Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Foto promozionale
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

16/10/18
P.O.D.
Circles

19/10/18
RISE OF THE NORTHSTAR
The Legacy of Shi

19/10/18
LANDMVRKS
Fantasy

19/10/18
SALIVA
10 Lives

19/10/18
VALDUR
Goat Of Iniquity

19/10/18
NORTHWARD
Northward

19/10/18
SOULFLY
Ritual

19/10/18
SACRAL RAGE
Beyond Celestial Echoes

19/10/18
EXXXEKUTIONER
Death Sentence

19/10/18
EADEM
Luguber

CONCERTI

16/10/18
TARJA + STRATOVARIUS
ORION - ROMA

17/10/18
TARJA + STRATOVARIUS
ALCATRAZ - MILANO

17/10/18
LUCIFER
VINILE - BASSANO DEL GRAPPA (VI)

17/10/18
CARNIVAL OF FLESH + RABID + DANNATI
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

18/10/18
CALIGULA`S HORSE + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

19/10/18
TAAKE + BÖLZER + SLEGEST
LEGEND CLUB - MILANO

19/10/18
FRACTAL UNIVERSE + GUESTS
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

19/10/18
VADER + ENTOMBED A.D. + GUESTS
REVOLVER - SAN DONA DI PIAVE (VE)

19/10/18
INJURY + VEXOVOID + BROWBEAT
LA TENDA - MODENA

19/10/18
CARCHARODON + KURT RUSSHELL + GREENPHETAMINE
L'ANGELO AZZURRO CLUB - GENOVA

Outline - Fire Whiplash
07/10/2018
( 294 letture )
Allora, vediamo, questo è l’ottobre del 1983, giusto? Come dite? 2018? Impossibile. Almeno ascoltando Fire Whiplash degli Outline. La band che alcuni di voi avranno già indirettamente incontrato interessandosi in passato al lavoro dei Demona, una piccola cult band speed metal, torna adesso con grandi novità ed un nuovo moniker, ma sempre con la testa ai tempi che furono. In realtà è solo la cazzutissima e borchiatissima mastermind Tanza (qui presente col nick The Speed) ad essere rimasta, unendosi a The Hammr per costituire il duo denominato appunto Outline, in modo che quanto fatto con i Demona trovi qui la sua naturale prosecuzione.

Registrato un demo andato rapidamente esaurito intitolato Fire Whiplash, che non faceva altro se non continuare a suonare esattamente come facevano i Demona, gli Outline fanno adesso uscire il loro primo album ufficiale intitolato anch’esso Fire Wiphlash, che ripresenta i brani del demo più tre composti per l’occasione. Niente sembra però essere mutato nell’approccio alla scrittura ed all’esecuzione da parte di The Speed. Registrazione tanto cruda da poter essere paragonata a quella di un demo della prima metà degli anni 80 od a quella di tanti dischi di quel periodo, incisi con tanta passione, ma con pochi mezzi ed ancor meno esperienza, con la presenza di una versione su nastro del disco che è perfettamente coerente con lo stile del gruppo. Canzoni che sembrano essere state pensate e scritte nello stesso periodo, basate su un sulfureo speed/thrash poco vario, ma certamente violento e trascinante ed una voce assolutamente caratterizzante. La Nostra, infatti, urla con estrema convinzione ed il suo timbro monocorde, più che grezzo ed incolto è perfettamente adatto alla bisogna e congruo con la filosofia delle canzoni e della band, tanto da ricordare una ipotetica Kate De Lombaert un po’ alticcia e sovraeccitata. Insomma: esattamente ciò che serve per composizioni che di grazioso, femminile in senso lato ed elegante non hanno davvero nulla. Difficile, in questo contesto, trovare qualche pezzo che spicchi in particolare così come, di converso, qualcuno che abbassi nettamente la media del prodotto, con la sola parziale eccezione di Away from You. In quest’ultima, che necessita di un po’ più di qualità interpretative, i limiti della bionda paladina del metal vengono fuori in modo più evidente. Tra gli otto sporchissimi anthem, intro compreso, possono forse essere citati Metal Is Me, Lady Teaser e Fire Whiplash, ma questo è uno dei classici casi in cui davvero è solo il gusto personale a determinare le differenze.

Niente che cambierà la storia del metal (anzi, un’operazione così retrò da risultare al massimo ennesima conferma di quella già scritta), ma un lavoro in grado di far gioire i tanti amanti della “sporcizia speed” di un tempo, priva di alcuna sovrastruttura e basata solo sulla passione e sull’ardore. Se non apprezzate gruppi come i Barbarian, tanto per citare un nome italiano di genere, lasciate perdere. Se invece amate quel particolare modo di intendere la musica che è praticamente l’opposto del progressive metal e risulta più vicino al punk, potete concedere una chance agli Outline. Quanto a grezzume classico non sono secondi a nessuno.



VOTO RECENSORE
70
VOTO LETTORI
80 su 1 voti [ VOTA]
rik bay area thrash
Lunedì 8 Ottobre 2018, 11.06.29
2
... oooh che bella sorpresa !!! Siamo nel 1983 !!! Evviva ... a parte tutto, gran bel disco. Speed metal 'melodico' di pregevole fattura. Buona la produzione, io uso il termine 'reale' e 'umana'. Suoni bel calibrati, guitar in primis, bass player udibile, e non per ultima la voce della ragazza. Voce pulita fondamentalmente, e 'rabbiosetta' quando sale di tono e a me piace tantissimo. Le song non sono affatto 'minimali' e sono anche ben strutturate e varie. Ogni tanto qualche piacevole release viene pubblicata, bene così. (Imho)
No Fun
Lunedì 8 Ottobre 2018, 10.05.38
1
Non male, fanno un bel casino divertente, però la voce di Tanza Speed la sento un po' troppo pulita e quando vuole farla più "grezza" non mi sembra naturale, la sento un po' impostata. Comunque bravi, lei Speed che urla e schitarra, lui Il Martello che ci pesta di brutto. Sarebbe interessante un'intervista.
INFORMAZIONI
2018
Hells Headbangers Records
Speed Metal
Tracklist
1. Intro
2. Metal Is Me
3. Lady Teaser
4. Black Eyed Devil
5. The Assassin
6. Away from You
7. Fire Whiplash
8. Hell Squad
Line Up
The Speed (Voce, Chitarra)
The Hammr (Chitarra, Basso, Batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]