Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Opeth
Garden Of The Titans (Opeth Live at Red Rocks Amphitheatre)
Demo

Vincenzo Marretta
Il Seme della Follia
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

18/01/19
LEMURIA
The Hysterical Hunt

18/01/19
METAL INQUISITOR
Panopticon

18/01/19
RAVEN
Screaming Murder Death From Above: Live In Aalborg

18/01/19
DEFECAL OF GERBE
Mothershit

18/01/19
ECTOVOID
Inner Death

18/01/19
ASTROPHOBOS
Malice of Antiquity

18/01/19
WOORMS
Slake

18/01/19
MUSMAHHU
Reign of the Odious

18/01/19
CALICO JACK
Calico Jack

18/01/19
FENRIR
Legends Of The Grail

CONCERTI

18/01/19
TERRORIZER + SKELETAL REMAINS + DE PROFUNDIS + GUEST
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

18/01/19
CLAUDIO SIMONETTI`S GOBLIN
DRUSO - RANICA (BG)

19/01/19
DON BROCO
LEGEND CLUB - MILANO

19/01/19
TERRORIZER + SKELETAL REMAINS + DE PROFUNDIS + GUEST
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

25/01/19
EMBRYO
HAPPY DAYS PUB - NAPOLI

25/01/19
TOTHEM + SOUND STORM + ELARMIR
JAILBREAK - ROMA

25/01/19
NODE + FIVE MINUTES HATE
MADHOUSE PUB - MORNAGO (VA)

25/01/19
ARCANA OPERA + CONSTRAINT
ARCI TOM - MANTOVA

25/01/19
MILL OF STONE + GUEST
GALIVM GARAGE - PIEVE DI SOLIGO (TV)

26/01/19
EMBRYO + COEXISTENCE + DRANEKS ORDEN
FUCKSIA - ROMA

Hidden Lapse - Redemption
14/05/2018
( 467 letture )
In un mercato discografico quotidianamente saturo di proposte più o meno valide, la cosa più importante è sapere come distinguersi della massa, evitando il più possibile l’effetto copia carbone, o, dove possibile, spaccando l’audience in due con opere controverse. Questo elemento è da tenere in considerazione quando si parla dei debuttanti nostrani Hidden Lapse, un progetto dedito alle sonorità metalliche prettamente prog, melodiche e moderne, che non lesina sulla componente elettronica e mette in evidenza un taglio più melodico e leggero grazie alla presenza della voce femminile.

Se da una parte tutte queste caratteristiche denotano personalità e coraggio, dall’altra bisogna però ammettere che il risultato non è dei migliori. In primo luogo, infatti, questo debut album pecca di una produzione plasticosa, seppur moderna. Gli inserti e le basi elettroniche sembrano finti e privi di spessore, mentre la batteria, o meglio la drum machine, è esageratamente triggerata, con una grancassa in primo piano a tratti coprente e debordante. Certo, è un disco d’esordio autoprodotto, ma ciò non è una scusa quando oggigiorno è possibile ottenere risultati migliori con un comunissimo computer ed un budget limitato. Tuttavia, l’intero disco non è da buttare via, dal momento che almeno il guitarwork si rivela abbastanza interessante, con riff e spunti ritmici articolati, heavy e moderni, tra progressive e scorie di metalcore. Non è male neanche la prova dietro al microfono di Alessia Marchigiani, brava quando alle prese con il cantato melodico, ma carente in cattiveria. Il difetto principale del cantato e più in generale di questa release è proprio la mancanza di cattiveria e dell’inasprirsi dei suoni nei momenti più incisivi. Inoltre, se consideriamo che ben quattro tracce su undici sono poco più che intermezzi, emerge proprio una difficoltà nel far decollare il disco, col risultato di annoiare.

Concludendo, senza soffermarsi sui singoli pezzi per evitare ripetizioni, spiace constatare quanto il disco non convinca appieno, per via di una produzione moderna ma sin troppo pompata e finta, intermezzi riempitivi e linee vocali che non convincono appieno e non graffiano. Rimane solo un guitarwork ispirato che ne risolleva le sorti, ma che tutto sommato non è sufficiente per promuovere gli Hidden Lapse. Per ora quindi, non resta che rimandare questo progetto, sperando che i nostri possano migliorare in futuro.



VOTO RECENSORE
55
VOTO LETTORI
90 su 1 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2018
Autoprodotto
Prog Metal
Tracklist
1. Prologue: Dead Woman Walking
2 .Silent Sacrifice
3. Interlude: The Right To Remain Silent
4. Drop
5. Lucid Nightmare
6. Pure
7. Redemption
8. Interlude: The Last Meal
9. Compassion
10. Awarness
11. Epilogue: Mercy Upon Your Soul
Line Up
Alessia Marchigiani (Voce)
Marco Ricco (Chitarra)
Romina Pantanetti (Basso)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]