS + HELLSTEPS
ALTERNATIVE MUSIC CLUB - MONTENERO DI BISACCIA (CB)

17/02/18
JETTASANGU FEST
RAMBLAS DISCO PUB - CATANIA

17/02/18
JUGGERNAUT + ZALESKA
WISHLIST CLUB - ROMA

18/02/18
RHAPSODY + BEAST IN BLACK
NEW AGE CLUB - RONCADE (TV)

18/02/18
AERODYNE + STRAY BULLETS
MEETING PUB - BORNO (BS)

18/02/18
RAM + PORTRAIT + TRIAL
ARCI TOM - MANTOVA

19/02/18
RHAPSODY + BEAST IN BLACK
ORION LIVE - CIAMPINO (RM)

Buried and Gone - The Final Hour
30/01/2018
( 213 letture )
I Buried and Gone sono un duo proveniente da Kuopio, in Finlandia, che si propone di suonare un alternative metal che spazia dai tecnicismi alla Avenged Sevenfold alla graniticità thrash dei Pantera. La band nasce nel 2014 come una one-man band del polistrumentista Niklas Tihinen, che anche in questo The Final Hour si occupa di tutta la parte strumentale. Ma nel corso del tempo il progetto ha preso un’altra piega: l’esordio è stato con un EP nel 2015 che conteneva una canzone in cui l’ospite al microfono era tale Markus Orava. La collaborazione si rivelò così vincente che Orava entrò a far parte dei Buried and Gone in pianta stabile e con questa formazione è recentemente uscito questo The Final Hour, preceduto dal singolo A Frozen Heart.

Buried Within Me… è un’avvincente intro acustica che ricorda quelle storiche dei migliori Metallica, si prosegue con A Frozen Heart, collegata direttamente con la canzone precedente, in cui non a caso Orava si dimostra un ottimo emulo del James Hetfield degli anni novanta. Purtroppo questa sua voglia di ispirarsi al cantante dei Metallica rende la sua prova vocale, almeno in questa canzone, piuttosto anacronistica, seppur funzionale alla causa. Murder procede sulla stessa falsariga di A Frozen Heart, ma nel ritmo e nel tipo di costruzione ricorda qualcosa degli Avenged Sevenfold del periodo City of Evil. In Starting Over i Buried and Gone mostrano un lato più intimista che fa nuovamente pensare alle canzoni più acustiche di Load, oltre che a riprovare le capacità tecniche di Tihinen, che qui condisce il tutto con un ottimo assolo di chitarra. You’re No God è sicuramente fra i pezzi migliori dell’album, forte di un crescendo intenso, di un guitarwork molto più ricercato e complesso dei pezzi precedenti e di una prova di Orava molto più varia, qui infatti è anche alle prese con delle melodie vocali per niente banali.
E se Seek to Find e End of the World iniziano a ripetere degli stilemi già utilizzati fin troppo nelle canzoni precedenti, Not Another World mostra l’ennesima sfumatura del duo, infatti si alternano sfuriate in scream quasi black metal a melodie alternative. Il risultato è buono ma non ottimo, è doveroso però riconoscere alla band un certo coraggio e voglia di sperimentare non comuni.

Alla fine dei giochi, i Buried and Gone ne escono perlopiù vincitori. Tutte le influenze sono mescolate sapientemente, The Zero Hour è un melting pot per interessante di thrash, black, power e alternative, risultato che non in molti riescono ad ottenere. I Buried and Gone dimostrano un’efficienza tecnica invidiabile, probabilmente derivata da un’esperienza decennale in questo campo. Il fatto che ci siano solo due membri, e che solo uno si occupi effettivamente di tutti gli strumenti fa sì spalancare la bocca per la qualità tecnica di Niklas Tihinen, ma allo stesso tempo alimenta il sospetto che The Final Hour in fondo non sia nulla di più che un divertissment di due amici appassionati di musica, senza che ci sia nulla di sbagliato in questo. Semplicemente manca quel qualcosa che faccia risaltare The Final Hour al di sopra della media, manca quel qualcosa che, anche quando l’ascolto è finito, ci faccia ripensare immediatamente a quello che abbiamo ascoltato e che sollevi l’album dal dilettantismo ad una dimensione internazionale. A riprova di questo la produzione risulta un po’ piatta, il che affonda leggermente il potenziale di The Final Hour, ma bisogna ricordarsi che stiamo parlando di un prodotto uscito per un’etichetta piuttosto piccola e quindi aspettarsi di più sarebbe stato stupido. I Buried and Gone si guadagnano una sufficienza più che piena grazie ad un pugno di ottimi pezzi e per aver sfornato che potenzialmente potrebbe piacere a gran parte degli amanti del metal. Scusate se è poco.



VOTO RECENSORE
70
VOTO LETTORI
49 su 1 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2017
Inverse Records
Alternative Metal
Tracklist
1. Buried Within Me…
2. A Frozen Heart
3. Murder
4. Starting Over
5. You’re No God
6. Seek to Find
7. End of the World
8. Not Another World
9. The Final Hour
10. Lay With Me
Line Up
Markus Orava (Voce)
Niklas Tihinen (Voce, Chitarra, Basso, Batteria, Tastiera)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]