Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La band
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

25/09/18
TO END IT ALL
Scourge of Woman

25/09/18
SINATRAS
God Human Satan

26/09/18
OSSUARY ANEX
Holy Blasphemition

27/09/18
STELLAR DESCENT
The Future is Dark

28/09/18
WOLFHEART
Constellation of the Black Light

28/09/18
RIVERSIDE
Wasteland

28/09/18
BONEHUNTER
Children of the Atom

28/09/18
ANAAL NATHRAKH
A New Kind Of Horror

28/09/18
EVILON
Leviathan

28/09/18
RUNNING WILD
Pieces Of Eight - The Singles, Live and Rare 1984 – 1994"

CONCERTI

28/09/18
HOUR OF PENANCE
ENJOY CLUB - VICENZA

28/09/18
GRAVEYARD + BOMBUS
ZONA BRONSON - BOLOGNA

28/09/18
THE SECRET + GUESTS
KRAKATOA FEST - TPO - BOLOGNA

28/09/18
EDU FALASCHI
DEFRAG - ROMA

28/09/18
SVLFVR + GUESTS
EXENZIA - PRATO

29/09/18
GRAVEYARD + BOMBUS
BLOOM - MEZZAGO (MI)

29/09/18
EDU FALASCHI + ACID TREE + GUESTS
ARCI TOM - MANTOVA

29/09/18
TORCHIA
KRACH CLUB - MONASTIER (TV)

29/09/18
NWOIBM FEST
GARAGESOUND - BARI

29/09/18
GO! FEST
CSOA SPARTACO - ROMA

Immortal - Northern Chaos Gods
05/07/2018
( 5020 letture )
Si riaprono i cancelli dell’oscuro immaginario di Blashyrkh, spalancando finalmente i meandri di una release forse fra le più attese e chiacchierate degli ultimi tempi. Quasi dieci anni sono trascorsi dall’ultima pubblicazione discografica a nome Immortal, quel All Shall Fall che, pur attestandosi su un buon livello qualitativo a parere di chi scrive, aveva spaccato l’opinione di fan e addetti ai lavori. Durante questi due lustri parecchia acqua è passata sotto i ponti e un sunto biografico per comprendere meglio la situazione attuale al combo norvegese è quantomeno doveroso. Correva il 1997 quando Harald Nævdal, in arte Demonaz, faceva la sua ultima apparizione come chitarrista in Blizzard Beasts, ruolo che fu costretto ad abbandonare a causa di una tendinite che mise in pausa forzata la sua carriera di musicista. Il nostro, tuttavia, non lasciò del tutto la band, ma si ritagliò un importante ruolo dietro le quinte come manager e scrittore di liriche.
La responsabilità del comparto musicale passò così direttamente nelle mani di Olve Eikemo, al secolo Abbath, co-fondatore della band, il quale inizialmente a fianco del solo batterista Horgh (At the Heart of Winter) e poco più tardi coadiuvato anche dal bassista Iscariah (Damned in Black e Sons of Northern Darkness) portò avanti un discorso differente rispetto al passato incentrato sul puro black metal, attuando un cambio di rotta a favore di un sound più thrash oriented arricchito di una peculiare componente melodica che diverrà parte integrante di uno stile divenuto celeberrimo. A seguito di un periodo di temporaneo scioglimento dovuto a problemi personali, la formazione si riunì, stavolta con Apollyon al basso, per ultimare la realizzazione del già citato All Shall Fall, l’ultimo platter che vede la collaborazione congiunta di Abbath e Demonaz.
Poi una disputa legale circa l’appartenenza dei diritti legali del nome Immortal, e una situazione interna non più governabile che ha portato Abbath all’allontanamento. È il momento della svolta. Agli albori del 2018, il gruppo annuncia la ripresa delle attività e, ironia della sorte, è proprio Demonaz, a sostituire il defezionario compagno di venture. I rinnovati Immortal, quindi, nelle figure di Demonaz alle voci e chitarre, Horgh alla batteria e, per l’occasione, Peter Tägtgren come ospite al basso, licenziano il nono lavoro Northern Chaos Gods, il primo senza la carismatica figura che per lungo tempo aveva plasmato non solo la musica ma anche l’immagine legata alla band.
È ovvio, a questo punto, che siffatto stato delle cose abbia fatto rincorrere più di una voce circa la possibilità di un ritorno al sound degli esordi, per la gioia dei fan oltranzisti e la preoccupazione di chi invece aveva apprezzato la la direzione artistica posteriore. Cosa aspettarsi dunque dalla nuova fatica dei Nostri? Si può dire che la Nuclear Blast in questo senso si sia divertita a sparigliare le carte con la pubblicazione di due singoli che presentano caratteristiche molto differenti tra loro, contribuendo con tale scelta promozionale ad alimentare ancora di più la curiosità attorno a questa uscita.

Ad aprire il disco è proprio la titletrack, il primo assaggio rilasciato dall’etichetta tedesca. La sua struttura ruota attorno allo sviluppo di un riff schiacciasassi di matrice black/thrash, ossessivo per il suo ripetersi in sequenza, sostenuto dal devastante drumming del sempre affidabile Horgh. Una tempesta di note che concede un breve rallentamento a metà ascolto per poi ripartire ancora furiosamente con un solo schizofrenico di retaggio speed. Una presentazione incalzante che in più di una sede aveva lasciato intendere un possibile ritorno alle sonorità di dischi quali Pure Holocaust e Battles in the North. La successiva Into Battle Ride si mantiene quasi sui medesimi livelli di intensità, costruita su una sezione ritmica tellurica che sembra procedere in controtendenza rispetto al dispiegarsi di un guitar work dagli accenti armonici cadenzati, aprendosi nel prosieguo in uno svolgimento dalla percepibile attitudine battagliera.
Dopo due episodi che hanno trasportato idealmente l’ascoltatore indietro nel tempo, in Gates to Blashyrkh riaffiorano i temi musicali cari alla produzione più recente. Il brano si erge sul basamento di un beat prevalentemente cadenzato che costituisce l’intelaiatura dell’energico lavoro alle sei corde con ottimi spunti in arpeggio, secondo una soluzione già apprezzata da At the Heart of Winter in avanti. Inoltre, la voce roca e sofferta di Demonaz in questo frangente assume connotati recitativi accentuandone il carattere epico. La componente thrash si manifesta con maggiore chiarezza in Grim and Dark, la quale mostra analogie con l’opener del disco precedente, catturando una certa grave solennità nella proposizione del refrain. La linea di continuità il passato viene perseguita con Called to Ice, che concede ampio spazio alle partiture strumentali, sottolineando la rimarchevole abilità in fase di scrittura nel rendere eterogeneo un brano servendosi di intuizioni ed indovinati arrangiamenti, senza per questo inficiare la compattezza e la potenza dello stesso.
Si prosegue con vivido interesse con Where Mountains Rise, una delle tracce a più elevato contenuto di epicità, una cavalcata in mid tempo che non lesina riferimenti più o meno diretti al lavoro solista dello stesso Demonaz e al progetto I. Più che mai in questa sede viene dato risalto alla alle sfumature armoniche dell’heavy classico, in particolare nel frangente centrale dove un orecchio particolarmente allenato potrebbe percepire echi del celebre tema di Where Eagles Dare degli Iron Maiden.
Come già accennato poche righe sopra, Demonaz non rinuncia ad includere all’interno del processo creativo degli Immortal il proprio personale background solistico. Risulta così interessante l’incedere, ancora una volta secondo velocità piuttosto controllate, di Blacker of Worlds , disegnato da linee vocali, definite in maniera concorde con le partiture di chitarra, culminanti in un ritornello che rimanda proprio a March of the Norse.
Quasi di contraltare al brano più violento posto immediatamente in apertura, la conclusione è affidata a Mighty Ravendark, secondo assaggio promozionale di recentissima divulgazione. Si tratta di una magnifica suite di nove minuti abbondanti animata da un forte spirito bathoriano e suddivisa in due sezioni principali, ciascuna introdotta da parentesi arpeggiate che fanno da preambolo a progressioni sostenute che sarebbero tranquillamente potute essere scaturite dalla geniale mente di Quorthon. Si tratta del raggiungimento dell’apice di una ispirazione in questo album tornata ai massimi livelli.

Al termine del viaggio sonoro nelle lande di Blashyrkh è possibile liberarsi di qualsiasi ragionevole dubbio e dare una risposta alla domanda in aprtura della presente disamina: Northern Chaos Gods sintetizza alla perfezione ventisette anni di carriera, ponendosi come la logica prosecuzione della formula adottata con Abbath in cabina di regia.
Se è assodato che rispetto al precedente platter si percepisce ora un incremento generale d’intensità che si traduce nella presenza più accentuata della ferocia tipicamente black metal, è altresì vero che Demonaz non abbandona la strada intrapresa dall’ex collega, ma ne ripercorre intelligentemene i passi per riscoprirne le migliori peculiarità. Tutti i pezzi si distinguono grazie ad un songwriting eterogeneo che prevede richiami ai primordi, l’ormai immancabile componente thrash, una marcata influenza epic e l’innato gusto per l’heavy classico, elementi discriminanti di un sound che non ha subito scalfitture e non ha perso un briciolo della sua unicità. Inoltre, l’assenza al microfono di Abbath, autore di quel ghigno malefico sviluppato da Pure Holocaus in poi e divenuto uno degli inconfondibili trademark, non incide eccessivamente sul risultato complessivo. A considerazione di ciò non si può non sottolineare l’ottima prestazione di Demonaz in veste di singer, abile nell’adattare il proprio timbro alle composizioni, così come lodevole è la sua prova alle chitarre, una ulteriore dimostrazione di un talentuoso artista finalmente restituito alla sua dimensione naturale di musicista a tempo pieno.
La produzione made in Studio Abyss infine è, al solito, perfetta, anch’essa ormai parte integrante del suono sviluppato dal duo di Bergen.
L’inedita coppia Demonaz-Horgh mette dunque l’illustre firma su un full-length di qualità eccellente. Siano essi di vecchia data che di epoca abbathiana, i fan della band certamente riconosceranno i dovuti onori a Northern Chaos Gods, altro importante tassello nella discografia di un nome che ribadisce con fermezza il proprio status di leader del panorama black metal internazionale.



VOTO RECENSORE
84
VOTO LETTORI
88.47 su 17 voti [ VOTA]
The Chosen One
Domenica 23 Settembre 2018, 16.29.24
90
@buried alive perdona il ritardo, ma non ho più riaperto la recensione prima d'ora. Comunque sì, concordo con te sulla voce di Demonaz
Ezio
Mercoledì 25 Luglio 2018, 14.32.15
89
bel ritorno davvero, tutte le canzoni sono di buon livello, certo demonaz forse è un po' ripetitivo in alcuni pezzi di chitarra ma va bene così, nel black l'atmosfera è importante e lui la ricrea degnamente, horgh fa la differenza, non è mai scontato, fa riempimento dappertutto con accenti e finezze mai banali, che dire...... posso ritenermi soddisfatto, nella speranza che continuino cosi e abbath ritorni. voto 82
Salvo
Sabato 21 Luglio 2018, 22.51.01
88
Bell'album, un ritorno con il botto Ongi volta che ascolto "Where Mountains Rise" mi vengono in mente i Maiden, chissà perchè
Graziano
Venerdì 20 Luglio 2018, 18.47.14
87
Primi nel metal e secondi negli album generici. Stessa cosa i Ghost. Ed è bello vedere pure Haken e The sea within in classifica.
tino
Mercoledì 18 Luglio 2018, 20.41.11
86
No e' vero secondi in classifica di vendite generiche. Evidentemente i metallari sono tra i principali fruitori di musica fisica. Beh se lo meritano
lisablack
Mercoledì 18 Luglio 2018, 17.02.49
85
Addirittura in classifica? Non avrei mai creduto...
tino
Mercoledì 18 Luglio 2018, 16.08.40
84
Primi in classifica nel metal.
nonchalance
Mercoledì 18 Luglio 2018, 16.03.49
83
Secondi..
Graziano
Mercoledì 18 Luglio 2018, 15.57.16
82
E primi in classifica in Germania. Penso che sia un record per un gruppo Black metal....
ObscureSolstice
Domenica 15 Luglio 2018, 11.58.03
81
Demonaz non è l'ultimo arrivato...un personaggio illustre della scena, lo scribano degli Immortal della storia...era senz'altro chiaro e ci si poteva aspettare cosa andava a parare...appena ho sentito il disco la prima volta ho riconosciuto il tremolio armonico di Demonaz....quel tocco. Vado sulla stessa linea di pensiero di Danimarzo al commento #79
lisablack
Domenica 15 Luglio 2018, 11.18.19
80
Mi associo al commento qui sotto..finalmente mi è arrivato e l'ho ascoltato bene, e ne sono contenta come già avevo detto all'ascolto in rete. Bell'album..non me l'aspettavo nemmeno io, in queste giornate calde insopportabili mi ci voleva proprio il gelo e l'oscurità come gli Immortal sanno fare. Per me è 80.
Danimanzo
Sabato 14 Luglio 2018, 11.18.39
79
Mai mi sarei aspettato un disco di tale caratura dal "solo" duo Demonaz Occulta - Horgh ed invece eccoci qua ad acclamare un graditissimo come back di uno dei migliori gruppi BM di sempre. Sono stato e rimango un estimatore del mitico Abbath, però devo riconoscere che questo album trasuda gelo, malignità ed epicità come da migliore tradizione. Chiaramente mai avrei desiderato uno split up tanto inatteso e, a mio avviso, compromettente per entrambi i lati ( il gruppo compatto porta a risultati migliori, incluso "All Shall Fall" qui ingiustamente bocciato ). Però il qui presente "Northern Chaos Gods" dimostra chiaramente l'importanza e la capacità innata di Demonaz di scrivere grande musica e si pone, sempre a mio avviso, allo stesso livello, del disco omonimo di Abbath. Grandi musicisti, grande musica e soprattutto grandi viaggi.
Pacino
Sabato 14 Luglio 2018, 10.36.58
78
L'ho ascoltato poco, ma non mi sta prendendo più di tanto, da approfondire. 65...per ora!
nonchalance
Venerdì 13 Luglio 2018, 16.02.51
77
A parte le disquisizioni varie inerenti la copertina oppure la produzione, sarebbe meglio concentrarsi sulla forza dei pezzi..che, a mio parere, sono stati dislocati maggiormente nel "vecchio" Lato B! Quindi, se devo fare una critica personale, trovo che la title-track messa all'inizio "sconvolga" troppo l'ascolto delle successive (ogni volta non vedevo l'ora che arrivassero quelle più cadenzate..) e, soprattutto, credo sia stata "sprecata" come assalto: io l'avrei messa 3°, ad esempio. E - dato che ci sono - subito dopo avrei posizionato l'atmosferica "Where...", a chiudere il lato aperto da "Gates..." (appunto!) e, al seguito, la violenta "Called to Ice". Avrei, poi, aperto l'altro lato con "Into...", bilanciando così l'ascolto tra l'atmosferica "Blacker..." e l'attacco di "Grim and Dark"..che, in chiusura, si collega alla già conclusiva "Mighty Ravendark"!
nonchalance
Venerdì 13 Luglio 2018, 16.01.04
76
Intanto bisognerebbe cercare di dare tempo agli album, in modo da assimilarli il più possibile per esprimere un parere veritiero..e non solo un parere e basta! Così come, allo stesso tempo, non penso abbia tanto senso esaltarsi/buttarsi giù per un ritmo o per un riff "sempliciotto". Visto il genere e le capacità di ascolto del fruitore medio.. Detto ciò, il disco può apparire ripetitivo per vari motivi: oltreché per essere sempre loro, anche perché il tema portante rimane sempre quello. Quindi, non c'è tanto da meravigliarsi se "Gates to Blashyrkh", "Where Mountains Rise" e "Mighty Ravendark" hanno la stesso andatura! E, se alla fine di "Grim and Dark" ci sembra di ri-sentire sempre lo stesso arpeggio..
ulv
Giovedì 12 Luglio 2018, 21.57.51
75
bellissimo disco. inizialmente ero scettico visto la separazione da Abbath, ma il duo Demonz Horgh ha tirato fuori davvero un bel lavoro.
Graziano
Martedì 10 Luglio 2018, 17.14.24
74
Mi sto divertendo come un matto a leggere tutti i commenti. Da una parte leggo che il nuovo album dei Dimmu è troppo sinfonico, troppo sperimentale, troppo moderno, troppo plasticoso, dall'altra che il nuovo Immortal è troppo black, troppo monotematico, troppo ancorato al passato, un disco per i nostalgici. My God la razza umana non è mai felice....
Aceshigh
Martedì 10 Luglio 2018, 12.56.27
73
Per me è un bel disco, sono abbastanza soddisfatto. Niente di nuovo, ci mancherebbe, anzi direi : classico che più classico non si può. Ma i brani sono tutti di ottimo livello e nel complesso lo trovo migliore del precedente che non ho mai digerito completamente. Voto 79
lux chaos
Lunedì 9 Luglio 2018, 18.20.57
72
Finalmente ho avuto il tempo di sentirlo, anche se solo due volte, che so bene essere poche. Diciamo che per ora quoto @Kappa e chi non lo considera un "discone"...il voto della rece a mio parere è esagerato, è il voto che darei ad un disco eccezionale, e questo per me non lo è...mi ha fatto lo stesso effetto del disco di Abbath, un disco molto di mestiere, calligrafico (e cosi dev'essere, black metal sia) ma senza mai una zampata vincente nel songwriting. Spero, come dice Alessio, che crescerà con gli ascolti, per ora, dopo decenni di metal e millemila ascolti, per entusiasmarmi ci vuole di più. Ne una ciofeca, ne un capolavoro. Voto 65
Kappa
Lunedì 9 Luglio 2018, 9.14.42
71
Grazie dell scusa ma non ti preoccupare, io spesso mi lascio andare a dibattiti molto più accesi, quindi incasso che sono ancora a debito!
Alessio
Lunedì 9 Luglio 2018, 8.51.14
70
@Kappa, devo scusarmi con te. Mi sono reso conto dopo di esser stato un pò brusco e scorbutico nel mio post di risposta ( mi ero svegliato da poco). Perdonami. E' che ultimamente non mi piace questo trend che c'è sotto le rece di gruppi piu o meno famosi dove c'è un litigio continuo. Ma non era il tuo caso, sono stato frettoloso. Comunque se vuoi, io sono ( come te se non ricordo male e siamo piu o meno coetanei ) sul Forum alla sezione ascolti black. Li avevo postato anche le mie oprime impressioni e ti renderai conto che anche arrivando a conclusioni diverse, tutto sommato non eravamo lontani. Se vuoi dagli una letta. Eppure son sicuro che ti crescerà con gli ascolti. Scusa ancora. Ciao
Kappa
Lunedì 9 Luglio 2018, 8.00.26
69
@Alessio: per carità, ho commentato secondo il mio pensiero, non devo e non mi va di convincere nessuno. E' che mi facevano specie certi discorsi sia sul fatto che questi siano i veri Immortal per nostalgici e sia che questo è un disco di puro black metal. Per me non è nessuno dei due. Che poi possa piacere ci sta, non è un brutto album, ma a me non basta. Tutto qui.
Alessio
Lunedì 9 Luglio 2018, 6.58.39
68
@Kappa, seguo gli Immortal da quando e' uscito Diabolical Fullmoon misticism, ho vissuto quella splendida ondata in prima persona, non me la devo far raccontare o cercare sul web. Quindi fai un po' tu. Detto ciò, il mio commento precedente è quello che penso, se non sei d'accordo è ok ci sta...Ma onestamente non mi interessa come non mi interessa star qui ad aprire inutili discorsi polemici. Scrivo solo per esternare il mio pensiero e non per convincere gli altri. Dimenticato che due cose non mi fanno impazzire la cover e la produzione. Ma mi tenga pure quelle.
Christian death rivinusas
Lunedì 9 Luglio 2018, 1.29.10
67
Kappa @ condivido in pieno il tuo commento n.66.... essendo un nostalgico avrei preferito un album all’immortal vecchia maniera.... però resta un ottima proposta che merita il 70. Sicuramente superiore al lavoro di abbath
Kappa
Domenica 8 Luglio 2018, 23.10.59
66
@Alessio: perdonami ma io sono un po' nostalgico e quindi tutto ciò che è venuto dopo Blizzard Beasts lo trovo tra il sufficiente e il buono al massimo... Da nostalgico sarei saltato a ballare sui cofani delle macchine se mi avessero sfornato un disco glaciale anche solo la metà di Pure Holocaust, con una produzione bella ma non pacchiana, con dei bei riff che non sanno di riciclato, e con un genere finalmente e di nuovo BLACK METAL. Questo disco ai veri nostalgici dovrebbe non piacere troppo, fidati. Se poi i nostalgici sono quelli post-2000 allora loro sono accontentati. FORSE...
Alessio
Domenica 8 Luglio 2018, 20.38.56
65
Sarà anche un album per nostalgici ( ed indubbiamente lo è ) e molte volte mi capita di esserlo. Ma che goduria. Al primo ascolto mi sembrava solo, si fa per dire, buono. Ma dopo è cresciuto in maniera esponenziale. Tra questo e Viktoria, rimanendo tra i "vecchietti" terribili dell'ondata degli anni '90, due grosse soddisfazioni. Dannato sia Demonaz, non avevo dubbi su di te e la tua voglia di tornare protagonista, ma sei andato oltre. Che palle, mi tocchera comprare anche questo. Mio voto 8,5.
Mauroe20
Sabato 7 Luglio 2018, 22.21.34
64
Che bomba Immortal tornati col botto ..Preferisco al primo ascolto decisamente questo al lavoro solista di Abbath.Cd acquistato ieri ..da consumare
tino
Sabato 7 Luglio 2018, 21.16.48
63
ma perchè ridicoli gli immortal di all shall fall? Per me è stato un grande disco, giocano sui clichè del black metal, l'hanno sempre fatto, sono un po' come dei kiss estremi e non è un mistero che abbath sia sempre stato una specie di gene simmons.
lisablack
Sabato 7 Luglio 2018, 20.41.35
62
Hai ragione..ma chisse ne frega! Rispondo solo d'ora in poi agli appassionati di musica come me..il resto non conta.
Zabriskie Point
Sabato 7 Luglio 2018, 20.33.41
61
Lisablack, lascia perdere.... è evidente che è un troll
lisablack
Sabato 7 Luglio 2018, 20.19.28
60
Ma io ero fans dei Metallica prima che tu nascessi, e ho diritto anche alla critica. Tu vieni sotto la recensione degli Immortal a dire merda e imbecilli chi li ascolta. Perciò non sei un fan..facciamo così continua pure a renderti ridicolo se ti piace, io ti ignoro completamente. È l'unica cosa da fare coi tipi come te. Addio!
Oudeis
Sabato 7 Luglio 2018, 19.37.54
59
Perdinci! Pofferbacco! Perdindirindina! Quanto odio, signora mia! Che mondo è mai questo! E tutto ciò mette infinita tristezza!1!!uno!! Ke la gggiente sono cattivy!11!!1!! Per esempio si veda tal lisablack sotto la recensione dell'omonimo dei Metallica: quanto astio! Una vera e propria ossessione... Che curiosa persona, quando le fai notare le sue incongruenze cerca di nascondersi dietro un dito in totale dissonanza cognitiva. Poi fa la vittima. Sempre il solito giochino. Ah, ma dove andremo a finire!!1!undici!! Mia cara, ti do una notizia: mi dispiace per te, ma visti i tuoi limiti tu non puoi dare dell'ignorante a proprio a nessuno. Ma proprio a nessuno nessuno... A proposito di Immortal, ho ascoltato l'album: escrementi. Poi è partito il video di All Shall Fall e mentre mi tergevo le lacrime per le risate pensavo ad un solo aggettivo per descriverli: RIDICOLI (in realtà ho anche formulato espressioni ben più colorite, ma le lascio alla vostra immaginazione). Ciao cari, curatevi.
lisablack
Sabato 7 Luglio 2018, 19.19.28
58
Ehi Zabriskie hai ragione...ma lasciamo stare e concentriamoci sulla musica, la cosa più bella no? Una delle tante nella vita eh!
Zabriskie Point
Sabato 7 Luglio 2018, 18.37.50
57
Grazie ragazzi!!! Però mi da molta tristezza trovare queste cose nei forum..... non capisco perche' bisogna offendersi.... una volta offesi, cosa si ottiene? l'altro ha cambiato idea? No, anzi..... e tu che hai offeso hai affermato di più quello che pensi??? boh... non capisco...
lisablack
Sabato 7 Luglio 2018, 18.21.16
56
Silvia, l'hai sentito questo album?
Silvia
Sabato 7 Luglio 2018, 18.07.54
55
Grande Lisa, non ascoltare chi ti denigra, parlano a caso ! Quoto Zabriskie anch'io, ma anche basta con questi 200000 post offensivi ovunque, denigratori, attacchi personali inutili e non pertinenti, tutto perché si ha un altro gusto. Scusate l'OT, lascio spazio al disco
lisablack
Sabato 7 Luglio 2018, 17.35.52
54
Bravo Zabriskie Point..ti straquoto!
lisablack
Sabato 7 Luglio 2018, 17.34.48
53
Oudeis...ahahah ridicolo 6 tu che continui a stare qui ad insultare chi ascolta gli Immortal, io l'ultimo album dei Metallica non l'ho nemmeno commentato, ci sono 1600 post ma non il mio, perciò sei proprio fuori strada. Guarisci dalla tua ignoranza e scendi dal piedistallo. Stesso discorso per l'altro "bulletto da tastiera analizzatore". Non venite ad intasare con le vostre demenze uno spazio dedicato ai fans di questo gruppo..fate un favore all'umanità "eclissatevi"!
No Fun
Sabato 7 Luglio 2018, 14.33.05
52
@Zabriskie (mi inchino al nick innanzitutto...) sì mi sono spiegato male, diventano aggressivi oppure esibizionisti. Non sono gli stessi anche se possono coincidere. E io tra i due preferisco gli aggressivi. Gli esibizionisti sono i saccenti, che usano il cervello solo per far notare che ne hanno uno.
Zabriskie Point
Sabato 7 Luglio 2018, 14.22.33
51
No Fun, se uno offende gli altri perché ha un gusto diverso a me pare che di cervello ne ha poco....
Graziano
Sabato 7 Luglio 2018, 13.34.47
50
Una domanda seria in questo marasma di violenza verbale e inumana furia tra utenti: ma Voldemort è un ex membro degli Immortal?
Bright Light
Sabato 7 Luglio 2018, 13.31.00
49
@buried, sai qual'é il punto? Che qualsiasi cosa tu scriva, la mia risposta sará sempre piu intelligente, ragionevole, acuta, pungente e pure divertente da leggere, della tua. Detto questo, possiamo andare avanti, non ho particolari problemi a sparare sulla croce rossa, ma Raven e altri hanno gia richiamato tutti a parlare del disco, e non ad insultare, come fai tu, chi non la pensa come te o chi ha gusti diversi dai tuoi. Mi pare te l'abbiano gia detto in 6 o 7. Ergo, rinnovo la richiesta: piantala. Saluti
Oudeis
Sabato 7 Luglio 2018, 13.21.07
48
@lisablack: A me invece sfugge la costruttività dei tuoi commenti, tipo quelli reiterati e monocordi a proposito dei Metallica. Ma ti rendi conto che stai contestando comportamenti che tu stessa pratichi? Evidentemente chi riesce ad apprezzare band ridicole come gli Immortal non può che coprirsi di ridicolo. Spero tu guarisca.
No Fun
Sabato 7 Luglio 2018, 12.40.09
47
Effetti collaterali del caldo... surriscalda e spoglia positivamente le donne ma anche purtroppo la testa di alcuni utenti, diventano aggressivi o peggio esibizionisti, muoiono dalla voglia di far vedere a tutti che anche loro hanno un cervello.
Zabriskie Point
Sabato 7 Luglio 2018, 12.02.23
46
@Buried: musicalmente la penso come te, soprattutto per quest'album: un cd cazzuto, duro e puro di black metal..... Non eclatante ma ben fatto. Però, ehi, non ti incazzare se qualcuno la pensa in modo diverso,arrivando ad offenderlo! Stiamo parlando di musica.... Peace and love ragazzi che ci sono problemi più importanti al mondo che litigare...
Buried Alive
Sabato 7 Luglio 2018, 11.42.47
45
Sei talmente un sottosviluppato Bright Light, di quelli di così basso livello che neanche si accorgono quanto lo sono, che è quasi divertente leggere fin dove riesci ad arrivare col delirio.
pagio
Sabato 7 Luglio 2018, 10.42.59
44
concordo raven
Raven
Sabato 7 Luglio 2018, 10.39.51
43
Abbiamo ripetutamente detto che questo spazio è riservato alle discussioni sulla musica e non ai battibecchi privati che non interessano nessuno. Musica; e non insulti.
Analizzatore
Sabato 7 Luglio 2018, 10.28.23
42
Azz, lisablack con i suoi ragionamenti autoreferenziali ed il suo italiano incerto che parla di ignoranza... A proposito del disco dico che non è brutto, ma mi ha fatto sbadigliare più volte. Roba proprio per fan sfegatati. Concordo con chi dice che è "skippabilissimo".
pagio
Sabato 7 Luglio 2018, 10.26.48
41
buon disco classico stile immortal poi ognuno la puo pensare come vuole non capisco tutte queste polemiche
ObscureSolstice
Sabato 7 Luglio 2018, 10.01.43
40
Bentornato Demonaz...ora manca "soltanto"....Abbath! sufficientemente bel disco, ma finita lì...in questo caso come si suol dire "Cambiando la formula degli addendi...-stavolta- il risultato cambia"...eccome se cambia. Torna presto figlio dell'oscurità nordica, manca la tua aurea...riparlatevi e riallacciate i rapporti e finite questa sceneggiata. Come ha detto @Ad Astra #18: Immortal > Abbath. fine. La mia valutazione sarà guardando la discografia...per cui sotto a Damned in black. Questo Northern Chaos Gods: Voto 70...non male comunque
Korgull
Sabato 7 Luglio 2018, 9.48.29
39
Infatti volevo proprio chiedere com'è sto disco... Mi par di aver capito che è un assalto di pura cattivera alla battles in the north....ho capito male?
Broken Arrow
Sabato 7 Luglio 2018, 9.36.54
38
E' veramente incredibile come ultimamente il web sia lo sfogo di chi ha una vita reale talmente miserevole che deve per forza insultare gli altri o sragionare per sentirsi, almeno qui, qualcuno. Spero che qualcuno torni a parlare del disco, invece di continuare a sparare sentenze a caso @buriedalive
lisablack
Sabato 7 Luglio 2018, 9.10.57
37
Dal momento che ritieni questa musica una merda..allora disintossicati tu e sparisci, i tuoi commenti non hanno nulla di costruttivo, per i "normali" come te ci sono altri generi musicali..vatteli a cercare!
lisablack
Sabato 7 Luglio 2018, 9.03.44
36
Musica di merda? Ma che cazzo la commenti a fare? Mamma mia...e chi sei tu per dire che noi non siamo normali? Mamma mia..ultimamente ignoranza e arroganza a profusione..che mondo!
Oudeis
Sabato 7 Luglio 2018, 8.18.06
35
@Punto Omega: Forse quando ti disintossicherai da questa musica di merda anche tu ricorderai le cose. Proprio come le persone normali. Auguri.
Bright Light
Sabato 7 Luglio 2018, 7.29.49
34
Piatto é il tuo cervello @Buried, ancor piu di questo disco. Ora, visto che ti sei costantemente coperto di ridicolo e neanche sei un fan degli Immortal, fai un favore a tutti: sparisci. Non dovrebbe risultarti difficile dato che é quello che di sicuro ti succede nella vita normale. Ciao moscerino
Barry
Sabato 7 Luglio 2018, 0.01.46
33
Non riusciamo proprio ad evitare insulti, eh?
Punto Omega
Venerdì 6 Luglio 2018, 23.54.10
32
@Oudeis: non mi ricordo della discussione con te. Chiedo venia, ma veramente non ho idea di chi tu sia, di cosa abbia discusso con te e di cosa non mi/ti andasse a genio. Probabilmente la cosa era così priva di importanza da averti totalmente rimosso e, cosa triste, si tratta della verità. Ritenta, magari la prossima volta riuscirai a rimanermi impresso. Buon serata e non prendertela, in fin dei conti stiamo trattando di cose che non cambieranno la vita a nessuno.
Buried Alive
Venerdì 6 Luglio 2018, 23.48.56
31
Ma taci va coglione. Chi ha parlato di album del secolo? Ho già detto in altri articoli che non sono mai stato un fan degli Immortal. Se per te questo disco è piatto, è un problema tuo perché piatto non è, di certo nulla di innovativo (come ho detto chiaramente nel mio precedente commento).
Bright Light
Venerdì 6 Luglio 2018, 23.20.48
30
Io quoto Kappa e Broken Arrow, un dischetto potente di black, ma molto di mestiere, un po carente di ispirazione, nulla di che...al fenomeno da baraccone al #14: qua se c'é uno che dovrebbe darsi fuoco (o nel tuo caso, seppellirsi vivo), sei tu. Dove hai letto che qualcuno vorrebbe novitá? Nel tuo mondo parallelo? I commenti precedenti al tuo parlano di musica piattina, banale, un po scontata...e questo esula dal genere, ma ha a che fare con un altra cosa, detta ispirazione...mai sentita? non é difficile, vedrai che ci arrivi. Detto questo, per te é il disco del secolo, fantastico, ascoltalo e non azzardarti a rompere le palle a chi lo ritiene un dischetto discreto e passabile. Buonanotte sepolto vivo
Kappa
Venerdì 6 Luglio 2018, 22.53.45
29
@D Lepre: buffo che si continui a parlare di gente che non conosce il genere e magari non ha nemmeno un cd dei Clandestine Blaze o Katharsis, che quelli davvero fanno black metal...Non sto pastone made in Abyss studios!
Oudeis
Venerdì 6 Luglio 2018, 21.46.58
28
@Punto Omega: Esimio/a, dopo aver letto il tuo verboso intervento (16) mi è più chiaro il motivo del tuo astio nei miei confronti nella nostra precedene discussione in occasione dell'uscita del primo singolo dell'album in oggetto. Pertanto credo di doverti le mie scuse. Non sapevo che, da die hard fan degli Immortal, ti trovi in una condizione psicofisica di profonda frustrazione e sofferenza. Chiedo venia se ho urtato la tua sensibilità di persona diversamente dotata di capacità uditiva. Dalla mia la magra consolazione di non aver infierito. Se mi è concesso mi permetto una domanda: ma quando nei loro video vedi i tuoi beniamini conciati come dei pagliaccetti buffi (con le facce ingrugnite pittate in bianco e nero, pieni di borchie e vestiti di pelle) che suonano sulle montagne innevate muovendosi come dei granchi o, come giustamente facevi notare prima, correre come se avessero dimenticato di rinnovare il ticket del parcheggio, ti scompisci dalle risate come le persone normali?
D Lepre
Venerdì 6 Luglio 2018, 17.56.38
27
Vedo che ci sono i soliti soloni rammolliti a cui non sta bene nulla... bene bene cosa vedo, 62 sessantadue come voto... Ma lasciatelo perdere questo genere di musica se non vi piace, si vedono certi voti in questo sito veramente fuori di testa Non è roba per voi hipster... ascoltate gli stato asociale non so'...
Sha
Venerdì 6 Luglio 2018, 16.36.46
26
Lo sto ascoltando la prima volta, mi sembra un buon album, ma manca qualcosa che lo faccia decollare davvero. Per il momento All Shall Fall mi sembra molto meglio. E non pensavo mi mancasse così tanto la voce di Abbath !!
Flagellus75
Venerdì 6 Luglio 2018, 16.00.52
25
Ancora una volta sono in linea con Lisablack. Lo sto ascoltando in streaming, la title, ma a settembre il disco me lo comprerò al volo. Certo che ci hanno fatto aspettare non poco i norvegesi...Ma andè a da via i ciapp osti! _\m/ -\m/
Barry
Venerdì 6 Luglio 2018, 14.48.37
24
Bruce: Direi che ti sei divertito abbastanza. Come si dice a Roma, "accanna"
Buried Alive
Venerdì 6 Luglio 2018, 14.37.34
23
Ah ecco perché sta ridendo da due ore, merito tuo e della tua ridicola figura.
Bruce1954
Venerdì 6 Luglio 2018, 14.17.28
22
Tavernello, servito da tua mamma!!! Squisito... come il servizio!!!!!
Buried Alive
Venerdì 6 Luglio 2018, 14.02.31
21
Non ti sono ancora passati i postumi della colazione a base di grappa o hai già pranzato col tavernello?
Bruce1954
Venerdì 6 Luglio 2018, 13.59.55
20
EH?! Plagio?!?!!!! Ma cosa dici??! Hanno preso un tema per farlo diventare qualcosa di loro produzione! Gradissima canzone e grandissimo cd!!!
Buried Alive
Venerdì 6 Luglio 2018, 13.55.43
19
in particolare nel frangente centrale [di Where Mountains Rise] dove un orecchio particolarmente allenato potrebbe percepire echi del celebre tema di Where Eagles Dare degli Iron Maiden >>> diciamolo, è uguale... la canzone spero che sia una specie di omaggio, altrimenti siamo ai limiti del plagio.
Ad Astra
Venerdì 6 Luglio 2018, 13.44.29
18
Immortal > abbath. Fine.
Buried Alive
Venerdì 6 Luglio 2018, 13.38.40
17
The Chosen One, dimmi che non solo il solo che ritiene la voce di Demonaz identica a quella di Nattefrost.
Punto Omega
Venerdì 6 Luglio 2018, 13.29.00
16
@Pandemonium: perché questo prodotto è onesto e quelli con Abbath no? La tua affermazione è del tutto discrezionale senza che tu abbia un minimo di base effettiva su cui poggiarti. A tal proposito ti pongo una domanda semplice: Battles In The North è un disco onesto? Abbath era già il "pagliaccio del black metal", come lo hai definito? Perché se guardiamo il video di Blashyrkh la risposta deve per forza di cose coincidere con quelle che hai dato per gli ultimi dischi (la corsa sul monte con la chitarra in mano ti dice niente?). Il problema è, come quasi sempre, nell'eccessiva mitizzazione del passato. Se poi parliamo degli Immortal e di trueismo, vorrei ricordare le dolci parole che il trueissimo conte ebbe nei loro confronti. Per quel che concerne la valutazione di All Shall Fall sono invece di parere opposto al tuo. All Shall Fall rappresentava il logico prosieguo del percorso musicale di Abbath che volgeva sempre di più verso un lato melodico, più strutturato e con toni sempre più epici. Unearthly Kingdom è la summa di tutto ciò. Se poi non ti trovi bene ad ascoltare i loro mid-tempo, puoi sempre prendere il vinile (o il cd, o la cassetta o qualsiasi formato tu abbia) e riascoltarti Pure Holocaust. La tua disamina, fatta al tempo dell'uscita, non ha invece retto alla prova del tempo e basta fare qualche giro su diversi siti per comprendere che ora All Shall Fall è benvoluto dalla maggioranza dei fan. Il discorso sulla produzione è invece un discorso di "finto elitarismo". La cosa che è radicalmente cambiata per gli Immortal è che agli esordi non avevano soldi per permettersi mezzi di produzione dignitosi, poi sì. Un tempo erano conosciuti solo dai cultori underground, poi sono divenuti un gruppo di metal mainstream. Per questi motivi ritengo la tua disamina faziosa.
The Chosen One
Venerdì 6 Luglio 2018, 13.25.39
15
Per ora mi sta piacendo un botto, puro e semplice black. Inoltre la voce di Demonaz mi fa impazzire, sembra quasi filtrata, fa molto atmospheric black (che è uno dei miei sottogeneri preferiti).
Buried Alive
Venerdì 6 Luglio 2018, 13.09.33
14
Ma che cazzo, possibile che ci sia sempre chi si lamenta per ogni cosa?Ma datevi fuoco. E' un album di puro black metal, cosa vi aspettavate dagli Immortal e da Demonaz in particolare? "Già sentito": ma va? Uno fa un album di puro black metal e cosa dovrebbe fare, reinventare la ruota? Ha voluto richiamare lo stile più tradizionale, musica per amanti del genere, ben fatta in tutto. Se volete novità cambiate gruppi (sempre che poi non vi lamentiate che non fanno vero black metal).
Punto Omega
Venerdì 6 Luglio 2018, 13.06.05
13
In attesa di avere una copia fisica (che spero di ottenere già oggi) mi limito ad osservare che una Nebular Ravens Winter di Blizzard Beasts è decisamente superiore al primo singolo e la titletrack di Damned in Black è molto meglio della conclusiva Mighty Ravendark.
Punto Omega
Venerdì 6 Luglio 2018, 13.06.05
12
In attesa di avere una copia fisica (che spero di ottenere già oggi) mi limito ad osservare che una Nebular Ravens Winter di Blizzard Beasts è decisamente superiore al primo singolo e la titletrack di Damned in Black è molto meglio della conclusiva Mighty Ravendark.
Kappa
Venerdì 6 Luglio 2018, 10.23.39
11
@Broken Arrow: sì esatto, proprio a quel disco lo associo, tanto "volume" nei suoni ma davvero poca ispirazione. E onestamente anche gli innesti thrash sono banalotti, riff davvero da riciclo, troppo semplici. Qui sembra tutto bello perchè la batteria è sparata a mille e i bassi pompati all'inverosimile. Sicuri quelli che dicono che questo è un disco alla Immortal? E' un disco alla Immortal degli ultimi anni ma solo più violento, ma davvero niente di che. PARERE MIO!
Broken Arrow
Venerdì 6 Luglio 2018, 9.11.45
10
Concordo in parte con Kappa, il nome fa tantissimo, ma non è molto diverso dal piatto solista di Abbath. Lo ascolterò ancora ripetutamente per vedere se cambio idea, ma per ora è il loro peggior parto insieme a DIB. Un po deluso...
df800
Venerdì 6 Luglio 2018, 9.03.23
9
Semplicemente non è un disco degli Immortal, ma di Demonaz solista. fine. Non è male ma non è ne un capolavoro ne, come detto sopra, un disco degli Immortal.
lisablack
Venerdì 6 Luglio 2018, 8.54.35
8
Bel disco, quello che volevo dagli Immortal, non voglio capolavori..mi basta un disco come questo. Son contenta..l'ho ascoltato in rete però, purtroppo, l'ordine non mi è arrivato..ma girerà parecchio nel lettore! Per me siamo sull'80..come voto.
Kappa
Venerdì 6 Luglio 2018, 8.22.37
7
Sento in giro tutti che parlano di capolavoro ma io lo trovo piattissimo, banale e prodotto col c...o. Per me skippabilissimo.
gianmarco
Venerdì 6 Luglio 2018, 1.04.52
6
gran ritorno . Voto 9 .
Exditurno
Giovedì 5 Luglio 2018, 23.04.02
5
Porcheria colossale. 9 anni son passati e gli Immortali son tornati 9 anni per sta monnezza, dai Immortal ma che tristezza Ve lo dico in rima, Immortal andate a dare via il culo e avrete la mia stima
Lizard
Giovedì 5 Luglio 2018, 22.49.19
4
Ciao Stefano, piacere di rileggerti
Pandemonium
Giovedì 5 Luglio 2018, 22.44.19
3
Sono felice di leggere questa recensione (con la quale mi trovo per lo più concorde) che mi offre l'occasione (a distanza di 9 anni!) di togliermi qualche sassolino nella scarpa... Ebbene presto detto: evidentemente bisognava prendere a calci in culo Abbath (diventato ormai l'ombra di sé stesso, o se preferite, il clown del black metal) per avere un Prodotto Onesto dagli Immortal. Con altre parole: 9 anni fa mi aspettavo questo disco, e non All Shall Fall. Per tutti coloro che, al tempo, mi giudicarono stretto di manica, mi insultarono più o meno apertamente, o non capirono le mie critiche ai mid tempo del disco precedente dico solo quanto segue: provate a paragonare i due album, ascoltate le canzoni più lente e cadenzate (poche) in questo Northern Chaos Gods, e, spero, capirete cosa io intendessi. Qui le pecche sono di altra natura, in primis la produzione: troppo “bombastic” come vuole “mamma” Nuclear Blast (il cui marchio di fabbrica livella gruppi thrash, death e black per l’orecchio del metallino medio come se non ci fosse un domani), snaturando soprattutto le tracce alla At the Heart of Winter (rimpiangiamo l’Osmose!). Ma non ci si può di certo lamentare (finalmente!) del tiro delle canzoni! Come giustamente ha sottolineato il recensore qui si fa incetta a piene mani di tutti gli album della discografia degli immortali in modo certosino: attacchi frontali alla Pure e alla Battles, epiche chicche violente alla Blizzard (Where Mountains Rise è un auto-plagio esplicito pure nel testo alla mitica Mountains of Might!), sino ai brani mid tempo infarciti del (solito) arpeggio in delay alla AtHoW, Damned e Sons. C’è tutto! Ben mescolato e riscaldato, eppure risulta un album piacevole – beninteso che siate nostalgici dei bei vecchi tempi, perché di idee nuove qui non ve n’è manco una! In conclusione, avrei preferito che Demonaz avesse “osato” qualcosa di più personale, tornando a creare un album con un’identità più forte e originale, ma presumo sia una pretesa fuori dalle possibilità reali della band (almeno per ora). Non capisco poi perché sciogliersi per fare più o meno la stessa cosa separatamente (anche il solo di Abbath è meglio di ASF, ma inferiore di molto a questo NCG) se non per i motivi clowneschi e\o personali di cui sopra… Ribadisco i complimenti per la recensione equilibrata nell’analisi anche se sbilanciata nel voto: più di 70\75 ad un album per nostalgici è bontà! (Ma non ho mai sindacato sul voto in sé che è mera astrazione numerica se la critica è fatta bene). Per me 70. È un voto soprattutto a Demonaz, che ha saputo riprendersi una band e ricordare al suo ex compare quanto è facile attingere dai vecchi album senza fare figure di merda (e pure canta meglio!). Buona serata.
Mulo
Giovedì 5 Luglio 2018, 19.09.47
2
GODS! N-O-R-T-H-E-R-N CHAOS GODS!!! Tutto bello e tutto già ampiamente sentito più di vent'anni fa.Buonissimo x ascolti nostalgici...Resto dell'idea che Blood fire death è scaccheggiato alla grande da moltissimi dischi black (questo incluso):Cmq dai promossi.
JC
Giovedì 5 Luglio 2018, 18.59.53
1
Premetto: non mi piace il black e poco e niente il death. Però mi è piaciuto tantissimo At the Heart of the Winter (perché voce a parte non è un disco black) e anche All Shall Fall. Questo esce domani: per ora ho ascoltato i due singoli e sono in linea con l'epico All Shall Fall. Credo proprio che lo prenderò!
INFORMAZIONI
2018
Nuclear Blast Records
Black
Tracklist
1. Northern Chaos Gods
2. Into Battle Ride
3. Gates to Blashyrkh
4. Grim and Dark
5. Called to Ice
6. Where Mountains Rise
7. Blacker of Worlds
8. Mighty Ravendark
Line Up
Demonaz (Voce, Chitarra)
Horgh (Batteria)

Musicisti Ospiti:
Peter Tägtgren (Basso)
 
RECENSIONI
50
87
73
90
83
95
90
85
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]