Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Foto promozionale
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/09/18
CULTES DES GHOULES
Sinister

24/09/18
AZAGHAL
Valo Pohjoisesta

24/09/18
HUMAN DECAY
Mefitico

25/09/18
SINATRAS
God Human Satan

25/09/18
TO END IT ALL
Scourge of Woman

26/09/18
OSSUARY ANEX
Holy Blasphemition

27/09/18
STELLAR DESCENT
The Future is Dark

28/09/18
NAZARETH
Loud & Proud! The Box Set

28/09/18
VULCAIN
Vinyle

28/09/18
GORY BLISTER
1991. Bloodstained

CONCERTI

22/09/18
FLESHGOD APOCALYPSE + GUESTS
AFTERLIFE LIVE CLUB - PERUGIA

22/09/18
ROCK LAND FESTIVAL
LEGEND CLUB - MILANO

22/09/18
WARMBLOOD + IRA
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

22/09/18
ELVENKING + DEATHLESS LEGACY + GUESTS
AREA EXP - CEREA (VR)

22/09/18
TRICK OR TREAT + FROM THE DEPTH
FUORI ORARIO - TANETO (RE)

22/09/18
EVADNE + GUESTS
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

22/09/18
KANSEIL + GUESTS
FEFFARKHORN FESTIVAL - MASERADA SUL PIAVE (TV)

22/09/18
EDU FALASCHI
OFFICINE SONORE - VERCELLI

23/09/18
ERIC MARTIN
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

23/09/18
BIGFOOT
LEGEND CLUB - MILANO

Circle of Silence - The Crimson Throne
14/06/2018
( 319 letture )
Nati nel 2006 nella zona di Heilbronn, città industriale situata nel Land del Baden-Württemberg e caratterizzati da una formazione rimasta stabile fin dall’inizio, i Circle of Silence hanno prodotto sin qui un paio di demo ed altrettanti album, con l’ultimo intitolato The Rise of Resistance risalente al 2013. A questa doppia coppia si aggiunge adesso The Crimson Throne, nuovo CD uscito dopo un lungo periodo di “pausa creativa”. Per chi non li conoscesse, l’ambito di appartenenza della band è quello del power metal di stampo classico e mitteleuropeo, suonato con buona padronanza dei propri mezzi ed altrettanto buona convinzione, ma, ahimè, anche in maniera molto prevedibile.

The Crimson Throne sfoggia undici canzoni, intro compreso, poggiate su elementi molto solidi quali accelerazioni possenti che, talvolta, si avvicinano a tempi thrash; suono delle chitarre cupo e pieno; il double bass d’ordinanza ed una scrittura che trae le sue origini dal metal di una volta. Insomma, i classici costituenti che rendono tale un disco power. Mixato e masterizzato da Kai Stahlenberg (Powerwolf, Cripper), The Crimson Throne è il classico lavoro formalmente buono che però, al di là della piacevolezza della forma, una volta completato l’ascolto lascia ben poco nella memoria. L’album, infatti, è sostanzialmente una conferma del gruppo sui propri livelli, con i soliti pregi e gli altrettanto soliti e preponderanti difetti. Sotto la patina di maggiore pienezza e densità del suono ritroviamo dunque il canto non brutto, ma poco vario di Nick Keim; il consueto lavoro di raccordo della sezione ritmica composta da Björn Boehm e Peter Suppinger e, soprattutto, l’apporto della coppia d’asce Christian Sommerfeld/Tobias Pfahl, decisamente il lato migliore che i Circle of Silence possano mostrare al pubblico. Apporto che, però, non si segnala particolarmente proprio laddove sarebbe invece più necessario, ossia nella qualità delle composizioni, sempre molto standardizzate e sprovviste di personalità. The Crimson Throne presenta comunque un power massiccio ed intransigente, poco incline a far cadere la tensione ed in questo senso tutto sommato accettabile. Tuttavia, a prescindere da quanto canzoni quali Race to the Sky, Destroyers of the Earth, Into the Fire, A Kingdom Divine e Possessed by Fire siano adeguate -ma si tratta solo di piccole sfumature all’interno di una scaletta estremamente omogenea dal punto di vista qualitativo- tutto suona non più che gradevole, senza lasciare tracce destinate a durare nel tempo.

In fin dei conti, The Crimson Throne è un disco ben prodotto, discretamente suonato e nel complesso dignitoso quel tanto che basta per evitare la bocciatura, ma non più di questo. Non migliore, né peggiore di un numero spropositato di album con le stesse caratteristiche, gli stessi suoni, lo stesso modo di scrivere musica e testi, è da consigliare a chi è schiavo del power e non può fare a meno di possedere tutto quanto esce sul mercato, rispecchiando così la band che lo ha prodotto. Passione e voglia di esserci sono ottime qualità ed i Circle of Silence le possiedono senz’altro, ma da sole non bastano per evitare di confondersi col mucchio degli epigoni dei grandi della scena. E sono decisamente troppi i gruppi che non offrono altro che questo.



VOTO RECENSORE
62
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2018
Massacre Records
Power
Tracklist
1. Conquer the Throne
2. Race to the Sky
3. Destroyers of the Earth
4. The Chosen One
5. Lionheart
6. The Crimson Throne
7. Into the Fire
8. A Kingdom Divine
9. Endgame
10. Possessed by Fire
11. Wild Eyes
Line Up
Nick Keim (Voce)
Christian Sommerfeld (Chitarra)
Tobias Pfahl (Chitarra)
Björn Boehm (Basso)
Peter Suppinger (Batteria)
 
RECENSIONI
61
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]