Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Havok
V
Demo

Northern Crown
In a Pallid Shadow
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

07/08/20
MOONSPELL
The Butterfly Effect (Ristampa)

07/08/20
FACELESS BURIAL
Speciations

07/08/20
WOR
Prisoners

07/08/20
STILLBIRTH
Revive the Throne

07/08/20
CURSES
Chapter II: Bloom

07/08/20
SELBST
Relatos De Angustia

07/08/20
EMPEROR
Wrath of the Tyrant (ristampa)

07/08/20
BLACK ROSE MAZE
Black Rose Maze

07/08/20
RAMOS
My Many Sides

07/08/20
TEMPLE NIGHTSIDE
Pillars of Damnation

CONCERTI

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

09/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

11/08/20
BAD RELIGION
FESTIVAL DI RADIO ONDA D'URTO - BRESCIA

12/08/20
BAD RELIGION (SOSPESO)
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

19/08/20
PALAYE ROYALE
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

26/08/20
GRAHAM BONNET & ALCATRAZZ + GIRLSCHOOL + ASOMVEL
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

27/08/20
WOLFMOTHER + HARDCORE SUPERSTAR (SOSPESO)
PIAZZA DUOMO - PRATO

04/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA SINOPOLI) - ROMA

Coram Lethe - In Absence
23/05/2018
( 933 letture )
Il 2018, fra nuovi interpreti e vecchie glorie che si preparano a solcare la via del tramonto, si appresta, a tutti gli effetti a essere l’anno dei grandi ritorni; e se così è per la scena internazionale, lo stesso si può affermare per quello che succede in casa nostra. Infatti, dopo ben 4 lunghissimi anni dal discusso Heterodox e un nuovo interprete alla voce, i Coram Lethe, band toscana con una distinta esperienza alle spalle, ci presentano una nuova produzione, targata Build2kill Records e dal nome In Absence. Facendo un doveroso passo indietro, avevamo lasciato la band in questione alle prese con una produzione che divise molto la critica musicale e gli ascoltatori, fra chi vedeva del genio in Heterodox e chi invece rimase stranito da qualcosa che musicalmente, appariva confuso e poco orientato.

Per questo ultimo lavoro, dopo aver nuovamente cambiato interprete dietro il microfono, la band ha decisamente ripreso le fila da quanto di buono proposto in passato, sfornando una soluzione che, già con i primissimi ascolti, si palesa come un ottimo trait d’union fra differenti modi di concepire la musica estrema, non disdegnando, talvolta un approccio che si avvicina al prog metal, con soluzioni più avanguardistiche e una certa complessità nella ritmica. Accompagnati dalle noti di un pianoforte dal suono ruvida, la titletrack si presenta subito con un tappeto sonoro grezzo, ma allo stesso tempo trasportante, per poi esplodere in roboanti riff di chitarra accostabili al movimento death e thrash, con una dimostrazione tecnica sopra le linee, visti anche i differenti cambi di tempo che si susseguono per tutta la traccia. In questo pezzo, si può ben misurare l’approccio della band; i Coram Lethe, parzialmente accantonati gli esperimenti poco riusciti dell’ultima produzione, si sono dedicati a un suono rabbioso e aggressivo, accompagnato da una buona dose di dinamicità e d’inventiva, in grado di appassionare e soprattutto intrattenere l’ascoltatore. La tecnica non è mero ornamento, ma mezzo attraverso il quale l’espressione artistica del gruppo riesce a emergere con un disco tutt’altro che complicato da assimilare, nonostante l’alto livello proposto. Questa nuova fatica infatti scorre che è un piacere, non disprezzando momenti in cui l’attenzione si concentra su passaggi prettamente strumentali, i quali (come ad esempio nella traccia Pain Represents Pained Representatives e Antimateria ) meritavano un approfondimento maggiore, in quanto suonano un po’ piatti. Per il resto, pur senza una traccia in grado di erigersi a vera e propria perla del disco, ci sono canzoni ottime, in grado di entrare subito in testa; oltre alla già citata in Absence, Antimateria è un'altra traccia ottimamente congeniata, in cui la band riesce a ricreare una bell’atmosfera dai tratti glaciale, che si va a infrangere contro una parte strumentale in cui la chitarra riesce a disegnare un bell’assolo, nonostante, non si riesca ad esprimere con la dovuta compiutezza; altra canzone che si presta bene è sicuramente Food of Nothigness, con il suo ritornello rabbioso e un grande lavoro alla batteria da parte di Francesco Miatto, in grado di proporre un blast beat degno dei grandi nomi che si sposa ottimamente con il lavoro fatto dalle chitarre, le quali riescono anche in questa circostanza ottime melodie. Stesso discorso per Not Been Born, canzone dalla struttura simile, anche questa ben congeniata.

In conclusione, In Absence può considerarsi il disco della riscossa dopo il precedente Heterodox, il quale presentava punti deboli che in questo episodio, invece, non si sono palesati in modo così evidente. In questa nuova produzione la band toscana ha preferito concentrarsi sulla concretezza e il risultato, nel suo complesso, è più che buono.



VOTO RECENSORE
76
VOTO LETTORI
78.25 su 4 voti [ VOTA]
thrash1969
Sabato 2 Giugno 2018, 16.59.42
4
Ecco un gruppo ITALIANO con i fiocchi. Il lavoro in questione è veramente bello,in più dal vivo "spaccano" come pochi. Ragazzi dategli un ascolto
sicktadone
Martedì 29 Maggio 2018, 22.23.59
3
se me li assegneranno sarà un piacere
earthformer
Martedì 29 Maggio 2018, 19.05.54
2
mi hai incuriosito parecchio, poi volevo chiederti se farai mai una rece sui within destruction.
Tatore
Giovedì 24 Maggio 2018, 9.12.43
1
Ascoltati un paio di mesi fa e devo dire che questi ragazzi ci sanno fare. In questi giorni, per onorare la recensione, me lo sparo di nuovo
INFORMAZIONI
2018
Buil2kill Records
Prog Death
Tracklist
1. Esoteric
2. In Absence
3. Food for Nothingness
4. Not Been Born
5. Cognitive Separation
6. Pain Represents Pained Representatives
7. Antimateria
8. To Rise Again
Line Up
Giacomo Bortone (Voce)
Leonardo Fusi (Chitarra)
Filippo Occhipinti (Chitarra)
Christian Luconi (Basso)
Francesco Miatto (Batteria)
 
RECENSIONI
64
80
87
95
ARTICOLI
27/04/2009
Intervista
CORAM LETHE
Parla la band
16/03/07
Intervista
CORAM LETHE
Parla Erica Puddu
24/09/2004
Intervista
CORAM LETHE
Parla Mirco Borghini
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]