Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La band bolognese
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

18/01/19
PAPA ROACH
Who Do You Trust?

18/01/19
LEMURIA
The Hysterical Hunt

18/01/19
LAHMIA
Resilience

18/01/19
DEFECAL OF GERBE
Mothershit

18/01/19
METAL INQUISITOR
Panopticon

18/01/19
ASTROPHOBOS
Malice of Antiquity

18/01/19
MUSMAHHU
Reign of the Odious

18/01/19
ECTOVOID
Inner Death

18/01/19
CALICO JACK
Calico Jack

18/01/19
RAVEN
Screaming Murder Death From Above: Live In Aalborg

CONCERTI

16/01/19
BEHEMOTH + AT THE GATES + WOLVES IN THE THRONE ROOM
ALCATRAZ - MILANO

18/01/19
TERRORIZER + SKELETAL REMAINS + DE PROFUNDIS + GUEST
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

18/01/19
CLAUDIO SIMONETTI`S GOBLIN
DRUSO - RANICA (BG)

19/01/19
DON BROCO
LEGEND CLUB - MILANO

19/01/19
TERRORIZER + SKELETAL REMAINS + DE PROFUNDIS + GUEST
LEGEND CLUB - MILANO

25/01/19
EMBRYO
HAPPY DAYS PUB - NAPOLI

25/01/19
TOTHEM + SOUND STORM + ELARMIR
JAILBREAK - ROMA

25/01/19
NODE + FIVE MINUTES HATE
MADHOUSE PUB - MORNAGO (VA)

25/01/19
ARCANA OPERA + CONSTRAINT
ARCI TOM - MANTOVA

26/01/19
EMBRYO + COEXISTENCE + DRANEKS ORDEN
FUCKSIA - ROMA

Silent Scream - My Dark Side
14/06/2018
( 532 letture )
Provenienti da Bologna, i Silent Scream sono una giovane e promettente formazione dedita ad un heavy metal di stampo classico con leggere influenze thrash metal. Guidata dal talentuoso vocalist Gabriele Madau, la line-up è completata dai chitarristi Pier Stark e Alessandro Gori, dal bassista Fabio Costa e dalla batterista Claudia Depau. Una formazione attiva dal 2015, ma arrivata solo oggi alla pubblicazione del primo EP, composto da sei tracce registrate nel corso dell’anno precedente. I Silent Scream sono supportati dalla neonata etichetta livornese MASD Records, che ha voluto subito credere in loro e, viste le premesse di questo primo lavoro, possiamo tranquillamente affermare che ha avuto ottimi motivi per farlo.

Le sei tracce di My Dark Side si dipanano su una durata totale di ventisei minuti, e hanno il grande merito di non presentare un solo passo falso. L’iniziale Falling Star (intro un po’ atipica visto che la sua durata si attesta sui due minuti) compie il suo dovere nel migliore dei modi: dopo un incipit dall’atmosfera “cinematografica”, che perfettamente si adatterebbe ad un film horror dei più cupi, l’ingresso degli strumenti segna un innalzamento sempre maggiore della tensione, fino ad arrivare alle sfuriate ritmiche che ci accompagnano all’ottimo ed intensissimo finale. Finale che si ricollega molto sapientemente all’attacco della successiva Born in the Storm, canzone che ci porta nel pieno della proposta della band bolognese, fatta di un heavy metal energico e muscoloso, ma che non nasconde affatto un certo gusto per la melodia, grazie al solismo della sei corde e alla stessa voce di Gabriele Madau. Quest’ultimo pare tecnicamente già “pronto” a grandi palcoscenici, seppur si capisca che il potenziale di crescita sia ancora ampio. Ma rispetto alla maggior parte dei suoi colleghi dell’underground italiano c’è da dire che spicca praticamente sotto tutti i punti di vista e non faticherà a farsi notare continuando su questa strada. Il trittico di brani composto da My Dark Side, One More Chance e Anger non tocca le vette di Born in the Storm, ma non per questo inficia un lavoro che si dimostra valido dal primo all’ultimo minuto. Emergono infatti di volta in volta le doti compositive ed esecutive dei chitarristi, così come una sezione ritmica impressionante per il contesto di riferimento, molto varia e costantemente in grado di stupire. Il vero pezzo forte in termini di canzoni è rappresentato dalla conclusiva Not in My Name: ispirata e ficcante come sempre più raramente capita di sentire oggigiorno, è il gioiellino finale che spazza via una volta per tutte eventuali dubbi sulle qualità di questa band. Ai più attenti potrà forse riportare alla mente un nome che qualche anno fa, anche se solo per un breve periodo, era salito agli onori delle cronache, ma che è poi svanito nel nulla, ovvero quello degli statunitensi Black Tide, che parevano avere al tempo la stessa attitudine mostrata oggi dai Silent Scream.

Ma i paragoni potrebbero essere molti, e non c’è motivo di elencare tutte le band (a partire dai capisaldi Iron Maiden e Metallica) che influenzano in modo evidente il sound della formazione nostrana, la quale sembra avere tutte le carte in regola per scrivere una storia tutta sua. Certo, non è mai facile distinguersi dalla massa, e talvolta il successo arriva anche senza possedere chissà quale grado di originalità all’interno della propria proposta, ma confidiamo che i Silent Scream possano essere in grado di dire la loro in ogni caso.



VOTO RECENSORE
67
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2018
MASD Records
Heavy
Tracklist
1. Falling Star
2. Born in the Storm
3. My Dark Side
4. One More Chance
5. Anger
6. Not in My Name
Line Up
Gabriele Madau (Voce)
Pier Stark (Chitarra)
Alessandro Gori (Chitarra)
Fabio Costa (Basso)
Claudia Depau (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]