Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Iamthemorning
The Bell
Demo

Break Me Down
The Pond
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/10/19
PLATEAU SIGMA
Symbols - The Sleeping Harmony of the World Below

25/10/19
DOUBLE CRUSH SYNDROME
Death To Pop

25/10/19
CREST OF DARKNESS
The God Of Flesh

25/10/19
DAWN RAY`D
Behold Sedition Plainsong

25/10/19
STEVE HACKETT
Genesis Revisited Band & Orchestra: Live at the Royal Festival Hal

25/10/19
NIGHTGLOW
Rage of a Bleedin’ Society

25/10/19
LEPROUS
Pitfalls

25/10/19
MAYHEM
Daemon

25/10/19
ENEMYNSIDE
Chaos Machine

25/10/19
DICTATED
Phobos

CONCERTI

22/10/19
CELLAR DARLING + FOREVER STILL + OCEANS
LEGEND CLUB - MILANO

23/10/19
FOLKSTONE
ORION - ROMA

23/10/19
PINO SCOTTO
MOB CLUB - PALERMO

25/10/19
MACHINE HEAD
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

25/10/19
INTER ARMA
LIGERA - MILANO

25/10/19
ARBORES AUTUMNALES FESTIVAL
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

25/10/19
FOLKSTONE
VIPER THEATRE - FIRENZE

25/10/19
HELLRETIC + BRVMAK
500CAFFE' - PIEDIMONTE S. GERMANO (FR)

26/10/19
DESTROYER 666 + ABIGAIL + DEAD CONGREGATION + GUESTS
MU CLUB - PARMA

26/10/19
MACHINE HEAD
HALL - PADOVA

Rhino Proof - Rhino Proof
23/04/2018
( 663 letture )
È proprio vero, certe cose non invecchiano mai! Il rock settantiano è sicuramente tra queste, e il debutto dei Rhino Proof è qui a dimostrarcelo, ancora una volta. Ennesimi ambasciatori dell’hard rock sudista e americano, questi signori finlandesi guardano chiaramente al passato e a gruppi come Lynyrd Skynyrd, Molly Hatchet e Blackberry Smoke, senza temere quarant’anni di concorrenza.

Rhino Proof contiene tutte le sfumature che compongono un buon disco hard rock. L’album si compone di una manciata di brani medio-lunghi, melodici e possenti. L’arzillo opener Code of the Road mette subito le carte in tavola. Gli intrecci di chitarra e organo evocano immagini chiare e lontane: strade assolate e polverose, motociclette, giacche con le frange, whisky, Winston e locali per camionisti. That’s the Way it Goes, One Shot Deal e Lucky Me ripropongono lo stesso mood energico e colpiscono a colpo sicuro. Si tratta di brani trascinanti, semplici e diretti, che si stampano in testa al primo ascolto. Caratteristica questa che vale per l’intero album. Heartland e Gravity calano un poco le pulsazioni e si fanno più smussate e avvolgenti. Puntuali come un orologio svizzero arrivano anche le due, inevitabili ballad, Worth of Nothing e Anchorage, questo il brano più southern dell’album. La band sa anche pestare sull’acceleratore, come dimostrato con l’irruente Devils Playground.
L’album è caldo e solare, melodico e immediato senza essere facile o commerciale. La produzione piena restituisce un suono circolare e levigato, nel quale tutte le componenti si mischiano senza sforzo in una pasta calda e compatta. La qualità dell’impasto strumentale è forse la miglior caratteristica di Rhino Proof, che stupisce per l’ottimo equilibrio fra gli strumenti. Chitarra, basso, organo e batteria fanno il loro, senza perdersi in tecnicismi o sofisticherie. Degna di nota è invece la morbida voce di Jukka Nummi, che si incolla perfettamente al resto, pur senza essere eccessivamente variata.

Sia chiaro, i Rhino Proof non inventano assolutamente nulla, anzi. I Finlandesi pescano a piene mani da una lunga tradizione determinata da legioni di band prima di loro. Ma una solida base non significa per forza un solido album. La band di Joensuu tiene lontano lo spettro della stanca riproposizione e si appropria dei codici del genere con classe. I riff e strutture che ne compongono il debutto sono sentiti e risentiti, ma restano sempre coinvolgenti e mai banali. E questa è forse la maggior riuscita di album di questo genere.



VOTO RECENSORE
70
VOTO LETTORI
74.5 su 2 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2018
Pure Steel Promotion
Hard Rock
Tracklist
1. Code of the Road
2. Lucky Me
3. Anchorage
4. Heartland
5. Gravity
6. That’s the Way it Goes
7. Devils Playground
8. Worth of Nothing
9. More and More
10. One Shot Deal
Line Up
Jukka Nummi (Voce)
Rane Riikonen (Chitarra)
Make Sallinen (Chitarra)
Pasi Nousiainen (Basso)
Janne Tikkanen (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]