Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Selvans
Faunalia
Demo

Bullet Ride
The Choice
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

16/11/18
SKULL PIT
Skull Pit

16/11/18
DIVINE ASCENSION
The Uncovering

16/11/18
ARTILLERY
The Face Of Fear

16/11/18
AFIRE
On The Road From Nowhere

16/11/18
ESBEN AND THE WITCH
Nowhere

16/11/18
THE TANGENT
Proxy

16/11/18
THE SMASHING PUMPKINS
Shiny and Oh So Bright Vol. 1 / LP: No Past. No Future. No Sun.

16/11/18
OF GRACE AND HATRED
Toxic Vows

16/11/18
SLEGEST
Introvert

16/11/18
SACRIFICIUM CARMEN
Hermetica

CONCERTI

15/11/18
BRANT BJORK
SPAZIO 211 - TORINO

15/11/18
LACUNA COIL + AMBERIAN DAWN
SANTERIA - MILANO (MI)

15/11/18
IGORRR
LOCOMOTIV CLUB - BOLOGNA

16/11/18
MYSTIFIER + CRAVEN IDOL
CENTRALE ROCK PUB - ERBA

16/11/18
SIRENIA + TRIOSPHERE + GUEST TBA
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

16/11/18
SHINING (NOR) + ALITHIA
LEGEND CLUB - MILANO

16/11/18
SISKA
BIRRERIA TRENTI - POVE DEL GRAPPA (VI)

16/11/18
IGORRR
SPAZIO211. BUILT TO R-ESIST AREA - TORINO

16/11/18
ELECTRIC WIZARD + CARONTE
ORION CLUB - CIAMPINO (RM)

16/11/18
MADNESS OF SORROW
DEDOLOR MUSIC HEADQUARTER - ROVELLASCA (CO)

Vampillia - Happiness Brought By Endless Sorrow
10/09/2018
( 275 letture )
Non mancano mai le sorprese nell’oceano di musica radunata sotto l’azzeccata, ma sempre un po’ generica, etichetta di avantgarde metal. Proprio in queste acque navigano i giapponesi Vampillia, una sorta di orchestra formata da dodici musicisti che si dedicano a mescolare metal, noise, industrial, musica classica, per nominare solo i generi più evidenti in quest’ultima uscita discografica. I nostri hanno infatti pubblicato tantissimo materiale negli ultimi anni, sempre particolare e interessante pur all’interno di un macrogenere così quantitativamente ampio e qualitativamente dispersivo, arrivando persino a collaborare con artisti del calibro di Attila Csihar dei Mayhem (nel bel singolo Circle) e dell’ex Swans Jarboe (nell’album Alchemic Heart).

Con Happiness Brought by Endless Sorrow ci troviamo davanti ad un EP composto da quattro brani e dalla durata complessiva di poco più di 6 minuti. E’ evidente quindi l’anima punk o addirittura grindcore di questa release, presente però solo in minima parte nella musica proposta dai Vampillia. Winter Ash è un black gotico che non rinnega in alcun modo il background culturale del gruppo; certi passaggi sembrano usciti direttamente da un anime giapponese. E’ il black metal comunque a farla da padrone, per le chitarre distorte e veloci, le urla al microfono di Mongoloid e i continui blast beat delle due batterie, che quasi mai si placano in questi pochi minuti di musica. Gli stop di matrice mathcore di Back to... sono uno dei pochi casi in cui non le sentiamo andare a mille, mentre un violino entra improvvisamente in scena a smuovere le acque. C’è da dire anche che non manca la melodia, sia a livello armonico che sonoro, grazie ad un piano molto dolce che ci accompagna verso la fine della traccia. ggggzzgggzzz parte invece all’opposto: rumoristica e caotica, per dieci secondi si pone fianco a fianco allo sperimentalismo post-metal dei Sumac, ma torna subito in sè, con uscite sinfoniche molto più spiccate rispetto ai precedenti brani. Il sipario cala sull’incredibilmente marcia e grezza Hell PM, ma i nostri sembrano anche guardare agli Arcturus con un pianoforte che stavolta, invece di alleviare il peso delle chitarre, si scontra con esse, creando piacevoli dissonanze.

Per quanto un prodotto così breve possa lasciare il tempo che trova, Happiness Brought by Endless Sorrow dei Vampillia è un ascolto stimolante, veloce e al più indolore, se non dovesse risultare gradevole. Il gruppo di Osaka rifiuta ogni compromesso, si diverte, e dimostra che si può dire tantissimo anche in tempi molto ristretti.



VOTO RECENSORE
70
VOTO LETTORI
0 su 0 voti [ VOTA]
No Fun
Lunedì 10 Settembre 2018, 23.56.20
1
Naaah, ma pensa, stavo riascoltando gli Alcest e mi stavo chiedendo chi fossero questi Vampillia che dovrebbero suonare con loro il 28 e... voilà... compare questa recensione!
INFORMAZIONI
2018
Temple of Torturous Records
Avantgarde
Tracklist
1. Winter Ash
2. Back to.....
3. ggggzzgggzzz
4. Hell PM
Line Up
Mongoloid (Voce)
/ Japan (Chitarra)
Mabe Detox Shuichi (Chitarra)
Joshua Lozano (Chitarra)
Akiko Yamamoto (Piano)
Velladon (Sintetizzatore)
Setuya Kurotaki (Sintetizzatore)
Submerse (Sintetizzatore)
Rey Miyamoto (Violino)
Micci the Mistake (Basso)
Tatsuya Yoshida (Batteria)
Talow the Tornado (Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]