Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Beast in Black
From Hell with Love
Demo

The Core
Flesh and Bones
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

26/03/19
ASYMMETRY OF EGO
Forsake Beyond the Dusk

29/03/19
YNGWIE MALMSTEEN
Blue Lightning

29/03/19
AETHER VOID
Curse of Life

29/03/19
ABDUCTION (UK)
All Pain as Penance

29/03/19
MOSH-PIT JUSTICE
Fighting the Poison

29/03/19
STRANA OFFICINA
Law of the Jungle

29/03/19
I PREVAIL
Trauma

29/03/19
PESTEROUS MIND
Haaluci.Nation

29/03/19
ELLENDE
Lebensnehmer

29/03/19
ARRIVAL OF AUTUMN
Harbinger

CONCERTI

25/03/19
GEORGE KOLLIAS
BELLOTS PUB - CAPPELLA CANTONE (CR)

26/03/19
SEPTICFLESH + KRISIUN + DIABOLICAL + XAON
UFO - BOLZANO

28/03/19
ARCTURUS + SHORES OF NULL + PARODOS
LARGO VENUE - ROMA

28/03/19
SEPTICFLESH + KRISIUN + DIABOLICAL + XAON
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

28/03/19
LAMBSTONE
TRAFFIC CLUB - ROMA

29/03/19
ARCTURUS + SHORES OF NULL + PARODOS
REVOLVER - SAN DONA DI PIAVE (VE)

29/03/19
ELDRITCH + DGM + SAILING TO NOWHERE
CYCLE CLUB - FIRENZE

29/03/19
STRANA OFFICINA
SANTOMATO - PISTOIA

29/03/19
LACHESIS
BAR 111 - PALAZZAGO (BG)

29/03/19
LAMBSTONE
VINTAGE LIVE CLUB - FABRICA DI ROMA

Faust`O - J`Accuse... Amore Mio
26/11/2018
( 590 letture )
Come ormai ben sa chi ci segue, ogni tanto ci piace prenderci una pausa dal pur amatissimo heavy metal, per riscoprire e consigliarvi dischi meno noti al nostro pubblico, ma che nel loro genere di appartenenza hanno comunque segnato un'epoca, o aperto la strada ad innumerevoli band. Quest'oggi il nostro vigile occhio su posa su Faust'O, pseudonimo di Fausto Rossi, cantautore friulano che, a cavallo fra anni 70 ed 80, ha fornito una particolarissima interpretazione del post-punk e della new wave, finendo addirittura per essere etichettato con l'assai impegnativo paragone di “David Bowie italiano”; senza voler entrare nel merito di tale clamorosa comparazione, è però fuor di dubbio che il nostro abbia dato un contributo unico e molto personale alla new wave, caratterizzato da ritmiche ossessive, quasi nevrotiche e continui cambi di ritmo, ma anche da soluzioni melodiche non certamente usuali.

J'Accuse...Amore Mio, terzo lavoro di Faust'O, pubblicato nel 1980, è il capitolo conclusivo di una trilogia inaugurata con l'eccellente Suicidio e proseguita con Poco Zucchero, che conteneva, fra le altre cose, il noto singolo Oh! Oh! Oh!, in seguito omaggiato dal buon Massimo Boldi. Ad accoglierci nelle peculiari atmosfere del disco è la title-track, inaugurata da un allucinato soliloquio che avanza poi verso un vigoroso brano new wave, con tastiere e sezione ritmica sugli scudi (particolarmente interessante risulta la prestazione del bassista Franco Cristaldi); non fosse per la voce di Faust'O, a tratti magniloquente, a tratti sguaiata, la canzone potrebbe esser contenuta in uno dei primi lavori dei Litfiba; la voce, invece, in certi frangenti somiglia non poco a quella di Robert Smith dei The Cure. Piccole Anime è più briosa ed allegra dal punto di vista musicale, ma il cantautore è protagonista indiscusso, fra liriche quasi urlate e testi che spaziano dall'italiano all'inglese, passando ovviamente per il francese, protagonista del titolo stesso del disco. Più che un cantante in senso stretto, il nostro sembra più volte un attore interpretato in una parte assai istrionica, come si può facilmente ascoltare anche su Retroattività e su Disaster; su quest'ultimo pezzo va segnalato altresì il contributo di Amedeo Bianchi al sassofono. Se i due brani appena citati, come detto, sono assai istrionici ed il nostro a tratti declama i suoi versi con voce quasi rabbiosa, Hotel Plaza parte inizialmente in modo molto più melodico ed atmosferico; in compenso, presto il ritmo e la musica stessa della canzone cambiano in modo improvviso, salvo poi tornare nuovamente alla melodia, in una altalena spiazzante, ma ottimamente gestita. Michael Michael (You're Bloody Drunk) è nuovamente allegra e frizzante come un buon vino Muller Thurgau (notare in effetti il titolo), mentre Buon Anno è, probabilmente, il pezzo più tipicamente new wave presente su disco: le tastiere sono delicate, la batteria è riverberata e la voce calda ed invitante. Come è facilmente intuibile, però, la calma e la “normalità” non fanno per il nostro amico, che su Capricorn torna a sfoderare il suo lato più sperimentale, generando peraltro un brano di ottimo livello. Segue Non Mi Pettino Mai, una curiosa dedica ad un'immaginaria amante di nome Valentina, dove il nostro fa sfoggio, fra le altre cose, di una voce sorprendentemente rabbiosa. Ci avviciniamo alla fine del bizzarro viaggio e Faust'O ci invita a Non Vendere I Nostri Sogni, prima di congedarci con Forse Anche Noi..., dove torna a sorprenderci con cambi di ritmo ed altre amenità del genere.

J'Accuse...Amore Mio è un album particolare, strano, a tratti sorprendentemente ostico, che fa dell'anticonformismo, della “rottura” e dei continui cambi di stile le proprie armi; non è forse il lavoro migliore di Faust'O (il primato, probabilmente, spetta a Suicidio o all'omonimo Faust'O, prodotto da Alberto Radius) ma è ugualmente un ottimo punto di partenza per conoscere la carriera di uno dei più inclassificabili e “folli” artisti italiani.



VOTO RECENSORE
76
VOTO LETTORI
67.66 su 3 voti [ VOTA]
Rob Fleming
Lunedì 26 Novembre 2018, 16.08.35
2
Faust'O, per la mia formazione musicale, è l'esempio di come quello che ascolti a 15-16 anni lo porterai sempre con te senza concederti la capacità di distinguere la intrinseca qualità del prodotto. Avevo una C90 con il meglio dei primi 4 album (escluso lo strumentale Out now) e avevo imparato a memoria i pezzi: cantare "Godi" dall'esordio faceva molto figo a quell'età. Così crescendo, piano piano li ho cercati e comprati. J'accuse... è l'unico che ancora mi manca - introvabile - ma i brani li ho ancora tutti nella mia testa. La sua voce, il suo cantare in 4-5 lingue diverse; i testi; le musiche fredde e morbose. Io preferisco l'esordio e l'omonimo che è un capolavoro assoluto (per chi? Per te forse!).
Raven
Lunedì 26 Novembre 2018, 14.58.38
1
Si vedeva spesso in RAI a cantare proprio Hotel Plaza. Altri tempi; oggi non lo farebbero nemmeno avvicinare al portone. E non è un bel segno.
INFORMAZIONI
1980
Ascolto
Post Punk
Tracklist
1. J'accuse...Amore mio
2. Piccole Anime
3. Retroattività
4. Disaster
5. Hotel Plaza
6. Michael Michael (You're Bloody Drunk)
7. Buon Anno
8. Capricorn
9. Non mi Pettino Mai
10. Non Vendere i nostri Sogni
11. Forse anche Noi...
Line Up
Faust'O (Voce, Chitarra, Tastiere, Pianoforte, Sintetizzatore)
Mauro Paoluzzi (Chitarra, Batteria)
Piero Cazzago (Chitarra)
Franco Cristaldi (Basso)
Giusepe Cazzago (Batteria)
Amedeo Bianchi (Sassofono)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]