Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Ghost
Prequelle
Demo

SpellBlast
Of Gold and Guns
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

20/06/18
HAENESY
Katrusza

22/06/18
MARTYR LUCIFER
Gazing at the Flocks

22/06/18
HAKEN
L-1VE

22/06/18
WOLFEN RELOADED
Chaiging Time

22/06/18
KHEMMIS
Desolation

22/06/18
ARSTIDIR
Nivalis

22/06/18
THE HERETIC ORDER
Evil Rising

22/06/18
GAEREA
Unsettling Whispers

22/06/18
THE SEA WITHIN
The Sea Within

22/06/18
IMPENDING ROOM
The Sin And Doom Vol. II

CONCERTI

19/06/18
MARILYN MANSON + GUEST TBA
IPPODROMO SAN SIRO - MILANO

19/06/18
MESHUGGAH + DESTRAGE
ORION - ROMA

19/06/18
UNDEROATH + CROSSFAITH
ZONA ROVERI - BOLOGNA

20/06/18
MESHUGGAH + DESTRAGE
ESTRAGON - BOLOGNA

20/06/18
UNDEROATH + CROSSFAITH
MAGAZZINI GENERALI - MILANO

21/06/18
ANAL VOMIT + FINGERNAILS + ASPHALTATOR
TRAFFIC CLUB - ROMA

22/06/18
PEARL JAM
I-DAYS FESTIVAL - RHO (MI)

22/06/18
ANAL VOMIT + LECTERN + GUEST
CIRCUS - SCANDICCI (FI)

22/06/18
17 CRASH + LET ME KILL THE MISTER + STINS
EXENZIA - PRATO

23/06/18
ANAL VOMIT + DAEMUSINEM + LECTERN
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

Ghost - Prequelle
08/06/2018
( 4158 letture )
Tre anni sono trascorsi dall’uscita di Meliora, tre anni in cui in casa Ghost è successo davvero di tutto. Dapprima, nei primi mesi del 2016, la vittoria del Grammy Award per la miglior interpretazione metal grazie alla canzone Cirice; poi, nel settembre dello stesso anno, la pubblicazione dell’EP Popestar, consistente di un brano originale e quattro cover, che debutta nientedimeno che alla posizione numero 1 per quanto riguarda i “Top Rock Album” di Billboard vendendo 21.000 copie soltanto nella prima settimana. Ma, come si dice in questi casi, è facile passare dalle stelle alle stalle, ed è proprio ciò che è successo al gruppo svedese. La maschera viene letteralmente tolta quando quattro membri del gruppo, rivelatisi coi nomi di Simon Söderberg, Mauro Rubino, Martin Hjertstedt e Henrik Palm decidono di presentarsi in tribunale contro il cantante e leader Tobias Forge, reo di non trattare i suoi compagni adeguatamente dal punto di vista finanziario o, in altre parole, di tenersi tutto e lasciarli a bocca asciutta. Per i Ghost si apriva così una nuova era, con nuovi elementi a vestire i panni dei Nameless Ghouls e il rinnovamento della figura principale, con la sostituzione di Papa Emeritus III, divenuto ora Cardinal Copia. Il nuovo album, anticipato nel mese di aprile dal singolo Rats (correlato da un videoclip che merita di essere visto), e successivamente dalla particolarissima Dance Macabre, è stato reso disponibile a partire dal 1° giugno e promosso negli Stati Uniti da un tour di diciannove date.

Prequelle, rispetto alle precedenti uscite a nome Ghost, è un lavoro ben diverso. Diverso dal punto di vista stilistico e concettuale, avendo abbandonato quasi del tutto il sentiero del metal ed essendosi aperto molto di più ad un tipo di rock semplice e “commerciale” -che poi tanto semplice non è- imperniato come sempre da un’aura di malignità ed oscurità, ma con molti più appigli melodici che in passato e una maggior influenza da parte di generi a prima vista ben lontani come il prog rock e persino il pop rock. Se vi aspettavate una band ormai scevra di idee avete sbagliato di grosso, perché gli svedesi guidati dal carismatico leader Tobias Forge a tutt’oggi non sono per niente passati di moda, anzi, sono più che mai al centro dell’attenzione e pronti ancora una volta a stupire e lasciare a bocca aperta il mondo intero.
Presentatoci da un interessante artwork di copertina ad opera del polacco Zbigniew Bielak (che recentemente ha realizzato, tra le altre, anche la cover art di Eonian dei Dimmu Borgir), Prequelle si apre con una inquietantissima cantilena dal titolo Ashes (che riporta alla mente il classico girotondo che tutti abbiamo fatto da bambini). Dopo quest’intro quantomai azzeccata, è il singolo Rats ad aprire letteralmente le danze. Si tratta senza dubbio di uno dei pezzi da novanta del disco, con un Tobias Forge in forma smagliante a narrarci come meglio non si potrebbe l’atmosfera che si viveva ai tempi della peste nera in Europa, dall’alto di un brano dotato di grandissimo appeal e che rimarrà inevitabilmente in testa anche una volta terminato l’ascolto. La successiva e quantomai maligna Faith non cambia ancora le carte in tavola, rimanendo perlopiù sugli stessi binari di Rats, e ci introduce nel finale alla particolare See the Light, semi-ballad molto melodica con un tappeto ritmico di fondo che riesce a trasmettere una certa dose di robustezza mai sopita. Il colpo grosso è però rappresentato dalla strumentale Miasma, che vede tra gli ospiti il sassofonista inglese Gavin Fitzjohn. Brano assolutamente trascendentale e inatteso, dal ritmo frenetico e un’anima prettamente prog, dimostra più di qualunque altro le grandi doti dei musicisti che hanno preso parte al progetto Prequelle e ci fa capire quanto potenziale -espresso ed inespresso- ci sia in questa band. Con Dance Macabre questo discorso non può far altro che ampliarsi, dal momento che abbiamo a che fare con un pezzo che è in tutto e per tutto un omaggio al pop rock di ben altra epoca. La particolarità di questo brano è certamente insita nella sua facile presa, nel suo essere così volutamente e sfacciatamente radiofonico; ma più che altro a spiccare è l’elemento della voce, che qui più che mai non sembra affatto essere quella di Tobias Forge, ma ricorda invece in modo dannatamente preciso quella di Klaus Meine, che pure non è tra gli ospiti accertati del disco. Ad un pezzo del genere non poteva che seguirne uno dalla natura totalmente differente come Pro Memoria, ballad “nera” fortemente melodica e a tratti sinfonica con un ritornello che è tutto un programma:

“Don’t you forget about dying
Don’t you forget about your friend death
Don’t you forget that you will die”


La voce di Forge ci guida in questo “viaggio allucinante” che solo una band come i Ghost poteva proporci di compiere, un viaggio stranamente confortante nonostante la compagnia non sia sempre delle più piacevoli. Arriviamo poi ad un brano senza troppe pretese, Witch Image, che per certi versi riprende le precedenti Rats e Faith, ma a conti fatti risulta meno efficace. Ma non pensiate di rilassarvi, perché i Ghost hanno sempre il classico coniglio da tirare fuori dal cappello, e in questo caso si tratta della seconda strumentale presente nel disco, Helvetesfönster. Come ospite troviamo Mikael Åkerfeldt, accreditato alla chitarra acustica, per una traccia che ha effettivamente una vena prog rock predominante, ma richiama in parte anche un certo tipo di atmosfere folk. Inutile dire che si tratta ancora una volta di un brano eccezionale, che conferma inevitabilmente quanto di buono detto finora. Ma la festa non è finita: Life Eternal, una ballad estremamente intensa ed efficace con un Tobias Forge toccante e perfetto nella sua interpretazione finale chiude Prequelle come meglio non si potrebbe.
Due ulteriori tracce sono incluse nella deluxe edition dell’album e si tratta di due cover: It’s a Sin dei Pet Shop Boys (gruppo synth pop britannico) e Avalanche di Leonard Cohen, entrambe rese magnificamente in queste nuove versioni.

Prequelle, quarto album degli svedesi Ghost, è un vero e proprio fulmine a ciel sereno, inaspettato e improvviso, capace di spazzare via tutte le polemiche e far cadere ai propri piedi anche coloro che ancora non erano convinti della bontà di questo gruppo. Se Meliora era stato un passo in avanti rispetto ad Infestissumam, che non aveva rispettato in pieno le ottime premesse di Opus Eponymous, questo nuovo album si prospetta essere il vero capolavoro degli ultimi anni in casa Ghost. Criticati o amati, loro continueranno a stupirvi in un senso e nell’altro, perché la creatura misteriosa forgiata da Tobias Forge alias Cardinal Copia è oggi più viva che mai e non ha nessuna intenzione di rallentare la sua corsa.



VOTO RECENSORE
83
VOTO LETTORI
66.72 su 11 voti [ VOTA]
nihei
Domenica 17 Giugno 2018, 9.28.49
130
Disco pazzesco, non un pezzo fuoriposto. Ai detrattori che si può dire, se non che non sanno riconoscere un pezzo di storia della musica quando ce l'hanno davanti? Confermo il voto e anzi arrotondo leggeremente a 85.
Fravi
Sabato 16 Giugno 2018, 23.47.49
129
bel disco
tino
Sabato 16 Giugno 2018, 16.53.57
128
mi è appena arrivato, va giù bene, le venature pop ci sono e sono belle evidenti, specialmente per la voce che si rifà spesso e volentieri a simon le bon. Comunque i suoni e le chitarre sono belle metal quindi il gruppo continua a giocare la partita nell propria metacampo di pertinenza. Piacevoli anche le strumentali dove il tastierismo anni 80 richiama i rush di tom sawyer, belli anche i solismi di chitarra che si ispirano parecchio ai ryche di empire. Forse manca il capolavoro che c'era sul precedente (he is) comunque siamo semrpe su livellli di eccellenza. per me 80
dead again
Sabato 16 Giugno 2018, 16.37.31
127
La musica dei ghost e' più viva che mai e non ha nessuna intenzione di rallentare la sua corsa.
brus
Giovedì 14 Giugno 2018, 21.50.30
126
Entrano per la prima volta in classifica anche in Italia,al 36 posto
Diego
Giovedì 14 Giugno 2018, 18.50.06
125
Proprio ieri, ho ascoltato il disco con chitarra in mano. Avevo già notato con Infestissumam che non seguivano sequenze armoniche tipiche del metal è questo disco lo ribadisce. Tra l’altro certi arrangiamenti sono fantastici. Ribadisco, ottimo album.
nonchalance
Giovedì 14 Giugno 2018, 14.11.45
124
...pem!
Pink Christ
Giovedì 14 Giugno 2018, 12.53.02
123
Gran bell'album. Non sbagliano un colpo
Luigi
Mercoledì 13 Giugno 2018, 23.30.40
122
Ad essercene di musica 'pop' come questa nelle radio..
Blessed
Mercoledì 13 Giugno 2018, 21.56.55
121
@Scorpion: la vita è proprio ingiusta....
Scorpion
Mercoledì 13 Giugno 2018, 21.43.34
120
83 a questo e 78 a meliora che è 10 spanne sopra, mah.
Testamatta ride
Martedì 12 Giugno 2018, 22.52.13
119
Io, come per i tre precedenti lavori, l'ho ascoltato abbastanza piacevolmente per alcuni giorni (senza stare li a rimuginare sul fatto se siano metal o pop-rock o suonino tarantella, tanto non significa niente e sono discorsi o pregiudizi abbastanza inutili e anche sciocchi) salvo poi giungermi un po' a noia abbastanza presto, proprio come per i tre precedenti lavori. Tralasciando il mio giudizio, di cui sicuramente non importera' a nessuno, immagino che molti denigratori (non tutti, prima che qualcuno si offenda) lo siano solo di facciata per ostentare immarcescibili gusti musicali di incorruttibile durezza (ignari, magari, di quanto occorra essere duri per ascoltare e lasciarsi trasportare, che ne so, da Blue Train di Coltrane) ma magari sotto sotto staranno canticchiando qualche ritornello di Prequelle. Detto ciò, e alla luce della netta divisione di giudizio che ha suscitato l'album nella qui presente comunità, fortunatamente ci ritroveremo tutti uniti in un mondo di amore a settembre quando verrà rilasciato il nuovo album dei Voivod ☺
freedom
Martedì 12 Giugno 2018, 22.25.31
118
Si probabilmente hai ragione, allargheranno ancora di più l'audience. Per me va benissimo, me ne frego di essere duro e puro, io ascolto quello che mi piace, e i Ghost hanno sfornato un grande album, c'è poco da fare.
The Perfect Element
Martedì 12 Giugno 2018, 22.15.04
117
@freedom I Ghost portano e porteranno il 'verbo metallico' al di fuori della ristretta cerchia di amanti del Metal, conquistando un'audience ancora più ampia, così come seppero fare le band citate, non a caso, nel passato. Questo era il senso. Il paragone è tra la band e quello che rappresenta in quel preciso momento storico. I nostri hanno, un'immagine assolutamente attraente e vincente, un monicker studiato perfettamente con grafiche di copertina strepitose e riconoscibilissime, tutti elementi che potevamo riscontrare in parte negli Iron, nei Kiss, negli AC-DC e nei Metallica. La loro vena compositiva è fiorente ed in continua evoluzione; ad oggi possono già stendere una scaletta live che molte altre band che suonano da molti più anni si sognano di notte! Non stiamo parlando di un singoletto New Metal di un'estate. Square Hammer, Dance Macabre, Body And Blood, Cirice, Mummy Dust, Ghuleh/Zombie Queen, He Is, I Believe, Majesty, Secular Haze, Year Zero, Ritual, Rats, Genesis, Miasma, Pro Memoria, Stand By Him, solo per fare qualche esempio. Sanno suonare heavy ed arrecare piacere ai più virili, ma sanno anche essere dolci come il miele ed accattivarsi le anime più fragili e tendenzialmente intimamente femminili. Che genere fanno? Difficile a dirsi.. io ci sento tutto quello che serve per ergersi al di sopra della mediocrità trita e ritrita della nicchia stantia nella quale noi amanti del metal amiamo scioccamente nasconderci a volte, salvo poi buttarci a capocollo in qualche cosa di ipertecnico e progressivo che ci nobiliti. Questa è una band da ascoltare e da cantare, in macchina, o a casa in vinile con il poster al muro, come facevamo un tempo sfogliando il booklet seduti per terra mentre il piatto girava. Quando ero ragazzino nei juke box c'erano Fear of the dark e Until it sleeps..ora ci potrebbe essere Dance Macabre. Tutto qui. Se non vi toccano il cuore, beh siete di ghiaccio.
brus
Martedì 12 Giugno 2018, 21.55.13
116
ok non supportarli, anche io non supporto molte bands e non vado nemmeno a leggere le recensioni e tantomeno i commenti ad essa. Non esiste che abbiano vinto dei premi? Hai ragione, i premi meglio darli a Fedez o Miley Cyrus
No Fun
Martedì 12 Giugno 2018, 21.52.00
115
@H, Scusa ok ti fanno cagare ma cosa vuol dire "non esiste abbiano vinto anche dei premi", penso che qui nessuno identifichi i premi con il talento, non siamo alle olimpiadi, è normale che degli Usain Bolt della musica come, chessò von Meilenwald o i Voivod non abbiano vinto premi. Poi ok hai il Nobel a Bob Dylan, che ci sta per l'importanza culturale (magari io avrei preferito il Nobel per la medicina o la chimica a Iggy Pop ) però di solito i premi li vince chi vende, e questi vendono.
H.
Martedì 12 Giugno 2018, 21.21.15
114
….visti anche dal vivo e fanno cag…..mi rifiuto di supportare bands del genere…..non esiste che abbiano vinto anche dei premi, siamo alla frutta
H.
Martedì 12 Giugno 2018, 21.19.54
113
Fanno cag…..e Forge è un pagliaccio
Alessio
Martedì 12 Giugno 2018, 19.02.47
112
Ok, c'ho provato...Niente però. Non fà per me questo, continua a piacermi il solo Opus.Nel genere preferisco altri gruppi che secondo me hanno piu sostanza. Piu che altro la cosa che ora mi stà incuriosendo è la diatriba legata alla cover. Ora è uscito fuori che è un tributo a quella di Bestial Devastation dei Sepultura e non che vi ha preso pesantemente spunto. Mo quale sia la verità non lo sapremo mai, ma una cosa è sicura, appena l'ho vista mi sembrava familiare...
FABRYZ
Martedì 12 Giugno 2018, 16.52.44
111
Area: scusa se ho capito male ma pensavo proprio che ghost e volbeat tu non li potessi proprio vedere...x cio' che riguarda la vendita cd/vinili sicuramente qualcosa si vende ancora ma se come hai fatto nel post 104 mi parli di dischi di platino sei fuori strada xche se prendi il mercato americano cioe' billboard che e' quello che alla fine e' sempre contato di piu',li' il platino lo prendi con 1 milione di copie vendute mentre se stai in Europa lo puoi prendere anche con 20000 copie vendute...e se vai a vedere slipknot e compagnia di cui parli si parla di platino sul territorio americano e non europeo quindi milioni di copie...il contrario di ghost e volbeat che prendono dischi di platino in Europa e qui si parla di migliaia di copie vendute...si vende ma anche no insomma ed e' ovvio che non possiamo paragonare la misera scena odierna con quelle del passato dove il mercato era florido
Area
Martedì 12 Giugno 2018, 14.50.44
110
@Fabryz, ma guarda ancora che ancora oggi qualcosa si vende... vedo con i vinili che addirittura fanno delle ristampe non limitate sia di roba vecchia (soprattutto) ma anche di parecchie cose nuove. Poi al massimo é vero che le vendite e le quotazioni delle vendite fisiche non sono le stesse di 15 anni fa verissimo. Io non detesto ne i Ghost ne i Volbeat, semplicemente non mi convincono.
brus
Martedì 12 Giugno 2018, 14.49.16
109
@flight @sohrin no ma infatti anche io avevo letto questa notizia su altre testate. In ogni caso mistero risolto, sono davvero terzi in classifica billboard Top 200.
Steelminded
Martedì 12 Giugno 2018, 14.28.19
108
Io rischio di essere patetico, ma io certe volte penso che il futuro del rock sono i Black Sabbath. Loro nel 1969 hanno scritto il futuro da cui sono nati in modo germinale tutti i generi e sottogeneri che oggi ascoltiamo e che ci fanno amare questa musica. Hail to the Sabbath! Evviva!
FABRYZ
Martedì 12 Giugno 2018, 13.44.29
107
Area: vorrei aggiungere che mi sembra non abbia senso il discorso riguardante gruppi che vendevano cd e prendevano dischi di platino visto che lo sai benissimo che non si può + fare..15/20 anni fa la gente comprava, ora poco o niente..oltretutto il mercato è saturo di gruppi..nel loro "piccolo" quelli che vendono di + ora sono i 2 gruppi che ti ho citato e che detesti comprensivi di dischi d'oro oltretutto..comunque non la vorrei mettere su una questione di vendite xche non è che se vendi vuol dire che sei di qualità anzi..però se vuoi metterla su quel piano,secondo me qualcosa di importante ghost e volbeat (ma non solo) lo stanno facendo altro che no
FABRYZ
Martedì 12 Giugno 2018, 13.34.08
106
Area: x segnare un'epoca diamo tempo al tempo,è ovvio che mi posso anche sbagliare ma dire che non ha senso,non so..anche gli slipknot appena usciti sembravano solo un fenomeno da baraccone e facevano musica che era una sorta di primi korn in salsa brutal,quindi originale fino ad un certo punto..eppure dopo 20 anni sono ancora qui a vendere tonnellate di dischi e a fare sold out ovunque..poi comunque io oggi non parlerei di scena che crea un trend come lo è stato il nu metal o il metalcore ma vedo + gruppi qui e là di generi diversi che si sono creati un seguito significativo e sono validi..come ho già detto i ghost e i volbeat sono solo 2 esempi molto lampanti di tutto questo ma forse proprio a causa della loro "commercialita''" fanno storcere il naso a molti come lo fecero storcere ai tempi slipknot o avenged...se vuoi fare altri esempi di gruppi meno poppeggianti prendiamo mastodon o havok, anche loro sono gruppi che hanno un seguito importante e dischi in classifica..insomma secondo me chi vivrà vedrà ..ciao
Area
Martedì 12 Giugno 2018, 13.04.11
105
@FABRYZ, per cui ecco é per questo che non ha senso parlare dei Ghost come del futuro del Rock o del Metal. Quindi per esempio dire "Ieri c'erano Iron e Metallica! Oggi ci sono i Ghost e i Volbeat"... non ci sono proprio i presupposti. Mentre invece i vari Slipknot, Korn, Linkin Park, Evanescence, My chemical romance o gli Avenged Sevenfold hanno segnato un epoca ed erano riusciti a far partire qualcosa di globale che era visto come il presente e il futuro. A me i parte i primi 4 (e neanche tutto) che ho nominato il resto non mi piaceva, ma gli riconosco i loro meriti in termini di fama e impatto.
Area
Martedì 12 Giugno 2018, 12.59.05
104
@FABRYZ, Io ero poco più che un adolescente durante l'epoca del Nu Metal /Crossover quindi diciamo dal 1999 al 2003 almeno, quella era roba che finiva in classifica, che vendeva tanto e faceva certificazioni importanti (Dischi di paltino)... questo genere e il Pop Punk erano le due cose Rock che vendevano di più in quel periodo. Poi dopo poco e per un po di anni aiutato dal fenomeno Emo era diventato mainstream anche il Metalcore. Ecco io oggi non vedo un qualcosa che segna un epoca, che segna una generazione di giovani come invece hanno fatto queste cose. Si insomma i Ghost non li vedo inseriti in un filone che sta facendo proseliti commerciali a livello globale.
FABRYZ
Martedì 12 Giugno 2018, 11.52.01
103
Steelminded: vai tranquillo,io ho scoperto questa musica con gli iron poi Il thrash,l hardcore e il crossover/nu metal sono diventati i miei generi preferiti quindi la domanda che mi pongo è: cosa ci faccio con i ghost?😂...eppure ogni tanto salta fuori qualche gruppo che non c'entra nulla con ciò che ascolto che mi esalta e non so nemmeno spiegarne il perché..potrei dire lo stesso chesso' con i turbonegro o,visto che li sto risentendo ultimamente,con i nostri ritmo tribale..x dire che al di fuori del mio cerchio di ascolti trovo spesso qualcosa che mi prende alla grande (cazzo ora che ci penso di bad di michael jackson ho sia la cassetta che il cd😂
Steelminded
Lunedì 11 Giugno 2018, 23.01.36
102
Fabryz io ho capito e anch'io sono entusiasmato dalle novità e dall'innovazione però distinguo quella buona da quella cattiva secondo i miei gusti. Nel tuo commento Ghost e Volbeat sono citati in un'accezione positiva e su questo non mi ritrovo affatto purtroppo che ci vuoi fare... Ma è il bello della discussione in fondo. Però in genere devo dire che sono di gusti un po' particolari e quando un gruppo sfonda per le masse in genere è difficile che a me piaccia. Poi a me piace il death, il thrash, il prog e il doom quindi non ho molti esempi da fare 😂
Silvia
Lunedì 11 Giugno 2018, 22.59.49
101
@freedom, gli Avenged Sevenfold non sono assolutamente un fuoco di paglia, sono stati nominati anche al Grammy 2018 e da anni i loro album sono in vetta alla Bilboard Best Rock Album, cosa di cui non m’importa niente, ma giusto x inquadrare la band./// Leggo anche che si considera il metalcore morto mentre invece i grandi gruppi sono piu’ vivi che mai e soprattutto live stanno riscuotendo grande successo. /// Si parla molto di vendite di dischi nei commenti pero’ ho letto che i dischi piu’ venduti nel 2017 in USA sono stati album di Metallica e AC/DC, quindi vecchi gruppi. Ma poi a noi perche’ dovrebbe interessare chi vende di piu’? 🤔/// X quanto riguarda i Ghost, non è un genere che amo o seguo, quindi il mio parere non ha senso. Di sicuro bisogna dare loro atto che sono stati molto originali a proporsi con questa immagine.
FABRYZ
Lunedì 11 Giugno 2018, 22.01.51
100
Innanzitutto grazie x i commenti, ragazzi ma non e' che ho scritto chissa' che in realta'...Steelminded: probabile non mi sia spiegato bene, nel senso che Ghost e Volbeat sono 2 nomi presi come esempio x cio' che concerne la nuova generazione di bands..sostituisci quei 2 gruppi con altri a piacimento che secondo te stanno facendo la storia nella generazione attuale,se li hai chiaramente...dai, metto mastodon e leprous, meglio? il risultato non cambia nel ragionamento che stavo facendo,ho solo preso ghost e volbeat visto che sono nomi di punta in questo momento, soprattutto dal punto di vista commerciale,un po come 15 anni fa potevano esserlo,con le dovute proporzioni ovviamente, slipknot e system of a down, criticati e sbeffeggiati (soprattutto i primi) ma la storia l hanno fatta alla fine, altro che palle
Sorhin
Lunedì 11 Giugno 2018, 22.01.28
99
@tino sono felice che tu abbia ancora la voglia di scoprire nuove band. Però ammetterai che non per tutti è così. Conosco gente che per l'ennesimo concerto di Iron o Metallica è disposta a prendere ferie, spendere un botto di soldi tra biglietti, aereo, albergo etc e poi però quando ci sono concerti a pochi km da casa non va per i più svariati motivi. E' comunque anche vero ciò che dici tu, tanti anni fa c'erano poche band (anche se allora sembravano tantissime) quindi era più facile seguirle, oggi è praticamente impossibile avere un quadro completo delle uscite. E il fatto di poter ascoltare tutto gratis non aiuta, visto che si danno uno o due ascolti e poi si passa ad altro, una volta invece, anche se non piaceva...solo per ammortizzare la spesa, un album si ascoltava decine e decine di volte.
Sorhin
Lunedì 11 Giugno 2018, 21.47.43
98
@brus L'ho detto perché ho letto questa notizia su blabbermouth: "GHOST's new album, "Prequelle", landed at position No. 3 on this week's Billboard 200 chart. The disc, which arrived on June 1, shifted 66,000 equivalent album units in the week ending June 7. Of that sum, between 61,000 were in traditional album sales."
Flight 666
Lunedì 11 Giugno 2018, 21.41.59
97
@ brus: la mia affermazione sulla posizione raggiunta nella chart di Billboard se fai caso riguarda l'EP Popestar del 2016. La veridicità della notizia la puoi trovare cercando su Google, ma l'ho appresa inizialmente nella pagina inglese di Wikipedia di Popestar. Non posso mettere link, ma ora hai tutte le indicazioni necessarie per verificare...
tino
Lunedì 11 Giugno 2018, 21.32.46
96
Saranno anche sopravvalutati ma in questo momento sto ascoltando he is ed e' uno dei più bei pezzi che ho mai sentito...e ascolto musica da quasi quarant'anni. E anche cirice mica scherza, sembra uscita da empire dei ryche. Questo mi deve ancora arrivare non credo siano riusciti a fare di meglio ma se ci sono andati vicino a me va bene
Steelminded
Lunedì 11 Giugno 2018, 21.28.50
95
Chi = c'ho
Steelminded
Lunedì 11 Giugno 2018, 21.27.50
94
Galilee io ho letto attentamente la disamina (non esamina) di Fabryz, sarei pure daccordo ma non appena mi parla di Ghost e Volbeat come band del decennio mi cadono le palle... sarà che chi una testa di metallo... per non dire altro
tino
Lunedì 11 Giugno 2018, 21.19.38
93
Non e' vero che chi supporta ancora Metallica Maiden e i soliti non ascolta nuovi gruppi, io.ad esempio non ne conosco uno di.quelli citati da fabryz ma tanti altri non seguono o conoscono quelli da me citati. La verità è che i nuovi gruppi sono infiniti.e si devono spartire una fetta non infinita di supporter, mentre il consenso per le vecchie glorie e' unanime, almeno dal vivo. La colpa dello scarso successo di molti piccoli gruppi non è dei vecchi ma di una atomizzazione dell'audience. A forza di sempre nuovi gruppi stiamo cercando ormai di scindere l'atomo
Galilee
Lunedì 11 Giugno 2018, 21.17.22
92
Complimenti a Fabryz per il suo commento. Lo condivido in pieno. E w i Rise of the northern star che hanno tirato fuori uno dri migliori dischi degli ultimi anni. Purtroppo qui nemmeno recensito. Ma si sa le band sono tantissime. Esamina attenta e fatta con criterio quella sui Ghost. Bravo di nuovo.
brus
Lunedì 11 Giugno 2018, 21.15.51
91
Ma sta storia che sono arrivati sul podio di Billoboard non l'ho mica capita.sono andato sul sito e dei Ghost non c'è traccia,magari sbaglio qualcosa non so. piccolo O.T. ringrazio un utente di un altro forum che parlando dei Ghost mi ha fatto scoprire i The Night Flight Orchestra,cazzo che roba .
Sorhin
Lunedì 11 Giugno 2018, 21.05.52
90
@Area Ma guarda che non sono di nicchia, mica perché non li conosci bene debbono essere per forza di nicchia. Arrivare ai primi posti negli Usa o nel Regno Unito in mezzo a gruppi di tutt' altro genere vuol dire avere successo. E comunque parlo di metal/rock quindi non capisco cosa c'entri il nu metal. Su una cosa hai ragione Iron Maiden Metallica AC/DC etc etc hanno avuto un impatto, purtroppo, esagerato visto che la gente invece di supportare nuove band preferisce andare a vedere per la 50esima volta queste band (per ascoltare per la 50esima volta i soliti classici tra l'altro, non per le nuove canzoni).
tino
Lunedì 11 Giugno 2018, 20.35.50
89
W i nuovi gruppi poppeggianti...sottoscrivo il commento di Fabrizio, quindi w i Ghost, i delain, i jinier, i the charm and the fury, i cellar Darling, gli avatarium, gli halestorm...appoggiamo sempre i giovani gruppi, specie se con l'uso ruffiano della melodia possono arrivare a più persone ma comunque non scordiamoci mai le vecchie glorie
Metal Shock
Lunedì 11 Giugno 2018, 20.20.41
88
@Area: io parlavo di presente e futuro. @Fabryz: sottoscrivo in pieno!!!
HeroOfSand_14
Lunedì 11 Giugno 2018, 20.16.50
87
Per chi dice che non andrebbero neanche più recensiti su questo sito: non esageriamo, su Metallized si trovano anche recensioni di de Andrè. E poi, non stiamo parlando di Justin Bieber, ma di un gruppo che mischia pop, rock ottantiano e altri generi. Se ascoltate Rats per esempio non potete dirmi che è solo pop. Per quanto riguarda il discorso se prenderanno o meno il posto dei nomi storici del rock e del metal: sono curiosissimo per il futuro, certamente stiamo parlando di epoche diverse rispetto a quando esplosero i vari Iron, Metallica ecc. ma vedo i Ghost come una possibile salvezza ai rifiuti che si sentono oggi nelle radio. Non sono metal? E chi se ne importa, l'importante è che facciano musica vera, sentita, suonata e scritta bene. E, al momento, i Ghost ci stanno riuscendo eccome, e Forge se ne prende (giustamente) tutti i meriti
FABRYZ
Lunedì 11 Giugno 2018, 18.35.12
86
Bravi i Ghost e bravi i Volbeat che suonano musica fresca e piena di singoloni...io amo i gruppi storici ma non riesco a vivere nel passato,se trovo qualcosa nella moltitudine di dischi inutili che escono oggi, che mi piace e mi esalta io li supporto..non me ne frega un cazzo se i Ghost non saranno i nuovi Queen, ci sanno fare e mi fanno stare bene, tanto basta..e questo vale anche x gruppi di diverso genere che ho scoperto negli ultimi anni : Rise of the northstar, Siberian meat grinder, Havok, Bloodclot, Death penalty, Floor, Dr living dead e chissa' quanti me ne dimentico...originali? qualcuno tra loro in parte lo e',,,grande musica ? direi di si ed e' quello che conta...i capolavori intoccabili del passato sono una cosa che mi restera' nel cuore (e nelle orecchie) ma ho bisogno anche di sentire altro,poi sta ad ognuno di noi accettare o no i Ghost anche in base a come viviamo la parola pop...visto che si parla di nu metal...ho vissuto l'esplosione di questo genere e mi ricordo quanto fosse odiato dai puristi: troppo commerciale, troppo pop, falso metal,ecc...commenti che assomigliano a quelli letti qui sotto alla fine..il tempo dira' chi ha ragione ma ogni generazione ha le sue bands e se le generazioni precedenti hanno avuto negli anni 80 iron e metallica o negli anni 90 korn e pantera non vedo xche la generazione attuale non possa avere i volbeat o i ghost...sembra quasi che ogni generazione debba criticare quella successiva al posto di godere anche della musica attuale..insomma xche non riconoscere come capolavoro un disco che effettivamente lo e' (non mi riferisco ai Ghost in particolare sia chiaro) e metterlo al pari dei capolavori del passato ? Sembra che solo quello che ha dato il via al tutto sia degno di nota e il resto siano solo canzonette,,sembra una specie di tabu non ammettere che anche oggi ci sono gruppi validi paragonabili a quelli del passato (pochi secondo me comunque)..l'originalita' a tutti i costi porta solo grandi dischi? i gruppi che ho elencato sopra non sono originali in toto ma x esempio il cd dei rise of the northstar x me vale quanto un masterpiece qualsiasi dei 90s dei biohazard o dei madball, xche non ammetterlo? Mi sa che sono andato OT,sorry..il disco dei Ghost a me e' piaciuto ma penso che innanzitutto bisognera' aspettare il prossimo x capire bene dove stanno andando e che opus e meliora finora sono i loro top album...forge e' un talento puro comunque, canzoni del genere non si scrivono x caso..ciao
Area
Lunedì 11 Giugno 2018, 14.41.31
85
@Sorhin, dato che rispondi a tutti ti dico... Primo non chiamarmi metallaro. Secondo questi hanno un successo di nicchia e bisogna vedere in quale classifica sono tra i primi 5 in America. Terza cosa, le folle oceaniche, le vendite milionarie e l'impatto generazionale che hanno avuto Metallica e Iron ce l'ha avuto anche il Nu Metal (soprattutto Korn, Slipknot, Deftones, Linkin Park etc...) e poi in misura minore (ma sempre planetario) il Metalcore. Non so vedi tu...
Sorhin
Lunedì 11 Giugno 2018, 14.35.03
84
Rispondo un po' a tutti. Anche se oggi non ha molto senso parlare di classifiche ho letto che quest'album sta vendendo parecchio tanto che è ad esempio nei primi 5 in America. Un risultato, credo, ottimo per una band del genere. Ovvio che non sono conosciuti come le band che ho citato prima ma se non appena una band ha successo i primi che la criticano sono i metallari stessi come potrebbe fare il botto? Se ai concerti di Iron Maiden o Metallica ci va anche gente che non ascolta metal è perché sono grandissime band, se questo succede a qualche giovane band invece è perché sono dei venduti e devono essere boicottati. Una cosa senza senso. Capitolo Volbeat: l'ultimo album è arrivato primo in parecchi paesi, quindi non capisco come possano essere un gioco di paglia. Al momento mi pare che appunto che solo queste due band tra le nuove leve del metal possano competere con musicisti di altri generi. Possono piacere o meno ma è un dato di fatto.
Sorhin
Lunedì 11 Giugno 2018, 14.35.01
83
Rispondo un po' a tutti. Anche se oggi non ha molto senso parlare di classifiche ho letto che quest'album sta vendendo parecchio tanto che è ad esempio nei primi 5 in America. Un risultato, credo, ottimo per una band del genere. Ovvio che non sono conosciuti come le band che ho citato prima ma se non appena una band ha successo i primi che la criticano sono i metallari stessi come potrebbe fare il botto? Se ai concerti di Iron Maiden o Metallica ci va anche gente che non ascolta metal è perché sono grandissime band, se questo succede a qualche giovane band invece è perché sono dei venduti e devono essere boicottati. Una cosa senza senso. Capitolo Volbeat: l'ultimo album è arrivato primo in parecchi paesi, quindi non capisco come possano essere un gioco di paglia. Al momento mi pare che appunto che solo queste due band tra le nuove leve del metal possano competere con musicisti di altri generi. Possono piacere o meno ma è un dato di fatto.
Gorgo
Lunedì 11 Giugno 2018, 14.18.44
82
CHE MERDA
freedom
Lunedì 11 Giugno 2018, 14.02.33
81
@Area: Esattamente. Il metalcore già meno ma il numetal, forse molti l'hanno dimenticato, quello si riportò la musica dura nel mainstream (con tutte le conseguenze negative del caso). Cioè per dire, il primo dei Korn secondo me distrugge l'intera discografia dei Ghost in termini di impatto. Quello è un disco seminale che diede origine ad un intero movimento e le cui tracce sono ancora oggi presenti nella musica metal. Veramente nulla a che vedere col fenomeno Ghost.
Area
Lunedì 11 Giugno 2018, 13.55.42
80
@Metal Shock, Beh gli Iron vendevano milioni di copie, così come i Metallica, Judas Priest, Bon Jovi, Motley Crue, Guns N Roses, Cinderella, Poison etc... Alcuni solo negli Stati Uniti e Canada, altri solo in Inghilterra, 2 o 3 di loro nei rispettivi paese e anche in tutto il mondo tipo appunto i Guns o gli Iron. E mi sono limitato ad alcune band degli anni 80 che facevano Metal e Rock... Beh non vendono milioni di copie gli ultimi dischi, nemmeno chi fa Pop o Rap (salvo proprio alcuni), ma i primi album che hanno fatto alcune di queste band ancora oggi vendono tantissimo tra ristampe in vari formati e altro.... il problema é far vendere tantissimo il nuovo.
Metal Shock
Lunedì 11 Giugno 2018, 13.48.00
79
Quando ci sarà una band metal che venderà milioni di copie fare un fischio....oggi neanche i gruppi pop vendono così, il tempo delle vacche grasse è finito.
Area
Lunedì 11 Giugno 2018, 13.43.07
78
@brus, così come l'hai scritto sembra quasi che dopo i Nirvana non ci sia più stato niente... tra le ultime cose nuove che hanno successo ci sono stato il Nu Metal e poi seppur con successo minore il Metalcore, aiutato dal fatto che molto metalcore piacesse agli Emo. Ecco questi due generi qua possono piacere o meno ma quando sono venuti fuori erano le novità... questi sono stati fenomeni planetari, se mi dici che dopo questi due non c'é più stato qualcosa può essere vero. I Ghost non hanno una fama così grande e mi pare di vedere che questo é già il quarto album.
verginella superporcella
Lunedì 11 Giugno 2018, 13.25.25
77
ascoltato tutto, come sottofondo lavorativo quindi da pc e con sound scarso. Che dire, godibile, forse insieme al primo il migliore per me. non sono geni, non sono eroi, non hanno scritto una pietra miliare, ma ritengo che il lavoro pubblicato sia piacevole, derivativo come tutti gli altri ma allo stesso tempo con la sua personalita' distinta, c'e' un alleggerimento di certe parti ma cio' non e' un male per forza, anzi. io lo promuovo.
inflames69
Lunedì 11 Giugno 2018, 13.24.08
76
Album dalle affascinanti melodie a presa rapida e POP fino al midollo.Non che questo sia un male a prescindere, ma onestamente ormai a mio parere non dovrebbero più neanche essere recensiti all'interno di questo sito. Resta un buonissimo disco , ben prodotto ben suonato ben arrangiato e ben cantato, ma per i miei gusti leggero e trasparente come un foglio di carta velina.
brus
Lunedì 11 Giugno 2018, 13.12.32
75
Io credo che gli addetti nella scena hard/metal stiano puntando molto su questa band perchè potrebbe riportare il nostro amato genere nelle classifiche mainstream e di conseguenza fare da nuovo traino per le altre band, la stessa cosa successe ad inizio 80 con la NWOBHM che riportò in auge le vecchie band hard degli anni 70, poi i Guns poi i Nirvana, e poi??? forse i Ghost,. meritano molto ma non si possono minimamente accostare all'importanza musicale e generazionale delle band sopracitate
Area
Lunedì 11 Giugno 2018, 13.07.15
74
@freedom, No ma infatti non ha senso, non mi risulta che i ghost abbiano un pubblico trascendentale come le band usate come esempio. Fanno fondamentalmente qualcosa di già sentito con una produzione moderna e una registrazione al passo coi tempi, le uniche differenze sono sostanzialmente quelle.
df800
Lunedì 11 Giugno 2018, 13.07.13
73
@freedom: I volbeat sono una grande band e hanno un frontman come Poulsen che è pazzesco sia come chitarrista che come vocalist, tuttavia, pur essendo una band che stimo tantissimo devo dire che il loro ultimo album è davvro moscietto. Ma di sicuro non piu moscio di questo dei Ghost che a livello di quantita è davvero poca roba. Gli A7x sono tra gli unici che possono continuare a fare qualcosa di credibile essendo comunque musicisti con una tecnica pazzesca e molto eclettici considerando che non fanno un disco uguale a un altro e spesso rischiando. tuttavia qui c e da dividere gusto personale che quello piu meramente oggettivo. Sempre adorato i Ghost ma qui proprio non l ho capito un disco del genere, tuttavia non muore nessuno. basta ascoltarsi cio che piu aggrada. Chiudendo condivido cio che hai detto su metallica e maiden, ne ghost ne nessun altro, non ci sono al momento bands che possono essere paragonabili in nulla e per nuilla a mostri sacri del genere.
freedom
Lunedì 11 Giugno 2018, 12.41.09
72
I Volbeat sono già morti e sepolti, un fuoco di paglia alla Avenged Sevenfold. I Ghost, pur non essendo dei "game changer", stanno dimostrando di avere molto più talento rispetto alle due band sopracitate. Comunque dire c'erano i Maiden e i Metallica e adesso ci sono i Ghost mi sembra veramente esagerato. Non mi pare abbiano avuto un impatto paragonabile a mostri sacri del genere.
The Perfect Element
Lunedì 11 Giugno 2018, 11.32.46
71
Ogni nuovo album dei Ghost è più affascinante, persuasivo e maturo del precedente ed acquisisce maggiore spessore artistico in virtù di un legame sempre più forte tra i testi e la musica. Composizione, produzione, tutto è ben articolato. Il bagaglio culturale proviene dagli anni 70 e 80, ma il sound è riconoscibilissimo, dunque fresco, Ghost al 100%. Ottimi riffs, cori orecchiabili, atmosfere da musical, intrecci tra basso, batteria e voce impeccabili, ballate metal e strumentali come non se ne sentivano da anni con arrangiamenti adorabili impreziositi da tastiere e sassofoni. Tutto è memorabile, ma la cosa che stupisce di più di questi tempi è il loro gusto innato. C'erano i Maiden, ci sono stati i Metallica, ci saranno i Ghost. Se ha ancora senso comprare un vinile, questo è un album da prendere. 85.
Area
Lunedì 11 Giugno 2018, 10.18.05
70
@Sorhin, Nah mi spiace... per raggiungere le "vecchie glorie" bisogna veramente vendere parecchi dischi e raggiungere almeno la certificazione di disco d'oro... in alcuni casi parliamo di doppi dischi di platino. Poi dipende chi intendi tu con "vecchie glorie"... chi? Vengono criticati per la leggerezza perché la gente si aspetta da loro più chitarroni distorti e più velocità immagino... a me loro non piacciono ma dalle preview (non essendo loro fan non gli compro dei dischi, ma un minimo mi sono informato) son sul Pop/Rock ormai e ripeto che secondo me pur essendo la loro musica fondamentalmente un "Riciclo" é la strada giusta a livello sonoro. Ai concerti delle band che nominavi (Iron, Metallica etc...) le persone ci vanno proprio perché loro sono riconoscibili, hanno trasceso la loro condizione di band metal e piacciono davvero a tutti. Ai concerti di queste band vedi sia il metallaro incattivito che la persona che di solito va a ballare la dance.
Sorhin
Lunedì 11 Giugno 2018, 10.07.54
69
I Ghost, insieme ai Volbeat, sono le uniche band che potrebbero prendere il posto delle vecchie glorie come vendite e successo. Hanno tutte le carte in regola per farlo, visto che la qualità c'è. Non capisco come possano ricevere critiche perché sono troppo leggeri. E' questo il loro genere. Come dovrebbero suonare? Non mi pare che Iron Maiden, Metallica AC/DC suonino come i Cannibal Corpse. E non capisco come è possibile che chi critica queste band poi è in prima fila quando suonano le solite band che da 25 anni non fanno album oltre la sufficienza.
Area
Lunedì 11 Giugno 2018, 9.19.15
68
Dici bene chi nei commenti precedenti ha definito la loro musica come "Un riciclo" perché questo é... si ok sono partiti che parevano i Mercyful Fate (anche a livello di immagine) e poi via via mi sembra di aver capito che sono passati sempre più al Pop Rock stando ai vostri commenti. Nonostante non sia un loro fan penso che i Ghost facciano bene a seguire queste cordinate... in fondo si rifanno a dei modelli che in larga parte sono si "Rock" ma comunque di musica leggera si tratta. Sapete... negli anni 60 e 70 il Rock piaceva praticamente ai giovani di tutte le età o quasi. Solo dovrebbero scrollarsi di dosso le pacchianate tipo le croci rovesciate (lo fecero sia i Black Sabbath che i Death)
df800
Lunedì 11 Giugno 2018, 8.55.44
67
Rimasi assolutamente colpito dai primi due album anni e anni fa. Meliora avvalorava la mia tesi sulla bonta di questa band... Ma questo prequelle? MA QUESTA E' MERDA VERA. Ascoltato pure altre due volte di fila ieri per cercare di convincermi che cosi non fosse... Ma inutili...suoni di gomma con una produzione che piu fiacca non si puo. chitarre e batteriada disco degli 883. Linee vocali ormai stra utilizzate e banali. In una scaletta di 10 pezzi: 1 intro, 2 strumentali, 3 ballate e altre 4 canzonette. Ma scherziamo?...dai. Va bene che il tutto è suonato bene e quant'altro...oltre il 5 qui non si puo andare.
Alessio
Domenica 10 Giugno 2018, 14.40.06
66
Minchia, tutto sto casino mi ha addirittura incuriosito. Stasera me lo voglio ascoltare in macchina per intero Non e' il mio genere, ma Opus aveva quel non so' che di affascinante..Gli altri ho dato un rapido ascolto ma non mi hanno detto nulla. Questo pero' un paio di pezzi mi sono sembrati migliori. Vedremo
LAMBRUSCORE
Domenica 10 Giugno 2018, 14.01.29
65
Come sempre fanno musica soft per i miei gusti, però non li disprezzo del tutto, in certe parti sento alcune vocals che mi ricordano i Voivod di Angel Rat, oltre a qualche passaggio di rock prog che non guasta, in questo genere.
Metal Shock
Domenica 10 Giugno 2018, 9.55.29
64
E la risposta è: AHAHAHAHAHAHAHAH!!!!
Metal Shock
Domenica 10 Giugno 2018, 9.54.21
63
Ma perché da altre parti faccio tranquillamente commenti e qui no??? Volevo solo rispondere a chi mi ha tirato in ballo, non posso???
Dani3121
Domenica 10 Giugno 2018, 7.35.17
62
Dischetto,niente di che. Simpatico il richiamo a beat it in miasma,roba comunque strasentita e resa un pò più commerciale del solito. 60/100
Steelminded
Sabato 9 Giugno 2018, 22.27.02
61
Leggo molti che dicono "suonano bene", "sanno suonare"... non capisco a cosa vi riferite...
brus
Sabato 9 Giugno 2018, 21.45.28
60
Concordo nel dire che i veri capolavori sono altri, i Ghost non potranno mai entrare nella "leggenda" ,manca la grande voce che può portare una ottima song in serie A per intenderci. Ecco loro fanno delle ottime song, è indubbia la capacità di scrivere di Tobias e di creare belle melodie però manca appunto questo ingrediente da trasformarli in leggenda. In ogni caso saranno 20 anni che non ascoltavo nulla di così convincente, magari non sono originalissimi ma hanno creato uno stile tutto loro(almeno nei primi 3 dischi).cazzo se "entrano" in testa a gente di 30 e passa anni una ragione ci sarà e non è per il trucco. Guardate che io quando ho cominciato a sentire che si parlava di sti Ghost non li ho cagati di striscio proprio per i costumi che odio (Death ss a parte perchè hanno fatto questo 40 anni fà in Italia cazzo) , credevo facessero il solito black death del cazzo , poi mi capitò per caso di sentirli sul tubo ed è scattata la magia. I costumi e il resto è stata una grandissima trovata di marketing per vendere questa band al pubblico metal
Metal Shock
Sabato 9 Giugno 2018, 20.55.03
59
Non riesco a fare commenti, come mai???
d.r.i.
Sabato 9 Giugno 2018, 20.19.09
58
Deludente, mi aspettavo qualcosa di anni 80 dal singolo ma la noia la fa da padrona. Troppo di già sentito, torno ad ascoltare One shot 80 che è molto meglio
AkiraFudo
Sabato 9 Giugno 2018, 15.50.48
57
...meno male che ci sono menti illuminate ed altruiste come @antonino che vengono qui a spiegare a noi poveri co*lioni quali siano i veri capolavori... grazie tante e complimenti per la modestia e l'apertura mentale.
sgrunf
Sabato 9 Giugno 2018, 15.40.45
56
W le differenze...de gustibus...a me il nuovo corso più Poppeggiante fà abbastanza defecare di brutto...e i primi 3 album quasi da isola deserta...come si cambia ,sicuramente avranno conquistato nuovi fans ,ma uno l'hanno perso...
lux chaos
Sabato 9 Giugno 2018, 15.28.35
55
Per ora l'ho ascoltato solo due volte, ma ammetto che anche io trovo ingiustificate certe lodi e certi entusiasmi (anche letti altrove, eh?). Il precedente, che come suoni mi piaceva di più dei primi due, essendo più "pesante", era carino ma anche li non è che abbia trovato tutte queste "hit" di cui leggo in giro, ad eccezione delle splendide Cirice e He is...li ho sempre trovati un po incapaci di scrivere un album eccellente dall'inizio alla fine. Questo forse è il loro migliore, molto radiofonico, ma lontano dall'esaltazione che mi procurano i dischi con cui è stato paragonato nei commenti. Concordo con Lisa e altri, che se in modo meno duro, un bel 70 e buon dischetto
Antonino
Sabato 9 Giugno 2018, 14.38.24
54
Evidentemente molti in questo sito non hanno mai ascoltato un capolavoro, o hanno una scala di giudizio davvero soggettiva, facendosi abbindolare da una tunica e da un trucco obsoleto
No Fun
Sabato 9 Giugno 2018, 14.37.42
53
Ringrazio gli ultimi commenti di @Vitadathrasher @Obscure e @Steelminded (evviva! cit.) perché mi stavo facendo prendere dal buzz e pensavo di mettermi ad ascoltarlo e adesso proprio non ho tempo da dedicargli! Due o tre canzoni le ho sentite e boh sì carucce ma adesso di pop sto ascoltando St Vincent che mi piace proprio parecchio. Apprezzo i commenti appassionati di chi giudica bene questo lavoro ma ringrazio i tre "guastafeste" citati per avermi distolto per adesso dalla tentazione di ascoltarlo. Poi più avanti me lo sento.
ObscureSolstice
Sabato 9 Giugno 2018, 14.21.57
52
Già appunto passaggi moderni si sentono eccome, ghost justin bieber...ma che oh...certe cose sembrano quelle robe sentite in radio
Steelminded
Sabato 9 Giugno 2018, 14.19.20
51
Sono d'accordo con gli ultimi due commenti. Bravi!
Vitadathrasher
Sabato 9 Giugno 2018, 14.09.32
50
A me non pare nemmeno riconoscibile come sound e non pescano neppure troppo dal passato. Anzi è un suono moderno preso dal rock odierno americano più pop che rock. Poi se le maschere vi fanno navigare con l'immaginazione.....
ObscureSolstice
Sabato 9 Giugno 2018, 14.02.27
49
Ma quale sound riconoscibile...ma per favore. Sono dei copioni, questo è riconoscibile. Hanno lasciato e smorzato la malignità del sound piu' cupo scopiazzando dal Re Diamante all'inizio..e ora si sono spostati a copiare e rifarsi sui poppettari synth degli anni '80...ma veramente...poi sta robetta senza mordente è una chiavica, ma quale rock...ma non hanno un identita', ma capisco che per alcuni ci vedono dell'ottimo a ogni uscita mancando di rispetto pure i grandi (Alice Cooper), citandoli di fianco a sti nessuno mettendo i ghost in alto come il figlio del paparino ai vertici aziendali senza aver fatto niente. Snobbate questa porcheria
freedom
Sabato 9 Giugno 2018, 13.46.47
48
L'originalità c'è e sta nell'avere un proprio sound comunque riconoscibile. Poi concordo che la loro musica sia praticamente un riciclo di cose vecchie, e anche sul fatto di essere raccomandati. Del resto quando Hetfield e Anselmo vanno in giro con la maglietta dei Ghost e si fanno riprendere ai loro concerti, la comunità metal non resta indifferente. A me negli ultimi tempi sono stati un po' sul cazzo, lo ammetto, però davanti a tanta bravura, e questo disco ne è la prova, non posso fare altro che ammettere di trovarmi al cospetto di una band che sa il fatto suo. Hanno registrato dei capolavori? Nel senso come Master of Puppets o Master of Reality? No, neanche per il cazzo, sono il primo a dirlo. Hanno prodotto ottimi album, quello si. L'hype nei loro confronti lo trovo comunque esagerato, ma così va il mondo...godono di ottima pubblicità, hanno un aspetto affascinante e divertente, scrivono pezzi che ti entrano in testa anche se non vuoi, e sanno pure suonare sul serio. Li considero più un grande fenomeno "del momento", ma volendo essere più lungimiranti, affiderei il futuro in mano a gruppi come Gojira, Mastodon o Leprous, che magari non arriveranno mai a certi picchi di notorietà ma che credo possano fare affidamento su basi squisitamente musicali ben più solide.
lisablack
Sabato 9 Giugno 2018, 13.41.05
47
Mah..a volte l'originalità conta e non conta. Per me una band anche se non inventa nulla è lo stesso, guardo i testi e come un disco viene suonato. E qui è suonato bene, ma niente che faccia gridare al miracolo..e nemmeno una porcheria. Una sufficienza meritata e basta, come tantissime altre band.
ObscureSolstice
Sabato 9 Giugno 2018, 13.25.06
46
Questo è pop/rock...più pop che rock...appunto e' in risalto più quello rispetto al rock. Fanno cover degli altri, fanno siparietti prendendo in giro certi grandi della musica...non sanno fare altro, dov'è l'originalità? Originalità ZERO! E chi sono gli originali? Apprezzati a dismisura da chi preferisce le sonorita' morbide che vanno fuori dal rock..e appunto detto da qualcuno..."non sono metal e meno male"..in un sito metal, evabeh. Prenderanno prima o poi una valutazione negativa sti ghost che dal primo disco sono pluri-raccomandati-osannati-aiutati-e trattati coi guanti bianchi...ma basta...ma chi diavolo sono nessuno
Vitadathrasher
Sabato 9 Giugno 2018, 13.08.27
45
Cosa c'è di tanto esaltante in questo rock-pop all'americana?! Carina la copertina, le maschere......sotto il vestito niente.
Steelminded
Sabato 9 Giugno 2018, 12.27.47
44
La vocina è troppo irritante, Alice canta un po' diversamente...
nonchalance
Sabato 9 Giugno 2018, 11.53.52
43
Allora diciamo la frase famosa "non sbagliano un colpo!" AHAHAH P.S.: I capolavori sono altri.
lisablack
Sabato 9 Giugno 2018, 11.47.25
42
I capolavori di Alice Cooper son di un'altro pianeta, buon disco senz'altro,ben suonato, poco metal( quello si sapeva già), album che merita la sufficienza 65/ 70 massimo, di capolavori sinceramente non ce li vedo.
Broken Arrow
Sabato 9 Giugno 2018, 10.08.09
41
Chi parla di capolavoro, come Metal Shock, probabilmente non ne ha mai sentito uno. Capisco che oggi il livello medio delle uscite hard rock sia mediocre, ma questo è un buon disco, e ok, morta li. Abbiamo 2/3 ottime canzoni su 10 e il resto discreto. Equipararlo come ho letto ai capolavori immortali di Alice Cooper è da matti...suvvia...
Diego
Sabato 9 Giugno 2018, 9.40.08
40
..."carrozzone".... Scusate l'errore di battitura.
Diego
Sabato 9 Giugno 2018, 9.38.45
39
Un vero conoscitore dell'universo rock/metal apprezza, o meglio, concepisce, uno spettro vocale che va dal growl più gutturale al falsetto del Re Diamante, passanto per le voci angeliche di un Michael Sweet o cartavetrate di un Blackie Lawless. Soffermarsi alla voce di Forge è altamente riduttivo nei confronti del carozzone Ghost. Si fa prima a tirar fuori il "de gustibus" e skippare la band.
Slow
Sabato 9 Giugno 2018, 2.43.02
38
@Steelminded: non solo la vocina...
Steelminded
Sabato 9 Giugno 2018, 0.28.42
37
La vocina dei Ghost è inascoltabile per me
ObscureSolstice
Sabato 9 Giugno 2018, 0.07.37
36
due maroni immensi, non son riuscito a finirlo, ritenterò..mi sembrava poppissimo...
Antonino
Venerdì 8 Giugno 2018, 23.35.58
35
Il voto
Antonino
Venerdì 8 Giugno 2018, 23.35.34
34
È la seconda volta che capita di non poter dare in voto al disco, prima coi priest ora con i ghost, sarà che si vuole pilotare io voro in base al nome di una band?
JJ Hopkins
Venerdì 8 Giugno 2018, 21.29.24
33
Gran bel disco! Non è metal... per fortuna
Metal Shock
Venerdì 8 Giugno 2018, 21.17.00
32
@Rob: io neanche con la lente di ingrandimento capisco i testi 🤣🤣🤣 ...ma loro... Non c'entra niente coi Ghost, ma ho appena letto la notizia del suicidio di Anthony Bourdain....minchia 😢😢
Sorhin
Venerdì 8 Giugno 2018, 21.01.00
31
Un album bellissimo. Di metal ce n'è pochissimo ma la qualità è molto molto alta. La recensione è perfetta, alzarei solo di qualche punto il voto.
melkor
Venerdì 8 Giugno 2018, 19.39.21
30
ciao brus. non ho letto quello che avete scritto ma hai centrato in pieno
brus
Venerdì 8 Giugno 2018, 18.50.34
29
@melkor, manca proprio quello di cui parlavo prima, ovvero le atmosfere psichedeliche-sinistre-maligne che creava il vecchio chitarrista
melkor
Venerdì 8 Giugno 2018, 18.32.44
28
non so cosa dire .... non posso dire che non mi piaccia ma .... dall'esordio ogni album in crescendo fino all'apice di meliora ma questo non riesco a digerirlo. ben suonato, prodotto e cantato ma manca di qualcosa. per le cover : it's a sin e' pessima mentre " avalanche " la preferisco all'originale addirittura
Manuel
Venerdì 8 Giugno 2018, 18.28.37
27
Considerando che sono quasi d'accordo con tutto ciò che ha scritto Arturo e aggiungendo che per il sottoscritto Witch Image è uno degli apici del disco, aumento il suo voto di 5 punti.
Rob Fleming
Venerdì 8 Giugno 2018, 16.11.14
26
@Metal Shock: anch'o, ma il libretto è veramente inesistente. I testi scritti in caratteri gotici per i quali serve la lente di ingrandimento. Le cover mi pare non vengano nemmeno menzionate se non nella copertina esterna come bonus. Però, la qualità compositiva è da autentici fuoriclasse
Metal Shock
Venerdì 8 Giugno 2018, 16.08.05
25
Io ho il cd con la copertina in 3-D, fighissima 😍
brus
Venerdì 8 Giugno 2018, 15.40.44
24
Bel disco davvero,però prima avevano nel sound un tocco psichedelico-sinistro che si è totalmente perso, forse perchè non ci sono più i membri precedenti, soprattutto Martin Persner (Omega) creava dei bei fraseggi semplici ma molto accattivanti quasi alla Pink Floyd. Un punto negativo riguardo al booklet, scarsissimo, con solo i testi su una carta di qualità da eurospin davvero. prima per ogni song c'erano delle fantastiche illustrazioni che arrichivano molto .
TheSkullBeneathTheSkin
Venerdì 8 Giugno 2018, 15.30.43
23
@nonchalance... anche a me mi sono già ritrovato un paio di volte fuori sul balcone, con le braccia allargate a benedire i vicini... "drink me, eat me, and you'll see the light"
HeroOfSand_14
Venerdì 8 Giugno 2018, 14.47.38
22
C'è poco da fare, Tobias Forge ormai può essere annoverato come uno dei migliori songwriters degli ultimi anni, e questo disco ne è la dimostrazione. Al momento, dopo alcuni ascolti, forse sono ancora più affezionato a quel capolavoro di Meliora, ma questo Prequelle ha tutto che serve per far esplodere (a livello di fama intendo) un gruppo: arrangiamenti grandiosi, melodie splendide, canzoni catchy e canzoni meno banali, tematiche curiose e un gran senso del gusto melodico generale. La voce di Forge è prefette per queste atmosfere, non sarà un cantante fenomenale ma interpreta al meglio quanto comunicato con i suoi brani. Miasma è una strumentale clamorosa (quanto amo il sax alla fine, ci sta a pennello), Rats (concordo sul richiamo a Ozzy), Faith e Witch Image sono ottimi esempi di pezzi nel vecchio stile Ghost mentre Dance Macabre..beh, siamo di fronte a quello che vorrei diventasse il tormentone estivo 2018. Difficile stare fermi con una canzone simile. Metal? Assolutamente no, ma non vedo problemi. Se poi Tobias sa pure scrivere grandi ballad come See The Light o Life Eternal, allora non si può fare altro che onorare questo gruppo. Dal vivo poi vorrei vederli prima possibile, vedendo in quanti sono e quanta potenza ci mettono deve essere spettacolare. Andate a sentire come suona il batterista su Rats per farvi un'idea. Bentornati Ghost, bella recensione Arturo, complimenti!
TheSkullBeneathTheSkin
Venerdì 8 Giugno 2018, 14.11.39
21
@freedom: complimenti vivissimi per il tuo commento #4, dimostri coraggio ed intelligenza. Invece... in fatto di "solo a me"... io salto sistematicamente Pro Memoria, non perchè sia brutta, ma perchè con quel mantra sulla morte mi ricorda il Troisi di "si, si, mo' me lo segno" e la patina dark diventa una calzamaglia marrone... ah ah ah ah... giuro che è vero!
nonchalance
Venerdì 8 Giugno 2018, 14.11.17
20
@ricco: È proprio quella che a me garba di più! @freedom: Lo zio Ozzy fa capolino ogni tanto..ma, più per le sonorità!
nonchalance
Venerdì 8 Giugno 2018, 14.07.58
19
Non so..io un certo Klaus Meine ce lo sento nel ritornello di "Witch Image", così come è evidente il richiamo a "Beat It" in "Miasma"! Un'altra cosa che ho notato è sul finire di in "Ashes": lievissimo richiamo alla musica utilizzata ai tempi del del cinema muto. Non mi sento di tirare in ballo il prog per entrambi gli strumentali: se sul primo abbiamo un Sax vagamente "vandergraaffiano", sul secondo c'è solo un'ospitata di chi lo ama. Da denigratore del gruppo, quello che mi ha colpito veramente è il tipo di produzione! Con questa batteria in rilievo a dettare ritmi molto ottantiani e, soprattutto, il non voler eccedere con effetti "strani" sulla voce.. Tutto sommato, pur mancando di originalità, bisogna ammettere che, grazie ai mini-outro (e intro..), c'è un filo-comune che dà all'album una certa anima. D'altro canto (appunto) devo anche dire che: se l'immediatezza è il punto forte - la longevità non lo è affatto. Già dopo qualche giorno non ne sentivo la mancanza.. Di sicuro, è un buon dischetto che tornerà utile in qualche party estivo!
freedom
Venerdì 8 Giugno 2018, 14.01.54
18
Ma solo a me Rats fa venire in mente Ozzy (solista)?
ricco96
Venerdì 8 Giugno 2018, 13.27.23
17
Questi non sbagliano un colpo. La cosa che continua a sorprendermi è il gusto pazzesco per le linee di chitarra, mai nulla fuori posto, mai troppo o troppo poco. L'unica che non mi prende del tutto è See the Light, ma il livello complessivo è altissimo. Voto 85
Metal Shock
Venerdì 8 Giugno 2018, 12.55.32
16
Ennesimo capolavoro firmato Ghost, anzi Tobias Forge uno degli artisti più talentuosi oggi in circolazione. Qui il sound cambia un po': abbiamo canzoni come Rats, un hard rock primi anni ottanta, Faith, canzone più heavy con quel coro arioso ma un mood cupo, due strumentali da paura, soprattutto Miasma è spettacolare con quel crescendo ed il solo di sax finale, ballate bellissime e mai banali ed un singolo esplosivo come Dance macabre un pezzo rock pop che ti si conficca nel cervello come un proiettile, senza contare Witch image, una Square hammer parte due. Oggi i Ghost sono per il sottoscritto la miglior hard rock band del pianeta, ottimi su disco fantastici dal vivo, dove la formazione allargata ha il suo perché. FENOMENI!!!!!!!
Area
Venerdì 8 Giugno 2018, 12.27.48
15
Nonostante preferisca ascoltare un album per intero mi sono dovuto ascoltare delle preview, dato che non ho il disco fisico tra le mani.... Alcuni di voi avevano ragione, questi Ghost a volte sembrano quasi Pop e la voce di lui é rimarchevole in questo senso. Qualcuno nei commenti qua sotto spera che "non si ammorbidiscano ulteriormente", ma a me invece sembra proprio la direzione giusta. Se solo rinunciassero alle pacchianate... tipo la croce rovesciata del logo...
Diego
Venerdì 8 Giugno 2018, 12.05.59
14
Mi unisco al coro degli sbavanti...disco artisticamente e tecnicamente perfetto. Mi ripeto, ma i Ghost sono la novità di questi anni, spiazzanti, dissacranti, teatrali, capaci di passare attraverso molteplici generi e sfumature, ma riconoscibilissimi e talentuosi. O talentuoso? Tobias un genio.
chiara
Venerdì 8 Giugno 2018, 12.02.43
13
Da quando ho ricevuto il CD, non riesco a fare a meno di sentirlo a ripetizione... I pezzi sono orecchiabili, molto alla Toto, ma ascoltandolo più volte si riescono ad apprezzare tutte le raffinatezze che ci stanno dietro. Niente da dire, i Ghost hanno gusto e sanno suonare, a prescindere che il loro essere ruffiani possa piacere o meno.
Soulreaper
Venerdì 8 Giugno 2018, 11.57.43
12
Dalle dichiarazioni di Forge mi aspettavo un album più pesante con diversi richiami al gothic metal e al doom dei Candlemass. In ogni caso finora ho ascoltato i due singoli, molto belli e accattivanti. Ritorneró tra qualche giorno per esprimere un giudizio definitivo, ma le premesse per divertirsi ci sono!
TheNamelessSkullBeneathTheSkin
Venerdì 8 Giugno 2018, 11.38.00
11
Simon & Ghostfunkel? The lamb lies down on Ghost way? Rock? Prog? Pop? Di tutto di più, fino a levare letteralmente il fiato con un miasma che mi fa dire anche... Ghost Straits! Per conto mio, una vera BOMBA e basta, è dal giorno dell'uscita che non riesco ad ascoltare altro. Miasma è una delle più belle song che ho sentito negli ultimi anni, mi ha fatto cadere la mascella al suolo: il fantasma abbandona la forma terrena ed esalta la sua essenza eterea, trascinandoci in volo sopra le macerie di quel che resta. @Flight666: bella recensione, semplice, leggibile, apprezzo e condivido soprattutto l'entusiasmo di fondo che non hai voluto celare. Voto 90, metti che con ripetuti lavaggi si restringa un po', ma per ora dico S-T-R-E-P-I-T-O-S-O
AkiraFudo
Venerdì 8 Giugno 2018, 11.07.48
10
Ennesimo lavoro di qualità altissima: gusto negli arrangiamenti, composizioni di alto livello, la solita cura negli aspetti extra-musicali (di importanza secondaria, ma da non sottovalutare), tutti ingredienti mixati alla perfezione che delineano una identità musicale importante che sembra destinata a svolgere un ruolo primario nella scena musicale odierna. Non è metal o non lo è abbastanza? E' totalmente irrilevante, se questi sono i risultati significa che è questa la direzione da prendere. Complimenti!
Area
Venerdì 8 Giugno 2018, 10.59.38
9
@tino, Beh ecco quell'immaginario lì che dici te é una di quelle cose che me li rende stucchevoli a dir poco, sono quelle pacchianate che mi fecero gradualmente stufare del black e di tutto il metal estremo... poi giustamente i ghost fanno altra roba e sono molto più eleganti anche a livello di immagine.
Danimanzo
Venerdì 8 Giugno 2018, 10.38.19
8
Dopo i tanti proclami del buon Tobias Forge riguardo ad un album pesante incentrato sul periodo storico del Medioevo, sinceramente mi sono trovato spiazzato. E' un album patinato, ruffiano ma dannatamente coinvolgente e bello. Spero che non si ammorbidiscano ulteriormente nel prossimo futuro altrimenti c'è il rischio serio che diventino un gruppo pop rock, ma per il momento ci hanno presentato l'ennesimo centro.
tino
Venerdì 8 Giugno 2018, 10.18.10
7
Mah io la pensavo così fino a meliora. I lavori precedenti non mi hanno mai entusiasmato e mi hanno sempre tenuto lontano dal gruppo, ma il singolo he is, diventato quasi subito uno dei miei lenti preferiti, ha spazzato via la diffidenza e mi ha permesso di apprezzare il valore del gruppo che è indiscutibile. C’è tanto marketing, tanto cinema, ma dietro il tanto fumo c’è anche l’arrosto, cosa non sempre scontata. L’estetica dark satanica alla tim burton disorienta, così come le copertine che fanno pensare a musica estrema, un estetica volutamente ingannevole specie se sempre di più sfacciatamente si flirta con il pop anni 80. Eppure sempre essere questa la carta vincente del gruppo, in un periodo di revival dove questo genere è stato rivalutato anche da parte del mondo metal che è sempre stato l’avversario storico. L’unica cosa che non mi piace per niente del gruppo è l’anonimità dei componenti, queste maschere impersonali che possono essere interessanti all’inizio ma alla lunga disaffezionano, speriamo in un graduale “unmasked”, citando i maestri, con il solo tobias che sembra avere la stoffa del frontman carismatico che potrebbe continuare a recitare la sua parte come un novello alice cooper o david bowie. Pertanto penso che acquisterò anche questo lavoro sotto la spinta inerziale del bellissimo precedente.
Area
Venerdì 8 Giugno 2018, 9.50.40
6
Con tutto rispetto per chi li apprezza... a me questi non mi hanno mai detto un granché. Quando li vidi la prima volta su un giornale anni fa a primo impatto mi sembravano i mercyful fate che incotrano i black sabbath. Lui ha una bella voce comunque!
Rob Fleming
Venerdì 8 Giugno 2018, 9.40.44
5
Per quanto mi riguarda è bellissimo. Lo sto ascoltando a ripetizione ed è un piacere. Inoltre le 2 cover dimostrano l'ampio spettro del gruppo. . It's a sin è, per me, uno dei vertici del pop anni '80 e Avalanche pur priva della magnifica voce di Cohen è resa benissimo.
freedom
Venerdì 8 Giugno 2018, 9.25.46
4
Mi rimangio tutto ciò che di negativo ho detto in precedenza. Il disco nella sua interezza è un lavoro semplicemente sopraffino. Non una nota fuori posto, non una caduta di stile, tutto calibrato alla perfezione. Dance Macabre mi aveva fatto storcere il naso, e non poco, eppure adesso non riesco a non ascoltarla. Nel disco c'è dentro un po' di tutto...dai Genesis ai Supertramp fino al pop anni '80, ma l'abilità della band sta nel confezionare il tutto in maniera veramente originale. Sono contento che abbiano fatto questo passo, perché il penultimo, pur essendo valido, mi aveva dato l'impressione di una certa ripetitività. Che dire? Una volta superato l'impatto iniziale con un lavoro pesantemente pop e radiofonico, cosa mai troppo semplice per diversi amanti della musica dura, ci si rende conto di avere per le mani un gioiellino. Voto 80.
df800
Venerdì 8 Giugno 2018, 9.09.43
3
83? Sui gusti non si discute. ma onestamente dopo decine di ascolti non riesco a dare più di 50. 10 canzonette di cui due strumentali, due ballads (se cosi si possono definire) e una manciata di canzoni (Rats, dance macabre, pro memoria e witch image) che sono buone ma non chissa che cosa. Il lato peculiare che rendeva i Ghost speciali era l'oscurità senza neccessariamente suonare musica estrema, è venuto meno. L' unica cosa oscura pertanto definirei la lnghezza spaccamaroni della inutile strumentale (pur essendo suonata impeccabilemente, ci mancherebe) Helvetesfönster. La poduzione di gomma e sintetica con una batteria con dei suoni piu brutti tra quelli sentiti negli ultimi anni, cosi "finta" che di più non si può. I primi tre album e 2 Ep erano tutt altra cosa, questo lo lascio a chi vuole ascoltare robetta.
Halo
Venerdì 8 Giugno 2018, 8.33.43
2
Sono rimasto stupito in particolare dalle due strumentali, veramente bene costruite. L’album è meno cupo dei pecedenti, pensavo di trovarci un paio di tracce un po’ più dure ma va bene così, concordo con il voto del recensore
Hard N' Heavy
Venerdì 8 Giugno 2018, 6.47.26
1
album veramente bello zero filler tutte belle canzoni il mio voto è un 80/100.
INFORMAZIONI
2018
Loma Vista Recordings
Heavy Rock
Tracklist
1. Ashes
2. Rats
3. Faith
4. See the Light
5. Miasma
6. Dance Macabre
7. Pro Memoria
8. Witch Image
9. Helvetesfönster
10. Life Eternal

Limited Deluxe Edition Bonus Tracks:
11. It’s a Sin
12. Avalanche
Line Up
Cardinal Copia (Voce)
Nameless Ghouls (Chitarre, Tastiere, Basso, Batteria)

Musicisti Ospiti:
Minou Forge (Voce nella traccia 1)
Christopher May (Cori nella traccia 7)
Vincent Pontare (Cori nella traccia 10)
Mark Williams (Cori)
Deryn Edwards (Cori)
Mikael Åkerfeldt (Chitarra acustica nella traccia 9)
Salem Al Fakir (Piano, Tastiere)
Steve Moore (Sintetizzatori)
Davide Rossi (Coordinamento orchestrale nella traccia 7)
Gavin Fitzjohn (Sassofono nella traccia 5)
Tom Dalgety (Percussioni, Programmazione)
Ludvig Kennberg (Batteria)
 
RECENSIONI
78
74
80
ARTICOLI
24/04/2017
Live Report
GHOST
Alcatraz, Milano, 19/04/2017
18/02/2016
Live Report
GHOST + DEAD SOUL
Il Deposito, Pordenone (PN), 12/02/2016
28/11/2015
Live Report
GHOST + DEAD SOUL
Live Club, Trezzo sull'Adda (MI), 23/11/2015
16/06/2014
Live Report
GHOST + CRIMSON DAWN
Magazzini Generali, Milano, 11/06/2014
11/06/2013
Live Report
GHOST + ECHOTIME
Zona Roveri, Bologna, 06/06/2013
11/06/2012
Intervista
GHOSTRIDER
Fine della corsa?
18/07/2011
Live Report
KALEDON + GHOSTRIDER
Campo Sportivo, Somma Lombardo (VA), 15/07/2011
13/01/2011
Intervista
GHOSTRIDER
Fantasmi dal passato
04/12/2010
Live Report
AMORPHIS + ORPHANED LAND + GHOST BRIGADE
Estragon, Bologna, 26/11/2010
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]