Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Primal Fear
Apocalypse
Demo

Talbot
Magnetism
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

17/08/18
DORO
Forever Warriors, Forever United

17/08/18
CEMETERY URN
Barbaric Retribution

17/08/18
CARNATION
Chapel of Abhorrence

17/08/18
FEUERSCHWANZ
Methämmer

17/08/18
EXOCRINE
Molten Giant

24/08/18
ANCESTORS
Suspended In Reflection

24/08/18
FOSCOR
Les Irreals Versions

24/08/18
DARK MILLENNIUM
Where Oceans Collide

24/08/18
PAUL FERGUSON
Remote Viewing

24/08/18
DIABOLOS DUST
The Reaper Returns

CONCERTI

17/08/18
FRANTIC FEST (DAY 2)
TIKITAKA VILLAGE - FRANCAVILLA (CH)

17/08/18
NEREIS + GUESTS
CASTALDI FESTIVAL - SEDICO (BL)

17/08/18
NECRODEATH + GUESTS
ZONA INDUSTRIALE - PULSANO (TA)

17/08/18
RADUNOROCK FESTIVAL (day 1)
BAITA PENNA NERA - VALLE DI CEMBRA (TN)

17/08/18
HARD ROCKOLO FESTIVAL
PARCO ROCCOLO - PIEVE DI CADORE (BL)

18/08/18
FRANTIC FEST (DAY 3)
TIKITAKA VILLAGE - FRANCAVILLA (CH)

18/08/18
DESTRAGE + GUESTS
SUMMER CROCK FESTIVAL - BORGHETTO DI SAN MARTINO DI LUPARI (PD)

18/08/18
HIRAX + GUESTS
MU CLUB - PARMA

18/08/18
RADUNOROCK FESTIVAL (day 2)
BAITA PENNA NERA - VALLE DI CEMBRA (TN)

19/08/18
AGGLUTINATION
CHIAROMONTE (PZ)

Savage Hands - Barely Alive
11/05/2018
( 216 letture )
Provenienti dal Maryland, i Savage Hands sono una band di recentissima formazione, che giunge oggi al proprio debutto ufficiale con l’EP Barely Alive. Rientranti in quel non sempre definibile calderone che è l’alternative metal, i cinque statunitensi si muovono su territori prettamente vicini al metalcore, pur non appartenendovi del tutto. Le caratteristiche della loro proposta ci mettono dinnanzi ad una band rivolta essenzialmente ad una fascia di pubblico molto giovane, che difficilmente farà breccia negli standard degli over trenta. Raramente ci concediamo di poter generalizzare a tal punto, ma qua c’è ben poco da obiettare dato che i Savage Hands questo intendono essere e questo sono. Di recente formazione è anche l’etichetta che li promuove, la SharpTone Records, attiva da appena un paio d’anni proprio in campo metalcore e post-hardcore. Alla luce di tutto ciò, però, non significa che abbiamo a che fare con musicisti inesperti, anzi. I Savage Hands hanno dalla loro molte qualità, tanto dal punto di vista compositivo quanto da quello tecnico. Hanno anche una certa esperienza, maturata precedentemente alla nascita del gruppo stesso. Si sono guadagnati quindi la nostra attenzione e non possiamo che ricambiare analizzando nel dettaglio il loro primo lavoro.

Come detto, Barely Alive è un EP ed è composto da sette brani per una durata totale che si aggira intorno ai ventisei minuti. Non molto distante quindi da un vero full length. Tutti i brani tendono a mostrare un forte impatto melodico, una grande carica a livello emotivo ed ovviamente l’immancabile base di aggressività ritmica che permette di sprigionare tutta la rabbia accumulata. Niente di nuovo direte voi, e non potremmo che essere più d’accordo. Ma il punto forte dei Savage Hands non sta affatto nella novità della proposta, che si rifà in tutto e per tutto agli stilemi del genere; sta invece nell’ottima resa esecutiva di ogni singola nota, ogni singola strofa e linea vocale e di conseguenza di ogni brano. Niente è inserito a caso, i vari pezzi sono costruiti con perizia e intelligenza, i ritornelli molto orecchiabili non eccedono mai in ruffianeria e la varietà sonora nel comparto riff è anch’essa uno dei tanti punti a favore. Esemplari in questo senso i due brani iniziali, che possiamo annoverare già tra i migliori dell’intero disco. Di Red esiste anche un videoclip ufficiale, molto ben realizzato, al pari di quello di Unconditional, semi-ballad che spezza un po’ l’atmosfera iniziale. La rabbiosissima Know It All ci riporta sui toni delle due canzoni d’apertura, mentre Taken è l’unica ballad vera e propria dell’EP, un brano intenso ed emozionale come pochi altri e per niente banale. Dei due brani successivi, Your Own Hell è senz’altro il più riuscito, ma ancora una volta ci troviamo a non poter valutare al di sotto della sufficienza nemmeno un pezzo, dato che anche Dream Dead si lascia ascoltare più che piacevolmente.

Una produzione di tutto rispetto e una promozione adeguata da parte della casa discografica permettono a Barely Alive di farsi largo tra le novità di inizio anno in campo alternative e metalcore. Un esordio molto interessante, quindi, quello degli statunitensi Savage Hands, gruppo dalle buonissime prospettive. Certo, ancora manca la prova del nove, il primo studio album completo, ma con queste premesse è probabile che sentiremo ancora parlare di loro nei prossimi anni.



VOTO RECENSORE
68
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2018
SharpTone Records
Alternative Metal
Tracklist
1. Red
2. Barely Alive
3. Unconditional
4. Know It All
5. Taken
6. Dream Dead
7. Your Own Hell
Line Up
Mike Garrow (Voce)
Justin Hein (Chitarra, Voce)
Ryan Evans (Chitarra)
Nathan O’Brien (Basso, Voce)
Jonny Melton (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]