Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Death SS
Rock `N` Roll Armageddon
Demo

Third Island
Omelas
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

21/09/18
THERAPY?
Cleave

21/09/18
DRAUGURINN
Spira

21/09/18
VOIVOD
The Wake

21/09/18
JOE BONAMASSA
Redemption

21/09/18
MAYAN
Dhyana

21/09/18
Slash feat Myles Kennedy And The Conspirators
Living The Dream

21/09/18
SUPEFJORD
All WIll Be Golden

21/09/18
LYNYRD SKYNYRD
Live In Atlanta

21/09/18
VESSEL OF LIGHT
Woodshed

21/09/18
THE CRUEL INTENTIONS
No Sign of Relief

CONCERTI

21/09/18
KARMIAN + DEMIURGON +HERCESIS
Associazione Culturale EKIDNA - SAN MARTINO SECCHIA (MO)

21/09/18
TOSSIC + GUESTS
EXENZIA - PRATO

22/09/18
FLESHGOD APOCALYPSE + GUESTS
AFTERLIFE LIVE CLUB - PERUGIA

22/09/18
ROCK LAND FESTIVAL
LEGEND CLUB - MILANO

22/09/18
WARMBLOOD + IRA
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

22/09/18
ELVENKING + DEATHLESS LEGACY + GUESTS
AREA EXP - CEREA (VR)

22/09/18
TRICK OR TREAT + FROM THE DEPTH
FUORI ORARIO - TANETO (RE)

22/09/18
EVADNE + GUESTS
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

22/09/18
KANSEIL + GUESTS
FEFFARKHORN FESTIVAL - MASERADA SUL PIAVE (TV)

22/09/18
EDU FALASCHI
OFFICINE SONORE - VERCELLI

Vampillia - Happiness Brought By Endless Sorrow
10/09/2018
( 215 letture )
Non mancano mai le sorprese nell’oceano di musica radunata sotto l’azzeccata, ma sempre un po’ generica, etichetta di avantgarde metal. Proprio in queste acque navigano i giapponesi Vampillia, una sorta di orchestra formata da dodici musicisti che si dedicano a mescolare metal, noise, industrial, musica classica, per nominare solo i generi più evidenti in quest’ultima uscita discografica. I nostri hanno infatti pubblicato tantissimo materiale negli ultimi anni, sempre particolare e interessante pur all’interno di un macrogenere così quantitativamente ampio e qualitativamente dispersivo, arrivando persino a collaborare con artisti del calibro di Attila Csihar dei Mayhem (nel bel singolo Circle) e dell’ex Swans Jarboe (nell’album Alchemic Heart).

Con Happiness Brought by Endless Sorrow ci troviamo davanti ad un EP composto da quattro brani e dalla durata complessiva di poco più di 6 minuti. E’ evidente quindi l’anima punk o addirittura grindcore di questa release, presente però solo in minima parte nella musica proposta dai Vampillia. Winter Ash è un black gotico che non rinnega in alcun modo il background culturale del gruppo; certi passaggi sembrano usciti direttamente da un anime giapponese. E’ il black metal comunque a farla da padrone, per le chitarre distorte e veloci, le urla al microfono di Mongoloid e i continui blast beat delle due batterie, che quasi mai si placano in questi pochi minuti di musica. Gli stop di matrice mathcore di Back to... sono uno dei pochi casi in cui non le sentiamo andare a mille, mentre un violino entra improvvisamente in scena a smuovere le acque. C’è da dire anche che non manca la melodia, sia a livello armonico che sonoro, grazie ad un piano molto dolce che ci accompagna verso la fine della traccia. ggggzzgggzzz parte invece all’opposto: rumoristica e caotica, per dieci secondi si pone fianco a fianco allo sperimentalismo post-metal dei Sumac, ma torna subito in sè, con uscite sinfoniche molto più spiccate rispetto ai precedenti brani. Il sipario cala sull’incredibilmente marcia e grezza Hell PM, ma i nostri sembrano anche guardare agli Arcturus con un pianoforte che stavolta, invece di alleviare il peso delle chitarre, si scontra con esse, creando piacevoli dissonanze.

Per quanto un prodotto così breve possa lasciare il tempo che trova, Happiness Brought by Endless Sorrow dei Vampillia è un ascolto stimolante, veloce e al più indolore, se non dovesse risultare gradevole. Il gruppo di Osaka rifiuta ogni compromesso, si diverte, e dimostra che si può dire tantissimo anche in tempi molto ristretti.



VOTO RECENSORE
70
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
No Fun
Lunedì 10 Settembre 2018, 23.56.20
1
Naaah, ma pensa, stavo riascoltando gli Alcest e mi stavo chiedendo chi fossero questi Vampillia che dovrebbero suonare con loro il 28 e... voilà... compare questa recensione!
INFORMAZIONI
2018
Temple of Torturous Records
Avantgarde
Tracklist
1. Winter Ash
2. Back to.....
3. ggggzzgggzzz
4. Hell PM
Line Up
Mongoloid (Voce)
/ Japan (Chitarra)
Mabe Detox Shuichi (Chitarra)
Joshua Lozano (Chitarra)
Akiko Yamamoto (Piano)
Velladon (Sintetizzatore)
Setuya Kurotaki (Sintetizzatore)
Submerse (Sintetizzatore)
Rey Miyamoto (Violino)
Micci the Mistake (Basso)
Tatsuya Yoshida (Batteria)
Talow the Tornado (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]